Toh: le conversazioni false erano vere. Parla un testimone

LeandroPerrotta480

 Ripubblico un articolo del giornalista Leandro Perrotta, uno dei protagonisti delle chat incriminate, la cui ricostruzione mette la parola fine, direi, all’ormai annosa questione circa l’autenticità delle conversazioni pubblicate online da sedicenti “Anonymous” (rivendicazione qui), oggetto del messaggio email pervenuto a questo blog e ripubblicato sabato.

Grazie Leandro.

Le screenshot di Anonymous? «Sono false».
Ma gli orari smentiscono Foti, Loda e Marsili

di Leandro Perrotta su CTZen

«Ti sta per chiamare Perrotta», dice Andrea Massimiliano Foti su Facebook a Massimiliano Loda la mattina di sabato 12 gennaio, secondo le screenshot diffuse dagli hacker di Anonymous. I due sono quelli che hanno depositato i simboli falsi del Movimento cinque stelle e della lista Rivoluzione civile di Ingroia al Viminale. Con loro anche Marco Manuel Marsili che ha depositato il falso simbolo del partito pirata, il cui sito è stato oscurato questa mattina dal tribunale di Milano. Ora dichiarano: «Quelle screenshot sono false». Ma gli orari delle telefonate effettuate in prima persona a Foti e Loda confermano in pieno la versione degli anonimi hacker

 

Conversazioni Facebook rubate da hacker di Anonymous, la smentita di altri presunti Anonymous, la furia di Beppe Grillo e una diffida del vero Partito pirata italiano. Sempre più ingarbugliato il caso delle liste civetta per le elezioni politiche presentate da un trio di lombardi che, a tre giorni dal deposito dei simboli al Viminale sostengono: «Quelle conversazioni sono solo dei fake». Ma l’attenta analisi delle conversazioni rubate e gli orari delle telefonate – effettuate in prima persona da chi scrive – sembrano invece confermare il tutto.

Il trio è composto dal catanese – di nascita – Andrea Massimiliano Foti che ha presentato un simbolo identico a quello del Movimento cinque stelle, il lodigiano Massimiliano Loda che ha presentato un simbolo clone di Rivoluzione civile senza il nome di Antonio Ingroia, e Marco Manuel Marsili, che ha presentato il logo del Partito pirata con teschio. Tre falsi, denunciati pubblicamente da Grillo e Ingroia, ma anche dal vero Partito pirata, che rende pubblica sul proprio sito una ordinanza del tribunale di Milano che impedisce a Marsili l’uso del simbolo. E in attesa della decisione sul ricorso presentato dal Movimento cinque stelle – e per la quale Grillo ha momentaneamente sospeso il suo Tsunami tour, fino alla decisione del Ministero -, i tre cavalcano l’onda mediatica grazie a delle screenshot diffuse dal blogger Claudio Messora di Byoblu e attribuite al gruppo Anonymous, in cui i tre si metterebbero d’accordo per fornire ai giornalisti una versione dei fatti definita come «il mantra».

 

Una versione apparsa sul sito la Voce d’Italia, giornale online fondato proprio da Marco Manuel Marsili. Ed è proprio Marsili che suggerisce a Foti «leggiti questo», e di ripetere pedissequamente ai giornalisti di tutta Italia le dichiarazioni che lui avrebbe, teoricamente, precedentemente fatto al giornale di Marsili. Tra queste la lamentela sull’associazione «mafia e Catania», luogo di nascita di Foti. E soprattutto, Loda suggerisce di diffondere la notizia che il simbolo del M5s sarebbe stato depositato dal gruppo di grillini capeggiato all’epoca da Foti «all’Agenzia delle entrate nel 2007», sempre secondo quanto appare nelle screenshot. «La corrispondenza tra il signor Foti e il partito pirata non è mai avvenuta», riporta però un comunicato sul sito votapirata.it, anche questo registrato a nome di Marco Manuel Marsili e oscurato oggi 14 gennaio intorno alle ore 12.30.

Si tratterebbe di un fake creato con photoshop, una tesi avvalorata anche da quello che sembrerebbe il blog ufficiale di Anonymous Italia linkato all’interno di un nuovo comunicato dei pirati di Marsili. Ma l’analisi dei fatti come riportati nelle screenshot diffuse da Byoblu e degli orari delle telefonate sembra smentire il trio delle liste farlocche.

«Ci sono giornalisti che continuano a chiamare e chiedere foto. Alberto Bucci e Alberto Custodero, Nicolò Sapellani e Leandro Perrotta». Sono le ore 7.48  di sabato 12 gennaio quando Foti informa su Facebook Loda dei primi giornalisti che sono riusciti a contattarlo. Tra questi il sottoscritto che (senza esito) aveva tentato di chiamare al cellulare il catanese Foti già la sera di giorno 11: per contattarlo è bastato scoprire che in realtà si tratta di un residente a Bergamo, titolare di Web Voyages, una società per il «commercio all’ingrosso di veicoli».
Ma la risposta di Andrea Massimiliano Foti al telefono avviene solo alle ore 11 e 6 minuti. «Signor Perrotta, per quanto riguarda la vicenda, deve parlare con Massimiliano Loda, lui le saprà spiegare tutto, io sono troppo impengato per parlare al momento», e fornisce anche il numero di cellulare. «Ti sta per chiamare Perrotta», scrive prontamente Foti su Facebook, alle 11 e 11 minuti, per avvertire Loda. A quanto risulta dalle screenshot, sarebbe bastato attendere pochi minuti, le 11 e 16 minuti, per sentirsi ripetere dal singor Foti la versione dei fatti presente nel «mantra» scritto su La Voce d’Italia. La stessa versione apparsa su La Sicilia web e molti altri quotidiani da lì a pochi minuti.

 

 

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

La violazione della legge sulla propaganda elettorale. Registrate e denunciate.

Registra e denuncia violazione della legge sulla propaganda elettorale Ancora adesso, mentre scrivo, a votazioni in corso, se aprite i social network vi potete imbattere facilmente nella propaganda a favore del Sì al Referendum Costituzionale. La campagna per il Sì in rete è stata invasiva e ai limiti dell'illegalità. Cosa dice la...--> LEGGI TUTTO

Grazie Giorgio Napolitano!? Chapeau!? Si sono bevuti il cervello!?

M5S Grazie Giorgio Stiamo parlando di Giorgio Napolitano? Quello che nel 2011 ha spianato la strada alla troika del governo Monti? Quello che ha firmato qualunque cosa? Quello che nel 2013, quando c'erano le consultazioni per formare un nuovo governo, ha chiamato al Quirinale Pdl e Pd ignorando il...--> LEGGI TUTTO

Ce lo chiede Beppe

Ce lo chiede Beppe Quindi, ricapitolando, il "collegio dei probiviri" di un movimento di democrazia diretta come il M5S è composto da tre nomi fatti per intero dal capo politico, senza che la "rete" possa nominarli non dico tutti, ma almeno un paio o anche uno solo. Peggio del direttorio dove...--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

La lettera di una mamma lavoratrice che fa venire il magone

Mamme lavoratrici: la triste realtà che si cela dietro alla famiglia del Mulino BiancoPubblico questa lettera (inviata a Beppe Severgnini sul Corriere della Sera), che fa venire il magone non solo a chi l'ha scritta ma anche a me che l'ho letta, e nella quale credo si riconoscano tante, troppe mamme lavoratrici, perché sia motivo di riflessione sul modo in cui si è...--> LEGGI TUTTO

La lobby dello zucchero uccide – i nuovi documenti tenuti nascosti

la lobby dello zucchero uccideNEW YORK: Decine di scienziati, negli Anni 60, furono pagati dall'industria americana dello zucchero per sminuire il collegamento tra consumo di zucchero e problemi cardiaci e spostare così l'attenzione sui grassi saturi. A rivelarlo sono una serie di nuovi documenti scoperti recentemente da un ricercatore della University of California di...--> LEGGI TUTTO

Caro M5S, volete allargare il direttorio? Bene, ma dovreste fare così…

votazione online democrazia direttaBarbara Lezzi, senatrice M5S, ha rilasciato un'intervista al Fatto Quotidiano sulle questioni romane. L'ipotesi, che alcuni organi di stampa dicono condivisa anche dalla Casaleggio Associati, è quella di allargare il direttorio a 30/40 persone. Una vera e propria struttura di intermediazione (di quelle che ancora oggi non sono previste dal "Non...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Come funziona l’Italia: noi siamo quelli con il fiore in mano

Come funziona l'ItaliaCome funziona l'Italia Ecco come funziona la nostra società. Questa è l'Italia. E, ...caso mai cercaste il pallino "voi siete qui", in questo disegno noi siamo quelli con il fiore in mano....--> LEGGI TUTTO

I nanorobot a controllo mentale che vi osserveranno.

I NANOROBOT A CONTROLLO MENTALE CHE VI OSSERVERANNOPer la prima volta, una creatura vivente è stata controllata dall'uomo utilizzando esclusivamente il pensiero, grazie a nanorobot che hanno rilasciato all'interno di alcuni scarafaggi dosi programmate di farmaci, in risposta all'attività cerebrale di chi ha condotto l'esperimento. Una tecnica che - sostengono già alcuni - potrebbe essere molto utile per il trattamento...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Le vostre email

Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Barbareschi ai giovani: “Siete superficiali! Avete votato no per ribellarvi al paterno!”

Barbareschi ai giovani: "Siete superficiali! Avete votato no per ribellarvi al paterno!" Luca Barbareschi traccia un quadro deprimente dei giovani che hanno votato no al referendum: sarebbero disinformati, superficiali, privi di strumenti, e con un grosso problema con il paterno, che li induce a ribellarsi contro qualsiasi cosa senza mai entrare nel merito....GUARDA

Barbareschi: siamo ascoltati e spiati da tutti i telefonini.

barbareschi-siamo-tutti-spiati-icona-play Luca Barbareschi, il popolare showman ora direttore del Teatro Eliseo a Roma, ha un'idea ben precisa sulla società della comunicazione digitale. A RaiNews24, il giorno dopo del voto al referendum, dice: "Siamo in democrazia... Capisco che ormai siamo ascoltati e spiati...GUARDA

Massimo D’Alema: è grazie a noi se M5S non ha vinto da solo!

Massimo D'Alema Massimo D'Alema fa la sua analisi del voto del referendum. Parla sarcasticamente delle rottamazioni di Matteo Renzi e afferma che se non ci fossero stati loro, il M5S avrebbe vinto da solo. ...GUARDA

I Cinque Stelle alla stampa: ora elezioni subito!

m5s-conferenza-stampa-iconaLa conferenza stampa del Movimento 5 Stelle alla Camera dei Deputati dopo la vittoria del No al Referendum Costituzionale. Davanti ai giornalisti, a tarda ora, dopo le dimissioni di Matteo Renzi, si sono presentati Vito Crimi, Danilo Toninelli, Alessandro Di Battista e Giulia Grillo, per dire al Presidente della Repubblica...GUARDA

Brunetta canta vittoria: Renzi ora si dimetta!

Renato Brunetta Brunetta canta vittoria: Renzi ora si dimetta!...GUARDA

Galloni e Rinaldi al Quirinale: ora Mattarella stralci il Pareggio di Bilancio

Galloni Rinaldi Quirinale Nino Galloni e Antonio Rinaldi salgono al Quirinale per chiedere simbolicamente a Mattarella che ora rispetti la volontà del popolo e si adoperi per rispettare la Costituzione italiana, stralciando subito il Pareggio di Bilancio ora Mattarella stralci Pareggio di Bilancio...GUARDA

Salvini – Vittoria del popolo contro i poteri forti di tutto il mondo

Salvini referendum La prima dichiarazione dopo gli Exit Poll che danno la vittoria del No a 55%-59% è di Matteo Salvini, che parla testualmente di "una vittoria del popolo contro i poteri forti di gran parte del mondo"....GUARDA

Renzi vs Gruber: volata finale sul Referendum

Renzi Gruber Referendum Otto e 1/2 Sintesi dell'intervento di Matteo Renzi, questa sera, a Otto e Mezzo, per la volata finale sul Referendum Costituzionale....GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>