Corrotti e Felici

articolo di Valerio Valentini per Byoblu.com

Lunedì scorso è stato presentato dal ministro della Giustizia l’emendamento del governo al disegno di legge sulla corruzione che ha confermato, ancora una volta, un’amara verità: in Italia essere dei criminali conviene molto più che essere onesti. È questo, infatti, che si deduce dall’ennesimo fumoso progetto illusorio di combattere il malaffare: un incentivo alla delinquenza.

I tempi di prescrizione per i reati di corruzione passano infatti da 7 anni e mezzo a 8 anni e nove mesi: quindici mesi in più. Un adeguamento tecnico dovuto all’inasprimento delle pene ma tuttavia largamente insufficiente, che equivale a gettare fumo negli occhi dei cittadini. E’ chiaro infatti che si potrebbe anche, paradossalmente, istituire la pena di morte per chi prende le mazzette ma, se poi non si allontana a sufficienza la scadenza del processo, questo significa garantire l’impunità dei colletti bianchi. E lo stesso vale per il traffico di influenze e la corruzione tra privati che sono stati lodevolmente proposti dalla Severino ma che, con i tempi di prescrizione appena descritti e con i legali specializzati nel percorso ad ostacoli processuale, sono destinati ad abortire. Insomma: da un governo che ha la presunzione di salvare il Paese, auspicare una riforma della prescrizione tale da annullare ogni forma di scadenza processuale nel momento del primo rinvio a giudizio sarebbe stato chiedere troppo? Se poi l’indagato è innocente lo dimostra nel corso del dibattimento. In alternativa, si potevano comunque allungare i tempi di prescrizione per i reati di corruzione adeguandoli quantomeno a quelli previsti per i reati mafiosi.

Non si comprende, poi, perché non siano stati introdotti altri reati che molti giuristi avrebbero auspicato. Se, infatti, per dimostrare la corruzione bisogna individuare un ben preciso atto al centro di un patto criminale, istituire un nuovo reato come l’asservimento delle funzioni permetterebbe di punire – indipendentemente dal fatto che venga accertata o meno l’avvenuta esecuzione del “favore” oggetto dell’accordo – tutto quel sottobosco di cricche formato da pubblici ufficiali infedeli che si mettono a disposizione di un qualche privato che promette loro delle ricompense.

Ma ancora più incomprensibile è la spiegazione che la Severino ha fornito a proposito della mancata reintroduzione del falso in bilancio. “Sul falso in bilancio c’è una serie di proposte di legge pendenti in Parlamento. E’ una materia diversa, con una sua autonomia e una trattazione separata. Quando arriveranno i tempi parlamentari il governo non si sottrarrà ai suoi doveri“. Che è una supercazzola niente male per giustificare il fatto che anche stavolta nessuno s’è preso la responsabilità di riesumare un reato che sarebbe di estrema necessità reintrodurre. Non solo per punire i vari furbetti, ma anche perché il falso in bilancio è uno di quei “reati-spia“, cioè quelli che in qualche modo segnalano la presenza di affari loschi nelle attività di aziende e banche. Stesso discorso vale anche per l’abuso d’ufficio, guarda caso anch’esso devitalizzato. come un dente fastidioso, negli ultimi anni.

Non c’è da stupirsi allora se la repressione e soprattutto la prevenzione delle corruttele siano così inefficaci in Italia. Basti pensare che nel 1996 furono emesse 1700 condanne per corruzione, mentre nel 2006 soltanto 236. A fronte di questo apparente miglioramento, infatti, Trasparency International fotografa una situazione ben diversa: l’Italia è al 69° posto nella classifica mondiale sulla corruzione, preceduta dal Ghana. Magari, a farci risalire un po’ la china sarebbe bastata la reintroduzione di una legge molto semplice: il divieto di passare alla dirigenza di grandi aziende private per chi ha rivestito incarichi pubblici che riguardano gli stessi settori.

Certo, se stabilissero norme come queste, il governo si troverebbe di fronte a un problema insormontabile: che fine farebbero, tra qualche mese, i banchieri e i manager che oggi sono ministri?

Valerio Valentini
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

2 risposte a Corrotti e Felici

  • 1
    Gian

    Si vede che la lettera della BCE non dava indicazioni sul falso in bilancio, loro si attengono solo scrupolosamente a svolgere i compitini della BCE.

     

  • 0
    utri4451

    OGGETTO: SIMULAZIONE DI DIFESA DEI DIRITTI DA PARTE DI GIUDICI E AVVOCATI.
    Desidero esporre un grave problema cagionato dalla non funzione della Giustizia civile di.Albenga
    Quanto dichiarerò è frutto purtroppo di lunghe e dolorose esperienze, iniziate da oltre 8 anni.
    Non c’è in me l’intenzione di diffamare ed offendere nessuno, ma soltanto raccontare la
    disperazione e quanto siamo costretti a subire.
    so benissimo che non crederà a quanto dichiaro, in quanto, un semplice cittadino, anche se racconta
    cose vere e dimostrabili, è destinato a non essere preso sul serio.
    E’ inutile insistere sul fatto che ci sono avvocati bravi e altri non bravi: la realtà dimostra che essi
    lavorano tutti per se stessi e non per la Giustizia.
    Cambiano le leggi, cambia il rito di procedura, ma avvocati e giudici civilisti applicano da sempre
    segretamente una propria procedura fatta di simulazione di difesa dei diritti dei comuni cittadini, e
    di costante violazione delle leggi e del Codice Procedura Civile.
    Nei studio privato di avvocati e nel tribunale accadono cose gravissime: il vero materiale di giudizio
    viene completamente alterato, , modificato prima di essere portato nelle cause in ruolo allo scopo di
    creare altri obiettivi lucrosi e abusivi, cartelle che sparisco e appaiono al momento che più a loro
    conviene
    Infatti, ciò che mi riferivano per telefono o nei loro studi non corrispondeva quasi mai a quanto
    scritto nelle memorie portate nelle cause in ruolo, scoperte a fine cause.
    Queste sono principali ragioni per cui esiste un alto numero di processi civili, la loro lungaggine e la
    non funzionalità della Giustizia.
    Vi sono decine di migliaia di processi civili arretrati, i quali durano dieci, venti ed anche trent’anni,
    oppure rimangono irrisolti dopo che gli avvocati hanno sfruttato la situazione fino all’ultima risorsa.
    Ciò che dichiaro non sono novità per autorità giudiziarie e politici italiani, i quali accettano,
    continuano a far finta di non sapere e non intervengono, per ripristinare la Giustizia.
    Quando protestavo e minacciavo i miei avvocati di denunciare e fare ricorso alle autorità
    giudiziarie, all’Ordine Avvocati, per omissioni, alterazioni di fatti e menzogne presenti nelle cause,
    mi ridevano in faccia, facendomi capire che da tali autorità, Anche in possesso di prove, un
    cittadino comune non viene difeso ed ascoltato, interessate a tutelare, non solo diritti e privilegi
    degli avvocati e giudici, ma anche gli abusi che essi commettono.
    Non poteva essere diversamente, visto che in passato, membri dell’Ordine avvocati e di altre
    autorità, sono stati avvocati e giudici che hanno contribuito a mal funzionare la Giustizia.
    Esiste un sistema diffuso di corruzione e abusi da parte di avvocati ben compatti tra loro, contro il
    quale un comune cittadino risulta impotente a difendersi.
    Il cittadino che denuncia i loro atti di abusi, anche con schiaccianti prove, viene pesantemente
    danneggiato economicamente e quasi distrutto moralmente, privandogli ogni diritto di proprietà.
    Una volta conferito il mandato e consegnato il materiale di giudizio, gli avvocati diventano padroni
    della questione, agendo di testa propria, senza che sia possibile opporsi ad un loro scorretto operato.
    Non lavorano per i diritti delle Parti che rappresentano.
    Non sempre le vittime sono messe in condizione di poter denunciare in quanto i legali sono molto
    esperti a non lasciare prove contro di loro e sistemano le cose facendo ricadere ogni responsabilità
    sul proprio assistito.
    Ma, ripeto, anche in possesso di prove, un cittadino comune non viene difeso ed ascoltato dalle
    esistenti autorità locali, attente a tutelare diritti, privilegi e abusi di avvocati e giudici.
    Alle Parti non è consentito chiedere e parlare personalmente ai giudici civilisti per meglio chiarire i
    fatti e contraddire tempestivamente in caso di necessità, le dichiarazioni dei difensori. Rivolgendosi
    ad un altro avvocato, non si prende l’incarico di farlo.
    Ho dovuto affrontare varie cause civili sia come attore che come convenuto.
    Spesso ho avuto la possibilità di consegnare in pochi giorni ai miei legali validi ed importanti
    elementi di giudizio. Tutto il materiale di giudizio da me fornito mostrava palesemente la questione,
    se avevo ragione o torto, se era il caso di avviare o continuare una causa.
    Per il forte interesse ad esercitare prestazioni, vi sono avvocati abili a produrre falsi elementi di
    giudizio utilizzati per attivare processi civili, contro i quali è faticosissimo difendersi. Pertanto
    avviano cause anche quando hanno sotto gli occhi fin dall’inizio la chiara questione e che non vi
    sono ragioni per attivare processi civili.
    Se depositassero in tribunale il vero materiale di giudizio in loro possesso e vi fosse stata una
    procedura corretta, i processi non sarebbero durati decenni.
    Nelle questioni civili, molto spesso, non è difficile constatare la Parte colpevole in quanto vi sono
    norme e dati di fatto precisi, al contrario di quanto possa accadere nelle cause penali.
    Gli avvocati difensori di ambo le Parti non lavorano come avversari ed interessati ad operare
    ognuno per il proprio cliente ed in favore della Giustizia, ma si scambiano i fatti dei loro clienti, e,
    in comune accordo, stravolgono la verità per trovare moventi per attivare processi civili.
    Infatti, spesso i difensori formulano segretamente, contro i propri clienti, atti di citazione d’accordo
    con colleghi delle contro Parti, ai quali affidano segretamente l’incarico di inviare un atto di
    citazione o chiedere altri provvedimenti mediante il giudice.
    I fascicoli dei tribunali sono gonfi di memorie che il più delle volte i giudici non leggono nemmeno
    lasciando piena libertà ai difensori di commettere qualsiasi atto, non comportandosi, come suo
    dovere, da “super Partes”:
    Ogni provvedimento e dei giudici civilisti è voluto segretamente dai difensori di ambo le Parti,
    anche se nelle memorie depositate nel fascicolo risulta che ogni difensore domanda diritti ognuno
    per il proprio cliente.
    I giudici civilisti, quasi mai sono loro a decidere l’esito della sentenza o altri provvedimenti, ma
    sono in concreto gli avvocati di ambo le Parti in comune accordo a suggerire al giudice il tipo di
    decisione: persino la scelta di un C.T.U. viene suggerito dagli avvocati, il quale non è quasi mai
    preciso nelle sue relazione e perizie, dando agli avvocati la possibilità di fare mille interpretazioni.
    Spesso ignorano il contenuto dei fascicoli. Altre volte sono consapevoli degli abusi degli avvocati e
    non prendono provvedimenti disciplinari. Quando ho avuto la possibilità di contraddire le falsità
    degli avvocati ad alcuni giudici, le cause sono passate ad altri che ignoravano la realtà dei fatti.
    In altri processi civili, alcuni giudici, pur avendo fin dalle prime udienze tutti gli elementi per
    decidere, non hanno emesso sentenze in breve tempo ragionevole.
    in concreto esiste una simulazione di difesa dei diritti: dalle carte risulta che decidono i giudici, in
    realtà loro si limitano ad accogliere e copiare all’ultimo momento pari pari ciò che hanno già deciso
    i difensori di ambo le Parti in comune accordo.
    Nei casi in cui da parte degli avvocati vi sono forti interessi a riscuotere somme di denaro, solo in
    questi casi, i giudici emettono sentenze nel giro di tre mesi anche in questioni complesse.
    Ciò vuol dire che tutto dipende dalla volontà degli avvocati e non dal giudice.
    Con molta leggerezza emettono provvedimenti di sequestri e pignoramenti di beni immobili,
    Decreti Ingiuntivi e Sentenze non tenendo conto dei veri elementi di giudizio, ma in base a fatti
    alterati e falsi elementi preparati abilmente dagli avvocati, senza preoccuparsi di chiedere
    personalmente alle Parti come stanno realmente i fatti.
    Un simile comportamento reca enormi danni anche ad un cittadino onesto non più risarcito
    nemmeno se facesse ricorso fino all’ultimo grado di giudizio.
    Viene costantemente violato il C.P.C. in favore degli interessi degli avvocati: udienze inutili, rinvii,
    uso di strumenti e provvedimenti miranti a sottrarre denaro e beni immobili.
    Giudici ed avvocati commettono abusi nel loro operato approfittando della loro autonomia ed
    indipendenza del potere giudiziario, e per il fatto che non sono responsabili dei loro atti e paga lo
    Stato ogni loro errore.
    Vengono considerati errori anche atti di abusi, che pagano i cittadini con le tasse.
    A volte ho ricevuto una raccomandata dai miei legali in cui mi comunicavano di comparire
    personalmente davanti al giudice. Io ero disposto ad andare, ma i miei legali non volevano. E
    quando insistevo per presentarmi, mi dicevano che loro non si sarebbero presentati in modo che
    l’udienza senza il difensore sarebbe stata annullata. Forse il giudice mi aveva convocato per
    rispettare o far finta di rispettare qualche norma di procedura; ma poi hanno subito trovato il sistema
    per fare apparire me responsabile di non essermi presentata all’udienza.
    Più di una volta ho consegnato al mio legale fin
    all’inizio documenti di prova in mio favore che non sono stati portati nella causa in ruolo.
    Anzi, a distanza di tempo, il mio legale negò di aver ricevuto da me i documenti.
    Tale comportamento di numerosi avvocati mira invece alla possibilità di cambiare dichiarazioni e
    fatti secondo i loro piani, stando attenti a non lasciare prove contro di loro.
    Pubblicamente hanno pure il coraggio di denunciare che non vengono pagati sapendo che nessun
    cittadino è in condizione nemmeno di sottrarsi ai loro abusi.
    In più cause civili nascondono le prove al primo grado proprio alla Parte che ha ragione per
    costringerla ad appellare.
    A volte mi sono recato in tribunale per controllare personalmente gli atti del mio fascicolo per
    constatare se il mio legale avesse realmente depositate le prove in mio favore, visto che in
    precedenza sono stati omessi o spariti. Dal cancelliere seppi che non potevo farlo se non in
    presenza del mio legale: solo una volta riuscii a controllare il fascicolo ove mi accorsi che
    mancavano gli elementi di prova in mio favore.
    Non so se questo è una disposizione di legge oppure abuso per non far conoscere anticipatamente il
    male operato dei difensori.
    Spesso le memorie depositate nelle cause in ruolo dai legali delle mie contro Parti contenevano
    calunnie, dichiarazioni false e offese, senza che il mio avvocato ed il giudice prendessero
    provvedimenti disciplinari:
    ciò significa che non c’è avversità tra difensori e i giudici non si comportano da super partes come
    dispongono le leggi.
    Il comportamento dei giudici ed avvocati provocano una profonda e lunga sofferenza, rovinano
    economicamente e tolgono la pace di vivere.
    Espongo i fatti di mia esperienza, ma il fenomeno è molto diffuso, tanto da rendere difficile trovare
    un legale che si comporti correttamente nel suo operato.
    Proprio negli studi privati dei presidenti dell’Ordine Avvocati avvengono e partono abusi più
    elevati su cittadini comuni.
    I casi di malagiustizia sono elevati, e i cittadini colpiti subiscono senza avere la possibilità di
    difendersi.
    Vi sono spese extra giudiziarie inventate da avvocati a carico di cittadini, compreso me, di cui non
    hanno avuto da loro, dopo aver rilasciato documenti, nessun consiglio, parere o tipo i prestazione
    né positiva né negativa: in sostanza bisogna pagare per avere i documenti indietro anche se non si
    sono interessati del problema.
    Spesso risulta che i presidenti dei tribunali sono al corrente di procedure non corrette e non fanno
    nulla per evitarle.
    Vivo ogni giorno nella disperazione e mi sento come se fossi caduto in mano agli strozzini.
    Soltanto per radio, nelle trasmissioni televisive e in altri mezzi di informazione, sento che giudici ed
    avvocati danno, anche a me, consigli corretti nel pieno rispetto di norme di legge; ma nei loro studi
    privati e tribunale, non ho mai capito se ho avuto a che fare con veri operatori di giustizia.
    Le Autorità esistenti non difendono i comuni cittadini da questo scorretto operato. Anzi, in caso di
    denuncia da parte di un cittadino, abbuiano invece ogni questione e nascondono prove che sono
    contro i mali operatori di Giustizia.
    In altri casi, consentono ai legali di vendicarsi con maggiore accanimento contro il comune
    cittadino che ha denunciato i loro abusi.
    Non ci dovrebbe essere l’obbligo di pagare l’onorario ai difensori infedeli. Sia in passato che oggi
    accade esattamente il contrario e sono proprio i giudici e l’Ordine degli avvocati a favorire loro di
    riscuotere certe somme di denaro ingiuste.
    Come cittadino comune è chiaro che non mi è dato di conoscere profondamente le leggi che
    regolano certe materie civili; ma quando gli avvocati e giudici alterano i fatti, nascondono i veri
    elementi di giudizio allo scopo di applicare altre norme per raggiungere altri obiettivi, penso che
    qualsiasi cittadino che conosca i fatti si renda conto degli imbrogli di procedura.
    Chi possiede beni mobili e immobili legittimamente, per avvocati e giudici non ha diritto ad avere
    Giustizia, ma soltanto rapinato e truffato anche con mezzi della Giustizia.
    Con stima e fiducia invio distinti saluti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

In India schedature biometriche di massa ed eliminazione del cash oltre le 500 rupie.

india schedatura di massa e via i contanti La demonetarizzazione dell'India Lo scorso 8 novembre il nuovo primo ministro indiano Narendra Modi dichiarava fuori corso le banconote da 500 e 1000 Rupie, responsabili di circa l'85% del cash in circolazione in India. Sarebbe come se in Europa venissero eliminate in poche ore le banconote da...--> LEGGI TUTTO

La violazione della legge sulla propaganda elettorale. Registrate e denunciate.

Registra e denuncia violazione della legge sulla propaganda elettorale Ancora adesso, mentre scrivo, a votazioni in corso, se aprite i social network vi potete imbattere facilmente nella propaganda a favore del Sì al Referendum Costituzionale. La campagna per il Sì in rete è stata invasiva e ai limiti dell'illegalità. Cosa dice la...--> LEGGI TUTTO

Grazie Giorgio Napolitano!? Chapeau!? Si sono bevuti il cervello!?

M5S Grazie Giorgio Stiamo parlando di Giorgio Napolitano? Quello che nel 2011 ha spianato la strada alla troika del governo Monti? Quello che ha firmato qualunque cosa? Quello che nel 2013, quando c'erano le consultazioni per formare un nuovo governo, ha chiamato al Quirinale Pdl e Pd ignorando il...--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

Il terribile errore: “È il momento più pericoloso per l’umanità: le élite imparino ad essere umili”. Stephen Hawking

stephen hawkings attente elite di Stephen Hawking, fisico teorico e scrittore Essendo un fisico teorico che vive a Cambridge, ho vissuto la mia vita in una bolla di eccezionale privilegio. Cambridge è una città insolita, tutta incentrata su una delle grandi università del pianeta. All'interno di questa...--> LEGGI TUTTO

La lettera di una mamma lavoratrice che fa venire il magone

Mamme lavoratrici: la triste realtà che si cela dietro alla famiglia del Mulino BiancoPubblico questa lettera (inviata a Beppe Severgnini sul Corriere della Sera), che fa venire il magone non solo a chi l'ha scritta ma anche a me che l'ho letta, e nella quale credo si riconoscano tante, troppe mamme lavoratrici, perché sia motivo di riflessione sul modo in cui si è...--> LEGGI TUTTO

La lobby dello zucchero uccide – i nuovi documenti tenuti nascosti

la lobby dello zucchero uccideNEW YORK: Decine di scienziati, negli Anni 60, furono pagati dall'industria americana dello zucchero per sminuire il collegamento tra consumo di zucchero e problemi cardiaci e spostare così l'attenzione sui grassi saturi. A rivelarlo sono una serie di nuovi documenti scoperti recentemente da un ricercatore della University of California di...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Come funziona l’Italia: noi siamo quelli con il fiore in mano

Come funziona l'ItaliaCome funziona l'Italia Ecco come funziona la nostra società. Questa è l'Italia. E, ...caso mai cercaste il pallino "voi siete qui", in questo disegno noi siamo quelli con il fiore in mano....--> LEGGI TUTTO

I nanorobot a controllo mentale che vi osserveranno.

I NANOROBOT A CONTROLLO MENTALE CHE VI OSSERVERANNOPer la prima volta, una creatura vivente è stata controllata dall'uomo utilizzando esclusivamente il pensiero, grazie a nanorobot che hanno rilasciato all'interno di alcuni scarafaggi dosi programmate di farmaci, in risposta all'attività cerebrale di chi ha condotto l'esperimento. Una tecnica che - sostengono già alcuni - potrebbe essere molto utile per il trattamento...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Le vostre email

Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Rosi Bindi: sono i Cinque Stelle a volere il vitalizio!

Rosi Bindi Rosi Bindi: sono i Cinque Stelle che vogliono il vitalizio!...GUARDA

Roberto Fico (M5S): basta con gli uomini soli al comando!

Roberto FicoRoberto Fico, deputato M5S a capo della Commissione di Vigilanza Rai, risponde sulla questione della legge elettorale e sulle voci di una sua candidatura alla guida di un possibile Governo a 5 Stelle. ...GUARDA

Renzi si è dimesso: il video dell’annuncio in diretta dal Quirinale

renzi-dimissioni-quirinale Matteo Renzi ha dato le dimissioni. Aperta la crisi di Governo. L'annuncio in diretta dal Quirinale, dopo il colloquio con Sergio Mattarella. Da domani alle 18 partono le consultazioni. Il calendario sarà reso disponibile dall'ufficio stampa del Quirinale....GUARDA

Referendum: vinta una battaglia, ma la guerra continua – Diego Fusaro

fusaro-vinta-la-battaglia-ma-non-la-guerra "L'élite mondialista tornerà presto o tardi ad attaccare la Costituzione e lo Stato sovrano nazionale. Il suo obiettivo è quello della distruzione degli stati sovrani nazionali, che dopo il 1989 sono i soli ancora a resistono come luoghi del primato della politica sull'economia. La battaglia è...GUARDA

Attenzione: ecco come vogliono ribaltare l’esito del referendum

come-ti-ribalto-il-referendumATTENZIONE: ieri sera ho fatto questo video. E stamattina... zac: La Stampa conferma tutto: Padoan vuole chiedere aiuti all'ESM. Sapete cosa significa? Significa RIBALTARE IL NO AL REFERENDUM e prendersi in casa la Troika. QUESTO NON DEVE ACCADERE. Non c'è nessun Governo legittimo attualmente nel Paese, e qualunque decreto legge...GUARDA

La vittoria dell’informazione e i pericoli del dopo Renzi

claudio messora Il No al referendum costituzionale è la vittoria dell'informazione contro chi pensava che per convincere gli italiani a votare basta una comunicazione semplificata, comprensibile a un bambino delle scuole medie. La sconfitta di Renzi passa anche per una ipersemplificazione della Comunicazione che non ha convinto e...GUARDA

Barbareschi ai giovani: “Siete superficiali! Avete votato no per ribellarvi al paterno!”

Barbareschi ai giovani: "Siete superficiali! Avete votato no per ribellarvi al paterno!" Luca Barbareschi traccia un quadro deprimente dei giovani che hanno votato no al referendum: sarebbero disinformati, superficiali, privi di strumenti, e con un grosso problema con il paterno, che li induce a ribellarsi contro qualsiasi cosa senza mai entrare nel merito....GUARDA

Barbareschi: siamo ascoltati e spiati da tutti i telefonini.

barbareschi-siamo-tutti-spiati-icona-play Luca Barbareschi, il popolare showman ora direttore del Teatro Eliseo a Roma, ha un'idea ben precisa sulla società della comunicazione digitale. A RaiNews24, il giorno dopo del voto al referendum, dice: "Siamo in democrazia... Capisco che ormai siamo ascoltati e spiati...GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>