Il postino può bussare quante volte vuole, ma se vi porta una cartella di Equitalia, da oggi potete non pagare!

di Stefano Davidson

Le cartelle esattoriali di Equitalia che arrivano a casa vostra per raccomandata non sono valide. Secondo le ultime interpretazioni giurisuprudenziali (qui la sentenza del giudice di pace di Genova) la notifica può essere effettuata unicamente attraverso gli ufficiali della riscossione, gli agenti della polizia municipale, i messi comunali e altri soggetti abilitati dal concessionario. Le raccomandate no. Questo rende “inesistente” qualsiasi notifica, viziando tutto il procedimento di pignoramento che ne potrebbe conseguire. Insomma: potete non pagarle, a condizione di effettuare un rigetto immediato, assistiti da un avvocato, con ricorso alla commissione tributaria.

Aiutami a continuare a fare informazione libera

Scrive Maurizio Villani che, con sentenza n. 4486 del 27 giugno 2012 (vedi pdf), anche il Giudice di Pace di Genova, pronunciandosi sulla corretta interpretazione dell’art. 26 D.P.R. n. 602/1973, ha ritenuto inesistente la notifica a mezzo posta degli atti di Equitalia, eseguita direttamente dalla stessa e non tramite agente all’uopo abilitato.

Ciò in linea con la giurisprudenza di merito formatasi sul tema e, in particolar modo, con la sentenza n. 909 della Ctp di Lecce del 23 ottobre 2009. Difatti, l’articolo 26, primo comma, del D.P.R. 29 settembre 1973, n. 602, rubricato “Notificazione della cartella di pagamento”, dopo le modifiche intervenute nel 1999, prevede la possibilità di notificare gli atti per posta, mediante invio di raccomandata con avviso di ricevimento, soltanto agli agenti notificatori od agli altri soggetti abilitati dal concessionario nelle forme previste dalla legge ovvero, previa eventuale convenzione tra comune e concessionario, ai messi comunali od agli agenti della polizia municipale (elencazione tassativa).

In base al primo comma dell’articolo 26 cit., quindi, la notificazione deve sempre essere effettuata da un agente notificatore abilitato, il quale può anche avvalersi del servizio postale, mentre sono certamente illegittime le notifiche eseguite a mezzo del servizio postale direttamente e non tramite agente all’uopo abilitato. Precisamente, mentre il primo periodo del comma 1 dell’articolo 26 si limita a individuare – con un’elencazione tassativa – i soggetti legittimati all’esecuzione della notifica, il secondo periodo del comma 1 indica il modo attraverso il quale i soggetti di cui al periodo precedente possono eseguirla. In pratica, pur rimanendo fermi i soggetti autorizzati, questi, a loro volta, invece che direttamente, possono ricorrere all’ausilio del servizio postale per la notifica degli atti.

In ragione di ciò, quindi, sia la Commissione tributaria nella cit. sentenza della Ctp di Lecce che il Giudice di Pace di Genova in quella in commento hanno accolto le sollevate eccezioni, poiché nel caso de quo non risultano rispettate le condizioni tassative di cui all’art. 26 cit., dichiarando la notifica dell’atto impugnato giuridicamente inesistente.

Da ultimo, nello stesso senso si sono pronunciate altre Commissioni tributarie. Infatti, con due importanti sentenze, la n. 33/07/12 del 13 aprile 2012 della CTP di Vicenza (di pagg. 66) e la n. 133/03/12 dell’11/06/2012 della CTP di Campobasso, le citate Commissioni confermano quello che ormai può definirsi orientamento maggioritario della giurisprudenza di merito, cioè che è inesistente la notifica per posta effettuata direttamente da Equitalia. La Ctp di Vicenza ha analizzato tutta la giurisprudenza, sia di merito che di legittimità, sull’argomento, contraria e favorevole alla tesi del contribuente sull’inesistenza della notifica, giungendo alla conclusione che, innanzitutto, non esiste una pronuncia di legittimità della Corte di cassazione in merito al caso specifico.

L’espressione (cfr. in particolare CTP Lecce 29 dicembre 2010, n. 533) “la notifica può essere eseguita anche mediante invio di raccomandata con avviso di ricevimento” non deve essere letta in modo estrapolato dal contesto in cui è inserita, in quanto costituisce la prosecuzione del primo periodo dell’art. 26 del citato D.P.R. nel quale sono indicati i soggetti qualificati a notificare la cartella di pagamento; invero, la norma in questione deve essere letta nel suo complesso e non già separando illogicamente la duplice statuizione contenuta nella stessa, come fanno i fautori della tesi contraria.

Il primo periodo dell’art. 26 cit. si limita a individuare – con un’elencazione tassativa – i soggetti legittimati all’esecuzione della notifica, il secondo indica, invece, il modo attraverso il quale i soggetti di cui al periodo precedente (e soltanto costoro) possono eseguirla, dovendosi in definitiva ritenere (non senza rilevare che una diversa interpretazione condurrebbe a ravvisare la sussistenza di un singolare esempio di cattiva tecnica normativa) che, pur rimanendo fermi i soggetti autorizzati, questi possono ricorrere anche all’ausilio del servizio postale per la notifica degli atti, ma che tale facoltà non può essere mai riconosciuta all’agente della riscossione, il quale, quindi, non può direttamente provvedere all’invio con lettera raccomandata dell’atto da notificare.

Ne consegue che deve essere inquadrato come una delle ipotesi di inesistenza il caso della notificazione effettuata direttamente da un soggetto non abilitato, proprio perché manca il presupposto soggettivo che è tassativamente previsto dal paradigma legislativo dell’art. 26 del DPR n. 602/73.

In attesa della pronuncia della Corte di Cassazione, che, si ripete, sulla nuova formulazione dell’art. 26 cit. ancora non si è espressa, si può concludere che ormai l’orientamento maggioritario dei giudici di merito è nel senso di riconoscere l’inesistenza della notifica nei termini sopra esposti.

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

19 risposte a Il postino può bussare quante volte vuole, ma se vi porta una cartella di Equitalia, da oggi potete non pagare!

  • 1
    hughich

    Scusate se lo faccio notare ma è già da oltre un anno che equitalia consegna con messo comunale e non più alla posta…almeno su Roma e Rieti

    ndr: Milano no.

  • 0
    IBAN IL TERRIBILE

    ALLORA  VANNO PRECISATE UN PAIO  DI COSE :  QUANDO EQUITALIA INVIA UNA CARTELLA ESATTORIALE  TRAMITE RACCOMANDATA POSTE ITALIANE SI APPRESTA A CONSEGNARE  TALE RACCOMANDATA COME UN NORMALE  INVIO DI OGGETTO A FIRMA…….SE  IL CONTRIBUENTE ( CITTADINO )  SI RIFIUTA  DI  RITIRARE IL PLICO  QUESTO E’ UN SUO DIRITTO….IL POSTINO FARA’ LA  RISPEDIZIONE  AL MITTENTE  DELL’ ATTO..-…..MA  ATTENZIONE ……. EQUITALIA  SI SERVE  DI POSTE  ITALIANE  ANCHE  PER  NOTIFICARE  ATTI CHE   VANNO  CONSEGNATI DAI  MESSI  DEDICATI…. ATTENZIONE……  IN  QUESTO  CASO,   PERCHE’ FORSE  NON TUTTI  SANNO CHE LA MAGGIORANZA  DEI POSTINI IN ITALIA E STATO  FORMATO CON CORSI  AD HOC  COME  MESSO NOTIFICATOEI  UFFICIALE   CON TANTO DI TESSERINO  E NUMERO  DI CODICE …PERTANTO  FATE  ATTENZIONE A NON FARE  SCELTE  CHE POTREBBERO SOLO PORTARVI  AD ULTERIORI  PROBLEMI  …….

  • -1
    Nonnetto1968

    Volevo chiedere: 

    considerato che a me la notifica m’è arrivata non tramite raccomandata ma con una semplice lettera (trovata nella cassetta delle lettere) la devo considerare lostesso nulla??

    grazie a tutti coloro che saranno in grado di rispondermi.

  • -2

    non sapete cosa darei per vivere in un Paese normale dove chi sbaglia paga, chi si becca una multa la paga e non si appella a tutti gli azzeccagarbugli e i complotti pur di farla franca.

    che schifo. spero di andarmene quanto prima da voi tutti.

    • -2.1

      Indignamoci anche per i 98 miliardi di euro non pagati da “quelli delle slot machine”. Indignamoci quando ci portano via, e all’estero,  per un pezzo di pane i macchinari nuovi di zecca da fabbriche volutamente lasciate fallire: fabbiche che potrebbero ancora produrre ma che cavilli giudiziari impediscono di lavorare. Quanto al non avere soldi per pagare le tasse ,le imposte ,le multe, è sufficiente andare a lavorare ,per un dato periodo, in un negozio “normale”: provate a essere competitivi, a mettervi in concorrenza. Allora capirete come erano sbagliate e da sfottò le parole dei Ciampi e dei Prodi, quando dicevano che ci vuole più flessibilità:parole simili a quelle dette dai tecnocrati montiani.

    • -2.2
      Lorenzo il Cattivo

      Non so cosa darei per vivere in un paese dove non ci siano persone bramose di mandare in rovina degli onesti lavoratori che come colpa hanno solo quella di non riuscire più a pagare tasse esorbitanti con metodi di recuparo crediti da veri e propri criminali.

      Perchè non ti indigni per i 3,5 miliardi regalati da Monti alla banca Morgan Stanley dove lavora suo figlio? Perchè non ti indigni dei 1000 miliardi di euro regalati da Draghi alle banche all’1% affinchè possano poi farci montagne di soldi prestandoli agli stati ad interessi molto maggiori? Perchè non ti indigni per come Monti ha esonerato le fondazioni bancarie dal pagamento dell’IMU? Perchè non ti indigni di avere un ministro come Passera indagato per frode fiscale che insinua che i poveri contribuenti sono evasori perchè hanno redditi da fame e quindi dichiarano poco?

      Perchè non ti indigni come han fatto i tedeschi quando Monti dice che in Europa bisogna sospendere la democrazia? Perchè non ti indigni per gli stipendi faraonici dei burocrati di equitalia? Perchè non ti indigni perchè molti lavoratori si suicidano per colpa del fisco?

      Perchè? Perchè?

      I casi sono 2: o  non sai assolutamente nulla oppure è meglio che non scriva qui quello che penso di te …..

    • -2.3
      next

      Mi permetto di aggiungere.

      Perché non ti indigni per quelle persone che, in preda alla disperazione, non hanno visto altra soluzione del togliersi la vita?

      Riesci a comprendere come ci si debba sentire per arrivare a compiere un simile, estremo gesto?

       

      Sai qual è il problema? La gente come te: chi non riesce a «calarsi nei panni degli altri». Chi generalizza. Chi non gliene frega niente perché “tanto” non corre il rischio di trovarsi in simili situazioni.

  • -3
    aldous

    Lo stato ha speso e sprecato non solo le entrate che aveva, come farebbe chiunque, ma speso quello che non aveva tartassando i cittadini ed imprese con balzelli non dovuti. Es Irap (tassa sui costi), iva sanzioni interessi ed imposte su quello che le ditte non incassano dai morosi ecc. E’ logico che parliamo di queste richieste del fisco che le ditte in crisi non vogliono pagare per non morire ma purtroppo la barzelletta del pagare tutti per pagare meno (che nasconde gli sprechi) trova ancora purtroppo tante menti superficiali che la ascoltano

  • -4
    leleiam

    Posto che sono convinto che sia necessario rispettare le regole, e questo anche da parte dei concessionari per la riscossione…con queste scappatelle si premiano sempre e solo i furbi, chi non paga e riceve la cartella…

    Il mio comune di residenza ha fatto l’anno scorso un maxicondono per tutte le contravvenzioni non ancora pagate, praticamente permettendo di pagarle, dopo anni e anni, al costo della forma ridotta, chiudendo tutto li.

    Allora io, che ho sempre pagato le mie (per fortuna poche) multe, ci ho perso: sono stato onesto, e chi non lo è stato, dopo anni, è stato agevolato più di me.

    Fino a che in Italia il sistema girerà così, è inutile illudersi, resteremo sempre un paese da terzo mondo.Certezza del diritto nessuna, e condoni a strascico non possono portare altro che a maggiori, sempre maggiori illeciti, perchè sta diventando più conveniente essere dalla parte sbagliata, e anche il cittadino più onesto prima o poi si stufa.

    Monti, Draghi, etc… sono tutti problemi grandi, enormi, ma non usiamoli come paravento per nascondere altri problemi, il benaltrismo non ha mai portato a nulla.Uno dei grandi problemi Italiani è l’equità e l’onestà.Vivrò in un paese civile quando chi non paga sarà punito severamente, a tutti i livelli, e non agevolato rispetto al contribuente onesto, come spesso (non certo sempre) succede

  • -5
    GianniP72

    ma infatti le cartelle di Equitalia non arrivano più via posta, la postina porta solo un avviso di notifica e la cartella va ritirata dalla polizia municipale.

    comunque dobbiamo pagare, giratela come volete

    • -5.1

      A Milano arrivano ancora per posta. Perlomeno qui.

    • -5.2
      Massimo B.

      Anche a Roma arrivano ancora per posta raccomandata (Luglio 2012). Non potrebbero mai arrivare con un messo comunale o un agente di Polizia Municipale perchè è una società privata/pubblica di riscossione dell’agenzia delle entrate.

  • -6
    Fox

    Da  cittadino, lavoratore (dipendente) italiano sono PROFONDAMENTE convinto che tutti debbano pagare i contributi (le tasse) in maniera equa senza penalizzare alcuni tipi di lavoratori rispetto ad altri.

    Però con chi afferma “che in italia tutte le scuse sono buone per non pagare, e che quando arriva una multa la si paga e basta” non sono d’accordo perchè la spina dorsale della legge è la forma, senza la forma ci ritroveremmo con controlli (anche non fiscali) indiscriminati in cui basta accertare l’infrazione senza badare che bisognava rispettare certe condizioni nell’accertare l’infrazione.

    Quindi è giusto che chi si ritrova con una contestazione irregolare si appelli per richiedere che la legge venga rispettata da chi deve farla rispettare per primo (lo Stato) o chi per lui (es Equitalia)

    Vi faccio un esempio pratico, io abito a Torino un mese fa andando a lavoro sono stato telelaserato (in una strada in discesa a 4 corsie per senso di mercia, escluso il controviale, in cui ci sono i 50km/h) senza che la Polizia Municipale avesse messo il cartello a 400mt ne tantomeno il cartello nel punto in cui erano appostati per non parlare delle segnalazioni luminose, da un agente solo nascosto dietro un albero nello sparti traffico tra viale e controviale, ovviamente non mi hanno fermato, mentre dovevano farmi la contestazione immediata, ovviamente sono tornato indietro ed ho fatto foto e video a tutto.

    Quelle che ho elencato qui sopra sono tutte infrazioni che la legge impone di rispettare a chi fa i controlli, io ora sto aspettando che arrivi la notifica dalla municipale per fare ricorso che so già costerà molto di più della multa stessa, ma lo farò per fare si che chi contesta quel tipo di infrazioni sia costretto a rispettare per primo la legge, pena annullamento della contestazione.

    Se tutti pagassero senza chiedere (a chi ci contesta qualsiasi cosa dalle multe per violazione del codice della strada a multe per non aver pagato le tasse) permetteremmo allo stato di non rispettare le regole che si da e che chiede ai cittadini di rispettare.

    Sono fiero di essere Italiano e fino a quando potro resterò in italia con tutte le delusioni del caso.

     

  • -7
    birillo6797

    a tutti quelli che si indignano vorrei chiedere perchè non si indignano quando l’inps ti chiede di pagare qualcosa come minimo 3000 euro quando tu non hai ancora guadagnato niente e pure se non hai guadagnato o quando i dipendenti pubblici o privati vanno in malattia pur essendo sanissimi o quando fanno il secondo lavoro.

    Perchè?

  • -8
    pakka

    Non sono un giudice…

    ma se in ogni caso i soggetti “autorizzati” dalla legge a notificarmi l’avviso di pagamento utilizzano la raccomandata, che cosa mi cambia se la raccomandata la invia direttamente Equitalia ??

    Secondo me è il solito cavillo che verrà sfruttato da chi non vuole pagare.

    Complimenti, continiamo cosi a farci del male…

    • -8.1
      italico

      Beh la differenza è che i soggetti autorizzati tendenzialmente sono ufficiali dello Stato, mentre Equitalia è un ente privato, quindi lo trovo molto logico che debba essere notificato da un ufficiale di stato!

      Anzi ciò che trovo assurdo è che un ente privato gestisca il recupero crediti di enti statali quando si sa che gli enti statali hanno personale in esubero ed, inoltre, c’è già la cosiddetta Agenzia delle Entrate che potrebbe (dovrebbe) esercitare la funzione di recupero di somme non pagate…………

    • -8.2
      Anubi

      La legge va rispettata da chiunque….se la legge dice così deve essere valida anche dall’ente “erogatore”

      Inoltre ci sono parecchi casi un cui la raccomandata non è arrivata (di proposito?) ma qualche mese dopo è arrivata la cartella definitiva non potendo però a quel punto presentare l’istanza nei tempi utili.

  • -9

    Sinceramente trovo questa cosa vomitevole.

    In pratica si stabilisce che, a prescindere della sostanza, la forma è essenziale per decidere se un procedimento sia corretto oppure no.

    Ci lamentiamo sempre della troppa formalità, delle assurdità della burocrazia che guarda alla forma piuttosto che alla sostanza, ma quando ci fa comodo siamo subito pronti ad applaudire alla burocrazia medievale italiana.

    Che schifo…!

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

L’EURO È UNA SCIAGURA – Valerio Malvezzi

L'Euro è una sciagura - Valerio Malvezzi Valerio Malvezzi, economista e professore di Comunicazione Finanziaria all'Università di Pavia, reduce dal successo straordinario ottenuto al convegno "ECONOMIA, BANCHE E LAVORO" di Siena, accanto ad Alberto Bagnai e Claudio Borghi (qui il suo intervento), è venuto nello studio di Byoblu per raccontare, intervistato da Claudio...--> LEGGI TUTTO

Traditi Sottomessi Invasi – Antonio Socci

Antonio Socci - traditi sottomessi invasi Antonio Socci, saggista e giornalista, autore su "La Verità" di un articolo dal titolo: "La religione civile della moneta unica cappio al collo della nostra sovranità", convertito sulla via di Damasco, dall'idea che lo stato fosse il problema e il mercato fosse la soluzione, alla piena...--> LEGGI TUTTO

CASSANDRA CROSSING: SALTATE GIÙ DAL TRENO – Rocco Bruno

CASSANDRO CROSSING: SALTATE GIÙ DAL TRENO - Rocco Bruno C'era una volta una società pacifica e in connessione profonda con il senso delle cose e della sua esistenza, che era ancora capace di attribuire grande importanza alla sperimentazione dell'Otium, in contrapposizione al Negotium. Poi, l'Uomo di Neanderthal fu conquistato e distrutto dall'Homo Sapiens, che poi...--> LEGGI TUTTO

Con le bombe o con i cambi fissi – Sergio Cesaratto

Sergio Cesaratto - Con le bombe o con i cambi fissi Come costringere l’Italia a ridurre il suo debito pubblico, costi quel costi? L’ossessione di Merkel e Macron emerge chiara, ancora una volta, dal documento firmato da quattordici economisti franco-tedeschi finanziati dal centro studi CEPR. Sergio Cesaratto, docente di "Politica Economica ed Economia dello Sviluppo" all'Università di...--> LEGGI TUTTO

Il totalitarismo che verrà – Maurizio Blondet

Maurizio Blondet - Il Totalitarismo che verrà Esclusiva intervista al grande vecchio eretico del giornalismo italiano, Maurizio Blondet, seguitissimo in rete, autoesclusosi dal circo mediatico italiano a causa della sua natura ostinatamente in direzione contraria e delle sue idee politicamente scorrette per antonomasia. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

Faccia faccia con Glauco Benigni – Live alle 21

Glauco Benigni Glauco Benigni, giornalista e scrittore, 20 anni da inviato e media editor presso il quotidiano La Repubblica, poi 15 anni in Rai. Autore-conduttore di programmi tv e consulente di grandi aziende (Eutelsat, Rai Trade, Sipra). Insegna Global Communication. Ha fatto più volte il giro del mondo....--> LEGGI TUTTO

False Fake News: iniziano a fioccare le querele

difesa contro le false fake newsL'avvocato Giuseppe Palma ha appena inviato una diffida legale all'Huffington Post, che lo aveva citato contestualmente a un articolo dove si parlava di presunte "bufale" dei movimento contrari all'Euro. Il mercato delle cosiddette "fake news", inaugurato da Hillary Clinton e gonfiato ad arte dall'area progressista (in Italia con il...--> LEGGI TUTTO

Gli esperti di diritto sulla Catalogna? Sono dei pirla.

Catalogna Governo centrale di Paolo Becchi Eccoli alla carica sui giornaloni gli esperti del diritto, e più sono esperti e più sono dei pirla. Fantozzi docet. Il referendum per l’indipendenza della Catalogna è «illegale». Sì, lo è: è contro la Costituzione spagnola, contro l’«unità indissolubile» dello...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

Il gioco responsabile al tempo del mobile

casino mobile La crescente diffusione delle nuove tecnologie ha radicalmente modificato gli stili di vita e le abitudini degli individui, contribuendo alla formazione di una cultura sempre più digitale. Dal 13° rapporto Censis-Ucsi sulla Comunicazione (2016) emerge che il 74% della popolazione italiana ha libero accesso ad una...--> LEGGI TUTTO

A Capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio: la Terra rallenta!

A capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio - la Terra rallentaUn "salto" di un secondo verrà aggiunto al conto alla rovescia di questo Capodanno per compensare il rallentamento nella velocità di rotazione della Terra.  Il secondo "extra" accadrà non appena l'orologio toccherà la mezzanotte e verranno "create" le ore 23:59:60, posticipando momentaneamente l'arrivo del Capodanno. Il secondo...--> LEGGI TUTTO

BIOMETRIA, IL FUTURO DELLA SICUREZZA

biometriaRiconoscimento dell'iride, facciale e del movimento della mano durante la firma: le nuove strategie per prevenire i furti e le loro possibili applicazioni Un uomo si avvicina a una stanza blindata. Per entrare niente password o codici di sicurezza, ma l'accostamento degli occhi a un...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Guest post

La storia degli appendiabiti

quadro appendiabiti cappotto cappello Si possono appendere le scarpe al chiodo quando si smette di giocare a pallone. Si possono appendere i panni al sole, le speranze a un filo, i quadri al muro, i condannati a un legno e i festoni sulle porte. Poi si possono appendere i vestiti...--> LEGGI TUTTO

Realizzata la prima video chiamata quantistica intercontinentale al mondo

Chiamata quantisticaIl satellite cinese Micius torna a far parlare di sé e stabilisce un nuovo record, quello della prima videochiamata quantistica della storia tra Vienna e Pechino. Circa tre settimane è avvenuto un evento eccezionale che modificherà totalmente il sistema di comunicazioni come lo...--> LEGGI TUTTO

Il Messico a meno di 40 euro al giorno!

Messico Amo il Messico. E' pieno di vibrazioni, è un paese meraviglioso, pieno di gente amichevole, con una energia speciale che vi fa riscoprire l'amore per la vita, con un'architettura spettacolare, con una storia che affonda le radici nelle profondità dei millenni e... con un cibo davvero...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Vi spiego Casapound – Marco Mori

Vi spiego Casapound - Marco Mori Marco Mori, avvocato ligure noto per le sue battaglie in difesa della Costituzione, spiega a Byoblu il programma di Casapound Italia e perché ha accettato di candidarsi.  (altro…)...GUARDA

Sei contro l’Europa? Non lo sai, ma in realtà ne vuoi di più! Rocco Buttiglione

Sei contro l'Europa? In realtà non sai che vuoi di più! - Rocco Buttiglione Alla presentazione del libro "Ordoliberismo e Globalizzazione", Rocco Buttiglione sostiene che la gente è contro l'Europa perché non c'è abbastanza Europa, ma che se ci fosse più Europa la gente invece sarebbe contenta. (altro…)...GUARDA

Il plusgodimento erotico del neolibertino sessuale – Diego Fusaro

Diego Fusaro - Il plusgodimento erotico del neolibertino sessuale C'è un nesso tra la disarticolazione dei rapporti tra i cittadini e lo Stato e la disgregazione delle strutture sociali in cui la sessualità si esprime? Esiste una forma di relazione possibile tra i contratti occasionali prediletti dal neoliberismo economico e il sesso occasionale, di una...GUARDA

Debunker di Stato: la conferenza stampa di Minniti e Gabrielli sui nuovi poteri della polizia postale

DEBUNKER DI STATO Sintesi della conferenza stampa di ieri, a Roma, del Ministro dell'Interno Marco Minniti e del capo della polizia Franco Gabrielli, che presentano il nuovo nucleo operativo di debunking della Polizia Postale, la quale avrà il potere di verificare e certificare le notizie, e anche di chiedere...GUARDA

Diego Fusaro su Papa Francesco: ispirato da George Soros

Diego Fusaro su Papa Francesco - Ispirato da Goerge SorosDiego Fusaro, filosofo noto ai dibattiti televisivi, critico sulla globalizzazione e sulle élite che la sostengono, analizza e critica il discorso di Papa Francesco sull'accoglienza dei migranti. ...GUARDA

Diego Fusaro contro il Black Friday: l’apice della mondializzazione, come Halloween.

Diego Fusaro - Black Friday no grazie Analisi lucidissima e impietosa di Diego Fusaro sul Black Friday...GUARDA

L’ex capo di Stato Maggiore in Iraq: “Bush Jr e Berlusconi erano nella stessa loggia massonica, ma salvarono Nassiriya”.

NICOLO GEBBIA - L'invasione degli Ultra Massoni - Video Il Generale in pensione dell'Arma dei Carabinieri, Nicolò Gebbia, parla della pervasività delle infiltrazioni massoniche, a tutti i livelli, e rivela che persino durante la guerra del Golfo, la città di Nassiriya venne risparmiata grazie al fatto che Silvio Berlusconi e Bush jr. appartenevano alla stessa...GUARDA

Antonio Ingroia: “Fuori dai trattati, costi quel che costi”.

INGROIA - FUORI DAI TRATTATI - 1280 Per Byoblu, da Roma, Eugenio Miccoli Oggi alla Camera dei Deputati, Antonio Ingroia e Giulietto Chiesa hanno presentato “Lista Del Popolo”, un’alleanza della società civile per il ripristino della sovranità nazionale, l’attuazione della Costituzione, la rinegoziazione o lo stralcio dei trattati europei, l’abolizione del Fiscal...GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>