Ecco il Dio Quattrino: le 147 banche che controllano tutto

di Stefano Davidson

Nell’autunno 2011 alcuni scienziati svizzeri presentarono uno studio, pubblicato su New Scientist, che rivelava come soltanto un piccolo numero di banche avesse il pieno controllo di una porzione esagerata dell’economia globale. Questo studio, battezzato “La rete del controllo globale corporativo” e sviluppato a Zurigo da Stefania Vitali, James B. Glattfelder e Stefano Battiston, consisteva nell’autopsia della vasta base dati di marketing, relativi al 2007, della Orbis. Furono prelevati e poi analizzati file da tutto il mondo, che comprendevano più di 30 milioni di operatori economici, tra imprese e investitori, incluse le relative posizioni patrimoniali.

 

Dai dati si evince che sono circa 43.000 le aziende transnazionali che hanno i canoni per essere definite tali dall’OCSE. Le più importanti ed influenti sono però solo 1.318, le quali sono accomunate da tre caratteristiche principali:

  1. sommate tra di loro, arrivano a generare il 20% del reddito mondiale;
  2. si possiedono l’un l’altra (forse anche carnalmente tra impiegati e dirigenti);
  3. esiste un nucleo, chiamato “Unità centrale”, che possiede tutte le altre 43.000 multinazionali.

Insomma, le società più influenti fanno parte di un unico grande cartello finanziario, un vero proprio monopolio, che controlla una ragnatela di 43mila altre società che sono in competizione tra di loro solo virtualmente e che, tutte insieme, generano un altro 60% del reddito mondiale totale. Ma non è finita: l’80% delle 1.318 super-società è a sua volta controllato da un gruppo ancora più piccolo di loro, formato da sole 737 aziende, ma sono soltanto 147 quelle che hanno in pugno il 40% della ricchezza globale. Questa è la TOP 50:

1 BARCLAYS PLC GB 6512 SCC 4.05
2 CAPITAL GROUP COMPANIES INC, THE US 6713 IN 6.66
3 FMR CORP US 6713 IN 8.94
4 AXA FR 6712 SCC 11.21
5 STATE STREET CORPORATION US 6713 SCC 13.02
6 JP MORGAN CHASE & CO. US 6512 SCC 14.55
7 LEGAL & GENERAL GROUP PLC GB 6603 SCC 16.02
8 VANGUARD GROUP, INC., THE US 7415 IN 17.25
9 UBS AG CH 6512 SCC 18.46
10 MERRILL LYNCH & CO., INC. US 6712 SCC 19.45
11 WELLINGTON MANAGEMENT CO. L.L.P. US 6713 IN 20.33
12 DEUTSCHE BANK AG DE 6512 SCC 21.17
13 FRANKLIN RESOURCES, INC. US 6512 SCC 21.99
14 CREDIT SUISSE GROUP CH 6512 SCC 22.81
15 WALTON ENTERPRISES LLC US 2923 T&T 23.56
16 BANK OF NEW YORK MELLON CORP. US 6512 IN 24.28
17 NATIXIS FR 6512 SCC 24.98
18 GOLDMAN SACHS GROUP, INC., THE US 6712 SCC 25.64
19 T. ROWE PRICE GROUP, INC. US 6713 SCC 26.29
20 LEGG MASON, INC. US 6712 SCC 26.92
21 MORGAN STANLEY US 6712 SCC 27.56
22 MITSUBISHI UFJ FINANCIAL GROUP, INC. JP 6512 SCC 28.16
23 NORTHERN TRUST CORPORATION US 6512 SCC 28.72
24 SOCIÉTÉ GÉNÉRALE FR 6512 SCC 29.26
25 BANK OF AMERICA CORPORATION US 6512 SCC 29.79
26 LLOYDS TSB GROUP PLC GB 6512 SCC 30.30
27 INVESCO PLC GB 6523 SCC 30.82
28 ALLIANZ SE DE 7415 SCC 31.32
29 TIAA US 6601 IN 32.24
30 OLD MUTUAL PUBLIC LIMITED COMPANY GB 6601 SCC 32.69
31 AVIVA PLC GB 6601 SCC 33.14
32 SCHRODERS PLC GB 6712 SCC 33.57
33 DODGE & COX US 7415 IN 34.00
34 LEHMAN BROTHERS HOLDINGS, INC. US 6712 SCC 34.43 (e infatti avete sentito che botto ha fatto…)
35 SUN LIFE FINANCIAL, INC. CA 6601 SCC 34.82
36 STANDARD LIFE PLC GB 6601 SCC 35.2
37 CNCE FR 6512 SCC 35.57
38 NOMURA HOLDINGS, INC. JP 6512 SCC 35.92
39 THE DEPOSITORY TRUST COMPANY US 6512 IN 36.28
40 MASSACHUSETTS MUTUAL LIFE INSUR. US 6601 IN 36.63
41 ING GROEP N.V. NL 6603 SCC 36.96
42 BRANDES INVESTMENT PARTNERS, L.P. US 6713 IN 37.29
43 UNICREDITO ITALIANO SPA IT 6512 SCC 37.61
44 DEPOSIT INSURANCE CORPORATION OF JP JP 6511 IN 37.93
45 VERENIGING AEGON NL 6512 IN 38.25
46 BNP PARIBAS FR 6512 SCC 38.56
47 AFFILIATED MANAGERS GROUP, INC. US 6713 SCC 38.88
48 RESONA HOLDINGS, INC. JP 6512 SCC 39.18
49 CAPITAL GROUP INTERNATIONAL, INC. US 7414 IN 39.48
50 CHINA PETROCHEMICAL GROUP CO. CN 6511 T&T 39.78

Ovviamente sono tutte banche o istituti finanziari e possiedono tutto, dai principali settori industriali tra cui ad esempio quello bellico (1780 miliardi di fatturato), passando per le compagnie petrolifere (colossi come “ExxonMobil Corporation” o “Shell Group” possono contare su un giro d’affari che, nel 2008, ha sfiorato i 310 miliardi di Euro), per le industrie farmaceutiche (il mercato mondiale dei medicinali è stimato in 466 miliardi di dollari), per quelle alimentari (solo in Italia 127 miliardi di euro, mentre Nestlé da sola fattura 36,65 miliardi), senza dimenticare il settore delle telecomunicazioni (AT&T fattura 20 miliardi, Vodafone 13,8 etc). Il “Potere Monetario”, o Dio Quattrino, esite davvero, non è una leggenda.

Ora non resta che farsi una domanda: come si muovono questi colossi finanziari, se sono tutti controllati dalla stessa “Unità Centrale”? Ad ognuno la sua risposta.

 

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

16 risposte a Ecco il Dio Quattrino: le 147 banche che controllano tutto

  • 14
    GianniGirotto

    La Banca Centrale Europea è di proprietà delle varie banche centrali nazionali, molte banche centrali sono di proprietà delle banche private, ergo… Ormai tutti hanno capito che la grande finanza è un soggetto mostruoso, deleterio, rapace, speculativo, che genera enormi guadagni per pochi a scapito di perdite per moltissimi… non tutti sanno invece che anche in Italia esiste una finanza etica che opera in silenzio ma con grandi risultati, con metodi e per obiettivi totalmente opposti alla speculazione, per supportare l’economia concreta, e a cui hanno aderito già 39 mila italiani, ed è lo strumento con cui ripartire, informatevi anche voi… http://giannigirotto.wordpress.com/finanza-etica/

    GD Star Rating
    loading...
  • 13
    Ospite

    @ NeroLucente: si dice Cresus (Creso) ed è il loro dio

    GD Star Rating
    loading...
  • 12
    Vulka

    Bello questo articolo! Mi ricorda e si allacia molto a Zeitgeist The Movie! Era ora che certe cose fossero mostrate per come sono e non per come vogliono farle vedere…

     

     

    GD Star Rating
    loading...
  • 11

    Predire il futuro della polis

    Esistono da decenni, ma pochi compiono inchieste approfondite e chiare. Sono i laboratori di pensiero, think tank, che influenzano e determinano le linee politiche di gruppi politici, Parlamenti e Governi. Si tratta di gruppi accademici che preparano studi e ricerche per consigliare sia singoli politici che le SpA che controllano il mondo.

    […]

    1968. Colpo di Stato: manuale pratico di Edward Luttwak […] “Il colpo di stato si attua traendo vantaggio da questo comportamento meccanico: durante il golpe, perché usa parti dell’apparato dello stato per appropriarsi il controllo delle leve; dopo, perché il valore delle leve dipende dal fatto che lo stato è una macchina“.
    Chi sono i congiurati migliori? Ecco come li descrive Luttwak (p. 35): ” Tutto il potere, tutta la partecipazione, è nelle mani di una piccola élite istruita, benestante e sicura, e quindi radicalmente differente dalla vasta maggioranza dei suoi concittadini, praticamente una razza a parte. Le masse riconoscono questa realtà e accettano il monopolio del potere dell’élite, salvo che qualche esazione insopportabile porti a una rivolta disperata […]

    GD Star Rating
    loading...
  • 10
    Youkai

    OT_ Straordinaria quell’immagine, mi ha fatto veramente ridere di gusto.

    GD Star Rating
    loading...
  • 9
    Sfragis
  • 8
    Bigalfry2

    Qualcosa non mi torna! Sulla ricerca posso dire ben poco senza un link(e un traduttore ;) ), ma non capisco come mai Unicredit, pur essendo nella top 50 delle multinazionali sospettate di fare cartello vada così male.

    Detto questo devo anche ammettere che alcune conferme di un certo grado di “intrallazzo” ad alti livelli mi è stato raccontato dal mio babbo(ex manager di una società americana, non uno di quelli strapagati ahimè). Molto comunque dipende da azienda ad azienda: in alcune il personale dirigente è ben selezionato, in altre(il caso che conosco) si crea una vera e propria mafia interna ricca di colpi bassi e frecciatine velenose in cui tutti, pur di far carriera, chiudono gli occhi davanti a corruzione e favoritismi. MI è stato raccontato, inoltre, che l’azienda in cui lavorava mio padre rinunciò ad un lucroso affare per non danneggiare alcuni amici del capo. 

    Da ciò che ho “capito” in questi anni, mi sembra che il cartello finanziario mondiale sia decisamente plausibile, ma non così potente: non per la mancanza di potere in sè e per sè, ma perché composto di gente egoista e spietata(se non vanno d’accordo fanno poco). Esempio: la Aplle e la Samsung stanno combattendo una battaglia legale da 2,5 miliardi di dollari per plagio. Mica briciole…

    GD Star Rating
    loading...
  • 7
    Scimmia spaziale

    Vorrei proporre un ragionamento pragmatico.

    Visto che queste sono le regole del gioco, e visto che stiamo finendo schiacciati da giganti esteri, cosa aspetta l’ensemble dei nostri politici/industriali/massoni/preti a farsi un po’ più scaltro e a cercare di dotarsi di armi migliori epr cercare di giocare ad armi pari? Forse non ci riescono perchè sono delle mezze seghe?

    GD Star Rating
    loading...
  • 6
    NeroLucente

    Io direi sua maestà il denaro.

    E già, perchè sebbene ci si concentri ancora su misteriosi e impersonali mercati sebbene molti cerchino soluzioni alla crisi attraverso le competizioni al massimo ribasso sulla pelle di operai e dipendenti, continua a rimanere grande come un macigno l’assurdo degli assurdi la finanza che comanda i Governi.

    Impossibile non capire, eppure uno stuolo sempre folto di giornalisti, analisti, economisti, sembrano guardare sempre e comunque altrove. E a me piacerebbe capire quanto ci fanno e quanto ci sono.

    Qui non si tratta di fare dietrologia. Questa è pura e semplice deduzione. Se il potere economico è evidentemente concentrato nelle mani di pochi e l’economia detta le regole ai governi, l’ovvio più ovvio è che pochi stanno decidendo per tutti, annullando qualsiasi briciolo di democrazia sia opponga a tali decisioni.

    Se fossi un giornalista mi vergognerei di avere cosi tanti colleghi incapaci o venduti.

    GD Star Rating
    loading...
  • 5
    MaxP.

    L’ennesima dimostrazione che da quando Reagan incominciando a ridurre le leggi a tutela dei cittadini a favore delle lobby, e ancora di più Bush con la famosa DEREGULATION ( con la massima il mercato deve essere libero di regolarsi da solo) la CONCENTRAZIONE ha preso in toto in mano il potere e lo esercita come vuole solo a proprio ed unico interesse a discapito della gente comune.

    Insomma sempre più pochi sempre più ricchi e sempre più tanti sempre più poveri.

    GD Star Rating
    loading...
  • 4
    gabriele

    Ma la russia e il Vaticano non ci sono?

    GD Star Rating
    loading...
  • 3
    Milko

    Ad oggi l’Unione Europea conta 27 Paesi membri e 16 gruppi bancari.

    Commento del giornalista che ha dato la notizia: “Un grande successo, questo ha permesso un allineamento delle spese e servizi sempre migliori ai clienti.” Mah!

    Alla faccia del limitare il too big to fail tanto sponsorizzato dopo il crac Lehman.

    GD Star Rating
    loading...
  • 2
    luis

    Sarebbe ancora più sconcertante conoscere i legami e le implicazioni di queste corporazioni con il mondo politico e le istituzioni ed avere così la prova che non possiedono solo capitali, ma anche noi.

    GD Star Rating
    loading...
  • 1
    samusam

    Mia moglie (una thailandese) mi raccontò di un professore che in classe agli alunni disse più o meno cosi :< La storia del nostro Re e della nostra patria sono fondamentali, il resto degli insegnamenti servono a rendervi indipendenti nella vita di tutti i giorni... ma ricordate, certe cose è meglio non saperle, certe cose vi distraggono e non vi fanno mettere cibo sotto i denti. Conoscere i motivi o i segreti del perchè accadono certe cose, aiuterebbe solo ad essere critici verso chi vi governa a rendervi sospettosi e a mettervi ansia; vi trascinerebbe a guerre interiori che nella vita di tutti i giorni, la vostra, si tradurrebbe solo in malessere interiore e poca armonia con i vostri familiari...>. In pratica MENO sapete meglio È! Con tutte le cose che stanno uscendo in questi mesi maledetti, ammetto che mi piacerebbe tanto essere “ignorante” e vivere come i bambini, dove tutto è un gioco e tutto è un momento da cogliere al volo. Grazie Claudio e grazie a tutti quelli come te che mantengono sveglia la gente con questi “allarmi”. A noi rimane solo il voto e la speranza che chi uscirá vincitore dalle prossime elezioni, non sia una serpe mascherata. Siamo nel mezzo di una tempesta in mare aperto e sperando che passi, resistiamo alle ondate che ci tirano giù… su…giù. Appena passerá, quando tutto si attenuerà ci lascerà nei ricordi la paura e le lotte per non affondare… ci lascerá la paura del mare e anche quando lo vedremo calmo, in noi ci sará sempre diffidenza!

    GD Star Rating
    loading...
    • 1.1
      tseba953

      samusam… sono settimane che ci stavo pensando e leggendoti ho capito di non essere il solo.

      Tua moglie ha perfettamente ragione… sapere toglie il piacere di vivere.

      Peccato che una volta saputo, resta difficile cancellare la memoria.

      Auguri

      GD Star Rating
      loading...
    • 1.2
      necroclerico

      Drammatcamente vere le parole del prof. Thai.

      Te le "ruberò" citando la fonte per aprire la mia lezione agli allievi.

      Purtroppo sarebbe proprio il miglior regalo che un popolo possa fare ai farabutti di ogni genere: educare i bambini a non farsi domande. Un consiglio da NON seguire, ma caratteristico del modus operandi asiatico: non rompere l’armonia necessaria per lavorare come massa/gruppo/casta e non individuo. Purtroppo l’Occidente sta male perché ha esasperato il vantaggio inisito nell’individualismo, degenerando in una società priva di coesione. L’Oriente ha esasperato il collettivismo creando una società spietata e inegualitaria.

      L’uomo, campione nel trasfornare ogni talento in una maledizione.

      GD Star Rating
      loading...

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Crazy Animals
tasto_newsletter
I MINI-BLU

Vogliamo un nuovo presidente!

Mario Draghi e Giorgio Napolitano «Il forte consenso espressosi nelle elezioni del 25 maggio per il partito che guida il governo italiano ha oggettivamente garantito accresciuto ascolto e autorità all’Italia nel concerto europeo». Mai sentito nella storia della Repubblica un endorsement così smaccato da parte del Capo dello...leggi

Perchè io, te, voi… siamo diversi!

Perché sono diverso Due strade trovai nel bosco e io scelsi quella meno battuta, ed è per questo che sono diverso....leggi

Un’assemblea che non poteva votare

Espulsione Massimo Artini Paola Pinna Come vi avevo anticipato il 27 novembre (ma non bisognava essere dei grandi profeti), era evidente che l'assemblea parlamentare M5S, su Massimo Artini e Paola Pinna, non avrebbe mai potuto votare: se avesse votato contro la rete, infatti, sarebbe stata da espellere in blocco, ma far votare su...leggi

Dal Videoblog
Categorie
Commenti più votati