La Merkel contro Cameron: fumi di guerra

da Londra, per byoblu.com, Valerio Valentini

Non vedo l’ora di incontrare Angela. Le nostre conversazioni sono sempre così serene, sincere, ampie. Ho intenzione di affrontare con lei argomenti importanti, e di farlo con decisione”. Questa profonda dichiarazione d’affetto era stata rivolta alla cancelliera tedesca Merkel da David Cameron, mercoledì mattina, pochi minuti prima di riprendere l’aereo per tornare in patria, dopo un viaggio diplomatico in Medio Oriente durato tre giorni. Appena rientrato a Downing Street, il primo ministro inglese è stato accontentato: era infatti in programma una cena di lavoro col capo del governo tedesco. Purtroppo per Cameron, però, pare proprio che l’idillio sia finito, visto che la discussione stavolta è stata molto meno serena delle precedenti.

Aiutami a continuare a fare informazione libera

 

Il tema dell’incontro era piuttosto spinoso: il budget europeo per il periodo 2014-2020, che verrà approvato nelle prossime settimane a Bruxelles. Come abbiamo già raccontato, il premier Cameron è seriamente intenzionato a chiedere un “congelamento”, bloccando qualunque rifinanziamento (se non uno minimo proporzionato al tasso d’inflazione). La Merkel, però, durante la cena di lavoro con Cameron s’è mostrata decisa nel lanciare un allarme contro l’”isolazionismo britannico”, che rischia di destabilizzare gli equilibri europei.

Del resto, già nella mattinata di mercoledì, durante la seduta del Parlamento Europeo, la cancelliera aveva esplicitamente criticato le continue rivendicazioni antieuropeiste avanzate dai molti movimenti euroscettici britannici, compresa una fazione minoritaria, ma in crescita, del Partito Conservatore che sostiene il governo Cameron. In particolare, Angela Merkel aveva escluso categoricamente che il Regno Unito potesse procedere ad un “pacifico divorzio consenziente” da Bruxelles, come suggerito dal leader dello Ukip, (il Partito Indipendentista Britannico), Nigel Farage.

Il quale, approfittando della presenza di Angela Merkel a Bruxelles, la aveva incalzata. “Il fatto, cara cancelliera, è che lei sta guidando l’Eurozona su una strada che conduce dritti verso un’Europa sempre più centralizzata e antidemocratica. […] Noi, semplicemente, quella strada non vogliamo intraprenderla. […] L’opinione pubblica inglese, e ora anche il Partito Laburista, non sopportano queste strategie. […] Tanto più che i mercati mondiali sono diffidenti verso Londra e New York proprio per le colpe dell’eurozona. […] Stasera, cara cancelliera, quando si recherà a Downing Street, glielo dica a Cameron che il Regno Unito vuole abbandonare l’Europa. Lui non ha il coraggio di farlo, ma se glielo dice lei magari si convince”.

“Io desidero – ha ribattuto la Merkel – una Gran Bretagna forte all’interno dell’Unione Europea. Non riesco neppure a immaginarmi un Europa senza la Gran Bretagna. Voi potrete anche essere su un’isola felice, ma rimanervene isolati, in un mondo come questo, non gioca certo a vostro favore”. Poi la cancelliera tedesca ha ricordato l’esperienza tragica della Seconda Guerra Mondiale: “Come sapete vengo dalla Germania. Il Regno Unito era al nostro fianco quando fummo liberati dal Nazismo. Ci sono ancora dei soldati britannici sul suolo tedesco. Non posso immaginare che la Gran Bretagna esca dall’Europa”. [vedi: la terza guerra mondiale della Merkel]

Tuttavia, al di là dei ricordi e dei buoni propositi, il nodo è sempre lo stesso: quei mille miliardi che Bruxelles si appresta a versare nelle casse dell’Unione Europea. Londra non ci sta: vuole ridurre i finanziamenti, e da questa decisione non sembra affatto intenzionata a recedere. Né tantomeno disposta a contrattare. Cameron ha definito la proposta della Commissione di aumentare il budget “ridicola”, e ribadisce che la Gran Bretagna guiderà con convinzione il fronte oltranzista tra tutti i 27 Stati membri. Quello che però non va giù al premier britannico è il “tradimento” della Germania. Stando a quanto sostiene Cameron, infatti, Berlino aveva fornito delle precise garanzie su un’alleanza con Londra per firmare insieme un lettera di intenti, da sottoporre agli altri membri dell’UE, che proponeva un “congelamento” del bilancio per almeno 2 anni.

Poi, però, la Merkel avrebbe fatto dietrofront, abbandonando la linea del rigore estremo, che prevedeva, tra l’altro, anche l’invio del supercommissario teutonico ad indagare nei conti dei Paesi che ricorrevano agli aiuti europei. E poi avrebbe spinto per un nuovo aumento del budget, nel tentativo di rallentare la crisi dell’Eurozona, che nel frattempo comincia a far paura anche a Berlino.

Questo ripensamento è stato denunciato da Cameron, che tra l’altro lo ha incassato anche come uno smacco personale, dal momento che aveva più volte garantito che le sue proposte rigoriste avanzate a Bruxelles erano forti proprio del sostegno del governo tedesco. E anche mercoledì, poche ore prima dell’incontro con Angela Merkel, aveva ribadito che avrebbe costretto la cancelliera ad “attenersi ai suoi iniziali propositi”. Poi, evidentemente, la discussione ha preso una piega diversa da quella che Cameron aveva auspicato, e dall’incontro ne è uscito un po’ con le ossa rotte. La Germania abbandona l’Inghilterra, e ne condanna, appunto, l’”isolazionismo”.

Eppure, stando alle loro ultime dichiarazioni, la strategia che pare verrà adottata dai Tories sarà quella di convincere gli stessi cittadini tedeschi della sconvenienza di un nuovo rifinanziamento. “Attuare politiche di austerity in patria per poi sperperare soldi in Europa è assurdo”, continuano a ripetere gli esponenti politici euroscettici, trovando largo consenso tra l’elettorato. Ora, quello che c’è da aspettarsi è che dunque il governo britannico soffi sul malcontento popolare non solo in Inghilterra, ma anche in Germania, magari cercando accordi e sostegno tra le fazioni politiche che si oppongono alla cancelliera Merkel. E questo non farà che aumentare le tensioni tra Londra e Berlino.

 

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

6 risposte a La Merkel contro Cameron: fumi di guerra

  • 2
    rg3

    L’ha o non l’ha confermato anche Schulz che l’Euro, per come è stato concepito, è una truffa??? La risposta è … e allora di cosa stiamo parlando!!!

    Qualsiasi accordo basato su una truffa non ha ragion d’essere, punto e basta!

    La Merckel, Hollande, Monti, Rajoy etc. sono “solo” dei portavoce e degli implementatori di questa continua truffa ai danni dei cittadini europei e come tali dovrebbero essere processati.

    A nostra insaputa hanno fatto l’Euro prima di far l’Europa?

    Bene, adesso che lo sappiamo, torniamo indietro e facciamo il contrario.

  • 1
    Istevene A

     

    Germania, Olanda, Finlandia, Svezia e Gran Bretagna bloccano gli aiuti Ue all’Emilia Romagna per il terremoto del 20 e 29 maggio.  I cinque paesi non vogliono pagare i 670 milioni di euro del Fondo di solidarietà Ue proposti per compensare i danni subiti dall’Italia, benché tutti i 27 stati che compongono l’Unione europe hanno riconosciuto che l’Italia ha diritto ai finanziamenti del Fondo di solidarietà Ue, e hanno negli scorsi giorni formalmente approvato la decisione.

    Quindi: Quando si tratta di rastrellare soldi e richezza dalle Nazioni L’Europa  Sassone (e Anglo ) ci chiede austerity, liberalizzazioni (vedi direttiva Bolkestein), privatizzazioni cessioni di sovranità nonetaria e fiscale e impone regole quote e balzelli che di fatto da vent’anni a questa parte hanno deindutrializzato L’Italia, regalato l’agroalimentare e la grande distribuzione ai Francesi e ci stanno privato di ogni possibilità di rilancio.

    Se poi il buon Dio ci manda anche qualche terremoto per loro è una manna dal cielo evidentemente! Così l’opera di demolizione dell’Europa del Sud e dell’Italia in particolare (suo paese più industrializzato e ricco) è completa!

    Ovviamente usare i fondi per ricostruire in questa logica è pura follia! D’altronde Il MES che ti chiede i soldi per riprestarteli a strozzo gestito da un manipolo di banchieri intoccabili e ben trincerati in Lussemburgo qualcosa di questa Europa doveva farcelo capire.

    Ma a sto punto, come diceva il buon Lubrano, una domanda sorge spontanea. Ma a che miiinchia ci serve questa Europa?

  • 0
    clarus

    Io non so più quale potrà essere il futuro dell’Europa, ma senza la Gran Bretagna sarà senz’altro migliore.

    • 0.1
      vlad090364

      ma vacagare,va!!
      l’europa,concepiat cosi’,con a capo la tedeschia guidata dalla germanese merkel,caro clarus,te la puoi tener stretta tu,quei pochi come te,e quella “culona”DELLA MERKEL,CARO CLARUS!!
      perche’,se ce ne sara’ bisogno,risponderemo a questa terza guerra mondiale ,economica,anche coi bastoni e con lla forza,caro clarus…

  • -1
    Thor

    Qualcuno mi sa spiegare il motivo per cui la Gran Bretagna è avversa ai finanziamenti dell’Unione Europea. Si era detto che l’inghilterra voleva azzerare una parte del proprio debito pubblico. Come si coniugano queste due politche? Grazie

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

Miracolo della Boldrini: riesce a farmi dare ragione a Pierluigi Battista

Pierluigi Battista - Fake News - Fake What di Pierluigi Battista Peccato, che delusione. Questo dibattito sulla «post-verità», sulle fake news , sul mare di bufale che si amplificano sulla Rete ha preso una brutta piega, persino un po’ paranoica. Peccato, perché da interessante discussione sul valore e la qualità dell’informazione, il nuovo...--> LEGGI TUTTO

Gianluca Ferrara: Trump? Non cambierà niente. Ecco perché.

Trump Gianluca Ferrara - Play di Gianluca Ferrara 26.172, sono il numero di bombe che gli USA hanno sganciato soltanto nel 2016 su sette paesi. Una media spaventosa di 3 ordigni ogni ora. E Dinnanzi a questa ipocrisia che ruotava intorno al Premio Nobel per la pace Barack...--> LEGGI TUTTO

Quando non paghi nulla per l’informazione, ricorda che la merce sei tu!

Valerio Lo Monaco - Se per il tuo media non paghi nulla, la merce sei tu Quanto accaduto a Claudio Messora e al suo sito Byoblu di informazione indipendente è la prova provata di due cose importanti. Google ha deciso unilateralmente e irrevocabilmente di rimuovere tutte le procedure di monetizzazione attraverso gli annunci ADSense sul sito di Byoblu, sistema utilizzato da Byoblu...--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

Oggi attaccano Byoblu.com. Ma sarà presto un attacco contro tutti i dissidenti.

di Pino Cabras su MegaChip Fa molto bene Claudio Messora a sottolineare che il vero obiettivo della campagna contro le 'fake news' non erano certo quei cialtroni che infestano il web di notizie false, razziste e irresponsabili per acchiappare clic, che pure ci sono e da chissà...--> LEGGI TUTTO

Anche il ministro del Tesoro UK, contro la Brexit, adesso passa tra i grandi speculatori

Ministro del Tesoro UK - Non voleva la Brexit - Ora passa in BlackRock Un altro leader politico europeo (cfr: "E Barroso passa a Goldman Sachs! Taaaaac!") imbocca la cosiddetta “porta girevole” dell’alta finanza. George Osborne, per sei anni ministro del Tesoro britannico fino al referendum sull’Unione Europea del giugno scorso, ha accettato un’offerta della BlackRock per diventare consulente del...--> LEGGI TUTTO

Le fake news su Trump di Repubblica e la post-verità di Michele Serra

di Massimo Mazza L’amaca di Michele Serra è finita in cima alla prima pagina di Repubblica, ma questo non ha evidentemente incentivato il giornalista a migliorare la qualità della sua striscia quotidiana, che oggi registra l’ennesimo scivolone figlio d’approssimazione e ignoranza dei temi...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

A Capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio: la Terra rallenta!

A capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio - la Terra rallentaUn "salto" di un secondo verrà aggiunto al conto alla rovescia di questo Capodanno per compensare il rallentamento nella velocità di rotazione della Terra.  Il secondo "extra" accadrà non appena l'orologio toccherà la mezzanotte e verranno "create" le ore 23:59:60, posticipando momentaneamente l'arrivo del Capodanno. Il secondo...--> LEGGI TUTTO

BIOMETRIA, IL FUTURO DELLA SICUREZZA

biometriaRiconoscimento dell'iride, facciale e del movimento della mano durante la firma: le nuove strategie per prevenire i furti e le loro possibili applicazioni Un uomo si avvicina a una stanza blindata. Per entrare niente password o codici di sicurezza, ma l'accostamento degli occhi a un...--> LEGGI TUTTO

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Le vostre email

Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Beppe Grillo a Sanremo 1989 – Le penali se dico che i socialisti rubano

Beppe Grillo Sanremo 1989 play Beppe Grillo a San Remo 1989, comunica il suo compenso in diretta e legge le penali previste dal contratto se dice che i socialisti che rubano....GUARDA

Fake news e post-verità: a chi conviene?

fake news post-verità icon play Fake news e post-verità: ormai non parlano d'altro. In Germania, dove presto ci saranno le elezioni, Facebook incarica una organizzazione (finanziata tra gli altri da George Soros) di marchiare a fuoco le notizie ritenute inattendibili. Ma "Fake news", "post-verità" e "debunker" sono solo neologismi, è la neolingua per...GUARDA

Sovranità vs Inflazione – Scontro plastico tra Marco Mori e Salvo Cozzolino

Mori Vs Cuzzolino - Sovranità vs InflazioneMarco Mori vs Salvo Cozzolino è uno scontro che mette in scena il classico campionario degli argomenti contro la sovranità monetaria: inflazione, debito, helicopter money e tutto il resto. Solo una precisazione aggiuntiva per Cozzolino: qualcuno gli dica che dal 1946 al 1970 l'economia andava bene, anche in condizioni di...GUARDA

Lupi ai Cinque Stelle: il referendum sull’euro non lo farete mai. Solo demagogia!

Maurizio Lupi, durante le dichiarazioni di voto per la fiducia alla Camera sul Governo Gentiloni, si rivolge ai Cinque Stelle accusandoli di demagogia, e spiega perché il referendum sull'Euro non si può fare....GUARDA

CARLO SIBILIA: LA PSICOSI DEL MOVIMENTO 5 STELLE

"Io questa psicosi non la capisco: volere necessariamente addossare delle responsabilità al Movimento 5 Stelle, che ce le ha, se le stra prendendo, sta lavorando, abbiamo già fatto delle cose nel Comune di Roma e saranno i cittadini, quelli che sono deputati a decidere. È chiaro che noi...GUARDA

E PERFINO IL DIRETTORE DE L’ESPRESSO, TOMMASO CERNO, DIFENDE M5S: SOVRANITÀ AL POPOLO!

Tommaso Cerno, direttore de L'Espresso, si accalora e sostiene con passione la causa della sovranità popolare e del diritto dei cittadini di esercitarla attraverso il voto, e difende anche la posizione del Movimento 5 Stelle rispetto alla lotta che sta conducendo dentro e fuori dal Parlamento...GUARDA

TUTTI GLI UOMINI DEL PRESIDENTE… DEL PRESIDENTE PRECEDENTE – Walter Rizzetto alla Camera

Il discorso di Walter Rizzetto a Paolo Gentiloni per la fiducia del Governo Gentiloni alla Camera: "Il Partito Democratico incarica il Partito Democratico di formare un nuovo Governo del Partito Democratico, dopo le dimissioni del Governo del Partito Democratico per il referendum del Partito Democratico. Tutti...GUARDA

Come salveranno MPS passo passo, fino al decreto Gentiloni, spiegato da Dino Pesole del Sole24Ore

MPS Pesole Mes Come salveranno MPS e (probabilmente) invocheranno il Fondo Salva Stati (MES) con la scusa di mettere una pezza ai bilanci delle banche, spiegato da Dino Pesole del Sole 24 Ore.  (altro…)...GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>