IL BUCO NERO DELL’INFORMAZIONE

 
Il problema di fare una legge è quello di prevenire tutti i modi in cui potrà essere aggirata o, peggio ancora, strumentalizzata. La nuova Delibera Agcom sul Diritto D’Autore, di cui mi sono già occupato in passato ma che ora si avvia al tour de force finale, permetterà ai censori di scorrazzare liberamente tra i contenuti di informazione libera sgraditi e farli a fettine.
Aiutami a continuare a fare informazione libera

Il principio è semplice (qui tutti i dettagli): se all’interno di un post o di un video includi un qualsiasi frammento di informazione multimediale che deriva da fonti esterne, compresi virgolettati di articoli apparsi sui quotidiani o magari uno spezzone di TG per commentarlo, il proprietario di quel contenuto, magari imbeccato dai poteri particolari che il tuo articolo infastidisce, potrà richiederti di rimuovere immediatamente i contenuti che hai pubblicato, ovvero di eliminare il tuo post e il tuo video. Se non lo farai entro un termine brevissimo, potrà rivolgersi all’AGCOM che, dopo una procedura rapida e sommaria, ordinerà al gestore dei contenuti (per esempio Youtube nel caso di un video o il gestore dei servizi di hosting nel caso di un post) di rimuoverli al posto tuo. E potrà persino rendere completamente irraggiungibile il tuo sito. La magistratura? Superata. In Spagna si sono incazzati per molto meno.

Può fare una cosa del genere, l’AGCOM? Certamente no. O meglio: non ancora. Il Governo Monti, infatti, con la liberalità che lo contraddistingue sta per investire l’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni del potere assoluto di scrivere normative, renderle vigenti e poi farle rispettare. Un mostro divora diritti, un buco nero dell’informazione pronto a risucchiare con il suo potente campo gravitazionale ogni piccolo asteroide nel raggio di milioni di chilometri.

Guido Scorza (una vecchia conoscenza delle battaglie di byoblu.com per le libertà digitali) e la Open Media Coalition chiedono dunque trasparenza totale sulle nomine dei cinque monarchi Agcom che entro 45 giorni dovranno essere espresse dal Governo Monti, arrivando a richiedere l’intervento dell’ONU per garantire la l’imparzialità delle scelte e la loro espressione alla luce del sole.

Ho incontrato Guido ieri sera, ancora una volta alla Stazione Centrale di Milano. Guardate il video dell’intervista.

VOGLIAMO TRASPARENZA

Le nuove nomine AGCOM potrebbero spazzare via l’inforamzione libera sul web


 L’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni è, come probabilmente molti sanno, il soggetto che è deputato nel nostro Paese a controllare, tra l’altro, che tutto vada per il verso giusto quando si parla di contenuti online. Controllare non significa dettare le regole, dettare le leggi. Per quello, normalmente, c’è il Parlamento.

La Delibera AGCOM sul Diritto D’Autorela “cosiddetta” delibera Agcom sul Diritto D’Autore – in realtà è una delibera che disciplina la circolazione di tutti i contenuti, a carattere informativo e non, nello spazio pubblico telematico. E’ una delibera che l’AGCOM dovrebbe adottare, un regolamento – meglio – che l’AGCOM dovrebbe adottare perché glielo ha commissionato il Ministro Romani con il famigerato Decreto attraverso il quale si è cambiato il nome del vecchio testo unico radiotelevisivo chiamandolo Testo Unico dei Servizi Media Audiovisivi. L’ambito della delibera riguarda qualsiasi genere di contenuto, che si tratti di video, che si tratti di un testo scritto, che si tratti di una web-tv o piuttosto di un blog. Tutto rientra nell’ambito di applicazione della delibera del regolamento in questione e su tutti questi contenuti AGCOM avrà potere di vita o di morte.

Ecco come funzionerà il nuovo sistema dell’informazione se il nuovo regolamento AGCOM dovesse entrare in vigore per come è stato presentato. Qualcuno ritiene che sotto il vostro video, quello attraverso il quale avete raccontato di un fatto del quale siete stati spettatori e che ritenete abbia un rilievo pubblico, c’è una musica coperta da diritti d’autore. O magari avete postato un contenuto e avete un po’ ecceduto nel virgolettato. Ecco: chicchessia potrà scrivervi e chiedervi di rimuovere quel contenuto. Se voi non provvederete a rimuovere quel contenuto ciò che accadrà è che quel soggetto potrà scrivere all’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni e potrà chiedergli di tirar giù quel contenuto. L’AGCOM, all’esito di un procedimento sommario, ordinerà al gestore del sito internet di rimuovere il contenuto in questione o, piuttosto, ai provider di rendere irraggiungibili i contenuti dei quali discutiamo. E’ un provvedimento senza precedenti, quello del quale discutiamo. Un’autorità amministrativa si ritroverà a decidere, all’esito di un procedimento sommario, chi può dire cosa e chi può leggere cosa. Il tutto nello spazio pubblico telematico.

Qualcosa sta per cambiare. Il Governo intende infatti attribuire all’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni un potere straordinario: un potere da monarca dell’informazione. Il potere di scrivere le leggi ed applicarle. Il potere di vita e di morte su ogni bit di informazione online. La nuova Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni – i suoi membri sono infatti in scadenza – è composta da cinque uomini. Cinque uomini che decideranno, nei mesi che verranno, quali contenuti possono restare online e quali contenuti possono essere accessibili al pubblico italiano. Sarà una super AGCOM. Sarà una monarca dell’informazione. Ed è questa la ragione per la quale è indispensabile preoccuparsi che le nomine dei nuovi membri dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni avvengano in maniera trasparente e rigorosa. La richiesta di una neonata coalizione di associazioni della società civile italiana che rappresenta centinaia di migliaia di cittadini è esattamente questa: chiediamo trasparenza. Chiediamo che il Governo ed il Parlamento si impegnino a rendere noti quanto prima i nomi dei candidati ad occupare le nuove poltrone dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni.

Questa volta vogliamo davvero trasparenza e, per chiederla, abbiamo pensato di rivolgerci alle Nazioni Unite. Presso le Nazioni Unite esiste una figura di straordinario rilievo: è quella del relatore speciale delle Nazioni Unite per la tutela e la promozione della libertà di informazione e di opinione. Nei giorni scorsi, con questa coalizione, abbiamo scritto al presidente del Governo, al presidente del Senato e al presidente della Camera e abbiamo chiesto di invitare qui, in Italia, subito il relatore speciale delle Nazioni Unite perché osservi che la procedura di nomina dei membri dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni avvenga davvero in modo trasparente. Staremo a vedere se il professor Monti, se il Governo dei professori e della trasparenza – perché fu lui stesso a dire che avrebbero agito in maniera trasparente – accetterà questa richiesta o se, viceversa, in Italia continueremo ad aver paura che tutto avvenga alla luce del sole e continueremo a essere convinti che il modo migliore per nominare i membri di una Autorità indipendente sia farlo attraverso bigliettini, foglietti e pizzini scambiati in una conferenza di capi-gruppo, lontano dagli occhi, evidentemente ritenuti indiscreti, dell’opinione pubblica, dei cittadini e dei media. Noi vogliamo trasparenza: ce la daranno?

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

18 risposte a IL BUCO NERO DELL’INFORMAZIONE

  • 6
    gianni717171

    Macche’, a questi schifosi c’e’ solo un rimedio, calci nel fondoschiena e

    fuori dai coxlioni, se non peggio….

  • 5
    cloc3

    hai postato l’uno del quattro…

    quanto vorrei che il tuo fosse un pesce d’aprile.

  • 4
    maghirko

    la risposta di Catricalà alla bozza apparsa in Rete:

    http://www.zeusnews.it/index.php3?ar=stampa&cod=17169#axzz1qnKip2jc

  • 3
    annacik

    e se una volta ricevuta la comunicazione rimuoviamo il contenuto e lo ripubblichiamo dopo poco? la facciamo impazzire questa agcom svergognata che dovrebbe invece occuparsi di problemi piu seri come ad esempio la tutela dei minori?? che ne dite ragazzi?

    • 3.1
      maghirko

      se la delibera dovesse passare si attiveranno comunque “in automatico” una serie di escamotage per bypassarla. così come è successo con napster che ha dato il via a emule e ai torrent solo per fare un esempio e come è successo e succederà sempre quando si cerca di ingabbiare la rete che per sua natura è libera e inarrestabile

    • 3.2

      Questo è un ragionamento da schiavi rassegnati ad essere perennemente servi in fuga. Tu devi alzare la testa e pretendere DIRITTI, non progettare sotterfugi da perdenti.

  • 2
    Gian

    Dopo il modello di sviluppo alla cinese, anche il modello di internet filtrato alla cinese.

    Occhi a mandorla per tutti.

  • 1
    The Red

    “Guido Scorza (una vecchia conoscenza delle battaglie di byoblu.com per le libertà digitali) e la Open Media Coalition chiedono dunque trasparenza totale sulle nomine dei cinque monarchi Agcom che entro 45 giorni dovranno essere espresse dal Governo Monti, arrivando a richiedere l’intervento dell’ONU per garantire la l’imparzialità delle scelte e la loro espressione alla luce del sole”.


    Che mortificazione… chiedere a chi ha il potere di riformare il potere, che ingenuità!

    G. Bruno

    • 1.1

      Definirla solo ingenituà è sin troppo onesto ed ingenuo…. Per me l’avvocato è manipolato.

      La cosa è pericolosa perchè diventerebbe l’oppio dei popoli, quindi dobbiamo mobilitarci in maniera veramente democratica e non appoggiare un azione antidemocratica quale il rivolgersi ad una figura singola e delegando la nostra fiducia a lui…

      Sappiamo come la pensa il relatore ONU? No. Se proprio dobbiamo delegare la nostra voce, dobbiam farlo ad un nostro rappresentante eletto, non ad una figura pre-posta

  • 0
    blastlikecrazy

    La soluzione proposta di contatare il relatore speciale delle nazioni unite mi sembra asssolutamente inutile perche’ le nazioni unite sono uno degli organi predisposti per opprimere l’umanita’. E’ come chiedere al macellaio di aiutare a far diventare vegetariani i suoi clienti.

  • -1

    La norma di fatto trasferisce un potere della magistratura a un organo inpreparato e politico, con scopi piuttosto evidenti, direi.

    Aldilà dei piccoli blog, vedo un inevitabile conflitto con la magistratura. Quando la cosa riguarderà per esempio un giornale o una grande azienda, sarà inevitabile un trasferimento della questione in giudizio. E ne vedremo delle belle.

  • -2

    rastrano ha scritto :
    ATTENZIONE: giustissima la prima parte dell’intervista, che fa informazione su una tematica importante. La seconda parte dell’intervista è invece intrinsia di SUPERFICIALITA e spero non MALIZIA….CHIEDERE ALL’ONU DI INTERVENIRE SU QUESTA QUESTIONE NON SOLO E’ INUTILE: E’ DANNOSO,E’ FARE IL LORO GIOCO ED INIBISCE OGNI ALTRA POSSIBILITA’ DI INTERVENTO SERIAMENTE DEMOCRATICO:Pensateci, se l’ispettore ONU, il super-ispettore come lo ha definito l’avvocato (e già il termine usato non mi piace, nessun uomo può essere super in una società democratica), se il superispettore in questione interviene a verificare chiamato in causa da NOI, poi si potrà dire che la legge è stata approvata democraticamente, che HANNO PERSIONO ACCETTATO LA NOSTRA RICHIESTA ALL’ONU…NO BYOBLU, QUESTA NON TE L’APPOGGIO…. UN REFERENDUM…. C…. UN REFERENDUM CHE ABROGHI LA DELEGA AGCOM, NON E’ PIU’ DEMOCRATICO? 50.000 FIRME C…o!

    Scusate lo ha definito “Relatore Speciale” con tanto di inarcamento di ciglia mentre lo diceva….

    Il concetto è lo stesso, nessun relatore speciale può garantire trasparenza, soprattutto se lavora per un organizzazione nata per proteggere la pace, ma che ha dato il via libera a tante guerre ultimamente

  • -3
    Neo78

    Per capire quello che sta succedendo dovete prima informarvi su cos’è ACTA

    http://www.youtube.com/watch?v=elP6fZyW2ek&feature=related

    http://www.youtube.com/watch?v=elP6fZyW2ek&feature=related

  • -4
    P.

    La nomina dei 5 monarchi è solo la nefasta conseguenza della norma che la determina; il problema da risolvere è l’abrogazione di tale norma. Mi auguro che l’idea della trasparenza sulla nomina dei 5 sia solo un modo per tamponare momentaneamente la situazione, ma che poi si pensi a risolverla in modo radicale, altrimenti periodicamente saremo costratti a richiedere l’intervento delle Nazioni Unite per contenere gli effetti (ammesso di riuscirci!) di una norma sbagliata.

    • -4.1

      ATTENZIONE: giustissima la prima parte dell’intervista, che fa informazione su una tematica importante. La seconda parte dell’intervista è invece intrinsia di SUPERFICIALITA e spero non MALIZIA….

      CHIEDERE ALL’ONU DI INTERVENIRE SU QUESTA QUESTIONE NON SOLO E’ INUTILE: E’ DANNOSO,E’ FARE IL LORO GIOCO ED INIBISCE OGNI ALTRA POSSIBILITA’ DI INTERVENTO SERIAMENTE DEMOCRATICO:

      Pensateci, se l’ispettore ONU, il super-ispettore come lo ha definito l’avvocato (e già il termine usato non mi piace, nessun uomo può essere super in una società democratica), se il superispettore in questione interviene a verificare chiamato in causa da NOI, poi si potrà dire che la legge è stata approvata democraticamente, che HANNO PERSIONO ACCETTATO LA NOSTRA RICHIESTA ALL’ONU…

      NO BYOBLU, QUESTA NON TE L’APPOGGIO…. UN REFERENDUM…. C…. UN REFERENDUM CHE ABROGHI LA DELEGA AGCOM, NON E’ PIU’ DEMOCRATICO? 50.000 FIRME C…o!

    • -4.2
      LIBERTADIPAROLA

      Inaccettabile che i poteri forti controllino così il mondo meno male che c’è byo che con questi post ci insegna la verità! Grande BYO!!!!!!!!!!!!!!!!!

      SUPPORT THE ARTIST

  • -5
    Luigi Ranalli

    Avevo letto l’articolo di Scorza nel quale si invocava un intervento dell’ONU e la cosa mi sembra poco realizzabile, oltre che inutile.

    Il problema non è nelle nomine, quanto nello strapotere che il servo delle banche Monti si appresta a dare ad AGcom.

    Dovremmo protestare contro questo “investimento di carica”, che vìola palesemente la Costituzione.

    Ti ringrazio per aver ripreso l’intervento di Scorza e mi auguro che possiamo nuovament eorganizzare una protesta stile la Notte della Rete.

    Dobbiamo fare una gra “caciara”, perchè il tutto sta passando nel silenzio totale.

    Ti prego di continuare a parlare di questo argomento e di proporre soluzioni.

    Noi lettori dovremmo cominciare a scrivere e coinvolgere gli altri siti di informazione libera. Il tempo è pochissimo!

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

Euroinomani: Diego Fusaro e la verità che Porro finge di non capire.

Euroinomani Diego Fusaro: "Appurato il fatto evidente, conclamato, che l'Europa è il nostro problema oggi, per il fatto che sta imponendo politiche depressive, di austerità, di lotta contro i diritti del lavoro e contro i diritti sociali, vi è una sorta di dogmatismo generalizzato che ripete come soluzione, come...--> LEGGI TUTTO

Miracolo della Boldrini: riesce a farmi dare ragione a Pierluigi Battista

Pierluigi Battista - Fake News - Fake What di Pierluigi Battista Peccato, che delusione. Questo dibattito sulla «post-verità», sulle fake news , sul mare di bufale che si amplificano sulla Rete ha preso una brutta piega, persino un po’ paranoica. Peccato, perché da interessante discussione sul valore e la qualità dell’informazione, il nuovo...--> LEGGI TUTTO

Gianluca Ferrara: Trump? Non cambierà niente. Ecco perché.

Trump Gianluca Ferrara - Play di Gianluca Ferrara 26.172, sono il numero di bombe che gli USA hanno sganciato soltanto nel 2016 su sette paesi. Una media spaventosa di 3 ordigni ogni ora. E Dinnanzi a questa ipocrisia che ruotava intorno al Premio Nobel per la pace Barack...--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

Oggi attaccano Byoblu.com. Ma sarà presto un attacco contro tutti i dissidenti.

di Pino Cabras su MegaChip Fa molto bene Claudio Messora a sottolineare che il vero obiettivo della campagna contro le 'fake news' non erano certo quei cialtroni che infestano il web di notizie false, razziste e irresponsabili per acchiappare clic, che pure ci sono e da chissà...--> LEGGI TUTTO

Anche il ministro del Tesoro UK, contro la Brexit, adesso passa tra i grandi speculatori

Ministro del Tesoro UK - Non voleva la Brexit - Ora passa in BlackRock Un altro leader politico europeo (cfr: "E Barroso passa a Goldman Sachs! Taaaaac!") imbocca la cosiddetta “porta girevole” dell’alta finanza. George Osborne, per sei anni ministro del Tesoro britannico fino al referendum sull’Unione Europea del giugno scorso, ha accettato un’offerta della BlackRock per diventare consulente del...--> LEGGI TUTTO

Le fake news su Trump di Repubblica e la post-verità di Michele Serra

di Massimo Mazza L’amaca di Michele Serra è finita in cima alla prima pagina di Repubblica, ma questo non ha evidentemente incentivato il giornalista a migliorare la qualità della sua striscia quotidiana, che oggi registra l’ennesimo scivolone figlio d’approssimazione e ignoranza dei temi...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

A Capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio: la Terra rallenta!

A capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio - la Terra rallentaUn "salto" di un secondo verrà aggiunto al conto alla rovescia di questo Capodanno per compensare il rallentamento nella velocità di rotazione della Terra.  Il secondo "extra" accadrà non appena l'orologio toccherà la mezzanotte e verranno "create" le ore 23:59:60, posticipando momentaneamente l'arrivo del Capodanno. Il secondo...--> LEGGI TUTTO

BIOMETRIA, IL FUTURO DELLA SICUREZZA

biometriaRiconoscimento dell'iride, facciale e del movimento della mano durante la firma: le nuove strategie per prevenire i furti e le loro possibili applicazioni Un uomo si avvicina a una stanza blindata. Per entrare niente password o codici di sicurezza, ma l'accostamento degli occhi a un...--> LEGGI TUTTO

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Le vostre email

Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Sgarbi vs Telese: Io non me ne vado, te ne vai tu!

Sgarbi Vs TeleseVittorio Sgarbi manda a quel paese la Costamagna e Luca Telese, e all'invito a lasciare lo studio risponde al conduttore di andarsene lui. Il tema è quello della legittima difesa dagli intrusori in ambito domestico. ...GUARDA

Becchi: la prova che la Germania ha creato l’euro per metterla in quel posto a noi

BECCHI PROVE EURO GERMANIA Paolo Becchi esibisce le prove in diretta tv del fatto che la Germania sapeva che grazie all'Euro "lo avrebbe messo in culo agli italiani". Potremmo svalutare la nostra moneta, e dunque tornare ad essere competitivi, ma ecco pronta la replica: svalutando crescerà l' inflazione. Vale...GUARDA

Diego Fusaro: ma quale new economy? Si chiama lavorare per niente!

Fusaro Diego Fusaro sulla cosiddetta "new economy". Dal caso Amazon in poi, è chiaro che si tratta di un nuovo sistema di sfruttamento dei lavoratori. Il lavoro prevede che ci siano dei diritti e che il lavoratore venga considerato alla stregua di un essere umano portatore di dignità e...GUARDA

Beppe Grillo a Sanremo 1989 – Le penali se dico che i socialisti rubano

Beppe Grillo Sanremo 1989 play Beppe Grillo a San Remo 1989, comunica il suo compenso in diretta e legge le penali previste dal contratto se dice che i socialisti che rubano....GUARDA

Fake news e post-verità: a chi conviene?

fake news post-verità icon play Fake news e post-verità: ormai non parlano d'altro. In Germania, dove presto ci saranno le elezioni, Facebook incarica una organizzazione (finanziata tra gli altri da George Soros) di marchiare a fuoco le notizie ritenute inattendibili. Ma "Fake news", "post-verità" e "debunker" sono solo neologismi, è la neolingua per...GUARDA

Sovranità vs Inflazione – Scontro plastico tra Marco Mori e Salvo Cozzolino

Mori Vs Cuzzolino - Sovranità vs InflazioneMarco Mori vs Salvo Cozzolino è uno scontro che mette in scena il classico campionario degli argomenti contro la sovranità monetaria: inflazione, debito, helicopter money e tutto il resto. Solo una precisazione aggiuntiva per Cozzolino: qualcuno gli dica che dal 1946 al 1970 l'economia andava bene, anche in condizioni di...GUARDA

Lupi ai Cinque Stelle: il referendum sull’euro non lo farete mai. Solo demagogia!

Maurizio Lupi, durante le dichiarazioni di voto per la fiducia alla Camera sul Governo Gentiloni, si rivolge ai Cinque Stelle accusandoli di demagogia, e spiega perché il referendum sull'Euro non si può fare....GUARDA

CARLO SIBILIA: LA PSICOSI DEL MOVIMENTO 5 STELLE

"Io questa psicosi non la capisco: volere necessariamente addossare delle responsabilità al Movimento 5 Stelle, che ce le ha, se le stra prendendo, sta lavorando, abbiamo già fatto delle cose nel Comune di Roma e saranno i cittadini, quelli che sono deputati a decidere. È chiaro che noi...GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>