Cameron vuole uscire dall’Europa

da Londra: Valerio Valentini

Mentre da noi chiunque si azzardi a muovere critiche all’Euro o all’Europa, o soltanto ad evidenziarne paradossi e incoerenze, viene linciato da media e istituzioni come un criminale di Stato, nella ridente Inghilterra sta montando un sentimento, sempre più diffuso e sempre più teso, di radicale antieuropeismo. Ad alimentarlo non sono le frange estremiste di un qualche movimento di esaltati, ma il premier David Cameron e i suoi ministri in persona. Come rivelato in questi giorni dal Financial Times, infatti, si sta aprendo quella che a tutti gli effetti è una guerra economica tra Unione Europa e Regno Unito. Che si combatte soprattutto su fatti relativi ai bilanci e ai piani di spesa, ma che si sta già trasformando in una guerra diplomatica e politica.

 

David Cameron, col sostegno dell’intero governo e anche di parte dell’opposizione, ha tutta l’intenzione di bloccare il piano di spesa a lunga scadenza (7 anni) che Bruxelles vorrebbe approvare a novembre. L’obiettivo del Premier britannico sarebbe, infatti, quello di ottenere l’istituzione di un “two-tier EU budget”, ovvero un doppio piano di spesa per l’Europa: uno per i Paesi più ricchi e l’altro per quelli in crisi economica o sull’orlo del baratro. Di fatto, sarebbe il primo passo verso la creazione di un’Europa a due velocità, che è stato l’incubo di Monti nell’estate appena passata.

Nonostante su giornali e Tv nostrani queste notizie non vengano riferite, pare che i diplomatici dell’Unione Europea e dei vari Stati membri – lo rivela il FT – siano sempre più preoccupati in vista degli incontri dei ministri delle finanze in programma il mese prossimo. Cameron, stando alle indiscrezioni, sarebbe “felicissimo di porre il suo veto” dal momento che, se vi riuscisse, “sarebbe accolto in patria come un eroe”. Tra l’altro, proprio in questi giorni si sta tenendo l’annuale congresso del Partito Conservatore, quello di Cameron, il quale è spronato dai suoi colleghi ad annunciare, magari proprio durante il suo discorso conclusivo, la decisione di riproporre il veto che aveva già posto a Bruxelles lo scorso dicembre, guadagnandosi non pochi applausi in Inghilterra per essersi opposto al Fiscal Compact.

È evidente che una decisione così importante avrebbe delle pesanti ripercussioni sugli equilibri politici in Europa. Che è proprio quello che vorrebbero Cameron e i conservatori, per affermare a gran voce che Londra non è affatto intenzionata a supportare le decisioni dell’eurozona, di cui in Inghilterra si parla proprio come di una terra straniera a tutti gli effetti, in barba ai sentimenti di fratellanza e solidarietà spesso sbandierati negli incontri bilaterali con i primi ministri dell’Europa continentale. Non è un caso se nelle interviste rilasciate dai politici inglesi il summit di novembre venga descritto come “il solito scontro tra Londra e la maggior parte del resto d’Europa”.

Qualcuno dirà che le posizioni del Regno Unito sono ben note, e che tutto sommato sono anche giustificate. Forse è vero, ma è innegabile che in queste settimane si sta assistendo ad un inasprimento del dibattito: probabilmente, di fronte alla nave europea che rischia di colare a picco, gli Inglesi vogliono allontanarsi il più possibile per evitare di essere trascinati a fondo, tanto più che anche per loro è cominciata la stagione dei tagli e dei risparmi. Non è un caso che Cameron stia pensando ad un referendum per ricevere il consenso dei sudditi della Regina nei confronti di questa politica di defilamento rispetto all’Europa. Anche il ministro degli esteri britannico ha annunciato sabato scorso che il consenso dei cittadini su una decisione così importante deve esprimersi attraverso una generale chiamata alle urne, magari proprio con un referendum.

E il risentimento contro l’eurozona sta sfociando, come era prevedibile, anche in uno scetticismo nei confronti dell’Europa in generale. È stato il ministro del bilancio, Michael Fallon, a denunciare che “non c’è stato un referendum sulla permanenza della Gran Bretagna nell’UE dal 1975”. Come dire: sarebbe ora di farne un altro. E infatti lo stesso ministro ha definito una “ventata di freschezza” il veto posto alle politiche fiscali europee da David Cameron lo scorso dicembre. A rincarare la dose, per chi a Bruxelles volesse far finta di non capire, è arrivata la dichiarazione del Ministro per l’Europa, David Lidington, che ha confermato che la proposta di Cameron di bloccare il piano di spesa europeo per i prossimi sette anni non sta facendo pretattica, ma sta definendo un’invalicabile “linea rossa” volta a definire “una posizione non negoziabile”.

E tanto per esacerbare le tensioni, già vibranti, tra i vari Stati Europei, Cameron sta pensando di non rinunciare al cosiddetto “British rebate”. Si tratta di un risarcimento pari a circa 5 milioni di sterline (più di 6 milioni di euro) che ogni anno l’Unione Europea devolve alle casse di Londra, e per il quale l’Italia contribuisce per il 24% (seconda solo alla Francia: 31%). Fu istituito nel 1984, a seguito di un negoziato condotto da Margaret Thatcher. In sostanza, l’Inghilterra pretese una ricompensa in quanto una grande parte del bilancio europeo veniva spesa per finanziare le politiche agricole stabilite da Bruxelles, che di fatto non erano sostenibili nel Regno Unito. Tra l’altro, si ritenne necessario farlo anche per seguire un politica di riequilibrio all’interno dell’UE: allora l’Inghilterra era il terzo Paese più povero tra i dieci di quella che era la Comunità Economica Europea. Tuttavia, oggi sono evidentemente venute meno le esigenze di un tale risarcimento: la quantità del bilancio dell’UE destinato all’agricoltura si è dimezzato, passando dall’80% al 41%; ed è chiaro a tutti che l’Inghilterra non figura più tra i fanalini di coda dell’economia europea. E infatti negli ultimi anni ci sono state varie trattative tra Londra e Bruxelles per rinegoziare questo finanziamento: nel 2005, ad esempio, Tony Blair accettò una decurtazione del 20% nel periodo 2007-2013. Giunta tale ennesima scadenza, si pensava di poter abolire definitivamente questo “rebate” non più giustificato. E invece no: Cameron pare seriamente intenzionato a non mollare l’osso, apparentemente più per mostrare i muscoli al resto d’Europa (e magari rinforzare la sua leadership in patria) piuttosto che per non rinunciare ad una cifra piuttosto esigua.

Sono queste, insomma, le tensioni che percorrono la Manica. E ci si chiede, in un simile scenario, quale sia il ruolo della politica italiana. Possibile che da noi l’Euro e l’Europa debbano essere accettati come due totem, e che il solo pretenderne degli aggiustamenti risulti blasfemo, o addirittura fascista? Rischiamo di svegliarci in un’Europa profondamente diversa da quella che abbiamo imparato a lodare e sperticare sui libri di scuola scritti trent’anni fa, e restare sbalorditi di fronte al cambiamento.

 

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

31 risposte a Cameron vuole uscire dall’Europa

  • 7

    vascolabile ha scritto :
    sottotitoli grazie!…chi cavolo lo capisce l’inglese!?…che è successo in Veneto?

     

    Ecco qua un’ esponente del famoso popolo del web grillino che non conosce l’ inglese. E volete pure governare?

    • 7.1

      Speriamo che Grillo non venga a sapere che Vascolabile, una delle colonne del suo movimento, non conosce inglese (e non è certo l’ unico). Ne sarebbe molto addolorato. Se fossi in lui inserirei nel programma del M5S l’ obbligo per tutti i grillini di imparare l’ inglese.

    • 7.2
      puccini

      appoggio il guelfo e propongo di togliere il voto a tutti i grillini che popolano il web, non conoscono l’inglese e vogliono pure governare.

      apro una lista raccolta firme…

  • 6
    pierodeola

    Lasciamolo andare che è una quinta colonna degli USA.

  • 5
    che.caspita

    finalmente c’e’ qualcuno che ragiona

  • 4
    Euroleso

    gianniguelfi ha scritto :
    Grazie delle preziose informazioni. Mi torneranno utili per fare le frittelle. E mi chiamo Guelfi, non Guelfo

    Le “frittelle” sono quelle del voto di scambio?

    O sono “i pizzini” fritti?

    Grazie a te, e non c’è di che. Almeno in cucina non abbiamo bisogno di “consigli” politici per gli acquisti.

  • 3
    Euroleso

    Avrei qualche domanda per Gianni Guelfi (detto anche “Guelfo”).

    Hai per caso, adorabile Guelfo, i nomi di coloro che ci hanno fatto entrare in un sistema monetario schizofrenico e mal funzionante costruito ad uso e consumo di speculatori finanziari e banchieri d’assalto?

    Senza un sistema politico-federale funzionante, ancorché favoritistico nei confronti di certi stati come la Germania? (fixing: 1Euro = 1 Marco; 1 Euro = 1936,27 Lire)

    Io così a tirare a caso due nomi c’è l’avrei. Tiro a caso: Prodi? Ciampi?

    Un’altra domanda, se non ti tedio, sai per caso chi ha portato Monti al Governo?

    Non ti preoccupare risponde L’Espresso per tutti, qui:

    http://espresso.repubblica.it/dettaglio/quando-dalema-chiese-a-monti-/2188308

    Ed in ultimo (so che ti sto rompendo le palle) hai un’idea di cosa sta producendo l’Agenda di Monti sulla nazione italiana?

    Anche qui non ti preoccupare, risponde L’Espresso sempre per tutti, qui:

    http://espresso.repubblica.it/dettaglio/cos%C3%A3%C2%AC-ci-si-avvita-verso-il-baratro/2177258

     

    Ora visto che Monti è il cameriere di Goldman Sachs e lavorava da Moody’s quando l’Italia è stata declassata ed è affezionato socio del Club Bildberg, ci è dato sapere a noi poveri cittadini democratici perché il PD e l’UDC ed anche il PDL ci vogliono propinare ancora questo losco figuro?

    E’ forse perché il PD si bea che Goldman Sachs vota per il PD?

    http://www.partitodemocratico.it/doc/243468/goldman-sachs-vota-per-il-pd.htm

     

    Ciao, Guelfo, statti bene e se puoi comincia a levarti quei tre etti di prosciutto spiaccicati per ogni occhio.

  • 2
    Euroleso

    Attenta Germania che l’Italia potrebbe uscire dall’euro

    http://temi.repubblica.it/micromega-online/attenta-germania-che-litalia-potrebbe-uscire-dalleuro/

    Questa volta è MicroMega a dire quello che M5S và sostenendo da un bel pezzo. Così, tanto per informare.

  • 1
    vascolabile

    Intanto pensiamo ad abbandonare questa maledette demoniaca moneta Euro, c**zo!!!

     

  • 0
    Euroleso

    gianniguelfi ha scritto :
    Perché mi fai ste domande se conosci già tutte le risposte?

    Perché sei del PD e mi sembrava che non conoscessi le risposte.

    Quindi era così, per passarti qualche informazione.

  • -1
    Euroleso

    Anche io voglio uscire dall’Europa!

    E non tornarci più!

    Fateci fare un referendum.

    • -1.1

      Tu vuoi che l’ Italia esca dall’ Europa, i veneti che Venezia esca dall’ Italia, i meridionali vogliono rifondare del regno delle due Sicilie. Avanti di questo passo l’ Italia tornerà ad essere una mera espressione geografica, come disse Metternich. Non è meraviglioso?

       

  • -2
    Mauri_X

    qui invece oggi, a Campodarsego, con Paolo Barnard e l’avv. Paola Musu

    http://www.movimentosereno.it/?p=8822

  • -3
    Carlo1969

    gianniguelfi ha scritto :
    Tu vuoi che l’ Italia esca dall’ Europa, i veneti che Venezia esca dall’ Italia, i meridionali vogliono rifondare del regno delle due Sicilie. Avanti di questo passo l’ Italia tornerà ad essere una mera espressione geografica, come disse Metternich. Non è meraviglioso?  

     

    Gianni, francamente non esiste nessuna domostrazione del fatto che uno stato più grande corrisponda a maggior benessere. Lascia da parte i libri di storia che hai letto, scritti e censurati da chi aveva interesse a che tu e noi e tutti la pensassimo in un ben preciso modo. Guardati intorno: sei sicuro che se la cosiddetta Italia (ed Europa) diventasse nulla più che una mera espressione geografica, per il popolo sarebbe peggio? NEssuno, ma proprio nessuno ha la dimostrazione di ciò. Ti faccio però riflettere su un i popoli della  ex Jugoslavia, da quando non esiste più qual carrozzone statale che era appunto la jugoslavia stanno mille volte meglio e questo basta parlare con i Croati e gli Sloveni per everne conferma

  • -4

    vascolabile ha scritto :
    sottotitoli grazie!…chi cavolo lo capisce l’inglese!?…che è successo in Veneto?

     

    RT, Russian television, è un canale russo via satellite che trasmette in inglese. Il servizio è sugli independentisti veneti che vogliono staccarsi dall’ Italia. Il motivo? Le troppe tasse. Sempre li vanno a finire i polentoni veneti, sugli sghèi.

  • -5
    L' Antimonti

    15 minuti fa Rai News ha dato la notizia con collegamento da Londra. Sono stati discretamente onesti. attendiamo domani notizie dalla Francia e puntiamo al 27 ottobre per il not day Monti .

  • -6
    Mauri_X

    vascolabile ha scritto :
    per favore ,mi spieghi in sintesi questo video? Grazie!

     

    qui è in italiano, ieri, a Venezia

    http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=1OvF29ow8NM

    http://indipendenzaveneta.net/

    qui, invece , in Scozia a Settembre..

    http://www.raixevenete.net/Scozia2012/

  • -7
    zulu
    • -7.1
      zulu

      Scusate alcune parole ma scrivo dal telefono e di fretta.. L’iPhone ogni tanto vuole fare il capiscione ma non ci azzecca..

    • -7.2
      vascolabile

      sottotitoli grazie!…chi cavolo lo capisce l’inglese!?…che è successo in Veneto?

    • -7.3
      puccini

      il video:il 12 maggio c’è un tipo che dallo studio, presumo inglese, si collega con un italiano sicuramente a venezia dove c’è una manifestazione con gondole, bandiere e ostreghette. il tipo dallo studio fa le domande e l’altro in collegamento da venezia risponde, il tutto in lingua inglese.

    • -7.4
      zulu

      Allora ragazzi innanzitutto il video è di ieri.. Spiega come si stanno svolgendo manifestazioni da parte dei cittadini veneziani e co. per raggiungere l’indipendenza veneta.. Tutto questo perce pagano all’anno 20 miliardi di euro all’anno in tasse e non ricevono un corrispettivo di servizi adeguati. Inoltre dichiarano che la suddetta repubblica veneziana diventerebbe uno dei paesi piu ricchi d’Europa.. Tutto questo accade nel completo silenzio della stampa italiana. Sembra essere tornati indietro di qualche secolo con questa censura, un fatto increscioso. Inoltre alcune veneti dichiarino che nemmeno i telegiornali locali ne parlano a riguardo.. Senza parole..

    • -7.5
      vascolabile

      per favore ,mi spieghi in sintesi questo video? Grazie!

  • -8
    caio49

    Finalmente se ne parla! C’è da chesersi cosa ci stia facendo nell’unione europea, l’Inghilterra, l’unico membro che non ha voluto l’Euro, lunico paese dove le regole che valgonno per tutti, sotto il profilo finanziario, non sono mai state ne accettate ne sottoscritte, l’unico paese che se arrivi ai loro confini, pur essendo membro della comunità europea, ti chiede i documenti, e ha mantenuto praticamente intatti i controlli su tutto, quindi non esiste la libera circolazione ne di merci ne di persone. E adeesso che vedono messi a rischio i loro mercati finanziari, si ricordano di essere degli europeri anche loro? Non c’è stupirsi che siano preoccupati, visto che tutte le maggiori banche offshore sono loro, e sono quelle che favoriscono l’esportazione illegale dei capitali, e fanno della speculazione finanziaria il loro modo di arricchire il loro paese e loro stessi. Qualcuno disse “Dio stamaledica gli Inglesi”. Nulla di puù sacrosanto.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

In India schedature biometriche di massa ed eliminazione del cash oltre le 500 rupie.

india schedatura di massa e via i contanti La demonetarizzazione dell'India Lo scorso 8 novembre il nuovo primo ministro indiano Narendra Modi dichiarava fuori corso le banconote da 500 e 1000 Rupie, responsabili di circa l'85% del cash in circolazione in India. Sarebbe come se in Europa venissero eliminate in poche ore le banconote da...--> LEGGI TUTTO

La violazione della legge sulla propaganda elettorale. Registrate e denunciate.

Registra e denuncia violazione della legge sulla propaganda elettorale Ancora adesso, mentre scrivo, a votazioni in corso, se aprite i social network vi potete imbattere facilmente nella propaganda a favore del Sì al Referendum Costituzionale. La campagna per il Sì in rete è stata invasiva e ai limiti dell'illegalità. Cosa dice la...--> LEGGI TUTTO

Grazie Giorgio Napolitano!? Chapeau!? Si sono bevuti il cervello!?

M5S Grazie Giorgio Stiamo parlando di Giorgio Napolitano? Quello che nel 2011 ha spianato la strada alla troika del governo Monti? Quello che ha firmato qualunque cosa? Quello che nel 2013, quando c'erano le consultazioni per formare un nuovo governo, ha chiamato al Quirinale Pdl e Pd ignorando il...--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

Il terribile errore: “È il momento più pericoloso per l’umanità: le élite imparino ad essere umili”. Stephen Hawking

stephen hawkings attente elite di Stephen Hawking, fisico teorico e scrittore Essendo un fisico teorico che vive a Cambridge, ho vissuto la mia vita in una bolla di eccezionale privilegio. Cambridge è una città insolita, tutta incentrata su una delle grandi università del pianeta. All'interno di questa...--> LEGGI TUTTO

La lettera di una mamma lavoratrice che fa venire il magone

Mamme lavoratrici: la triste realtà che si cela dietro alla famiglia del Mulino BiancoPubblico questa lettera (inviata a Beppe Severgnini sul Corriere della Sera), che fa venire il magone non solo a chi l'ha scritta ma anche a me che l'ho letta, e nella quale credo si riconoscano tante, troppe mamme lavoratrici, perché sia motivo di riflessione sul modo in cui si è...--> LEGGI TUTTO

La lobby dello zucchero uccide – i nuovi documenti tenuti nascosti

la lobby dello zucchero uccideNEW YORK: Decine di scienziati, negli Anni 60, furono pagati dall'industria americana dello zucchero per sminuire il collegamento tra consumo di zucchero e problemi cardiaci e spostare così l'attenzione sui grassi saturi. A rivelarlo sono una serie di nuovi documenti scoperti recentemente da un ricercatore della University of California di...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Come funziona l’Italia: noi siamo quelli con il fiore in mano

Come funziona l'ItaliaCome funziona l'Italia Ecco come funziona la nostra società. Questa è l'Italia. E, ...caso mai cercaste il pallino "voi siete qui", in questo disegno noi siamo quelli con il fiore in mano....--> LEGGI TUTTO

I nanorobot a controllo mentale che vi osserveranno.

I NANOROBOT A CONTROLLO MENTALE CHE VI OSSERVERANNOPer la prima volta, una creatura vivente è stata controllata dall'uomo utilizzando esclusivamente il pensiero, grazie a nanorobot che hanno rilasciato all'interno di alcuni scarafaggi dosi programmate di farmaci, in risposta all'attività cerebrale di chi ha condotto l'esperimento. Una tecnica che - sostengono già alcuni - potrebbe essere molto utile per il trattamento...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Le vostre email

Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Roberto Fico (M5S): basta con gli uomini soli al comando!

Roberto FicoRoberto Fico, deputato M5S a capo della Commissione di Vigilanza Rai, risponde sulla questione della legge elettorale e sulle voci di una sua candidatura alla guida di un possibile Governo a 5 Stelle. ...GUARDA

Renzi si è dimesso: il video dell’annuncio in diretta dal Quirinale

renzi-dimissioni-quirinale Matteo Renzi ha dato le dimissioni. Aperta la crisi di Governo. L'annuncio in diretta dal Quirinale, dopo il colloquio con Sergio Mattarella. Da domani alle 18 partono le consultazioni. Il calendario sarà reso disponibile dall'ufficio stampa del Quirinale....GUARDA

Referendum: vinta una battaglia, ma la guerra continua – Diego Fusaro

fusaro-vinta-la-battaglia-ma-non-la-guerra "L'élite mondialista tornerà presto o tardi ad attaccare la Costituzione e lo Stato sovrano nazionale. Il suo obiettivo è quello della distruzione degli stati sovrani nazionali, che dopo il 1989 sono i soli ancora a resistono come luoghi del primato della politica sull'economia. La battaglia è...GUARDA

Attenzione: ecco come vogliono ribaltare l’esito del referendum

come-ti-ribalto-il-referendumATTENZIONE: ieri sera ho fatto questo video. E stamattina... zac: La Stampa conferma tutto: Padoan vuole chiedere aiuti all'ESM. Sapete cosa significa? Significa RIBALTARE IL NO AL REFERENDUM e prendersi in casa la Troika. QUESTO NON DEVE ACCADERE. Non c'è nessun Governo legittimo attualmente nel Paese, e qualunque decreto legge...GUARDA

La vittoria dell’informazione e i pericoli del dopo Renzi

claudio messora Il No al referendum costituzionale è la vittoria dell'informazione contro chi pensava che per convincere gli italiani a votare basta una comunicazione semplificata, comprensibile a un bambino delle scuole medie. La sconfitta di Renzi passa anche per una ipersemplificazione della Comunicazione che non ha convinto e...GUARDA

Barbareschi ai giovani: “Siete superficiali! Avete votato no per ribellarvi al paterno!”

Barbareschi ai giovani: "Siete superficiali! Avete votato no per ribellarvi al paterno!" Luca Barbareschi traccia un quadro deprimente dei giovani che hanno votato no al referendum: sarebbero disinformati, superficiali, privi di strumenti, e con un grosso problema con il paterno, che li induce a ribellarsi contro qualsiasi cosa senza mai entrare nel merito....GUARDA

Barbareschi: siamo ascoltati e spiati da tutti i telefonini.

barbareschi-siamo-tutti-spiati-icona-play Luca Barbareschi, il popolare showman ora direttore del Teatro Eliseo a Roma, ha un'idea ben precisa sulla società della comunicazione digitale. A RaiNews24, il giorno dopo del voto al referendum, dice: "Siamo in democrazia... Capisco che ormai siamo ascoltati e spiati...GUARDA

Massimo D’Alema: è grazie a noi se M5S non ha vinto da solo!

Massimo D'Alema Massimo D'Alema fa la sua analisi del voto del referendum. Parla sarcasticamente delle rottamazioni di Matteo Renzi e afferma che se non ci fossero stati loro, il M5S avrebbe vinto da solo. ...GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>