L’invasione degli UltraEuropeisti

invasionedegliultraeuropeisti

La guerra è pace”, recita il primo slogan del Ministero della Verità (1984, di George Orwell). Come dire: non stiamo mica facendo la guerra, stiamo solo esportando la democrazia. “La libertà è schiavitù”, recita il secondo. Ovvero possiamo essere liberi di decidere, sì, ma se lo facciamo sulla base di informazioni sbagliate, tutto si riduce a un’illusione: la libertà di scegliere se andare al macello per il corridoio sinistro o per quello destro. Per questo “L’ignoranza è forza”, come dice il terzo slogan. L’ignoranza dello schiavo è infatti quella forza, più potente di una catena, che naturalizza l’ingiustizia e legittima l’oppressione. E’ l’inerzia dell’ignorante che non è consapevole dei suoi diritti o che, di più, crede di non poterne neppure avere, diventando così la più formidabile delle garanzie che salvaguardano l’oppressore. Così le vittime finiscono per difendere spontaneamente i loro stessi carnefici.

 

Il Ministero della Verità, tramite una costante e minuziosa opera di falsificazione, ha come obiettivo la diffusione capillare della propaganda. La propaganda tiene le masse in apnea e consente alle élite di continuare a controllare la società. Il risultato più straordinario di questa strategia è che l’esercito più spietato e feroce al servizio del sistema è quello costituito da volontari, cittadini comuni che si arruolano spontaneamente tra le fila dei più accaniti sostenitori della Verità ufficiale. Costoro si fanno anche delatori, spie, infiltrati, provocatori involontari: la loro stupidità e la mancanza di strumenti intellettuali idonei all’esercizio della critica li rende zombie controllati dagli organi centrali che, come un virus, infettano nuovi individui e ingenerano la convinzione che chiunque non reciti il rosario istituzionale sia un elemento pericoloso, sovversivo o semplicemente ridicolo. Il bisogno dell’uomo medio di far parte del branco, per sentirsi protetto, fa il resto. Del resto, è per questo che nascono gli Stati: per proteggere gli individui, anche da se stessi.

Nel film, “L’Invasione Degli Ultracorpi “, un esercito alieno sbarcava sulla Terra e si impossessava dell’anima degli esseri umani. Un baccello veniva posto nella casa della vittima designata. Quando questa si abbandonava al sonno, nel baccello cresceva una copia identica del suo corpo. Prima del suo risveglio, un nuovo individuo con le sue stesse, identiche fattezze prendeva vita e lo sostituiva in tutto e per tutto: un nuovo essere umano, identico a quello originale ma privo della capacità di provare emozioni e sotto il totale controllo della volontà aliena. Il suo compito era quello di carpire la fiducia dei suoi simili, depositando nuovi baccelli sotto ai letti o negli scantinati dei malcapitati. Doveva identificare gli esseri umani residui, segnalarli e provvedere alla loro trasformazione. Come riconoscerli? Semplice: erano quelli che ancora mostravano segni di una qualche emozione sui lineamenti del viso.

Il Ministero della Verità di Bruxelles sta per fare la stessa cosa. Scandaglierà il web alla ricerca di cittadini resistenti alla propaganda europeista, da ricercarsi nelle sacche residue di euroscetticismo, e manderà i suoi zombie a depositare baccelli. Siete avvisati: ogni vostro articolo, ogni vostro commento, ogni vostro tweet sarà scrutato. E se tra le pieghe delle parole che userete si potrà ravvisare il segno di una qualunque emozione, di un qualsiasi reagente rivelatore di un pensiero critico, agenti pagati con i soldi dei nostri contributi inoculeranno informazioni correttive, semineranno dubbi, instilleranno l’amore per l’istituzione europea e ristabiliranno la corretta propensione per gli Stati Uniti d’Europa e per la Verità.

Il Daily Telegraph è entrato in possesso di proposte di spesa confidenziali e documenti interni che pianificano un blitz propagandistico senza precedenti durante la marcia di avvicinamento alle elezioni europee, nel giugno 2014. La chiave di questa nuova strategia sarà la creazione di “strumenti di monitoraggio dell’opinione pubblica” per “identificare in maniera precoce se un dibattito di natura politica tra i followers dei social media e i blog ha il potenziale di attrarre l’interesse dei media e dei cittadini”.

La spesa per “un’analisi qualitativa dei media” deve essere incrementata di 2 milioni di euro e mentre la maggior parte del denaro salterà fuori dai budget esistenti, sarà necessario trovare quasi 1 milione di euro aggiuntivi, nonostante le richieste diffuse di adeguare le spese dell’Unione Europea all’austerity imposta ai paesi membri.

“Un’attenzione particolare deve essere posta ai Paesi che hanno sperimentato un’insorgenza di euroscetticismo”, c’è scritto su un documento confidenziale su cui si è trovato un accordo nel 2012. “I comunicatori delle istituzioni parlamentari devono avere la possibilità di controllare le conversazioni pubbliche e il sentimento popolare in tempo reale, per decifrare i trending topics (gli argomenti più discussi) e avere la capacità di reagire prontamente, in maniera precisa ed efficace, entrando nelle discussioni e influenzandole, per esempio fornendo fatti e schemi per decostruire miti”.

L’addestramento per i dirigenti parlamentari comincerà alla fine di questo mese.

Mercoledì 6 realizzerò una videointervista a Loretta Napoleoni, autrice di “Democrazia Vendesi”.Loretta è esperta di terrorismo e di economia, ed è stata una di coloro che hanno predetto la crisi quando ancora, anni fa, raccontavano che il peggio era passato.
La sua visione può essere un utile contributo al bagaglio di conoscenze indispensabili per affrontare i tempi che viviamo. Fatemi pervenire le vostre domande qui, entro domani sera: lorettanapoleoni@byoblu.com

Ogni videointervista richiede attrezzature costose, persone che ci lavorano e tempi di realizzazione lunghi. Per questo il tuo contributo è fondamentale per fare in modo che possano essere realizzate in completa libertà, al di fuori di qualsiasi circuito editoriale che ne sostenga le spese, ponendo tuttavia pesanti vincoli sui contenuti.Se volete contribuire o, a scelta, comparire nel video come un sostenitore del progetto, con il vostro nome, un link o con una gratificazione promozionale più consistente(*), potete farlo aderendo alla raccolta Kapipal.

Cliccate qui per saperne di più


(*) Le interviste del blog raggiungono decine di migliaia di persone. Il canale Youtube, nel suo complesso, nel solo mese di gennaio ha totalizzato oltre 3 milioni e 700mila visualizzazioni video.

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

82 risposte a L’invasione degli UltraEuropeisti

  • 37
    BaStEt

    Scusatemi la sfontatezza. Qualche volta leggendo tutti questi post mi rendo conto che abbiamo perso di vista il problema principale. Ma non vedete che fanno di tutto per farci litigare? Se tutti “vedessero” le cose secondo un punto di vista razionale, oggettivo, logico… Saremmo tutti uniti. Stanno riuscendo a fare quel che è nei loro intenti. Dividere. Impoverire. Confondere. Diffondere astio ed odio. Non abbassiamoci ai loro livelli. mB

  • 36
    zarathustra

    Renzo M ha scritto :
    Urca! Non pensavo di trovare tanti fan di Berlusconi in questo blog!! Altro che fantascienza… “

     

    E’ risaputo che i berlusconiani siano dei fascisti e che gli antiberusconiani siano degli antifascisti.

    Il rompicato è il risultato del fatto che è anche risaputo che i fascisti si dividono in 2 categorie: fascisti e antifascisti.

    Inoltre questo blog è frequentato da cittadini mediamente democratici.

    Quidi Renzo non è un cittadino.

    Zarathustra

     

    p.s. L’unico avanzo primario è colui che spara numeri e grafici a capocchia.

     

     

  • 35
    siruv

    calimero ha scritto :
      Domenica 10 Febbraio andrà in onda su Italia 1 uno speciale della trasmissione “Mistero” nella quale si parlerà di temi a tutti noi molto cari: “illuminati”, “signoraggio bancario”, “nuovo ordine mondiale”, controllo e manipolazione delle menti,  ecc…. Il punto è che la trasmissione andrà in onda alle 00.30 !!!!!!!!!!!!!!

     

    Grazie al cielo.

     

  • 34
    moshedayan

    ogni volta che guardo a questa situazione mi sembra di vivere dentro 1984! solo che non ci siamo ancora cont utte le scarpe e si può ancora fare qualcosa!!

    ritengo che x ogni cosa ci sta il suo tempo e che a questa alienazione, distruzione dell’esse umano, il suo tempo sta x scadere… quanto ancora? non lo so, non ho il dono della veggenza, ma i tempi sono quasi maturi x far esplodere la situazione… tic tac… tic tac…

  • 33
    Lo Zingaro

    Renzo M ha scritto :
    http://www.byoblu.com/post/2012/09/06/Usciamo-allo-scoperto!.aspx

    Veramente questo articolo non riporta un referendum sull’entrata nell’Euro. Tutt’alpiù cita: fu indetto un “referendum di indirizzo” (ossia consultivo) sul conferimento di un mandato al Parlamento Europeo per redigere un progetto di Costituzione europea

    Che poi sia stato usato come giustificazione per entrare nell’Euro questo è verissimo, ma non era un referendum per la moneta.

  • 32
    Clausius

    Il discorso per me è diverso da quello accennato nei post quì sopra.E faccio riferimento all’articolo del Telegraph.Quello che vien detto è chiaro e sicuramente faranno in modo di usare la rete per propagandare e controllare le loro idee anche in mdo scorretto,invasivo cercando di persuadere.Ma fino a prova contraria finchè esistono siti come questo rimane la possibilità di esprimersi.Non si tratta di sottovalutare nulla ma se chiudessero siti di informazione al di fuori del regime. oppure mi arrestassero per ciò che penso e propagando.si paleserebbero come dittatura.La tentazione c’è già e attraverso il controllo di tutti media mainstream rimangono nell’ombra.Il discorso è diverso quando dobbiamo trasmettere ad altri le nostre idee per discuterne,in uffico,al bar,nelle aziende ecc…

    In poche parole: o fanno come i cinesi usando la censura più stretta oppure il tecnocontrollo ha dei limiti che,per esempio,non è in grado di riempire gli stomaci.Tecnicamente c’è la possibilità di rimanere completamentoe anonimo lo sappiamo bene.

    Abbiamo il polso di cosa rappresenta la nostra “”democrazia”” e dobbiamo seminare al di fuori del web,nel nostro piccolo.

  • 31

    Ciao Claudio,

     

    ho scritto un post per il Centro Studi Etnografia Digitale, nel quale ho citato questo post.

    Spero che si possa così approfondire, magari anche insieme a te, questo tema.

    lo linko qui di seguito: http://www.etnografiadigitale.it/2013/03/aumento-budget-europeo-per-monitoraggio-conversazioni-on-line/

    Un caro saluto,

    e grazie nuovamente per l’attività che porti avanti.

    U.P.

  • 30
    Euroleso

    In tema con il Thread, ecco come gli “europeisti” pensano di influenzare (ed infinocchiare) le popolazioni europee, spendendo un milione di euro.

    La UE ha deciso di addestrare eurotroll per impedire la diffusione di “sentimenti anti euro”.

    Fonte: http://crisis.blogosfere.it/2013/02/europa-1-milione-di-euro-per-addestrare-i-funzionari-a-fare-i-troll.html

  • 29
    suvri

    1000 ha scritto :
    penso che Internet e telefonia cellulare costituiscano i più straordinari strumenti di controllo mai costruiti…”

     

    SacroSanto.

    Sull’argomento, che è centrale nella bilancia delle forze nell’epoca che stiamo vivendo, suggerisco di dare una lettura del libro “Cypherpunks” (es: i cellulari vengono definiti delle “cimici” che possono anche telefonare).

    L’anonimato è un valore. L’anonimato è potere e libertà. Non è un caso che gli hactivisti di Anonymous sono ritenuti una delle più belle espressioni della ormai 40’ennale cultura hacker (rimando anche alle conquiste civili in USA delle organizzazioni anonime di cittadini contro le vessazioni e le intrusioni dell’FBI).

    Echelon purtroppo non è paranoia. Alla faccia dei troll che buttano l’occhio su questo sito.

    E’ forse utile ricordare che questo blog è considerato un influencer e che è sotto lo spot.

    CONSIGLIO: evitate di farvi tracciare, quando commentate su internet non siete al riparo delle mura di casa vostra ma state urlando in piazza.

    Ci sono strumenti che permettono di mascherare la propria attività via web.

    Evitate di fare sì che si possa correlare “idee” –> “impronte nel web” –> “persona fisica”

    Facebook sta alla “primavera araba” come la Stasi stava alla “libertà” nella Germania Orientale.

    Tutto ciò che dite e fate in rete rimarrà per sempre e potrà essere utilizzato contro di voi.

    E dopo un po’ di sano terrorismo ricordo un’asserzione che non si sente più ricordare:

    IL VOTO E’ SEGRETO

     

    Chi ha orecchie per intendere, intenda…

     

     

     

     

     

  • 28
    Renzo M

    Urca! Non pensavo di trovare tanti fan di Berlusconi in questo blog!! Altro che fantascienza…

    Ma visto che si cita Orwell: “La libertà è libertà di dire che 2 + 2 fa 4” non quello che dice il partito. Ed il 2+2 sul debito pubblico è nei grafici che ho esposto qui sopra

    @Axe

    Uno Stato non è una famiglia.

    PS la svizzera ha moneta sovrana.

    Il debito non è un problema, l’inflazione non è un problema , la spesa a deficit in uno stato sovrano è essenziale , il pareggio di bilancio è +100-100=0, non ti darà mai ricchezza !

    CHevvordì? La svizzera non ha ripagato il debito stampando moneta ma accettando di pagare più tasse. Se la famiglie Italiane sono virtuose e risparmiano, non vedo perchè debbamo mantenere uno Stato spandaccione. Se la spesa pubblica supera gli introiti non si può andare avanti all’infinito. E se al deficit si aggiungono interessi crescenti si fallisce. Punto.

    A Natalia

    durante gli ultimi governi Berlusconi il debito pubblico diminuiva

    Durante i governi Berlusconi il debito è sempre peggiorato. Guarda i dati ISTAT non e interpretazioni.

     

    A Malsano

    “Ma allora il caso LB non c’entra niente!  Sai com’è, tutti gli stati hanno visto un peggioramento dal 2008. Quindi è B la causa della crisi mondiale?

    No, solo della nostra. Non ti basta?

    Quello che mi appare evidente invece è che la spezzata sembra indipendente dal tipo di governo. 

    Guardala meglio. E, anche se un po’ datata, ascolta per favore quello che alle ultime elezioni nel 2008 Quattrogatti prevedevano sarebbe potuto succedere con le politiche di Berlusconi. http://www.youtube.com/watch?v=sn29NSHrVfQ&playnext=1&list=PLBA90AF1EBB68AEDD&feature=results_video . Per capire chi ha fatto la formica e chi la cicala devi anche guardare l’avanzo primario

    Vogliamo parlare del +6% dell’ultimo? Ah ma non c’entra perché dipende dai danni fatti dal precedente! Certo, a condizione che si ammetta che lo stesso vale per il -3% del lodevole Prodi.

    +6, -3? Ma di cosa stai parlando?  Nella prima legislatura di CS fino al al 2001 il debito/PIL è passato dal 122 al 109% scendendo di -13% in 5 anni. Nell’ultimo governo Berlusconi dal 2008 al 2011 è salito dal 104 al 120% salendo di +16% in soli tre anni.  

    Ovvio che c’è un delay tra causa ed effetto. Ma se guardi le durate e le alternanze sia del PIL che del debito attraverso tutti i governi dal ’94 al 2011 non si può mistificare dicendo che siano congiunturali come fa Tremonti. Sono il frutto delle rispettive politiche di maggior sperpero o minor contenimento messe in atto.

    Saluti, Renzo

    PS:

    ATTENTI! Che dopo il “Monti-Bis” viene il “Tre-Monti”… ;-)

     

     

     

     

    Non pensavo di trovare tanti fan di Berlusconi in questo blog!!

    Ma visto che si cita Orwell: “Lalibertà è libertà di dire che 2+2 fa 4”. Ed il 2+2 sul debito pubblico è nei grafici che ho esposto qui sopra

    @Axe

    Uno Stato non è una famiglia.

    PS la svizzera ha moneta sovrana.

    Il debito non è un problema, l’inflazione non è un problema , la spesa a deficit in uno stato sovrano è essenziale , il pareggio di bilancio è +100-100=0, non ti darà mai ricchezza !

    CHevvordì? La svizzera non ha ripagato il debito stampando moneta ma accettando di pagare più tasse. Se la famiglie Italiane sono virtuose e risparmiano, non vedo perchè debbamo mantenere uno Stato spandaccione. Se la spesa pubblica supera gli introiti non si può andare avanti all’infinito. E se al deficit si aggiungono interessi crescenti si fallisce. Punto.

    A Natalia

    durante gli ultimi governi Berlusconi il debito pubblico diminuiva

    Durante i governi Berlusconi il debito è sempre peggiorato. Guarda i dati ISTAT, non le interpretazioni.

     

    A Malsano

    “Ma allora il caso LB non c’entra niente!  Sai com’è, tutti gli stati hanno visto un peggioramento dal 2008. Quindi è B la causa della crisi mondiale?

    No, solo della nostra. Non ti basta?

    Quello che mi appare evidente invece è che la spezzata sembra indipendente dal tipo di governo. 

    Guardala meglio. E, anche se un po’ datata, ascolta per favore quello che alle ultime elezioni nel 2008 Quattrogatti prevedevano sarebbe potuto succedere con le politiche di Berlusconi. http://www.youtube.com/watch?v=sn29NSHrVfQ&playnext=1&list=PLBA90AF1EBB68AEDD&feature=results_video . Per capire chi ha fatto la formica e chi la cicala devi anche guardare l’avanzo primario

    Vogliamo parlare del +6% dell’ultimo? Ah ma non c’entra perché dipende dai danni fatti dal precedente! Certo, a condizione che si ammetta che lo stesso vale per il -3% del lodevole Prodi.

    +6, -3? Di cosa stai parlendo?  Nel primo governo di CS fino al al 2001 il debito/PIL è passato dal 122 al 109% scendendo di -13% in 5 anni. Nell’ultimo governo Berlusconi dal 2008 al 2011 è salito dal 104 al 120% salendo di +16% in soli tre anni.  Ovvio che c’è un delay tra causa ed effetto. Ma se guardi le durate e le alternanze sia del PIL che del debito in tutti i governi dal 94 al 2011 non si può dire che siano congiunturali. Sono il frutto delle rispettive politiche di sperpero e contenimento messe in atto.

    Saluti, Renzo 

  • 27
    calimero

    a proposito di Orwell e di Ministero della Verità, volevo solo richiamare l’attenzione di tutti su di un fatto che ha stuzzicato la mia attenzione:

    prescindendo da qualunque valutazione circa il personaggio “Adam Kadmon”, e volendo parlare di contenuti,  Domenica 10 Febbraio andrà in onda su Italia 1 uno speciale della trasmissione “Mistero” nella quale si parlerà di temi a tutti noi molto cari: “illuminati”, “signoraggio bancario”, “nuovo ordine mondiale”, controllo e manipolazione delle menti,  ecc….

    Il punto è che la trasmissione andrà in onda alle 00.30 !!!!!!!!!!!!!!

    Mi chiedo allora: chi la vedrà questa trasmissione ? Quale fantasmagorico share potrà mai ottenere ? Ma soprattutto: quale mente eccelsa ha pensato di inserire questa trasmissione nel palinsesto mediaset  alle 00.30 e non in prima serata ?

    Questo, a mio modestissimo parere, è un ulteriore sintomo di quanto da decenni oramai avviene: chi osa parlare di “nuovo ordine mondiale” viene tacciato di complottismo; chi esce fuori dal coro, su temi come l’Europa e l’Euro (cose buone e giuste per i più),  non viene invitato nei network nazionali, rimanendo “relegato” al massimo ad apparizioni in trasmissioni di seconda, terza serata, con share non certamente elevati.

    In questo modo, dato l’utilizzo ancora oggi di nicchia del web (a volte strumento ostico per alcune larghe fasce d’età) determinati argomenti non arrivano al grande pubblico, facendo sì che le menti rimangano sonnacchiose e convinte delle bugie che, se ripetute (Orwell insegna), divengono verità quasi assolute.

    Buona visione e buona vita a tutti !!!!!!!!!!!!!

«12

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

La violazione della legge sulla propaganda elettorale. Registrate e denunciate.

Registra e denuncia violazione della legge sulla propaganda elettorale Ancora adesso, mentre scrivo, a votazioni in corso, se aprite i social network vi potete imbattere facilmente nella propaganda a favore del Sì al Referendum Costituzionale. La campagna per il Sì in rete è stata invasiva e ai limiti dell'illegalità. Cosa dice la...--> LEGGI TUTTO

Grazie Giorgio Napolitano!? Chapeau!? Si sono bevuti il cervello!?

M5S Grazie Giorgio Stiamo parlando di Giorgio Napolitano? Quello che nel 2011 ha spianato la strada alla troika del governo Monti? Quello che ha firmato qualunque cosa? Quello che nel 2013, quando c'erano le consultazioni per formare un nuovo governo, ha chiamato al Quirinale Pdl e Pd ignorando il...--> LEGGI TUTTO

Ce lo chiede Beppe

Ce lo chiede Beppe Quindi, ricapitolando, il "collegio dei probiviri" di un movimento di democrazia diretta come il M5S è composto da tre nomi fatti per intero dal capo politico, senza che la "rete" possa nominarli non dico tutti, ma almeno un paio o anche uno solo. Peggio del direttorio dove...--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

La lettera di una mamma lavoratrice che fa venire il magone

Mamme lavoratrici: la triste realtà che si cela dietro alla famiglia del Mulino BiancoPubblico questa lettera (inviata a Beppe Severgnini sul Corriere della Sera), che fa venire il magone non solo a chi l'ha scritta ma anche a me che l'ho letta, e nella quale credo si riconoscano tante, troppe mamme lavoratrici, perché sia motivo di riflessione sul modo in cui si è...--> LEGGI TUTTO

La lobby dello zucchero uccide – i nuovi documenti tenuti nascosti

la lobby dello zucchero uccideNEW YORK: Decine di scienziati, negli Anni 60, furono pagati dall'industria americana dello zucchero per sminuire il collegamento tra consumo di zucchero e problemi cardiaci e spostare così l'attenzione sui grassi saturi. A rivelarlo sono una serie di nuovi documenti scoperti recentemente da un ricercatore della University of California di...--> LEGGI TUTTO

Caro M5S, volete allargare il direttorio? Bene, ma dovreste fare così…

votazione online democrazia direttaBarbara Lezzi, senatrice M5S, ha rilasciato un'intervista al Fatto Quotidiano sulle questioni romane. L'ipotesi, che alcuni organi di stampa dicono condivisa anche dalla Casaleggio Associati, è quella di allargare il direttorio a 30/40 persone. Una vera e propria struttura di intermediazione (di quelle che ancora oggi non sono previste dal "Non...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Come funziona l’Italia: noi siamo quelli con il fiore in mano

Come funziona l'ItaliaCome funziona l'Italia Ecco come funziona la nostra società. Questa è l'Italia. E, ...caso mai cercaste il pallino "voi siete qui", in questo disegno noi siamo quelli con il fiore in mano....--> LEGGI TUTTO

I nanorobot a controllo mentale che vi osserveranno.

I NANOROBOT A CONTROLLO MENTALE CHE VI OSSERVERANNOPer la prima volta, una creatura vivente è stata controllata dall'uomo utilizzando esclusivamente il pensiero, grazie a nanorobot che hanno rilasciato all'interno di alcuni scarafaggi dosi programmate di farmaci, in risposta all'attività cerebrale di chi ha condotto l'esperimento. Una tecnica che - sostengono già alcuni - potrebbe essere molto utile per il trattamento...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Le vostre email

Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Attenzione: ecco come vogliono ribaltare l’esito del referendum

come-ti-ribalto-il-referendumDopo il No del popolo italiano al Referendum sulla riforma costituzionale voluta da JP Morgan, il consigliere di Angela Merkel propone subito la contromossa che rende ora palesi i veri obiettivi della riforma: la consegna del Paese ai grandi poteri finanziari internazionali per mettere all'asta i beni pubblici così come...GUARDA

La vittoria dell’informazione e i pericoli del dopo Renzi

claudio messora Il No al referendum costituzionale è la vittoria dell'informazione contro chi pensava che per convincere gli italiani a votare basta una comunicazione semplificata, comprensibile a un bambino delle scuole medie. La sconfitta di Renzi passa anche per una ipersemplificazione della Comunicazione che non ha convinto e...GUARDA

Barbareschi ai giovani: “Siete superficiali! Avete votato no per ribellarvi al paterno!”

Barbareschi ai giovani: "Siete superficiali! Avete votato no per ribellarvi al paterno!" Luca Barbareschi traccia un quadro deprimente dei giovani che hanno votato no al referendum: sarebbero disinformati, superficiali, privi di strumenti, e con un grosso problema con il paterno, che li induce a ribellarsi contro qualsiasi cosa senza mai entrare nel merito....GUARDA

Barbareschi: siamo ascoltati e spiati da tutti i telefonini.

barbareschi-siamo-tutti-spiati-icona-play Luca Barbareschi, il popolare showman ora direttore del Teatro Eliseo a Roma, ha un'idea ben precisa sulla società della comunicazione digitale. A RaiNews24, il giorno dopo del voto al referendum, dice: "Siamo in democrazia... Capisco che ormai siamo ascoltati e spiati...GUARDA

Massimo D’Alema: è grazie a noi se M5S non ha vinto da solo!

Massimo D'Alema Massimo D'Alema fa la sua analisi del voto del referendum. Parla sarcasticamente delle rottamazioni di Matteo Renzi e afferma che se non ci fossero stati loro, il M5S avrebbe vinto da solo. ...GUARDA

I Cinque Stelle alla stampa: ora elezioni subito!

m5s-conferenza-stampa-iconaLa conferenza stampa del Movimento 5 Stelle alla Camera dei Deputati dopo la vittoria del No al Referendum Costituzionale. Davanti ai giornalisti, a tarda ora, dopo le dimissioni di Matteo Renzi, si sono presentati Vito Crimi, Danilo Toninelli, Alessandro Di Battista e Giulia Grillo, per dire al Presidente della Repubblica...GUARDA

Brunetta canta vittoria: Renzi ora si dimetta!

Renato Brunetta Brunetta canta vittoria: Renzi ora si dimetta!...GUARDA

Galloni e Rinaldi al Quirinale: ora Mattarella stralci il Pareggio di Bilancio

Galloni Rinaldi Quirinale Nino Galloni e Antonio Rinaldi salgono al Quirinale per chiedere simbolicamente a Mattarella che ora rispetti la volontà del popolo e si adoperi per rispettare la Costituzione italiana, stralciando subito il Pareggio di Bilancio ora Mattarella stralci Pareggio di Bilancio...GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>