Incredibile: pur di fare la TAV hanno tolto i soldi alla scuola!

di Valerio Valentini

“Con i vincoli imposti dalla spending review non siamo nelle condizioni di assicurare l’apertura dell’anno scolastico”. Questo l’allarme lanciato il 23 luglio scorso dal presidente della Provincia di Torino, e vicepresidente dell’Unione delle Province d’Italia, Antonio Saitta. Peccato, però, che parte dei fondi interministeriali destinati anche alla ristrutturazione e alla manutenzione dell’edilizia scolastica siano stati destinati, a partire dal novembre 2010, ai lavori per il Tav.

 

A denunciare questa paradossale verità è stato il portavoce del movimento No Tav, Alberto Perino, durante la conferenza stampa tenutasi il 25 luglio, nella quale annunciava la “marcia popolare”, indetta per sabato 28 luglio.

Perino fa riferimento ad una delibera del Cipe, approvata a Roma il 18 dicembre 2010 e firmata dall’ex premier Silvio Berlusconi e dall’allora segretario del Cipe, Gianfranco Miccichè (quello che sosteneva l’inopportunità di intitolare l’aeroporto di Palermo a Falcone e Borsellino, perché ciò contribuiva, a suo dire, a trasmettere un’immagine negativa della Sicilia a chi giungeva nel capoluogo siciliano).

I fatti sono questi: un decreto legge approvato nel gennaio 2009, recante “misure urgenti per il sostegno a famiglie, lavoro, occupazione e impresa e per ridisegnare in funzione anticrisi il Quadro Strategico Nazionale“, demandava al Cipe (Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica) la responsabilità “di assegnare una quota delle risorse nazionali disponibili nel Fondo aree sottoutilizzate al […] Fondo infrastrutture, anche per la messa in sicurezza delle scuole, per le opere di risanamento ambientale, per l’edilizia carceraria, per le infrastrutture museali ed archeologiche, per l’innovazione tecnologica“. In sostanza, la legge prevede un travaso: parte dei soldi inizialmente stanziati per le aree più depresse del Paese viene dirottato nel Fondo Infrastrutture.

Ma i fondi gestiti dal Cipe, essendo dei fondi “interministeriali” – cioè utilizzati, appunto, da vari dicasteri – molto spesso sono una sorta di gioco delle tre carte: se vengono destinati a finanziare un progetto, non ci sono più per finanziarne un altro. La loro gestione, insomma, è demandata al buon senso di chi governa, che dovrebbe agire seguendo la logica delle priorità.

Ebbene, la delibera del 18 dicembre 2010 sopracitata ha stabilito che la priorità per l’Italia è quella di finanziare in maniera massiccia la costruzione di un’opera, qual è il Tav, del tutto inutile, dannosa e criminogena. Infatti, parte dei fondi stanziati per la costruzione del tunnel esplorativo della Maddalena sono stornati dal quel medesimo Fondo infrastrutture, e dunque sottratti a progetti decisamente più utili, soprattutto in un Paese cui le scuole cadono a pezzi in condizioni naturali e si sbriciolano alla prima scossa di terremoto (L’Aquila docet), in cui i detenuti sono ammassati in condizioni indecenti, in cui muoiono in media 7 persone al mese a causa del dissesto idrogeologico (senza contare i sismi) e in cui lo stato dei musei grida vendetta. Ma ai potenti italiani queste bazzecole non interessano minimamente: è per questo che da quel fondo interministeriale vengono sottratti 120 milioni di euro da destinarsi al cunicolo geognostico della Maddalena.

E se questa sciagurata decisione è stata presa dal governo Berlusconi, certo non si può dire che l’esecutivo tecnico abbia invertito la tendenza. Anzi, ha ignorato ogni critica, ha criminalizzato gli oppositori (“La Tav è la madre di tutte le preoccupazioni!”), ed ha ripreso a lavorare a spron battuto per regalare all’Italia un’opera faraonica del tutto folle, già accantonata dal Portogallo e rimessa in discussione dalla stessa Francia.

Torna inevitabilmente alla memoria la citazione di De Gasperi fatta qualche giorno fa a Mosca da Mario Monti: “un politico guarda alle prossime elezioni – ha affermato il nostro primo ministro – uno statista guarda alle prossime generazioni”. Ecco, viene da chiedersi se il Paese ideale che Monti è ansioso di lasciare in eredità ai nostri figli è quello in cui le scuole sono delle catapecchie ma in cui si ha l’immensa, straordinaria possibilità di prendere un treno da Torino per andare, ad alta velocità, a studiare a Lione.

 

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

5 risposte a Incredibile: pur di fare la TAV hanno tolto i soldi alla scuola!

  • 2
    Lollino

    Che schifo, che schifo e che schifo. Ho 20 anni, devo iniziare l’università con un anno di ritardo perchè non avevo trovato la mia strada l’anno scorso (sai decidere in un mese nemmeno il tuo futuro senza l’aiuto di nessuno…) e perciò non posso più ricevere i piccoli aiuti economici che vengono stanziati agli studenti.

    All’estero è quasi d’obbligo fare un “gap year” per trovare la propria strada, per decidere il futuro della tua vita. Qui nessuno ti aiuta, nessuno ti appoggia in queste decisioni che da noi sono viste come le azioni di un bamboccione fannullone mentre fuori come le azioni di un ragazzo che tiene alla propria carriera. Mi sono stancato di dovermi preoccupare della mia carriera universitaria perchè le università sono sull’orlo della banca rotta e i fondi per l’università e la ricerca soprattutto sono quasi nulli. 

    Mi fa letteralmente schifo questo sistema, questa Italia che pensa ai vecchi parlamentari e non ai giovani ricercatori che saranno gli ingranaggi e il motore di questo paese. 

    Per passare i test di ammissione devi essere figlio di papà o membro diuna qualche associazione religiosa, altrimenti vai a fare biologia che è diventato il corso di laurea di “chi non ce l’ha fatta”, mentre negli altri paesi è il corso di laurea di chi vorrà dare anima e corpo ad una delle professioni più importanti: il ricercatore. 

    All’estero, anche nei paesi in via di sviluppo, le risorse economiche vengono stanziate sopprattutto per la ricerca, per il futuro. Da noi per un cavolo di treno che non serve…

    Vorrei far basta con le parole e agire fisicamente, basta mi sono strancato di questi porci ammaliati dalla possibilità di fare soldi. 

    • 2.1
      Care

      Carissimo Lollino,

      Voglio tranquillizzarti per quanto riguarda gli esami di ingresso alle Università: le facoltà serie vogliono studenti ben preparati e interessati allo studio e NON dei raccomandati. Le Università poco serie ci tengono ad avere il maggior numero di studenti per potere giustificare la loro esistenza e ottenere i sussidi governativi.

      Negli Stati Uniti e in Canada le Università sono molto care e gli studenti iniziano all’ età della scuola media a lavorare nei mesi estivi per iniziare a mettere da parte soldi per pagarsi l’ Università. Lo Stato  poi offre mutui agevolati a studenti per il pagamento costi campus, soldi che poi gli studenti dovranno ovviamente, restituire allo stato.

      In Cina è ancora peggio. Se non mantieni un certo ritmo e un certo livello, impensabile qui da noi, sei immediatamente espulso. Nella maggior parte dei paesi del mondo lo studio all’ Università è un privilegio, non di tutti.  Qui in Italia dovrebbero togliere il valore legale ai titoli di studio e lasciare lo studio a chi vuole ed è interessato ad un settore specifico,  togliendo al titolo un valore di gettone di ingresso ad un fantomatico lavoro.

      Se ti interessa ci sono bisogno di studenti per le facoltà di matematica, che sono poco gettonate e che offrono poi possibilità di lavoro.   Auguri e coraggio !

  • 1
    Alerighini

    sapete cosa sarebbe veramente ma veramente supendo? 

    poter decidere dove vanno a finire le tue tasse comprese di nome e cognome poi qualcuno mi dirà a ma la privacy? la privacy serve ai ricconi perchè ladrano e speculano, e comunque poter decidere dove vanno le tasse, sarebbe stupendo. 

    lo vedo già… nessuna auto blu, politici veri , perchè fanno le cose per il proprio paese e non per i soldi, nessuna opera inutile….

    e comunque non lo ripeterò mai abbastanza, la democrazia e il suo sistema di tasse ha fatto la storia , adesso sarebbe ora di passare a qualcosa di diverso, qualcosa che permetta di evitare che rinc*****niti patentati possano prendere parte al governo del paese…

    e badate bene questo non vuol dire più democrazia(perche’ l’ultimo governo berlusconi ha rasentato la massima democrazia nella storia), semmai assolutamente nessuna democrazia.

     

     

  • 0
    Vulka

    Un motivo in più, questo, per aderire SUBITO e in MASSA alla denuncia che ha fatto contro l’intero governo l’avv Paola Musu

     

    http://gek60.altervista.org/2012/06/sostenaiamo-l-avvocato-paola-musu/

     

    cliccate sulla figura in alto e arrivate al sito della petiziione.

     

    È ORA DI DARSI UNA MOSSA!!! QUESTA È UNA VERA POSSIBILITÀ SENZA INTERESSI NASCOSTI!!!

     

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

La violazione della legge sulla propaganda elettorale. Registrate e denunciate.

Registra e denuncia violazione della legge sulla propaganda elettorale Ancora adesso, mentre scrivo, a votazioni in corso, se aprite i social network vi potete imbattere facilmente nella propaganda a favore del Sì al Referendum Costituzionale. La campagna per il Sì in rete è stata invasiva e ai limiti dell'illegalità. Cosa dice la...--> LEGGI TUTTO

Grazie Giorgio Napolitano!? Chapeau!? Si sono bevuti il cervello!?

M5S Grazie Giorgio Stiamo parlando di Giorgio Napolitano? Quello che nel 2011 ha spianato la strada alla troika del governo Monti? Quello che ha firmato qualunque cosa? Quello che nel 2013, quando c'erano le consultazioni per formare un nuovo governo, ha chiamato al Quirinale Pdl e Pd ignorando il...--> LEGGI TUTTO

Ce lo chiede Beppe

Ce lo chiede Beppe Quindi, ricapitolando, il "collegio dei probiviri" di un movimento di democrazia diretta come il M5S è composto da tre nomi fatti per intero dal capo politico, senza che la "rete" possa nominarli non dico tutti, ma almeno un paio o anche uno solo. Peggio del direttorio dove...--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

La lettera di una mamma lavoratrice che fa venire il magone

Mamme lavoratrici: la triste realtà che si cela dietro alla famiglia del Mulino BiancoPubblico questa lettera (inviata a Beppe Severgnini sul Corriere della Sera), che fa venire il magone non solo a chi l'ha scritta ma anche a me che l'ho letta, e nella quale credo si riconoscano tante, troppe mamme lavoratrici, perché sia motivo di riflessione sul modo in cui si è...--> LEGGI TUTTO

La lobby dello zucchero uccide – i nuovi documenti tenuti nascosti

la lobby dello zucchero uccideNEW YORK: Decine di scienziati, negli Anni 60, furono pagati dall'industria americana dello zucchero per sminuire il collegamento tra consumo di zucchero e problemi cardiaci e spostare così l'attenzione sui grassi saturi. A rivelarlo sono una serie di nuovi documenti scoperti recentemente da un ricercatore della University of California di...--> LEGGI TUTTO

Caro M5S, volete allargare il direttorio? Bene, ma dovreste fare così…

votazione online democrazia direttaBarbara Lezzi, senatrice M5S, ha rilasciato un'intervista al Fatto Quotidiano sulle questioni romane. L'ipotesi, che alcuni organi di stampa dicono condivisa anche dalla Casaleggio Associati, è quella di allargare il direttorio a 30/40 persone. Una vera e propria struttura di intermediazione (di quelle che ancora oggi non sono previste dal "Non...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Come funziona l’Italia: noi siamo quelli con il fiore in mano

Come funziona l'ItaliaCome funziona l'Italia Ecco come funziona la nostra società. Questa è l'Italia. E, ...caso mai cercaste il pallino "voi siete qui", in questo disegno noi siamo quelli con il fiore in mano....--> LEGGI TUTTO

I nanorobot a controllo mentale che vi osserveranno.

I NANOROBOT A CONTROLLO MENTALE CHE VI OSSERVERANNOPer la prima volta, una creatura vivente è stata controllata dall'uomo utilizzando esclusivamente il pensiero, grazie a nanorobot che hanno rilasciato all'interno di alcuni scarafaggi dosi programmate di farmaci, in risposta all'attività cerebrale di chi ha condotto l'esperimento. Una tecnica che - sostengono già alcuni - potrebbe essere molto utile per il trattamento...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Le vostre email

Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

La vittoria dell’informazione e i pericoli del dopo Renzi

claudio messora Il No al referendum costituzionale è la vittoria dell'informazione contro chi pensava che per convincere gli italiani a votare basta una comunicazione semplificata, comprensibile a un bambino delle scuole medie. La sconfitta di Renzi passa anche per una ipersemplificazione della Comunicazione che non ha convinto e...GUARDA

Barbareschi ai giovani: “Siete superficiali! Avete votato no per ribellarvi al paterno!”

Barbareschi ai giovani: "Siete superficiali! Avete votato no per ribellarvi al paterno!" Luca Barbareschi traccia un quadro deprimente dei giovani che hanno votato no al referendum: sarebbero disinformati, superficiali, privi di strumenti, e con un grosso problema con il paterno, che li induce a ribellarsi contro qualsiasi cosa senza mai entrare nel merito....GUARDA

Barbareschi: siamo ascoltati e spiati da tutti i telefonini.

barbareschi-siamo-tutti-spiati-icona-play Luca Barbareschi, il popolare showman ora direttore del Teatro Eliseo a Roma, ha un'idea ben precisa sulla società della comunicazione digitale. A RaiNews24, il giorno dopo del voto al referendum, dice: "Siamo in democrazia... Capisco che ormai siamo ascoltati e spiati...GUARDA

Massimo D’Alema: è grazie a noi se M5S non ha vinto da solo!

Massimo D'Alema Massimo D'Alema fa la sua analisi del voto del referendum. Parla sarcasticamente delle rottamazioni di Matteo Renzi e afferma che se non ci fossero stati loro, il M5S avrebbe vinto da solo. ...GUARDA

I Cinque Stelle alla stampa: ora elezioni subito!

m5s-conferenza-stampa-iconaLa conferenza stampa del Movimento 5 Stelle alla Camera dei Deputati dopo la vittoria del No al Referendum Costituzionale. Davanti ai giornalisti, a tarda ora, dopo le dimissioni di Matteo Renzi, si sono presentati Vito Crimi, Danilo Toninelli, Alessandro Di Battista e Giulia Grillo, per dire al Presidente della Repubblica...GUARDA

Brunetta canta vittoria: Renzi ora si dimetta!

Renato Brunetta Brunetta canta vittoria: Renzi ora si dimetta!...GUARDA

Galloni e Rinaldi al Quirinale: ora Mattarella stralci il Pareggio di Bilancio

Galloni Rinaldi Quirinale Nino Galloni e Antonio Rinaldi salgono al Quirinale per chiedere simbolicamente a Mattarella che ora rispetti la volontà del popolo e si adoperi per rispettare la Costituzione italiana, stralciando subito il Pareggio di Bilancio ora Mattarella stralci Pareggio di Bilancio...GUARDA

Salvini – Vittoria del popolo contro i poteri forti di tutto il mondo

Salvini referendum La prima dichiarazione dopo gli Exit Poll che danno la vittoria del No a 55%-59% è di Matteo Salvini, che parla testualmente di "una vittoria del popolo contro i poteri forti di gran parte del mondo"....GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>