Una scopa in culo e ramazziamo anche per terra

Qualcuno ricorderà Giuseppe Mussari, l’uomo sotto la cui guida il Monte dei Paschi di Siena acquistò Banca Antonveneta per 9,3 miliardi di euro (poi saliti a 10,3) da Istituto Santander, che solo due mesi prima l’aveva pagata 6,6 miliardi. Tra le banche che assistivano Monte dei Paschi, ora creditrici, non poteva mancare un consorzio capitanato da JP Morgan e Goldman Sachs. Mussari, oggi presidente dell’ABI, è l’uomo che si dimise in segno di protesta per la storiaccia delle commissioni bancarie, facendo rientrare opportunamente le dimissioni immediatamente dopo e girando per le stanze dei gruppi parlamentari in maniera da assicurarsi che gli onorevoli ritornassero diligentemente sui loro passi. E così fu: le commissioni bancarie furono ripristinate con una delle più eclatanti prese per i fondelli che il concetto di democrazia nel nostro paese abbia mai conosciuto. Ovviamente nel silenzio vile dei grandi quotidiani (la televisione, a parte le mie incursioni a L’Ultima Parola, neanche la nomino).

Aiutami a continuare a fare informazione libera

 

Bene, in conseguenza di quelle operazioni, oggi Monte dei Paschi di Siena non è in grado di assolvere alle indicazioni dell’EBA sul coefficiente CORE TIERI1 del 9%, un parametro che indica la solidità di un banca e che deve essere verificato entro il 30 giugno. Ma vi sembra che, in un Paese dove non ci sono i soldi per i terremotati e nel quale si costringono i pensionati nelle case di riposo a pagare l’IMU come se la loro casa vuota fosse una seconda casa, la cattiva gestione di una banca privata e le conseguenti voragini possano rappresentare un problema? Se fosse stato un Governo dei Cittadini, certamente sì. Ma visto che si tratta di un Governo delle Banche, assolutamente no!

E così ci pensa immediatamente un tale di cognome Monti, Ministro dell’Economia, a fare una proposta che il Consiglio dei Ministri, presieduto da se stesso e da una confraternita di banchieri (che non pagano l’IMU come la Bocconi di Monti e come Monti stesso), approva immediatamente: 4 miliardi per tappare il buco. Almeno, in Spagna hanno fatto in modo che i 100 miliardi alle banche li pagassero gli altri, nella fattispecie noi. Invece, noi che stiamo per pagare miliardi e miliardi per un trattato europeo che servirà proprio alla ricapitalizzazione delle banche, ci ricapitalizziamo comunque da soli le nostre. Cornuti e mazziati! E sudditi, perché mentre in Germania hanno una Costituzione che vieta di ratificare un trattato come il MES senza indire un referendum popolare, la nostra non viete un bel niente, per cui la Commissione Affari Esteri del Senato sta procedendo a passo spedito senza che alcun dibattito pubblico, nei cosiddetti organi di informazione, venga perlomeno inscenato.

Il Tesoro dunque, che non ha un lira in tasca (altrimenti non saremmo sotto attacco dai mercati, giusto?) sottoscriverà due miliardi di bond di Monte dei Paschi di Siena immediatamente, e sostituirà quelli vecchi per un ammontare di 1,9 miliardi. Il che fanno 3,9 miliardi da pagare sull’unghia per strumenti simili ai vecchi “Tremonti Bond”, i quali si connotavano per essere titoli subordinati, ibridi e perpetui. Subordinati significa che se Monte dei Paschi fallisce, prima vengono pagate JP Morgan e Goldman Sachs, i correntisti e tutti gli altri, e solo alla fine, con calma, il Tesoro (e immagino che per una banca che vale 2,5 miliardi di euro sul mercato, non avanzi granché). Ibridi perché sono titoli che si possono convertire in azioni, quando e se Monte dei Paschi desidera. Perpetui perché non hanno scadenza: Monte dei Paschi rimborsa quando fa comodo a lei.

Come diceva quella vecchi canzone di Elio e le Storie Tese: “E poi? Una scopa in culo e ramazzo per terra?“.

 

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

14 risposte a Una scopa in culo e ramazziamo anche per terra

  • 10
    next

    Già, Mussari, oggi Presidente dell’ABI. Un bel premio per l’ottimo lavoro svolto in MPS..

    Mentre alla presidenza MPS hanno cooptato Alessandro Profumo. AD di Unicredito dal 1997 e dimesso a forza nel 2010. Anche li un gran bel lavoro. Liquidato con 40 mln di euro di *buona uscita*. Che dire, chapeau :|

    Ora in attesa di giudizio. E’ accusato, assieme a Barclays, di maxi evasione fiscale per 245 mln. Attraverso una serie di società estere pare abbiano mascherato degli utili facendoli figurare come dividendi per poter beneficiare dell’aliquota più bassa.

    Si dichiara fiducioso.

    In fondo cosa volete che sia…

    Come disse Bud Fox: Bazzecole, Gordon! :D

  • 9
    ciao

    Ronnie ha scritto :
    Eh, no! Allora non ha senso. MPS è l’ultima Banca, la prima in Italia nata come monte di pietà  nel 1470 circa, rimasta l’utimo baluardo, chiamatelo pure rosso, contro la finanza bianca, del Vaticano, dell’Opus Dei, e compagnia bella. Cattolica insomma. L’hanno “sbrindellata” in modo da “impossessarsene” per un tozzo di pane. La storia è molto lunga e un pochino complessa, ma questo è ciò che accade ai giorni nostri con il risultato di avere 4500 esuberi almeno, dati dalla chiusura di 400-500 sportelli. Il concetto che conta è questo (senza entrare nel dettaglio): fottere soldi ai risparmiatori, buttare i lavoratori in mezzo alla strada, caricare di tasse le aziende peggiorando la situazione del credit-crunch, in modo da avere altre chiusure di aziende che portano sempre più persone in mezzo alla strada e via così. Chiedendo poi sempre più sacrifici a chi non ha più nulla. E a chiedere chi sono? Quelli che imbarcano (dai, non si può dire “guadagnano”) 3,5,8,10,15,20,30,50….mila euro al mese (senza fare un emerito…… E non mi venite a dire che Nap, Mon, For, tutti i parlam, polit, etc. etc. lavorano. ma dai!! Non sanno neppure dove stia di casa il lavoro. Nella mia vita ho lavorato in fabbrica, alla catena di montaggio, sui cantieri, nei magazzini; ho fatto lo sportivo professionale e un po’ di teatro da attoruncolo fallito, ma negli ultimi due casi non sono mai andato in giro a dire che lavoravo. Ci campavo e dicevo che svolgevo delle attività. “Il lavoro è un’altra cosa” rispondevo. Anche quegli anni che ho fatto l’autista-corriere, dicevo che più che lavorare facevo “turismo”: giravo il nord Italia pagato e spesato. Quante belle albe e tramonti e luoghi magnifici, in tutte le stagioni mi sono visto, gustato e apprezzato. Penso che tutti dovrebbere fare questo tipo di lavoro a metà del cammin di nostra vita per capirne un pochino l’essenza e godersi la libertà della natura. Certo erani gli anni’ 90. Certo, poi è diventato tutto un bel disastro. Solo stress e rincorsa del profitto. E basta!! Scusate un po’ di “no topic”. Anche perchè, ieri ero furi dagli schemi, e come dice Monti, non mi annoiavo nel posto fisso, non mi interessavo del posto sicuro, ma da quest’anno sono comunque uno di quelli “in the middle of the road”. Come mai? Mah!! ah, sì lavoravo a con contratto annuale per le banche (12 anni). E poi… puff! in definitiva, le ho sempre odiate 8anche se loro non lo sapevano), ma me lo sono peso in quel posto comunque. Non cìè niente da fare:  vincono  sempre loro!

     

    Scusate se quoto questo off topic…

    Capisco bene cosa significa il lavoro duro…spesso faccio turni che iniziano alle 5 del mattino!!!

    Faccio orari spezzati da stroncare un cavallo…Ma fortunatamente ho un lavoro fisso…almeno per ora!!!

     

    Mi piacerebbe che la controinformazione parlasse dell’ingiustizia che si sta compiendo modificando l’art. 18!

     

    Sarà una vera manna per le aziende private! Facilitare il licenziamento  significa mandare a casa gente che a 40/50 compiuti non avrà più la possibilità di trovare un lavoro!

     

    Con famiglie sulle spalle…scadenze mensili…

     

    Si abuserà di questo potere?

    …Cerchiamo di salvaguardare quei pochi che ancora hanno una certezza a fine mese, certezza del mutuo, certezza di pagare bollette, certezza di mangiare…

    Non si arriva più a ripagare nessun vizzio o capriccio…

     

    Vorrei rivolgermi a quelli che non hanno ancora lavoro, vogliono farci credere che con questa riforma le cose miglioreranno, che chi “merita” si guadagnerà la sua bella fetta di benessere…

     

    Ma secondo voi questo paese si regge sulla meritocrazia? Chi ha potere si trova hai posti di comando perchè davvero quel ruolo lo ha conquistato con la sua bravura?

     

    E se sono così bravi come mai le cose peggiorano invece di migliorare?

     

    Qui qualcosa non funziona signori miei…Chi ha il posto fisso viene descritto come “privileggiato”,ma secondo voi uno che campa una famiglia con 1200/1400 euro al mese è un privileggiato?

    Semplicemente è un altro schiavo del sistema!

    Sapete lo stress che si genere dentro una famiglia che al 20 del mese comincia a vedere il suo contocorrente andare in rosso?

     

    Oggi la medicina afferma che lo stress provoca un forte abbassamente delle difese immunitarie…si possono formare anche dei tumori…per colpa dello stress!!!

     

    Se avessi saputo prima che il mio posto “fisso” era a  rischio, non avrei acceso un mutuo…non avrei comprato la macchina nuova…non mi sarei sposato, ecc ecc…

     

    Il problema non è l’articolo 18…E’ un atto di cattivaria colossale…compiuto da chi non sa cosa significa portare a case un pezzo di pane col sudore della fronte…quello vero.

     

    Se questa gente conoscesse la “fatica vera”, il lavoro vero…

    sono loro i privileggiati…non un poveraccio che dopo aver dato il c**o dentro un azienda per 20 anni, viene messo in mezzo ad una strada.

     

    Scusate se mi sono appropriato di questo piccolo spazio con questo “off topic”…spero che questo argomento venga affrontato nei blog di Grillo e di Claudio.

     

     

     

  • 8

    Ho letto l’articolo hai ragione trovo, la foto (fin) troppo eloquente.

  • 7
    Entità sempre vigile

    AHAHHA E’ QUELLO CHE USO DIRE IO SOLITAMENTE AI COGLIO… CHE PRETENDONO TUTTO SENZA DARE NULLA… MA SOLITAMENTE AGGIUNGO CHE SAREBBERO MEGLIO TRE SCOPE, UNA PER IL PAVIMENTO, UNA PER LA PARETE E UNA PER IL SOFFITTO…

  • 6

    quanto durera’ ancora questa baracca di europa? quanto ci vorra’ prima che gli italiani si sveglino?

  • 5
    jabbathemarvel

    era la famosa leggina di tremonti quella che lo stato italiano faaceva da prestatore di ultima istanza alle nostre banche …. ma non c’è stato nessun giornale che ha scritto nulla sul argomento …. oggi Tremonti va in giro a dispensare ricette su come uscire dalla crisi inneggiando a Glass-Steagall degli anni trenta (che per altro è stata abolita da Clinton nel 1999). Ma qui siamo solo quattro gatti che si informano sul piano economico ….. per cui fanno sempre come gli pare.

    • 5.1
      Ronnie

      Perchè è fatica in primis. E poi gli italiani anche i più “intelligentoni” fanno come gli struzzi, per non vedere i disastro che sta arrivando. Ma se c’è ancora gente che fa mutui trentennali (o anche ventennali) senza rendersi conto che fra 30 anni il sud Europa sarà diventata la spiaggia del nord Europa più ricco (o almeno di quello che rimarrà). Non c’è nulla da fare. Claudio e byoblu fanno bene ad informare sempre e comunque, anche perchè un domani potrà sempre dire “Ve lo avevo detto cosa stavano combinando”. E, nessuno potrà dire “Non lo sapevo”. E allora…. sono un po’ c**zi tua!

  • 4
    mauriziobetta

    buongiorno a tutti.

    sono nuovo di questo blog,ma vorrei suggerire di dedicare un po’ del vostro tempo alla visione di una vecchia ma non troppo conferenza del signor David Icke intitolata

    ” è tempo di scegliere”, la trovate su youtube, divisa in tre parti e un po’ lunga a dire il vero ma apre nuovi scenari e sicuramente curiosità proprio sul ruolo economico inteso come nuovo ordine mondiale.

    mi perdonerete se non sono capace di inserire i link, ma confido nel fatto che alcuni di voi andranno alla ricerca di questa interessantissima conferenza.

    • 4.1
      Crixi

      Ti prego, quel tizio non fa che buttare fumo negli occhi mescolando cose vere a cose completamente fittizie, non approfondendo nessuno dei concetti che enuncia e producendo esattamente l’effetto più propizio a chi dirige la baracca: diffondere rabbia e panico. Restiamo coi piedi per terra, di mostri ce n’è a sufficienza senza farli diventare alieni.

  • 3
    alfredo80x

    ricordo che j.p morgan,goldman sachs,lehaman brother,la fed americana ecc.sono tutte grandissime banche d’affari create e presiedute dagli ebrei che in passato molti giudicavano strozzini

  • 2
    BorisPasternak

    Io dico solo una cosa….attualmente ai valori di Borsa, MPS capitalizza circa 2mld di euro….chiederne 4 di mld di eur significa 2 cose :

     

    1) La banca è tecnicamente fallita

    2) Come c**zo si fà a non chiederne almeno la nazionalizzazione.

     

    • 2.1
      Ronnie

      Eh, no! Allora non ha senso. MPS è l’ultima Banca, la prima in Italia nata come monte di pietà  nel 1470 circa, rimasta l’utimo baluardo, chiamatelo pure rosso, contro la finanza bianca, del Vaticano, dell’Opus Dei, e compagnia bella. Cattolica insomma. L’hanno “sbrindellata” in modo da “impossessarsene” per un tozzo di pane. La storia è molto lunga e un pochino complessa, ma questo è ciò che accade ai giorni nostri con il risultato di avere 4500 esuberi almeno, dati dalla chiusura di 400-500 sportelli.

      Il concetto che conta è questo (senza entrare nel dettaglio): fottere soldi ai risparmiatori, buttare i lavoratori in mezzo alla strada, caricare di tasse le aziende peggiorando la situazione del credit-crunch, in modo da avere altre chiusure di aziende che portano sempre più persone in mezzo alla strada e via così. Chiedendo poi sempre più sacrifici a chi non ha più nulla. E a chiedere chi sono? Quelli che imbarcano (dai, non si può dire “guadagnano”) 3,5,8,10,15,20,30,50….mila euro al mese (senza fare un emerito…… E non mi venite a dire che Nap, Mon, For, tutti i parlam, polit, etc. etc. lavorano. ma dai!! Non sanno neppure dove stia di casa il lavoro.

      Nella mia vita ho lavorato in fabbrica, alla catena di montaggio, sui cantieri, nei magazzini; ho fatto lo sportivo professionale e un po’ di teatro da attoruncolo fallito, ma negli ultimi due casi non sono mai andato in giro a dire che lavoravo. Ci campavo e dicevo che svolgevo delle attività. “Il lavoro è un’altra cosa” rispondevo. Anche quegli anni che ho fatto l’autista-corriere, dicevo che più che lavorare facevo “turismo”: giravo il nord Italia pagato e spesato. Quante belle albe e tramonti e luoghi magnifici, in tutte le stagioni mi sono visto, gustato e apprezzato. Penso che tutti dovrebbere fare questo tipo di lavoro a metà del cammin di nostra vita per capirne un pochino l’essenza e godersi la libertà della natura. Certo erani gli anni’ 90. Certo, poi è diventato tutto un bel disastro. Solo stress e rincorsa del profitto. E basta!!

      Scusate un po’ di “no topic”. Anche perchè, ieri ero furi dagli schemi, e come dice Monti, non mi annoiavo nel posto fisso, non mi interessavo del posto sicuro, ma da quest’anno sono comunque uno di quelli “in the middle of the road”. Come mai? Mah!! ah, sì lavoravo a con contratto annuale per le banche (12 anni). E poi… puff! in definitiva, le ho sempre odiate 8anche se loro non lo sapevano), ma me lo sono peso in quel posto comunque. Non cìè niente da fare:  vincono  sempre loro!

  • 1
    cilli

    Scusate, qualcuno sa dirmi che fine ha fatto la proposta di accordo volto a  tassare i capitali depositati in svizzera cosi come hanno già fatto i tedeschi e gli altri stati europei? Dopo il clamore iniziale non ne sento più parlare.

  • 0
    smart_alex

    Bravo Claudio, mi stai procurando delle depressioni pazzesche ma almeno stai dando lezioni al mondo dell’informazione! Continua così!!!!

    Ciao GRANDE!!!

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

Miracolo della Boldrini: riesce a farmi dare ragione a Pierluigi Battista

Pierluigi Battista - Fake News - Fake What di Pierluigi Battista Peccato, che delusione. Questo dibattito sulla «post-verità», sulle fake news , sul mare di bufale che si amplificano sulla Rete ha preso una brutta piega, persino un po’ paranoica. Peccato, perché da interessante discussione sul valore e la qualità dell’informazione, il nuovo...--> LEGGI TUTTO

Gianluca Ferrara: Trump? Non cambierà niente. Ecco perché.

Trump Gianluca Ferrara - Play di Gianluca Ferrara 26.172, sono il numero di bombe che gli USA hanno sganciato soltanto nel 2016 su sette paesi. Una media spaventosa di 3 ordigni ogni ora. E Dinnanzi a questa ipocrisia che ruotava intorno al Premio Nobel per la pace Barack...--> LEGGI TUTTO

Quando non paghi nulla per l’informazione, ricorda che la merce sei tu!

Valerio Lo Monaco - Se per il tuo media non paghi nulla, la merce sei tu Quanto accaduto a Claudio Messora e al suo sito Byoblu di informazione indipendente è la prova provata di due cose importanti. Google ha deciso unilateralmente e irrevocabilmente di rimuovere tutte le procedure di monetizzazione attraverso gli annunci ADSense sul sito di Byoblu, sistema utilizzato da Byoblu...--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

Oggi attaccano Byoblu.com. Ma sarà presto un attacco contro tutti i dissidenti.

di Pino Cabras su MegaChip Fa molto bene Claudio Messora a sottolineare che il vero obiettivo della campagna contro le 'fake news' non erano certo quei cialtroni che infestano il web di notizie false, razziste e irresponsabili per acchiappare clic, che pure ci sono e da chissà...--> LEGGI TUTTO

Anche il ministro del Tesoro UK, contro la Brexit, adesso passa tra i grandi speculatori

Ministro del Tesoro UK - Non voleva la Brexit - Ora passa in BlackRock Un altro leader politico europeo (cfr: "E Barroso passa a Goldman Sachs! Taaaaac!") imbocca la cosiddetta “porta girevole” dell’alta finanza. George Osborne, per sei anni ministro del Tesoro britannico fino al referendum sull’Unione Europea del giugno scorso, ha accettato un’offerta della BlackRock per diventare consulente del...--> LEGGI TUTTO

Le fake news su Trump di Repubblica e la post-verità di Michele Serra

di Massimo Mazza L’amaca di Michele Serra è finita in cima alla prima pagina di Repubblica, ma questo non ha evidentemente incentivato il giornalista a migliorare la qualità della sua striscia quotidiana, che oggi registra l’ennesimo scivolone figlio d’approssimazione e ignoranza dei temi...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

A Capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio: la Terra rallenta!

A capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio - la Terra rallentaUn "salto" di un secondo verrà aggiunto al conto alla rovescia di questo Capodanno per compensare il rallentamento nella velocità di rotazione della Terra.  Il secondo "extra" accadrà non appena l'orologio toccherà la mezzanotte e verranno "create" le ore 23:59:60, posticipando momentaneamente l'arrivo del Capodanno. Il secondo...--> LEGGI TUTTO

BIOMETRIA, IL FUTURO DELLA SICUREZZA

biometriaRiconoscimento dell'iride, facciale e del movimento della mano durante la firma: le nuove strategie per prevenire i furti e le loro possibili applicazioni Un uomo si avvicina a una stanza blindata. Per entrare niente password o codici di sicurezza, ma l'accostamento degli occhi a un...--> LEGGI TUTTO

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Le vostre email

Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Beppe Grillo a Sanremo 1989 – Le penali se dico che i socialisti rubano

Beppe Grillo Sanremo 1989 play Beppe Grillo a San Remo 1989, comunica il suo compenso in diretta e legge le penali previste dal contratto se dice che i socialisti che rubano....GUARDA

Fake news e post-verità: a chi conviene?

fake news post-verità icon play Fake news e post-verità: ormai non parlano d'altro. In Germania, dove presto ci saranno le elezioni, Facebook incarica una organizzazione (finanziata tra gli altri da George Soros) di marchiare a fuoco le notizie ritenute inattendibili. Ma "Fake news", "post-verità" e "debunker" sono solo neologismi, è la neolingua per...GUARDA

Sovranità vs Inflazione – Scontro plastico tra Marco Mori e Salvo Cozzolino

Mori Vs Cuzzolino - Sovranità vs InflazioneMarco Mori vs Salvo Cozzolino è uno scontro che mette in scena il classico campionario degli argomenti contro la sovranità monetaria: inflazione, debito, helicopter money e tutto il resto. Solo una precisazione aggiuntiva per Cozzolino: qualcuno gli dica che dal 1946 al 1970 l'economia andava bene, anche in condizioni di...GUARDA

Lupi ai Cinque Stelle: il referendum sull’euro non lo farete mai. Solo demagogia!

Maurizio Lupi, durante le dichiarazioni di voto per la fiducia alla Camera sul Governo Gentiloni, si rivolge ai Cinque Stelle accusandoli di demagogia, e spiega perché il referendum sull'Euro non si può fare....GUARDA

CARLO SIBILIA: LA PSICOSI DEL MOVIMENTO 5 STELLE

"Io questa psicosi non la capisco: volere necessariamente addossare delle responsabilità al Movimento 5 Stelle, che ce le ha, se le stra prendendo, sta lavorando, abbiamo già fatto delle cose nel Comune di Roma e saranno i cittadini, quelli che sono deputati a decidere. È chiaro che noi...GUARDA

E PERFINO IL DIRETTORE DE L’ESPRESSO, TOMMASO CERNO, DIFENDE M5S: SOVRANITÀ AL POPOLO!

Tommaso Cerno, direttore de L'Espresso, si accalora e sostiene con passione la causa della sovranità popolare e del diritto dei cittadini di esercitarla attraverso il voto, e difende anche la posizione del Movimento 5 Stelle rispetto alla lotta che sta conducendo dentro e fuori dal Parlamento...GUARDA

TUTTI GLI UOMINI DEL PRESIDENTE… DEL PRESIDENTE PRECEDENTE – Walter Rizzetto alla Camera

Il discorso di Walter Rizzetto a Paolo Gentiloni per la fiducia del Governo Gentiloni alla Camera: "Il Partito Democratico incarica il Partito Democratico di formare un nuovo Governo del Partito Democratico, dopo le dimissioni del Governo del Partito Democratico per il referendum del Partito Democratico. Tutti...GUARDA

Come salveranno MPS passo passo, fino al decreto Gentiloni, spiegato da Dino Pesole del Sole24Ore

MPS Pesole Mes Come salveranno MPS e (probabilmente) invocheranno il Fondo Salva Stati (MES) con la scusa di mettere una pezza ai bilanci delle banche, spiegato da Dino Pesole del Sole 24 Ore.  (altro…)...GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>