Usciamo dal letargo

Dunque siamo al punto in cui di democratico, in questa nostra democrazia, non resta quasi niente. Oggi cominciano a dirlo anche sul Corriere, nell’editoriale a firma di Giovanni Belardelli. Voglio puntualizzare meglio.

Aiutami a continuare a fare informazione libera

 

Quando Mario Monti ricevette l’investitura, una delle mie principali obiezioni (a parte la sua storia personale che avevo delineato in “tutto tranne democrazia“) fu la seguente: una democrazia si basa sul fatto che il popolo, dopo avere valutato con opportuno dibattito e stimolato la formazione di un’opinione pubblica, sceglie i propri rappresentanti e un programma di Governo. I tecnici, viceversa, erano stati collocati nella loro posizione senza dibattito, dalle élite, accettando come se fosse acqua fresca il pesantissimo principio che in certi casi una democrazia può trasformarsi in oligarchia illuminata, se le condizioni di urgenza lo richiedono. Il problema di questa impostazione è che prevede che ci sia qualcuno che decide, e che questo qualcuno non sia il popolo. Una sorta di controllore occulto, cioè, dormiente, che tiene sotto controllo il Paese e valuta se le sue scelte siano appropriate o meno, per poi intervenire quando ravvisa segnali di una deriva indesiderata. Ma un tale controllore non può essere dato, formalmente, perchè presupporrebbe nei fatti l’esistenza di una élite che si trova al di fuori di qualsiasi controllo democratico, che segue le regole di una costituzione non scritta, decisa solo verbalmente in un qualche consesso segreto.

In effetti è proprio quello che è successo: quando il meccanismo della rappresentanza popolare – già svuotato del tutto da una legge elettorale che spezza il vincolo, il patto esplicito tra l’elettore e l’eletto – ha dato risultati difformi dalla volontà delle élite, è stato immediatamente sospeso, nel giro di poche ore, sia in Italia che in Grecia, senza passare da una nuova consultazione popolare. Il Parlamento dei “nominati” ha subito capitolato, un po’ per connivenza e un po’ perché schiacciato dall’azione a tenaglia dei media che, al soldo dei poteri forti, gridavano “fate presto”. Così, divenuto palese che la politica era morta, si è perso definitivamente qualunque ideale, qualunque visione superiore che non fosse quella di questi tecnocrati contabili, preoccupati solo di trastullarsi con i loro giochini infernali inventando nuovi acronimi per complicare ulteriormente una situazione ormai già artefatta e compromessa, pur di non ammettere di avere creato un mostro ingovernabile che deve solo essere abbattuto.

La chiave di lettura che giustifica l’esistenza del “controllore occulto” si trova, pubblicata in chiaro, nel rapporto “Crisis of Democracy”, emesso dalla Commissione Trilaterale di cui Mario Monti è stato una delle massime cariche per tanti anni. In sostanza, vi si sostiene che le uniche democrazie che possono funzionare sono quelle dove la grande maggioranza degli elettori rimane in apnea (testuali parole), ovvero ai margini del dibattito pubblico. Si sostiene, in pratica, la necessità di avere una oligarchia pensante e una massa sterminata di “prolet(*) ininfluenti, da mantenere nell’ignoranza e da usare come serbatoio di voti telecomandato. I prolet siamo noi, mentre la parte non ininfluente, l’oligarchia aristrocratica che si occupa di concedere il privilegio del voto o di toglierlo temporaneamente, sono le famigerate élite: direttori di quotidiani, editori televisivi, grandi industriali, finanzieri, banchieri, grossi assicuratori, alti burocrati europei, petrolieri e affini, che si incontrano periodicamente prendendo accordi “over the table”, come ricorda lo stesso Zbigniew Brzezinski, ovvero nelle organizzazioni che pubblicano (almeno formalmente) i resoconti dei loro incontri, oppure “under the table”, all’interno dei vari raduni del gruppo Bilderberg o dei think-tank internazionali.

Si potrebbe pensare che questa visione dell’organizzazione sociale non sia poi così pervasiva e determinante, senonché basta premurarsi di leggere le dichiarazioni che giornalmente filtrano attraverso le agenzie stampa, per capire che ormai non si tenta neppure più di nascondere ciò che è palese, sicuri che tanto il processo di emarginazione intellettuale, ottenuto grazie all’inaridimento progressivo dei percorsi formativi, si trova a uno stadio talmente avanzato da consentire ai manovratori di uscire allo scoperto, confidenti che i popoli, ormai in apnea e inconsapevoli dei loro diritti, non saranno in grado di prendere coscienza dei soprusi.

Pierluigi Bersani, pochi giorni fa, rispondendo a un giornalista circa le prossime elezioni politiche, si diceva fiducioso, perché ormai “i mercati” lo conoscono. Non i cittadini, badate bene, cioè gli unici teoricamente legittimati al voto, ma “i mercati”. Maria Stella Gelmini, parlando della nuova legge elettorale, ha dichiarato che ormai è tutto pronto, tranne (manifestando un po’ di insofferenza) la fase di votazione parlamentare, aggiungendo che – si sa – “il diavolo si nasconde nei dettagli”. Dunque il Parlamento sarebbe un dettaglio, per di più identificato con il male assoluto. Fabrizio Cicchitto, sempre in riferimento alla nuova legge elettorale che prevede l’istituzione di speciali listini bloccati, nei quali verranno eletti i nominativi indicati da ogni partito, ha detto ieri che i listini servono per assicurare l’entrata in Parlamento di “una serie di parlamentari di alto livello” che altrimenti rischierebbero di non entrarvi. Per usare il commento di Giovanni Belardelli sul Corriere di oggi: ” Quanto a dire che il principio di sovranità popolare dovrebbe essere corretto alla luce di una sorta di diritto a essere rieletti dei politici ‘di alto livello’ “. Ma Cicchitto è abituato ai circoli chiusi, sin dai tempi della sua membership in un piccolo bilderberg all’amatriciana: la loggia P2.

Ma la democrazia, vedete, o c’è o non c’è. Non ci sono sfumature intermedie. Se il potere è in mano al popolo che lo esercita deliberando, allora c’è. Se questo potere è in mano al popolo solo per le questioni di piccolo conto, ma viene trasferito ad altri momentaneamente – e a piacere – da un controllore oscuro secondo logiche non esplicite e non previste dalla nostra Costituzione, esercitando un’azione diversiva nei confronti dell’opinione pubblica per mascherare la realtà dei fatti, allora la democrazia non c’è. E’ un’altra cosa, chiametela come vi pare a voi, ma non democrazia.

O questo stato di cose sta bene a tutti – e per la maggior parte della popolazione, già in apnea, non sembrano esserci problemi -, oppure è necessario recuperare piena legittimità democratica, svegliando chi dorme, non senza pagare il prezzo di essere aggrediti e presi per folli, costringendo tutti a guardare in faccia le cose per come stanno. Un blog può fare molto, ma non è sufficiente. C’è bisogno che ognuno faccia la sua parte. Ma è un processo lungo, perché senza adeguati strumenti culturali, ormai irrimediabilmente compromessi da un lavoro di smantellamento mediatico e istituzionale durato decenni, è diffcile recepire l’importanza di argomentazioni come queste (e poi è ricominciato il campionato di calcio). L’alternativa è lasciare precipitare le cose, perché è solo quando i morsi della fame iniziano a farsi sentire che anche il plantigrado più ottuso esce dal letargo.

(*) Il termine “prolet” deriva dal romanzo 1984, di George Orwell.


  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

30 risposte a Usciamo dal letargo

  • 10
    noce

    Proposta per cominciare, eliminiamo gradualmente i governi e parlamenti nazionali, facciamo funzionare un Parlamento Europeo formato da rappresentanti delle Regioni. Risparmieremmo miliardi, rafforzeremmo questa pseudo Europa in modo da affrontare il confronto con l’America e tutti i paesi emergenti. Ma soprattutto avremmo un’identità più circoscritta e soddisfacente riconoscendoci in queste radici che per tanti altri paesi hanno costituito ed ancora sono motivo di tanto dolore per l’indipendenza. Europa delle Regioni!! 

  • 9

    Fortunatamente l’essere umano sta crecendo indipendentemente dai tentativi di manipolarlo, l’umanità sta crecendo, più la si vuole controllare e irregimentare più reagirà al di fuori delle aspettative… Ci sono moltissimi segnali e avvisaglie di questo processo che l’essere umano si sta ribellando e non è necessario, a mio avviso, ancora molto tempo perchè anche queste elitè si renderanno che sono non potranno fermare nulla di essenziale in questo processo di liberazione.

    Parallelamente milioni di persone stanno reagendo , contemporaneamente, ed in pochi giorni si potrebbero dare cambianti sostanziali, assolutamente incontrollabili, e di segno “rivoluzionario” non violento, il cambiamento è dietro l’angolo, non sappiamo quando si manifesterà in maniera risoluta e dilagante , parallela… ma non manca molto…

    Non sarà un processo sequenziale, di uno in uno, di dieci in dieci, sarà semplicemento un processo di cambiamente parallello, milioni di persone parallelamente e in maniera armonica o quasi si muoveranno, anzi si stanno già incamminando verso la via d’uscita…

     

  • 8
    Danilo

    m.recupero ha scritto :
    Che fare? Ciao Claudo, mi complimento con te per quello che scrivi e per l’impegno. Purtroppo, secondo me la gente è consapevole di quello che gli sta attorno, ma non sa che fare! Aspetta le prossime elezioni, ma anche queste saranno una causa persa.  Politici di sinistra che promuovono inceneritori e hanno quote private di acqua, quelli di destra sono ancora più infami e speculatori. Il movimento 5 stelle che ha un esercito di gente brava e onesta ma viene manipolata da…vabbè Che fare? Che proponi? Andiamo in piazza armati?  La gente ha capito cosa sta succedendo, conosce te, Barnard,la dott.sa Musu,Undiemi,Bagnai, Giorgio Vitali ecc… ognuno di noi ha la propria lavagna con scritto “buoni” e “cattivi”… ma torniamo al punto che fare? Parlo quotidianamente con gente in ufficio, per strada in chat, dappertutto e vedo che la gente è stanca! Avvelita. Io sono siciliano e da me ci sono scene incredibili, elettricisti che lavorano in cambio di pomodori.  Non so…dimmi tu!  

  • 7
    m.recupero

    Che fare?

    Ciao Claudo, mi complimento con te per quello che scrivi e per l’impegno. Purtroppo, secondo me la gente è consapevole di quello che gli sta attorno, ma non sa che fare! Aspetta le prossime elezioni, ma anche queste saranno una causa persa. 

    Politici di sinistra che promuovono inceneritori e hanno quote private di acqua, quelli di destra sono ancora più infami e speculatori.

    Il movimento 5 stelle che ha un esercito di gente brava e onesta ma viene manipolata da…vabbè

    Che fare? Che proponi? Andiamo in piazza armati? 

    La gente ha capito cosa sta succedendo, conosce te, Barnard,la dott.sa Musu,Undiemi,Bagnai, Giorgio Vitali ecc… ognuno di noi ha la propria lavagna con scritto “buoni” e “cattivi”… ma torniamo al punto che fare?

    Parlo quotidianamente con gente in ufficio, per strada in chat, dappertutto e vedo che la gente è stanca! Avvelita. Io sono siciliano e da me ci sono scene incredibili, elettricisti che lavorano in cambio di pomodori. 

    Non so…dimmi tu!

     

    • 7.1
      andyperu

      Scusa, ma io gli Italiani li vedo stanchi della politica da sempre, pero’ poi li vedo votare Pd o Pdl. In quanto al 5 stelle, se e’ composto da gente positiva come dici tu, sara’ gia’ un cambiamento, al di la’ delle opinioni su Grillo che comunque ne e’ stato il fondatore.

    • 7.2
      il giak

      Ancora con questi mantra

      abbasseranno il costo della benzina?

      Non bisognera consumarla la benzina..

      abbasserano il costo dei beni di prima necessita come il cibo?

      forse cambiando abitudini alimentari? No?

      coltivando i nostri prodotti anzichè asfaltare i terreni x le strade e consumare benzina (anche se costasse meno)?

      alzeranno gli stipiendi?

      Smettere di comprare cose inutili?

      diminuiranno la disocupazione?

       

      Recuperiamo spazi di vita, non lavoro a tutti i costi.

       

      Scusa ma se partiamo ancora da questi presupposti, hai ragione, non ci saranno mai cambiamenti.

       

      Cominciamo almeno ad immaginarlo un’altro mondo, da li il passo è più corto anche se come dice Claudio, il processo sarà lungo.

       

    • 7.3
      Alerighini

      il movimento 5 stelle non cambierà proprio niente, si fonda sui principi identici con cui si fondano tutti i politici, ma non è ancora completamente degenerato dal potere, pochi mesi di governo e saranno uguali!

      abbasseranno il costo della benzina?

      abbasserano il costo dei beni di prima necessita come il cibo?

      alzeranno gli stipiendi?

      diminuiranno la disocupazione?

      NO,NO,NO,NO   anche perche’ non è possibile fare altro in un sistema compromesso.

      il problema che siete in tanti ad aver paura a esprimere le vostre idee al pubblico, e avete anche ragione vi hanno indottrinati cosi…non credo che ci sarà una uscita in piazza organizzata, poichè i sindacati sono stati compromessi ed eviteranno di farla in tutti i modi.il rischio di guerra civile è molto alto

      io alle prossime elezioni strappero i fogli e il certificato elettorale li davanti alle cabine, macchiandomi di un preciso reato, voglio vedere chi vicino farà lo stesso o chi almeno dirà qualcosa, io lo dicevo 5 anni fa, di mettersi davanti ai seggi fare massa e non votare, il tutto avrebbe risuonato nei giornali “esteri” come la protesta ultrapacifica del popolo che sa di essere sotto tiranide,ma me ne sono dette di tutti i colori, per poi vedere che effettivamente avevo ragione…

  • 6
    luis

    Non c’è via d’uscita, siamo completamente impotenti ed il guaio è che se le cose fossero decise dal popolo andrebbe addirittura peggio. cosa ci fa credere che il male minore siano i prolet? Cosa ci fa credere che i loro desideri (i nostri desideri) siano sacrosanti? E lasciamo perdere per un attimo il fatto che l’elite concentra su di se le risorse ed i privilegi perché vorrebbe dire che tutto sommato aspiriamo ad essere come loro. Il punto è che noi esseri umani siamo delle bestie con bisogni bestiali, non siamo al centro dell’universo, tutto non ci è necessariamente dovuto. Tra gli animali è il più forte a dominare sul più debole, nella nostra civiltà umana la forza si traduce in capacità organizzativa: il più organizzato prevale sul meno organizzato e lo domina. Nonostante la nostra evoluzione ed il nostro progresso non possiamo sfuggire alla natura. Le masse sono costuite da una moltitudine di individui scarsamente organizzati e sono assoggettate dal dominio di un gruppo elitario altamente organizzato. Come in una sorte di ordine naturale le masse dipendono dall’elite e l’elite dipende dalle masse, entrambe hanno bisogno l’una dalle altre. Ma il gruppo di potere, avendo una posizione dominante, gode di più privilegi, ma ha anche più responsabilità in quanto l’intera stabilità del sistema dipende dalle sue decisioni. Il gruppo di potere decide se far espandere la massa dei prolet o contenerla, sapendo di vivere in un pianeta con risorse limitate, stanno mettendo in piedi una manovra di contenimento dell’umanità.

    E’ di questi giorni la notizia che abbiamo già finito le risorse del pianeta relative al 2012 e dal 22 agosto (mi sembra) siamo in debito con il pianeta per le riserve del 2013. Si parla sempre del debito pubblico, che è opinabile, ma questo genere di debito globale penso lo sia di meno.

    Ho saputo che alcuni articoli de L’Economist si sono dedicati a queste tematiche (non dei prolet e della sinarchia ma delle risorse della terra in esaurimento e della sovrappopolazione), è una vera e propria emergenza.

  • 5
    Pope

    Tutto vero quello che è scritto nel post, peccato che l’italiano sia viziato, apatico, incapace di generare azioni oltre a quella dello sdegno, peraltro avvezzo a lavare la propria coscienza di indignado perchè pensa che giornalai come Santoro o Travaglio risolvano i suoi problemi. Sparando contro Berlusconi si nasconde però la verità , il vero problema: quello delle speculzioni finanzierie da parte dal famigerato Group of 30 (i Globocrati) che sono in grado di mettere in default il Pianeta in una settimana.Manca l’informazione, quella vera, si agitano i fantasmi dello spread, della (falsa) crescita, ora ci manca solo la nuova legge elettorale per far confusione e gettar fumo negli occhi mentre la Trilaterale muove i fili delle marionette Monti, Draghi, che devastano la nostra nazione buttando alle ortiche welfare, stato sociale e svendendo il nostro patrimonio (La Grecia si sta vendendo le isole, e dopo ?)La gente è stanca ? non abbastanza, la strada per Libia, Tunisia, Egitto, Siria è ancora lunga

    • 5.1
      skywalker

      Tutte ottime osservazioni. Comunque è bene che il ns destino lo segliamo noi fin che siamo ancora in tempo. E la buona notizia è che siamo ancora in tempo! dipende solo da noi.  Fin che esiste la consapevolezza di quello che sta succedendo. come il web con incredibile energia sprigiona, grazie a voi cari amici e al bravissimo Claudio , la speranza di risolvere velocemente  e con soddisfazione questa situazione kafkiana in cui viviamo esisterà sempre. Ricordatevi l’esempio dei Referendum sembrava una battaglia persa dall’inizio ma è stata vinta!. La cosa fondamentale (dobbiamo imparare dal nemico Berlusconi) è che dobbiamo prima di tutto avere fiducia e infondere fiducia, non possiamo permetterci di cedere neanche di un millimetro da ciò che è conquistato a livello conoscenza e dobbiamo soprattutto impegnarci in prima persona a diffonderlo, soprattutto al di fuori del web.(Noi dispreziamo tanto le élite ma paradossamente anche noi lo siamo, e per uscirne è nostro dovere diffondere e condividere questa conoscenza con tutti!!). Come fare?! Ad esempio io nel mio piccolo masterizzo dei economici cd con i migliori video che trovo sul web, i più significativi, accattivanti in modo da far scattare la scintilla dell’interesse all’amico, al conoscente, al ristoratore, al barbiere, al collega, al consulente ecc. a chiunque. Ricordatevi che nessuna ci salverà, dipende solo da noi.

       

  • 4
    aloha78

    In risposta ad M.RECUPERO….

    Concordo su molte cose ma ti voglio dare una risposta facile facile:

    CON I CONSUMI.

    La gente non si rende conto di che potere ha nel scegliere cosa consumare…potrei scrivere un papiro a riguardo, o farti l’elenco di cause – effetto.

    Certo, tutti dovrebbero essere consapevoli ed informati ma la soluzione esiste…e` facile e gratis…Purtroppo io sono dell`idea che l’Italiano medio, prima di svegliarsi debba toccare il fondo…e pure per un po` di tempo. Ma siamo ancora lontai da questo….

    • 4.1
      Albaro

      Beati voi che vivete in un mondo consumistico, da parte mia ho già ridotto quanto mi è possibile , ma perché io devo continuare a ridurre mentre le lobbies che voi dite continano a cenare con aragoste e orate su panfili da milioni di euro?

      Io non devo ridurre , devo impedire ai componenti delle lobbies di campare al meglio con i soldi che Monti ci estorce per mezzo di equitalia , cominciamo a mettere sotto sequestro tutti gli yacth registrati a nome di società inesistenti , poi quelli che vogliono andare in mare si presentano e controlliamo il tutto, se nessuno si fa vivo entro 1 anno le barche vengono messe all’asta e il ricavato a favore degli strumenti scolastici , ad esempio informatici per combattere l’evasione , i giovani devono imparare a difendersi per non vivere in questa jungla come schiavi.

    • 4.2
      Von Wustenberg

      Vero! Viviamo in un mondo consumistico dove i consumi controllano i mercati e i mercati controllano le democrazie. Tuttavia nonostante sulla carta i consumi siano controllati dal popolo (consumatore), questo è facilmente pilotabile tramite i mass media in mano guarda caso ai centri di potere. Viviamo da decenni crisi cicliche e programmatiche che rappresentano il bastone delle lobby contro il proletariato. Assottigliano il nostro bisogno di libertà sostituendolo con la libertà di consumo mentre calpestano i nostri diritti in cambio dell’illusione di sicurezza dalla minaccia del barbaro straniero.

      L’informazione indipendente è l’unico strumento che abbiamo per sentirci liberi, è questo che ci regalano byoblu e tutti quelli che come lui lottano per un’informazione logica e coerente. Il nostro vero nemico non sono le lobby, gli speculatori o i politici corrotti, il nostro vero nemico è l’ignoranza perchè se è vero che nel mondo siamo tutti uguali allora è anche vero che potenzialmente siamo tutti in grado di capire. L’uomo agisce per interessi e sicuramente le battute di un comico sono un ottimo incentivo per andare ad ascoltare un comizio ma credo che finchè l’elettore si muoverà per soddisfare il bisogno di due risate e non per il bisogno di libertà le cose purtroppo non cambieranno.

    • 4.3
      Von Wustenberg

      purtroppo ridurre al minimo i propri consumi per poi invidiare i ricchi che consumano in modo spregiudicato non porta nessun effetto positivo. Il consumo come unico motore della società così come viene inteso dal sistema capitalistico è la più grande forma di inquinamento che la terra abbia mai conosciuto. Consumiamo non per necessità ma per far girare l’economia  e i soldi si muovono sempre nella stessa direzione, dai poveri che producono ricchezza reale ai ricchi che accumulano soldi (ricchezza virtuale e fittizzia). Le aragoste, i panfili e gli yacht di cui parlavi sono il vero inquinamento di questo mondo perchè ahimè le risorse (sia umane che materiali) sono limitate (E SOPRATTUTTO DI TUTTI!) e se vengono distribuite nel modo sbagliato (il 5% della popolazione possiede il 40% della ricchezza) causano sprechi da Invia il commentouna parte e fame dall’altra.

  • 3
    meteopsi

    Una delle possibili vie d’uscita è aumentare la cultura generale. Visto che la lettura di libri non è proprio un’usanza tra la gente, proporrei per facilitare la cosa di rendere accessibile in modo realmente gratuito internet. La cultura non sta solo li, si intende, ma sicuramente in internet la gente si pone dei dubbi, ha meno certezze e cerca delle soluzioni. Davanti al televisore, come è successo per decenni, non c’è visione critica ma quasi esclusivamente condizionamento subliminale. Inizierei così, ci vorrà del tempo ma ne varrebbe la pena.

     

    • 3.1
      Von Wustenberg

      Pienamente d’accordo. La TV generalista disinforma e inebetisce ma questo non significa che non possa essere un ottimo strumento di informazione. Una TV che faccia cultura e vera informazione può esistere solamente se indipendente da politici e ricchi investitori. Finchè rappresenterà un’enorme fonte di profitto e un potente strumento di controllo non potrà mai uscire nulla di buono da quella scatola nera. Per questo motivo ero molto entusiata dell’esperimento di Santoro con Servizio Pubblico.

      Trovo formidabile l’idea del video blog, la nostra generazione non è abituata a leggere come in passato e il video permette di informarsi senza troppe fatiche e facilita notevolmente la comprensione dei concetti specialmente quando ad esprimerli sono persone competenti come Alberto Bagnai, Claudio Messora o Marco Travaglio. Per questo motivo faccio a Byoblu i complimenti più sinceri perchè è riuscito li dove la stragrande maggioranza dei giornalisti (soprattutto l’elite) ha fallito miseramente.

      Credo che Claudio Messora rappresenti tutti noi che cerchiamo la verità dietro la facciata, credo che sia la dimostrazione che l’intelligenza, l’ingegno e la cultura siano l’arma più potente e che con esse anche un uomo solo partendo dal nulla possa fare la differenza.

  • 2
    Albaro

    Von Wustenberg ha scritto :
    purtroppo ridurre al minimo i propri consumi per poi invidiare i ricchi che consumano in modo spregiudicato non porta nessun effetto positivo. Il consumo come unico motore della società così come viene inteso dal sistema capitalistico è la più grande forma di inquinamento che la terra abbia mai conosciuto. Consumiamo non per necessità ma per far girare l’economia  e i soldi si muovono sempre nella stessa direzione, dai poveri che producono ricchezza reale ai ricchi che accumulano soldi (ricchezza virtuale e fittizzia). Le aragoste, i panfili e gli yacht di cui parlavi sono il vero inquinamento di questo mondo perchè ahimè le risorse (sia umane che materiali) sono limitate (E SOPRATTUTTO DI TUTTI!) e se vengono distribuite nel modo sbagliato (il 5% della popolazione possiede il 40% della ricchezza) causano sprechi da Invia il commentouna parte e fame dall’altra.

    Quello che hai scritto oramai in rete lo sanno tutti , quello che non sai non conocendomi è che io non sono affatto invidioso di quello che i ricchi hanno e consumano , credo che tu sappia invece che l’arricchimento è possibile imbrogliando e rubando al prossimo come fanno le banche e i politici quando non sbagliano  , se sbagliano tramite il governo devi pagare tu i loro debiti causati sa investimenti sbagliati o scelte di governo coscientemente fatte per truffare i propri elettori , quindi non vedo come posso essere invidioso di certi individui , sono ben felice di aver vissuto grazie al mio lavoro , e tu sai che lavorando non ci si arricchisce , puoi avere dei soldi in più se sai gestire la tua azienda e riesci nell’ardua impresa di mantenere i posti di lavoro per le famiglie, spesso i piccoli imprenditori rischiano di più e lavorano molte più ore del semplice operaio subendo lo stress delle banche , quindi ho sempre accettato che chi più si impegna usando la propria intelligenza per risolvere i problemi , abbia dei riscontri in più , ma non sto certo parlando delle multinazionali che sfruttano il lavoro minorile o usano gli operai in condizioni di schiavitù.

    • 2.1
      Albaro

      Quello che hai scritto oramai in rete lo sanno tutti , quello che non sai non conocendomi è che io non sono affatto invidioso di quello che i ricchi hanno e consumano , credo che tu sappia invece che l’arricchimento è possibile imbrogliando e rubando al prossimo come fanno le banche e i politici quando non sbagliano  , se sbagliano tramite il governo devi pagare tu i loro debiti causati sa investimenti sbagliati o scelte di governo coscientemente fatte per truffare i propri elettori , quindi non vedo come posso essere invidioso di certi individui , sono ben felice di aver vissuto grazie al mio lavoro , e tu sai che lavorando non ci si arricchisce , puoi avere dei soldi in più se sai gestire la tua azienda e riesci nell’ardua impresa di mantenere i posti di lavoro per le famiglie, spesso i piccoli imprenditori rischiano di più e lavorano molte più ore del semplice operaio subendo lo stress delle banche , quindi ho sempre accettato che chi più si impegna usando la propria intelligenza per risolvere i problemi , abbia dei riscontri in più , ma non sto certo parlando delle multinazionali che sfruttano il lavoro minorile o usano gli operai in condizioni di schiavitù.

  • 1

    Non so se le idee dei numerosi partiti avranno la visibilità che meritano: i programmi tv ancora oggi hanno indicato che la legge elettorale si farà ma a pochi mesi dalla data delle elezioni, per evitare di indurre alcuni franchi tiratori a fa cadere il governo e andare,in anticipo, a nuove elezioni. In più lo sbarramento al 5%, e stamane in tv Di Pietro, dato al 6 o 7% era in affanno (anche perchè non lo lasciavano terminare di parlare: Di Pietro non è nelle mie preferenze,comunque). Temo che richiamare l’attenzione verso “i nemici di Grillo” faccia perdere preferenze al M5S. Segnalo infine che ieri, per quanto vi possa interessare la mia opinione, ho preferito dopo aver fatto un po’ di zapping, Quinta colonna al programma Bersaglio Mobile su la 7. E’ vero che è importante parlare dell’accordo stato mafia e intercettazioni, ma preferivo sapere se qualcuno aveva idea di come sviluppare lavoro, creare occupazione,permettere di vivere. Le intercettazioni riguardavano milionari di stato come il presidente i milionari in studio, Mentana, Travaglio, Di Pietro , Ferrara, Macaluso (?). 

  • 0
    Albaro

    Salve , volevo rispondere al “CHE FARE?” di M. Recupero ma è presente un commento di andyperu e il quote riporta solo quello perciò scrivo in generale.

    Sono in accordo su quanto scritto da M. Recupero e cercando una risposta sto considerando  che una delle cose importanti da fare è raggiungere chi non è in rete e anche quelli che sono in rete ma dopo una giornata di duro lavoro non sono propensi ad occupare il poco tempo libero nella ricerca di una informazione alternativa e poco valore hanno in questo caso il “mi piace” , i propri “commenti” e le condivisioni per chi segue facebook come semplice ludica chat senza contare che sono in molti ad usare il PC per altri interessi, me compreso fino a pochi mesi fa, quindi per chi è già “ in corrente” come noi  il compito è di sensibilizzare chi non è in rete ma non me la sentirei di proporre l’interessantissima intervista a Bagnai di 2 ore a chi è stanco o è completamente disinformato, però sensibilizzando i giovani, gli studenti anche delle superiori  potrebbero fare da tramite con genitori, conoscenti e altri giovani , loro hanno il tempo e i mezzi di comunicazione ma dobbiamo fornire strumenti validi come ad esempio dei video di 30 minuti con gli spezzoni salienti dei vecchi spettacoli di Grillo che sono attuali in quanto premonitori,  è solamente con la capacità di Grillo a intrattenere il pubblico che possiamo sperare che anche gli stanchi, gli apatici e i distratti vengano sensibilizzati in cambio di due risate , dopo una giornata di lavoro non puoi proporre l’immagine se pur vera di una Italia in rovina , perciò punti salienti degli spettacoli intermezzati da momenti felici delle interviste a Paolo Becchi, Paola Musu , Lidia Undiemi , Monia Bernini e altri per convalidare e proporre quello che Grillo catalizzatore è riuscito a trasmettere fino ad oggi.

    Inutile dire che i video dovrebbero essere presenti in rete  in mpeg2 o meglio ancora in DVD per permettere la masterizzazione , infatti chi non è in rete ha certamente la TV e il lettore DVD , ma mentre la RAI e altri non dicono la verità il DVD permetterebbe a molti di scoprire cosa realmente bolle in pentola , i giovani hanno i mezzi e molti sarebbero felici di rendersi utili  , i DVD che costano 30/40 centesimi compreso il contributo SIAE per i supporti vergini sono un ottimo mezzo di diffusione da “prestare” J , regalare o far vedere ad amici e genitori , unico sistema per entrare nel televisore e nella testa di chi è succube RAI e giornali.

    Un saluto a tutti, Alvaro.

  • -1
    m.recupero

    Credo che la soluzione di aloha78 non sia così semplice!

    Invece l’idea di fare un video, magari divisi per argomenti del tipo:

    “censura e silenzio dei media”

    “chi è effettivamente monti”

    “la generazione della crisi e il signoraggio bancario e il ruolo della BCE”

    “panoramica sui trattati europei (Lisbona,ESM ecc..)”

    Il punto è che la gente pensa che la crisi “è perchè si mangiano i soldi” e non va oltre a questa affermazione. Si è vero ci sono sprechi da evitare ma c’è un mondo da scoprire. 

    Provo a montare un DVD, poi magari se qualcuno è interessato lo condivido.



  • -2
    Albaro

    skywalker ha scritto :
    Bisogna segliere video di impatto per cominciare: devono stuzzicare, devono oliare le meningi,devono appasionare, per poi incitare il salto nell’approfondimento

    Se leggi il mio commento capisci perché ho proposto Grillo come catalizzatore , proprio per la facilità di comunicazione e di intrattenere un pubblico anche diffidente portandolo dalla parte della ragione, altrimenti come mi spieghi che Grillo riesca a riempire un intero palazzetto di pubblico pagante per diverse sere? Eppure le cose le dice bene, in faccia e in modo convincente , per questo dicevo di intermezzare punti salienti degli spettacoli con spezzoni di interviste a Paolo Becchi e altri a conferma da bocca autorevole a quello che Grillo ha messo sul piatto.

     

    • -2.1
      skywalker

      Io non sono iscritto a nessun partito e non lo sono mai stato. Condivido appieno le idee del 5 stelle (li voterò) e di Beppe Grillo. Non sono esperto di comunicazione, però mi piace imparare e capire da chi ne sà, Di chi sto parlando? del più grande comunicatore che abbiamo il Berlusco naturalmente!. Impariamo dal nemico! Guardate il Tg rai e uno mediaset: li accomuna due scatole vuote prive di contenuti, ma la seconda è ben cofezionata, accativante, stacchetti che ti tengono su anche se sei stanco, dinamica e fluida. Noi dovremmo copiare, con un qualchecosa ben confezionato, in rete si trova già fatto! Naturalmente con l’alto contenuto delle nostre discussioni: fiscal compact, Napolitano, costituzione, democrazia, mes,signoraggio bancario trilaterale Bildenberg ecc. Quello che stiamo facendo, ricordatevi è un percorso: e per arrivare a comprendere la grande truffa globale, almeno per me, di tempo ce ne ho messo. Io, fino alla scoperta  di Byoblu che mi aperto gli occhi, non avevo neppure il sospetto dell’esistenza di questi gruppi occulti. Non tutti capiscono ancora tutto questo (tra l’altro è talmente incredidle che è difficile da credere!). Coltivate con calma, non buttatevi subito verso il 5stelle e Grillo. Concimate prima il campo poi conquiesteremo un altro prezioso amico e voto verso il cambiamento. Anche un cd ben fatto, cosegnato a uno scettico può fare, veramente molto! Non demordete!!! Loro non si arrenderanno, noi neache.

  • -3
    Ray Milano

    Articolo ben scritto e dai contenuti, purtroppo, conformi alla realtà!

  • -4
    jesskarton

    grazie di nuovo per questi articoli. purtroppo non basta votare per essere una democrazia, ma occorre un impegno quotidiano e una partecipazione diretta e stimolatrice prima e dopo le elezioni. occorre anche impegnarsi porta a porta per  sensibilizzare e rendere più consapevoli coloro che vengono imboniti dalle tv o dai giornali di stato… potrebbe essere un’idea creare un tv/blog da cui  finalmente i pensieri e i principi delle persone summenzionate possono giungere a coloro che il computer non lo sanno usare…

    • -4.1
      Albaro

      Praticamente abbiamo detto la stessa cosa nello stesso momento, mi fa piacere,, dato che siamo in sintonia cosa ne pensi della mia proposta?Ciao alle prossime, Alvaro.

  • -5
    skywalker

    In risposta agli amici che hanno scritto, dicendo giustamente che non è facile, dopo una giornata di duro lavoro seguire , una intervista, (che deve essere neccessariamente lunga e articolata perchè l’argomento lo inpone), magari di Bagnai, dello stesso Claudio (che ha un eccezionale dono di sentesi e chiarezza),dell’avvocato Paola Musu, Barnard ed altri, è sicuramente difficilissimo per chi deve cominciare; e molti sicuramente ci rinunciano, Bisogna segliere video di impatto per cominciare: devono stuzzicare, devono oliare le meningi,devono appasionare, per poi incitare il salto nell’approfondimento. Io masterizzo dei semplici Cd neanche Dvd, nella mia navigazione ho scelto quei video da youtube che mi hanno colpito es.

    ttp://www.youtube.com/watch?v=tm8XkdSEyy8   
    http://www.youtube.com/watch?v=8L-e5Cvm-wQ
    http://www.youtube.com/watch?v=f4C-4Bx8h4A
    http://www.youtube.com/watch?v=V2RRwDX9HqM

    Per scaricaricarli dal web io uso KeepVid, si fa tutto su internet, digitatelo su google andate al sito, copiate l’indirizzo e lo scaricate  in Mp4 e il gioco è fatto. Per masterizzare io uso Nero.

    Io vivo in zona terremotata, quì tipicamente lavorono tutti a testa bassa, e non hanno tempo. Tocca a noi, “che sappiamo”, non abbandonarli; aiutateli a  capire, è un investimento per il ns futuro e dei nostri figli e naturalmente per tutti. Ricordatevi che questo è l’ultimo treno della democrazia, ho la sensazione che le elezioni democratiche “questo unitile e costoso fatidio” faranno in modo in futuro che  servano sempre a meno, adesso siamo ancora in tempo!

     

  • -6

    Condivido tutto quello che hai scritto in questo post. Grazie.

  • -7
    Giampi

     
    Alerighini ha scritto :
    il movimento 5 stelle non cambierà proprio niente, si fonda sui principi identici con cui si fondano tutti i politici, ma non è ancora completamente degenerato dal potere, pochi mesi di governo e saranno uguali! abbasseranno il costo della benzina? abbasserano il costo dei beni di prima necessita come il cibo? alzeranno gli stipiendi? diminuiranno la disocupazione? NO,NO,NO,NO   anche perche’ non è possibile fare altro in un sistema compromesso. il problema che siete in tanti ad aver paura a esprimere le vostre idee al pubblico, e avete anche ragione vi hanno indottrinati cosi…non credo che ci sarà una uscita in piazza organizzata, poichè i sindacati sono stati compromessi ed eviteranno di farla in tutti i modi.il rischio di guerra civile è molto alto io alle prossime elezioni strappero i fogli e il certificato elettorale li davanti alle cabine, macchiandomi di un preciso reato, voglio vedere chi vicino farà lo stesso o chi almeno dirà qualcosa, io lo dicevo 5 anni fa, di mettersi davanti ai seggi fare massa e non votare, il tutto avrebbe risuonato nei giornali “esteri” come la protesta ultrapacifica del popolo che sa di essere sotto tiranide,ma me ne sono dette di tutti i colori, per poi vedere che effettivamente avevo ragione…

     

    Che il M5S non possa cambiare niente è ancora tutto da dimostrare, non dico che lo farà, magari hai ragione tu, però ancora nessuno può affermare una simile cosa,  almeno fino a prova contraria; così come non puoi assolutamente dire che “si fonda sui principi identici con cui si fondano tutti i politici”, scusami, ma questa è un’assoluta c**zATA. Se tu invece dicessi che all’interno del movimento, molto probabilmente, ci sono personaggi che arrivano da altre realtà politiche e che quindi, costoro, tendono a comportarsi come gli altri politici, allora potresti anche trovarmi d’accordo. E non dico questo perchè sono un sostenitore di Grillo, io tra il 2005 ed il 2006 ho bazzicato nel M5S, poi l’ho abbandonato in quanto ero rimasto schifato dal comportamento di alcuni dei suoi membri, gente che arrivava dai partiti della cosiddetta sinistra. Anch’io nutro qualche dubbio sulla regia del movimento, soprattutto dopo aver visto, su youtube, il video “BEPPE GRILLO E I 5 RAGAZZI”. Lo dico perchè è inconfutabile il fatto che, prima di asserire un qualsiasi giudizio, bisogna avere delle prove a sostegno del giudizio stesso. E io, comunque, per tantissimi argomenti la penso come Grillo, ma non perchè lo dice lui, bensì perchè e quello che ho sempre pensato io, con la mia testa. Così come apprezzo gli ideali esposti da chiunque e nei quali mi riconosco, possano essi provenire da una voce di sinistra, piuttosto che di destra o di centro. Io penso di votare alle prossime elezioni, non c’è bisogno che ti dica per chi, vero???? Però non è detto: ho letto che c’era una proposta di coalizione tra il M5S, la FIOM e qualcun altro; ecco, in questo caso penserei che il M5S sarebbe diventato come gl’altri: Però al seggio mi ci presenterei lo stesso: chiederei al presidente di seggio di mettere per iscritto e notificare quanto segue: IO SOTTOSCRITTO HO DECISO DI NON VOTARE PER NESSUN PARTITO, IN QUANTO RITENGO CHE NON CI SIA NESSUNO IN GRADO DI RAPPRESENTARMI.

    Comunque, in ogni caso, son dell’idea che sia arrivato il momento di mettere da parte le parole, ora è il tempo di agire, chi ci governa, chi governa il mondo, sta facendo di tutto per cercare di decimarci e, statene pur certi, non si fermerà sicuramente davanti ad un referendum, a delle elezioni politiche o a qualunque altra azione pacifica e democratica che riusceremmo ad espletare……….

  • -8
    aloha78

    Albaro ha scritto :
    Beati voi che vivete in un mondo consumistico, da parte mia ho già ridotto quanto mi è possibile , ma perché io devo continuare a ridurre mentre le lobbies che voi dite continano a cenare con aragoste e orate su panfili da milioni di euro? Io non devo ridurre , devo impedire ai componenti delle lobbies di campare al meglio con i soldi che Monti ci estorce per mezzo di equitalia , cominciamo a mettere sotto sequestro tutti gli yacth registrati a nome di società inesistenti , poi quelli che vogliono andare in mare si presentano e controlliamo il tutto, se nessuno si fa vivo entro 1 anno le barche vengono messe all’asta e il ricavato a favore degli strumenti scolastici , ad esempio informatici per combattere l’evasione , i giovani devono imparare a difendersi per non vivere in questa jungla come schiavi.

    Non dico di ridurre i consumi (anche se in molti casi sarebbe positivo per varie ragioni tra cui salute, stress e qualita` della vita. Dico di cambiare i consumi. Certo, e` fondamentale la cultura e l`informazione. Pero` generalmente se si sa (informazione) che un certo prodotto fa male/viene prodotto inquinando/viene prodotto sfruttando/viene prodotto da gruppi e lobbies coinvolte in finanze sporca etc (cultura)  allora si smette di comprarlo e si interrompe il flusso di soldi alla “parte sbagliata”(questi sono solo esempi stupidi e generici). La scelta delle banche, delle assicurazioni, del trasporto, del cibo, dell`energia etc se effettuate da tutti allo stesso modo, quello “giusto” (cultura+cultura+cultura..) allora potrebbero cambiare le cose. Certo la convenienza economica dovrebbe non dovrebbe piu` essere il fattore discriminante primario per le scelte…generalizzando, pagare di piu` per consumare “prodotti” giusti e magari consumarne un po` meno…Se volete esempi meno generici definite un problema e provero` a rispondere con la soluzione dei consumi ;-)

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

Hanno radiato quest’uomo. Io invece lo voglio Ministro della Salute! Dario Miedico

Dario Miedico - Ministro della Salute - Play Questo è Dario Miedico, il medico radiato ieri dall'Ordine dei Medici. A questo mondo dove un Ordine farisaico, una casta medioevale si permette di radiare un uomo che parla in questo modo, io rispondo dicendo senza mezzi termini che voglio quest'uomo Ministro della Salute subito! E la Lorenzin...--> LEGGI TUTTO

Ecco perché non vogliono il dibattito sui vaccini: poi fanno questa fine!

Ivan Cavicci vs Virologo Pregliasco Ordine dei Medici Ecco perché non vogliono il dibattito sui vaccini: poi fanno questa fine. Il filosofo dell'Università Tor Vergata Ivan Cavicchi affronta il virologo Fabrizio Pregliasco. Il secondo è l'emblema dell'atteggiamento dei cosiddetti gran sacerdoti della scienza (anche in senso posturale, durante il confronto, fateci caso), verso il buon senso...--> LEGGI TUTTO

Cari M5S, uscite dall’angolo sui vaccini e menateje duro!

GRILLO LORENZIN VACCINIFinalmente Beppe Grillo comincia a contrattaccare sulla vergognosa strumentalizzazione delle questione vaccini ad opera del Pd farmaceutico nei confronti del MoVimento 5 Stelle. "L’oggetto della delinquenziale banda di medici, professori, lobbisti e amministratori delegati, sono le persone malate e la terapia del dolore, fare test di validazione...--> LEGGI TUTTO

Adesso vogliono privatizzare anche la Rai? Magari la diamo a Soros?

Fazio GentiloniLo ha appena detto il conduttore Fabio Fazio, riferendosi alla Rai: «ci sono Paesi che hanno dismesso o venduto le reti. Non è detto che l’assetto attuale sia quello giusto. Si può discutere, ma per farlo bisogna essere in buona fede». Cos'è.. adesso...--> LEGGI TUTTO

Stefano Montanari: “Non vogliono il confronto perché li terrorizza”.

Stefano Montanaririceviamo e pubblichiamo la lettera di Stefano Montanari al blog. di Stefano Montanari direttore scientifico di Nanodiagnostics Caro Claudio, Ho ascoltato con molto interesse il tuo intervento in cui chiami in causa il prof. Burioni. È evidente che tu Burioni non lo...--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

L’ideologo di Putin: in Europa sarà presto caos, guerra civile, distruzione.

Dugin ideologo Putindi Giulio Meotti Roma. Europa e Stati Uniti hanno spesso ricambiato il favore ad Aleksandr Dugin. Un anno fa, il famoso politologo russo è stato messo alla porta in Grecia. Accompagnato dal patriarca di Mosca Kirill per una conferenza sul Monte Athos, Dugin...--> LEGGI TUTTO

Il TG1 censura la Raggi. Scatenate uno #ShareStorm

Molti dei lettori di questo blog trasaliranno ascoltando alcune frasi fatte del discorso che oggi Virginia Raggi ha tenuto di fronte ai leader europei. L'Europa come "progetto visionario", come "eredità gioiosa e impegnativa", che "dobbiamo realizzare noi" perché "non poteva realizzarsi in un giorno". ...--> LEGGI TUTTO

Oggi attaccano Byoblu.com. Ma sarà presto un attacco contro tutti i dissidenti.

di Pino Cabras su MegaChip Fa molto bene Claudio Messora a sottolineare che il vero obiettivo della campagna contro le 'fake news' non erano certo quei cialtroni che infestano il web di notizie false, razziste e irresponsabili per acchiappare clic, che pure ci sono e da chissà...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

A Capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio: la Terra rallenta!

A capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio - la Terra rallentaUn "salto" di un secondo verrà aggiunto al conto alla rovescia di questo Capodanno per compensare il rallentamento nella velocità di rotazione della Terra.  Il secondo "extra" accadrà non appena l'orologio toccherà la mezzanotte e verranno "create" le ore 23:59:60, posticipando momentaneamente l'arrivo del Capodanno. Il secondo...--> LEGGI TUTTO

BIOMETRIA, IL FUTURO DELLA SICUREZZA

biometriaRiconoscimento dell'iride, facciale e del movimento della mano durante la firma: le nuove strategie per prevenire i furti e le loro possibili applicazioni Un uomo si avvicina a una stanza blindata. Per entrare niente password o codici di sicurezza, ma l'accostamento degli occhi a un...--> LEGGI TUTTO

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Le vostre email

Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Diego Fusaro: il Sacro Romano Impero della finanza e delle banche

Innanzitutto siamo entrati in un Sacro Romano impero della finanza in cui il sistema bancario detta legge, e noi sventurate plebi europee dobbiamo fare i sacrifici: "sacrum facere". Appunto qualcosa di religioso in nome del sistema bancario, una divinità demiurgica: le sofferenze sono sempre quelle del sistema bancario...GUARDA

Primarie Pd: il confronto Sky tra Renzi, Emiliano e Orlando – Integrale

Confronto Sky Renzi Emiliano Renzi Primarie Pd Integrale - PlayIl confronto Sky tra Matteo Renzi, Michele Emiliano e Andrea Orlando per le primarie Pd - Versione Integrale. ...GUARDA

Fusaro Vs Friedman – L’immigrazione è deportazione di massa: nuovi schiavi contro vecchi schiavi.

Fusaro Vs Friedman Diego Fusaro: "La storia delle ONG che vanno a prendere i poveri migranti che rischiano di annegare è la grande narrazione edulcorante con cui si mettono in pace le coscenze. Il compito della filosofia però è pensare altrimenti e criticare l'esistente, rovesciando le mappe dominanti. Continuiamo...GUARDA

Sgarbi vs Telese: Io non me ne vado, te ne vai tu!

Sgarbi Vs TeleseVittorio Sgarbi manda a quel paese la Costamagna e Luca Telese, e all'invito a lasciare lo studio risponde al conduttore di andarsene lui. Il tema è quello della legittima difesa dagli intrusori in ambito domestico. ...GUARDA

Becchi: la prova che la Germania ha creato l’euro per metterla in quel posto a noi

BECCHI PROVE EURO GERMANIA Paolo Becchi esibisce le prove in diretta tv del fatto che la Germania sapeva che grazie all'Euro "lo avrebbe messo in culo agli italiani". Potremmo svalutare la nostra moneta, e dunque tornare ad essere competitivi, ma ecco pronta la replica: svalutando crescerà l' inflazione. Vale...GUARDA

Diego Fusaro: ma quale new economy? Si chiama lavorare per niente!

Fusaro Diego Fusaro sulla cosiddetta "new economy". Dal caso Amazon in poi, è chiaro che si tratta di un nuovo sistema di sfruttamento dei lavoratori. Il lavoro prevede che ci siano dei diritti e che il lavoratore venga considerato alla stregua di un essere umano portatore di dignità e...GUARDA

Beppe Grillo a Sanremo 1989 – Le penali se dico che i socialisti rubano

Beppe Grillo Sanremo 1989 play Beppe Grillo a San Remo 1989, comunica il suo compenso in diretta e legge le penali previste dal contratto se dice che i socialisti che rubano....GUARDA

Fake news e post-verità: a chi conviene?

fake news post-verità icon play Fake news e post-verità: ormai non parlano d'altro. In Germania, dove presto ci saranno le elezioni, Facebook incarica una organizzazione (finanziata tra gli altri da George Soros) di marchiare a fuoco le notizie ritenute inattendibili. Ma "Fake news", "post-verità" e "debunker" sono solo neologismi, è la neolingua per...GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>