Ma la pianti o no di smacchiare giaguari?

V

di Valerio Valentini

Leggenda vuole che Berlusconi sia imbattibile in campagna elettorale: gioca sporco, mentendo e smentendo senza remora alcuna, sparando panzane pazzesche e facendo proposte irrealizzabili. Così i suoi avversari sono costretti ogni volta a rincorrerlo, cercando di dimostrare l’infondatezza delle sue teorie. Ma è mai possibile che i suoi avversari – e in particolar modo il PD – non trovino altra strategia che quella di attendere la frottola berlusconiana del giorno per poi giocare di rimessa? Possibile che si rassegnino al fatto che a dettare l’agenda quotidiana della campagna elettorale sia solo e soltanto Berlusconi?

 

Prendiamo uno degli ultimi esempi: il condono. Dopo aver promesso quello tombale, il Caimano ha rilanciato ancora, aggiungendo anche quello fiscale. Così… ad abundantiam! Manco fosse un’offerta sul listino del supermercato. Eppure proprio sul tema dell’abusivismo edilizio e del consumo del suolo il PD poteva giocarsi una carta importantissima per lanciare un segnale forte al suo elettorato, dichiarando apertamente da che parte sta (ammesso che, effettivamente, stia proprio da quella parte): cioè non solo da quella della legalità, ma anche da quella della tutela ambientale e della salvaguardia della vite umane.

Il 5 febbraio scorso, infatti, l’ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e Ricerca Ambientale) ha presentato a Roma i risultati di un suo studio. Risultati agghiaccianti: dal 1956 a oggi, il cemento si è mangiato ininterrottamente 8 metri quadrati di Italia al secondo. Significa, come hanno esemplificato i tecnici dell’ISPRA, che ogni anno è stata cementificata una superficie pari a quella dei comuni di Milano e Firenze messi insieme. Ogni anno. E questa è la media: ma se si analizza la progressiva crescita del fenomeno nel corso degli anni si rimane ancor più sconcertati: se nel 1956 il consumo del suolo era di circa 8mila Km2, nel 2010 si è arrivati a oltre 20mila Km2. Si è passati dal 2,8% dell’intero territorio nazionale al 6,9%. E si tratta di un aumento che non è giustificabile alla luce dell’incremento demografico. Il suolo cementificato pro-capite è infatti raddoppiato: da 170 a 343 metri quadrati per cittadino.(Qui le tabelle riassuntive)

Nel corso del convegno organizzato dall’ISPRA è stato poi analizzato un rapporto della Commissione Europea, e sono stati presentati, per la prima volta in Italia, i dati di un altro studio commissionato da Bruxelles. Si è offerta così una visione continentale sull’argomento, da cui si evince che l’Italia ha una superficie di suolo consumata superiore alla media europea: 2,8% contro 2,3% (va detto che la Commissione Europea ha utilizzato altri parametri, calcolando la superficie “sealed”, cioè impermeabilizzata, e che i dati si riferiscono al 2006). Anche per quanto concerne la “superficie artificiale”, l’Italia è sopra la media: 5% contro 4,4%. E un dato che viene ribadito anche nel rapporto europeo è la sproporzione abissale tra la crescita (registrata dal 1960 al 2000) della superficie artificiale (300%) in rapporto alla crescita demografica (3,6%).

A Bruxelles hanno anche giudicato lo stadio attuale delle politiche che ogni nazione ha messo in campo per trovare una soluzione al problema: mentre Germania, Olanda, Regno Unito, Belgio, Danimarca, Repubblica Ceca, Slovacchia, Austria, Slovenia e Svezia hanno “attuato numerose misure”, a noi viene assegnato un cartellino meno lusinghiero, come del resto anche a Francia e Spagna: abbiamo cioè solo avviato “misure iniziali” (qui la tabella completa, a p. 17). Nel capitolo a noi specificamente riservato (qui a p. 95) si lancia anche un altro allarme: “le regioni del nord e quelle costiere sono affette in maniera significativa dall’impermeabilizzazione del suolo e dalla crescita incontrollata delle città”.

I risultati del rapporto ISPRA hanno trovato ampio spazio sui quotidiani nazionali. Ne ha parlato addirittura Salvatore Settis sulla prima pagina di Repubblica dell’8 febbraio (attenzione: il confronto Italia/Europa fatto da Settis nell’articolo non tiene però conto dei diversi parametri utilizzati nei due studi). Non si può dire, dunque, che l’occasione di affrontare l’argomento non ci fosse. E neppure si può dire che la tematica non si prestasse al clima da campagna elettorale. Al di là dell’aspetto legale ed ecologico, infatti, la tutela del suolo è, anche e soprattutto, una questione economica. Ne scrissi esattamente un anno fa: ogni anno in Italia oltre 3 miliardi di euro vengono spese per finanziare le “emergenze”, a fronte di 250 milioni per la prevenzione. Ma “per ogni milione speso per prevenire, ne abbiamo spesi 10 per riparare i danni della mancata prevenzione”. Bersani può evidentemente non leggere byoblu, ma difficilmente non legge Repubblica. E infatti proprio nell’articolo sopracitato, Settis scriveva: “Interrompere queste pratiche stolte, si sente ripetere, è impossibile perché vanno protette la manodopera e le imprese. Non è vero. Di lavoro per imprese e operai ve ne sarebbe di più e non di meno se solo si decidesse di dare priorità assoluta alla messa in sicurezza del territorio […]”.

Tutto questo Settis lo scriveva sul quotidiano uscito nelle edicole all’alba dell’8 febbraio. Quand’è che Berlusconi ha promesso il condono edilizio, oltre a quello tombale? A Leader, di Lucia Annunziata, cioè la sera dell’8 febbraio. Bersani e soci avrebbero avuto tutto il tempo di sfogliare Repubblica, leggere, rileggere, rileggere ancora, capire cosa c’era scritto e poi, forti del sostegno di un intellettuale che qualunque sinistra al mondo proporrebbe come ministro dell’Istruzione o dei Beni Culturali, lanciare la loro proposta: piano nazionale di messa in sicurezza del territorio e di recupero degli immobili, nuove possibilità di posti di lavoro, enorme risparmio e maggior tutela dell’incolumità delle persone (ogni mese 5 persone muoiono in Italia per frane e alluvioni, senza contare i terremoti).

Invece Bersani ha taciuto tutto il giorno, aspettando che fosse Berlusconi, alle 10 di sera, a lanciare la proposta del condono edilizio. Proposta aberrante, ma efficace in termini elettorali: al mago di Arcore nulla frega del nostro paesaggio, ma a bene che in Italia circa 6 milioni di Italiani (fonte WWF, p. 25) vivono in aree urbane abusive. Promettere una sanatoria garantisce al PDL una marea di voti. E qual è, invece, la strategia di Bersani? A Piazza Pulita, il 4 febbraio, disse  “mai più condoni”, vero. Ma poi aggiunse: “perché è ora che paghino un po’ tutti”. Abolire i condoni, secondo Bersani, è utile “a far pagare meno chi sta pagando tutto”. Ma non ha senso: non si rifiuta un condono per un motivo di equità fiscale. Anzi, è proprio il ritornello dei berlusconiani dire “il condono porta tanti soldi nelle casse dello Stato”. E infatti la proposta di Bersani non ha attirato molto l’attenzione di media e di elettori. Perché? Perché una proposta che abbia qualche possibilità di bucare lo schermo dev’essere alternativamente o pura fantascienza, come quelle di Berlusconi, oppure concreta, ben strutturata e allettante (come ci si aspetterebbe da chi vorrebbe vincere le elezioni).

Ma non spiegateglielo a Bersani. Lui si diverte così tanto a smacchiare i giaguari, che sembra brutto distoglierlo dai suoi trastulli.

 

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

8 risposte a Ma la pianti o no di smacchiare giaguari?

  • 4
    Harlock

    Purtroppo Bersani quelle cose non le dice perché non è la linea del PD. Lo dimostra la politica che il PD ha fatto in questi anni nel territorio.

  • 3
    novecento

    Il progetto di Monti (e qui tutti sul blog sanno qual’e’) potrebbe essere realizzato solo attraverso l’alleanza con Bersani.

    Bersani ha tanti voti, è alleato alla DC di Casini e del vaticano, ed indossa un camice rosa dove gli spruzzi del sangue si vedono poco.

    Berlusconi ha un camice azzurro dove il sangue si vedrebbe moltissimo e in piu’ ha la sfiga dell’essere stato sottoposto ad un golpe terribile, nonchè alleato della lega.

    Votare per Bersani equivale a votare per Monti. Votare per Monti equivale ad autorizzare ed approvare definitivamente il progetto “EUROPA” cosi’ come lo immagina l’alta finanza e la partitocrazia.

    Facciamo il possibile M5S e basta!!!!

  • 2
    novecento

    Il discorso di Antonio calza a pennello!!

    La scommessa del M5S deve essere proprio questa abbandonare la mentalità tipica italiana. Il lavoro non deve essere uno scambio di voti ma un diritto dell’essere umano. La vita non deve essere appesa ad un filo di cotone come si è stabilito con la legge Biagi e/o la crisi, ma ad un cavo d’acciao temperato e rinforzato dal saper vivere insieme, dall’aiutarsi l’uno con l’altro. E’ difficile pensare di poter uscire da questo marasma solo eliminanmdo il marcio (che comunque è tanto) è necessario insegnare ai nostri figli cosa è il rispetto, la storia, la costituzione, il dovere civico, il volontariato. Cercare di recuperare le disuguagianze economiche, di sesso, di classe col tempo si puo’ e bisogna crederci.

     

  • 1
    johnny siganza

    Valentini,

     

    Mi può gentilmente rispiegare la questione dei condoni alla fine dell’articolo? La prego ce lo rispieghi. Credo che basterebbe a rendere edotti i lettori sulla sua competenza in materia. 

  • 0
    opap

    E’ incredibile come ancora si pensi che l’edilizia sia importante per il nostro paese…ma siamo veramente idioti, l’unica cosa positiva di questa crisi è stata veramente la diminuzione delle costruzioni edilizie… che incontrollate distruggono il territorio e la nostra salute per l’arricchimento di pochi palazzinari..

    Come dice Settis tutti coloro che lavorano nel settore dell’edilizia potrebbero essere reimpiegati nella  protezione e salvaguardia del territorio…e ci guadagnerebbe la società tutta senza perdita di posti di lavori, anzi…

    è veramente pazzesco che nessun politico proponga un piano serio riguardo a questo argomento…

  • -1
    proid

    Condivido Antonio, la realtà Italiana l’hanno creata gli italiani… ma non vediamo tutto nero… passano gli anni e nel frattempo crescono nuove generazioni più attente e sensibili a problematiche prima ignorate dalle generazioni precedenti.

    Sulla cementificazione eviterei la semplificazione “qualunquista” fatta qui.

    OK cementificare sulla spiaggia o un’intera collina è dannoso all’ambiente e anche pericoloso nel secondo caso.

    Il motto di molti “anti-cemento” è secondo me collegato dal fatto che probabilmente nell’ultimo anno non hanno mai raccolto un frutto dall’albero (bella milano, tanti uffici ma pochi giardini!)

    Se cementificazione intendiamo edificare per far soldi ee edificare una “milano 10” in costa smeralda allora son daccordo che è da bloccare.

    C’è però un cemento “verde”: Sono le casette edificate nelle campagne da gente che ci vive. Queste campagne invece di essere trascurate e rese infruttivere vengono curate, ci piantano alberi da frutta, chi ci vive ha un rapporto più ecologico con la natura di chi dalla metropoli scrive in un blog criticando quello che si fa fuori dalla circonvallazione senza neanche concepire che si può vivere NELLA NATURA.

     

    Sulla passività del PD è tutto coerente con il suo programma. Leggi il programma nel PD e ci trovi solo frasi generiche… un programma-propaganda fatto per dire tante cose ma non si sa bene cosa di preciso e come realmente : http://www.partitodemocratico.it/Allegati/il-programma-dei-democratici-e-dei-progressisti.pdf.

    Diverso è il programma dei 5 Slette, più OPERATIVO e meno “prolissicamente tergiversante” : http://www.beppegrillo.it/movimento/programma/

    Sul programma del PDL basta aprire l’home page del PDL per avere la sensazione che non ce n’è … non vedo un link nell’header “IL NOSTRO PROGRAMMA”, vedo solo un un “cosa facciamo” (non “cosa faremo”) e un banner grande grande RIMBORSEREMO L’IMU… stica…!

  • -2
    Antonio C.

    É qui che l’idea di democrazia diretta e il coinvolgimento diretto della gente comune nella gestione della cosa pubblica mi spaventa. Per caritá, che chi ha supervisionato, autorizzato e gestito lo scempio attuale debba essere politicamente disintegrato é fuori da ogni dubbio, ma tutta questa cementificazione (dai su, non raccontiamocela!) é colpa nostra. É colpa nostra perché quado ci viene data mano libera siamo tutti pronti ad abusarne, é colpa nostra perché i responsabili di questo scempio sono stati eletti e rieletti (per decenni!) col nostro benestare in cambio di un tozzo di pane (il lavoro….).

    Siamo dunque sicuri che gli italiani (come il M5S propone) siano da coinvolgere direttamente? Ovvero passare, progressivamente, da una repubblica ad una, de facto, democrazia? Voteremo per piú servizi? Si, sicuro. Voteremo per piú controlli? No, non ci credo. Questo é e resta un Paese dove ci lamentiamo del traffico ma non prendiamo l’autobus, ci lamentiamo del parcheggio selvaggio, ma un sindaco che impone rigore e fa fare le multe perde le elezioni, ci lamentiamo delle raccomandazioni, ma se ne riceviamo una ci adeguiamo senza problemi.

    Che l’oocasione presentata dal M5S possa essere l’occasione per una svolta storica? Lo spero, davvero, ma é un cauto, mooooolto cauto ottimismo.

    Auguri, di cuore, a tutti!

    • -2.1
      Pietro Lorenzetto

      Caro Antonio, non è mica vero che siamo tutti uguali, io quando ho fatto l’allievo ufficiale non mi sono fatto raccomandare ed infatti mi hanno buttato fuori, ho chiuso un’azienda dopo 17 anni anche perchè non sono mai sceso a compromessi di bustarelle per farmi vendere il mio prodotto al posto di un’altro! Io adesso faccio parte del movimento 5 stelle e le persone che incontro sono spesso quelle che negli anni passati sono state bastonate come me!!! Che poi uno può anche everne approfittato fino ad adesso ma se incomincia ad esserci un cambio culturale generale, anche lui, inevitabilmente ne verrà travolto! Come ci aveva “coinvolto” nel male la politica degli ultimi 20 anni e oltre, ora può succederlo nel bene! Fiducia alla democrazia diretta!!!!!

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

In India schedature biometriche di massa ed eliminazione del cash oltre le 500 rupie.

india schedatura di massa e via i contanti La demonetarizzazione dell'India Lo scorso 8 novembre il nuovo primo ministro indiano Narendra Modi dichiarava fuori corso le banconote da 500 e 1000 Rupie, responsabili di circa l'85% del cash in circolazione in India. Sarebbe come se in Europa venissero eliminate in poche ore le banconote da...--> LEGGI TUTTO

La violazione della legge sulla propaganda elettorale. Registrate e denunciate.

Registra e denuncia violazione della legge sulla propaganda elettorale Ancora adesso, mentre scrivo, a votazioni in corso, se aprite i social network vi potete imbattere facilmente nella propaganda a favore del Sì al Referendum Costituzionale. La campagna per il Sì in rete è stata invasiva e ai limiti dell'illegalità. Cosa dice la...--> LEGGI TUTTO

Grazie Giorgio Napolitano!? Chapeau!? Si sono bevuti il cervello!?

M5S Grazie Giorgio Stiamo parlando di Giorgio Napolitano? Quello che nel 2011 ha spianato la strada alla troika del governo Monti? Quello che ha firmato qualunque cosa? Quello che nel 2013, quando c'erano le consultazioni per formare un nuovo governo, ha chiamato al Quirinale Pdl e Pd ignorando il...--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

Il terribile errore: “È il momento più pericoloso per l’umanità: le élite imparino ad essere umili”. Stephen Hawking

stephen hawkings attente elite di Stephen Hawking, fisico teorico e scrittore Essendo un fisico teorico che vive a Cambridge, ho vissuto la mia vita in una bolla di eccezionale privilegio. Cambridge è una città insolita, tutta incentrata su una delle grandi università del pianeta. All'interno di questa...--> LEGGI TUTTO

La lettera di una mamma lavoratrice che fa venire il magone

Mamme lavoratrici: la triste realtà che si cela dietro alla famiglia del Mulino BiancoPubblico questa lettera (inviata a Beppe Severgnini sul Corriere della Sera), che fa venire il magone non solo a chi l'ha scritta ma anche a me che l'ho letta, e nella quale credo si riconoscano tante, troppe mamme lavoratrici, perché sia motivo di riflessione sul modo in cui si è...--> LEGGI TUTTO

La lobby dello zucchero uccide – i nuovi documenti tenuti nascosti

la lobby dello zucchero uccideNEW YORK: Decine di scienziati, negli Anni 60, furono pagati dall'industria americana dello zucchero per sminuire il collegamento tra consumo di zucchero e problemi cardiaci e spostare così l'attenzione sui grassi saturi. A rivelarlo sono una serie di nuovi documenti scoperti recentemente da un ricercatore della University of California di...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Come funziona l’Italia: noi siamo quelli con il fiore in mano

Come funziona l'ItaliaCome funziona l'Italia Ecco come funziona la nostra società. Questa è l'Italia. E, ...caso mai cercaste il pallino "voi siete qui", in questo disegno noi siamo quelli con il fiore in mano....--> LEGGI TUTTO

I nanorobot a controllo mentale che vi osserveranno.

I NANOROBOT A CONTROLLO MENTALE CHE VI OSSERVERANNOPer la prima volta, una creatura vivente è stata controllata dall'uomo utilizzando esclusivamente il pensiero, grazie a nanorobot che hanno rilasciato all'interno di alcuni scarafaggi dosi programmate di farmaci, in risposta all'attività cerebrale di chi ha condotto l'esperimento. Una tecnica che - sostengono già alcuni - potrebbe essere molto utile per il trattamento...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Le vostre email

Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Rosi Bindi: sono i Cinque Stelle a volere il vitalizio!

Rosi Bindi Rosi Bindi: sono i Cinque Stelle che vogliono il vitalizio!...GUARDA

Roberto Fico (M5S): basta con gli uomini soli al comando!

Roberto FicoRoberto Fico, deputato M5S a capo della Commissione di Vigilanza Rai, risponde sulla questione della legge elettorale e sulle voci di una sua candidatura alla guida di un possibile Governo a 5 Stelle. ...GUARDA

Renzi si è dimesso: il video dell’annuncio in diretta dal Quirinale

renzi-dimissioni-quirinale Matteo Renzi ha dato le dimissioni. Aperta la crisi di Governo. L'annuncio in diretta dal Quirinale, dopo il colloquio con Sergio Mattarella. Da domani alle 18 partono le consultazioni. Il calendario sarà reso disponibile dall'ufficio stampa del Quirinale....GUARDA

Referendum: vinta una battaglia, ma la guerra continua – Diego Fusaro

fusaro-vinta-la-battaglia-ma-non-la-guerra "L'élite mondialista tornerà presto o tardi ad attaccare la Costituzione e lo Stato sovrano nazionale. Il suo obiettivo è quello della distruzione degli stati sovrani nazionali, che dopo il 1989 sono i soli ancora a resistono come luoghi del primato della politica sull'economia. La battaglia è...GUARDA

Attenzione: ecco come vogliono ribaltare l’esito del referendum

come-ti-ribalto-il-referendumATTENZIONE: ieri sera ho fatto questo video. E stamattina... zac: La Stampa conferma tutto: Padoan vuole chiedere aiuti all'ESM. Sapete cosa significa? Significa RIBALTARE IL NO AL REFERENDUM e prendersi in casa la Troika. QUESTO NON DEVE ACCADERE. Non c'è nessun Governo legittimo attualmente nel Paese, e qualunque decreto legge...GUARDA

La vittoria dell’informazione e i pericoli del dopo Renzi

claudio messora Il No al referendum costituzionale è la vittoria dell'informazione contro chi pensava che per convincere gli italiani a votare basta una comunicazione semplificata, comprensibile a un bambino delle scuole medie. La sconfitta di Renzi passa anche per una ipersemplificazione della Comunicazione che non ha convinto e...GUARDA

Barbareschi ai giovani: “Siete superficiali! Avete votato no per ribellarvi al paterno!”

Barbareschi ai giovani: "Siete superficiali! Avete votato no per ribellarvi al paterno!" Luca Barbareschi traccia un quadro deprimente dei giovani che hanno votato no al referendum: sarebbero disinformati, superficiali, privi di strumenti, e con un grosso problema con il paterno, che li induce a ribellarsi contro qualsiasi cosa senza mai entrare nel merito....GUARDA

Barbareschi: siamo ascoltati e spiati da tutti i telefonini.

barbareschi-siamo-tutti-spiati-icona-play Luca Barbareschi, il popolare showman ora direttore del Teatro Eliseo a Roma, ha un'idea ben precisa sulla società della comunicazione digitale. A RaiNews24, il giorno dopo del voto al referendum, dice: "Siamo in democrazia... Capisco che ormai siamo ascoltati e spiati...GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>