A Milano la mafia non c’è, IO NIENTE SACCIO

 

articolo di Valerio Valentini per Byoblu.com

Una Regione che ha un Consiglio Regionale con il 14% dei consiglieri indagati o imputati (11 su 80), il cui ufficio di presidenza è composto da 5 persone di cui 4 indagate e in cui le analisi sugli appalti dimostrano che 17 ditte su 19 hanno legami con la ‘ndrangheta: queste è la Lombardia che si sta preparando ad ospitare uno dei più grandi cantieri d’Europa, l’EXPO.

Eppure, tutto ciò non sembra preoccupare nessuno. Il problema della criminalità e della corruzione, dopo tutto, l’Italia conosce solo un modo per affrontarlo: intervenire “dopo”, cioè inseguire il reato dopo che è stato commesso. La prevenzione non è una parola contemplata nel nostro vocabolario. Il caso della Lega è emblematico: in un partito che già nel ’92 era stato beccato con le mani nel sacco delle mazzette e che non aveva mai rinnovato la sua classe dirigente, che aveva avuto strane relazioni coi boss ‘ndranghetisti e che aveva cercato di portare i soldi a Cipro e in Tanzania, s’è infine scoperto che c’era qualcosa di irregolare nella gestione dei rimborsi elettorali. Elementare Watson? Lo stesso sgomento assalirà la gran parte di noi cittadini tra qualche anno, quando salteranno fuori tutti gli affari sporchi delle mafie e delle cricche nell’ambito dei tre cantieri più grandi d’Europa che il nostro Paese sta inaugurando: Tav, Expo, e ricostruzione di L’Aquila. Di Tav e di L’Aquila ci siamo già occupati. Ma l’Expo?

Beh, il fatto che i lavori per l’Expo verranno monopolizzati da imprese colluse con le ‘ndrine calabresi è praticamente una certezza, perché in Lombardia esistono condizioni ambientali ottimali: un mercato drogato dal denaro sporco pompato dalle cosche e un sistema di assegnazione degli appalti miope, che tiene conto soltanto del minor tempo di realizzazione dell’opera e del massimo ribasso. Tutto ciò non fa che aumentare la richiesta di mafia, ovvero la tendenza degli imprenditori a vedere nella vicinanza e nell’obbedienza ai boss calabresi un modo per ottenere vantaggi ed essere maggiormente competitivi. Fin quando il mercato degli appalti, in Italia, sarà regolato da queste logiche, a vincere sarà soltanto la criminalità organizzata. E, come i dati iniziali dimostrano, la classe politica lombarda (e non solo) non appare in grado di contrastare il fenomeno: i padrini portano voti e alla politica i voti servono, anche a costo di qualche favore poco pulito.

L’operazione “Crimine”, conclusasi nel luglio del 2010, ha rivelato i nomi di 13 politici lombardi (assessori, sindaci, consiglieri comunali e provinciali) che avevano delle relazioni con esponenti della ‘ndrangheta. La criminalità organizzata è radicata in Lombardia almeno dagli anni ’70. Pentiti ed inchieste ne hanno mostrato lo sviluppo e la potenza devastante. Era il 1979, ad esempio, quando in un ristorante di Milano, Le Streghe, otto persone morivano in una strage di ‘ndrangheta. E sempre a Milano, che è la città col più alto consumo di cocaina in Europa, negli ultimi 5 anni si sono registrati 15 omicidi legati alla ‘ndrangheta e a Cosa Nostra. Come quello, ad esempio, di Lea Garofalo, rapita mentre camminava in una centralissima via del capoluogo lombardo, prima di essere torturata e sciolta nell’acido. O come Rocco Stagno, picciotto calabrese che aveva scelto un’alleanza sbagliata ed è stato ucciso e dato in pasto ai maiali in una porcilaia di Bernate Ticino, affinché le sue ossa non venissero ritrovate.

Ma la politica, appunto, quali precauzioni prende? Sarebbe interessante chiederlo, ad esempio, al prefetto di Milano Gian Valerio Lombardi, messo a capo dell’organismo che vigila contro le infiltrazioni mafiose nei cantieri dell’Expo. Il 13 febbraio scorso, alla presenza del sindaco Pisapia e del ministro Cancellieri, è stato firmato il “Protocollo della Legalità”. In quell’occasione, il prefetto Lombardi ha dichiarato trionfante: “La firma di oggi apre una nuova strada, per assicurare il rispetto della legalità contro ogni possibile infiltrazione criminale e mafiosa in tutte le fasi della realizzazione dell’Evento“. Viene da domandarsi a quali infiltrazioni si riferisse, visto che nel Gennaio di due anni fa lo stesso prefetto Lombardi aveva rassicurato i suoi concittadini: “A Milano la mafia non c’è. Al massimo – aveva poi precisato – ci sono soltanto delle singole famiglie mafiose“. A smentirlo avevano pensato gli stessi ‘ndranghetisti. Come Carlo Chiriaco, ex direttore della Asl di Pavia che si vantava a telefono di essere un affiliato. Riferendosi al candidato per il quale si adoperava a raccatare voti, spiegava: “deve fare l’assessore alle infrastrutture… Nei prossimi cinque anni c’è l’Expo 2015. Sai cosa c’è da fare nei prossimi cinque anni proprio a livello di infrastrutture in Lombardia? Ma hai voglia…“. Qualcuno potrebbe obiettare che un prefetto non è tenuto a sapere cosa di cosa parla un sedicente ‘ndranghetista a telefono. Però Lombardi avrebbe almeno potuto leggere un rapporto della Direzione Investigativa Antimafia, secondo cui più di 5mila commercianti sotto la Madunina pagherebbero il Pizzo e il 20% delle attività commerciali milanesi sarebbe controllato dalle cosche. Oppure avrebbe potuto leggere una dichiarazione che nel 1999, cioè 13 anni fa, la magistratura milanese rilasciava alla commissione parlamentare antimafia: “il 90% delle inchieste riguarda clan di ‘ndrangheta“.

Insomma, se chi deve contrastare la mafia è il primo a crederci poco, non si prospetta un futuro eccessivamente roseo.

Valerio Valentini

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

2 risposte a A Milano la mafia non c’è, IO NIENTE SACCIO

  • 1
    Domenik

    Purtroppo mi pare proprio che e’ come se tutti sapessero ma nessuno dico nessuno ha il coraggio civile di dire la semplice verità e ognuno trincerato dietro il propio ruolo fa affermazioni dichiarazioni di pura facciata tanto per ……come quando Scajola diceva che non sapeva nulla della famosa casa ….lui e noi sapevamo che era una balla ma ormai i ruoli i mass media a libro paga rassegnazione e compromessi fanno si che tutto si appiattisca e si banalizzi ! Vorrei per una volta che in una conferenza in un talk show qualcuno si alzi e dia due schiaffoni a chi mente sbugiardandolo con la verità dei fatti e ridicolizzandolo magari con la forza di una gran risata o di una pernacchia alla Totò ……un bell effetto catartico

  • 0
    J-Stock

    secondo me il più grande problema di queste grandi opere, che purtroppo non sono solo le tre citate ma centinaia (veneto city, tessera city, ampliamenti di aeroporti, pedemontana, romea commerciale, zone industriali e centri commerciali vari solo qua nella pianura veneta) non è la corruzione, che con o senza la mafia c’è SEMPRE, ma la DISTRUZIONE DEL TERRITORIO del tutto irreversibile e dannosissima per la salute di tutto il pianeta. 

    Questi politici-mafiosi sono criminali, ed è ovvio che i criminali commettono reati,rubano e fanno i propri interessi. Ciò che non è ovvio è la mancanza di qualsiasi reazione dalla gran parte dei cittadini onesti, nonostante siano il 99%. Come disse Einstein.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

Grazie Giorgio Napolitano!? Chapeau!? Si sono bevuti il cervello!?

M5S Grazie Giorgio Stiamo parlando di Giorgio Napolitano? Quello che nel 2011 ha spianato la strada alla troika del governo Monti? Quello che ha firmato qualunque cosa? Quello che nel 2013, quando c'erano le consultazioni per formare un nuovo governo, ha chiamato al Quirinale Pdl e Pd ignorando il...--> LEGGI TUTTO

Ce lo chiede Beppe

Ce lo chiede Beppe Quindi, ricapitolando, il "collegio dei probiviri" di un movimento di democrazia diretta come il M5S è composto da tre nomi fatti per intero dal capo politico, senza che la "rete" possa nominarli non dico tutti, ma almeno un paio o anche uno solo. Peggio del direttorio dove...--> LEGGI TUTTO

Vota Byoblu ai Macchianera Internet Awards 2016. Mancano poche ore! Hai votato!?

macchianera internet awards 2016 vota byblu Vuoi contribuire in qualche modo a far conoscere questo blog? Ci sono tre giorni di tempo per votare Byoblu ai Macchianera Internet Awards 2016. Votate per almeno 10 categorie e usate un vostro indirizzo email reale, altrimenti il vostro voto sarà nullo. Byoblu si trova nella categoria "30....--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

La lettera di una mamma lavoratrice che fa venire il magone

Mamme lavoratrici: la triste realtà che si cela dietro alla famiglia del Mulino BiancoPubblico questa lettera (inviata a Beppe Severgnini sul Corriere della Sera), che fa venire il magone non solo a chi l'ha scritta ma anche a me che l'ho letta, e nella quale credo si riconoscano tante, troppe mamme lavoratrici, perché sia motivo di riflessione sul modo in cui si è...--> LEGGI TUTTO

La lobby dello zucchero uccide – i nuovi documenti tenuti nascosti

la lobby dello zucchero uccideNEW YORK: Decine di scienziati, negli Anni 60, furono pagati dall'industria americana dello zucchero per sminuire il collegamento tra consumo di zucchero e problemi cardiaci e spostare così l'attenzione sui grassi saturi. A rivelarlo sono una serie di nuovi documenti scoperti recentemente da un ricercatore della University of California di...--> LEGGI TUTTO

Caro M5S, volete allargare il direttorio? Bene, ma dovreste fare così…

votazione online democrazia direttaBarbara Lezzi, senatrice M5S, ha rilasciato un'intervista al Fatto Quotidiano sulle questioni romane. L'ipotesi, che alcuni organi di stampa dicono condivisa anche dalla Casaleggio Associati, è quella di allargare il direttorio a 30/40 persone. Una vera e propria struttura di intermediazione (di quelle che ancora oggi non sono previste dal "Non...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Come funziona l’Italia: noi siamo quelli con il fiore in mano

Come funziona l'ItaliaCome funziona l'Italia Ecco come funziona la nostra società. Questa è l'Italia. E, ...caso mai cercaste il pallino "voi siete qui", in questo disegno noi siamo quelli con il fiore in mano....--> LEGGI TUTTO

I nanorobot a controllo mentale che vi osserveranno.

I NANOROBOT A CONTROLLO MENTALE CHE VI OSSERVERANNOPer la prima volta, una creatura vivente è stata controllata dall'uomo utilizzando esclusivamente il pensiero, grazie a nanorobot che hanno rilasciato all'interno di alcuni scarafaggi dosi programmate di farmaci, in risposta all'attività cerebrale di chi ha condotto l'esperimento. Una tecnica che - sostengono già alcuni - potrebbe essere molto utile per il trattamento...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Le vostre email

Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Renzi vs Gruber: volata finale sul Referendum

Renzi Gruber Referendum Otto e 1/2 Sintesi dell'intervento di Matteo Renzi, questa sera, a Otto e Mezzo, per la volata finale sul Referendum Costituzionale....GUARDA

La Santanché furiosa sui pallisti Pd diventa una bestia

la santanche furiosa sui pallisti pd diventa una bestia Daniela Santanché si infuria a Coffee Break sul voto di Forza Italia alla Camera sulla Riforma Costituzionale, e chiede il fact checking. Guarda anche: ...GUARDA

Referendum: le COJONATE di Franceschini e Poletti sulle ragioni del Sì

Referendum: le COJONATE di Franceschini e Poletti sulle ragioni del Sì Le cojonate di Franceschini e Poletti, ministri della cultura e del lavoro, a Tribuna Politica di Semprini, nel tentativo imbarazzante di difendere le ragioni del sì al Referendum Costituzionale, fanno sembrare le forziste Laura Ravetto e Anna Maria Bernini due emerite costituzionaliste. Tante fesserie tutte insieme...GUARDA

Scontro Berlusconi Berlinguer sul Referendum: “Qualcos’altro da aggiungere?”. “Sì: sarebbe un regime!”

Berlusconi Berlinguer Referendum Scontro tra Silvio Berlusconi e Bianca Berlinguer, che non gli permette di elencare le ragioni del No al Referendum Costituzionale. - "Ha qualcos'altro da aggiungere?". - "Sì... Sarebbe un regime!"....GUARDA

Fusaro: se vince il No, arriverà un governo tecnico guidato da Mario Draghi

Fusaro: se vince il No, arriverà un governo tecnico guidato da Mario Draghi Diego Fusaro: "Se al Referendum Costituzionale vince il sì, come vogliono le élite, distruggono la Costituzione, desovranizzano lo Stato e impongono l'Unione Europea come Banca Centrale che decide per tutti. Se vince il no l'élite ha pensato anche al piano B, perché il popolo si sta...GUARDA

MELONI A RENZI: SCIOCCATA DA QUANTO SEI BUGIARDO!

giorgia meloni vs matteo renzi sei un bugiardo Giorgia Meloni si scontra violentemente con Matteo Renzi, durante la campagna per il referendum costituzionale, sul Porcellum e sulle liste bloccate, che Renzi sostiene di avere tolto dall'Italicum....GUARDA

Silvio Berlusconi su Beppe Grillo: “Non posso parlarne bene”.

Berlusconi su GrilloSilvio Berlusconi su Beppe Grillo a Matrix: "Mi piace parlare delle persone quando posso parlarne bene. Quando devo parlarne malissimo, ...evito". ...GUARDA

Nino Galloni mena schiaffoni anche alla Presidenza del Consiglio

galloni marattin Nino Galloni si scontra con Luigi Marattin, consigliere economico della Presidenza del Consiglio di Matteo Renzi, su banche, Referendum, privatizzazioni, debito pubblico, mercati e scenari catastrofici....GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>