NON DERUBATE I MORTI

L’Inail è l’Istituto Nazionale per gli Infortuni sul Lavoro. E’ una forma di assicurazione pagata da tutti per tutelare quelli che secondo l’Articolo 1 della Costituzione sono i pilastri del nostro Paese: i lavoratori. La pagano gli imprenditori, ma ogni costo aggiuntivo sulle aziende ricade inevitabilmente anche sulle buste paga, dunque la paghiamo tutti. L’Inail ha accumulato un tesoretto enorme. Nella tesoreria di Stato, depositati su un conto infruttifero, sono parcheggiati oltre 17 miliardi. Che lo Stato può utilizzare a suo piacimento se ha la necessità di far slittare qualche asta sui titoli.


Nel frattempo, mentre chi specula sul debito pubblico viene garantito dallo Stato – e questo nonostante il rischio sul deprezzamento del suo investimento sia già stato abbondantemente liquidato attraverso la pretesa di rendimenti da favola -, se un operaio muore non prende un soldo. Matteo, scomparso lo scorso 5 marzo mentre montava il palco di Laura Pausini, a Reggio Calabria, vale 1936,80 euro: il contributo funerario pagato dall’Inail a sua madre. Di più non si poteva fare, perché i genitori di Matteo non risultavano da lui mantenuti. Il “Testo Unico Assicurazione Obbligatoria contro gli infortuni e le malattie professionali” è del 1965, ma nel frattempo l’Italia è cambiata. Anzi: tutto il mondo è cambiato. Le leggi si fanno per i cittadini reali, non per quelli immaginari. Se il Paese che paga è composto in buona parte da famiglie di fatto (che spesso sono più salde dei matrimoni la cui durata media non supera i 10/15 anni), la legge che vincola i risarcimenti, e le tabelle che stabiliscono le rendite da corrispondere alle vittime e alle loro famiglie, devono essere aggiornate. Un lavoratore che perda un piede sul luogo di lavoro prende, se gli va bene, 400 euro al mese. 400 schiaffi, mentre i 17 miliardi accumulati dalla sua assicurazione servono a pagare gli errori della politica e a tutelare i rendimenti di chi ha investito. Ma l’Italia è una Repubblica fondata sul Lavoro, non su Bot e Cct. Il rischio non lo prescrive il dottore, ma lavorare sì! Marco Bazzoni, operaio metalmeccanico e rappresentante dei lavoratori per la sicurezza, ha lanciato una petizione per chiedere al governo di occuparsi di aggiornare il Testo Unico, e per chiedere che il tesoretto dell’Inail venga utilizzato per dare una vita dignitosa a tutte le vittime di incidenti sul lavoro e alle loro famiglie, che oggi ricevono rendite vergognose.

Io sono con lui: oggi il blog lancia una petizione online. Obiettivo: 50mila firme. Firmare non costa nulla, ma è un atto di civiltà. Se ognuno lo dice a 10 amici, si fa in fretta. Ovviamente non mi aspetto risultati eclatanti, ma considero un mio dovere provarci. Consegneremo le firme raccolte a Marco, e forse qualcuno a Roma si vergognerà abbastanza da rimettere mano a una legge del 1965. Un testo per il quale la vita di un ragazzo che ha scelto di guadagnarsi da vivere onestamente vale meno di 2mila euro. Tenersi 17 miliardi, a queste condizioni, equivale a derubare i morti.

Per firmare, clicca qui: NON DERUBATE I MORTI!

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

19 risposte a NON DERUBATE I MORTI

  • 5
    Anas E.

    Ecco fatto, l’ho firmata.

    Da alcuni commenti sembra che vi chiedessero di firmare un assegno a bianco, Italians ! Datevi una mossa, muovetevi, nessuno cambia la vostra situazione al vostro posto, tocca a voi farla a tutti noi. in altri posti per firmare una petizione la gente deve scendere in piazza magari vengono identificati intimidate, potrebbero pure prendersi qualche manganellata, qui invece dal vostro posto a portata di un click potete contribuire nel cambiamento delle cose, del nostro futuro. chi se ne frega di qualche e-mail pubblicitaria. Poi ci chiediamo perchè non cambia nulla in questo paese.

    Dai coraggio !

  • 4
    gaetanoventi

    que aoldi lipossono anche per creare lavoro

  • 3
    Anas E.

    God will not change the condition of a people until they change what is in themselves.”

  • 2

    fatto. e non rompiamo sempre……  però c’è da mettere la registrazione qui però c’è la mia privacy di la….. che palleeeeeeeee uno si sbatte per far crescere un pochino la cognizione in questo digraziato paese in cui il 50% della popolazione non sa nemmeno come si chiama e del restante 50 il 20% sono mafiosi e cosa si legge nei commenti§?? invece di bravo, grazie meno male che ci sei???  a me forse arriveranno delle email……  mammmamia che paura… è molto meglio una cartella esattoriale oppure quanto schiatti tu o un tuo parente ti danno 15 € così prendi i popcorn per il funerale , ok?

    non facciamo sempre i soliti scassapalle, cominciamo a fare qualcosa in prima persona, allora tutti quelli a cui dà fastidio l’iscizione o le email o qualsiasi altra cosa scendano in strada e raccolgano le firme sotto al sole e poi le portano a piedi da Claudio così non inquinano…. ok?

    Marco Caselle t.se

    • 2.1

      non dovrei, perché sono di parte, ma… posso dire che condividio anch’io? :)

    • 2.2
      Anas E.

      Grandeeeeeeeeeeeeeeeee!!!!

      Mò tocca a Claudio dargli l’indirizzo di casa, o li lasciamo girare per Milano a cercarlo da soli sotto questo sole ;)

      A parte gli scherzi, CONDIVIDO in pieno tutto quello che hai scritto.

  • 1
    Max1170

    http://www.facebook.com/max.mantero

     

    Pubblicato il video e l’invito a firmare anche sul mio profilo facebook!!

     

    Firmato ovviamente e come sempre (anche se sempre non lo scrivo) Grazie Claudio, perchè illumini cose che altrimenti resterebbero oscure ai più!!

     

     

  • 0
    trecentouno

    Un Appello a noi tutti : VOGLIAMO O NO CAMBIARE LE COSE ? SE SI DIAMOCI DA FARE! ABBIAMO DEGLI UOMINI COME CLAUDIO CHE CI CHIEDONO SOLO IL NOSTRO APPOGGIO ! CI COSTA ANCHE SEMPLICEMENTE DIRE DI SI? UN SI PER UN’ITALIA MIGLIORE- GRAZIE ANCORA A TUTTI NOI CHE CI PROVIAMO E SOPRATTUTTO A CLAUDIO CHE E’ IN PRIMA LINEA..PER NOI. GRAZIE CLAUDIO ;0)

  • -1
    Giampi

    Mi sembra un tantino assurdo che, per dover firmare una petizione, ci si debba necessariamente registrare ad un sito che userà la mia e-mail per inviarmi materiale pubblicitario…….

    • -1.1
      rutulo

      Firmato e segnalato sulla nostra pagina fecebook:

      https://www.facebook.com/biancolavoro

      spero porti un po’ di riscontro….

    • -1.2

      Domanda: non avete un indirizzo email generico, che usate per la navigazione? Oppure potete entrare con il vostro account Facebook. E ancora: create un filtro e sbatteteci le eventuali email che dovessero arrivare, i mezzi sono decine. Non fermiamoci di fronte al possibile invio di qualche email ogni tanto (dal quale si può sempre fare opt-out, disiscrivendovi). Capisco il principio generale, ma in questo caso mi sembra eccessivo defilarsi da un gesto così importante a fronte di svantaggi così minimali.

    • -1.3
      Giampi

      Scusami Claudio, io purtroppo, o per fortuna, sono un rompipalle di natura, non voglio assolutamente dilungarmi in inutili polemiche…….

      Vabbè, per stavolta lo farò, la causa lo merita ;D

    • -1.4

      Grazie Rutulo

    • -1.5

      Una delle ultime piattaforme di petizione che avevo usato a dicembre (cercati il blog) alla fine proponeva una richiesta di donazione opzionale che portava molti a ritenere che i soldi fossero destinati all’iniziativa. Questa piattaforma è gratuita, ben congegnata e non chiede nulla. Usa una email secondaria, se hai paura di ricevere qualche email commerciale. Ma non evitiamo di centrare un obiettivo così importante solo perchè non vogliamo superare un ostacolo di entità così lieve.

    • -1.6
      Giampi

      A me, veramente, quelle poche volte che ho votato/firmato online, non hanno mai chiesto nè soldi nè iscrizioni……

    • -1.7
      gian65

      anche a me non piace.

      siccome la petizione e’ giusta io firmo.

      poi perdero’ un po di tempo a segnalare spam gli avvisi commerciali

    • -1.8

      Sarebbe più assurdo se ti chiedessero dei soldi, o se ti proponessero fuorvianti messaggi di subscriptions, come avviene su tante altre piattaforme (Avaaz fa storia a sé, ma pubblicano solo quello che vogliono loro, e con i loro tempi). Quindi il compromesso è buono. Inoltre, l’email serve come forma di identificazione ulteriore rispetto alle firme multiple, ed a comunicarti i modi in cui puoi diffondere ulteriormente la petizione. 

    • -1.9

      hai ragione… sei un rompiballe :-)

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

Grazie Giorgio Napolitano!? Chapeau!? Si sono bevuti il cervello!?

M5S Grazie Giorgio Stiamo parlando di Giorgio Napolitano? Quello che nel 2011 ha spianato la strada alla troika del governo Monti? Quello che ha firmato qualunque cosa? Quello che nel 2013, quando c'erano le consultazioni per formare un nuovo governo, ha chiamato al Quirinale Pdl e Pd ignorando il...--> LEGGI TUTTO

Ce lo chiede Beppe

Ce lo chiede Beppe Quindi, ricapitolando, il "collegio dei probiviri" di un movimento di democrazia diretta come il M5S è composto da tre nomi fatti per intero dal capo politico, senza che la "rete" possa nominarli non dico tutti, ma almeno un paio o anche uno solo. Peggio del direttorio dove...--> LEGGI TUTTO

Vota Byoblu ai Macchianera Internet Awards 2016. Mancano poche ore! Hai votato!?

macchianera internet awards 2016 vota byblu Vuoi contribuire in qualche modo a far conoscere questo blog? Ci sono tre giorni di tempo per votare Byoblu ai Macchianera Internet Awards 2016. Votate per almeno 10 categorie e usate un vostro indirizzo email reale, altrimenti il vostro voto sarà nullo. Byoblu si trova nella categoria "30....--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

La lettera di una mamma lavoratrice che fa venire il magone

Mamme lavoratrici: la triste realtà che si cela dietro alla famiglia del Mulino BiancoPubblico questa lettera (inviata a Beppe Severgnini sul Corriere della Sera), che fa venire il magone non solo a chi l'ha scritta ma anche a me che l'ho letta, e nella quale credo si riconoscano tante, troppe mamme lavoratrici, perché sia motivo di riflessione sul modo in cui si è...--> LEGGI TUTTO

La lobby dello zucchero uccide – i nuovi documenti tenuti nascosti

la lobby dello zucchero uccideNEW YORK: Decine di scienziati, negli Anni 60, furono pagati dall'industria americana dello zucchero per sminuire il collegamento tra consumo di zucchero e problemi cardiaci e spostare così l'attenzione sui grassi saturi. A rivelarlo sono una serie di nuovi documenti scoperti recentemente da un ricercatore della University of California di...--> LEGGI TUTTO

Caro M5S, volete allargare il direttorio? Bene, ma dovreste fare così…

votazione online democrazia direttaBarbara Lezzi, senatrice M5S, ha rilasciato un'intervista al Fatto Quotidiano sulle questioni romane. L'ipotesi, che alcuni organi di stampa dicono condivisa anche dalla Casaleggio Associati, è quella di allargare il direttorio a 30/40 persone. Una vera e propria struttura di intermediazione (di quelle che ancora oggi non sono previste dal "Non...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Come funziona l’Italia: noi siamo quelli con il fiore in mano

Come funziona l'ItaliaCome funziona l'Italia Ecco come funziona la nostra società. Questa è l'Italia. E, ...caso mai cercaste il pallino "voi siete qui", in questo disegno noi siamo quelli con il fiore in mano....--> LEGGI TUTTO

I nanorobot a controllo mentale che vi osserveranno.

I NANOROBOT A CONTROLLO MENTALE CHE VI OSSERVERANNOPer la prima volta, una creatura vivente è stata controllata dall'uomo utilizzando esclusivamente il pensiero, grazie a nanorobot che hanno rilasciato all'interno di alcuni scarafaggi dosi programmate di farmaci, in risposta all'attività cerebrale di chi ha condotto l'esperimento. Una tecnica che - sostengono già alcuni - potrebbe essere molto utile per il trattamento...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Le vostre email

Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Renzi vs Gruber: volata finale sul Referendum

Renzi Gruber Referendum Otto e 1/2 Sintesi dell'intervento di Matteo Renzi, questa sera, a Otto e Mezzo, per la volata finale sul Referendum Costituzionale....GUARDA

La Santanché furiosa sui pallisti Pd diventa una bestia

la santanche furiosa sui pallisti pd diventa una bestia Daniela Santanché si infuria a Coffee Break sul voto di Forza Italia alla Camera sulla Riforma Costituzionale, e chiede il fact checking. Guarda anche: ...GUARDA

Referendum: le COJONATE di Franceschini e Poletti sulle ragioni del Sì

Referendum: le COJONATE di Franceschini e Poletti sulle ragioni del Sì Le cojonate di Franceschini e Poletti, ministri della cultura e del lavoro, a Tribuna Politica di Semprini, nel tentativo imbarazzante di difendere le ragioni del sì al Referendum Costituzionale, fanno sembrare le forziste Laura Ravetto e Anna Maria Bernini due emerite costituzionaliste. Tante fesserie tutte insieme...GUARDA

Scontro Berlusconi Berlinguer sul Referendum: “Qualcos’altro da aggiungere?”. “Sì: sarebbe un regime!”

Berlusconi Berlinguer Referendum Scontro tra Silvio Berlusconi e Bianca Berlinguer, che non gli permette di elencare le ragioni del No al Referendum Costituzionale. - "Ha qualcos'altro da aggiungere?". - "Sì... Sarebbe un regime!"....GUARDA

Fusaro: se vince il No, arriverà un governo tecnico guidato da Mario Draghi

Fusaro: se vince il No, arriverà un governo tecnico guidato da Mario Draghi Diego Fusaro: "Se al Referendum Costituzionale vince il sì, come vogliono le élite, distruggono la Costituzione, desovranizzano lo Stato e impongono l'Unione Europea come Banca Centrale che decide per tutti. Se vince il no l'élite ha pensato anche al piano B, perché il popolo si sta...GUARDA

MELONI A RENZI: SCIOCCATA DA QUANTO SEI BUGIARDO!

giorgia meloni vs matteo renzi sei un bugiardo Giorgia Meloni si scontra violentemente con Matteo Renzi, durante la campagna per il referendum costituzionale, sul Porcellum e sulle liste bloccate, che Renzi sostiene di avere tolto dall'Italicum....GUARDA

Silvio Berlusconi su Beppe Grillo: “Non posso parlarne bene”.

Berlusconi su GrilloSilvio Berlusconi su Beppe Grillo a Matrix: "Mi piace parlare delle persone quando posso parlarne bene. Quando devo parlarne malissimo, ...evito". ...GUARDA

Nino Galloni mena schiaffoni anche alla Presidenza del Consiglio

galloni marattin Nino Galloni si scontra con Luigi Marattin, consigliere economico della Presidenza del Consiglio di Matteo Renzi, su banche, Referendum, privatizzazioni, debito pubblico, mercati e scenari catastrofici....GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>