Io, il grande influencer

 

Dunque, se Grillo sta sbancando alle urne, il merito (o la colpa) sarebbe mia. Questo il risultato di una serie di articoli che da Repubblica, passando per il Fatto, arrivano al Giornale, che in un articolo scrive:

” Per Repubblica in 10 “manipolano” un milione di persone. […] Il M5S di Palermo, il giornalista Claudio Messora, Il M5S nazionale, il sito Cado in Piedi, il candidato siciliano alle regionali Giancarlo Cancelleri, il consigliere emiliano Giovanni Favia, il sindaco di Parma Federico Pizzarotti, il M5S di Roma, il consigliere milanese Matteo Calise e il M5S di Firenze. Sono questi secondo Il Fatto quotidiano i dieci influencer “sguinzagliati” da Beppe Grillo e Gian Roberto Casaleggio per convincere gli italiani a votare il MoVimento 5 Stelle. Solo dieci persone in grado manipolare l’opinione di chi li legge. Dieci persone che modificano il pensiero di un milione di potenziali elettori, secondo quanto ha rivelato ieri Repubblica. “

Fantastico. E come ci sono arrivato, nel cerchio magico, secondo questi segugi digitali? Ma semplice: basta andare su Klout, che misura l’influenza “digitale” (in maniera del tutto arbitraria e parziale, ma questo è un altro discorso) e tirare giù la lista degli “influencer” di Grillo. Una genialata! Peccato che il termine “influencer”, nell’accezione Casaleggio & Associati, ha una valenza inversa rispetto a quella utilizzata da Klout. Se vi siete persi è normale: andiamo con ordine.

Aiutami a continuare a fare informazione libera

La teoria degli influencer non l’ha inventata Casaleggio: arriva dai lontani anni ’40. Casaleggio ha detto solamente, in uno dei soliti video che fanno tanto scalpore a noi che siamo così provinciali, che in rete il 90% dei contenuti è prodotto dal 10% degli utenti. O qualcosa di simile. Dunque, se volete veicolare il vostro messaggio, ha molto senso persuadere della sua bontà quel 10% e poi godervi la loro “influenza”. Una banalità, se vogliamo: calcolate il numero dei giornalisti in rapporto alla popolazione totale, e magari solo di quelli che scrivono su grandi testate, e otterrete probabilmente proporzioni ancora più sbalorditive. Per non parlare dei conduttori televisivi: lì siamo addirittura allo zero virgola qualcosa, per cui la rete si dimostra in fondo pur sempre più democratica dei media tradizionali. Senza contare il fatto che mentre gli influencer delle testate giornalistiche o televisive sono pagati, spesso profumatamente, quelli online lo fanno gratis e “a loro insaputa”. L’influencer dà il meglio di sé, infatti, quando è sinceramente convinto di quello che scrive o dice.

Dunque gli influencer, nella teoria di marketing politico cui si allude, sono in qualche maniera “usati” da chi vuole “influenzare”. Sono cioè influenzati a loro volta. Nel nostro contesto, Grillo dovrebbe dunque preoccuparsi di “influenzare” quel famoso 10% di influenti personalità online. Vediamo ora cosa aveva scritto Repubblicaieri:

” Il fortino di Casaleggio vanta il supporto di almeno dieci internauti capaci di un indice klout superiore a 75 (indice che valuta da 1 a 100 la capacità di influenza sui social network). Vuol dire che ciascuno di quei dieci “megafoni” è in grado di contattare, influenzare, condizionare almeno 100 mila persone, centomila elettori. Dunque un milione, giusto per capire di che numeri parliamo. E di quanto il virtuale stia acquisendo nel giro di poche settimane peso politico reale, si stia trasformando in consensi e voti. “

Beppe Grillo Klout Influencer Claudio Messora  Ora, a parte che a Repubblica mi devono spiegare come hanno tirato fuori il numero “10”, accade che il buon Carlo Tecce, questa mattina sul Fatto Quotidiano, per assecondarli apra Klout ed estragga la lista dei primi dieci “influencer” di Beppe Grillo, i quali risultano essere esattamente quelli che vedete nell’immagine a fianco. Si va dal Movimento Cinque Stelle di Palermo, al sottoscritto, al Movimento Cinque Stelle nazionale, passando per il blog multiautore di Chiare Lettere “Cado In Piedi” e così via.

Peccato che il concetto di “influencer”, per come lo intende Klout, sia il contrario esatto del concetto di “influencer” per come lo intende Casaleggio. Ovvero per Klout la lista dei tuoi influencer è la lista di coloro che ti influenzano (come si può desumere anche da qui). Quindi, analizzando il profilo di Grillo, si può desumere che sia lui ad essere un mio influencer, secondo la versione di marketing occulto che ne vogliono dare Repubblica e Il Giornale.

Insomma, un’altra occasione persa, per la stampa nazionale italiana (notoriamente all’avanguardia nella conoscenza delle cose della rete), per non fare brutta figura. Tra l’altro, sull’articolo del Giornale dove sono inchiodato come un prezzolato agente segreto del fortino di Casaleggio, in prima battuta campeggiava una foto di Casaleggio immerso in simboli massonici e addirittura associato all’immagine di Hitler. L’immagine, per nulla lusinghiera, è stata poi sostituita da quella molto più neutra che potete vedere adesso. Immagino per evitare querele, o per un residuo senso del ridicolo.

Peccato che, come si dice, la rete non dimentichi. Ecco come appariva il post nella sua prima versione: così, tanto per capirci.

 

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

50 risposte a Io, il grande influencer

  • 31
    gibuizza

    Egregio Messora, confermo in pieno il suo articolo e a sostegno delle sue tesi le dico che io seguo quotidianamente il suo blog da molto tempo, lo trovo estremamente interessante, ne condivido almeno l’80% però voto e voterò Lega.

  • 30
    Erix

    Caro Claudio,

    come la mettiamo? io avrei voluto proporti come singola interfaccia col mondo giornalistico/gossipparo della nostra Italia…. Ed ora?

    Meno male che mi hanno finalmente aperto gli occhi.

    Adesso ti proporrei come PR del M5S con in più la licenza di uccidere.

    Bel pistolone alla Callaghan (una 47magnum) con proiettili al peperoncino di Cayenna da sparare senza timore negli unici posti inverosibilmente “puliti” di questi signori.

     

    PS  scusami, ma il mix di Repubblica, Il Giornale la febbre mi fa raggiungere livelli asimoviani mai esplorati….

    • 30.1
      Erix

      Ma perchè non metterci tutti a lavorare per una TV internettiana con sfoghi su onde radio digit (vedi Santoro penultimo modello) autotassandoci ma col piacere di sentire le voci del dissenso come si dovrebbe? (senza nulla togliere al grande GianLuigi Paragone)

  • 29
    brosky999

    mo pure il fatto, e che cacchio…

  • 28
    Neopunzia

    In Italia ogni occasione è buona per rompere,distrarre l’attenzione,creare polveroni inutili,spettegolare e distrarre dai VERI PROBLEMI che ha il paese.Sinceramente,con il dovuto rispetto che ho per Claudio,non ritengo una priorità sapere se lui è o non è un’INFLUENCER (!?!?) Cerco sempre di sottoporre a un mio giudizio critico ciò che leggo,che sia di Claudio,di Grillo o di chiunque altro,non ho Guru o Capi-Spirituali che mi guidano!Ci sono persone che mi piacciono e altre no,persone di cui mi interessa sapere l’opinione altre no,persone serie altri pagliacci. Nell’ultimo ventennio uno in particolare ha influenzato e preso in giro un’intero paese! E’ stato lui un grande INFLUENCER o la massa beota??

  • 27
    louisio

    Bell’articolo.

  • 26
    OmarValente

    Diavolo di un Messora massone templare illuminato rettiliano neo nazista grillino.Hai insegnato a molti a pensare, a verificare le fonti e ad analizzare le cagate che ci propinano, e questo amico mio non te lo perdoneranno mai.

    • 26.1
      OmarValente

      Ho notato solo ora che nell’articolo ti danno del giornalista, di questi giorni è roba da querela…. Brutto giornalista che non sei altro!

    • 26.2

      Bhe a questo punto dovresti poter chiedere che pubblichino una tua rettifica entro 48 ore, giusto? …allora io mi prenderei questo spazio per 

      1) dimostrare che sono incapaci (oltre che perchè non sanno leggere Klout, anche proprio perchè non sanno nè cos’è nè quale è il suo significato, pressochè nullo)

      2) aprire gli occhi ad alcuni dei loro lettori

  • 25

    C’è una bella differenza tra influenzatore e propagandista…Il propagandista ha sistemi subliminali, ha media, giornalisti compiacenti, pubblicità accattivanti, etc etcL’inflenzatore ha la forza delle sue idee e della capacità di proporle e documentarle…L’inflenzatore me lo vàdo a cercare perché condivido il suo pensiero e cerco le sue fonti e le sue analisi per documentarmi a mia volta.il propagandista mi entra in casa in maniera subdola indiretta usando modalità dolci e melliflue.ma ormai la propaganda ha fatto il suo tempo…Più cercano di utilizzarla e più la gente cerca informazioni alternative ed INFLUENTI per informarsi…aspetto con ansia una risposta influente su Grillo sull’euro sulla sovranità popolare etc. Ma temo che non ne vedremo mai!Continua ad influenzarmi come al solito Claudio! Grazie!!

    • 25.1
      sergio attento.

      I giornali,sono sovvenzionati dal PARTITO UNICO,pertanto non possono certamente sputare nel piatto dove pasteggiano.

  • 24
    vascolabile

    i politici invece sguinzagliano i giornali per mettere in giro queste false tesi…

    Casta di m.rd@

  • 23
    Paolo - Livorno

    Ho l’influenza! Bene così.

  • 22
    NeroLucente

    Si, siamo una massa di cojoni ai quali basta leggere un blog per lasciarsi manipolare. Questo articolo presuppone che  la cojonaggine poi sia sempre di quelli che scelgono l’avversario politico. Ovviamente quando voti PD sei er mejo.

    Chi scrive questi articoli su Repubblica è bravo. Sa fare il suo mestiere di scudiero del PD e del suo bello stipendietto da servo. E si prodiga per salvare l’esodo di massa degli elettori di quello che vorrebbero farci votare. Loro non sono influencer. Sono paraculer, capaci di prenderti per i fondelli perchè poi grazie al PD e ai partiti convenzionali, questi beccano i finanziamenti pubblici, e se arriva il M5S in parlamento c’è pure il rischio che li perdano!

    E allora che vantaggio hanno a Repubblica a scrivere articoli di questo genere? Beh, circa SEDICI MILIONI DI EURO! all’anno (Repubblica e L’espresso.)

     

    La pacchia è finita?

    Speriamo, io rivoglio giornalisti veri, sebbene questa carenza sia il motivo per cui esistono persone in gamba come Claudio Messora.

  • 21
    gp

    In quest’altro articolo il giornale non si era vergognato, ne’ aveva avuto paura di essere querelato… La foto massonica e Hitleriana di Casaleggio non era stata cambiata…

    http://www.ilgiornale.it/news/fuorionda-che-inchioda-grillo-replica-casaleggio-non-835511.html

     

    cialtroni!

  • 20
    me stesso

    Che terribili teste di c**zo!

  • 19
    mauriziobolgaroni

    Questa stampa e questa televisione ormai ha raggiunto livelli di decadenza impensabili. Tratta la gente come degli emeriti imbecilli. Hanno avuto in mano per decenni l’ informazione globale con televisioni e giornali, senza mai chiedersi quali fossero i reali problemi e le esigenze della gente ma solo pilotare le persone dove volevano i padroni di turno anche perche’ le uniche fonti d’ informazione erano quelle e noi poveri ingenui pensavamo che quelle che ci raccontavano fossero sacrosante verita’. Ci hanno sempre trattato non come persone pensanti ma come consumatori da indirizzare dove voleva la classe dirigente del momento. Ora che esistono altre forme di informazione e che una parte di popolazione comincia ad avere dei dubbi su quello che ci viene propinato, questi “emeriti giornalisti di stato” asseriscono che stiamo per essere influenzati menti occulte di dubbia provenienza mentre solo loro sono in possesso dell’ unica  e sacrosanta verita’. Per quello che mi riguarda il giochetto e’ finito e voglio giudicare qualsiasi evento secondo la mia coscienza anche sbagliando. Preferisco sbagliare in buona fede e poi rimediare che sbagliare adagiandomi a chi asserisce di essere in possesso dell’ unica verita’.

  • 18

    Messora, sei il mio più grande e maledetto influencer 
    Toh: http://klout.com/#/~49258128659437416

  • 17
    stecontin

    Ma come?

    Mi stai da mesi influenzando? Mannaggia…… Chi sei, il nuovo Neo?

    E io che passo tutto il mio tempo libero a leggere, html e pesante carta….

    Non me la dovevi fare, Claudio.

    Almeno convincili a mettere l’undicesimo influencer, Sergio di Cori Modigliani!!!!

     

    Ma tanto mi stai influenzando pure con questo post :-P :-D

  • 16
    Simo80

    Riesci sempre a spieagere le cose in modo semplice ed efficace, finalmente sono riuscito a capire questa storia. Grazie Claudio, continua così.

  • 15
    gp

    Mi sto ancora sganasciando dalle risate per la ridicola foto di casaleggio pubblicata da Il Giornale, con tutti quei simboli massonici, e` davvero il non plus ultra del ridicolo.Neanche la tristezza al pensiero che qulcuno gli da` retta, la quale non e` poca, riesce a farmi smettere di rotolarmi per terra

  • 14
    giova218

    ancora non hanno capito niente, gli influencer per me e quei milioni di cittadini sono e continuano ad esserlo: Bersani, D’Alema, Casini, Alfano, Santanchè, Fini, Finicchiaro, Matteoli, Turco, Cicchitto, Gasparri, Giovanardi, La Russa, Bindi, Fassino,Maroni, Buttiglione, tremonti, Bocchino, Cosentino, Follini, Mantovano, Rotondi, Scajola, Schifani, Tabacci, Veltroni, Carlucci, franceschini, frattini, ghedini, Letta zio e nipote, Lupi, Mussolini, Paniz, Verdini, della Vedova, Farina, Gelmini, Meloni, (gianni e pinotto) Quagliariello e Stracquadanio, Barbareschi, Boccia, Scilipoti, Razzi….si può continuare…ma già basta sentire parlare questi di economia di come vogliono risolvere la crisi che hanno influenzato il mio voto e quello di milioni di italiani, come se non bastasse si aggiungoni gli influencer del governo tecnico di Monti e gli imprenditori alla Marchionne e il gioco è fatto…c…….

  • 13
    Tiziano Campani

    Per il sig.Claudio Messora

    Fossi in lei, non darei troppo peso a quello che scrivono i giornali…sarebbe una battaglia combattuta contro i mulini a vento e avrebbero sempre ragione loro. La seguo da molto tempo perchè lei è una delle poche persone insieme a Marco Travaglio, che racconta i fatti per quello che sono veramente e senza inserire delle opinioni personali. Potrei postare decine di articoli del quotidiano della mia provincia scritti da giornalisti o che si credono di esserlo, che descrivono il M5S con toni da presa in giro e inserendo dei giudizi che un giornalista serio non dovrebbe fare.

    http://www.ladige.it/articoli/2012/04/22/grillo-pericolosa-piaga-populismo

    A questo punto, le faccio una domanda:

    se lei è un influencer del M5S, quello che ha scritto l’articolo del link che ho postato, cos’è?

    ..perciò, il mio consiglio è quello di andare avanti e di continuare a darci preziosi articoli e video

  • 12

    smettila di influenzarmi altrimenti  adirò le vie legali. Io l’avevo caputo da tempo, sai? Ed ora la conferma. Sei un influencer! Sì, ho votato il mov5stelle per colpa tua e di quegli altri 9 che fanno parte della banda delinquenziale alla quale appartieni. Sapessi come mi sono ridotto! Ho preso l’influenza via web, visitando le pagine del mov5stelle già qualche anno fa e non mi è più passata. Ora starnutisco ogni giorno, o quantomeno ogni qualvolta leggo balordaggini come quella dell’esistenza di una lista di influencer! Ora scusami, devo spegnere subito la tv, ho visto bersani ed ho ricominciato a starnutire. Non influenzatemi più, vi prego, non reggerò! (P.S. in verità ora davanti a queste cose non soltanto starnutisco ma faccio anche pernacchie, sarà grave?).

  • 11
    Lalla

    e questi “influencer”?

    IL GOVERNO DEL BILDERBERG
    Postato il Domenica, 04 novembre @ 01:23:21 CST di davide
     
     
      Lobby DI IDA MAGLI
    italianiliberi.it

    L’Europa è ormai tutta felicemente conquistata. Il programma messo a punto dalla società segreta Bilderberg nella riunione del maggio 2009 è stato quasi del tutto realizzato. Diciamo meglio: dato che la parte più difficile e tuttavia indispensabile era quella riguardante la liquidazione delle nazioni d’Europa, essere riusciti a impadronirsene è il segnale che ormai l’opera è al sicuro, nulla potrà più ostacolarne il completamento. Le bandierine del Bilderberg sventolano allegramente sui colli e le torri europee più importanti. La Banca centrale europea ne è per certi aspetti il capolavoro.

    Attraverso la Bce il Bilderberg ha in mano la vita di quasi tutti gli Stati che, con una decisione illegittima e assurda dei loro governanti, hanno rinunciato a battere moneta e si sono consegnati alla volontà di coloro che ne sono i padroni (partecipanti al patrimonio): Beatrice d’Olanda, il principe Constantjin, Sofia di Spagna, Philippe del Belgio, David Rockfeller,  Filippo di Edimburgo, Mario Draghi (in quanto partecipante della Banca d’Italia), tutti membri del Bilderberg e presenti alla riunione del 2009. Le partecipazioni degli Stati sono in percentuali minime e forse servono, oltre che a salvare le apparenze, anche a ricompensare i politici per la loro rinuncia alla creazione e alla gestione della moneta.

    Cosa avevano deciso i membri del Bilderberg nella riunione del 2009? Volendo raggiungere come meta finale la realizzazione di un’unica civiltà planetaria, ne erano state predisposte le tappe (ormai per quanto riguarda l’Occidente quasi raggiunte): la distruzione delle identità nazionali, da perseguire attraverso la sovversione dei valori che vi si fondano e l’eliminazione dei singoli Stati; il controllo centralizzato di tutti i sistemi educativi di cui l’avvio è stato dato in Europa con il Trattato di Maastricht e la cosiddetta “armonizzazione” dei programmi scolastici; il ripudio delle discipline storiche e del loro insegnamento in quanto possibile ostacolo nei giovani all’accettazione del Nuovo Ordine Mondiale e al superamento psicoaffettivo del valore della patria, della tradizione, dei costumi in tutti i campi; il controllo delle politiche interne ed estere, come già avviene in Europa attraverso l’esame preventivo delle finanziarie e i vari trattati sui confini, sull’immigrazione, sull’uguaglianza dei diritti; una lingua unica, che è quella già in uso e che a poco a poco tutti sono obbligati ad adoperare: l’inglese. Il perno sul quale i bilderberghiani si fondano in tutti i loro progetti è però sempre quello finanziario visto che, tramite le banche e le speculazioni di Borsa, riescono a guidare concretamente ogni tipo di politica riducendo a propri esecutori gli uomini di governo dei singoli Stati.

  • 10
    malsano

    Lo stiamo perdendo! Lo stiamo perdendo! :)

    La prossima sarà la mazzetta, lo sai no?!

    Scherzi a parte, Claudio, grazie e complimenti.

    Non ragioniam di loro, ma guarda e passa.

    Un follower non influenzato.

  • 9
    Ah-beh-se-lo-dice-klout

    byoblu ha scritto :
    Altri due punti illogici: dopo tanto sfoggio di capacità critiche superiori, sbagli a postare rispondendo a un commento anziché fare un commento di primo livello, e posti ostentando sicurezza di argomenti non elementari, riuscendo però a sbagliare perfino il mio nome, che è un dato semplice da ricavare. Sei un’interessante groviglio di apparenti contraddizioni.

    Mi dispiace per il nome storpiato: scusa ;) E ti ringrazio dell’interesse…

    Sulle capacità superiori, vorrei proprio inferire il contrario. Direi che sono considerazioni semplici al limite del banale se viste da una prospettiva “esterna”. Quando ci siamo dentro, invece (anche questa è una considerazione banalotta e preistorica), alcune ovvietà rischiano di diventare anche estremamente difficili da percepire.

    Siamo tutti dentro il sistema dei media, e questo ci rende esposti alla sua manipolazione. Fragili: finché siamo nell’acquario non percepiamo di essere in un acquario, almeno non capiamo bene la forma d’insieme del sistema. A me, per lo meno, sfugge in piu’ punti. Ma le (poche) contraddizioni che si vedono possono aiutare, credo.

    Quelle che citavo sono visibili pensando ai giochi di specchi:

    1. un blogger interessante viene attaccato con artiglieria pesante (con la tesi per cui saresti un pericoloso influencer) da parte di un esercito organizzato e molto bene armato (fatto di veri, inequivocabili influencer).

    2. Attaccanti e attaccati citano (usano come arma) uno strumento “neutrale”, che secondo me e’ ben lontano dall’esserlo (Klout non è uno strumento, ma invece un sistema progettato per influenzare il comportamenteo di aspiranti “influencer”, e dunque per manipolare con minimo dispendio un gran bel numero di persone, gli influencer che rischiano una “addiction” per il giochino Klout e tutti gli altri che subiscono il comportamento indotto dal giochino nel suo target di addicted)

    3. Chi usa l’artiglieria pesante (i veri influencer/giornalisti dei media mainstream) pare del tutto disinteressato dal rischio che non l’attaccato (che saresti tu) ma tutti gli altri si accorgano che esiste un esercito organizzato e temibile (i grandi media) che apertamente combatte quelli che vede come competitor in via di organizzazione, una nuova potenza da depotenziare.

    4. Sembra lecito il sospetto che, effettivamente, pochi tra il vasto pubblico possano sinceramente rendersi conto che il meccanismo malefico di cui accusano voi di fare uso è esattamente il meccanismo usato dai media per controllare possibilmete tutti quanti. Assestati e posizionati al massimo del loro potenziale “bellico”, i media mainstream (non a caso mainstream) hanno digerito bene il fatto – puramente militare, direi – che se ti posizioni in un luogo adatto, con pochi puoi esercitare un grande controllo sulla quella moltitudine che si è (stupidamente e colpevolmente) disinteressata al problema di preservare la propria libertà dal controllo di altri. 

    Questo mi è sembrato interessante.

    Il post è posizionato dove pensavo di posizionarlo: in risposta a una frase che giocava sui pochi, sulle elite (vere o presunte):  “ la storia in realtà sono sempre in pochi, un gruppetto di persone piuttosto ristretto, a farla

    Non mi piace che sia così, ma sembra proprio verosimile, purtroppo. La nuova idea di rimettere i cittadini al centro senza intermediari (e soprattutto consapevoli del meccanismo), forse, può contrastare queste vecchissime ma fin troppo efficaci tattiche… militari.

    Non ci credo, ma ci spero… A rileggerti quanto prima, grazie!

  • 8
    Dario

    SCANDALOSI.

    SIIIIIIIIIIIIIIII influenzatemi tutto..

  • 7
    Paolo-To

    Sembra la commedia dell’assurdo. I manipolatori che danno del manipolatore al prossimo.

    Saranno mica invidiosi ?

    Scherzi a parte, sono veramente ridicoli

  • 6
    silvio.i

    Posso testimoniare che ti ho scoperto per caso e che non mi hai influenzato.

    I video-articoli che realizzi sono il risultato di ricerche che ciascuno può verificare.

    Il tuo pensiero viene condiviso e chi ascolta/guarda si fa a sua volta la propria opinione.

    Se Repubblica e il Giornale si sentono più bravi perchè non le fanno loro le inchieste sui temi d’attualità e (visto che ci siamo) perchè non sono loro a dirci il motivo per cui un privato stampa i soldi e ce li addebita ?

    Se i GIORNALISTI passano il tempo a fare i pennivendoli a suon di milioni di Euro che lo stato scuce (indebitandoci) a tutte le testate quotidiane  …. CHE COLPA NE HA BYOBLU?

     

     

     

  • 5

    Messora, sei il mio più grande e maledetto influencer 
    Toh: http://klout.com/#/~49258128659437416

  • 4
    giorgio anderson

    Questi sono complimenti… io sarei onorato di tanta importanza ma soprattutto rappresentano la stupidita e totale vuotezza di contenuti di un regime ormai allo sbando! 

  • 3
    BorisPasternak

    Certo non sanno piu’ che inventarsi…si stanno cacando sotto anche i lacchè di Repubblica & Co., pensavano di avere il fortino in tasca dopo che Re Silvio è stato spodestato e i suoi cannoni mediatici otturati (vedi Mediaset e il gruppo Mondadori in preda a crisi economico-finanziaria profonda).

    Ad ogni modo ritenere La Repubblica un quotidiano d ‘informazione…certo fornisce notizie ma metà sono gossip e l’altra metà sono opinioni ben orchestrate e filtrate.

    Claudio per quanto mi riguarda anche se sei un influencer massone…ti seguiro’ lo stesso….magari ce ne fossero d’influencer come te.

  • 2
    Erix

    Ora capisco che veramente sei un influencer….

    da ieri ho la febbre a 39!

    Claudio, smettila di influencermi.

  • 1
    mauriziobolgaroni

    Questa stampa e questa televisione ormai ha raggiunto livelli di decadenza impensabili. Tratta la gente come degli emeriti imbecilli. Hanno avuto in mano per decenni l’ informazione globale con televisioni e giornali, senza mai chiedersi quali fossero i reali problemi e le esigenze della gente ma solo pilotare le persone dove volevano i padroni di turno anche perche’ le uniche fonti d’ informazione erano quelle e noi poveri ingenui pensavamo che quelle che ci raccontavano fossero sacrosante verita’. Ci hanno sempre trattato non come persone pensanti ma come consumatori da indirizzare dove voleva la classe dirigente del momento. Ora che esistono altre forme di informazione e che una parte di popolazione comincia ad avere dei dubbi su quello che ci viene propinato, questi “emeriti giornalisti di stato” asseriscono che stiamo per essere influenzati menti occulte di dubbia provenienza mentre solo loro sono in possesso dell’ unica  e sacrosanta verita’. Per quello che mi riguarda il giochetto e’ finito e voglio giudicare qualsiasi evento secondo la mia coscienza anche sbagliando. Preferisco sbagliare in buona fede e poi rimediare che sbagliare adagiandomi a chi asserisce di essere in possesso dell’ unica verita’.

  • 0
    nonik

    Non ci fare caso piu’ di tanto…e’ normale,in un Paese completamente o quasi succube della mala politica, del malaffare e della malatelevisione, se qualcuno davvero risveglia le coscienze…ma io direi piu’ che raccoglie quelle gia’ risvegliate da tempo attorno ad un movimento molto serio e di grande innovazione culturale e civile, non puo’ che essere visto come qualcosa di orribile, gli automi vecillano, i lecchini si ritrovano in stato confusionale, i mafiosi non sanno con chi interloquire, i politici temono di perdere tutti i privilegi che si sono creati con leggi occulte e tutti i giri di affari che stanno portando avanti da piu’ di 20 anni. Questo significa che quasi mezza Italia e’ preoccupata ( tanto e’ -secondo la mia stima- l’ammontare degli italiani corrotti e gaudentemente corruttibili) L’altra meta’ e’ davvero depressa e preoccupata. Dunque fuerza! non lasciart influenzare, vai avanti non sei solo :-)

  • -1

    Secondo La Repubblica in 10 controllate le menti di milioni? TUTTA INVIDIA!

    Comunque si, la storia in realtà sono sempre in pochi, un gruppetto di persone piuttosto ristretto, a farla! … E complimenti a te, Claudio!

    • -1.1

      Altri due punti illogici: dopo tanto sfoggio di capacità critiche superiori, sbagli a postare rispondendo a un commento anziché fare un commento di primo livello, e posti ostentando sicurezza di argomenti non elementari, riuscendo però a sbagliare perfino il mio nome, che è un dato semplice da ricavare. Sei un’interessante groviglio di apparenti contraddizioni.

    • -1.2
      Ah-beh-se-lo-dice-klout

      Che mancanza (dolosa) di logica! 

      Primo punto illogico: un gruppo molto piu’ influente di giornalisti si rimpalla una notizia (si direbbe… di lesa maesta’ o “concorrenza” sleale nel lavare i cervelli altrui) relativa a un presunto gruppo di persone capaci di influenzare le opinioni d’altri. La notizia, a riprova della capacita’ elitaria dei media tradizionali di propagare i propri memi a piacimento, si spande e rimbalza quasi ovunque. Non vede questa elite di giornalisti il rischio di smascherarsi mentre tenta di smascherare la presunte nuova elite di concorrenti? Evidentemente, no. Infatti e’ presumibile che la gran parte dei cittadini “inflluenzati” dai media mainstream non si accorga neppure dell’enormita’…

      Secondo punto illogico: non si rendono conto i blogger turlupinati, e sembra neppure Messori (mentre temo che i veri influencer dei grandi media se ne rendano conto eccome…) che “giocattoli” come Klout si sono autoposizionati come strumenti neutrali per decidere (in modo “autorevole” ??) chi influenza chi, mentre in realta essi stessi recitano un ruolo principale nell’influenzare gli influencers? Klout e’ apparso dal nulla, autoproclamandosi il sistema piu’ autorevole per dare patenti di influenza a destra e manca… Klout non e’ una piattaforma libera come potrebbe esserlo ad esempio Wikipedia. Non c’e’ liberta’ di accedere/modificare i suoi contenuti senza iscriversi. Iscriversi “suggerisce caldamente” di iscriversi anche a twitter e/o facebook, quest’ultima in particolare una piattaforma *molto* discutibile quanto a trasparenza e neutralita’… Infine, klout usa metriche e software descritti *molto* vagamente, senza reale controllo da parti dei cittadini. Dare tanta enfasi, senza un minimo di senso critico, a questi innocenti giocattoli fa quasi un po’ paura, direi…

  • -2
    gabriellab

    Per me un giornale che invece di fare informazione si preoccupa di quanti possono influenzare l’opinione della gente intormo al Movimento, mi dice molto.

    Vuol dire che è una questione molto discussa questa: come si fa a manipolare la mente delle persone, come si fa a spostare i voti, quali sono i meccansimi perversi per cui pochi individui riescono a fare il lavaggio del cervello a milioni di persone?

    Ma pensare che gli itaniani hanno un cervello e sanno usarlo no, vero? 

    Del resto solo un redattore che mette questo titolo: “Grillo punta a Palazzo Chigi”  può immaginare che i suoi lettori siano tanto pecoroni da essere terrorizzati all’idea di vedere Grillo in veste istituzionale, con la camicia sbottonata, trafelato e senza voce a furia di gridare “Italianiiii”, che va a collquio con Napolitano e magari prende l’aereo e parla con  Obama della Nato, poi va a nuoto in  Gremania per dirne quattro alla Merkel.

    “ma mi faccia il piacere!!” come diceva un grande statista del passato.

  • -3
    Alisernio

    Se i giornali facessero il loro mestiere claudio lavorerebbe al corriere, e ci lavorerebbe senza tapparsi il naso.

    La domanda “qui prodest?” a chi giova? nel caso di insinuazioni così puerili, mette tristezza. Testate come repubblica che cerca di minare avversari che potrebbero tagliare le rendite di posizione (vedi finanziamenti alla editoria), alla faccia degli acuti intellettuali di sx. Indica anche quanta stima hanno dei loro lettori, il fatto è che con le attuali normative, anche se noi tutti smettessimo di comprare i giornali, li ritroveremmo domani in edicola, per tutelare il diritto degli italiani ad avere “l’informazione”! 

    Questo, come quasi tutti gli aspetti della vita pubblica di questo paese, è un esempio lampante di quanto NON SIAMO RAPPRESENTATI !!!

  • -4
    Rivoluzione

    Non capisco perchè ti arrabbi, voterai M5S no? Hai lavorato con Casaleggio no? Sono loro che curano parte dei tuoi servizi online no? E’ con loro che hai pianificato alcune “strategie di rete” no?

    Hai un legame particolare con Grillo e Casaleggio, e dunque col Movimento 5 Stelle.

    Ora, perchè non potresti essere un relativo influencer? Lo sei.

    E’ una cosa sbagliata? No. O almeno dipende solo da una cosa: se quello che fai lo fai per un tuo tornaconto economico, (e un po’ è normale che lo sia), o perchè veramente ti interessa qualcosa dell’italia.

    Mon mi rimane che sperare la seconda cosa, ma per quanto riguarda quell’articolo, non ci vedo nè nulla di sbagliato, nè nulla di male.

    ————

    [BASTA SCRIVERE SUI BLOG, SCENDIAMO IN PIAZZA]

    • -4.1
      Filo90

      Sicuramente Claudio sta con il M5S, ma non mi sembra che si sia mai scagliato in difese impossibili come fanno quelli del PDL con lo psiconano, quindi sono daccordo con te……diversamente, anche solo chiedersi se Messora tiene all’Italia deve far vergognare chi se lo chiede……

    • -4.2

      1) avevo scritto di avere avuto rapporti commerciali tra il 2008 e il 2009 (come Piero ricca e tanti altri), che non significa esattamente “appena”.2) sull’immagine del profilo youtube proprio non ti seguo. Dove sarebbe la somiglianza?Sparo a zero solo sulle critiche strumentali e campate per aria, perché pretendo che siano perlomeno “informate”.In ogni caso leggi il post di oggi, domenica 4 novembre: troverai elementi utili per capire un po’ meglio.

    • -4.3
      Rivoluzione

      La somiglianza della targhetta del canale. L’immagine è dientica, sfondo font o mbre ecc. E’ fatta con la stessa base, è stato cambiato solo il testo, o sbaglio? Comunque non servono altre prove dei tuoi contatti con Grillo e Casaleggio. Ripeto, posso solo sperare che questo tuo supportarli sia a a fin di bene, perchè altrimenti saresti solo un’altra testata giornalistica di parte come tutte le altre, invece di una reale fonte alternativa di informazioni, e per informazioni intendo Europa, Banche, Trattati ecc.

    • -4.4

      La risposta è no per la maggior parte delle domande retoriche con le quali cerchi di insinuare fantasie con non so bene quale intento (tranne il fatto generico di simpatizzare). Se intendi continuare a sostenere il contrario devi motivarlo con prove circostanziate, altrimenti le tue sono solo allucinazioni personali. E ti devo anche avvertire che la diffamazione aggravata a mezzo stampa è dietro l’angolo.

    • -4.5
      Rumegusc

      Il più grande e forse l’unico “influencer” del M5S è Beppe Grillo. 

      Come riempiva gli stadi a pagamento ora ha riempito le piazze gratis, con temi importanti come sempre, ma soprattutto con “VOI POTETE! PERCHE’ NOI SIAMO VOI”. 

      Ora, senza nulla voler togliere alla rete, il sig. Giuseppe e la sign. Annetta con il pc hanno un rapporto conflittuale, e in assenza di una adeguata presenza nei mass media è stata la piazza a consegnare all’ M5S i voti e ben poco internet.

      Quindi di cosa stiamo parlando? 

      Però pure te Claudio…. sempre che vuoi informare la gente di come ci stanno fregando! ghghgh scherzo ti darei un bacio in bocca per questo ( non sputacchiare t’ho visto!) 

       

    • -4.6

      Cioè fammi capire: stai parlando di una microscopica targettina di pochissimi pixel che ha uno sfondo uguale, e da quello hai insinuato che Casaleggio mi cura i servizi web e dunque lavoro per loro? Compolimenti, ma come Sherlock Holmes non faresti tanta strada…

      Quel bordino è identico semplicemente perchè all’epoca, dovendo farne uno, presi spunto da quello del blog di Grillo, che scaricai e mi modificai.

       Se non hai altre prove, direi che passata la fase della risata a crepapelle posso magari dedicarmi a cose più serie.

      Poi non ho capito li discorso della buona e della cattiva fede.. Uno se ha un blog e dice una cosa che pensa, ex art.21 Cost., deve dare un certificato di “buona fede”? Non basta il fatto che lo abbia detto? E poi, cosa dovrebbe accadere perché uno sia in “cattiva fede”? Cioè che ne abbia un tornaconto personale? Quale? Immagino essere pagato, non vedo quale altro, così come ho specificato qui http://www.byoblu.com/post/2012/11/04/Altro-che-Monti-in-Italia-e-allarme-Byoblu.aspx anche per rispondere a te.
      Dunque stiamo ancora lì? Mi pagano per scrivere?

      E poi il complottista sarei io… Ragazzi: va bene tutto, ma per alimentare fondati sospetti ci vuole qualcosina di più, non credete? Almeno io produco documenti, quando parlo di conflitti di interesse, di trattati europei e così via. Qui siamo al pregiudizio puro (tendente alla diffamazione gratuita). 

    • -4.7
      Rivoluzione

      Claudio, parlo ad esempio di quando tu dicesti qui sul blog, di esser da poco stato da Casaleggio Associati per questioni d’affari, nel post nel quale difendevi Casaleggio dalle accuse di massoneria. Un altro caso al quale faccio riferimento può essere ad esempio che l’immagine del nome del tuo canale youtube è identica a quella di “tutti i video di beppegrillo”.

      Comunque vedo che non sei cambiato, spari a zero su tutti coloro che scrivono qualcosa che non sia simile a “Bravo Claudio!!!”, quando invece io sto solo cercando di far passare un messaggio molto chiaro: fare l’influencer (tralasciando il significato originale del termine) non è per forza una brutta cosa, almeno fino a quando non si è veramente d’accordo con chi viene supportato, (nel tuo caso Grillo Casaleggio e il M5S).

      E poi piantala di farmi passare per un diffamatore. Grazie.

       

  • -5
    The earthquake is coming

    Tra non molto il vecchio sistema fognoso verrà spazzato via, bisogna solo pensare alla nuova piattaforma futura per il paese. La primavera mediterranea é alle porte. Voi scheletri del passato non avete più diritto d’ espressione. TRADITORI DELLA PATRIA!

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

Ecco il primo governo del Movimento Cinque Stelle.

Ecco il primo governo del Movimento Cinque Stelle Nell'aprile del 2012 (5 anni fa) io partecipavo come ospite fisso a L'Ultima Parola di Gianluigi Paragone, su Rai Due. Una sera si fece uno strano esperimento... (altro…)...--> LEGGI TUTTO

Hey, Lorenzin, fai un decreto su questo! 1250 morti all’anno per il DieselGate

DieselGate - Concentrazione e MortalitàIl surplus di emissioni dei veicoli diesel, rispetto a quanto dichiarato dalle case automobilistiche, ha causato in Italia 1.250 morti all'anno. A quantificare le conseguenze del Dieselgate sono l'Istituto meteorologico norvegese e l'istituto internazionale Iiasa, in uno studio pubblicato sulla rivista Environmental Research Letters da cui emerge che il nostro...--> LEGGI TUTTO

La verità orribile che non viene detta – Gianluca Ferrara

GIANLUCA FERRARA - La verità orribile che non viene mai detta Gianluca Ferrara, direttore editoriale di "Dissensi edizioni" e blogger del Fatto Quotidiano, ha già ottenuto quasi 150 mila condivisioni con questa analisi, fatta nell'ultimo post sul suo blog. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

Crociata contro la rete. Il ministro: via i “profili sgraditi”.

Orlando - rimozione di profili sgraditi e ong governative a fare controinformazione in rete Registrazione del Facebook Live del 16 agosto 2017 Un'intervista di Andrea Orlando, sul Corriere della Sera, rivela che esiste un accordo con i social network per la segnalazione dei post e la rimozione dei profili sgraditi, e anche che il ministero ha messo delle organizzazioni a monitorare...--> LEGGI TUTTO

La vera storia di KJ2, l’orsa mamma di Francesco e Soki, del progetto Life Ursus

Un'orsa e il suo cucciolo  Registrazione del live Facebook andato in onda ieri sera KJ2 sembra il nome di una stella cadente, perfetto per la notte di San Lorenzo. Invece è caduta un'orsa, appartenente al progetto Life Ursus. Nel video qualche considerazione da fare insieme sulla vicenda, andata in onda ieri sera...--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

Due piantine di Cannabis per lenire dolori atroci: in prigione a 63 anni!

prigione malato cannabisTRENTO. Il ricorso in Cassazione è stato rigettato. L'uomo di 63 anni che a Trento era stato trovato in possesso di due piante di marijuana che coltivava per uso personale, per lenire i dolori atroci della sua malattia, è stato giudicato colpevole in via definitiva. Andrà in prigione. ...--> LEGGI TUTTO

L’ideologo di Putin: in Europa sarà presto caos, guerra civile, distruzione.

Dugin ideologo Putindi Giulio Meotti Roma. Europa e Stati Uniti hanno spesso ricambiato il favore ad Aleksandr Dugin. Un anno fa, il famoso politologo russo è stato messo alla porta in Grecia. Accompagnato dal patriarca di Mosca Kirill per una conferenza sul Monte Athos, Dugin...--> LEGGI TUTTO

Il TG1 censura la Raggi. Scatenate uno #ShareStorm

Molti dei lettori di questo blog trasaliranno ascoltando alcune frasi fatte del discorso che oggi Virginia Raggi ha tenuto di fronte ai leader europei. L'Europa come "progetto visionario", come "eredità gioiosa e impegnativa", che "dobbiamo realizzare noi" perché "non poteva realizzarsi in un giorno". ...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

A Capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio: la Terra rallenta!

A capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio - la Terra rallentaUn "salto" di un secondo verrà aggiunto al conto alla rovescia di questo Capodanno per compensare il rallentamento nella velocità di rotazione della Terra.  Il secondo "extra" accadrà non appena l'orologio toccherà la mezzanotte e verranno "create" le ore 23:59:60, posticipando momentaneamente l'arrivo del Capodanno. Il secondo...--> LEGGI TUTTO

BIOMETRIA, IL FUTURO DELLA SICUREZZA

biometriaRiconoscimento dell'iride, facciale e del movimento della mano durante la firma: le nuove strategie per prevenire i furti e le loro possibili applicazioni Un uomo si avvicina a una stanza blindata. Per entrare niente password o codici di sicurezza, ma l'accostamento degli occhi a un...--> LEGGI TUTTO

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Guest post

Il gioco responsabile al tempo del mobile

casino mobile La crescente diffusione delle nuove tecnologie ha radicalmente modificato gli stili di vita e le abitudini degli individui, contribuendo alla formazione di una cultura sempre più digitale. Dal 13° rapporto Censis-Ucsi sulla Comunicazione (2016) emerge che il 74% della popolazione italiana ha libero accesso ad una...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Becchi: e adesso in Parlamento arriva CasaPound

Becchi - Movimento 5 Stelle - CasaPound A Omnibus (LA7) questa mattina, Di Pietro spiega che, secondo lui, il Movimento 5 Stelle in realtà non vuole affatto governare, perché non gli conviene, e Becchi prevede che, grazie all'abbandono della critica forte su Euro, Europa e finanza, e al rigetto dell'etichetta di "populismo", avremo...GUARDA

Pigi Battista a Paragone: i bambini non sono proprietà dei genitori.

Paragone Pigi Battista Nell'annoso dibattito sui vaccini, ci sono i Free Vax, i No Vax, e poi i Pigi Battista. Quelli che "i bambini non sono di proprietà dei genitori". Certamente non sono una proprietà, così come si intende un oggetto acquistato e privo di diritti. Ma il sottinteso...GUARDA

Rula Jebreal a Porro: tu, uomo bianco sessista!

PORRO VS RULA Scontro tra Rula Jebreal e Nicola Porro: "tu uomo bianco sessista che punti il dito contro una come me"....GUARDA

Barbara Lezzi maltratta Luigi Marattin a Omnibus

Barbara Lezzi Luigi Marattin Barbara Lezzi (M5S) si confronta duramente con Luigi Marattin, consigliere economico della Presidenza del Consiglio, sui dati della disoccupazione che vede l'Italia, nonostante la "cura Renzi", aumentare il distacco rispetto alla media europea. Ricordati di VOTARE Byoblu ai Macchianera Internet Awards...GUARDA

Ilaria Bifarini – L’Ocse dice che tra 60 anni siamo fritti

Ilaria Bifarini, nota al pubblico di Byoblu per la sua intervista di esordio "Neoliberismo e Manipolazione di massa - storia di una bocconiana redenta", approda a Coffee Break, su LA7. "Il modello a tendere degli economisti dell'OCSE da qui a 60 anni, in un report che ho visto personalmente, sarà sempre peggiore: salari sempre più passi e sempre più disuguaglianza". Ilaria Bifarini, nota al pubblico di Byoblu per la sua intervista di esordio "Neoliberismo e Manipolazione di massa - storia di una bocconiana redenta", approda a Coffee Break, su LA7. "Il modello a tendere degli economisti dell'OCSE da qui a 60 anni, in un report che ho...GUARDA

Diego Fusaro: il Sacro Romano Impero della finanza e delle banche

Innanzitutto siamo entrati in un Sacro Romano impero della finanza in cui il sistema bancario detta legge, e noi sventurate plebi europee dobbiamo fare i sacrifici: "sacrum facere". Appunto qualcosa di religioso in nome del sistema bancario, una divinità demiurgica: le sofferenze sono sempre quelle del sistema bancario...GUARDA

Primarie Pd: il confronto Sky tra Renzi, Emiliano e Orlando – Integrale

Confronto Sky Renzi Emiliano Renzi Primarie Pd Integrale - PlayIl confronto Sky tra Matteo Renzi, Michele Emiliano e Andrea Orlando per le primarie Pd - Versione Integrale. ...GUARDA

Fusaro Vs Friedman – L’immigrazione è deportazione di massa: nuovi schiavi contro vecchi schiavi.

Fusaro Vs Friedman Diego Fusaro: "La storia delle ONG che vanno a prendere i poveri migranti che rischiano di annegare è la grande narrazione edulcorante con cui si mettono in pace le coscenze. Il compito della filosofia però è pensare altrimenti e criticare l'esistente, rovesciando le mappe dominanti. Continuiamo...GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>