De Sallustibus Coniuratione

Un paese ipocrita. Non riesco a descrivere diversamente la ridda di dichiarazioni che arrivano a getto continuo, in special modo dagli esponenti della politica nazionale. Il caso è ormai sulla bocca di tutti: un direttore di quotidiano viene condannato per diffamazione, la sentenza arriva in terzo grado e commina 14 mesi di carcere senza la condizionale.  E senza neppure che costui abbia concretamente scritto il pezzo, ma solo “omesso di controllare”, anche se trattandosi di Sallusti è verosimile che lo abbia condiviso e approvato. Un reato cosiddetto d’opinione, nel paese dove i ministri bruciano le bandiere e non si dimettono, dove i senatori vengono condannati e non si dimettono, dove i primi ministri si fanno leggi ad-personam per sfuggire ai processi. In un paese così, uno scrive un articolo e deve andare in galera. Non c’è bisogno di scomodare il solito Voltaire: per chiunque creda nell’informazione libera va da sé che la libertà è da intendersi nei due sensi. E se c’è diffamazione, accertata e oltre ogni possibile attenuante, una sanzione finanziaria è più che sufficiente.

 

Ma dov’è l’ipocrisia? Semplice: dopo avere cercato per anni di inasprire le pene per i giornalisti, prevedendo addirittura la galera per la pubblicazione delle intercettazioni, cercando con ammirevole costanza e pervicacia di tappare la bocca perfino ai blogger in tutti i modi possibili, ora parlamentari e tecnici fanno a gara per chi si dimostra più scandalizzato per la sentenza e solidale col direttore del Giornale. Non solo quelli che se la sono presa con i giornalisti per intere legislature e adesso parlano di “Sentenza da Corea del nord“, ma anche e specialmente gli avversari politici (perché Il Giornale è evidentemente un house organ di partito), che magari sono gli stessi che hanno fatto pressione per arrivare a una sentenza definitiva e severissima. Se fossero davvero stati animati da una tale sensibilità accentuata verso la libertà di parola e della manifestazione del pensiero, avrebbero legiferato altrimenti, magari adottando una risoluzione analoga a quella del Parlamento islandese, come riportato e chiesto da questo stesso blog. Se la legge consente questo epilogo la colpa è solo di chi ha avuto la responsabilità di produrre le norme e non l’ha fatto, oppure l’ha fatto consapevolmente in modo sbagliato. Se l’Italia è un paese dove un direttore di giornale può andare in galera per un’articolo che non ha scritto neppure lui, la colpa è di quegli stessi politici che adesso berciano in difesa dell’articolo 21 della nostra Costituzione, dopo averla tra l’altro cambiata senza fare troppo rumore.

Napolitano vaglierà attentamente la sentenza, alla ricerca di punti deboli in forza dei quali possa farla modificare. Mi auguro sinceramente che lo faccia, ma nello stesso tempo non posso fare a meno di domandarmi: e se fosse successo a un giornalista qualsiasi, magari a un blogger? Il Presidente della Repubblica in persona si sarebbe attivato in sua difesa con la stessa solerzia?

Ne dubito. Anche in questo il nostro si dimostra il Paese che è: ipocrita e proprietà privata delle caste. L’ipocrisia dovrebbe, questa sì, essere reato, perché è un’oltraggio al comune senso del pudore. E gli ipocriti dovrebbero essere processati. Per direttissima.

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

31 risposte a De Sallustibus Coniuratione

  • 19
    MartinoM

    Ma guarda visto che l’articolo l’ha scritto un certo Farina del pdl allora è chiaro che si tratta di vendetta politica.

  • 18
    fabrizio61

    Ragazzi, non facciamo confusione. Non diamo retta a quello che dicono Sallusti e gli altri pennivendoli come lui.

    La condanna non è per un reato d’opinione (che mi fa schifo solo pensare che esiste), ma per avere pubblicato una serie di palesi falsità, sapendo benissimo che erano falsità.

    Ora a me dispiace che chiunque vada in galera, persino Sallusti, ma contemporaneamente non ne posso più di giornali e telegiornali che scrivono e raccontano falsità a gogò.

    Tutto sommato se una pena del genere venisse comminata ogni volta che qualcuno scrive o dice palesi falsità, consapevole di farlo forse la situazione dell’informazione italiana migliorerebbe parecchio, e allora il sacrificio di Sallusti mi sembrerebbe una cosa sopportabile.

  • 17
    samusam

    Mah, io sono sempre piú sconcertato. La legge prevede una pena pesante per questi casi? Chi subisce la condanna paga, punto e basta! Poi come al solito verrá sospesa, commutata o trasformata in domiciliari. In italia in Nano-libidinoso ha disintegrato con leggi assurde la giustizia, come dici tu Claudio, (sta volta credo di non sbagliare) per questo reato basterebbe una pena pecuniaria salata, ma visto che non c’è c**zi Loro! Il buffo é che a pagare é proprio uno che era daccordo per una stretta di vite i contro blogger (chiusura e multa per il blog e galera per il Blogger in caso di notizie riservate, segrete o infondate).Fosse capitato a Piero Ricca, Marco Travaglio, oppure a te Super-Claudio, oltre a non intervenire Napolitano, sarebbero tutti li a dire che ve la siete cercata (unanimamente e trasversalmente). Lo so, sei un buon ragazzo, libero, garantista e coerente ma per una volta, e prima che (visto il caso Sallusti) varino una legge che la mette in C…lo a tutti i blogger con la scusa appunto di questa “legge fascista” VATTI A FARE UN BRINDISI E RIDI CON ME HAHAHAHAHAH! tanto Sallusti sta notte dorme tranquillo e preparerá un editoriale alla Maurizio Belpietro quando scrisse del suo “auto-attentato”. Per quello che hanno fatto e continuano a fare alla nostra italia gli sta bene! GIOISCO E RIDO AMARAMENTE, perché ripeto, non fará nemmeno un ora di galera, non si dimetterá e anzi userá la situazione paragonandosi alla buon anima di Enzo Torora. Vedrai che si presenterá pure alle prossime elezioni con un suo movimento per la libertá di stampa insiem alla Santanché e al grasso Ferrara! QUANTO CI FAI? ciao.

  • 16
    Thor

    C’è’ qualcuno che può aiutarmi con una spiegazione alternativa a questa condanna oltre a quelle che sono le apparenze. I giornali sono già controllati dai poteri “forti”. Allora quale la necessita di una tale sentenza?

  • 15
    Marcello76

    Io non un fans di Sallusti….anzi….specialmente di quella carta da c**o che chiamano il giornale . Ma mi infastidisce quando vi è una prova di forza e da parte di una casta , come in questo caso. E’ vero ha sbagliato , allora chieda scusa su un articolo in prima pagina del suo giornale senza ma e però , risarcisca un danno economico , ma la galera…..veramente mi sà di Corea del Nord o di Cina . Con tutto il fastidio che possa dare come persona lui e Feltri , francamente non approvo il verdetto finale ne le modalità (indifeso pure dall’avvocato d’ufficio!!) del processo . Sembra più appunto un processo politico ed una prova di forza da parte di una magistratura corrotta politicamente . Poi possiamo anche discutere se fosse stato un blogger o meno…ma quello lo sappiamo….non dovremmo neanche pensarlo …il blogger sarebbe finito in galera molto prima….o forse no.

  • 14
    maxks

    “la penna è più forte della spada.”

    non ricordo chi disse una frase del genere ma è così. con un articolo in prima pagina si possono cambiare le sorti di un paese come le votazioni a livello nazionale o regionale o comunale o qualunque altra cosa e se l’articolo risulta falso la srettifica non viene pubblicata nello stesso modo in cui è stata pubblicata la prima. magari viene messa in un angolo nella 14esima pagina dove nessuno la veda. troppo comodo.

    “Qualora la notizia data risulti essere falsa la rettifica dev’essere pubblicata ed enfatizzata nello stesso modo in cui è stata data la prima.” questa dovrebbe essere una legge secondo me.

    Parafrasando…”chi di spada ferisce di spada perisce.”

    Galera giusta? Forse no ma una giusta “punizione” sarebbe quello che ho scritto sopra.

  • 13
    Giampi

    Da questa vicenda noto che l’ipocrisia è ormai sempre più padrona delle nostre vite.

    Da quel che ho visto su internet mi sembra che la condanna sia stata giustamente inflitta a Sallusti, e dico giustamente perchè, in ogni caso, ha compromesso la credibilità di un organo importantissimo come la magistratura. Essì, perchè quando viene attribuita ad un giudice una qualsiasi azione che non corrisponda alla realtà dei fatti, si cerca di screditare non solo il giudice in questione, ma anche tutto il sistema per il quale il giudice opera. Qui e qui potete trovare 2 articoli sulla vicenda in questione. Da notare come, a quanto pare, il link presente nel primo articolo (quello di Alessandro Robecchi) non sia più accessibile!!!!

    Dunque, se le cose stanno effettivamente così, di cosa stiamo disquisendo??? Non è forse un gravissimo reato gettare fango su quello che, secondo me, è l’organo più importante della nostra vita civile???? Forse non tutti i magistrari sono “puri” così come dovrebbero, ma perchè gettare fango su quelli che compiono il loro dovere in maniera onesta e corretta???? Sicuramente dietro a tutto ciò c’è un chiaro disegno, che a me ora sfugge e che va oltre l’azione di disorientamento, atta a focalizzare i nostri discorsi su questo avvenimento piuttosto che sui problemi più impellenti che stanno sempre più condizionando negativamente la nostra esistenza.

    E cerchiamo di essere coerenti ed uniformi nei nostri pareri: non può esistere la “scusa” che il pezzo incriminato non è stato scritto da Sallusti!!!!! Così come, ad esempio, un presidente di regione (vedi la Polverini) non può non sapere ciò che avviene intorno a se, cosa per la quale viene eletta, cioè presiedere l’organismo nel quale opera, allo stesso modo il direttore di un giornale deve sapere ciò che i suoi sottoposti intendono far pubblicare nel giornale stesso (e lo sanno sempre!!!!). Ma c’è un’altra cosa che mi fa ancora più ribrezzo: scoprire questa solidarietà bipartisan che “avvolge” Sallusti. Se le cose stanno realmente così 14 mesi sono addirittura pochi!!!!!!!!!!!!!!!!!

  • 12
    fba

    Sicuaramente Sallusti non è un santo,anzi dice di essere un liberale ma io lo vedo proteggere solo sempre i soliti potenti, tuttavia in questo caso a ragione.

  • 11

    Condivido in pieno la critica sull’ipocrisia: tutti si agitano adesso per Sallusti ma nessuno ha mai mosso un dito per Barbacetto, Lannes e tanti altri più o meno sconosciuti giornalisti processati per diffamazione.

    Sul fatto specifico però mi pare che ci sia ben altro da dire:

    http://www.cadoinpiedi.it/2012/09/27/non_e_incredibile_sallusti.html

    Io in realtà non ho seguito granché la questione, ma mi pare che qui si vada ben oltre la semplice diffamazione: un conto è diffamare dicendo la verità altro è mentire.

  • 10
    Contronassa

    Secondo la giurisprudenza, il giornalista è tenuto ad assicurare ai cittadini un’informazione:

      « qualificata e caratterizzata da obiettività, imparzialità, completezza e correttezza; dal rispetto della dignità umana, dell’ordine pubblico, del buon costume e del libero sviluppo psichico e morale dei minori nonché dal pluralismo delle fonti cui [i giornalisti] attingono conoscenze e notizie in modo tale che il cittadino possa essere messo in condizione di compiere le sue valutazioni, avendo presenti punti di vista differenti e orientamenti culturali contrastanti” »
     

    (Sentenza n. 112/1993 della Corte costituzionale.)

    Pertanto giusto che venga processato in quanto lui non mi sembra sia un “giornalista”. Ma come lui tanti altri…

  • 9
    martino81

    Per un giornalista è semplice non andare in carcere: non diffamare e verificare prima di mettere nero su bianco. E’ evidente che se hai soldi a palate e il massimo che ti può succedere è incorrere in una pena pecuniaria diffamare può diventare uno sport piacevole.

  • 8
    DylanDog

    Condivido l’ articolo al 100% ma I problemi di cui parlare sono altri. Basta con sta storia per favore.

  • 7
    DylanDog

    Condivido l’ articolo al 100% ma I problemi di cui parlare sono altri. Basta con sta storia per favore.

  • 6
    DylanDog

    Condivido l’ articolo al 100% ma I problemi di cui parlare sono altri. Basta con sta storia per favore.

  • 5
    Thor

    Io penso che la magistratura sia tanto importante quanto la politica. E trovo non corretti i commenti dove si dice che la magistratura e’ l’organo piu importante. Ditemi pure che sono “all’antica”, ma credo sempre che i poteri dello Stato debbano essere bilanciati in qualunque situazione. Se si ritiene che diffamare un magistrato sia un reato da galera allora deve essere lo stesso per qualunque altra istituzione dello stato (inclusa la categoria politica e i rappresentanti dell’esecutivo).

  • 4
    carmencita 42

    Questa storia di Sallusti , questo articolo incriminato così sfacciatamente provocatorio ,non mi sembra scritto in un impeto giornalistico ,casomai in una notte un po’alcoolica.Mi appare invece come una ben voluta provocazione per forzare la mano verso condanne anche penali .O perlomeno intimidire violentemente chi facendo nomi ,di corrotti e mafiosi politici ,e prossimamente credo che se ne faranno sempre più, se giornalista possa essere intimidito da rischi penali, se magistrato possa essere sottovalutato e sbeffegiato,o peggio.per me Sallusti funziona da “guastatore” per poteri che da troppi anni demoliscono la Costituzione. 

  • 3
    LMaxM

    Hai ragione. Ciò non lo esime dalle sue responsabilità. Sia da esempio, sconti la pena e ritorni alla penna.

  • 2
    Dario_Di.

    Condivido tutto tranne lo sperare che Napolitano intervenga.

    Infatti è ovvio che interverrebbe solo per difendere i partiti (o meglio alcuni) e che non avrebbe mai fatto lo stesso per altri giornalisti o per blogger come te.

    Io sono fedele alla regola: “O tutti o nessuno” e di conseguenza spero che quel cialtrone non muova un dito, anche se immagino che si muoverà eccome..

  • 1
    Bizio 78

    Rimasto vittima di un sistema che lui stesso ha difeso……

  • 0

    La colpa non è dei giudici bensi dei politici che in tutti questi anni non hanno cambiato la legge sulla diffamazione a mezzo stampa. L’ ha scritto Vittorio Feltri qua

    http://www.ilgiornale.it/news/interni/839270.html

    Oggi poi, a tempo scaduto, si è fatto avanti il vero autore dell’ articolo incriminato, l’ indimenticato agente Betulla, al secolo Renato Farina. Giustamente Enrico Mentana gli ha dato dell’ infame per essersi manifestato a sentenza avvenuta.

    Infine invito tutti a dedicare un po’ di tempo per ascoltare anche l’ altra campana, quella del giudice che ha querelato Sallusti

    http://www.corriere.it/politica/12_settembre_27/intervista-giudice-sallusti_ff183326-087f-11e2-b109-0c446f94a4e2.shtml

  • -1
    doramora

    Comunque vada, non lo rimpiagerò affatto. Se poi mettessero in galera anche gli altri potrei pure avanzare una pallida ipotesi di insostenibile leggerezza. Democrazia? Ne ho dimenticato da tempo il significato. Ripuliscano il paese da questa vergogna, magari la memoria mi potrebbe tornare, lo spero.

  • -2
    lalla

    consiglio la lettura dell’articolo di Sergio di Cori Modigliani nel suo blog Libero pensiero:

    La cupola mediatica e il caso Sallusti

  • -3
    Marco B.

    e no caro claudio .. il sallusti in questone sapeva (NON poteva NON sapere in veste di direttore di giornale) le conseguenze della pubblicazione di quell’articolo falso e diffamatorio a firma dello pseudonimo del “betula”(appro di “coraggio” dei soliti noti – alle vicende di cronaca giudiziaria) che al tempo ha taciuto e ora se ne viene fuori .. adess che è parlamentare .. no caro claudio .. adesso è tempo di pagare per le proprie azioni .. altro che cavilli e indulti/amnistie 

  • -4
    Jayce_147

    Grandissimo commento fuori da ogni ipocrisia, nessuno ha avuto il coraggio di scrivere questa parole, Claudio, grazie tante!

  • -5
    andrea55k

    Esempio: la diffamazione mezzo stampa-organi di informazione è stata ricondotta al codice civile e prevede una molta di denaro.

    Grazie! Vi ringrazio perchè io sono schifosamente ricco ed ho deciso di assumere la proprieta di tutta l’Italia. Io e i miei scagnozzi entriamo in politica e doffondiamo pesantissime menzogne sui politici in corsa.

    Quando avro il potere, a distanza di anni, non ricevero neanche una lira di multa, faccio e disfo io le leggi! Grazie amici civilizzati che prendono esempio da altri paesi

    le cui leggi sono fatte per essere rispettate su quel territorio dove vive quella popolazione, quella cultura, quei usi e costumi! Grazie Voi si che rappresentate lo stato evolutivo in corso d’opera. Ma …mai studiata educazione civica a scuola?

  • -6
    Giuseppe M.

    I giudici: “Non è reato di opinione ma pubblicazione consapevole di notizie palesemente false”.

    In questo caso possiamo parlare di lesione alla libertà di informazione? Se giornalisti scrivono sotto dettatura del padrone (e Sallusti e i suoi lo fanno) per screditare e scrivere il falso (sapendolo di fare) sul nemico del capo non devono essere condannati? C’è un bordo sottile tra diffamazione, libertà di opinione e di stampa e i politicanti lo usano come fa comodo a loro.

    Se sbaglia deve pagare, magari non con il carcere, ma deve essere ammonito e radiato se la fa grossa.

  • -7
    spartako36

    Purtroppo ci hanno FREGATI dicendoci da piccoli che siamo in Democrazia.

    -ai governanti: Pero’ datevi una regolata azz

  • -8
    Giovanni Africa

    Siamo alle solite. La legge è uguale soltanto per i magistrati (non tutti ovviamente). Infatti,  Se Sallusti avesse diffamato (ammesso che lo abbia fatto) un comune cittadino, allora non sarebbe successo nulla di nulla. D’altronde, basta commetere reati ben più gravi come, per esempio, massacrare di botte la proprio moglie per essere condannato al massimo a non avvicinarsi alla sua casa ad un distanza di cento metri. Di galera non se ne parla neanche. Viceversa, trattandosi di giudici, i processi procedono veloci come i treni ed i risultati sono sotto gli occhi di tutti. Ma quando i cittadini si decideranno a pretendere che il referendum sulla responsabilità civile dei giudici sia reso operativo e che costoro debbano rispondere dei loro errori commessi per imperzia, imprudenza e negligenza?

  • -9
    cloc3

    mi dispiace cedere anche te impegnato nella polemica insopportabile polemica di questo fastidiosisssimo caso Sallusti.

    posso accettare tutte le considerazioni di principio, posso riconoscere la eventuale sproporzione tra la pena e la colpa (con il beneficio del dubbio, associato soprattuto alla direzione da attirubuire alla proporzione stessa), almeno per l’episodio di specie.

    posso proprio capire tutto. ma lascitemi uscire con il vecchio adagio, che tanto andò la gatta al lardo, che ci mise lo zampino.

    quello giornalistico è il quarto potere dello stato, insieme a quello esecutivo, a quello legislativo e a quello giudiziario. ci vorrano pure dei seri principi di rigore nella regolamenti che governano gli abusi del potere giornalistico. e non è forse il nostro Sallusti un esponente di grido tra coloro che hanno esercitato tutta la propria arroganza e la propria sfontatezza nel fare del gioranlismo una professione di cui vergognarsi, anzichè proteggere?

    allora, secondo me, se proprio vogliamo discutere i temi caldissimi della libertà di stampa, della tutela dei tanti giornalisti veri, che navigano con la faccia al vento, senza nascondersi dietro la protezione delle lobby, dei gruppi di potere, dei finanziamenti pubblici, dei moniti presidenziali di nonno Morfeo, sempre pronto a esternare la propria predica sciapa quando il problema è artefatto, non sarebbe meglio attendere un caso diverso e appropriato?

    nel frattempo. potremmo continuare a tenere alta l’attenzione sui temi scottanti delle libertà in rete, delle leggi sull’editoria, sul divieto di pubblicazione delle intercettazioni e su tutti i temi nei cui confornti il buon Sallusti e tanti sui degni compari hanno gufato con furore accanito a sfavore nel recente passato?

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

In India schedature biometriche di massa ed eliminazione del cash oltre le 500 rupie.

La demonetizzazione dell'India Lo scorso 8 novembre il nuovo primo ministro indiano Narendra Modi dichiarava fuori corso le banconote da 500 e 1000 Rupie, responsabili di circa l'85% del cash in circolazione in India. Sarebbe come se in Europa venissero eliminate in poche ore le banconote da...--> LEGGI TUTTO

La violazione della legge sulla propaganda elettorale. Registrate e denunciate.

Registra e denuncia violazione della legge sulla propaganda elettorale Ancora adesso, mentre scrivo, a votazioni in corso, se aprite i social network vi potete imbattere facilmente nella propaganda a favore del Sì al Referendum Costituzionale. La campagna per il Sì in rete è stata invasiva e ai limiti dell'illegalità. Cosa dice la...--> LEGGI TUTTO

Grazie Giorgio Napolitano!? Chapeau!? Si sono bevuti il cervello!?

M5S Grazie Giorgio Stiamo parlando di Giorgio Napolitano? Quello che nel 2011 ha spianato la strada alla troika del governo Monti? Quello che ha firmato qualunque cosa? Quello che nel 2013, quando c'erano le consultazioni per formare un nuovo governo, ha chiamato al Quirinale Pdl e Pd ignorando il...--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

Il terribile errore: “È il momento più pericoloso per l’umanità: le élite imparino ad essere umili”. Stephen Hawking

stephen hawkings attente elite di Stephen Hawking, fisico teorico e scrittore Essendo un fisico teorico che vive a Cambridge, ho vissuto la mia vita in una bolla di eccezionale privilegio. Cambridge è una città insolita, tutta incentrata su una delle grandi università del pianeta. All'interno di questa...--> LEGGI TUTTO

La lettera di una mamma lavoratrice che fa venire il magone

Mamme lavoratrici: la triste realtà che si cela dietro alla famiglia del Mulino BiancoPubblico questa lettera (inviata a Beppe Severgnini sul Corriere della Sera), che fa venire il magone non solo a chi l'ha scritta ma anche a me che l'ho letta, e nella quale credo si riconoscano tante, troppe mamme lavoratrici, perché sia motivo di riflessione sul modo in cui si è...--> LEGGI TUTTO

La lobby dello zucchero uccide – i nuovi documenti tenuti nascosti

la lobby dello zucchero uccideNEW YORK: Decine di scienziati, negli Anni 60, furono pagati dall'industria americana dello zucchero per sminuire il collegamento tra consumo di zucchero e problemi cardiaci e spostare così l'attenzione sui grassi saturi. A rivelarlo sono una serie di nuovi documenti scoperti recentemente da un ricercatore della University of California di...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

BIOMETRIA, IL FUTURO DELLA SICUREZZA

biometriaRiconoscimento dell'iride, facciale e del movimento della mano durante la firma: le nuove strategie per prevenire i furti e le loro possibili applicazioni Un uomo si avvicina a una stanza blindata. Per entrare niente password o codici di sicurezza, ma l'accostamento degli occhi a un...--> LEGGI TUTTO

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Come funziona l’Italia: noi siamo quelli con il fiore in mano

Come funziona l'ItaliaCome funziona l'Italia Ecco come funziona la nostra società. Questa è l'Italia. E, ...caso mai cercaste il pallino "voi siete qui", in questo disegno noi siamo quelli con il fiore in mano....--> LEGGI TUTTO

Categorie
Le vostre email

Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Sergio Mattarella: La conferenza Stampa in diretta dopo le consultazioni

Sergio Mattarella: La conferenza Stampa in diretta dopo le consultazioni. ...GUARDA

Consultazioni – Conferenza stampa M5S: QUALUNQUE GOVERNO CALATO DALL’ALTO ILLEGITTIMO

La conferenza stampa del Movimento 5 Stelle (M5S) dopo essere stati ricevuti da Sergio Mattarella, per il rito delle consultazioni che si svolgono al Quirinale....GUARDA

SGARBI: MPS? PAGHI IL PD! PAGHINO D’ALEMA E PRODI!

Vittorio Sgarbi: "Il salvataggio di Monte Dei Paschi di Siena lo paghi il Pd. Se lo paghino Massimo D'Alema e Romano Prodi. Il Monte dei Paschi di Siena di Mussari era un potere dello Stato! Non lo devono pagare i cittadini. Lo deve pagare chi lo...GUARDA

CARLO SIBILIA (M5S): BASTA GOVERNI IMPOSTI, ORA POTERE AL POPOLO!

Carlo Sibilia Potere al Popolo Carlo Sibilia, deputato del Movimento 5 Stelle: nazionalizzazione di Monte dei Paschi di Siena, basta governi non decisi dai cittadini e restituzione del potere al popolo. ...GUARDA

VERGOGNOSO: GIULIO SAPELLI INIZIA A PARLARE DI MES E TROIKA E… TAAC: CAMBIANO DISCORSO!

Giulio Sapelli CondizionalitàL'economista Giulio Sapelli, dopo la mossa della BCE che non ha concesso tempo a MPS per la ricapitalizzazione, aprendo così la strada agli aiuti di Stato (e quindi al MES, con il commissariamento che ne deriva), inizia a parlare di MES e di pesanti condizionalità da sopportare. Ma il conduttore...GUARDA

Massimo Fini invoca i Cinque Stelle e un “dictator” per governare su tutti.

scontro-ronzullo-de-sanctis-si-vergogni Massimo Fini invoca un "dictator" per governare su tutti. Poi dà del delinquente a Berlusconi (e chiama "Saluzzi" la De Sanctis), con il plauso di Vittorio Sgarbi. Licia Ronzulli se la prende e offende Federica De Sanctis, Sky Tg24: "Si vergogni, come conduttrice e come donna!...GUARDA

Giulietto Chiesa: ultima chiamata contro il commissariamento

Giulietto Chiesa: ultima chiamata contro il commissariamento Giulietto Chiesa parla del dopo Renzi, richiama l'attenzione sulle insidie del ricorso al fondo salva stati (volgarmente detto Esm o Esm) e lancia la sua proposta per impedire ai ladri di sovranità di portare a termine i loro piani sulla pelle dei cittadini. (altro…)...GUARDA

Claudio Messora su RadioRadio: “Okkio alla Troika”

claudio-messora-radioradio-radio-radio-okkio-alla-troika Questa mattina alle 10 ho informato gli ascoltatori di "Un giorno speciale", in onda su RadioRadio, della necessità di restare in guardia sulla possibilità che un Governo (doppiamente illegittimo, oggi come oggi) chieda di fare ricorso all'Esm, commissariando di fatto l'Italia e imbrigliando qualunque Governo a...GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>