Un milione di italiani senza voto, ma negli altri paesi si può fare anche per email

cancellieri480

di Valerio Valentini

Sei giorni fa, su questo blog, ho lanciato un tema che è stato ripreso da tutti i media, poi dai candidati alle politiche e infine è entrato nell’agenda di discussione istituzionale, quello del voto degli studenti Erasmus. Mi auguro che si possa trovare una soluzione, ma non sono soltanto gli studenti Erasmus ad essere discriminati nei loro diritti politici. In Italia ci sono almeno 800 mila persone che, ad ogni tornata elettorale, sono costrette a sacrifici spesso insostenibili per recarsi alle urne ad esprimere la propria preferenza. Cittadini di serie B a causa di una classe parlamentare incompetente e di una legislazione in materia ferma al mesolitico.

 

I numeri li fornisce il MIUR, che parla di oltre 350 mila universitari fuori sede; a questi vanno aggiunti quanti lavorano in città diverse da quelle in cui hanno la residenza. Ed è così che la cifra, arrotondata per difetto, rischia di sfiorare il milione di cittadini.

Certo, ci sono gli sconti: chi è costretto a viaggiare in treno o in bus per tornare a votare nella propria sezione elettorale può usufruire di agevolazioni tariffarie che arrivano al 70%. Soltanto un pretesto per alzare il polverone ed organizzare una protesta strumentale, dunque? Tutt’altro. Innanzitutto, c’è il problema del tempo: uno studente palermitano iscritto all’Università di Torino può impiegare fino a 40 ore per fare un viaggio di andata e ritorno; tempo prezioso, soprattutto quando gli esami sono vicini. Poi c’è la questione legata ai soldi: risparmiare il 70% non significa comunque non pagare nulla, e in ogni caso non è previsto alcuno sconto per i viaggi aerei. C’è chi dirà che questi studenti italiani sono davvero esigenti (la Fornero sicuramente li definirebbe “choosy”): prima vanno via di casa per studiare, e poi si lamentano soltanto perché devono fare qualche centinaio di chilometri. In realtà non si tratta di pigrizia. Il punto vero è che, ancora una volta, sono i cittadini (e spesso quelli più giovani) a scontare le colpe di chi, negli ultimi decenni, non ha fatto nulla per rendere più efficiente e progredito il nostro Paese. Le leggi italiane che regolano le modalità di voto sono vecchissime: 1957 per la Camera, 1993 per il Senato. Ci sono stati, di tanto in tanto, degli aggiornamenti, ma nessuno che abbia introdotto la votazione per corrispondenza. Se confrontata con altri Paesi, la nostra situazione è ancor più paradossale. Siamo la ruota del carro non solo d’Europa, ma di una buona parte del mondo che pretende di definirsi civile.

A seguito di una ricerca personale, dunque forse non del tutto esaustiva, ho scoperto che il cosiddetto voto per corrispondenza, in diverse forme, è previsto negli Stati Uniti, in Francia, Regno Unito, Svizzera, Germania, Olanda, Belgio, Irlanda, Spagna, Finlandia, Polonia, Svezia, Slovacchia, Estonia, Israele, Filippine e in Thailandia. In molti di questi Paesi, infatti, chi è impossibilitato a recarsi nel proprio comune di residenza può votare tramite delega, per posta, via mail o addirittura tramite sms. Sono moltissimi, poi, i Paesi in cui è possibile votare in anticipo rispetto al giorno delle elezioni, cosa che in alcuni casi può risultare utile a chi studia o lavora lontano da casa. Ci arrabattiamo tanto per tener basso lo spread in economia; ma di quello democratico non interessa a nessuno?

E dire che il comitato “IOVOTOFUORISEDE” ha anche cercato di rendere più facile il compito, forse troppo gravoso per i nostri parlamentari, di realizzare una legge ad hoc. Ha infatti lanciato una petizione online che ha raccolto, ad oggi, oltre 11 mila adesioni. Dopodiché ha scritto una bozza per un’eventuale disegno di legge. Tutto questo nell’aprile del 2008. Da allora, i nostri sonnacchiosi onorevoli, cosa hanno fatto? Ben poco: quattro proposte di legge (due da parte del PD, una dal PDL e una dall’UDC) che si sono risolte in un nulla di fatto. Poi, nell’ottobre scorso, ecco che sembra arrivare la svolta: il Senatore IDV Pardi garantisce che nel giro di un mese il disegno di legge 3054 (quello scritto a partire dalle proposte del comitato degli studenti fuori sede) sarà approvato. “Prima – chiarisce – c’è da stabilire la nuova legge elettorale. Dopodiché lo approveremo”. Poi in realtà la legge elettorale non è stata cambiata – e sì che era la priorità per tutti i partiti – ,il PDL ha abbandonato la “strana maggioranza” e Monti s’è sfiduciato da solo, bloccando dunque qualunque eventuale discussione del ddl 3054. Risultato: a febbraio si voterà ancora col Porcellum, con tanti saluti per studenti e lavoratori fuori sede. Sarà per la prossima volta, forse.

Nel frattempo, dopo la nostra denuncia sullo scandalo degli studenti Erasmus, gli esponenti di quasi tutti i partiti si sono lanciati nella corsa alla dichiarazione. A sentirli oggi, sono tutti vicini ai (ggg)giovani: tutti ne comprendono i problemi e le esigenze. “Sono loro la punta di diamante della nostra società”, continuano a ripetere all’unisono, “e quindi dobbiamo tutelarli”. In realtà, tanto la vicenda degli studenti Erasmus, quanto quella di lavoratori e studenti fuori sede, rendono bene l’idea di quella che è, fatte salve alcune rarissime eccezioni, la nostra classe dirigente: un manipolo di ottusi incompetenti, indaffarati nella tutela dei loro privilegi e del tutto all’oscuro di quelle che sono le necessità della società.

 

 

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

6 risposte a Un milione di italiani senza voto, ma negli altri paesi si può fare anche per email

  • 2
    Mich romeo

    Grazie mille x aver sollevato il problema!

  • 1
    Tweeling

    Allora in Olanda per le amministrative è possibile votare a casa e delegare un parente con al massimo quattro voti. Per le politiche non so, perchè noi cittadini europei residenti in Olanda possiamo votare solo consultazioni locali. Per quanto riguarda le elezioni italiane od europee, si vota per posta, in anticipo. Per le europee si può scegliere l’opzione di votare o deputati italiani o olandesi (se si vota per entrambi e baccati, prigione, senza passare dal via); nel primo caso per posta, nel secondo si fa al seggio. Se non ti piace il seggio, te ne puoi andare in un altro (e si fa tutto su carta, non c’è nè polizia nè esercito).

    Confermo che ad ogni tornata elettorale arriva la lettera firmata dal sindace della città di ultima residenza con lo sconto FS dentro i confini internazionali…confesso che la cosa mi fa sempre inc**zare parecchio…a me sembra una presa in giro oltre che un moderato spreco di soldi…

  • 0

    esaustivo e dritto al punto come sempre.

  • -1
    BaStEt

    Basta pensare che solo per far un Durc aziendale, pur avendo l’obbligo di posta certificata, noi piccoli imprenditori ci troviamo ad aspettare con ansia e a osservare come un miraggio la cassetta della posta…. Il resto, ahimè, non stupisce…!

  • -2
    ska

    “se votare facesse qualche differenza non ce lo lascerebbero fare”

    Mark Twain

     

    p.s. è molto probabile che i politicanti partano da questo presupposto. 

  • -3
    E.B.

    Mi piacerebbe conoscere le Sue fonti per valutare e approfondire.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

CHIESA E MESSORA SU UE E MES: LA POLITICA NON ESISTE PIÙ.

Chiesa Messora su UE e MES - La politica non esiste piu - playGiulietto Chiesa e Glauco Benigni intervistano Claudio Messora sul MES, il Meccanismo Europeo di Stabilità altrimenti detto Fondo Salva Stati, e sul finire lanciano una proposta di giornalismo investigativo per identificare i gruppi di potere che si nascondono dietro i gruppi di lavoro nella Commissione Europea. ...--> LEGGI TUTTO

“Abbiamo fatto tremare il sistema come mai prima”…

Come tremano Dopo la colossale figura di palta, anziché una letterina di scuse per avere esposto tutto il Movimento 5 Stelle al pubblico ludibrio, a un fallimento politico colossale e avere rovinato irrimediabilmente i rapporti nel Gruppo Politico dove M5S Europa risiede, l'Efdd, arriva questo testo sul blog...--> LEGGI TUTTO

Quei gran “liberali” liberisti dell’Alde che lasciano così tanta libertà di voto.

Corriere della Sera 9 gennaio 2017 p 4In questa intervista che appare oggi sul Corriere della Sera, l'eurodeputata ALDE Sylvie Goulard, nello stesso gruppo politico europeo del noto democratico Mario Monti (con lui immortalata) chiarisce bene che tipo di "dedizione" venga pretesa da una delegazione politica che entri a far parte del gruppo ALDE. ...--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

Gentiloni, il Presidente del Consiglio che vuole cedere sovranità all’Europa – Diego Fusaro

Gentiloni vuole cedere sovranità all'europa di Diego Fusaro Ora è ufficiale: Sergio Mattarella ha scelto Paolo Gentiloni per formare il nuovo governo in seguito alle dimissioni di Matteo Renzi sconfitto al referendum costituzionale dello scorso 4 dicembre. Lo stallo, dunque, è superato. Mattarella ha sostenuto con enfasi, al...--> LEGGI TUTTO

Il terribile errore: “È il momento più pericoloso per l’umanità: le élite imparino ad essere umili”. Stephen Hawking

stephen hawkings attente elite di Stephen Hawking, fisico teorico e scrittore Essendo un fisico teorico che vive a Cambridge, ho vissuto la mia vita in una bolla di eccezionale privilegio. Cambridge è una città insolita, tutta incentrata su una delle grandi università del pianeta. All'interno di questa...--> LEGGI TUTTO

La lettera di una mamma lavoratrice che fa venire il magone

Mamme lavoratrici: la triste realtà che si cela dietro alla famiglia del Mulino BiancoPubblico questa lettera (inviata a Beppe Severgnini sul Corriere della Sera), che fa venire il magone non solo a chi l'ha scritta ma anche a me che l'ho letta, e nella quale credo si riconoscano tante, troppe mamme lavoratrici, perché sia motivo di riflessione sul modo in cui si è...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

A Capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio: la Terra rallenta!

A capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio - la Terra rallentaUn "salto" di un secondo verrà aggiunto al conto alla rovescia di questo Capodanno per compensare il rallentamento nella velocità di rotazione della Terra.  Il secondo "extra" accadrà non appena l'orologio toccherà la mezzanotte e verranno "create" le ore 23:59:60, posticipando momentaneamente l'arrivo del Capodanno. Il secondo...--> LEGGI TUTTO

BIOMETRIA, IL FUTURO DELLA SICUREZZA

biometriaRiconoscimento dell'iride, facciale e del movimento della mano durante la firma: le nuove strategie per prevenire i furti e le loro possibili applicazioni Un uomo si avvicina a una stanza blindata. Per entrare niente password o codici di sicurezza, ma l'accostamento degli occhi a un...--> LEGGI TUTTO

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Le vostre email

Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Sovranità vs Inflazione – Scontro plastico tra Marco Mori e Salvo Cozzolino

Mori Vs Cuzzolino - Sovranità vs InflazioneMarco Mori vs Salvo Cozzolino è uno scontro che mette in scena il classico campionario degli argomenti contro la sovranità monetaria: inflazione, debito, helicopter money e tutto il resto. Solo una precisazione aggiuntiva per Cozzolino: qualcuno gli dica che dal 1946 al 1970 l'economia andava bene, anche in condizioni di...GUARDA

Lupi ai Cinque Stelle: il referendum sull’euro non lo farete mai. Solo demagogia!

Maurizio Lupi, durante le dichiarazioni di voto per la fiducia alla Camera sul Governo Gentiloni, si rivolge ai Cinque Stelle accusandoli di demagogia, e spiega perché il referendum sull'Euro non si può fare....GUARDA

CARLO SIBILIA: LA PSICOSI DEL MOVIMENTO 5 STELLE

"Io questa psicosi non la capisco: volere necessariamente addossare delle responsabilità al Movimento 5 Stelle, che ce le ha, se le stra prendendo, sta lavorando, abbiamo già fatto delle cose nel Comune di Roma e saranno i cittadini, quelli che sono deputati a decidere. È chiaro che noi...GUARDA

E PERFINO IL DIRETTORE DE L’ESPRESSO, TOMMASO CERNO, DIFENDE M5S: SOVRANITÀ AL POPOLO!

Tommaso Cerno, direttore de L'Espresso, si accalora e sostiene con passione la causa della sovranità popolare e del diritto dei cittadini di esercitarla attraverso il voto, e difende anche la posizione del Movimento 5 Stelle rispetto alla lotta che sta conducendo dentro e fuori dal Parlamento...GUARDA

TUTTI GLI UOMINI DEL PRESIDENTE… DEL PRESIDENTE PRECEDENTE – Walter Rizzetto alla Camera

Il discorso di Walter Rizzetto a Paolo Gentiloni per la fiducia del Governo Gentiloni alla Camera: "Il Partito Democratico incarica il Partito Democratico di formare un nuovo Governo del Partito Democratico, dopo le dimissioni del Governo del Partito Democratico per il referendum del Partito Democratico. Tutti...GUARDA

Come salveranno MPS passo passo, fino al decreto Gentiloni, spiegato da Dino Pesole del Sole24Ore

MPS Pesole Mes Come salveranno MPS e (probabilmente) invocheranno il Fondo Salva Stati (MES) con la scusa di mettere una pezza ai bilanci delle banche, spiegato da Dino Pesole del Sole 24 Ore.  (altro…)...GUARDA

Governo Gentiloni: cambiare tutto per cambiare in peggio.

La conferenza stampa di Paolo Gentiloni dopo l'incarico ricevuto da Mattarella ad esplorare la formazione un nuovo Governo. Nuovo Governo che, secondo lo stesso Gentiloni, si muoverà in continuità con il Governo precedente e con la stessa maggioranza. Un renziano al posto di Renzi. Come dice...GUARDA

Sergio Mattarella: La conferenza Stampa in diretta dopo le consultazioni

Sergio Mattarella: La conferenza Stampa in diretta dopo le consultazioni. ...GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>