Euro, lasciate ogni speranza o voi che entrate!

di Paolo Becchi

Nella scorsa puntata abbiamo scoperto che uscire dall’Europa, la “fossa dei leoni”, si può: è difficile ma non impossibile. Dobbiamo, a questo punto, domandarci: se uno Stato (diciamo, per puro caso, l’Italia) non volesse uscire dall’Europa ma soltanto rinunciare alla moneta unica – all’Euro – si potrebbe fare?

Aiutami a continuare a fare informazione libera

Vi sono, nell’Unione, Stati che non hanno adottato l’Euro, come è noto. Logica vorrebbe, pertanto, che sia certamente possibile restare in Europa uscendo soltanto dalla moneta unica. Eppure la cosa è un po’ più complicata di quanto si penserebbe. Mentre, infatti, il Trattato di Lisbona disciplina, all’art. 50, la procedura di uscita dall’Unione, nessuna disposizione fa riferimento alcuno al recesso dall’unione monetaria (così come, del resto, nulla diceva il Trattato di Maastricht a questo proposito). Sembrerebbe quasi che, una volta accettata la moneta, non si possa più neppure indietro. L’effetto potrebbe essere perverso: ad “Eurolandia” ci possono essere Paesi la cui moneta è l’euro e Paesi “con deroga”, ma se uno Stato membro del primo tipo decide di uscire dall’euro, non può passare alla categoria degli “Stati membri con deroga”, ma deve uscire dall’Unione. Sembra un corto circuito prodotto, forse involontariamente, dai trattati.

Possibile uscirne? Secondo alcuni autori, no: «non è consentito uscire dall’unione monetaria senza abbandonare contestualmente l’Unione europea» (L. Cavallari, Integrazione monetaria e governo dell’economia, Milano, Franco Angeli, 2006, p. 27). Secondo altri, invece, proprio in forza del fatto che «il sistema europeo è stato disegnato per funzionare con Stati dentro e fuori dall’euro», l’uscita dovrebbe essere consentita, quantomeno con un negoziato analogo a quello previsto dall’art. 50 (P. Manzini, Uscire dall’euro si può anche restando in Europa, in «QN», 14 maggio 2012, p. 8).

Si potrebbero fare altre considerazioni in merito. Al Trattato di Lisbona dovrebbero, infatti, applicarsi le norme di diritto internazionale consuetudinario

in materia di formazione, validità ed efficacia dei trattati internazionali, tra le quali dovrebbero ritenersi compresi alcuni princìpi in materia di recesso (quali quelli codificati, ad esempio, con la Convenzione di Vienna sul “Diritto dei Trattati” del 23 maggio 1969). In assenza di disposizioni specifiche sul recesso dalla sola unione monetaria, si potrebbe argomentare che quest’ultima facoltà dovrebbe comunque essere attribuita agli Stati membri in quanto deducibile «dalla natura del trattato», che prevede espressamente un sistema costruito secondo un meccanismo di “integrazione differenziata” con l’esistenza di Paesi europei che continuano a “battere” la propria moneta. Inoltre, potrebbe sempre valere, anche per l’unione monetaria, il principio secondo il quale il recesso è consentito se si verifica «un cambiamento fondamentale delle circostanze intervenuto rispetto alle

circostanze esistenti al momento della conclusione di un trattato e che non era stato previsto dalle parti» (art. 62 della Convenzione di Vienna del 1969).

Ed è difficile dunque “uscire”, prima che dall’Euro, dal paradosso che l’art. 50 del Trattato di Lisbona ha creato (forse volontariamente, a voler pensare male), di consentire un’uscita concordata o meno dall’Europa, ma non dalla sua moneta. Forse, però, non tutto il male viene per nuocere: con un colpo solo, possiamo volendo uscire da questa Europa e dall’Euro. Due al prezzo di uno.

 LEGGI ANCHEUscire dall’Europa si può! Ecco come…

GUARDA I VIDEO DI PAOLO BECCHI SU BYOBLU.COM:

Uno spavento senza fine

Paolo Becchi Euro Europa Claudio Messora Byoblu Byoblu.com

 

Attenzione: nuove cazzate in arrivo.

Paolo Becchi Spiegel

clicca per guardare il video

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

22 risposte a Euro, lasciate ogni speranza o voi che entrate!

  • 3
    maxeem

    come al solito si svicola dal vero problema: la spesa pubblica enorme!! l’euro non c’entra niente l’italia spende molto di piu di quello che incassa, da 40 anni, tutto qui!!!

    se si facesse una bella revisione della spesa pubblica non avremmo nessun problema!!!

    • 3.1
      Milko

      Ci sarebbe il signor Avanzo Primario che non è d’accordo con te.

      E’ vero, il problema non è l’euro, infatti il debito pubblico ha iniziato ad impennare dal 1981, anno del divorzio fra Tesoro e Bankitalia. (FYI La stessa dinamica si è verificata in Francia dal 1973 dopo la stessa ingegnosa idea).

      Fino ad allora il DP viaggiava intorno al 60% del PIL. Credi non ci fosse spesa pubblica? Ti sbagli, era in costante crescita. Non c’era corruzione? Tangentopoli ha dimostrato il contrario. Non c’era evasione fiscale? C’era allora più di adesso, si parlava di oltre il 30%, oggi siamo al 10%. (Fra l’altro, prova a spiegare come mai è calata l’evasione ma la pressione fiscale è aumentata…)

      L’euro ha invece introdotto una novità, ha praticamente convertito, come scrive NeroLucente, tutto il debito (anche quello che lo stato italiano doveva agli italiani) praticamente in debito estero. Ecco perché ora son c**zi nostri! (Qui l’esclamativo ci va e ce lo metto).

      E che il rientro nei parametri comunque non risolverebbe lo dimostra la Spagna (70% DP/PIL). Ma ancora meglio l’Irlanda, nel 2007 al 30% (segui il labiale T-R-E-N-T-A), hanno adottato tutte le misure dettate dall’Europa, eppure?! Eppure continuano ad essere nella cacca.

      Ma allora la SP potrebbe non c’entrare, non solo almeno. E nemmeno l’€. Ma allora cos’è?

      Anche in questo caso i numeri ci danno una mano a capire che i problemi potrebbero essere (anche) altri. La moneta unica ha incrementato l’ingresso di capitali stranieri. Ecco l’altro guaio. Lo so che sgranerai gli occhi perché le tue fonti te lo vendono come un toccasana, ma, se non ben gestito (improduttivo), come fatto dai PIIGS nei primi anni di unione monetaria, si rivela una pericolosa minaccia perché si converte in debito puro. 

      Questi sono i numeri, se ne hai altri posta pure.

      Numeri a parte però sarei d’accordo con te se nella spesa pubblica ci includi gli aiuti al sistema bancario, ma questi non si possono tagliare perché, capirai, “Too big to fail” e allora? Non c’è più niente da fare.

      Il problema vero (se proprio vuoi ricondurre tutto ad uno) è un altro: è che “siamo in guerra” come ammesso dal TUO premier. Di conseguenza la classe politica tutta deve essere coèsa contro il nemico e l’informazione di regime, da cui ti nutri, ha “il compito di veicolare l’opinione pubblica” (Andrea Monti, giornalista RCS, direttore GdS).

      Ed il nemico, se non l’avessi capito, si chiama Democrazia.

    • 3.2
      Milko

      Dati-Cause-Effetti.

      Il resto sono chiacchere da Pravda sul bancone dei gelati ed opinioni dei clown di prima serata.

      Come si spiega allora il calo DP/PIL a cavallo del secolo? Sono improvvisamente diventati tutti onesti?

      La corruzione è un problema serio, ma non fondamentale.

      Il dilettantismo è una cosa seria, come rilevato da questo post.

      Ma come è possibile sottoscrivere trattati così fumosi? Forse in questo la corruzione c’entra qualcosa…

    • 3.3
      Ronnie

      Esatto!! Ma tutto diventa un problema quando non gli Stati perdono la sovranità.

      Se poi, come noi già dal dopoguerra, eravamo un Paese a sovranità limitata (dagli USA) e l’abbiamo persa del tutto è un vero godimento.

    • 3.4
      NeroLucente

      La spesa pubblica diventa un vero problema quando non sei più tu, Stato italiano, che stampi la tua moneta. E la moneta che usi la devi prendere in prestito, questo è il vero problema.

      Perchè altrimenti diventa solo una questione di spesa giusta. Ed è proprio grazie alla spesa pubblica che si introduce nuova moneta e quindi si può far crescere l’economia di un Paese. In molti credono che vada combattuta la spesa pubblica, quel che va combattuto è il sistema che ti priva della tua sovranità monetaria.

      Poi, una volta riaquisita la sovranità, si può e si deve evitare che la spesa pubblica venga sistemanticamente sottratta ai cittadini per finire nelle mani di pochi, ma questo viene dopo.

    • 3.5
      alb82

      Non ho capito se stai rispondendo a me.Ci sono dei dati. inflazione crescente fino al 1981. Dopo deceescente. Notare l’inflazione con l’euro poi.Se i politici sono degli inetti (o ladri) con la sovranità monetaria vi rubano i soldi con l’inflazione di nascosto. con la banca centrale indipendente devono usare le tasse.

    • 3.6
      alb82

      http://crisis.blogosfere.it/2012/06/debito-pubblico-italiano-ecco-i-responsabili-con-qualche-sorpresa.html

      Finchè lo stato finanzia il debito stampando moneta in proprio poi però fa crescere l’inflazione che è una tassa nascosta.

      Quando lo stato non ha più potuto rubare i soldi con l’inflazione (che a quel punto la controlla la banca centrale indipendente), allora avrebbe dovuto cominciare a diventare più accorta nella gestione economica, ma tanto i ladri erano gli stessi, han continuato a rubare e han messo tutto nel mucchio del debito pubblico.

  • 2
    robertogambuti

    Si, però qualcuno non ho capito una cosa.

    Quando siamo usciti dallo SME non c’è stato il disastro temuto e queto è un argomento per dire che se usciamo dall’Euro non si scatenerà la fine del mondo.

    Si, ma perché? Non ho trovato nessuno (finora) che ha saputo spiegarmelo.

    Grazie

  • 1
    Milko

    alb82 ha scritto :
    Non ho capito se stai rispondendo a me. Ci sono dei dati. inflazione crescente fino al 1981. Dopo deceescente. Notare l’inflazione con l’euro poi. Se i politici sono degli inetti (o ladri) con la sovranità monetaria vi rubano i soldi con l’inflazione di nascosto. con la banca centrale indipendente devono usare le tasse.

    Sì, rispondevo a te.

    I dati ci sono ma tu riconduci tutto alla disonestà dei politici, che è un’opinione. 

    Ti spiego perché: la corruzione/concussione/sprechi sono un problema, su questo non ci piove, ma se i dati macroeconomici variano sensibilmente dopo determinati eventi allora si può pensare che questo problema non possa essere determinante perché onnipresente.

    Guardati l’articolo che hai postato, proprio lì hai la risposta. I due peggiori premier sono stati Amato nel 1992 e Berlusconi nel 2008, questo lo dice la tua fonte. Forse perché c’è stata un’impennata della disonestà? 

    Ne prenderò atto se me lo dimostrerai, ma fino ad allora resterò convinto che le cause debbano essere ricercate altrove. Soprattutto quando questo andamento rispecchia quello di altre nazioni.

    L’analisi dell’articolo postato è del tutto strampalata, riconduce agli sforzi dei vari governi un calo di 17 punti e poi a Berlusconi il crollo a partire dal 2008, conclusioni senza una base scientifica ma solo di pancia (oltre che di fede se mi è concessa un’opinione).

    Nel 2008, semmai fosse sfuggito, c’è stato il caso Lehman, che è servito a far precipitare una situazione instabile. Una complicazione che anticipa la fine di un malato terminale.

    Ti rendi conto che la malapolitica non c’entra niente, o almeno non c’entra nei termini che si vuole intendere?! Perché anche i più onesti amministratori del pianeta in queste condizioni potrebbero ben poco. Guardati il ciclo di Minsky e capirai cosa è successo nell’ultimo ventennio e cosa succederà se non si inverte rotta.

    • 1.1
      Albert_one

      Se posso permettermi di aggiugere, ben sapendo che ce ne sarebbero ancora di cose da dire al riguardo. 

      Quando parliamo di politici forse conviene riferirsi alle loro politiche, oltre che alle loro qualità morali. E le scelte politiche poi si risolvono nel favorire un segmento della società piuttosto che un altro. Ciò cui abbiamo assisitito, dall’implementazione del Sacro Dogma dell’Indipendenza (da noi) della Banca Centrale, è uno spostamento della ricchezza dai percettori di redditi ai detentori di capitali. L’esplosione del debito pubblico non riflette la corruzione, bensì l’impennarsi del costo del servizio del debito, che vista la persistenza dell’avanzo primario, significa che una consistente fetta di ricchezza è stata prelevata con le tasse dai redditi per essere trasferita ai detentori dei titoli. Praticamente in tempo reale, altro che debito che dovranno pagare le generazioni future: la rapina è stata intragenerazionale.  Quindi quando senti Giannino o qualche rumoroso americano dire che l’inflazione è una tassa occulta e che lo stato non manterrebbe i patti con i risparmiatori, dai prima un occhitata al tuo conto in banca per capire se parla di te, poi valuta se per difendere i tuoi risparmi (stock) vale la pena rinunciare al reddito (flusso), considerando che senza flussi di stock non ce ne sono, ed infine che se per garantire il reddito dei rentiers lo stato, per dirne una tra mille, ti manda in pensione cinque anni più tardi, non ha comunque cambiato le carte in tavola?

      Ti saluto, esortandoti a vedere le cose in un ottica di lotta di classe, che a quanto mi consta abbiamo perso, e vedrai come molte cose tornano.

  • 0
    ciao
    • 0.1
      Milko

      Per la felicità di quelli che “non siamo abbastanza appetibili”, che in una vasca di squali non è che sia proprio una brutta cosa.

      Anche se in questo caso il debito è tutto loro.

      La lotta al doping finanziario porterà tanti di questi giochetti in futuro, soprattutto da parte di chi ha vissuto di tossicità dei bilanci.

  • -1
    Carlo1968

    Caro Paolo e caro Claudio… sottoscrivo quanto dice Becchi alla fine: “Forse, però, non tutto il male viene per nuocere: con un colpo solo, possiamo volendo uscire da questa Europa e dall’Euro. Due al prezzo di uno.”

    E speriamo davvero che sia così. Prima si va via da questa banda d scriteriati, meglio sarà per tutti.

    E visto che sul Corriere.it mi censurano tutte le volte che scrivo “Dittatoriale Unione Europea, anti democratica e fallimentare”, almeno qui fatemelo scrivere: Dittatoriale Unione Europea, anti democratica e fallimentare, Dittatoriale Unione Europea, anti democratica e fallimentare, Dittatoriale Unione Europea, anti democratica e fallimentare, Dittatoriale Unione Europea, anti democratica e fallimentare etc etc etc

    Viva la libertà!


  • -2
    vascolabile

    Scusate, mi sono appena registrato, ma volevo sapere come si fà a vedere tutti i video disponibili nel blog?

     

    • -2.1
      NeroLucente

      Anche se non sono il ‘padrone di casa’ ti do il benvenuto. I video prodotti da Claudio Messora sono 531. Cliccando su uno dei video presenti sul Blog ti ritrovi nella pagina YOUTUBE, a questo punto basta cliccare in alto a sinistra dove c’è scritto :TUTTI I VIDEO DI BYOBLU, oppure dove c’è il numero 531 video ti apparirà la stip con i vari video.

       

      Buona visione.

  • -3
    giorgio anderson

    QUI SCHIATTEREMO TUTTI CON L EURO, SE NON E’ POSSIBILE USCIRE DALL EURO SENZA USCIRE DALLA COMUNITA MAFIOSA EUROPEA, USCIAMO DA ENTRAMBI. LA CIA PRIMA E ALTRE ORGANIZZAZIONI DI ILBERI CITTADINI POI HANNO CREATO E DIFFUSO MANUALI PER EFFETTUARE RIVOLUZIONI NON VIOLENTE NEI PAESI EX SOVIETICI E PER ROVESCIARE REGIMI DITTATORIALI. LA RIVOLUZIONE ARANCIONE IN UKRAINA PILOTATA E ORGANIZZATA SULLA BASE DI CRITERI ORGANIZZATIVI SCRITTI SU MANUALIE DIFFUSI FRA I CAPOCCIA DELLA ORGANIZZAZZIONE E’ COSTATA CIRCA 30.000 $ ( NIENTE!!!!)ED HA PERMESSO IL ROVESCIAMENTO DEL REGIME ANTIDEMOCRATICO SENZA LA SPARGIMENTO DI UNA SOLO GOCCIA DI SANGUE. LA TRASMISSIONE REPORT NELLA PUNTATA “RIVOLUZIONI DEMOCRATICHE” MENSIONA LE FONTI E GLI IDEATORI NON CHE PARTE(PICCOLA ) DELLE PROCEDURE. CHE NE DIRESTE DI ORGANIZZARCI SEGUENDO QUEL MODELLO??! I TECNOCRATI E I POLITICI CORROTTI CI HANNO GIA SVENDUTO, NON CI LASCERANNO MAI LIBERI SEMPLICEMENTE PERCHE SIAMO LE LORO GALLINE DALLE UOVA D’ ORO, GLI SCHIAVI MODERNI DA SFRUTTARE. SE AVETE I c*****nI ANCHE PER AGIRE… INVECE DI STARNAZZARE SOLTANTO… TIRATELI FUORI! SE NO, E VALE PER TUTTI, ANDATEVENE PURE A FARE IN c**o!!!

  • -4
    pedro65

    Scusate la mia ignoranza, sarebbe possibile far circolare due monete nella stessa nazione.

    Questo verrebbe fatto solo per un`uscita più soft dall`euro moneta.

    Ciao a tutti e complimenti a Claudio

    • -4.1
      Ronnie

      Certo che si potrebbe. Ti dico solo che lo hanno fatto A. Lincoln e John Kennedy e di questultimo è in vigore ancora il decreto da lui emanato.

      Ma guarda un po’ che foine hanno fatto.

    • -4.2
      Milko

      Dipende dal rapporto dalle due monete. Se flessibili, senza un cambio rigido, sì, altrimenti sono inutili.

      In Europa circolano centinaia di monete locali, nella sola Germania una cinquantina, ma (per quanto mi risulta) hanno tutte il rapporto con l’euro fisso, le più “furbe” anche una svalutazione artificiosa che costringe a disfarsene il prima possibile.

      A queste condizioni però servono solo ad aiutare l’economia locale (e gli enti emittenti ), perché in pratica si è costretti a spenderle dove le incassi.

      Per questo sono euro-tollerate.

  • -5

    ANCHE IN GERMANIA C’E’ CHI LOTTA DA TEMPO CONTRO I POTERI FORTI..

    http://www.youtube.com/watch?v=sRgWIam8etw

  • -6
    IBAN IL TERRIBILE

    CORRI ….CORRI …..TANTO PRIMA O  POI SCHIATTI……QUESTE ERANO LE PAROLE DEI COMPAGNI DI CLASSE QUANDO FACEVAMO LA CORSA NELL’ORA DI EDUCAZIONE  FISICA..E PUNTUALMENTE  DOPO POCHI  GIRI DI CAMPO SCHIATTAVO E MI DOVEVO FERMARE…….PER L’EURO, EUROLANDIA E PARACULATE SIMILI  VALE A MIO GIUDIZIO LO STESSO PRINCIPIO DEL CORRI CORRI POI SCHIATTI………..ALLA LUNGA L’EURO E  QUESTA ACCOZZAGLIA DI STATI CHE FORMANO L’UNIONE EUROPEA, DIVENTERANNO L’EUROPA DI  STATI SCHIATTATI DELL’EURO…TEMPO  AL TEMPO E VEDREMO SCHIATTARE TUTTI GLI STATI AD UNO AD UNO …..BUONA FORTUNA  A TUTTI

    • -6.1
      NeroLucente

      Quanto scrivi fa a c**zoti con l’ipotesi che il processo in atto serva a forzare l’approvazione di trattati e leggi voluti dalla Trilaterale e dal gruppo Bilderberg.

      La situazione di crisi è gestita in modo da poter forzare taluni governi alla volontà sovranazionale. E non credo vi sia alcuna possibilità che facciano crollare il sistema lasciando che i Paesi tornino alla propria moneta e quindi sovranità monetaria.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

L’EURO È UNA SCIAGURA – Valerio Malvezzi

L'Euro è una sciagura - Valerio Malvezzi Valerio Malvezzi, economista e professore di Comunicazione Finanziaria all'Università di Pavia, reduce dal successo straordinario ottenuto al convegno "ECONOMIA, BANCHE E LAVORO" di Siena, accanto ad Alberto Bagnai e Claudio Borghi (qui il suo intervento), è venuto nello studio di Byoblu per raccontare, intervistato da Claudio...--> LEGGI TUTTO

Traditi Sottomessi Invasi – Antonio Socci

Antonio Socci - traditi sottomessi invasi Antonio Socci, saggista e giornalista, autore su "La Verità" di un articolo dal titolo: "La religione civile della moneta unica cappio al collo della nostra sovranità", convertito sulla via di Damasco, dall'idea che lo stato fosse il problema e il mercato fosse la soluzione, alla piena...--> LEGGI TUTTO

CASSANDRO CROSSING: SALTATE GIÙ DAL TRENO – Rocco Bruno

CASSANDRO CROSSING: SALTATE GIÙ DAL TRENO - Rocco Bruno C'era una volta una società pacifica e in connessione profonda con il senso delle cose e della sua esistenza, che era ancora capace di attribuire grande importanza alla sperimentazione dell'Otium, in contrapposizione al Negotium. Poi, l'Uomo di Neanderthal fu conquistato e distrutto dall'Homo Sapiens, che poi...--> LEGGI TUTTO

Con le bombe o con i cambi fissi – Sergio Cesaratto

Sergio Cesaratto - Con le bombe o con i cambi fissi Come costringere l’Italia a ridurre il suo debito pubblico, costi quel costi? L’ossessione di Merkel e Macron emerge chiara, ancora una volta, dal documento firmato da quattordici economisti franco-tedeschi finanziati dal centro studi CEPR. Sergio Cesaratto, docente di "Politica Economica ed Economia dello Sviluppo" all'Università di...--> LEGGI TUTTO

Il totalitarismo che verrà – Maurizio Blondet

Maurizio Blondet - Il Totalitarismo che verrà Esclusiva intervista al grande vecchio eretico del giornalismo italiano, Maurizio Blondet, seguitissimo in rete, autoesclusosi dal circo mediatico italiano a causa della sua natura ostinatamente in direzione contraria e delle sue idee politicamente scorrette per antonomasia. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

False Fake News: iniziano a fioccare le querele

difesa contro le false fake newsL'avvocato Giuseppe Palma ha appena inviato una diffida legale all'Huffington Post, che lo aveva citato contestualmente a un articolo dove si parlava di presunte "bufale" dei movimento contrari all'Euro. Il mercato delle cosiddette "fake news", inaugurato da Hillary Clinton e gonfiato ad arte dall'area progressista (in Italia con il...--> LEGGI TUTTO

Gli esperti di diritto sulla Catalogna? Sono dei pirla.

Catalogna Governo centrale di Paolo Becchi Eccoli alla carica sui giornaloni gli esperti del diritto, e più sono esperti e più sono dei pirla. Fantozzi docet. Il referendum per l’indipendenza della Catalogna è «illegale». Sì, lo è: è contro la Costituzione spagnola, contro l’«unità indissolubile» dello...--> LEGGI TUTTO

Due piantine di Cannabis per lenire dolori atroci: in prigione a 63 anni!

prigione malato cannabisTRENTO. Il ricorso in Cassazione è stato rigettato. L'uomo di 63 anni che a Trento era stato trovato in possesso di due piante di marijuana che coltivava per uso personale, per lenire i dolori atroci della sua malattia, è stato giudicato colpevole in via definitiva. Andrà in prigione. ...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

Il gioco responsabile al tempo del mobile

casino mobile La crescente diffusione delle nuove tecnologie ha radicalmente modificato gli stili di vita e le abitudini degli individui, contribuendo alla formazione di una cultura sempre più digitale. Dal 13° rapporto Censis-Ucsi sulla Comunicazione (2016) emerge che il 74% della popolazione italiana ha libero accesso ad una...--> LEGGI TUTTO

A Capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio: la Terra rallenta!

A capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio - la Terra rallentaUn "salto" di un secondo verrà aggiunto al conto alla rovescia di questo Capodanno per compensare il rallentamento nella velocità di rotazione della Terra.  Il secondo "extra" accadrà non appena l'orologio toccherà la mezzanotte e verranno "create" le ore 23:59:60, posticipando momentaneamente l'arrivo del Capodanno. Il secondo...--> LEGGI TUTTO

BIOMETRIA, IL FUTURO DELLA SICUREZZA

biometriaRiconoscimento dell'iride, facciale e del movimento della mano durante la firma: le nuove strategie per prevenire i furti e le loro possibili applicazioni Un uomo si avvicina a una stanza blindata. Per entrare niente password o codici di sicurezza, ma l'accostamento degli occhi a un...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Guest post

La storia degli appendiabiti

quadro appendiabiti cappotto cappello Si possono appendere le scarpe al chiodo quando si smette di giocare a pallone. Si possono appendere i panni al sole, le speranze a un filo, i quadri al muro, i condannati a un legno e i festoni sulle porte. Poi si possono appendere i vestiti...--> LEGGI TUTTO

Realizzata la prima video chiamata quantistica intercontinentale al mondo

Chiamata quantisticaIl satellite cinese Micius torna a far parlare di sé e stabilisce un nuovo record, quello della prima videochiamata quantistica della storia tra Vienna e Pechino. Circa tre settimane è avvenuto un evento eccezionale che modificherà totalmente il sistema di comunicazioni come lo...--> LEGGI TUTTO

Il Messico a meno di 40 euro al giorno!

Messico Amo il Messico. E' pieno di vibrazioni, è un paese meraviglioso, pieno di gente amichevole, con una energia speciale che vi fa riscoprire l'amore per la vita, con un'architettura spettacolare, con una storia che affonda le radici nelle profondità dei millenni e... con un cibo davvero...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Vi spiego Casapound – Marco Mori

Vi spiego Casapound - Marco Mori Marco Mori, avvocato ligure noto per le sue battaglie in difesa della Costituzione, spiega a Byoblu il programma di Casapound Italia e perché ha accettato di candidarsi.  (altro…)...GUARDA

Sei contro l’Europa? Non lo sai, ma in realtà ne vuoi di più! Rocco Buttiglione

Sei contro l'Europa? In realtà non sai che vuoi di più! - Rocco Buttiglione Alla presentazione del libro "Ordoliberismo e Globalizzazione", Rocco Buttiglione sostiene che la gente è contro l'Europa perché non c'è abbastanza Europa, ma che se ci fosse più Europa la gente invece sarebbe contenta. (altro…)...GUARDA

Il plusgodimento erotico del neolibertino sessuale – Diego Fusaro

Diego Fusaro - Il plusgodimento erotico del neolibertino sessuale C'è un nesso tra la disarticolazione dei rapporti tra i cittadini e lo Stato e la disgregazione delle strutture sociali in cui la sessualità si esprime? Esiste una forma di relazione possibile tra i contratti occasionali prediletti dal neoliberismo economico e il sesso occasionale, di una...GUARDA

Debunker di Stato: la conferenza stampa di Minniti e Gabrielli sui nuovi poteri della polizia postale

DEBUNKER DI STATO Sintesi della conferenza stampa di ieri, a Roma, del Ministro dell'Interno Marco Minniti e del capo della polizia Franco Gabrielli, che presentano il nuovo nucleo operativo di debunking della Polizia Postale, la quale avrà il potere di verificare e certificare le notizie, e anche di chiedere...GUARDA

Diego Fusaro su Papa Francesco: ispirato da George Soros

Diego Fusaro su Papa Francesco - Ispirato da Goerge SorosDiego Fusaro, filosofo noto ai dibattiti televisivi, critico sulla globalizzazione e sulle élite che la sostengono, analizza e critica il discorso di Papa Francesco sull'accoglienza dei migranti. ...GUARDA

Diego Fusaro contro il Black Friday: l’apice della mondializzazione, come Halloween.

Diego Fusaro - Black Friday no grazie Analisi lucidissima e impietosa di Diego Fusaro sul Black Friday...GUARDA

L’ex capo di Stato Maggiore in Iraq: “Bush Jr e Berlusconi erano nella stessa loggia massonica, ma salvarono Nassiriya”.

NICOLO GEBBIA - L'invasione degli Ultra Massoni - Video Il Generale in pensione dell'Arma dei Carabinieri, Nicolò Gebbia, parla della pervasività delle infiltrazioni massoniche, a tutti i livelli, e rivela che persino durante la guerra del Golfo, la città di Nassiriya venne risparmiata grazie al fatto che Silvio Berlusconi e Bush jr. appartenevano alla stessa...GUARDA

Antonio Ingroia: “Fuori dai trattati, costi quel che costi”.

INGROIA - FUORI DAI TRATTATI - 1280 Per Byoblu, da Roma, Eugenio Miccoli Oggi alla Camera dei Deputati, Antonio Ingroia e Giulietto Chiesa hanno presentato “Lista Del Popolo”, un’alleanza della società civile per il ripristino della sovranità nazionale, l’attuazione della Costituzione, la rinegoziazione o lo stralcio dei trattati europei, l’abolizione del Fiscal...GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>