Non ci avrete mai come volete voi

di Valerio Valentini

Ho visto un meraviglioso striscione tra i tanti che stanno sfilando in queste ore nelle piazze italiane, e nelle videogallery dei quotidiani online. Lo reggevano cinque o sei ragazzi, di 16 o 17 anni. Liceali, con ogni probabilità. Dietro lo striscione, una lunghissima fila di studenti. Su quel lenzuolo bianco, con lettere un po’ sbilenche e non molto allineate, c’era scritto uno di quegli slogan che spesso vengono utilizzati durante manifestazioni o cortei, né più bello né più brutto di molti altri simili. Ma che, nonostante l’abuso tipico di ogni slogan, nel momento in cui l’ho visto, mi è sembrato, appunto, meraviglioso: “Non ci avrete mai come volete voi”.

 

Ecco, appunto, come ci vogliono? Io credo che prima di tutto ci vogliono ignoranti. E sappiamo perché. Rassegnati. E sappiamo perché. Disillusi. E anche in questo caso, sappiamo perché. Dunque la manifestazione di oggi, apparentemente, va contro i loro progetti. Ma quello slogan, apparentemente, era un’affermazione coraggiosa e prepotente della volontà di autodeterminare il nostro presente. Apparentemente.

Perché dico apparentemente? Perché secondo me chi detiene il potere, che poi è un agglomerato di poteri transnazionali, oggi ci vuole anche arrabbiati, bruti, violenti. Ci vuole esattamente come oggi stiamo dimostrando di essere. La protesta di piazza, in fondo, agli occhi di chi governa è un atto auspicabile: è una valvola di sfogo, il rientro dei livelli di guardia della frustrazione e dell’indignazione. Il fatto che lo si faccia sfasciando le vetrine di una banca, incendiando un cassonetto oppure organizzando una sassaiola non ha alcuna importanza. Quello che conta è che da domani ce ne torniamo tutti, calmi ed estenuati, alle nostre quotidiane occupazioni, sereni per aver fatto il proprio dovere: aver protestato.

So bene qual è il significato di uno sciopero così imponente come quello di oggi. Aver ribadito, da un lato, la voglia di far sentire la propria voce, l’orgoglio di affermare tutto il significato della propria esistenza non solo di cittadini, ma di individui; in secondo luogo, lo sciopero significa mettere in crisi il sistema produttivo, bloccare le attività commerciali, ridurre i profitti dei padroni. Tutto vero, in teoria. In pratica, negli ultimi anni la voce di chi protesta non solo non viene ascoltata, ma spesso non viene neppure percepita. Essa sprofonda in mezzo alla confusione, alle urla, alle sirene, e nessuno riesce a decifrarla. Ma tutti sanno bene come strumentalizzarla. Quanto poi a mettere in crisi il sistema produttivo, nutro seri dubbi circa la reale efficacia di queste manifestazioni. Domani ci saranno vetrine spaccate da risistemare, sampietrini divelti da reinserire sul selciato dei viali, auto incendiate da ricomprare. Magari il piccolo commerciante o l’operaio subiranno danni gravissimi, ma il “Sistema”, come molti lo chiamano, finirà per guadagnarci. La protesta è, in generale, un atto meraviglioso, ma il modo di esercitarla è ormai fallimentare. Lo abbiamo ereditato dalle generazioni precedenti e lo trasmettiamo a quelle successive, senza rinnovarlo. Come un’abitudine, una tradizione. Credo che non solo tra le dinamiche, ma direi anche tra gli slogan degli scioperanti di fine ottocento cannoneggiati da Bava Beccaris e quelli degli studenti di oggi manganellati dai celerini non ci sia alcuna differenza. E questo è terribile, perché nel frattempo i “Savoia” si sono evoluti.

Ci sono casi, come in Val Susa, dove il sopruso necessita ancora di un avanzamento fisico, fatto di ruspe e di trivelle. E allora ben vengano gli assalti ai cantieri, la costruzione delle baite, i consorzi di valligiani per acquistare i terreni. Ma in tutti gli altri casi, dove l’affermazione del potere non ha nulla di fisico – il Fiscal Compact o il MES non sono, purtroppo, ruspe e trivelle – opporsi fisicamente serve ancora a qualcosa? L’unica utilità è per il Potere, che manda carabinieri e poliziotti a pestare a sangue i ragazzini, in una guerra tra poveri che non ha alcun senso. Perché tanto, alla fine, vince sempre chi si trova in sala regia, a dirigere pattuglie e manifestanti come fossero pedine su un grande gioco dell’oca.

Qual è l’obiettivo? Costringere alla ritirata un blindato? Ne arriverà un altro. Conquistare una piazza? Verrà liberata. Negli ultimi anni i manifestanti arrivano con i caschi, con le maschere antigas, si dispongono a mo’ di testuggine romana, con materassini o assi di plexiglass. E’ proprio quello che il Palazzo vuole: avere come spalla manifestanti organizzati, minacciosi e armati di tutto punto. Che facciano il maggior numero possibile di danni, che mettano a ferro e fuoco, a soqquadro la città. Che ingaggino tafferugli con le forze dell’ordine usando tecniche da guerriglia urbana. Magari che ci scappi il morto, così che si possa invocare la parola magica, “repressione“,  e si possano dare ampi poteri alle forze armate, nel consenso generale dell’opinione pubblica, magari dichiarando lo stato d’assedio.

È il caso di ripensare la protesta. Di esprimere la rabbia e l’indignazione in forme diverse, più costruttive, più pericolose per il Potere. Si potrebbe cominciare, ad esempio, ad occupare le sedi locali e nazionali dei giornali e della RAI. Farebbe molto più rumore un TG interrotto dall’arrivo di manifestanti che si impossessano di microfoni e telecamere, che non un liceo autogestito a oltranza dagli studenti che si barricano dentro l’aula magna finché non arriva la Digos a sgomberarli. E poi, visto che tutti la definiscono la dittatura delle banche, si potrebbe provare a colpirla ritirando i soldi dai conti correnti e mettendoli sotto al materasso, almeno finché le banche non torneranno ad assumere il loro ruolo originario, quello vicino ai risparmiatori.

Si potrebbe addirittura tornare a ristrutturare il vecchio casale in campagna, avuto in eredità dal nonno [ndr: ad avercelo!], e coltivare la terra. Oggi raccogliere un pomodoro che si è seminato è qualcosa di infinitamente più rivoluzionario che raccogliere un sasso per tirarlo contro un celerino. O, infine, gli studenti potrebbero ribellarsi a questo potere reagendo nella maniera che è, tra tutte, sicuramente la più pericolosa: studiare. Essere molto più colti e preparati di chi comanda è l’atto anarco-insurrezionalista più antico ed efficace di sempre.

 

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

38 risposte a Non ci avrete mai come volete voi

  • 11
    kekez

    kruskrus ha scritto :
    L’idea di occupare le sedi locali e nazionali dei giornali e della RAI è meravigliosa. Vorrei trovare gente disposta a farlo.

  • 10
    piera

    you tube Ghis Lanctot HO SMESSO DI PAGARE LE TASSE

  • 9
    Cursore
  • 8
    Mr. Age

    Premesso che questo grado di tassazione è immorale, non pagare le tasse non va a colpire il sistema monetario-bancario che è l’artefice delle nostre disavventure economiche.

    E’ perfettamente inutile!

    Per quanto, in una situazione del genere, non mi senta di condannarlo!

  • 7
    battisti eroe

    un governo di mafiosi ha sempre come guardiani dei cani rabbiosi

    un padrone alleva il cane come lui.

    un governo che cambia la legge elettorale come mussolini 

  • 6
    eidon
  • 5
    piera

    you tube Ghis Lanctot HO SMESSO DI PAGARE LE TASSE

  • 4
    Anas E.

    Io aggiungerei : Ci vogliono DIVISI !!!

    La forma di protesta più efficace ? e che possiamo farla tutti senza nemmeno assentarci dal lavoro o scendere in piazza? il BOICOTTAGGIO   (Cominciando per prima a boicottare gli scioperi ) !

  • 3
    Keyfor

    Io aspetterei le prox elezioni per protestare. Ma una protesta forte da conquistare il parlamento. Come diceva Paolo Borsellino (buon anima) La Rivoluzione” si fa nelle piazze con il popolo, ma il cambiamento si fa dentro la cabina elettorale con la matita in mano. Quella matita, più forte di qualsiasi arma, più pericolosa di una lupara e più affilata di un coltello. Il Movimento 5 Stelle, e un movimento fatto da persone come come noi. Se riusciamo a dargli la maggioranza, sarebbe la disfatta della casta (causa di tutti i mali). Vedete questo video di presentazione. http://youtu.be/WvVVkn4v6ZU

  • 2
    Tanatx

    IL POTERE ECONOMICO.

    Il raggiungimento degli scopi sovrannazionali sottaciuti passa necessariamente attraverso il drenaggio del valore monetario in favore dell’impoverimento della base monetaria interna allo Stato debole.

    Attraverso l’escussione delle tasse e l’asseveramento delle norme sanzionatorie e degli interessi moratori, si legittima ogni azione esattoriale sul proprio popolo.

    In conseguenza di ciò, ogni analisi non PUO’ deficitare di considerare come primo utile elemento sul quale agire “la moneta”, come secondo “il metodo di raccolta” e come terzo “il metodo di elusione”. In poche parole, ci stanno succhiando via ogni risorsa economica attraverso le imposte e la minaccia dell’escussione forzata, pertanto l’unico sciopero vero è quello delle IMPOSTE. Se tutta Italia sospende il pagamento delle tasse per un solo trimetre o addirittura per un solo mese, potrebbe mettere in ginocchio il sistema.

    Aprire conti correnti cointestati con regimi di separazione dei beni, o intestati a minori o ad associazioni culturali, crea una promiscuità utile ad eludere i pignoramenti sui conti correnti ed a salvare la quota non appartenente al debitore.

    Costituire fondi patrimoniali o trust o addirittura società a responsabilità limitata finalizzate alla gestione del patrimonio immobiliare resta ancora un agile strumento di salvaguardia dei beni di famiglia.

    Incardinare giudizi presso i tribunali relativamente a quote ereditarie fa disporre del termine utile alla prescrizione per le imposte di successione, in altre parole, è possibile ereditare senza dover pagare le imposte o può addirittura aiutare a trasferire per mezzo dell’autorità giudiziaria, il bene secondo le proprie necessità.

    Ottenere un decreto di trasferimento in proprio favore a carico di un comproprietario ci evita imposte di registro di vendita e onorari del notaio.

    Ci sono talmente tanti strumenti per riprenderci i nostri soldi e per difendere il nostro patrimonio che non basterebbe una settimana per snocciolarli tutte. 

    Abbiate fede nella conoscenza e nello studio ed organizzate bene il periodo di carestia che ci sta investendo, non sprecate risorse, ma soprattutto se non avete soldi, fate le dichiarazioni dei redditi ma non pagate.

    Buona serata a tutti e buona fortuna.

    • 2.1

      Grazie Tanatx,Fra qualche giorno aprirò un sito internet sulla Rivoluzione Positiva. Mi farebbe piacere se lei ci desse un’occhiata.Mi contatta sulla mia mail?Grazie per il suo contributo!Antonio Ferriero

  • 1
    piera

    you tube Ghis Lanctot HO SMESSO DI PAGARE LE TASSE

  • 0
    stef81

    Io invece di protestare ho iniziato a proporre!!

    2 giorni fa dopo cena sono stato ricevuto dal mio sindaco e dalla giunta del mio paese ai quali ho proposto di promuovere delle serate infomative per tutti i miei concittadini riguardo la crisi, le balle che ci raccontano e le verità che in tv non ci dicono mai.

    Ho lasciato tutti i video in mio possesso in modo che sindaco e consiglieri valutino se può essere una buona idea ed eventualmente come proporla ad un pubblico che difficilmente comprende temi tecnici di economia.

    Non so cosa succederà, ma ci sto provando nel mio piccolo e mi sento veramente appagato nel farlo.

    Penso che tramite la rete si possa far “rete” anche fuori dalla rete… 

  • -1
    kruskrus

    L’idea di occupare le sedi locali e nazionali dei giornali e della RAI è meravigliosa. Vorrei trovare gente disposta a farlo.

    • -1.1
      giorgio anderson

      Io la ho proposta qualche mese fa su questo stesso sito, la mia e mail e giorgio_anderson@libero.it   Saro operativo dal 15 di gennaio, per motivi di lavoro sono all estero adesso, massima onesta e disinteresse, se avete i c*****ni contattatemi!

  • -2
    Rumegusc

    @ Tanatx

    riguardo a quanto tu suggerisci va specificato che tutto ciò va impostato all’origine e non all’ultimo minuto perché ti trovano, fidati che ti trovano ed è affermazione attendibile. Le leggi se le sono fatte per eludere, i nostri parlamentari, ma il gioco sta nel conoscerle a priori e siccome il diritto non è qualcosa di statico, occorre essere informati su modifiche, integrazioni o quant’altro. Per complentare le tue affermazioni consiglierei di non lavorare mai e poi mai come ditta individuale.

    @tutti e Valerio Valentini

    Occupare la rai o azioni simili lo si fa quando è in atto una rivoluzione organizzata, altrimenti si è dei c*****ni… dopo che l’hai occupata e hai protestato cosa hai ottenuto? Hai minato il sistema o hai dato pretesto a chi ci governa di legiferare qualche diavoleria che restringa ulteriormente la nostra libertà?

    Abbiamo capito che il nemico, oltre ad avercelo in casa, sta oltre i confini nazionali.

    Abbiamo capito che il sistema non è un sistemino, ma un sistemone.

    ma

    ogni sistema ha un suo punto critico.

     

    • -2.1
      Ronnie

      D’accordo con te. E’ proprio da c*****ni occuparsi della coda, prima di colpire la testa.

      Vedi la gente parla, agisce d’istinto senza nessuna strategia. Occupiamo la RAI, occupiamo WS e poi? Quando sei lì cosa fai? Non sei in vacanze che una volta sistemate le valigie ti chiedi:”Adesso cosa facciamo. Andiamo in discoteca o a cena?”.

      Oh, ragazzi non scherziamo! Ripeto, io ho quasi 60 anni e ne ho visti fin troppi di morti per nulla, fra quelli che volevano cambiare i mondo. tanti (come dice Gino Paoli nella canzone) sono finiti a lavorare banca, ma tanti sono finiti sotto terra per nulla. Giovani vite buttate al vento. Le cose vanno fatte con la testa o meglio stare a casa.

      Dall’altra parte ci sono servizi di “intelligence” che lavorano a pieno regime tutto il giorno per il potere che vuoi combattere. I tempi di Davide e Golia sono finiti. O meglio, i Davide e i Golia esistono ancora, ma i primi perdono sempre.

    • -2.2
      thekruskrus

      Ovviamente è necessario un’ottima organizzazione, la registrazione di servizi video da mandare in onda, la conoscenza delle sale, come oltrepassare la sicurezza. Dove posso trovare gente disposta ad organizzare ciò?

  • -3
    piera

    you tube Ghis Lanctot HO SMESSO DI PAGARE LE TASSE

  • -4

    La verità è che il sud europa ha creato violenze e scontri di piazza, mentre il Nord Europa ha dato vita a raduni civili e non violenti.
    Questa verità nessuno la racconta.
    Tranne me.
    Gustavo Gesualdo
    alias
    Il Cittadino X

    La verità è che il sud europa ha creato violenze e scontri di piazza, mentre il Nord Europa ha dato vita a raduni civili e non violenti.
    Questa verità nessuno la racconta.
    Tranne me.
    http://www.ilcittadinox.com/blog/lignoranza-e-larroganza-del-meridione-opprime-nord-europa-e-occidente.html
    Gustavo GesualdoaliasIl Cittadino X

    • -4.1
      roby67

      ma e’ ovvio che quelli del sud europa sono molto piu’ inca@@ati di quelli del nord! che discorsi facciamo?!

      infatti non riesco a capire che tipo di manifestazioni si sono svolte al nord, erano di solidarieta’ verso chi? Come ci puo’ essere solidarieta’ tra popoli con interessi diametralmente opposti e che per mesi sono stati bombardati con messaggi non del tutto fraterni, tipo che i PIIGS sono la minaccia al loro benessere e che sono corrottievasoribruttiecattivi?

      Aspettiamo la reazione della francia e vedremo…

       

  • -5
    Pablo

    farsi sentire? farsi ascoltare? barricarsi in massa su un viadotto dell’autostrada ad oltranza muniti di tende e viveri. Se la polizia attacca minacciare di buttarsi giù in massa.. e con lo stesso ricatto farsi portare tutto ciò che occorre, anche il 1° ministro.. ascolteranno? credo di si.. gli elicotteri con i media si alzeranno in volo per filmare.. immagini che farebbero il giro del mondo

  • -6
    gabriella

    Nel blog che frequento avevo proposto di creare un movimento di spernacchiatori, ciioè, dopo un corso di tecnica, con i video di Totò, ci si trova in qualche piazza, si enuncia la cosa su non siamo d’accordo e poi giù con lo spernacchiamento!

    Credo ne parlerebbero tutti, che è lo scopo finale della protesta.

    Purtroppo non sono stata presa sul serio…

  • -7

    MaxP. ha scritto :
    A mio avviso la forma di protesta più devastante in termini assoluti e che andrebbe a colpire le lobby in massima parte è lo sciopero generale ad oltranza, e visto quello che si è riusciti a fare oggi, possibilmente su scala Europea. Solo così si riesce a bloccare tutto senza violenza su alcuno o rompendo niente,  ma semplicemente incrociando le braccia. Una persona normale se perde un mese di stipendio perde poco più di 1 o 2 migliaia di euro, ma una lobby specie se finanziaria che lavora in leva perde miliardi di euro e poi chi comanda voglio vedere se continua ad indebitare i cittadini per salvarla! Chissa che poi si facciano le vere riforme che servono per ripartire da questa depressione indotta: la rifoma della finanza e della politica, che deve diventare partecipativa e non più rappresentativa!

    Questo tipo di sciopero, non previsto dalla normativa, mette a rischio di licenziamento o azione disciplinare e visto l’altissimo numero di disoccupati, chi verrebbe licenziato, avrebbe subito un volenteroso sostituto che non aspettava altro.

    Questi pensieri circa lo sciopero ad oltranza o lo sciopero bianco, sono propri ed esclusivi del ruolo impiegatizio pubblico, complice finora delle inutili campagne politiche delle finte opposizioni fino ad oggi incontrate che hanno strumentalizzato sindacati e bietoloni del pubblico impiego.

    Ogni azione deve essere ragionata e soprattutto deve essere ponderata nelle sue conseguenze immediate e future.

    Questa è una soluzione non valutabile e soprattutto completamente anacronistica.

    Saluti.

    • -7.1
      Ronnie

      Non dar retta a @Tanatx. Hai ragione tu.

      Per prima cosa ti sbatteranno fuori lo stesso, appena avranno finito di far sbarcare tutto lo sbarcabile che ti sostituirà a 300 euro al mese, senza assistenza, pensioni etc.

      E tutto ciò che hanno in mente di fare lo faranno lo stesso. Quello che non capiscono è che “Più disoccupati? Più combattenti”. Questo è un bello slogan.

      Un altro “Più austerità? Più lotta!

      Ma se si sono ribellati anche in Serbia dove alla Fiat hanno chiesto gli aumenti e gli adeguamenti almeno come per i polacchi. Mica sono scemi là. La 500 costa sempre una paccata di soldi e perchè loro devono percepire 1/5 degli italiani e metà dei polacchi?

      Okkio Marchionne, col tuo maglioncino ormai puzzolente, che i serbi non sono italiani. I croati sono ancora più guerrieri, ma anche i serbi non scherzano. Pensa poi se sono serbo-croati è un attimom lasciarci le gambe, come accadde a tanti dirigenti che dopo la caduta del muro di Berlino volevano esportare il modello occidentale all’Est al prezzo di schiavi.

      Chi è rimasto là ha dovuto un attimino rivedere la situazione. E quindi magari spostarsi più ad est.

    • -7.2
      MaxP.

      Guarda che se siamo in quattro gatti a praticare lo sciopero generale ad oltranza, è ovvio che ci cacciano a calci nel c**o, (premetto che nel mio caso specifico il problema non si pone dato che io sono un lavoratore autonomo, che prova sulla sua pelle gli effetti della depressione attuale: non stà investendo più nessuno in Italia).

      Ma se a praticare questa democraticissima forma di protesta sistemica sono 100.000 o più persone, semplicemente non possono essere licenziati tutti, e il sistema si blocca, vedi per esempio semplicemente quando ci sono i blocchi delgli autotrasportatori che sono molti meno.

      Non bisogna essere codardi quando si agisce per difendere i propri diritti e le proprie aspirazioni per il futuro, guarda i giovani di oggi, ma CHE PROSPETTIVA di crescita e sviluppo possono mai avere, con stipendi anche di 300 euro al mese?

      Prendi atto che il sistema attuale che io chiamo “CONCENTRAZIONE”” porta sempre più persone alla povertà a volte a livelli insostenibili, e solo pochi e sempre più pochi diventano sempre più ricchi!

      Semplicemente il sistema non è più sostenibile e perciò crollerà anche da solo, la famosa piramide della ricchezza, dove c’era una base, poi una classe media, e poi la borghesia, ora si è trasformata in un ANTENNA!, dove più niente è come prima, solo pochissimi sono rappresentati e questi pochi hanno tutta la ricchezza una volta distribuita.

  • -8
    piera

    you tube Ghis Lanctot HO SMESSO DI PAGARE LE TASSE

  • -9
    MaxP.

    A mio avviso la forma di protesta più devastante in termini assoluti e che andrebbe a colpire le lobby in massima parte è lo sciopero generale ad oltranza, e visto quello che si è riusciti a fare oggi, possibilmente su scala Europea.

    Solo così si riesce a bloccare tutto senza violenza su alcuno o rompendo niente,  ma semplicemente incrociando le braccia.

    Una persona normale se perde un mese di stipendio perde poco più di 1 o 2 migliaia di euro, ma una lobby specie se finanziaria che lavora in leva perde miliardi di euro e poi chi comanda voglio vedere se continua ad indebitare i cittadini per salvarla!

    Chissa che poi si facciano le vere riforme che servono per ripartire da questa depressione indotta: la rifoma della finanza e della politica, che deve diventare partecipativa e non più rappresentativa!

    • -9.1
      Ronnie

      Eh sì sono d’accordo con te! Prima di tutto è così semplicemente pacifico. “La disobbedienza civile” è la miglior arma, però non ho mai sentito neppure Grillo proporla. Come mai?

      Perchè siamo italiani!?!!?! Non c’è nulla da fare. E non c’è niente da fare.

      Ma lo sai quante volte ho lasciato l’auto in garage la domenica, almeno nel periodo invernale? mesi e mesi! Sai quanti della gente che conosco mi ha seguito qualche volta? Le conti sulla dita di una mano. E più spesso? Nessuno!

      Sono anni che non ho un televisore (ho 55 anni), anzi da quando vivo da solo e sono ormai 25 anni non ho mai posseduto un televisore mio (poi che guardassi quello del bar o dei miei genitori è un’altra cosa). Adesso tutto ciò che è televisione mi da fastidio.

      Ho fatto due esempi di disobbedienza civile per contrastare delle esagerazioni,  non chiedo di rinuciare a tutto altrimenti, fosse stato per me, l’economia (dell’inutile, però) sarebbe già sprofondata da chissà quanto.

      Ma pensiamo solo alla benzina. E’ un obbrobrio il suo prezzo odierno. E’ da mo’ che si è attestato da 80-90 dollari al barile, ma la benzina non scende. Arriva a 1,7 euro al litro (qui da noi con la crisi e gli stipendi che ci sono è uno sproposito disumano) eppure non si muove nessuno in questo senso. Come mai?

      Quello che accadrà in Italia sarà una “Scuola Diaz” alla centesima potenza. E non accadrà mai nulla di buono. Soltanto il sud ci potrà salvare. Salverà l’Italia, ma per il nord saranno c**zi amari. Loro torneranno ad essere la Magna Grecia e noi una commistione di tribù celtiche. Ma vada via i ciapp Lega Nord!! E sono un ex leghista (tradito).

      Ovviamente ci faranno pagare tutto il scaccheggio e i disastri dal 1860 in poi. E’ chiaro.

      Per chi non fosse ancora bene informato sarebbe bene studiasse bene la storia dell’unità d’Italia e della schifezza che è stata. 

  • -10
    Rumegusc

    Mi trova perfettamente d’accordo su tutta la linea. Il problema è che è più semplice andare a manifestare che organizzare una azione seria che lei definisce di protesta …. in realtà non è protesta e in effetti a che serve protestare? Se proprio si deve spendere risorse, tempo, faccia, fedina penale e , a volte,  anche la vita … allora è meglio agire per il cambiamento portando azioni concrete e continuative per la modifica di un percorso delle cose, in questo modo si farà veramente male al sistema.

    Sostanzialmente quello che lei dice a parte la sfumatura della protesta.

     

    • -10.1
      Ronnie

      Hai perfettamente ragione!!

      Poi vedi questi ragazzie delle manifestazioni , che si vedono anche nella foto, che hanno coraggio, ma vanno avanti così, senza nessuna tattica, nessun abbigliamento o attrezzatura adatta per una battaglia in piazza. Ma guardateli che guerriglieri. cosa volete che facciano poverini che non hanno e non faranno neppure il Militare che almeno qualcosa te lo insegnava. Io ho quasi 60 anni e ne ho viste (e ho visto anche troppi morti in Italia per nulla) e sicuramente non è così che si risolvono le cose.

      Guardate in Grecia, per esempio. I manifestanti hanno raggiunto un grado di organizzazione nelle proteste in piazza da veri Spartani- Li ho visti inquadrarsi e attaccare la Polizia senza scomporsi. Ho visto la polizie arretrare di brutto. Poliziotti scappare e andare a fuoco. Eppure li hanno bastonati lo stesso e continuano a costringerli a maggior austerità. Gli slogan…ma, non servono come non sono mai serviti.

      Non puoi andare a mani nude contro uno armato fino ai denti.

      “Quando un uomo con la pistola incontra un uomo col fucile,quello con la pistola è un uomo morto”. Clint Eastwood in “Per un pugno di dollari”.

  • -11
    felix

    Se togli i soldi dalle banche rischi che falliscono e succede un casino della madonna con conseguente chiusura degli sportelli, se manifesti pacificamente proponendo ad es al tuo sindaco, come ho letto in una risposta, di fare serate per informare su come stanno in realtà le cose nel contesto Europa, non è detto che poi si facciano e che per la giunta di un paese la verità sia quella che intendiamo noi, se fai manifestazioni in piazza e spacchi tutto fai il loro gioco…..e quindi ???

    L’occupazione pacifica di testate giornalistiche e televisioni mi piace parecchio come idea ma bisogna allora che chi organizza queste manifestazioni cambi il modo in cui si fanno.

    • -11.1
      felix

      L’occupazione pacifica…….pacifiac è in neretto perchè è sottinteso che uno parta con le migliori intenzioni ma poi………forse non è solo colpa dei manifestanti se tutto va sempre a finire in vacca !!!!! Comunque concordo con te..

    • -11.2
      MaxP.

      Questa idea ha un senso, se non fosse che appena ti avvicini alla porta d’entrata di questi luoghi ti trovi una stuola di cellerini che ti spacca la testa a manganellate e ti tratta alla stregua, anche peggiore, di un pericoloso delinquente, quasi che se tu fossi un mafioso avresti un miglior trattamento!

  • -12
    Mr. Age

    Volete fare veramente la rivoluzione?

    Buttate le carte di credito e i bancomat!

    Chiudete i conti correnti! e pagate tutto in contanti!

    Colpiamoli con le loro armi!

    • -12.1
      che.caspita

      Hai perfettamente ragione e’ questa la vera rivoluzione

    • -12.2
      felix

      Col cavolo….me lo hanno appena cambiato con il bancomat con cip per l’EUROPA… chissà a cosa serve il cip, forse a raccogliere più dati sui nostri movimenti?   Ma no dai figurati se è così ?!?!?!

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

La violazione della legge sulla propaganda elettorale. Registrate e denunciate.

Registra e denuncia violazione della legge sulla propaganda elettorale Ancora adesso, mentre scrivo, a votazioni in corso, se aprite i social network vi potete imbattere facilmente nella propaganda a favore del Sì al Referendum Costituzionale. La campagna per il Sì in rete è stata invasiva e ai limiti dell'illegalità. Cosa dice la...--> LEGGI TUTTO

Grazie Giorgio Napolitano!? Chapeau!? Si sono bevuti il cervello!?

M5S Grazie Giorgio Stiamo parlando di Giorgio Napolitano? Quello che nel 2011 ha spianato la strada alla troika del governo Monti? Quello che ha firmato qualunque cosa? Quello che nel 2013, quando c'erano le consultazioni per formare un nuovo governo, ha chiamato al Quirinale Pdl e Pd ignorando il...--> LEGGI TUTTO

Ce lo chiede Beppe

Ce lo chiede Beppe Quindi, ricapitolando, il "collegio dei probiviri" di un movimento di democrazia diretta come il M5S è composto da tre nomi fatti per intero dal capo politico, senza che la "rete" possa nominarli non dico tutti, ma almeno un paio o anche uno solo. Peggio del direttorio dove...--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

La lettera di una mamma lavoratrice che fa venire il magone

Mamme lavoratrici: la triste realtà che si cela dietro alla famiglia del Mulino BiancoPubblico questa lettera (inviata a Beppe Severgnini sul Corriere della Sera), che fa venire il magone non solo a chi l'ha scritta ma anche a me che l'ho letta, e nella quale credo si riconoscano tante, troppe mamme lavoratrici, perché sia motivo di riflessione sul modo in cui si è...--> LEGGI TUTTO

La lobby dello zucchero uccide – i nuovi documenti tenuti nascosti

la lobby dello zucchero uccideNEW YORK: Decine di scienziati, negli Anni 60, furono pagati dall'industria americana dello zucchero per sminuire il collegamento tra consumo di zucchero e problemi cardiaci e spostare così l'attenzione sui grassi saturi. A rivelarlo sono una serie di nuovi documenti scoperti recentemente da un ricercatore della University of California di...--> LEGGI TUTTO

Caro M5S, volete allargare il direttorio? Bene, ma dovreste fare così…

votazione online democrazia direttaBarbara Lezzi, senatrice M5S, ha rilasciato un'intervista al Fatto Quotidiano sulle questioni romane. L'ipotesi, che alcuni organi di stampa dicono condivisa anche dalla Casaleggio Associati, è quella di allargare il direttorio a 30/40 persone. Una vera e propria struttura di intermediazione (di quelle che ancora oggi non sono previste dal "Non...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Come funziona l’Italia: noi siamo quelli con il fiore in mano

Come funziona l'ItaliaCome funziona l'Italia Ecco come funziona la nostra società. Questa è l'Italia. E, ...caso mai cercaste il pallino "voi siete qui", in questo disegno noi siamo quelli con il fiore in mano....--> LEGGI TUTTO

I nanorobot a controllo mentale che vi osserveranno.

I NANOROBOT A CONTROLLO MENTALE CHE VI OSSERVERANNOPer la prima volta, una creatura vivente è stata controllata dall'uomo utilizzando esclusivamente il pensiero, grazie a nanorobot che hanno rilasciato all'interno di alcuni scarafaggi dosi programmate di farmaci, in risposta all'attività cerebrale di chi ha condotto l'esperimento. Una tecnica che - sostengono già alcuni - potrebbe essere molto utile per il trattamento...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Le vostre email

Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Massimo D’Alema: è grazie a noi se M5S non ha vinto da solo!

Massimo D'Alema Massimo D'Alema fa la sua analisi del voto del referendum. Parla sarcasticamente delle rottamazioni di Matteo Renzi e afferma che se non ci fossero stati loro, il M5S avrebbe vinto da solo. ...GUARDA

I Cinque Stelle alla stampa: ora elezioni subito!

m5s-conferenza-stampa-iconaLa conferenza stampa del Movimento 5 Stelle alla Camera dei Deputati dopo la vittoria del No al Referendum Costituzionale. Davanti ai giornalisti, a tarda ora, dopo le dimissioni di Matteo Renzi, si sono presentati Vito Crimi, Danilo Toninelli, Alessandro Di Battista e Giulia Grillo, per dire al Presidente della Repubblica...GUARDA

Brunetta canta vittoria: Renzi ora si dimetta!

Renato Brunetta Brunetta canta vittoria: Renzi ora si dimetta!...GUARDA

Galloni e Rinaldi al Quirinale: ora Mattarella stralci il Pareggio di Bilancio

Galloni Rinaldi Quirinale Nino Galloni e Antonio Rinaldi salgono al Quirinale per chiedere simbolicamente a Mattarella che ora rispetti la volontà del popolo e si adoperi per rispettare la Costituzione italiana, stralciando subito il Pareggio di Bilancio ora Mattarella stralci Pareggio di Bilancio...GUARDA

Salvini – Vittoria del popolo contro i poteri forti di tutto il mondo

Salvini referendum La prima dichiarazione dopo gli Exit Poll che danno la vittoria del No a 55%-59% è di Matteo Salvini, che parla testualmente di "una vittoria del popolo contro i poteri forti di gran parte del mondo"....GUARDA

Renzi vs Gruber: volata finale sul Referendum

Renzi Gruber Referendum Otto e 1/2 Sintesi dell'intervento di Matteo Renzi, questa sera, a Otto e Mezzo, per la volata finale sul Referendum Costituzionale....GUARDA

La Santanché furiosa sui pallisti Pd diventa una bestia

la santanche furiosa sui pallisti pd diventa una bestia Daniela Santanché si infuria a Coffee Break sul voto di Forza Italia alla Camera sulla Riforma Costituzionale, e chiede il fact checking. Guarda anche: ...GUARDA

Referendum: le COJONATE di Franceschini e Poletti sulle ragioni del Sì

Referendum: le COJONATE di Franceschini e Poletti sulle ragioni del Sì Le cojonate di Franceschini e Poletti, ministri della cultura e del lavoro, a Tribuna Politica di Semprini, nel tentativo imbarazzante di difendere le ragioni del sì al Referendum Costituzionale, fanno sembrare le forziste Laura Ravetto e Anna Maria Bernini due emerite costituzionaliste. Tante fesserie tutte insieme...GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>