Motivi di riflessione

Giorgio Napolitano dice che dalle urne escono “motivi di riflessione per le forze politiche, per i cittadini, per tutti”, e lo dice nel contesto di una domanda dove gli si chiede conto del “boom di Grillo”, alla quale risponde che l’unico boom che si ricordi è quello degli anni ’60. Quando una circostanza genera motivi di riflessione significa sostanzialmente due cose: 1) è accaduto un fatto spiacevole 2) esiste una entità genericamente positiva che viene intaccata da questo fatto spiacevole. Altrimenti non ci sarebbe nessun motivo di riflessione o, al contrario, qualunque cosa potrebbe indistintamente esserlo.

Aiutami a continuare a fare informazione libera

Facciamo un esempio. Se Il Milan batte la Juve, non è che il capo della Lega Calcio si sogna di dire che dalla partita escono “motivi di riflessione”.  Altrimenti  dovrebbe dirlo sempre, perché qualunque risultato, per i tecnici e per i tifosi, è comunque motivo di spunti, di analisi, di riflessioni (appunto). Se ciononostante, solo per “Milan – Juve”, si parlasse di “motivi di riflessione”, Galliani avrebbe buon gioco nel prodursi in una delle sue classiche mimiche facciali stralunate, perché un’affermazione del genere significa rimarcare un pericolo, e i pericoli devono essere evitati, perché sono portatori di eventi spiacevoli. Dunque, può l’eventualità che il Milan batta la Juve essere considerata un pericolo per il mondo del calcio nel suo complesso? Magari per la Juve, che persegue un interesse di parte, ma non per il mondo del calcio, perché lo sport si fonda sul principio della competizione, sana, dove ci si misura sul campo senza favoritismi. Altrimenti non è sport.

Come è possibile, dunque, che un presidente della Repubblica, figura garante del rispetto degli equilibri politici, per definizione super-partes, si riferisca ai risultati di una competizione elettorale come a qualcosa che deve generare “motivi di riflessione per le forze politiche, per i cittadini, per tutti”? Il fatto che i cittadini abbiano scelto di non premiare una forza politica, per esempio il PdL, e di premiarne un’altra, ad esempio il Movimento Cinque Stelle, può essere considerato un evento spiacevole? E perché mai tutte le forze politiche e tutti i cittadini dovrebbero riflettere? Forse dovrebbero riflettere i partiti che hanno visto un calo di consensi, e quella parte di cittadini che li hanno votati, ma non per esempio i movimenti che hanno visto aumentare i proprio consensi, né quei cittadini che glieli hanno attribuiti. Con tutta evidenza, questi ultimi hanno già riflettuto, altrimenti non avrebbero votato, e dal punto di vista della tendenza generale sembra che abbiano fatto le riflessioni giuste.

Un presidente della Repubblica che si pronuncia contro una parte crescente di cittadini che esprime una preferenza, e contro un movimento politico che quella preferenza riceve, è un presidente della Repubblica inadeguato a ricoprire il suo ruolo, una figura che non è più garante dei principi tutelati dalla Costituzione riguardo al diritto, che è di tutti, di godere di una proporzionata rappresentanza nelle istituzioni, sotto la tutela del capo dello Stato.

Un presidente della Repubblica che si esprime in questo modo, dovrebbe immediatamente lasciare il suo incarico e rassegnare le sue dimissioni dalla posizione più delicata e prestigiosa che il nostro ordinamento prevede.

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

32 risposte a Motivi di riflessione

  • Pingback: Napolitano chi?? | Byoblu.com

  • 22
    BorisPasternak

    "Poraccio".

    Non mi vengono in mente altri aggettivi per le sue esternazioni.

  • 21
    pierluigi

    Quanto di più vero quello che dici: “…dal punto di vista della tendenza generale sembra che abbiano fatto le riflessioni giuste….” ed è questo che li spaventa! Si sentono in minoranza e il cerchio gli si sta chiudendo.

    Non sanno da che parte girarsi o santo invocare, e allora si abbandonano a battutine idiote: “..l’unico boom che ricordo è quello degli anni  60 (il napolitano), “…Grillo mi ha deluso, mi aspettavo un 30% (il flaccido ferrara)…

    Se la massa degli astensionisti, riuscisse a svegliarsi e prendere coscienza, ci sarebbe veramente una rivoluzione democratica, come fu quella del dopoguerra.

  • 20

    Che vuoi farci, Claudio, Napolitano è vissuto per 55 anni nel clima partitico, è una cariatide impoltronita che non ha i mezzi intellettivi per “leggere” la situazione che è venuta creandosi. 

    È come mettere La Russa a commentare un’opera di Kandinskij, ne vien fuori piuttosto ridicolizzato. 

    Riccardo DF

    sotterfugi.wordpress.com

  • 19
    claudiorossi

    Caro Claudio, ho sessantadue anni e mi sento – almeno rispetto a cio’ che ero trent’anni fa – abbastanza rinc*****nito. Uno che ha una trentina d’anni piu’ di me, cosa puo’ rappresentare rispetto alla generazione dei trentenni che – nell’auspicio di tutte le personi ragionevoli – dovrebbe prendere in mano la disastrata situazione politica ereditata da questi soloni e ricondurre l’Italia tra i paesi civili?

  • 18
    Tdk200

    “Ma Ragassi, la vogliamo smettere o no di prendere in giro il presidente della repubblica? Qui dobbiamo essere chiari, ed esaustivi.”
    Scusate mi ero un attimo impersonificato in Bersani, c’è stata qualche interferenza.
    Comunque il presidente Napolitano, non se nè accorto del boom di grillo e non se ne accorgerà mai.
    Per lui Grillo non esiste, e non deve esistere, sennò inizierebbe a dire la verità, e ciò è sconveniente.

  • 17
    marco M5S

    Piu questo carrozzone politico si nasconde all’ evidenza dei fatti è piu il movimento 5 stelle ne esce rinforzato.

    Ad ogni insulto, tentativo di delegittimazione, ridicolizzazione da parte di politici e pennivendoli, il movimento 5 stelle ne esce migliorato.

    Certo che se questa era solo una piccola parte degli elettori Italiani, caro napolitano, allora il boom è solo rimandato.

    Un comico con il supporto di un blog ha messo in ginocchio la seconda repubblica, e le elezioni si avvicinano velocemente, ne vedremo delle belle.

    La rete ha memoria, gli elettori del movimento 5 stelle sono cittadini informati, ne prenda atto, noi non usiamo la tv o i giornali finanziati con i soldi pubblici per informarci, napolitano.

    Sciolga il governo, non è stato votato dal popolo Italiano, il suo programma non lo vuole nessuno.

    BOOOOMMMM!

     

  • 16
    devis maruzzo

    proprio un bel articolo! complimenti!

  • 15
    giugno

    Se chiedi ad una donna araba quale sia il suo ruolo sociale ti risponderà che è quello di servire ed essere sottomessa al maschio (naturalmente al marito) ed è felice di questo ruolo da cui trae il godimento di procurare piacere e di soddisfare ogni desiderio di colui la “possiede”.

    Cosa sia la libertà individuale della donna, l’uguaglianza della dignità femminile con la dignità maschile, il rispetto  della femminilità, la parità dei diritti, l’affermazione di se stessa,…non lo sa perché è al di fuori della sua “cultura” e quindi al di fuori della sua capacità di immaginazione.

    Se chiedi ad un individuo qualunque se può esistere un sistema politico “senza i partiti”, ti risponderà di “no” perchè non ci arriva, è fuori dalla sua portata mentale, anzi ti risponderà che se gli togli i partiti , gli togli la democrazia, ovviamente è una assurdità sconcertante ma è così perché quella è la “cultura” di chi ha sempre vissuto con i partiti e non sono capaci di immaginare un modello diverso di conseguenza lo ritengono “il massimo della panacea democratica” e non si rendono conto che sono schiavi e prigionieri di una “cultura” mediocre e sopratutto “antidemocratica”, piuttosto “partitocratica” e non c’è niente da fare, esistono persino professori , grandi  intellettuali, presidenti di repubbliche che “non ci arrivano” perché sono limitati dalla loro “partitocultura”.

     

  • 14

    La cosa spiacevole, secondo il mio modestissimo parere, è questa quì

  • 13
    ziorequiem

    Caro Claudio, tempo fa stavo pensando di rivolgermi al Presidente Napolitano mandandogli la mia carta di identità e il certificato elettorale con una lettera di dimissioni da italiano. Ci ho pensato diverse volte, vedevo solo in Napolitano l’ultima istituzione degna di rispetto. Con la scelta di dare un mese a Berlusconi prima della sfiducia del 14 dicembre 2010 ho capito che anche lui era marcito come il sistema. Del resto come può un ottantenne che da più di 50 anni è chiuso nella realtà politica avere gli strumenti per capire cosa succede tra i giovani e più in generale tra la gente? Le sue uscite e le sue scelte da quando ha nominato questo governo sono uno sfregio al ruolo istituzionale che dovrebbe ricoprire. Dici bene, dovrebbe dimettersi. Praticamente ha abolito la democrazia in base ad una sua visione delle cose che appartengono a tutti. Poi se ti fermi a pensare con un attimo di lucidità ti accorgi che Napolitano non è il Presidente della Repubblica Italiana ma il presidente della partitocrazia e allora capisco che la carta d’identità e il certificato elettorale mi servono. Devo votare, sostenere e partecipare (cosa che faccio nel mio piccolo) il M5S e se mi girano i Coglixxx magari mi candido pure. Una nuova speranza: FIVE STAR WARS!

  • 12
    paolo

    E’ un paese vecchio il nostro. Ha paura del cambiamento, con questa classe politica  non riusciremo mai a metterci al passo con glia altri paesi. E’ come avere una monarchia.

     

     

  • 11
    framen

    Quello che mi spaventa di più del Presidente Napolitano e l’assoluta mancanza di pensiero democratico. La colpa della sua nomina è di tutti i parlamentari che l’hanno eletto , non siamo certo noi poveri cittadini elettori ad averlo nominato. Quindi le sue chiacchere non possono rappresentare la volontà popolare. ma semplicemente suoi personali pensieri che in questo caso offendono la vera democrazia. Ritengo che non solo debba dimettersi per quello che ha detto in tv ai giornalisti, ma sarebbe l’ora che venisse proposto un referendum popolare affinchè il presidente della repubblica venga eletto dal popolo sovrano e non dal parlamento composto da politici responsabili della grave situazione di recessione in cui siamo finiti.

    Basta con una repubblica democratica parlamentare, da tempo una vera partirocrazia. Al polpolo serve una repubblica democratica presidenziale, in cui solo lui ha diritto e dovere di scegliersi un vero presidente.

  • 10
    Elios7

    Napolitano non sa e non può sapere leggere nessuna stuazione socio politica economica che dir si voglia. Per me è un residuato politico appartenente a una era geologica della politica ormai finita che si trascina in qualche modo. Non mi sento affatto rappresentato da uno così, che non ho potuto nemmeno eleggere come presidente o almeno che la maggior parte del popolo italiano ha eletto. L’anno prossimo lascerà e il dopo…mi preoccupa un po’ di più!

  • 9
    Nibbio65

    Spunti di riflessione? Se Napolitano fosse in grado di riflettere, si sarebbe già dimesso per vergogna di se stesso… A quell’età uno dovrebbe fare il nonno E BASTA.

    • 9.1
      Tdk200

      Ciao Nibbio, hai ragione anche tu!!
      Io ho sentito in tv che in qualche comune Italiano, c’era un candidato sindaco che stava sulla novantina.
      Ma a novanta anni che sindaco vuoi fare?
      Vai in pensione a vecchietto bacucco!!!
      Con tutto il rispetto per i vecchi, ma un sindaco a quell’età quali novità apporterebbe
      in un comune?

    • 9.2
      rox

      Deve prima pagare i debiti!!!

  • 8
    paoloman

    caro presidente napolitano,

    ti attende ormai l’ospizio unica destinazione coerente per le tue condizioni mentali.

    continua pure a fare così, a difendere l’indifendibile e ad ingannare i tuoi cittadini nella maniera più becera.

    hai perso la faccia, la dignità, ed ogni rispetto che ti era dovuto.

    costi come buckingham palace la casa bianca ed il cremlino messi insieme e non servi a nulla se non a far ribollire il sangue alle persone oneste.

    prima o poi, spero vivamente, ci sarà qualcuno che il boom te lo fa sentire per davvero

  • 7
    necroclerico

    A parte la stima che questo signore riscuote e che mi porta a fare un paragone con un Presidente della Repubblica come Sandro Pertini, per dirne una… potremmo anche aggiungere il fatto che costui ha prima stretto la mano in visita ufficiale di Stato a Gheddafi e poi, quale capo delle FFAA ha contribuito all’aggressione alla Libia e al linciaggio a mezzo milizie dello stesso Gheddafi che sarebbe stato il suo amico di ieri.

    Comportamenti del genere mi pare che qualifichino degnamente una persona quale è. E non quale dice di essere e non quale le leggi la vorrebbero far sembrare.

    Non stringi una mano a una persona, qualsiasi essa sia – ieri – e domani, o appena qualche mese dopo contribuisci alla sua morte. A meno che tu non sia un certo tipo di persona con un certo tipo di “morale”. Appunto.

    questione di buon senso. Il che ci da la misura sui moniti morali emessi da tanta autorità.

     

  • 6
    Ronnie

    WOW!!!! Mi sembra che gli italiani stiano prendendo coscienza e coraggio e capiscano a poco a poco chi ha fatto il golpe. Quello che avrebbe fatto abbeverare i cavalli cosacchi alle fontane di Roma. Amico che hai commentato dicendo che sei un po’ rinc*****nito a 62 anni (io ne ho quasi 59) non credere di essere peggio del golpista di allora. Lui era già rinco a 30.

    Comunque non disperate!!! Altrochè 1929. Questa per loro è la crisi del cinema muto del 1927. Grillo è come Al Jonson (Il cantante di Jazz-primo film sonoro), che decretò la fine di un’era.

    Neppure ora che è arrivato il “sonoro” si rendono conto che il loro tempo è passato per sempre. Non mollano. Continuano col muto e non vogliono capirla che è finita. tra poco si arriverà al “colore” e loro pretenderanno ancora di venderci il “bianco e nero”.

    Basta con la gerontocrazia. Vogliamo tornare alla democrazia.

  • 5
    zine

    Che il presidente ottuagenario fosse inadeguato lo si sapeva già, solo che ci sono sempre i soliti noti che si danno un gran daffare per farlo apparire come chissà quale suprema figura istituzionale. Se le istituzioni di questo paese sono state rappresentate per 20 anni da un corruttore,p****niere,indagato per ogni tipo di reato e dalle sue claques di parlamentari nominati, devoti e degni di lui, non ci voleva molto a prendere chiunque altro ed ergerlo a uomo integerrimo.

    Questo qua è quello che faceva le creste sui voli per Bruxelles quando era europarlamentare ed ha reagito come un qualunque ladro colto sul fatto quando un giornlista tedesco all’epoca gliene chiese conto.

    Questo qua è il migliorista, l’ala del PC più vicina ai socialisti di Craxi che come ladri non avevano da imparare da nessuno.

    Questo qua era quello che ai tempi della rivista il Moderno insieme a Sandro Bondi( si, quel Sandro Bondi) ed Emanuele Macaluso, si facevano finanziare la oro infima ma costosa rivistina da Fininvest, Mediolanum, Publitalia…cioè…..BUGIARDONI!!!!!

    Se certe cose venissero raccontate a larga diffusione come sarebbe giusto che fosse, nessuno, o quantomeno, molte meno persone, si stupirebbero del comportamento del presunto uomo delle istituzioni.

    Grillo non gli va giù, perchè Grillo è l’unico che non è COMPLICE di quella che loro chiamano POLITICA e che invece sono AFFARI, AFFARI LORO e guai a chi glieli tocca!!!

  • 4
    Mori

    Finalmente qualcuno dice quello che ognuno di noi grida dentro di se.Vogliamo l’Italia vera… Fatta da italiani…….. Chi ha rubato vada a casa!Se ha ancora un briciolo di dignità .

  • 3
    roby67

    Napoly e’ l’uomo simbolo della peggior partitocrazia italiana.

    Il discorso si ripete: da quanto tempo e’ in politica? dai mitici anni ’60. Cioe’ da quando il suo conto corrente ha fatto boom. E tra un anno pensione da nababbo,ovviamente meritata…

    Mi piacerebbe sapere se c’e’ qualche movimento in Italia che sostiene al massimo due legislature e poi a casa al proprio lavoro?  Oppure se c’e’ un movimento che sostiene il limite della pensione a 5.000€ per tutti? Non lo so’, cerco su internet…

  • 2
    Clausius

    Voglio solo aggiungere una cosa al tuo topic e cioè l’uniformità della disinformazione che passa attraverso la televisione.

    L’intervista a Napolitano ( il quale dovrebbe tacere secondo Costituzione ) assomiglia a quei messaggi trasversali e criptici propri del linguaggio politichese ed assomiglia molto allo stile malavitoso.

    Lo puoi divulgare sapendo che sarà trasmesso su tutti i media e filtrato,interpretato stravolto da tutta quella pletora di giornalisti con il pass dei partiti o la Montblanc dei vari finti ediori.

    Ha perfettamente ragione:deve dimettersi.Ma sappiamo bene che non lo farà,anche perchè non glie lo chiederà nessuno.

    Una volta i Radicali denunciarono Cossiga,il quale fu il primo ad aprire la via ad un comportamento anticostituzionale di questo tipo (le famose “picconate”).Si risolse in un nulla di fatto.

    Cosa aggiungere ? Nulla,i commenti sono condivisibili.

    Dispiace che nessuno ricordi come Napolitano fu uno di quelli che elogiò i sovietici per l’invasione dell’Ungheria contro i “controrivoluzionari” che destabilizzavano la pace.Probabilmente lo fece anche con la Cecoslovacchia,anche se su questo non ricordo bene.

    Una persona che si presenta come un galantuomo ma che non lascierà nulla di importante dietro di sè se non il golpe,cammuffato anche male,del governo Monti.

    Un po’ pochino per 55 anni di carriera politica…

  • 1
    Alfredo

    Pur essendo un uomo di sinistra,non gioii quando Napolitano fu eletto Presidente dellaRepubblica.

    E’ sempre stato uno dei beggior burocrati del PCI.

    La sua stessa vita non esprime chiarezza così come le sue scelte.

    La storia dei rimborsi gonfiati e i tanti decreti berlusconiani firmati con scuse puerili la dicono già lunga sulla sua persona.

    E’ la peggiore emanazione di D’Alema di cui è sempre stato sostenitore.

    Di che meravigliarsi allora?

    Come ha ribattuto Grillo(che pure ha ricordato come dovrebbe essere garante di tutti i partiti senza parzialità)è un uomo che vola molto molto basso.

    Aggiungerei a questo commento che il nostro Presidente può godere solo della sua età che comunque impone rispetto.Ma….non nel senso della saggezza e neanche del rinc*****nimento(è sempre stato uno dei peggiori elementi dl PCI Berlingueriano). Solo da un punto di vista strettamente anagrafico.

  • 0
    Dad

    Motivo di riflessione dovrebbe essere la sua fuga di fronte al giornalista tedesco che chiedeva a riguardo di falsi rimborsi; Motivo di riflessione dovrebbe essere il fatto che napolitano abbia eletto monti con un chiaro colpo di stato, quel monti che ha inabissato il nostro paese, quel monti che non si cura degli imprenditori che si suicidano, quel monti presidente per l’europa del gruppo bildeberg, quel monti della trilaterale, che pare abbia piu’ causa in merito alla crisi europea della stessa Merkel. L’unico motivo di riflessione dovrebbe essere relativo al fatto che una cariatide poiltica come napolitano, una mummia che per 60 anni ha vissuto alle spalle degli Italiani, non abbia il senso della vergogna !

    • 0.1

      Mi rammarica solo che non ci siano più stellette. Complimenti per il commento!

    • 0.2
      Peppe Gallo

      E motivo di PROFONDA riflessione dovrebbe essere l’aver firmato, vergogna delle vergogne, la legge sullo scudo fiscale … "tanto sarebbe passata lo stesso".

      Non nel mio nome.

  • -1
    AndJusticeForAll

    paolo ha scritto :
    " E’ un paese vecchio il nostro. Ha paura del cambiamento, con questa classe politica  non riusciremo mai a metterci al passo con glia altri paesi. E’ come avere una monarchia.     "

     ciao Paolo giustissimo. 30 anni di Regime totalitario, conservatore e reazionario di destra, sinistra e centro.

    150 anni di MAFIA hanno devastato tutto in questo paese.

  • -2
    Bigalfry2

    Credo che Napolitano abbia paura di una crisi politica che possa aggravare la crisi economica in corso. Certamente il governo non è messo molto bene ora e ciò non è un bene per nessuno, neanche per voi. La crisi morde e i suicidi aumentano e, diciamoci la verità, la soluzione deve essere europea(è in questo continente la crisi, anche in paesi fuori dall’euro). Monti sta tentando di fare delle riforme nonostante i ricattini dei partiti che ci hanno mandato in malora. Io continuo a dargli fiducia. Il decreto semplificazioni mi è piaciuto molto. Aspetto la spending review(muoversi!!!). Ci vuol poco a cavalcare la rabbia montante dovuta alla crisi. Adesso voglio vedere i grillini all’opera.  

    Comunque, non vi pare di essere un po’ duri col presidente della Repubblica?

     

    • -2.1
      ciano0815

      saremmo meno duri con lui se lui facesse il suo lavoro.

      ad esempio : ESSERE SUPERPARTES ed ESSERE GARANTE DELLA COSTITUZIONE !!!!

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

Hanno radiato quest’uomo. Io invece lo voglio Ministro della Salute! Dario Miedico

Dario Miedico - Ministro della Salute - Play Questo è Dario Miedico, il medico radiato ieri dall'Ordine dei Medici. A questo mondo dove un Ordine farisaico, una casta medioevale si permette di radiare un uomo che parla in questo modo, io rispondo dicendo senza mezzi termini che voglio quest'uomo Ministro della Salute subito! E la Lorenzin...--> LEGGI TUTTO

Ecco perché non vogliono il dibattito sui vaccini: poi fanno questa fine!

Ivan Cavicci vs Virologo Pregliasco Ordine dei Medici Ecco perché non vogliono il dibattito sui vaccini: poi fanno questa fine. Il filosofo dell'Università Tor Vergata Ivan Cavicchi affronta il virologo Fabrizio Pregliasco. Il secondo è l'emblema dell'atteggiamento dei cosiddetti gran sacerdoti della scienza (anche in senso posturale, durante il confronto, fateci caso), verso il buon senso...--> LEGGI TUTTO

Cari M5S, uscite dall’angolo sui vaccini e menateje duro!

GRILLO LORENZIN VACCINIFinalmente Beppe Grillo comincia a contrattaccare sulla vergognosa strumentalizzazione delle questione vaccini ad opera del Pd farmaceutico nei confronti del MoVimento 5 Stelle. "L’oggetto della delinquenziale banda di medici, professori, lobbisti e amministratori delegati, sono le persone malate e la terapia del dolore, fare test di validazione...--> LEGGI TUTTO

Adesso vogliono privatizzare anche la Rai? Magari la diamo a Soros?

Fazio GentiloniLo ha appena detto il conduttore Fabio Fazio, riferendosi alla Rai: «ci sono Paesi che hanno dismesso o venduto le reti. Non è detto che l’assetto attuale sia quello giusto. Si può discutere, ma per farlo bisogna essere in buona fede». Cos'è.. adesso...--> LEGGI TUTTO

Stefano Montanari: “Non vogliono il confronto perché li terrorizza”.

Stefano Montanaririceviamo e pubblichiamo la lettera di Stefano Montanari al blog. di Stefano Montanari direttore scientifico di Nanodiagnostics Caro Claudio, Ho ascoltato con molto interesse il tuo intervento in cui chiami in causa il prof. Burioni. È evidente che tu Burioni non lo...--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

L’ideologo di Putin: in Europa sarà presto caos, guerra civile, distruzione.

Dugin ideologo Putindi Giulio Meotti Roma. Europa e Stati Uniti hanno spesso ricambiato il favore ad Aleksandr Dugin. Un anno fa, il famoso politologo russo è stato messo alla porta in Grecia. Accompagnato dal patriarca di Mosca Kirill per una conferenza sul Monte Athos, Dugin...--> LEGGI TUTTO

Il TG1 censura la Raggi. Scatenate uno #ShareStorm

Molti dei lettori di questo blog trasaliranno ascoltando alcune frasi fatte del discorso che oggi Virginia Raggi ha tenuto di fronte ai leader europei. L'Europa come "progetto visionario", come "eredità gioiosa e impegnativa", che "dobbiamo realizzare noi" perché "non poteva realizzarsi in un giorno". ...--> LEGGI TUTTO

Oggi attaccano Byoblu.com. Ma sarà presto un attacco contro tutti i dissidenti.

di Pino Cabras su MegaChip Fa molto bene Claudio Messora a sottolineare che il vero obiettivo della campagna contro le 'fake news' non erano certo quei cialtroni che infestano il web di notizie false, razziste e irresponsabili per acchiappare clic, che pure ci sono e da chissà...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

A Capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio: la Terra rallenta!

A capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio - la Terra rallentaUn "salto" di un secondo verrà aggiunto al conto alla rovescia di questo Capodanno per compensare il rallentamento nella velocità di rotazione della Terra.  Il secondo "extra" accadrà non appena l'orologio toccherà la mezzanotte e verranno "create" le ore 23:59:60, posticipando momentaneamente l'arrivo del Capodanno. Il secondo...--> LEGGI TUTTO

BIOMETRIA, IL FUTURO DELLA SICUREZZA

biometriaRiconoscimento dell'iride, facciale e del movimento della mano durante la firma: le nuove strategie per prevenire i furti e le loro possibili applicazioni Un uomo si avvicina a una stanza blindata. Per entrare niente password o codici di sicurezza, ma l'accostamento degli occhi a un...--> LEGGI TUTTO

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Le vostre email

Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Diego Fusaro: il Sacro Romano Impero della finanza e delle banche

Innanzitutto siamo entrati in un Sacro Romano impero della finanza in cui il sistema bancario detta legge, e noi sventurate plebi europee dobbiamo fare i sacrifici: "sacrum facere". Appunto qualcosa di religioso in nome del sistema bancario, una divinità demiurgica: le sofferenze sono sempre quelle del sistema bancario...GUARDA

Primarie Pd: il confronto Sky tra Renzi, Emiliano e Orlando – Integrale

Confronto Sky Renzi Emiliano Renzi Primarie Pd Integrale - PlayIl confronto Sky tra Matteo Renzi, Michele Emiliano e Andrea Orlando per le primarie Pd - Versione Integrale. ...GUARDA

Fusaro Vs Friedman – L’immigrazione è deportazione di massa: nuovi schiavi contro vecchi schiavi.

Fusaro Vs Friedman Diego Fusaro: "La storia delle ONG che vanno a prendere i poveri migranti che rischiano di annegare è la grande narrazione edulcorante con cui si mettono in pace le coscenze. Il compito della filosofia però è pensare altrimenti e criticare l'esistente, rovesciando le mappe dominanti. Continuiamo...GUARDA

Sgarbi vs Telese: Io non me ne vado, te ne vai tu!

Sgarbi Vs TeleseVittorio Sgarbi manda a quel paese la Costamagna e Luca Telese, e all'invito a lasciare lo studio risponde al conduttore di andarsene lui. Il tema è quello della legittima difesa dagli intrusori in ambito domestico. ...GUARDA

Becchi: la prova che la Germania ha creato l’euro per metterla in quel posto a noi

BECCHI PROVE EURO GERMANIA Paolo Becchi esibisce le prove in diretta tv del fatto che la Germania sapeva che grazie all'Euro "lo avrebbe messo in culo agli italiani". Potremmo svalutare la nostra moneta, e dunque tornare ad essere competitivi, ma ecco pronta la replica: svalutando crescerà l' inflazione. Vale...GUARDA

Diego Fusaro: ma quale new economy? Si chiama lavorare per niente!

Fusaro Diego Fusaro sulla cosiddetta "new economy". Dal caso Amazon in poi, è chiaro che si tratta di un nuovo sistema di sfruttamento dei lavoratori. Il lavoro prevede che ci siano dei diritti e che il lavoratore venga considerato alla stregua di un essere umano portatore di dignità e...GUARDA

Beppe Grillo a Sanremo 1989 – Le penali se dico che i socialisti rubano

Beppe Grillo Sanremo 1989 play Beppe Grillo a San Remo 1989, comunica il suo compenso in diretta e legge le penali previste dal contratto se dice che i socialisti che rubano....GUARDA

Fake news e post-verità: a chi conviene?

fake news post-verità icon play Fake news e post-verità: ormai non parlano d'altro. In Germania, dove presto ci saranno le elezioni, Facebook incarica una organizzazione (finanziata tra gli altri da George Soros) di marchiare a fuoco le notizie ritenute inattendibili. Ma "Fake news", "post-verità" e "debunker" sono solo neologismi, è la neolingua per...GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>