E Monti sarebbe un professore universitario?

 Se Monti capisce di economia come capisce di Università, siamo a posto! Ma non è stato perfino Rettore alla Bocconi? O era troppo occupato con il Bilderberg e con la Trilaterale? E intanto, a farne le spese è l’istruzione italiana. Meno cultura, meno consapevolezza dei propri diritti e più lavoro sottopagato: lentamente, il modello cinese si avvicina.

Claudio Messora L'Ultima Parola Erasmus

L’intervento di Claudio Messora, ieri sera a L’Ultima Parola

di Valerio Valentini

Stringe il cuore vedere il presidente del consiglio Mario Monti darsi così tanto da fare per gli universitari italiani, sbattendo i pugni per permettere agli Erasmus in giro per l’Europa di poter votare alle prossime elezioni: “Bisogna fare tutto il possibile per consentire loro il diritto di voto”, aveva sobriamente ribadito ai suoi ministri Cancellieri e Terzi di Sant’Agata. Forse, però, un po’ troppo sobriamente. E infatti tre giorni dopo il Consiglio dei Ministri ha bloccato tutto: non ci sono i tempi tecnici. L’Erasmus, del resto, esiste soltanto dal 1987.

La responsabilità, va precisato, non può certo ricadere soltanto su Mario Monti il quale, al massimo, è colpevole di non aver fatto nulla per adeguare una legge ormai avariata per quanto riguarda le modalità di voto dall’estero. Una legge tra le più arretrate di tutta l’Unione Europea, la quale evidentemente è un modello a cui guardare solo quando si parla di banche e finanza. Ma, al di là della questione degli studenti Erasmus, che idee ha il professore Mario Monti sull’Università italiana?

 

Leggendo l’Agenda Monti ci si può fare qualche idea. Va subito detto che, per essere stata scritta – si presume – da un professore universitario, nonché ex presidente di una prestigiosa università (privata), la superficialità con la quale viene trattato l’argomento è un po’ stupefacente. O, se volete, sconcertante. Ci si aspetterebbe di trovare – entro i limiti concessi da un documento di 25 pagine, ovviamente – un’analisi tecnica accurata e meticolosa, che esponga problemi non noti ai non addetti ai lavori e proponga soluzioni illuminanti. E invece su quelle pagine non c’è nulla che non avrebbe potuto scrivere un qualunque italiano cercando su google: “problemi università italiana” e spendendo mezzora a leggere qualche statistica, oppure pescando a caso nel repertorio dei cliché. Un esempio? “C’è bisogno di invertire la rotta. Per questo bisogna prendere l’istruzione sul serio”. (Il commento a quest’affermazione tanto arguta lo trovate qui).

Il tutto diventa ancora più assurdo se si confrontano le miracolose soluzioni di Monti con le disposizioni prese dal suo governo negli ultimi mesi. Scrive Monti: “Serve rompere uno schema culturale per cui il valore dello studio e della ricerca e il significato della professione di insegnante sono stati mortificati. Gli insegnanti devono essere rimotivati e il loro contributo riconosciuto”. Sarà stato per questo motivo che Monti qualche mese fa aveva dapprima proposto di portare da 18 a 24 le ore settimanali di servizio dei docenti, e poi li aveva bollati come dei corporativisti animati “da spirito conservatore” a causa della loro “indisponibilità a fare due ore di lavoro in più”. Scrive ancora Monti: “investire in capitale umano è la strada per sfuggire alla morsa della competizione di Paesi con costi di manodopera più bassi”. Investire in capitale umano? Ma Monti lo sa che la sua revisione di spesa (perché chiamarla “spending review”?) ha tagliato 200 milioni al Fondo di Finanziamento Ordinario dell’Università, imponendo un nuovo blocco del turn-over e riducendo drasticamente (di circa il 40%) la possibilità di nuove assunzioni?

Tuttavia, leggendo tra le righe, forse si capisce qualcosa in più circa i progetti futuri di Monti sull’Università. Si potranno creare, chiarisce il professore, “nuovi spazi per investimenti nell’istruzione” soltanto “man mano che si riduce il costo del debito pubblico e si eliminano spese inutili”. Cioè, più o meno, tra qualche secolo. Tanto più che di sprechi Monti ne ha tagliati pochini (province? rimborsi elettorali? rimborsi spese parlamentari?); quanto al debito pubblico, erano quindici anni che non aumentava ad un ritmo così vertiginoso: oltre 15 miliardi al mese.

E ora veniamo alla parte più sorprendente. Scrive Monti: “Bisogna rilevare per ogni facoltà in modo sistematico la coerenza degli esiti occupazionali a sei mesi e tre anni dal conseguimento di laurea, rendendo pubblici risultati”. Al di là del fatto che è discutibile l’idea di istituire una classifica dei vari atenei italiani sulla base di quanti dei laureati di quell’ateneo vengono immediatamente assunti, Monti parla di “facoltà”. Facoltà? Ma non lo sa, il professor Monti, che le facoltà, di fatto, non esistono più? E mica da ieri. Sono state abolite nel 2010, dalla famigerata riforma Gelmini. Il punto C del secondo comma della legge numero 240/2010, infatti, prevede la loro sostituzione con “strutture di raccordo, comunque denominate, con funzioni di coordinamento e razionalizzazione delle attività didattiche”. Ora, che uno sprovveduto cittadino che si occupa di tutt’altro nella vita, possa non conoscere questo dettaglio è comprensibile; ma che ad ignorarlo sia un esperto del settore, che per giunta aspira a governare il Paese anche con l’obiettivo di rilanciare l’Università italiana, forse è un po’ meno ammissibile.

Ma forse una giustificazione a Monti la si può concedere: magari la riforma Gelmini non l’ha letta. O, se l’ha letta, l’avrà fatto distrattamente, mentre era indaffarato in uno dei ritrovi del Bilderberg. Lo dimostra un articolo che scrisse nel gennaio del 2011 per il Corriere della Sera, quando ancora non era premier ma cominciava già a formulare profezie da Sibilla. Scriveva Monti che in Italia l’illusione marxista e la mancanza di una cultura autenticamente liberale avevano ostacolato le riforme volte alla competitività. Un ostacolo, questo, tuttavia superabile, a giudizio di Monti. “L’abbiamo visto di recente – affermava il professore – con le due importanti riforme dovute a Mariastella Gelmini e a Sergio Marchionne. Grazie alla loro determinazione, verrà un po’ ridotto l’handicap dell’Italia nel formare studenti, nel fare ricerca, nel fabbricare automobili”.

L’abbiamo visto, infatti, professore… L’abbiamo visto.

 

 

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

22 risposte a E Monti sarebbe un professore universitario?

  • 13
    Falkbeer

    Se l’obbiettivo è arrivare ad un governo di grande coalizione è necessario che i voti vengano divisi quasi equamente. In questo senso, come è già successo in passato, i voti di chi ha una chiara idea politica diventano meno determinanti di quelli dei cosidetti indecisi. Se è vero che il voto degli indecisi è difficilmente prevedibile è anche vero però che è possibile dividere questa categoria in due gruppi: gli indecisi influenzabili e gli indecisi non influenzabili dalla propaganda politica. I non influenzabili, avendo la possibilità di sbilanciare l’esito del voto vanno quindi tenuti alla larga dalle elezioni, cosa che si può ottenere puntando i riflettori dei media su gravi casi di inefficenza del sistema, come questo degli studenti all’estero, ad esempio.  A questo punto è irrilevante risolvere il problema che si è sollevato, anzi potrebbero anche farli votare senza tante difficoltà, l’importante è che l’elettore medio trovi conferma alla sua diffidenza verso il sistema (per altro legittima). Se poi si aggiungono anche i casi di corruzione che saltano fuori sempre al momento giusto il gioco è fatto.

  • 12
    sofiaastori

    I miei complimenti all’autore dell’articolo… ma parlano tutti allo stesso modo, questi “tecnici”? Ha ragione Medvedev…gli alieni sono tra noi da un pezzo.

    Sempre bravissimo e puntuale (arrivi quasi sempre per primo!), Claudio.

  • 11
    Laurentius

    Secondo costui (Monti, mi fa ribrezzo anche solo nominarlo), vale la seguente uguaglianza:

    essere umano = capitale umano

    In essa si riassume tutto il suo pensiero deviato, non serve aggiungere altro. 

  • 10
    giuseppe bertor

    Complimenti per l’operato e l’impegno che adoperi per tutti noi.

    Non solo sono concorde con quanto affermi, ma spesso mi sono la seguente affermazione:”Alcuni professori che si permettono di offendere la nostra Società, sono convinto che abbiano preso la Laurea nei punti dei fustini del Dixan”

    Grazie ancora di tutto ciò che porti in evidenza.

  • 9
    RossellaT

    Uno si inc**zerebbe pure, ma alla fine “me cojoni” è il commento più appropriato a sti tecnoreazionari.Grazie Claudio, come sempre condivido sperando siano sempre di più le persone che decideranno di aprire occhi e orecchie.

  • 8
    capitanharlock

    Che cosa si pretende da una classe dirigente (economica e politica) come quella attuale?

    Ma li avete guardati in faccia?

    Il più giovane ha 80 anni.

    Avete visto la pagina di facebook di monti? Ci sono le foto del suo giuramento per la presidenza del consiglio… pare l’inaugurazione di un gerontocomio.

    E questi qui dovrebbero mettere in piedi qualcosa che ha a che fare con internet?

    Ma se non riescono neanche ad aprire il coperchio del loro notebook…

    Questa gente qui dovrebbe decidere per il NOSTRO futuro?

    Dovrebbero stare vicono al camino con i nipotini, a raccontare di quando non c’era la luce elettrica, e invece ce li ritroviamo nei posti chiave della nazione…

  • 7
    Kar.ma

    Caro Claudio, vorrei portare all’attenzione tua e di tutti i tuoi lettori la questione degli studenti fuori sede, più numerosi degli Erasmus, con gli stessi problemi di voto, eppure totalmente ignorati. Riporto dalla loro pagina Facebook e dal loro sito internet:

    Ora basta. Siamo stufi ed arcistufi. E’ da quattro anni che il comitato IOVOTOFUORISEDE si batte per il diritto di voto del cittadino in mobilità. […] Ci siamo informati, abbiamo studiato, abbiamo scritto il ddl 3054 presentato mesi fa in Senato e chiesto in ogni modo che venisse discusso. Lì riposa in pace. […] Ora che nulla più si può fare, si sono svegliati (http://tinyurl.com/b94srr9) ed hanno scoperto la necessità ed urgenza dei provvedimenti che chiediamo invano da anni.
    Davvero pensano di dare il rimborso del 70% sui voli aerei (http://tinyurl.com/b8h2ynl) agli studenti Erasmus? Ma se per i fuori sede in Italia siamo fermi ad un rimborso del 40% per un limite massimo di 40 euro!

    Vogliono davvero farcene andare a tutti i costi dal nostro Paese?
    Ma quale messaggio vogliono veicolare: che valiamo qualcosa per lo Stato soltanto se andiamo all’estero e qui nel nostro Paese saremo sempre e comunque cittadini di serie B, una spesa mal tollerata che comunque lo Stato non si può permettere? […]

    http://www.iovotofuorisede.it/
    http://www.facebook.com/pages/Petizione-Iovotofuorisede/174964075860931
    http://www.facebook.com/events/203203719823519/

  • 6
    evald

    Chiedere al governo(destro o sinistro) che sia, ti fare votare gli studenti in erasmus è una follia. Avete idea di quanti citta’ al mondo sono coinvolte nel erasmus? Vi immaginate i costi di gestione per fare votare queste persone???? A me sembra che questa storia del voto in erasmus sia semplicemente un discorso politico ovvero buttiamo in mezzo anche questa questione per dire qualcosa che non fa il governo.

    • 6.1
      RossellaT

      Ma hai presente che min***a è internet? Sai siamo nel 2013, in piena tecnologia avanzata. Pensa che puoi addirittura pagare le bollette da casa utilizzando uno schermo e una tastiera, giuro, davvero, è incredibile ma funziona, puoi spostare soldi senza alzare le chiappe dalla poltrona di casa! Fenomeno!!Ma fammi capire bene, ti prego, quale è il tuo problema: nasci stupido, perseveri ignorando l’argomento o gli argomenti in genere, non hai letto l’articolo, avevi pochi secondi liberi tra un impegno e l’altro e hai sparato la prima cacata che hai trovato, o sei semplicemente uno sfigato di troll?

    • 6.2
      RossellaT

      Ma hai presente che min***a è internet? Sai siamo nel 2013, in piena tecnologia avanzata. Pensa che puoi addirittura pagare le bollette da casa utilizzando uno schermo e una tastiera, giuro, davvero, è incredibile ma funziona, puoi spostare soldi senza alzare le chiappe dalla poltrona di casa! Fenomeno!!Ma fammi capire bene, ti prego, quale è il tuo problema: nasci stupido, perseveri ignorando l’argomento o gli argomenti in genere, non hai letto l’articolo, avevi pochi secondi liberi tra un impegno e l’altro e hai sparato la prima cacata che hai trovato, o sei semplicemente uno sfigato di troll?

    • 6.3
      RossellaT

      Ma hai presente che min***a è internet? Sai siamo nel 2013, in piena tecnologia avanzata. Pensa che puoi addirittura pagare le bollette da casa utilizzando uno schermo e una tastiera, giuro, davvero, è incredibile ma funziona, puoi spostare soldi senza alzare le chiappe dalla poltrona di casa! Fenomeno!!Ma fammi capire bene, ti prego, quale è il tuo problema: nasci stupido, perseveri ignorando l’argomento o gli argomenti in genere, non hai letto l’articolo, avevi pochi secondi liberi tra un impegno e l’altro e hai sparato la prima cacata che hai trovato, o sei semplicemente uno sfigato di troll?

    • 6.4
      Ronnie

      Non prendetevela! Questo @eval è un AUSTRALOPITECO. E io sono paesano del tipo che ultimamente avete visto su  youtube a proposito dei PITECHI brianzoli.

      A parte che Monti non capisce niente non solo di economia… Quando i suoi padroni banchieri gli dicono che si deve controllare tutto, i conti in banca, i risparmi, la carta igienica che usi, quanti capelli ti tagli e i peli sul c**o che hai, allora siamo nell’epoca di internet. Ma per votare a dicembre ricorre ad un “legge” che non permette ai giovani all’estero dell’erasmus di votare. Te credo, 25.000 o 250.000 o fossero anche solo 10.000 sanno che non si becca 1 solo voto.

      Ragazzi la democrazia è sparita. Questo Riogors e il Napoletano sono da arresto. Non date retta a chi vi vuole confondere. Hanno fatto un colpo di stato per mettere il paese in mano ai banchieri. Colpo di stato “soft”, ma sempre ciolpo di stato, che non è previsto dalla Costituzione. Il Napoletano doveva fare quello che ha fatto a novembre 2012 e poteva farlo nel novembre 2011, quando Bwerlusconi aveva perso la maggioranza anche solo al Senato. Ma non lo ha fatto!!! NON date retta a chi scrive che è legittimo tutto.

      Ci hanno tolto 4 miliardi di euro della prima casa, dei nostrri risparmi, la prima rata IMU per darli a MPS. Ricordatevi che Monte dei Paschi è l’ultima banca “rossa” in quoota PD, con un buco che va dai 10 ai 14 miliardi di euro. Non si sa ancora. Ma non sentite “Profumo” di m**da? In USA uno così sarebbe insieme a Maddoff. In Italia, quando gli chiedono (Grillo) dove sono i soldi; dove sono finiti i soldi che sono spariti sotto i tuoi occhi anche all’Unicredi (10 miliardi di buco, ma dopo che lui era andato via con una buona uscita di 30 milioni di euro), fa pure lo sbruffone. Almeno Corona  ha avuto la “decenza” di scappare dall’Italia. Questo è qui a fare danni a tutto il paese e ha il cervello più piccolo del fuggitivo.

      L’Italia non si salva più. Votate nella maniera giusta a febbraio, ma ormai, io che ho quasi 60 anni e ne ho viste di cotte e di crude, vi dico che non si salva più!!!!

      Ai giovani non dico andatevene, perchè come imparerete a vostre spese questi vi perseguiteranno in eterno, perchè loro sono ETERNI. ma molti italiani continuano a votarli invece di prenderli a calci nel c**o. Invece i giovani  stanno scappando tutti a migliaia dal nostro Belpaese e quasto mi rattrista, per andare i paesi lontani che non “valgono” culturalmente, storicamente etc. neanche la minima parte dell’italia.

      Noi eravamo L’impero Romano con, in tutto, 1500 anni di dominio ad est e ovest e ci siamo ridotti a bifolchi? 

      Mi scuso per la prolissità, ma ce ne sarebbere tante di cose da raccontare…

    • 6.5
      Lopa58

      Caro EVALD, ti sarai reso conto di aver sparato una solenne min***ata ?!?

      Se il problema fosse la collocazione delle Università estere che accolgono gli studenti Erasmus, ancora più problematico sarebbe far votare gli italiani rasidenti all’ estero:  numericamente le città sono infinitamente superiori alle sedi Universitarie. Non credi?

      La prossima volta, prima di accendere il PC accendi il cervello. :)

       

    • 6.6
      RossellaT

      Ma hai presente che min***a è internet? Sai siamo nel 2013, in piena tecnologia avanzata. Pensa che puoi addirittura pagare le bollette da casa utilizzando uno schermo e una tastiera, giuro, davvero, è incredibile ma funziona, puoi spostare soldi senza alzare le chiappe dalla poltrona di casa! Fenomeno!!Ma fammi capire bene, ti prego, quale è il tuo problema: nasci stupido, perseveri ignorando l’argomento o gli argomenti in genere, non hai letto l’articolo, avevi pochi secondi liberi tra un impegno e l’altro e hai sparato la prima cacata che hai trovato, o sei semplicemente uno sfigato di troll?

  • 5

    Anche i marittimi non possono votare. Senza diritti, solo doveri. Dimenticati.

  • 4
    Giuseppe M.

    Chi è Mario Monti spiegato in 2′ a cartone animato

    http://www.youtube.com/watch?v=KTnnhWXHxpw

  • 3
    elle83

    Questo video fa riflettere…

    http://www.youtube.com/watch?v=Iib_6oku5nE

  • 2
    Pietro D.

    Claudio come sempre sei il massimo a Rai2.

    Grazie anche per ieri l’ennesimo intervento che chiarisce molte cose su come i massoni italiani che ci governano da decenni ci hanno inculcato la loro demenza.

  • 1

    Il problema di monti è, come sempre, legato a una forma mentis jurassica, che bada solo agli interessi di capitale. 

  • 0
    pasiodaria

    sempre più attuale il discosro sulla scuola pubblica di Piero Calamandrei

    http://www.19luglio1992.com/index.php?option=com_content&task=view&id=662&Itemid=43

  • -1
    blackarrow

    Eh già! Mentre in Europa mirano a farci diventare operai Cinesi, i Cinesi in Cina lottano per aumenti salariali. http://www.ilsole24ore.com/art/finanza-e-mercati/2011-03-08/lavoratori-cinesi-chiedono-busta-131829.shtml

  • -2
    Clausius

    Essendo elezioni che vedono,per la prima volta,un movimento con alte percentuali di sondaggi entrare in Parlamento come terzo,secondo o,perchè no,primo partito non mi stupisco affato che non abbiano permesso il voto a tanti cittadini.Essendo per lo più giovani poi rafforza la loro meschinità sapendo che avrebbero preso ben pochi voti da loro.

    E’ l’ennesima dimostrazione antidemocratica di questi teocrati dell’economia (con l’assenso di tutti gli altri).La sceneggiata del decreto impossibile è stata illuminante e oltraggiosa proprio per quei cittadini che verranno esclusi.

    Da uno così http://thesoundofthenews.blogspot.it/2012/10/monti-vampiro.html non potevamo che aspettarci una ritorsione.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

La violazione della legge sulla propaganda elettorale. Registrate e denunciate.

Registra e denuncia violazione della legge sulla propaganda elettorale Ancora adesso, mentre scrivo, a votazioni in corso, se aprite i social network vi potete imbattere facilmente nella propaganda a favore del Sì al Referendum Costituzionale. La campagna per il Sì in rete è stata invasiva e ai limiti dell'illegalità. Cosa dice la...--> LEGGI TUTTO

Grazie Giorgio Napolitano!? Chapeau!? Si sono bevuti il cervello!?

M5S Grazie Giorgio Stiamo parlando di Giorgio Napolitano? Quello che nel 2011 ha spianato la strada alla troika del governo Monti? Quello che ha firmato qualunque cosa? Quello che nel 2013, quando c'erano le consultazioni per formare un nuovo governo, ha chiamato al Quirinale Pdl e Pd ignorando il...--> LEGGI TUTTO

Ce lo chiede Beppe

Ce lo chiede Beppe Quindi, ricapitolando, il "collegio dei probiviri" di un movimento di democrazia diretta come il M5S è composto da tre nomi fatti per intero dal capo politico, senza che la "rete" possa nominarli non dico tutti, ma almeno un paio o anche uno solo. Peggio del direttorio dove...--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

La lettera di una mamma lavoratrice che fa venire il magone

Mamme lavoratrici: la triste realtà che si cela dietro alla famiglia del Mulino BiancoPubblico questa lettera (inviata a Beppe Severgnini sul Corriere della Sera), che fa venire il magone non solo a chi l'ha scritta ma anche a me che l'ho letta, e nella quale credo si riconoscano tante, troppe mamme lavoratrici, perché sia motivo di riflessione sul modo in cui si è...--> LEGGI TUTTO

La lobby dello zucchero uccide – i nuovi documenti tenuti nascosti

la lobby dello zucchero uccideNEW YORK: Decine di scienziati, negli Anni 60, furono pagati dall'industria americana dello zucchero per sminuire il collegamento tra consumo di zucchero e problemi cardiaci e spostare così l'attenzione sui grassi saturi. A rivelarlo sono una serie di nuovi documenti scoperti recentemente da un ricercatore della University of California di...--> LEGGI TUTTO

Caro M5S, volete allargare il direttorio? Bene, ma dovreste fare così…

votazione online democrazia direttaBarbara Lezzi, senatrice M5S, ha rilasciato un'intervista al Fatto Quotidiano sulle questioni romane. L'ipotesi, che alcuni organi di stampa dicono condivisa anche dalla Casaleggio Associati, è quella di allargare il direttorio a 30/40 persone. Una vera e propria struttura di intermediazione (di quelle che ancora oggi non sono previste dal "Non...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Come funziona l’Italia: noi siamo quelli con il fiore in mano

Come funziona l'ItaliaCome funziona l'Italia Ecco come funziona la nostra società. Questa è l'Italia. E, ...caso mai cercaste il pallino "voi siete qui", in questo disegno noi siamo quelli con il fiore in mano....--> LEGGI TUTTO

I nanorobot a controllo mentale che vi osserveranno.

I NANOROBOT A CONTROLLO MENTALE CHE VI OSSERVERANNOPer la prima volta, una creatura vivente è stata controllata dall'uomo utilizzando esclusivamente il pensiero, grazie a nanorobot che hanno rilasciato all'interno di alcuni scarafaggi dosi programmate di farmaci, in risposta all'attività cerebrale di chi ha condotto l'esperimento. Una tecnica che - sostengono già alcuni - potrebbe essere molto utile per il trattamento...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Le vostre email

Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Brunetta canta vittoria: Renzi ora si dimetta!

Renato Brunetta Brunetta canta vittoria: Renzi ora si dimetta!...GUARDA

Galloni e Rinaldi al Quirinale: ora Mattarella stralci il Pareggio di Bilancio

Galloni Rinaldi Quirinale Nino Galloni e Antonio Rinaldi salgono al Quirinale per chiedere simbolicamente a Mattarella che ora rispetti la volontà del popolo e si adoperi per rispettare la Costituzione italiana, stralciando subito il Pareggio di Bilancio ora Mattarella stralci Pareggio di Bilancio...GUARDA

Salvini – Vittoria del popolo contro i poteri forti di tutto il mondo

Salvini referendum La prima dichiarazione dopo gli Exit Poll che danno la vittoria del No a 55%-59% è di Matteo Salvini, che parla testualmente di "una vittoria del popolo contro i poteri forti di gran parte del mondo"....GUARDA

Renzi vs Gruber: volata finale sul Referendum

Renzi Gruber Referendum Otto e 1/2 Sintesi dell'intervento di Matteo Renzi, questa sera, a Otto e Mezzo, per la volata finale sul Referendum Costituzionale....GUARDA

La Santanché furiosa sui pallisti Pd diventa una bestia

la santanche furiosa sui pallisti pd diventa una bestia Daniela Santanché si infuria a Coffee Break sul voto di Forza Italia alla Camera sulla Riforma Costituzionale, e chiede il fact checking. Guarda anche: ...GUARDA

Referendum: le COJONATE di Franceschini e Poletti sulle ragioni del Sì

Referendum: le COJONATE di Franceschini e Poletti sulle ragioni del Sì Le cojonate di Franceschini e Poletti, ministri della cultura e del lavoro, a Tribuna Politica di Semprini, nel tentativo imbarazzante di difendere le ragioni del sì al Referendum Costituzionale, fanno sembrare le forziste Laura Ravetto e Anna Maria Bernini due emerite costituzionaliste. Tante fesserie tutte insieme...GUARDA

Scontro Berlusconi Berlinguer sul Referendum: “Qualcos’altro da aggiungere?”. “Sì: sarebbe un regime!”

Berlusconi Berlinguer Referendum Scontro tra Silvio Berlusconi e Bianca Berlinguer, che non gli permette di elencare le ragioni del No al Referendum Costituzionale. - "Ha qualcos'altro da aggiungere?". - "Sì... Sarebbe un regime!"....GUARDA

Fusaro: se vince il No, arriverà un governo tecnico guidato da Mario Draghi

Fusaro: se vince il No, arriverà un governo tecnico guidato da Mario Draghi Diego Fusaro: "Se al Referendum Costituzionale vince il sì, come vogliono le élite, distruggono la Costituzione, desovranizzano lo Stato e impongono l'Unione Europea come Banca Centrale che decide per tutti. Se vince il no l'élite ha pensato anche al piano B, perché il popolo si sta...GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>