Zitti zitti, quatti quatti, in rotta verso Est

Un po’ di tempo fa, il 18 settembre scorso, l’Ansa lanciava una notizia passata del tutto inosservata: la più importante agenzia di stampa del nostro Paese aveva firmato un accordo con il Qatar. L’accordo avrebbe fatto fare un “salto culturale” alla Agenzia Nazionale Stampa Associata. Interessante… L’Emiro del Qatar, Hamad bin Khalifa Al Thani, oltre ad essere il principale fornitore di petrolio del nostro Paese, è anche il maggiore azionista di Al Jazeera, con il 59% delle quote. Interessante… Lo stesso emiro detiene un pacchetto di maggioranza di Unicredit, rappresentato dal Fondo Qatar e gestito da Luca Cordero di Montezemolo, e tramite Unicredit si è offerto anche di ripianare il buco della Rai. Interessante… All’ultimo Forum Ambrosetti, a Cernobbio, sempre il nostro emiro si è incontrato, rigorosamente a porte chiuse, con Monti, Passera, la Tarantola e Montezemolo, sotto la supervisione diretta di Jamie Dimon, presidente di JP Morgan, che 30 ore dopo ha gestito la vendita di 1,7 miliardi di euro della Snam-Emi sempre all’emiro del Qatar. Interessante… Al Jazeera è la stessa emittente che, sempre nello scorso settembre, ha tirato fuori dal cappello un b-movie assolutamente sconosciuto, la pellicola considerata blasfema sulla vita di Maometto, dandogli visibilità e scatenando le pesanti rivolte che hanno destabilizzato tutti i paesi islamici contro gli Stati Uniti d’America, portando al controverso episodio della “presunta” morte dell’ambasciatore statunitense in Libia. Interessante… Poi Monti va in Qatar e rilascia, proprio con Al Jaazera, una lunga intervista in cui propone investimenti in Italia. Era il 24 novembre. Interessante… E, dulcis in fundo, solo cinque giorni dopo lo stesso Monti, all’Onu, con una decisione presa in solitaria, senza consultare il Parlamento, approva la risoluzione Abu Mazen che riconosce la Palestina come Stato. Interessante… Molto interessante.

 

Sembra che per liberarsi dall’aggressivo controllo finanziario degli Stati Uniti, orchestratori della crisi, in vista forse anche di un crollo del progetto politico europeo, incapace di contrastarlo, e anche in considerazione del superamento del Picco di Hubbert e della recente dichiarazione di indipendenza energetica degli Stati Uniti, ottenuta con l’estrazione petrolifera mediante tecniche di fracking, si stiano cercando nuove alleanze ad oriente, indebolendo quelle con Washington, la quale si dichiara estremamente contrariata. Sembra anche che per fare questo si stiano concedendo un controllo sull’informazione governativa e una commistione sempre maggiori a staterelli molto poco democratici e decisamente iniqui sul piano sociale, che tuttavia vengono descritti sulla stampa nostrana alternativamente come la Mecca, il Bengodi o una fucina di cultura cui, più che allacciarsi, forse ci stiamo progressivamente sottomettendo.

Le colonie, per la prima volta dopo la fine della seconda guerra mondiale, si stanno finalmente ribellando alla madre-patria? Fosse così, sarebbe un segno di riscatto europeo, e specialmente italiano. La sensazione, però, è che ci si avvi a un semplice passaggio di consegne: dalla suddistanza verso i cowboys alla sudditanza verso sultani e sceicchi.

 

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

19 risposte a Zitti zitti, quatti quatti, in rotta verso Est

  • 9
    cpfranz

    c’è anche una joint venture con il Fondo Strategico Italiano

    http://www.fondostrategico.it/ne….il-made-in-italy.html

  • 8
    MaxP.

    Perso un Gheddafi ne abbiamo subito cercato un altro, unicredit insegna!

  • 7

    Credevo che non ti fosse sfuggito

    The Complete Works of Imam Hasan al-Banna (9) « The Quran Blog – Enlighten Yourself …vale una riflessionehttp://t.co/3Oc3jYH

  • 6
    lalla

    ma…bersani che ci è andato a fare in libia??????

  • 5
    Youkai

    A parte che l’unica cosa che stona con tutta la faccenda è che Monti ha votato favorevole alla risoluzione Abu Mazen, anche se ho come il dubbio che sia una cosa positiva. E’ un po’ come se Berlusconi, in sordina, decidesse di fare una donazione alla magistratura per riammodernare i palazz di giustizia e si offrisse volontario alle spese senza alcun fine ultimo… capite anche voi che c’è qualcosa di profondamente illogico

  • 4
    pierluigi

    Molto, ma mooolto interessante!

    Abbiamo una particolare dote: quella di strigere alleanze con partner che non sono il meglio sulla “piazza”.

  • 3
    Euroleso

    Forse, dico forse, il governo non mangia il panettone.

    Il Pdl si astiene sul voto di fiducia al maxiemendamento al dl sviluppo sul quale il Governo ha posto la questione di fiducia in Senato. Finocchiaro: Monti non ha più la fiducia, salga al Quirinale. Bersani incontra i capigruppo del Pd. Al via vertice Berlusconi-stato maggiore del partito.

    http://www.rainews24.it/it/news.php?newsid=172354

    • 3.1
      lordream

      tranquillo, berlusconi sta solo barattando qualche poltrona, non ha intenzione di far cadere il governo

  • 2
    PokeChubby

    Di tutto questo se ne è parlato ampiamente già due mesi fa, mentre era in corso la svendita. Bisogna aggiungere che, tramite la costituzione di agenzie pubblicitarie e di media, finanziate dallo sceicco, si produrranno servizi multimediali per la cara RAI, cercando di affievolire il buco di 200 milioni della stessa,e in collaborazione stretta con Al Jazeera, che ne curerà gli aspetti informativi e giornalistici. Naturalmente le società multimediali, saranno finanziate da Unicredit e tutti questi interessisono curati dal Montezemolo, nominato dallo stesso Al Thani. Certo che abbiamo tutto da guadagnare, specie in cultura, dato che il Qatar è il paese più democratic del mondo. un’unica famiglia, gli El-Thani, governa il paese e possiede il 95% della ricchezza nazionale. Quindi i conti veri sono: i 245 miliardi di pil vengono distribuiti tra i 224 membri della famiglia reale. Al resto del paese (ovvero il 99,999992% della popolazione) che conta 1.432.867 abitanti va il 4,8% del pil pari a 12 miliardi di euro. Tra questi esiste una classe di vassalli (li chiamano “funzionari governativi con delega reale”) che sono circa 8.000 persone che percepiscono il 90% di quel 4,8%. La maggioranza della popolazione vive di stenti. Nel paese c’è uno dei più alti tassi di mortalità infantile del mondo, il più alto tasso di denutrizione infantile nel mondo islamico; alle donne è vietato l’accesso al mondo del lavoro. Non esiste rete ferroviaria. Non esiste rete di autobus. Non esiste rete idrica al di fuori della capitale Doha, piena di alberghi a 5 stelle dove vanno i nostri imprenditori mitomani. Nel 75% del territorio abitato non esiste energia elettrica. L’emiro è il più importante fornitore di petrolio dell’Italia e il proprietario al 59% della emittente Al Jazeera. La famiglia è mussulmana religiosa fondamentalista e applica la Shariya. L’emiro ha spiegato all’Italia e all’Ansa che in Qatar “esiste il servizio sanitario nazionale gratuito e tra i più avanzati del mondo”. E’ vero. Ma il 75% della popolazione non ha i mezzi né economici né pratici per raggiungere gli ospedali a Doha, dato che non esistono mezzi di comunicazione. In ospedale ci vanno soltanto gli emigranti che lavorano nei campi di petrolio. L’emiro ha anche aggiunto “abbiamo un ottimo sistema di istruzione pubblica gratuita”. L’analfabetismo raggiunge la cifra del78%.

    Per non parlare del rsto della situazione internazionale con gli USA che hanno spostato il loro interesse in Pacifico, sancendo, senza dirlo pubblicamente, la fine della NATO.

  • 1
    Calamar

    "della presunta morte dell’ambasciatore statunitense in Libia" ?

    • 1.1
      Youkai

      Paolo se sai così bene di quella “bufala” dovresti sapere altrettanto bene che non è quella *****ta il punto. Il punto era semmai le modalità stesse della morte, di cui si va dicendo che sia stato fatto morire, e che era un idiozia che uno dei comandanti che hanno partecipato all’uccisione di Gheddafi fosse, se vuoi, in un consolato, con un paio di guardie. Sempre bello sbufalare dimenticandosi pezzi importanti delle tesi eh? Mi ricorda molto vagamente un modus operandi.

    • 1.2
      puccini
    • 1.3

      ho detto “controversa”, e il “presunta” è in relazione a quel “controversa”, poiché ci sono stati accesi dibattiti in rete, con “presunte” prove che hanno fatto molto discutere – che io non so giudicare e di cui sto solo relazionando – circa l’esistenza stessa di un’ambasciata in quella città libica.

    • 1.4

      Le bufale corrono sul web veloci veloci. Eppure la prima bufala è nascosta nell’unica verità scritta nell’articolo dell’IBTimes: non esiste un’ambasciata Usa a Bengasi. Infatti, gli organi di stampa che hanno scritto la parola “ambasciata” hanno toppato. Le ambasciate esistono solo nelle capitali degli stati. Quindi è tutta un’invenzione? Niente affatto. Esistono i consolati, però. Milano, che non è capitale d’Italia, è piena di consolati. E che l’ambasciatore Usa in Libia fosse a Bengasi, per chi capisce un briciolo di politica estera, è una cosa del tutto plausibile, visto che proprio a Bengasi si gioca la partita più importante sul piano politico della nuova Libia. E non è la prima volta, tra le altre cose, che a Bengasi avvengono fatti del genere. Ricordate Calderoli? Il nostro consolato fu preso di mira, ne fu bruciata una parte e morirono un po’ di persone. Che il Daily Mail sbagli l’ubicazione del consolato francamente mi lascia del tutto indifferente, vista la tendenza a inventarsi le notizie e ad ampliarle a dismisura.

      E sembra incredibile che gli Usa si inventino la morte di un ambasciatore e tutta la popolazione di Bengasi, il giorno dopo chieda scusa con una manifestazione. E poi perché inventarsi questa morte? A che pro? Vi ricordo che uno dei punti di forza di Romney durante la campagna elettorale americana era proprio la morte dell’ambasciatore americano.

       

      Lasciamo perdere ste notizie diffuse da un fotografo in cerca di notorietà (tra le altre cose non ha mai detto di essere stato a Bengasi quei giorni) e ripresi da giornaletti redatti da novellini dell’informazione

  • 0
    Mack

    In quanto a piazze…

    http://www.barentsobserver.com/en/energy/rosneft-chooses-eni-barents-sea

    …e in quanto a SACRIFICI….

    http://www.npr.org/blogs/money/2012/10/25/163618547/its-10-p-m-in-frankfurt-do-you-know-where-your-gold-is

    (e occorre avere molto appeal per farsi affittare oltreatlantico la cassaforte di NY che supera di gran lunga in sicurezza quella di Fort Knox…)

    E in quanto allo specialismo imperante del Re Orso e dei passaggi a NW…

    http://www.huffingtonpost.com/william-k-black/italy-austerity-measures_b_2249673.html

    Morale? Italian sounds: suona con le tastiere Piagni e Fotti e sarai sempre sulla cresta stereo-tipa dell’ onda. Roba da Toto’ e Castellani sul treno. Ma mi facciano il piacere.

  • -1
    Evald

    Hai proprio ragione Claudio. Le considerazioni sono più che sensate. Aggiungi anche che gli USA hanno votato contro la “Risoluzione Abu Mazen” e il discorso fila ancora di più.

    Un saluto

  • -2
    albertopd

    Già mi immagino gli Italiani schiavi e sottomessi a sceicchi e sultani.

    Ma diversamente dal controllo USA/GB/BCE/trojka/eccompagniabella per la quale gli italiani non hanno dato nessun segno di reazione popolare, penso che con gli arabi ci sarà la rivolta.

    Sì, quando imporranno burqa, vieteranno pugnette, e le donne in tv.

    L’unico dubbio potrebbe sorgere se ripristinassero il concetto di “proprietà” della donna… allora … non so quanti italiani scenderebbero in piazza.

    Che bella considerazione che ho del nostro popolo, eh?

  • -3

    Sarà perchè sei nato in Egitto che certe cose le capisci PRIMA degli altri..

    beh…

    leggiti

    quello che c’è su twitter che ho postato ADESSO….

    E’ illuminante….E risponde (puertoppo) ad un sacco di domande…

     

     

  • -4
    Marco Ferrari

    Proprio cosi, l’Italia non puo che essere sottomessa nel suo insieme non sta in piedi senza un padrone straniero che la tenga su con i fili.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

La violazione della legge sulla propaganda elettorale. Registrate e denunciate.

Registra e denuncia violazione della legge sulla propaganda elettorale Ancora adesso, mentre scrivo, a votazioni in corso, se aprite i social network vi potete imbattere facilmente nella propaganda a favore del Sì al Referendum Costituzionale. La campagna per il Sì in rete è stata invasiva e ai limiti dell'illegalità. Cosa dice la...--> LEGGI TUTTO

Grazie Giorgio Napolitano!? Chapeau!? Si sono bevuti il cervello!?

M5S Grazie Giorgio Stiamo parlando di Giorgio Napolitano? Quello che nel 2011 ha spianato la strada alla troika del governo Monti? Quello che ha firmato qualunque cosa? Quello che nel 2013, quando c'erano le consultazioni per formare un nuovo governo, ha chiamato al Quirinale Pdl e Pd ignorando il...--> LEGGI TUTTO

Ce lo chiede Beppe

Ce lo chiede Beppe Quindi, ricapitolando, il "collegio dei probiviri" di un movimento di democrazia diretta come il M5S è composto da tre nomi fatti per intero dal capo politico, senza che la "rete" possa nominarli non dico tutti, ma almeno un paio o anche uno solo. Peggio del direttorio dove...--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

La lettera di una mamma lavoratrice che fa venire il magone

Mamme lavoratrici: la triste realtà che si cela dietro alla famiglia del Mulino BiancoPubblico questa lettera (inviata a Beppe Severgnini sul Corriere della Sera), che fa venire il magone non solo a chi l'ha scritta ma anche a me che l'ho letta, e nella quale credo si riconoscano tante, troppe mamme lavoratrici, perché sia motivo di riflessione sul modo in cui si è...--> LEGGI TUTTO

La lobby dello zucchero uccide – i nuovi documenti tenuti nascosti

la lobby dello zucchero uccideNEW YORK: Decine di scienziati, negli Anni 60, furono pagati dall'industria americana dello zucchero per sminuire il collegamento tra consumo di zucchero e problemi cardiaci e spostare così l'attenzione sui grassi saturi. A rivelarlo sono una serie di nuovi documenti scoperti recentemente da un ricercatore della University of California di...--> LEGGI TUTTO

Caro M5S, volete allargare il direttorio? Bene, ma dovreste fare così…

votazione online democrazia direttaBarbara Lezzi, senatrice M5S, ha rilasciato un'intervista al Fatto Quotidiano sulle questioni romane. L'ipotesi, che alcuni organi di stampa dicono condivisa anche dalla Casaleggio Associati, è quella di allargare il direttorio a 30/40 persone. Una vera e propria struttura di intermediazione (di quelle che ancora oggi non sono previste dal "Non...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Come funziona l’Italia: noi siamo quelli con il fiore in mano

Come funziona l'ItaliaCome funziona l'Italia Ecco come funziona la nostra società. Questa è l'Italia. E, ...caso mai cercaste il pallino "voi siete qui", in questo disegno noi siamo quelli con il fiore in mano....--> LEGGI TUTTO

I nanorobot a controllo mentale che vi osserveranno.

I NANOROBOT A CONTROLLO MENTALE CHE VI OSSERVERANNOPer la prima volta, una creatura vivente è stata controllata dall'uomo utilizzando esclusivamente il pensiero, grazie a nanorobot che hanno rilasciato all'interno di alcuni scarafaggi dosi programmate di farmaci, in risposta all'attività cerebrale di chi ha condotto l'esperimento. Una tecnica che - sostengono già alcuni - potrebbe essere molto utile per il trattamento...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Le vostre email

Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Massimo D’Alema: è grazie a noi se M5S non ha vinto da solo!

Massimo D'Alema Massimo D'Alema fa la sua analisi del voto del referendum. Parla sarcasticamente delle rottamazioni di Matteo Renzi e afferma che se non ci fossero stati loro, il M5S avrebbe vinto da solo. ...GUARDA

I Cinque Stelle alla stampa: ora elezioni subito!

m5s-conferenza-stampa-iconaLa conferenza stampa del Movimento 5 Stelle alla Camera dei Deputati dopo la vittoria del No al Referendum Costituzionale. Davanti ai giornalisti, a tarda ora, dopo le dimissioni di Matteo Renzi, si sono presentati Vito Crimi, Danilo Toninelli, Alessandro Di Battista e Giulia Grillo, per dire al Presidente della Repubblica...GUARDA

Brunetta canta vittoria: Renzi ora si dimetta!

Renato Brunetta Brunetta canta vittoria: Renzi ora si dimetta!...GUARDA

Galloni e Rinaldi al Quirinale: ora Mattarella stralci il Pareggio di Bilancio

Galloni Rinaldi Quirinale Nino Galloni e Antonio Rinaldi salgono al Quirinale per chiedere simbolicamente a Mattarella che ora rispetti la volontà del popolo e si adoperi per rispettare la Costituzione italiana, stralciando subito il Pareggio di Bilancio ora Mattarella stralci Pareggio di Bilancio...GUARDA

Salvini – Vittoria del popolo contro i poteri forti di tutto il mondo

Salvini referendum La prima dichiarazione dopo gli Exit Poll che danno la vittoria del No a 55%-59% è di Matteo Salvini, che parla testualmente di "una vittoria del popolo contro i poteri forti di gran parte del mondo"....GUARDA

Renzi vs Gruber: volata finale sul Referendum

Renzi Gruber Referendum Otto e 1/2 Sintesi dell'intervento di Matteo Renzi, questa sera, a Otto e Mezzo, per la volata finale sul Referendum Costituzionale....GUARDA

La Santanché furiosa sui pallisti Pd diventa una bestia

la santanche furiosa sui pallisti pd diventa una bestia Daniela Santanché si infuria a Coffee Break sul voto di Forza Italia alla Camera sulla Riforma Costituzionale, e chiede il fact checking. Guarda anche: ...GUARDA

Referendum: le COJONATE di Franceschini e Poletti sulle ragioni del Sì

Referendum: le COJONATE di Franceschini e Poletti sulle ragioni del Sì Le cojonate di Franceschini e Poletti, ministri della cultura e del lavoro, a Tribuna Politica di Semprini, nel tentativo imbarazzante di difendere le ragioni del sì al Referendum Costituzionale, fanno sembrare le forziste Laura Ravetto e Anna Maria Bernini due emerite costituzionaliste. Tante fesserie tutte insieme...GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>