Perché difendono Napolitano

Se parlate con un costituzionalista, un qualunque costituzionalista, vi dirà che quello che ha fatto il Quirinale non lo poteva fare. Il presidente della Repubblica non può interferire in una inchiesta giudiziaria (che riguardi la trattativa Stato – mafia o meno) ed esercitare pressioni. Esiste un organismo apposito per valutare la correttezza dell’operato di giudici e pm. Questa non è una monarchia. L’operato della presidenza della Repubblica costituisce un’autostrada libera, a tre corsie, verso una immediata procedura di impeachment, da declinarsi secondo la giurisprudenza italiana. Eppure, a discapito di un qualsiasi esame di diritto costituzionale di livello universitario, ci sono importanti firme del giornalismo protezionista nei confronti del sistema disposte a giurare il contrario, disposte a sostenere improbabili capriole del diritto pur di gettare acqua sul fuoco. Gente che protegge Napolitano. Perché lo fanno?


Qualcuno sostiene che se dovesse cadere Giorgio Napolitano, con questo quadro di forze parlamentari si aprirebbero concrete possibilità per Silvio Berlusconi di salire al colle. Napolitano è un prezioso alleato, se non artefice primario, della cordata di pensiero che ha imposto il governo europeista dell’austerità e dell’integrazione a tutti i costi. Tolta la pedina fondamentale dal Quirinale, salterebbe il tappo.

Questa è la sola probabile chiave di lettura per l’inspiegabile articolo di Michele Ainis sul Corriere della Sera, di cui oggi Paolo Becchi, professore ordinario di Filosofia del Diritto all’Università di Genova (non senza il conforto dell’approvazione di molti costituzionalisti che non possono esporsi in prima persona) fa una severa critica in esclusiva per i lettori del blog.

COSTITUZIONALISTI SHOCK

Il Capo dello Stato sarebbe un giudice? Non si è mai sentito.

di Paolo Becchi per Byoblu.com

 Tutti conoscono o dovrebbero conoscere i nomi di quegli intellettuali, quei professori, quei giornalisti che, a partire dall’entrata in carica del Governo Monti, hanno subìto – per usare l’espressione di un mio anziano collega giurista – una vera e propria “mutazione genetica”. I nomi di coloro che si sono “allineati” alla politica del Governo e che, dietro teorie “neutrali” e “scientifiche”, ne difendono gli interessi politici: la strenua difesa dell’Euro ne è stata, in questi mesi, la prova più evidente. Un tempo si sarebbero accusati di trahison, tradimento. Gli intellettuali, i “chierici”, finché restano tali, dovrebbero essere uomini di scienza: quando si trasformano in megafoni dell’establishment, “intellettuali organici”, checché ne pensasse Antonio Gramsci, non è certo bel segno per la cultura del loro Paese.

In questi ultimi giorni si è assistito ad un altro episodio inquietante. Mi riferisco alla difesa del Presidente della Repubblica, coinvolto nella vicenda della “trattativa Stato-Mafia” e nelle presunte pressioni che, direttamente dal Quirinale, sarebbero state esercitate per “coordinare” (o “intralciare”) i magistrati palermitani. “Il Presidente ha preso a cuore la questione“, avrebbe detto Loris D’Ambrosio, consigliere di Napolitano, a Mancino. Telefonate, lettere, colloqui, un filo diretto con il Quirinale al fine di evitare a Mancino una testimonianza scomoda, la vicenda coinvolge in prima persona il Capo dello Stato.

Michele Ainis, noto costituzionalista, è in particolare intervenuto dalle pagine del Corriere della Sera (Il Quirinale e l’illecito che non c’è. I giudici tra reato e storia, 21 giugno), con argomentazioni giuridiche che sarebbero costate (per lo meno a Genova) la bocciatura di qualsiasi studente del primo anno all’esame di diritto costituzionale. Ainis è riuscito addirittura a sostenere che “il Capo dello Stato è al contempo il più alto giudice italiano: non a caso presiede il Csm, l’organo di autogoverno della magistratura”.

Il Presidente della Repubblica, nel nostro ordinamento, non è “giudice” in nessun senso possibile, e tantomeno in quanto presiede il Consiglio Superiore della Magistratura. Il Presidente della Repubblica presiede il CMS in quanto “fuori d’ogni potere“, come disse Ruini in sede di Assemblea Costituente e non in quanto “espressione dell’interferenza di un altro potere” (Leone, che parlò anche di “presidenza che probabilmente sarà solo simbolica”). La Presidenza Cossiga tentò, è vero, di ridisegnare il ruolo del Capo dello Stato all’interno del CSM, ma – quali tra le diverse interpretazioni possano darsi – i suoi poteri non erano mai stati prima d’ora identificati come quelli del “più alto giudice italiano”.

Ma vi è di più: anche lo stesso esercizio di poteri ed attribuzioni costituzionali da parte del Capo dello Stato potrebbe essere esercitato, nei rapporti con l’ordine giudiziario, unicamente all’interno del CSM, organo collegiale, e non autonomamente. L’autonomia da ogni potere prevista dall’art. 104 Cost. a tutela della magistratura, infatti, va garantita “in tutte le direzioni e nei confronti di tutti gli altri poteri, quindi anche nei confronti del Presidente della Repubblica” (S. Sicardi). Sarebbe, pertanto, tutt’altro che “trasparente”, contrariamente a quanto scrive Ainis, se il Capo dello Stato, proprio nell’esercizio dei suoi poteri costituzionali, intervenisse direttamente, senza passare per il CSM, in rapporto con il procuratore generale presso la Corte di cassazione, il quale esercita la sorveglianza sul procuratore nazionale antimafia e sulla relativa Direzione nazionale. Si tratta di una questione ben diversa da quel che Ainis ricorda, ossia che “Napolitano aveva già pubblicamente segnalato a più riprese al Csm: il suo primo intervento risale infatti al giugno 2009″.

Ainis aggiunge, inoltre, che il Capo dello Stato non sarebbe intervenuto che al fine di assicurare “il principio di leale collaborazione fra i poteri dello Stato. Ora, di tale principio proprio il Presidente della Repubblica è l’interprete supremo”. Anche tale argomentazione è assurda, priva di qualsiasi fondamento: come può essere un potere dello Stato interprete supremo della collaborazione tra i poteri? Giudice in causa propria? O Ainis confonde il Capo dello Stato con la Corte Costituzionale? Non è forse quest’ultima il giudice di conflitti di attribuzione tra poteri dello Stato (ivi compreso il Presidente della Repubblica)?

Ainis ritiene che il Capo dello Stato abbia “il compito di riaccendere il motore delle istituzioni, quando il motore è in panne, quando gira a vuoto; anche sciogliendo il Parlamento”. Pertanto, si chiede, come non potrebbe intervenire in un caso di mancato coordinamento delle investigazioni? La risposta è semplice: perché non ne ha il potere. Il Capo dello Stato è il “tutore e garante politico della Costituzione”, ma in ogni caso non può risolvere le controversie che «solo con mezzi politici» (Guarino). Lo scioglimento delle Camere è un atto politico, espressamente attribuitogli dalla Costituzione, mentre il “sollecitare interventi funzionali al miglior esercizio possibile dell’attività giudiziaria” non è esattamente un atto di tale natura, in quanto è oggettivamente amministrativo. Compito del Presidente non sarebbe stato, in ogni caso, quello di risolvere nel merito le eventuali controversie, bensì di indicare, al limite, l’organo competente a risolverle (il CSM).

La vicenda in cui il Capo dello Stato è coinvolto è grave, e non può essere passata sotto silenzio. Ma la cosa sfiora addirittura la farsa – o, forse, la tragedia – quando, per difendere il Presidente della Repubblica, lo si fa diventare anche il “giudice supremo” dell’ordinamento costituzionale italiano. Per concludere, ci sarebbe da chiedersi se il professor Ainis avrebbe scritto lo stesso articolo se Presidente della Repubblica fosse stato, anziché Napolitano, Silvio Berlusconi.

 

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

20 risposte a Perché difendono Napolitano

  • Pingback: Napolitano vuole distruggere le prove | Byoblu.com

  • 8
    pinobios

    Si deve abolire il segreto di Stato è tutta lì la questione.

  • 7
    Ronnie

    Il presidente della Repubblica deve vigilare sulla Costituzione (e quando mai il nostro).

    Il presidente prima del colpo di Stato, attuato da lui e portato avanti da Monti & Co., poteva, sentiti i presidenti delle camere, scioglierne anche solo una e fare di tutto per portarci alle elezioni. Invece non ha fatto nulla di tutto ciò, probabilmente d’accordo con…..

    Comunque sia spero tanto, che le cose non cambino e che tutto si possa aggiustare in questo “maledetto” Paese, dove la gerontocrazia fa’ e decide presente passato e futuro. Stanno lì seduti ormai sugli scanni da 70 anni.  E gli italiani giù a 90°. Ma dai!!!!! Ma siamo un paese moderno? Siamo un Paese dove la civiltà è arrivata o siamo ancora ai tempi di Augusto (forse neppure lui così tanto che era un imperatore). o al Medioevo, dove il Signore, di tanto in tanto usciva dal castello e lasciava un po’ di briciole marce e tutti a venerarlo (quelli che le prendevano)

    Dicevo, perchè se cambia e la nostra italietta viene travalta da un’ondata di Giustizia, quella vera, mi sa tanto che il nostro Napolitano farebbe bene a dare un’occhiata all’amico (suo) Mubarrak. E quelli sarebbero “beduini”. Mica per niente è stata la prima grande civiltà universale. Vediamo di prendere un po’ di esempio.

  • 6
    Daelon

    Il problema è che l’italiano medio queste cose non le ha mai studiate e prende per oro colato quello che esce dai vari quotidiani. Quando magari basterebbero 5 minuti su wikipedia per smascherare questi “giornalisti” di corte. Cmq bell’articolo come al solito vado a farti un po’ di pubblicità ;)

  • 5
    max40

     

    I dubbi che hanno tanti è….ma se adesso si fa saltare Napolitano con l’impeachment o lo si mette nelle condizioni di abbandonare la Presidenza della Repubblica…con questo parlamento e con questa maggioranza…..chi diventerebbe automaticamente il prossimo Presidente?
    Berlusconi o Gianni Letta. Nemmeno nei film di fantascienza……
    Anzi io ogni tanto di notte…..ho l’incubo che da qui al 2013…Napolitano…abbia un improvviso e misterioso (per alcuni provvidenziale) problema di salute alla Don Verzè…..

     

    I dubbi che hanno tanti è….ma se adesso si fa saltare Napolitano con l’impeachment o lo si mette nelle condizioni di abbandonare la Presidenza della Repubblica…con questo parlamento e con questa maggioranza…..chi diventerebbe automaticamente il prossimo Presidente?

    Berlusconi o Gianni Letta. Nemmeno nei film di fantascienza…..

    .Anzi io ogni tanto di notte…..ho l’incubo che da qui al 2013…Napolitano…abbia un improvviso e misterioso (per chi sappiamo provvidenziale) problema di salute irreversibile alla Don Verzè…..

  • 4
    max40

     

    I dubbi che hanno tanti è….ma se adesso si fa saltare Napolitano con l’impeachment o lo si mette nelle condizioni di abbandonare la Presidenza della Repubblica…con questo parlamento e con questa maggioranza…..chi diventerebbe automaticamente il prossimo Presidente?
    Berlusconi o Gianni Letta. Nemmeno nei film di fantascienza……
    Anzi io ogni tanto di notte…..ho l’incubo che da qui al 2013…Napolitano…abbia un improvviso e misterioso (per alcuni provvidenziale) problema di salute alla Don Verzè…..

     

    I dubbi che hanno tanti è….ma se adesso si fa saltare Napolitano con l’impeachment o lo si mette nelle condizioni di abbandonare la Presidenza della Repubblica…con questo parlamento e con questa maggioranza…..chi diventerebbe automaticamente il prossimo Presidente?

    Berlusconi o Gianni Letta. Nemmeno nei film di fantascienza…..

    .Anzi io ogni tanto di notte…..ho l’incubo che da qui al 2013…Napolitano…abbia un improvviso e misterioso (per chi sappiamo provvidenziale) problema di salute irreversibile alla Don Verzè…..

  • 3
    max40

     

    I dubbi che hanno tanti è….ma se adesso si fa saltare Napolitano con l’impeachment o lo si mette nelle condizioni di abbandonare la Presidenza della Repubblica…con questo parlamento e con questa maggioranza…..chi diventerebbe automaticamente il prossimo Presidente?
    Berlusconi o Gianni Letta. Nemmeno nei film di fantascienza……
    Anzi io ogni tanto di notte…..ho l’incubo che da qui al 2013…Napolitano…abbia un improvviso e misterioso (per alcuni provvidenziale) problema di salute alla Don Verzè…..

     

    I dubbi che hanno tanti è….ma se adesso si fa saltare Napolitano con l’impeachment o lo si mette nelle condizioni di abbandonare la Presidenza della Repubblica…con questo parlamento e con questa maggioranza…..chi diventerebbe automaticamente il prossimo Presidente?

    Berlusconi o Gianni Letta. Nemmeno nei film di fantascienza…..

    .Anzi io ogni tanto di notte…..ho l’incubo che da qui al 2013…Napolitano…abbia un improvviso e misterioso (per chi sappiamo provvidenziale) problema di salute irreversibile alla Don Verzè…..

  • 2
    Ronnie

    Comunque voglio dire una cosa, fuori dal contesto, per ringraziare byoblu o Claudio Messora, per la pubblicazione dei nostri post, senza timori reverenziali, oltre il limite chiaramente.

    In quanto ho notato che su molti altri (per esempio su Virgilio), non puoi nominare fatti reali relativi ad alcune persone. Non puoi nominare il nome di Napolitano o altri gerontocrati, o banchieri tipo Rotschild, senza che ti censurano. Non scrivi una parolaccia, ma ti censurano lo stesso. Si lamentano tutti, ma quelli continuano, tanto tra un po’ saranno tutti a piedi visto che la Matrix finirà in mani estere. Ecco per esempio ho scritto questo e me l’hanno censurato.

    Concludo, ringraziando, come dovrebbe fare anche chi non la pensa come te e, soprattutto quelli che scrivono senza essere a conoscenza dei fatti accaduti e magari critica chi la storia l’ha vissuta da coevo, come noi quasi 60enni, a prescendire dalla cultura storica e la conoscenza di atti e documenti. Uno dovrebbe parlare per quello che sa. Se non sa impari. In quanto il tuo byoblu, caro Claudio, mi sembra rimasto, ad un certo livello di blog (anch’io avevo un blog, tutti possiamo avere un blog) uno dei pochi, se non l’unico dove si può respirare ancora un afflato di libertà d’informazione, e non solo, indipendentemente dall’essere di destra o di sinistra, che purtroppo gli italioti non hanno ancora capito trattarsi di etichette per metterci l’uno contro l’altro, come sempre è stato.

    Poi chi c’è dietro a te, chi c’è dietro a Grillo o chi c’è dietro a Travaglio penso che sia poco importante. Io so chi c’è davanti (NapoliMonti &CO), che ce lo stanno mettendo in quel posto come se fossero dietro. Ma guarda un po’. e gli italioti giù a battere le mani a 90°.

    Grazie ancora e non mollare!

  • 1
    giorgio anderson

    Dopo Napolitano, puo diventare presidente anche un  ***, anzi forse avrebbe piu dignita e sicuramente piu moralità. Un presidente ******, che secondo le fonti insabbia e cerca di distorcere una inchiesta di siffatta gravita è inaudito!! Una mostruosita degna del ****** che è ed è sempre stato!Infatti, dopo aver usato la costituzione e le istituzioni a suo ***** (scusate la appropriata ripetizione) comodo, dopo aver nominato un altro ********** (Mario Monti) con il compito malcelato di distruggere il nostro paese e gia per questo reo di colpe ignobili davanti ai suoi concittadini e alla storia di questo paese, oggi si permette, forte dell arroganza tipica dei *************, di sconfinare ancora senza ritegno e come sempre a scapito della verita e contro il suo popolo. Fermiamo queste **************, per il nostro bene il prima possibile!

    (ndr: commento modificato per non incorrere in reati procedibili d’ufficio)
     
  • 0
    framen

    Caro Claudio, solo il nostro amico e alleato Prof. Paolo Becchi dice veramente cio che dovrebbe essere costuituzionalmente rispettato dal Presidente Napolitano. Ma in realta’ sin dalle dimissioni di Berlusconi si e’ comportanto come un Presidente della Repubblica Francese, ha trasformato la nostra repubblica parlamentare in presidenziale. Altro che costituzionalista e capo del CSM, qui siamo di fronte ad un ubuso di potere, favorito oltretto anche dai media nazionali. Non a caso i suoi interventi sulle nostre TV pubbliche sono ormai quotidiane (due volte al d¡) ha superato il Pontefice, una cosa mai accaduta dal dopo gruerra ad oggi. Se lo avesse fatto Silvio Berlusconi lo avrebbero messo subito alla gogna. Concordo pienamente col Prof. Becchi, mi preoccupo piuttosto che si possa andare alle elezioni, al momento non vedo una alternativa democratica vera. Anche un ragazzo che dovesse leggere gli articoli della Costituzione capirebbe l’inganno e l’abuso. Purtroppo in Italia non usa insegnarla e non e’ neppure materia di studio. Ti danno solo il libretto e poi ti arrangi da solo. Speriamo in beme!!! Un caro saluto al Prof.

    Ciao Francesco

     

  • -1
    Vulka

    SEMPLICE:

     

    SONO TUTTI INFAMI!!!

  • -2
    claudio cugliandro

    Dal libro di Diritto Costituzionale Bin-Pitruzzella (quest’ultimo Presidente attuale dell’antitrust italiano):

    1) Per quel che concerne la Presidenza del Consiglio superiore della Magistratura […] la prassi riconosce al Capo dello Stato un GENERICO potere di rinvio ove ravvisi irregolarità formali nello svolgimento del procedimento  per il conferimento degli incarichi direttivi.

    2) … La stessa ragione, ha spinto ad attribuire la presidenza del collegio al Capo dello Stato, anche se bisogna aggiungere che tale presidenza ha prevalentemente carattere formale e simbolico, visto che il CSM elegge un vicepresidente che svolge concretamente tutti i compiti connessi alla presidenza del collegio.

    Dalla Costituzione, invece, si evince il principio della necessaria divisione dei poteri, oltre all’articolo relativo alle funzioni del Presidente della Repubblica. La logica, oltre che il testo, suggerirebbero la necessaria divisione del poteree giudiziario da quelli presidenziali. Che poi, quali sono? Rappresentanza. 

    Dai giornalisti vorremmo fatti. Invece abbiamo dei giornalisti fatti.
    Grande Claudio, grande Becchi.

  • -3
    roberto mura

    approvo in pieno
    claudio cugliandro ha scritto :
    NE

  • -4
    luminosa

    Caro Cluadio complimenti per quello che fai, però ti vorrei chiedere perchè non dai spazio alla petizione “sosteniamo Paola Musu” l’avvocato che, insieme a Paolo Barnard,  ha denunciato Monti e Napolitano per colpo di stato finanziario. Tutti  gli italiani devono esserne informati e se vogliono, firmare la petizione. Forse non servirà a niente, sarà semplicemente cestinata, come i vari referendum e mozioni popolari del passato. Adesso però ci troviamo ad un punto tale che moralmente ed eticamente non si può sempliocemente stare zitti. Io non riuscirei più a guardare negli occhi mio figlio!

  • -5
    libero pensatore

    Daelon ha scritto :
    Il problema è che l’italiano medio queste cose non le ha mai studiate e prende per oro colato quello che esce dai vari quotidiani. Quando magari basterebbero 5 minuti su wikipedia per smascherare questi “giornalisti” di corte. Cmq bell’articolo come al solito vado a farti un po’ di pubblicità ;)

    Se non lo hai studiato, ti confronti e se hai voglia di sapere di più, per esprimere un tuo convincimento, leggi di più e apprendi da più fonti. Se vuoi partecipare alla vita sociale e sapere chi sei devi anche sapere, diversamante sei fuori.

     

    • -5.1
      mancasal

      Se l’italiano medio dedicasse anche solo una frazione del tempo che dedica al calcio o al gossip per documentarsi su come funziona o dovrebbe funzionare lo stato, le istituzioni italiane, cosi come le conosciamo, salterebbero all’istante.

  • -6
    Daelon

    Questa devo proprio fartela leggere. Ho scritto una mail ad Ainis in cui lo accusavo di scarsa competenza e portando come allegato il tuo articolo. Questa la risposta: 

    grazie per il riconoscimento della competenza. quanto a becchi, scrive
    alcune cose esatte e altre originali; peccato che le sue idee esatte non
    siano originali, e quelle originali non siano esatte. la sua perla più
    preziosa è comunque dove s'avventura sul principio di leale
    collaborazione, negando il ruolo di cerniera del PdR: più che da
    bocciatura, è da espulsione da tutte le scuole del regno. un saluto, e si
    informi meglio prima di prendere per oro colato tutte le chiacchiere che
    legge

    m.a. 

    Ovviamente ho prontamente risposto chiedendogli se mi poteva citare questi articoli che negherebbe Becchi. Spero non sia un problema se ho pubblicato la mail ma volevo farti leggere cosa mi aveva risposto :D

    • -6.1

      Hai fatto bene. Pubblica anche eventuali risvolti futuri. Anzi: chiedigli se vuole proprio scrivere un articolo in risposta. Glielo pubblichiamo volentieri così accendiamo un dibattito.

    • -6.2
      Daelon

      Fatto ora aspettiamo la risposta, se mai ci sarà!

  • -7
    Bacillo


                       .con questo parlamento e con questa maggioranza…..chi diventerebbe automaticamente il prossimo Presidente? Berlusconi o Gianni Letta. Nemmeno nei film di fantascienza…… zè…..

    E’ davvero sconcertante l’alternativa!!!!

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

La violazione della legge sulla propaganda elettorale. Registrate e denunciate.

Registra e denuncia violazione della legge sulla propaganda elettorale Ancora adesso, mentre scrivo, a votazioni in corso, se aprite i social network vi potete imbattere facilmente nella propaganda a favore del Sì al Referendum Costituzionale. La campagna per il Sì in rete è stata invasiva e ai limiti dell'illegalità. Cosa dice la...--> LEGGI TUTTO

Grazie Giorgio Napolitano!? Chapeau!? Si sono bevuti il cervello!?

M5S Grazie Giorgio Stiamo parlando di Giorgio Napolitano? Quello che nel 2011 ha spianato la strada alla troika del governo Monti? Quello che ha firmato qualunque cosa? Quello che nel 2013, quando c'erano le consultazioni per formare un nuovo governo, ha chiamato al Quirinale Pdl e Pd ignorando il...--> LEGGI TUTTO

Ce lo chiede Beppe

Ce lo chiede Beppe Quindi, ricapitolando, il "collegio dei probiviri" di un movimento di democrazia diretta come il M5S è composto da tre nomi fatti per intero dal capo politico, senza che la "rete" possa nominarli non dico tutti, ma almeno un paio o anche uno solo. Peggio del direttorio dove...--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

La lettera di una mamma lavoratrice che fa venire il magone

Mamme lavoratrici: la triste realtà che si cela dietro alla famiglia del Mulino BiancoPubblico questa lettera (inviata a Beppe Severgnini sul Corriere della Sera), che fa venire il magone non solo a chi l'ha scritta ma anche a me che l'ho letta, e nella quale credo si riconoscano tante, troppe mamme lavoratrici, perché sia motivo di riflessione sul modo in cui si è...--> LEGGI TUTTO

La lobby dello zucchero uccide – i nuovi documenti tenuti nascosti

la lobby dello zucchero uccideNEW YORK: Decine di scienziati, negli Anni 60, furono pagati dall'industria americana dello zucchero per sminuire il collegamento tra consumo di zucchero e problemi cardiaci e spostare così l'attenzione sui grassi saturi. A rivelarlo sono una serie di nuovi documenti scoperti recentemente da un ricercatore della University of California di...--> LEGGI TUTTO

Caro M5S, volete allargare il direttorio? Bene, ma dovreste fare così…

votazione online democrazia direttaBarbara Lezzi, senatrice M5S, ha rilasciato un'intervista al Fatto Quotidiano sulle questioni romane. L'ipotesi, che alcuni organi di stampa dicono condivisa anche dalla Casaleggio Associati, è quella di allargare il direttorio a 30/40 persone. Una vera e propria struttura di intermediazione (di quelle che ancora oggi non sono previste dal "Non...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Come funziona l’Italia: noi siamo quelli con il fiore in mano

Come funziona l'ItaliaCome funziona l'Italia Ecco come funziona la nostra società. Questa è l'Italia. E, ...caso mai cercaste il pallino "voi siete qui", in questo disegno noi siamo quelli con il fiore in mano....--> LEGGI TUTTO

I nanorobot a controllo mentale che vi osserveranno.

I NANOROBOT A CONTROLLO MENTALE CHE VI OSSERVERANNOPer la prima volta, una creatura vivente è stata controllata dall'uomo utilizzando esclusivamente il pensiero, grazie a nanorobot che hanno rilasciato all'interno di alcuni scarafaggi dosi programmate di farmaci, in risposta all'attività cerebrale di chi ha condotto l'esperimento. Una tecnica che - sostengono già alcuni - potrebbe essere molto utile per il trattamento...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Le vostre email

Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

La vittoria dell’informazione e i pericoli del dopo Renzi

claudio messora Il No al referendum costituzionale è la vittoria dell'informazione contro chi pensava che per convincere gli italiani a votare basta una comunicazione semplificata, comprensibile a un bambino delle scuole medie. La sconfitta di Renzi passa anche per una ipersemplificazione della Comunicazione che non ha convinto e...GUARDA

Barbareschi ai giovani: “Siete superficiali! Avete votato no per ribellarvi al paterno!”

Barbareschi ai giovani: "Siete superficiali! Avete votato no per ribellarvi al paterno!" Luca Barbareschi traccia un quadro deprimente dei giovani che hanno votato no al referendum: sarebbero disinformati, superficiali, privi di strumenti, e con un grosso problema con il paterno, che li induce a ribellarsi contro qualsiasi cosa senza mai entrare nel merito....GUARDA

Barbareschi: siamo ascoltati e spiati da tutti i telefonini.

barbareschi-siamo-tutti-spiati-icona-play Luca Barbareschi, il popolare showman ora direttore del Teatro Eliseo a Roma, ha un'idea ben precisa sulla società della comunicazione digitale. A RaiNews24, il giorno dopo del voto al referendum, dice: "Siamo in democrazia... Capisco che ormai siamo ascoltati e spiati...GUARDA

Massimo D’Alema: è grazie a noi se M5S non ha vinto da solo!

Massimo D'Alema Massimo D'Alema fa la sua analisi del voto del referendum. Parla sarcasticamente delle rottamazioni di Matteo Renzi e afferma che se non ci fossero stati loro, il M5S avrebbe vinto da solo. ...GUARDA

I Cinque Stelle alla stampa: ora elezioni subito!

m5s-conferenza-stampa-iconaLa conferenza stampa del Movimento 5 Stelle alla Camera dei Deputati dopo la vittoria del No al Referendum Costituzionale. Davanti ai giornalisti, a tarda ora, dopo le dimissioni di Matteo Renzi, si sono presentati Vito Crimi, Danilo Toninelli, Alessandro Di Battista e Giulia Grillo, per dire al Presidente della Repubblica...GUARDA

Brunetta canta vittoria: Renzi ora si dimetta!

Renato Brunetta Brunetta canta vittoria: Renzi ora si dimetta!...GUARDA

Galloni e Rinaldi al Quirinale: ora Mattarella stralci il Pareggio di Bilancio

Galloni Rinaldi Quirinale Nino Galloni e Antonio Rinaldi salgono al Quirinale per chiedere simbolicamente a Mattarella che ora rispetti la volontà del popolo e si adoperi per rispettare la Costituzione italiana, stralciando subito il Pareggio di Bilancio ora Mattarella stralci Pareggio di Bilancio...GUARDA

Salvini – Vittoria del popolo contro i poteri forti di tutto il mondo

Salvini referendum La prima dichiarazione dopo gli Exit Poll che danno la vittoria del No a 55%-59% è di Matteo Salvini, che parla testualmente di "una vittoria del popolo contro i poteri forti di gran parte del mondo"....GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>