SI POSSONO PREVEDERE I TERREMOTI?

Tre anni fa L’Aquila era coperta di macerie e sinistramente silenziosa. In trecento non riuscirono a guadagnare la via della salvezza. Le polemiche infuriavano: molti avrebbero potuto essere salvati. In primo luogo, se le costruzioni avessero rispettato le più elementari norme antisismiche, o se la sabbia mescolata al cemento con il quale erano costruite molte abitazioni non fosse stata allungata eccessivamente con l’acqua. Ma altri avrebbero potuto essere ancora vivi se avessero avuto la fortuna, capitata a molti, di essere in contatto con un tecnico aquilano che da mesi, regolarmente, effettuava previsioni che erano consultate anche dal sindaco, Massimo Cialente, nonché dai Vigili del Fuoco e dalla Prefettura. Ma anche così, se almeno fosse andata in onda quella maledetta intervista dove Giuliani, unica voce fuori dal coro delle rassicurazioni della Protezione Civile, avvertiva di un possibile forte sisma in arrivo, il numero di vittime avrebbe certamente potuto essere inferiore.

Quello che era mancato a L’Aquila, nei mesi precedenti alla catastrofe, si chiamava informazione. Così, insieme ai lettori di byoblu.com che volevano sapere, tentammo un esperimento: la realizzazione di un documentario che cercasse di spiegare chi era Giampaolo Giuliani e su cosa si basava effettivamente la sua tecnica di previsione dei terremoti. Migliaia di persone aderirono al progetto, e i loro nomi scorrono in un fiume ininterrotto che ancora oggi è capace di emozionarmi, in coda al dvd. Avevamo fatto rete. Un’altra informazione era possibile. Magari meno sfavillante, meno ricca di roboanti effetti grafici e più lineare, in linea con lo spirito di internet che bada al sodo più che ai fronzoli, ma sicuramente utile.

E poichè in rete le informazioni parziali non piacciono (qui si usa così), decisi che un documento informativo sulle nuove, supposte frontiere della prevedibilità dei terremoti non sarebbe stato completo se non fossi andato anche all’INGV, l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, fiore all’occhiello della scienza sull’argomento. Ma feci anche di più: portai il direttore della Sezione di Tettonofisica e Sismologia, Antonio Piersanti, direttamente a L’Aquila, nei laboratori di Giuliani, e filmai il loro incontro senza tagli e senza censure. Senza tanto girarci intorno, avevo fatto incontrare due mondi, quello della scienza e quello della ricerca indipendente, lasciando che i lettori si facessero un’idea da soli, cercando di interferire il meno possibile nella discussione accesa che si era sviluppata.

Oggi, in conseguenza del terremoto che ancora ed ancora torna inesorabilmente a colpire le nostre terre, generando nuovi morti, nuovi cumuli di macerie e nuovi sfollati, credo sia giunto il momento di rendere disponibile a tutti, e non solo a coloro che parteciparono al progetto iniziale, il materiale girato. Con l’auspicio che possa servire da ulteriore stimolo alla discussione e all’avvio di una nuova fase di approfondimento.

Ecco il primo dei quattro episodi principali, nel quale Giampaolo Giuliani si presenta, racconta la sua storia, come è arrivato ad occuparsi di terremoti e ci accompagna per mano a L’Aquila, il 6 aprile 2009, a poche ore dal terremoto che avrebbe provocato morte, distruzione e un dolore infinito. Nei prossimi giorni, a seguire, arriveranno il secondo episodio, la visita all’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia per capire insieme cosa sono i terremoti, come vengono studiati e di quali sofisticate atrezzature dispone il centro di controllo di Roma. Poi ancora sarà la volta di una seduta approfondita nei laboratori di Giuliani, per capire come effettivamente funziona la sua tecnica e quali ne sono le premesse teoriche. Infine, vedremo insieme il confronto tra coloro che rappresentano due forze alternative e complementari che da sempre nella storia si sono contrapposte, a volte senza vincitori né vinti, a volte con la chiara prevalenza nel tempo dell’una o dell’altra: il sapere accademico e la spinta riformatrice, spesso considerata eretica.

Se è vero che non tutto ciò che promette nuovi sviluppi corrisponde a una verità foriera di vantaggi concreti, è anche fuor di dubbio che la storia è piena di idee dapprima giudicate frutto di blasfemia scientifica, poi accettate in parte o nella loro interezza grazie al tempo e al coraggio di chi ha saputo non darsi mai per vinto.

 

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

12 risposte a SI POSSONO PREVEDERE I TERREMOTI?

  • 6
    Clausius

    Eraclide e Aristarco sostennero il sistema eliocentrico,anche con dimostrazionii valide.

    Poi arrivò Tolomeo che fu appoggiato dal Cristianesimo in sostegno della sua teoria.Ci vollero ben 1800 anni per arrivare poi a Kopernico.

    In questa sintesi ci vedo quel che non bisogna fare e cioè far diventare una teoria scientifica una “religione”,un dogma.

    Si conosce meno del nucleo terrestre che del resto dell’Universo e penso ci vorrà ancora molto tempo prima di arrivare a conoscere bene i meccanismi interni del pianeta fino a poter prevedere i movimenti dalla crosta in giù.

    L’unica,per ora,e prevenire….ma pare che in Italia ci siani state e ci sino altre priorità.

    Così è la storia

  • 5
    b22

    ho visto il video. la sua teoria puó anche essere convincente (in realtá non ha una teoria sulla connessione tra radon e terremoti, ha solamente la convinzione che i due eventi siano correlati, o almeno questo é quello che ho capito io), ma come mai non presenta mai i risultati? voglio dire, parla di grafici, di correlazioni, di statistica, di 5050 contro 2000 non-ricordo-cosa (ma a quanto ammonta il valore “a riposo”?), di incrocio dei dati, ma non ne presenta neanche uno.. come mai? li ha fatti vedere almeno a voi che avete girato il video? é ovvio che perda un po’ di credibilitá o che addirittura non venga preso in considerazione nella comunitá scientifica (non mi addentro sui comportamenti dei politicanti), non vi/gli pare?

    • 5.1

      Oggi ho pubblicato il secondo video della serie, che è una visita all’INGV: http://www.youtube.com/watch?v=37el7JG5mCs

      Nei prossimi giorni pubblico anche il terzo capitolo, dove Giuliani entra nello specifico. Resta in linea, che magari lì ti chiarisci alcuni punti. E poi ci sarà il capitolo del confronto finale, dove queste domande sarà direttamente Piersanti (INGV) a porle.

  • 4

    Ciao Claudio,

    nei giorni scorsi, subito dopo la prima scossa violenta in Emilia, mi era venuto in mente proprio Gianpaolo Giuliani in una intervista che aveva fatto non so bene con quale Televisione e in occasione del sisma de L’Aquila.

    E’ vero che i media di allora lo denigrarono ridendo di lui e delle sue teorie, e alla fine gli fecero fare la figura del visionario degna di un sedicente medico che guarisce il tumore togliendo il malocchio.

    Visto che si tratta di previsioni, esattamente come quelle meteorologiche, sono soggette a possibili errori. Ma mentre con le previsioni del tempo al massimo ti becchi un acquazzone o la grandine quando meno te lo aspetti, nel caso di una previsione esatta in ambito tellurico potrebbe salvare qualche vita…o forse molte!

    Ho quindi pensato che si potrebbe sviluppare una applicazione o un modulo per blogs contenente le previsioni in tempo reale di Giuliani.
    Questo modulo lo si potrebbe dare ad uso gratuito a tutti i bloggers che lo desiderano, da mettere nel proprio sito…in questo modo in poco tempo l’informazione fatta da Giuliani potrebbe diventre sempre più capillare, saranno i visitatori dei blog a decidere se credere o no alle previsioni…sono convinto che in capo a qualche terremoto si risolleverebbe l’immagine di Gianpaolo e i media non potranno far altro che fare la fila per accaparrarselo…

    Anche il nome richiama in qualche modo un altro personaggio che ne sa parecchio di previsioni:

    Giulia[N]i novello Giulia[CC]i.

  • 3

    eppur si muove… tanto per citarne uno tra i molti

  • 2
    domingo

    Non reggo un video di un’ora (+ tutte le puntate successive! Aiuto!).
    Se avete qualcosa da dire, fate la cortesia di scrivere.

    • 2.1

      questo è un posto per gente che ha voglia di studiare e approfondire. Di informazioni frammentarie e sintetizzate ai limiti della distorsione la rete è piena, ma soprattutto la televisione.

      Deetto questo, sul video ci sono i sottotitoli. Sotto al video di Youtube, quando ha i sottotitoli, compare una trascrizione linea a linea. Forse da lì c’è il modo di trasformare il testo in una trascrizione in forma leggibile per un blog. Magari, visto che la rete è collaborativa, potresti provare a farlo tu :)

    • 2.2

      Ciao consumatore d’informazioni in pillole, benvenuto su Byoblu.com ;-)

  • 1
    hyne

    per errore prima ho postato nella discussione vecchia, incollo qui il commento:

    Qualcuno sa dove è possibile monitorare le scosse sismiche minuto per minuto?

     

    Io ho trovato questo link dell’ Ingv: http://twitter.com/#!/INGVterremoti

     

    ma non è aggiornato, se qualcuno lo sa mi può dare una mano?

     

    ciao a tutti

  • 0
    simona

    L’idea di incorporare nei blogs le previsioni di Giuliani mi sembra geniale!

    Stamattina leggo che le banche hanno rinunciato a rinunciare (emh…scusate il gioco di parole) alle commissioni sui bonifici di chi ha donato qualcosa per i terremoti…

    Ma un terremoto che butti giù tutti questi usurai maledetti?

    Aumenta la benzina…per le accise…per i terremotati…ma allora perchè l’Irpinia sta ancora così? E l’Aquila pure?

    Ma non ha detto Monti che da oggi le catastrofi naturali ce le paghiamo da soli?

    E allora perchè i miei genitori si devono pagare da soli la casa alluvionata ma allo stesso tempo pagare anche per i terremoti?Che però i terremotati se li devono pagare da soli?

    Mumble mumble direbbe un papero…

    Mi viene in mente una cosa. Alle 3.32 del 6 aprile 2009 qualcuno si sfregava le mani alla notizia del terremoto.

    Sono sicura che alle 4.04 di qualche giorno fa le mani le sfregavano i banchieri e i petrolieri…

    E come direbbe qualcun altro (oggi sono in vena di citazioni) “io gliele taglierei quelle mani!”…

  • -1
    Corrado Giuliani

    Eg. Messora,

    mi farebbe la cortesia di spiegarmi questo video?

    http://www.youtube.com/watch?v=c7-9lNkA-y4

    Se il Giuliani è davvero in grado di prevedere i terremoti, perchè cambia data della previsione 8 volte?

    Non starà forse cercando consensi e popolarità a discapito di enormi lacune teoriche?

  • -2

    NO

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

Deutsche Bank a processo! Ma ci dovrebbero andare loro…

Gli infami dello spread - Deutsche bank indagata dalla Procura di Trani Era il 2011 quando gridavo forte e chiaro che lo spread era un'invenzione, un imbroglio. Era il 2012 quando raccontavo dei 7 miliardi di Bot venduti da Deutsche Bank nel luglio 2011 (fu quella la causa dell'innalzamento dello spread). Perché? Presto detto. Come scrivevo, subito dopo, il 20...--> LEGGI TUTTO

Nino Galloni: “Siamo quattro milioni di eroi”.

Alternativa per l'Italia - Nino Galloni - non c'è nessuna crisi "Come è possibile che si parli di crisi se non c'è nessuna scarsità reale delle risorse produttive, delle materie prime, dell'approvvigionamento, dei prezzi, dei costi e delle quantità nell'economia globale? Noi "crediamo" che ci sia una crisi, ma la crisi è solo una crisi di consapevolezza!"....--> LEGGI TUTTO

25 aprile: scontri a Milano. L’altra versione.

25 aprile - scontri a milano - l'altra versioneTitolano così i maggiori quotidiani italiani, mettendo in evidenza il marcato antisemitismo che cresce in Italia. In realtà l’episodio che si riferisce alle brigate ebraiche è stato molto più marginale e vi sono stati tafferugli in tutt'altra parte del corteo, per motivi molto diversi e non riportati. ...--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

Banca d’Italia dà soldi a chi paga le tasse all’estero

Banca dItalia non deve investire in chi paga le tasse all'esteroLa Banca d'Italia è un istituto che deve perseguire finalità pubbliche. E allora perché investe solo in alcuni gruppi industriali, su listini americani, e per di più in società che portano i soldi delle loro tasse nei Paesi Bassi? Gli USA sono uno...--> LEGGI TUTTO

La Commissione Europea vuole più reattori nucleari ovunque. Subito!

LA UE VUOLE PIÙ NUCLEARELa Commissione europea vuole "accelerare" la costruzione di reattori nucleari in Europa. Lo scrive oggi lo Spiegel online che cita un documento "strategico" di Bruxelles volto a "tutelare il predominio tecnologico nel settore nucleare" europeo. Secondo il documento, "gli stati membri devono rafforzare...--> LEGGI TUTTO

Bitcoin: in Svizzera ci si pagano le tasse

Bitcoin - Ci pagano già le tasse. Zugo, Zurigo, Svizzera Fonte: Il Sole 24 Ore L'amministrazione comunale di Zugo - con al timone il sindaco Dolfi Müller - qualche giorno fa ha deciso di adottare Bitcoin come moneta per pagare le tasse comunali. Dal prossimo 1 luglio, dunque, i cittadini di Zugo (30mila...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

Trapianto del pene: negli USA il primo successo.

Trapianto di pene -Il primo successo negli Usa -Thomas ManningIl trapianto del pene è da oggi una realtà: per la prima volta negli USA un paziente a cui il pene era stato amputato dopo un cancro, riceve un nuovo pene da un donatore. La storia di Thomas Manning Il signor Thomas Manning, di...--> LEGGI TUTTO

Cervello: la bufala dell’emisfero destro contro quello sinistro

Cervello - La bufala dell'emisfero destro contro quello sinistroÈ il fondamento di miriadi di test di valutazione della personalità, di tantissimi libri di auto-motivazione ed esercizi di team-building. Ed è tutta una bufala. La cultura popolare porta a ritenere che le persone logiche, metodiche e analitiche siano dominate dall'emisfero sinistro del cervello, mentre i creativi, gli artisti, siano dominati dalla...--> LEGGI TUTTO

Cane si finge morto per ingannare lo sconosciuto.

Il cagnolino si finge mortoIl cane più comico del web si finge morto quando lo prende in braccio un estraneo. Poi si rianima, quando torna tra le braccia del proprietario, e ringhia minaccioso. Insomma, fa il forte quando ha alle spalle i forti e si paralizza quando...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Le vostre email

Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Vaccini al mercurio, la pistola fumante: il “Simpsonwood Memo”

Massimo Mazzucco - Vaccini e Mercurio "Da almeno 15 anni gli scienziati americani sono consapevoli di una correlazione fra il mercurio dei vaccini (Timerosal) e l'autismo. Ma invece di dare l'allarme, hanno preferito seppellire tutto". (altro…)...GUARDA

Erdogan il capo occulto dell’Isis?

Erdogan il capo occulto dell'Isis "Molti osservatori vedono in Erdogan il capo occulto di Isis, che forse non è estraneo ai fatti recenti di Parigi e di Bruxelles. Erdogan esige una zona libera e protetta per i guerriglieri "cosiddetti" moderati, ma sicuramente anti-Assad, cosa che Obama fino ad ora gli ha...GUARDA

Smettiamo di bombardarli – Messora a La Gabbia

La Gabbia MESSORA A LA GABBIA Messora a La Gabbia - Smettiamo di bombardarli...GUARDA

Mario Monti vs Gianluigi Paragone – La Gabbia

Mario Monti vs Gianluigi Paragone a La Gabbia - byobluIl lungo faccia a faccia tra Mario Monti e Gianluigi Paragone, a La Gabbia, in versione integrale. Mario Monti affronta Gianluigi Paragone in un lungo faccia a faccia a La Gabbia. L'intervista è integrale ma, per motivi di sintesi, è priva del lungo...GUARDA

Robot Atlas, la verità secondo il Guardian: tutta scena?

Robot Atlas, la nuova incredibile versioneDue minuti incredibili con il nuovo robot Atlas. Ma in questo video, che ha fatto il giro della rete, secondo il Guardian ci sarebbe molta "propaganda", pensata da un'azienda che fa marketing aggressivo e arrogante. Il nuovo robot Atlas La nuova versione del robot...GUARDA

Ricetta maiale: tanto amore e poco forno

Animali divertenti - Il maiale è dolcissimo (ma non al forno)Una nuova ricetta per il maiale: invece di farlo al forno, fatelo rosolare in una teglia piena di amore e conditelo con un po' di coccole. Gli animali non sono solo divertenti, ma sono spesso una sorpresa che va ben oltre il gusto di un maialino al forno. ...GUARDA

La Rochelle, Francia: cargo alla deriva verso la costa con 300 tonnellate di gasolio

La Rochelle - Modern Express - Francia Cargo DerivaLa Rochelle: il cargo Modern Express, alla deriva da quasi una settimana al largo della costa francese che si affaccia sul mare Atlantico, sta per arenarsi a terra, con i serbatoi pieni di 300 tonnellate di gasolio.  I disperati, ultimi tentativi per scongiurarlo. La Rochelle: il cargo...GUARDA

D’Attorre (PD): vi hanno disoccupati apposta!

D'Attorre - PD - Vi hanno disoccupati apposta - Play "È naturale che per questa strategia la disoccupazione debba rimanere alta. Uno dei parametri a cui siamo inchiodati è quello della disoccupazione strutturale. Questi genii di Bruxelles hanno stabilito che ogni Paese ha un certo tasso di disoccupazione sotto il quale non può scendere perché altrimenti sale l'inflazione....GUARDA