Fiducia? What’s fiducia?

bersani

Quindi improvvisamene gli attivisti del Movimento Cinque Stelle si sarebbero bevuti il cervello. Tutti insieme. Dopo avere combattuto per anni il Pdl e il Pd-L, dopo avere mandato “affa” tutto e tutti, improvvisamente, giunti nelle segrete stanze del potere, colpiti dall’ebrezza di qualche carica alla Camera o al Senato, sarebbero tutti per votare la fiducia a Bersani & Co. Ovviamente parliamo dello stesso Pd che ci ha regalato la tassa da 4 miliardi servita a pagare i conti di Monte dei Paschi di Siena, grazie al controllo capillare delle fondazioni bancarie e in cambio di agevolazioni di vario tipo e della stecca sugli stipendi degli uomini piazzati nelle posizioni chiave (vedi donazioni da quasi un milione di euro da parte di Mussari). E parliamo dello stesso PD che non ha mai fatto la legge sul conflitto di interessi ma che ha inciuciato con Forza Italia prima e con il Pdl poi. Ed è sempre lo stesso PD accanito europeista che va a chiudere la campagna elettorale a Berlino dopo avere votato e difeso ratifiche di trattati di sterminio di massa, come il Fiscal Compact e il Mes, e che è il più accanito sostenitore degli Stati Uniti d’Europa. Lo stesso PD che copia le parlamentarie di Grillo ma riserva i posti chiave per le solite Bindi & Co. Lo stesso Pd di Violante, di D’Alema, del Copasir, quello che mandava i cinesi a votare alle primarie in Campania, quello di “abbiamo una banca“, quello di Prodi che ci ha portato nell’Euro, quello della Goldman Sachs che lo sostiene apertamente, quello del golpe morbido di Giorgio Napolitano, quello che attraverso il leader Maximo lavorava da almeno due anni a un governo Monti e che ci ha preso per il culo (e continua a farlo) con la leggenda del Fate Presto e dello spread assassino, torcendo a proprio vantaggio la Costituzione, quello delle commissioni bancarie ripristinate in men che non si dica, dopo che erano state azzerate insieme alle spese per i conti corrente dei pensionati (e si è capito poi perché). Quel PD lì, insomma…

Aiutami a continuare a fare informazione libera

 

E questi duri e puri del Movimento Cinque Stelle, arrivati in Parlamento al ritmo di “vi apriremo come una scatoletta di tonno”, al primo canto delle sirene di gente corresponsabile di tutto questo sfascio, si metterebbero a invocare l’accordo, addirittura la fiducia, come un qualsiasi partitucolo da prima repubblica? Ma lo sanno questi signori che, se votano la fiducia, si rendono corresponsabili di tutto quello che farà dal giorno dopo il Governo di Bersani & soci? Lo sanno che questi sono vecchi squali della politica, controllano i ministeri e conoscono tutti i trucchi possibili per fare tutto l’ostruzionismo di questo mondo, per cui, conoscendo la tattica della melina meglio di chiunque altro, avendola praticata per intere legislature, prometteranno per l’ennesima volta di tagliarsi gli stipendi, di togliere i rimborsi e tutto il resto, ma poi troveranno tutte le scuse per ritardare fino ad arenare ogni progetto di legge del Movimento Cinque Stelle, mentre cercheranno di far passare nuove ignominie ai danni del popolo italiano, e queste ignominie ricadranno sulla testa del Movimento Cinque Stelle? Ma davvero il popolo del “tutti a casa” è diventato improvvisamente così accondiscendente, così stupido o così ingenuo?

Forse. O forse no. Forse i titoloni dei giornali, quelli che parlano di base spaccata basandosi su qualche commento su un blog e su una petizione in rete – e sono gli stessi giornalisti che non sanno distinguere “Twitter” da “Tweet”, ripetendo grottescamente “ho letto un twitter di tizio e caio” ad ogni ospitata televisiva – sono solo l’ennesima strumentalizzazione giornalistica orchestrata dalla vecchia politica che cerca di tamponare l’ondata di cittadini all’arrembaggio delle istituzioni.

Forse questa Viola Tesi che all’improvviso spunta fuori dal nulla, con una petizione pro fiducia (pro Pd) in rete, guarda caso su un sito che nulla ha a che fare con il Movimento Cinque Stelle, raccogliendo magicamente decine di migliaia di firme, non è esattamente espressione della base del Movimento. Potrebbe mai esserlo una che fino a un paio di mesi fa almeno militava convintamente nella base del Partito Pirata? Lo stesso partito pirata che deve vedersela con quel Marco Marsili che proprio durante le scorse elezioni, sbugiardato da Anonymous o chi per essi, cospirava contro il Movimento Cinque Stelle cercando di distruggerlo?

Viola Tesi

Ed ecco, cliccando qui, una delle tante conversazioni che provano la sua partecipazione attiva nella base del Partito Pirata. Può una attivista convinta di un altro movimento, a uno o due mesi dalle elezioni, diventare come per magia espressione della base del Movimento Cinque Stelle ed essere rilanciata, in primis da Repubblica, il giornale della tessera numero uno del PD (De Benedetti), con la sua petizione pro Pd (adesso capite la ragione delle regole sulle candidature di Grillo)? E le 75mila firme raccolte, come per magia, in meno di 48 ore, sono della base del Movimento Cinque Stelle? Cosa dà cotanta sicumera ai signori giornalisti che fanno i titoli? Fanno le pulci a una che non conosce il numero esatto dei senatori della Repubblica, e poi sparano titoli così palesemente scollegati dai fatti (salvo poi venire a fare i sermoni ai blogger in rete se per caso non mettono le virgolette sul titolo di un post)? Già, perché è evidente che se una di un altro partito viene spacciata per una rappresentante della base del Movimento Cinque Stelle solo perché pubblica una lettera su un sito qualunque, con la stessa nonchalance si possono far votare decine di migliaia di militanti di un qualunque altro partito sotto a una petizione qualsiasi e poi spacciare le firme come la prova evidente che la base del Movimento Cinque Stelle (o quella dell’ultimo partito della Nuova Guinea) è compatta contro il suo leader.

Tant’è vero che alcuni, tra i firmatari, non si fanno neppure scrupolo di mascherare il fatto non solo di non essere appartenenti alla base del Movimento Cinque Stelle, ma neppure di essere espressione di quegli 8 milioni e mezzo di italiani che hanno condiviso e votato le proposte di Grillo:

firma1_500firma2_500

Cari “grillini” (a me questo termine potete passarlo): voi siete arrivati adesso con le valigie di cartone, ma questi conoscono l’arte di mettervelo in quel posto meglio di chiunque altro, avendo una lunga scuola alle spalle. Cercate di non farvi fregare e rimettete, con lucidità, ogni tassello al suo posto.

Voi, per la vostra storia e per la natura radicale delle vostre rivendicazioni, che sono quelle che gli italiani vi hanno chiesto esplicitamente di portare avanti, non potete votare la fiducia a un partito che si è reso corresponsabile dello stato in cui versa questo Paese. Tutt’al più, se proprio Pd e PdmenoL ci tengono alla governabilità, possono sempre votare – loro – la fiducia al primo Governo targato Movimento Cinque Stelle.

 

 

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

341 risposte a Fiducia? What’s fiducia?

  • 238
    daco

    Signor Messora, 

    mi presento, mi chiamo Daniele e non sono un elettore del movimento, ma essendo il movimento aperto a tutti, vorrei esprimere il mio pensiero.

    Capisco benissimo che il movimento sia nato in opposizione alle forze politiche attuali, che non sono state capaci di governare e soprattutto farlo bene, e su questo tutti d’accordo. Ma la politica è fatta di pragmatismo, il paese così non va avanti e cincischiare o meglio, come detto oggi, “lasciarli scornare per poi vincere” questo è da irresponsabili, si.

    Il movimento ha conqustato voti di milioni di persone non perchè abbiano letto il programma, non fate lo sbaglio di crederlo, ma perchè disgustati e perchè vedono in voi una forza nuova e al momento migliore. Ricordate però che la politica è l’arte di governare(bene, aggiungo) e a volte sebbene a malincuore servono i compromessi, non si governa con l’idealismo e il complottismo. Una volta che si è dentro il PALAZZO (che mi auguro diventi trasparente che dicono) urge che ci alzi le maniche e si lavori! 

  • 237
    mettjus

    sarebbe bello sentire un po’ + odore di democrazia. sono stato a qualche riunione del m5s solo nel 2009 (l’ho votato domenica) ma federico pistono sicuramente è + assiduo di me

    la questione urge: http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=lr3bU7K1XmA#!

  • 236
    mettjus

    ho votato m5s e ho firmato la petizione, forse ignaro delle sottili strategie politiche del pd

    ma se si vuole un “cambio culturale” è ora di iniziare a dare l’esempio e criticare le idee nel merito e non attaccando le persone ( che compongono la cosidetta “intelligenza collettiva” che piace tanto a grillo – e a me, per inteso )

    http://www.gonews.it/articolo_183659_Viola-Tesi-Contro-la-mia-petizione-per-avvicinare-M5S-Bersani-partita-la-macchina-del-fango.html

    http://www.facebook.com/notes/stefano-mastrangelo/trova-le-differenze/10151362545363432

    inoltre, come ha detto anche casaleggio sul palco, si inizia a sentire il bisogno di un po’ di trasparenza (se possibile in politica)

     

    mattia

    ps: sono un troll?

  • 235
    Claudia B.

    Non sono d’accordo, Claudio, su questi sospetti-quasi certezze, su chi ha votato perchè il M5S cerchi un’intesa con il PD.

    Io sono tra questi, così come so di amici del M5S, e non siamo troll. 

    (ammetto di non aver votato M5S, pur avendo convinto amici a farlo ed essendo stata in dubbio fino all’ultimo. Decisiva verso il non voto è stata la sensazione, guardando interviste di Grillo, che in realtà i candidati fossero pronti solo ad un’opposizione e non al governo del Paese – discorsi sulla necessità di formazione celere in vista delle prossime elezioni)

     

    Ma a questo punto, come fate ad esserne sicuri che lo siamo o non lo siamo?

    Io ne sono certa, so chi sono,  ma voi mi state giudicando e definendo un troll per quale  motivo? perchè ho espresso una posizione contraria alla linea del Movimento?

    Ma allora non viene a cadere uno dei pilastri del confronto con i cittadini, il principio  della democrazia diretta esercitata  attraverso la rete, caposaldo del movimento?

    Abbiamo implementato degli strumenti tecnologici che garantiscano che questo tipo di democrazia, almeno per chi ha attualmente la possibilità di accesso alla rete (quindi un numero limitato di cittadini rispetto all’elettorato attivo) sia reale e non fittizio, o peggio, manipolabile?

    A queste condizioni, come si possono fare proposte ai nostri rappresentanti in Parlamento che siano controllabili dai cittadini stessi?

    e in vista di un referendum sull’euro – questione non marginale – come si fa ad arrivare ad una scelta consapevole e rappresentativa della totalità degli elettori, con l’attuale digital divide?

     

     

     

     

  • 234
    clack

    Mjollnir ha scritto :
    Claudio, ma quanti “gianniguelfi” hanno sgunzagliato questi qua? C’è un invasione!

    Un centinaio almeno:

    A.A.A. VOLONTARI CERCASI – Per le esigenze del Dipartimento Comunicazione del PD Roma, si ricercano le seguenti figure di volontari:

    * Democratici Comunicatori della Rete – età compresa fra i 16 e i 70 anni, dotati di computer e connessione ad Internet, buona conoscenza della rete, dei blog e dei social network, disponibili a frequentare un corso di formazione presso la Federazione di Roma, da impiegare nella diffusione delle notizie relative al PD e nel contrasto della disinformazione propalata sulla Rete. (100 posti)

    fonte:

    http://www.pdroma.net/dipartimenti/comunicazione-e-propaganda/

    • 234.1
      HOWGIO'
    • 234.2
      capitanharlock

      Si sono accorti un po’ tardi…

      Adesso diventeranno esperti della comunicazione in rete.

      Il patetico pdl già propugna come suoi punti del programma M5S, copiati pari pari.

      Dicono che devono realizzarli al più presto, per il bene dell’Italia.

      Chissà dove sono stati negli ultimi 20 anni.

      Forse erano posseduti… e ora si sono svegliati.

      Adesso il pd ha deciso che deve “contrastare” la disinformazione in rete, ossia cercare di far tacere quel poco di libera informazione rimasta.

      Purtroppo per loro è troppo tardi.

      Non ce la faranno.

  • 233
    Ele

    Riporto anche qui un commento che ho inserito sul sito di Beppe Grillo, per condividere un dubbio riguardante questa famigerata petizione di Viola Tesi:

    “In merito alla petizione di Viola Tesi avrei una domanda da fare.
    Io sono iscritta a Change.org perché ho firmato da quella piattaforma altre
    petizioni… l’altro ieri mi arriva un’email riguardante la petizione in
    questione, che ho preferito non firmare,ed informarmi prima di che cosa si
    trattasse.
    Sono anche rimasta stupita perché a dire il vero era la prima volta che mi
    arrivava un avviso da Change.org e mi sono chiesta come mai l’avessero
    inviata proprio a me.Con quali criteri? Perché?
    Dopo qualche ora, scopro, per caso che esiste un’altra petizione sulla
    stessa piattaforma
    -un-governo-bersani che chiede il contrario, ovvero di non votare la
    fiducia al PD, ma guarda caso di questa non mi arriva alcuna segnalazione
    via email…
    Infatti, la prima petizione (quella di V.Tesi) viene firmata da 100.000
    persone in poche ore, mentre la seconda, di cui pochissimi sono a
    conoscenza prende solo 5000 firme in 3 giorni.
    Non sapendo bene come funziona la piattaforma change.org mi chiedo: perchè
    mi è arrivato solo l’avviso della prima petizione? 
    Ho parlato di questo con altre persone che a loro volta mi hanno confermato
    di aver ricevuto un solo avviso via email:il primo.
    Voi sapete come funziona? E’ successo anche a voi? Mi sono persa qualcosa
    (meccanismo di funzionamento di change.org) oppure è meglio essere
    sospettosi?
    Grazie”

    “In merito alla petizione di Viola Tesi avrei una domanda da fare.Io sono iscritta a Change.org perché ho firmato da quella piattaforma altrepetizioni… l’altro ieri mi arriva un’email riguardante la petizione inquestione, che ho preferito non firmare,ed informarmi prima di che cosa sitrattasse.Sono anche rimasta stupita perché a dire il vero era la prima volta che miarrivava un avviso da Change.org e mi sono chiesta come mai l’avesseroinviata proprio a me.Con quali criteri? Perché?Dopo qualche ora, scopro, per caso che esiste un’altra petizione sullastessa piattaformahttp://www.change.org/it/petizioni/beppe-grillo-non-possiamo-dare-fiducia-a-un-governo-bersani che chiede il contrario, ovvero di non votare lafiducia al PD, ma guarda caso di questa non mi arriva alcuna segnalazionevia email…Infatti, la prima petizione (quella di V.Tesi) viene firmata da 100.000persone in poche ore, mentre la seconda, di cui pochissimi sono aconoscenza prende solo 5000 firme in 3 giorni.Non sapendo bene come funziona la piattaforma change.org mi chiedo: perchèmi è arrivato solo l’avviso della prima petizione? Ho parlato di questo con altre persone che a loro volta mi hanno confermatodi aver ricevuto un solo avviso via email:il primo.Voi sapete come funziona? E’ successo anche a voi? Mi sono persa qualcosa(meccanismo di funzionamento di change.org) oppure è meglio esseresospettosi?Grazie”

    • 233.1
      Giovanni Vertuan

      Su change.org non hai torto, non so su questo caso ma ci son varie cose sospette a mio modo di vedere.

      Si puo` partire da qui (in inglese da Forbes):  http://tinyurl.com/cxpyes5

      Aggiungi il fatto che risultano essere una organizzazione for profit mentre spacciano una certificazione b-corps ( http://www.bcorporation.net/what-are-b-corps ). Questa non è per forza solo per società no profit, ma è una certificazione che per come la vedo se vai a vedere a chi viene data ha già di suo alcune cose poco chiare.

      Infine aggiungi il fatto che ti registrano all’atto della firma (registrando la firma stessa) senza nessuna forma di verifica.

  • 232
    capitanharlock

    tizgaisem ha scritto :Noto solo che la cristallina (si fa per dire) fermezza del m5s nel rifiutare qualsiasi accordo con altri non è né lodevole né nuova: è la vecchia, vecchissima (e riprovevole) logica del tanto peggio tanto meglio. Il ragionamento non è: “Che cosa conviene al paese?” Ma, semmai: “In che modo prendiamo più voti la prossima volta? (e il paese si arrangi, più a rotoli va, più gongolo)”. Che la logica sia questa è stato detto, da alcuni del m5s, in maniera così chiara che più chiara non si può. Qualcuno mi spiega che c’è di figo, di nuovo, di pulito, di responsabile in questo vecchio, vecchissimo (e schifoso) modo di ragionare? E’ la logica politica più deteriore, più bassamente ingorda di potere, più irresponsabile che si possa immaginare. E nemmeno nuova: già vista e rivista nel passato. “Il sonno della ragione genera mostri”, Goya

    E’ l’esatto opposto della realtà.

    Con dalema non ci si può alleare.

    E questo è stato detto fino alla nausea in campagna elettorale.

    Il bene del paese sarebbe concedere a dalema di goverare e di farsi gli affaracci suoi per l’ennesima volta?

    Io ho un concetto differente del bene dell’Italia.

  • 231
    High Definition

    alextrov ha scritto :
      Al primo dissenso interno si grida ai troll e ai finti sostenitori. Mi sembra molto semplicistico. Come dire che chi non è d’accordo con la petizione è solo un filo-berlusconiano o un ex-PDL.  Da chi pensate sia composto questo 25%? Da nuovi italiani usciti dal nulla? Siamo tutti ex-qualcosa e cerchiamo di cambiare le cose. Fra poco mi aspetto che qualcuno inizierà a rimpiangere “meglio al 5% ma tutti allineati e coperti” che al governo. Roba da Democrazia Proletaria, per chi se la ricorda.  

     

    Vi rendo noto l’ultimo aggiornamento della “neolingua”: dopo “La guerra è pace” e “La dittatura è democrazia” ora abbiamo: “Rimettere al governo PDL e PD-L, o, in alternativa, tenersi Monti ancora per un po’, è il modo migliore di realizzare il programma del Movimento 5 Stelle”.

    Segue un ovvio corollario: “E chi non è d’accordo con questo è un infiltrato”.

    I miei complimenti. Continuiamo così.

  • 230
    e.talpa

    Mi aggiungo buon ultimo. Solo per presentarmi, sono un valsusino No Tav (ma ciò che scrivo ovviamente è a titolo personale). Spero ancora in voi ma l’inizio non mi è piaciuto, non continuate così. Si può scegliere un’allenza tattica oppure no MA NON DEVE ESSERE GRILLO A DECIDERE. Certo, nemmeno una petizione… ma si voti online, si consultino i senatori e deputati neoeletti e lo si faccia con trasparenza!

    Ho votato M5S, dopodiché, fregandomene se ViolaComeSiChiama fosse fino a ieri del PD o marziana, ho sottoscritto in buona fede (e senza farmi “istigare”) la sua petizione.

    Penso ci sia un’occasione unica per “portare a casa” delle riforme (o inchiodare il PD alle sue sole reponsabilità se non volesse farle) perché per la prima volta c’è la possibilità di una maggioranza abbastanza “solida”.
    Questo non significa tradire alcuna promessa né snaturarsi, perché la fiducia parlamentare è atto tecnico, mica atto di fede religioso. E non vuol neanche dire trovare un compromesso (peraltro, la politica è proprio la ricerca di mediazioni) ma solo sostenere quelle proposte che stanno nel programma di entrambi (intersezione di insiemi, comune denominatore, chiamatelo come vi pare).
    Con quale SCUSA si dice no a questa proposta? Perché siamo all’asilo e non vogliamo giocare con quelli che ci hanno insultato (e che abbiamo insultato) fino a ieri? Perché “non funzionerebbe”? (certo, non provarci nemmeno è il modo migliore per farlo funzionare).
    Perché chi lo sostiene è un infiltrato? Ragazzi, coerenza! O ascoltate la gente, la rete (a prescindere dalla piattaforma che usa per manifestarsi) oppure gli iscritti (e allora siete un partito e la smettete di menarla contro i partiti).
    O ci ascoltate come elettori, anzi, o ascoltate tutti i cittadini, oppure se per essere ascoltati si deve “far parte” del movimento, allora è come avere una tessera, non è democrazia dal basso, si diventa esattamente come gli altri partiti, anzi peggio perché Grillo non è stato eletto da nessuno.

  • 229
    capitanharlock

    Ecco le rivoluzionarie proposte di dalema, non si sono fatte attendere:

    “Dobbiamo dimezzare il numero dei parlamentari, ridurre quello degli eletti, riformare radicalmente la struttura amministrativa del Paese, mettere mano ai costi della politica, combattere la corruzione, varare una seria legge sul conflitto di interessi”.

    Tutte proposte concrete, precise…
    Mettere mano, ridurre, combattere…
    Governo bersani e presidenze di camera e senato a pdl e m5s.

    E il M5s dovrebbe votare la fiducia a questo qui?
    Lo dico io stavolta:
    dalema, ma vedi di andare aff…

  • 228
    Claudia B.

    Non sono d’accordo, Claudio, su questi sospetti-quasi certezze, su chi ha votato perchè il M5S cerchi un’intesa con il PD.

    Io sono tra questi, così come so di amici del M5S, e non siamo troll. 

    (ammetto di non aver votato M5S, pur avendo convinto amici a farlo ed essendo stata in dubbio fino all’ultimo. Decisiva verso il non voto è stata la sensazione, guardando interviste di Grillo, che in realtà i candidati fossero pronti solo ad un’opposizione e non al governo del Paese – discorsi sulla necessità di formazione celere in vista delle prossime elezioni)

     

    Ma a questo punto, come fate ad esserne sicuri che lo siamo o non lo siamo?

    Io ne sono certa, so chi sono,  ma voi mi state giudicando e definendo un troll per quale  motivo? perchè ho espresso una posizione contraria alla linea del Movimento?

    Ma allora non viene a cadere uno dei pilastri del confronto con i cittadini, il principio  della democrazia diretta esercitata  attraverso la rete, caposaldo del movimento?

    Abbiamo implementato degli strumenti tecnologici che garantiscano che questo tipo di democrazia, almeno per chi ha attualmente la possibilità di accesso alla rete (quindi un numero limitato di cittadini rispetto all’elettorato attivo) sia reale e non fittizio, o peggio, manipolabile?

    A queste condizioni, come si possono fare proposte ai nostri rappresentanti in Parlamento che siano controllabili dai cittadini stessi?

    e in vista di un referendum sull’euro – questione non marginale – come si fa ad arrivare ad una scelta consapevole e rappresentativa della totalità degli elettori, con l’attuale digital divide?

     

     

     

     

  • 227
    Dandelik

    Claudio vorrei chiederti un parere da nuovo sostenitore del M5S:Ho sentito dire spesso che il movimento e’ troppo giovane e inesperto per affrontare il parlamento; addirittura che Movimento 5 Stelle e il successo alle elezioni 2013 ricordi molto il trionfo della Lega Nord nel 1992 che ha fallito in breve. Secondo te in quello che dicono c’è effettivamente un collegamento o sono i soliti politici che tentano di strumentalizzare e screditare quello che potrebbe essere effettivamente un partito che rappresenta la svolta del paese? Vorrei precisare che io credo molto nel M5S e nel suo programma ( perché il programma esiste a differenza di quello che la televisione vuole far credere a i più ) ma sono molto curioso di sapere la tua opinione.GrazieDavide

  • 226
    tizgaisem

    Non ho votato m5s, e quindi non sottoscrivo nessuna petizione perché il m5s faccia una cosa piuttosto che un’altra.

    Noto solo che la cristallina (si fa per dire) fermezza del m5s nel rifiutare qualsiasi accordo con altri non è né lodevole né nuova: è la vecchia, vecchissima (e riprovevole) logica del tanto peggio tanto meglio. Il ragionamento non è: “Che cosa conviene al paese?” Ma, semmai: “In che modo prendiamo più voti la prossima volta? (e il paese si arrangi, più a rotoli va, più gongolo)”. Che la logica sia questa è stato detto, da alcuni del m5s, in maniera così chiara che più chiara non si può.

    Qualcuno mi spiega che c’è di figo, di nuovo, di pulito, di responsabile in questo vecchio, vecchissimo (e schifoso) modo di ragionare? E’ la logica politica più deteriore, più bassamente ingorda di potere, più irresponsabile che si possa immaginare. E nemmeno nuova: già vista e rivista nel passato.

    “Il sonno della ragione genera mostri”, Goya

  • 225
    Fulcherio

    Achtung!

    La Viola Tesi è una trolla!

    Il pericolo maggiore che le Buone Insorgenze debbono affrontare è quello degli Ultracorpi Politici, veri e propri mutanti speculari.

    Occhi aperti, e sguardo profondo! 

    Perforiamo le sagome!

  • 224
    Claudia B.

    Non sono d’accordo, Claudio, su questi sospetti-quasi certezze, su chi ha votato perchè il M5S cerchi un’intesa con il PD.

    Io sono tra questi, così come so di amici del M5S, e non siamo troll. 

    (ammetto di non aver votato M5S, pur avendo convinto amici a farlo ed essendo stata in dubbio fino all’ultimo. Decisiva verso il non voto è stata la sensazione, guardando interviste di Grillo, che in realtà i candidati fossero pronti solo ad un’opposizione e non al governo del Paese – discorsi sulla necessità di formazione celere in vista delle prossime elezioni)

     

    Ma a questo punto, come fate ad esserne sicuri che lo siamo o non lo siamo?

    Io ne sono certa, so chi sono,  ma voi mi state giudicando e definendo un troll per quale  motivo? perchè ho espresso una posizione contraria alla linea del Movimento?

    Ma allora non viene a cadere uno dei pilastri del confronto con i cittadini, il principio  della democrazia diretta esercitata  attraverso la rete, caposaldo del movimento?

    Abbiamo implementato degli strumenti tecnologici che garantiscano che questo tipo di democrazia, almeno per chi ha attualmente la possibilità di accesso alla rete (quindi un numero limitato di cittadini rispetto all’elettorato attivo) sia reale e non fittizio, o peggio, manipolabile?

    A queste condizioni, come si possono fare proposte ai nostri rappresentanti in Parlamento che siano controllabili dai cittadini stessi?

    e in vista di un referendum sull’euro – questione non marginale – come si fa ad arrivare ad una scelta consapevole e rappresentativa della totalità degli elettori, con l’attuale digital divide?

     

     

     

     

  • 223
    tizgaisem

    Vedo un gran parlare di infiltrati. Chi non dice cose in linea con il Pensiero Unico (quello del Capo, ovvio; è così comodo spegnere le valvole e far pensare altri, è così riposante) è un infiltrato.

    La preoccupazione che vi possano essere infiltrati tra chi fa petizioni on line mi pare legittima, chi può dire chi c’è dietro.

    Non capisco però quando tale preoccupazione viene da chi fin qui ha lodato internet come meccanismo garantito per la democrazia diretta. Ma come, fino a ieri dicevate che internet permette al popolo di esprimersi, e ora se uno si esprime come non volete voi è un infiltrato?

    A proposito: mi spiegate come avete evitato l’infiltrarsi di infiltrati (scusate il bisticcio) alle Parlamentarie? C’era un miracoloso filtro anti-infiltrati? Non capisco perché le espressioni di voto alle Parlamentarie dovrebbero essere prive delle interferenze degli infiltrati e queste petizioni invece no. Qualcuno mi spiega il miracoloso meccanismo che avevate attivato allora? E perche’ non attivarlo anche ora, cosi’ siamo sicuri che gli infiltrati stanno fuori dalla porta?

    • 223.1
      capitanharlock

      Di sicuro “infiltrati” è improprio.

      Altrettanto sicuro è che i commenti ai blog sono decuplicati.

      Il che significa che molti che non avevano nessun interesse nel m5s adesso magicamente si sono destati.

       

      Per le parlamentarie, il cui meccanismo è CERTAMENTE da rivedere, votava solo chi era iscritto al ms e verificato (ossia aveva inviato un documento di identità).

      Questo ha evitato una buona percentuale di giocherelloni”.

      Come già detto, il meccanismo è da migliorare, non sonsente sufficiente trasparenza, questo è il vero difetto.

  • 222
    alekos60

    Francamente non credevo che leggendo questo blog mi sarei ricreduto così repentinamente sul voto che ho appena dato. Claudio, scusa l’ardire, ma una quantità di scemenze così lunga e supponente pensavo di doverla sorbire solo ad un convegno del PD. A proposito ma del PDL e di come abbia devastato tutto quello che poteva devastare in questi anni, volete (nn uso più il “vogliamo” xchè, ripeto, io a questo livello di insensatezza nn ci sto più. Grazie lo stesso !!) dicevo, volete parlarne ogni tanto o i cattivi sono solo il PD. Ora scopro che anche Monti è tornato “quasi buono”. Mioddio. Di quello che ho letto sui ns/vs blog, e ho letto tanto ahimè credimi, c’è un 30% di cose giuste anzi giustissime e un 70 % di c**zate inenarrabili. E’ la stessa percentuale che ho trovato nelle parole e nei siti delle altre forze politiche (PD incluso, ancora-ahimè !!!) Quindi, non è cambiato niente !! Mi ricordate “Il dittatore dello stato libero di Bananas” di Woody Allen…solo che io ..le mutande sopra i pantaloni nn mi rassegnerò a metterle !!! Speravo in meglio Claudio, sul serio e con modestia, ma credo che tu debba ancora attacchinare un pò di più e sparlare un pò meno, anche se questa considerazione può sembrare demodè e “analogica”. E credimi, se ancora ci riesci, ma mi dispiacerà constatare che questo movimento, che io vorrei partito il più prosto possibile, si assottiglierà prima o poi,  per colpa di scriba logorroici come te. Davvero !!

  • 221
    Francisco

    Vorrei ricordare agli esponenti e sostenitori di Rivoluzione Civile che non si riacquista consenso elettorale dileggiando la coerenza antipiddina di Grillo. 
    Vorrei ricordare ai vecchi dipietristi che mentre loro organizzavano i Referenda del 2011, l’amico Bersani li boicottava praticamente nella raccolta firme e ideologicamente con la pubblicazione di un libro (“Per una buona ragione, dove si dichiarava favorevole al Nucleare e alla privatizzazione dei servizi idrici”).
    Vorrei ricordare che, con un cambio repentino di 6 giorni, Bersani si è aggiudicato la vittoria di referenda che aveva perso.
    Vorrei ricordare ai dipietristi che Bersani, il gruppo editoriale di De Benedetti e le reti televisive europeiste hanno condotto una campagna mediatica vergognosa ai danni di IDV con il video di Berlusconi che si sedeva vicino a Di Pietro, sulle case di Tonino e sul caso Maruccio.
    Vorrei ricordare ai dipietristi inoltre che Bersani ha raggiunto l’obiettivo di distruggere la foto di Vasto: secondo lui, era quello che doveva dettare le regole e chi non ci stava poteva scomparire. Bene.. questo si è dimostrato..
    E’ vergognoso quindi che proprio voi, dipietristi, rompiate i cocones a Grillo, dimostrando di non avere orgoglio, dignità e memoria storica!

  • 220
    Roberto Locatelli

    Condivido in pieno il pensiero di Messora. Sono convinto che una fiducia non porterebbe lontano nè il futuro governo nè il movimento 5S. La nostra proposta è di rottura con il passato mentre non sono cnovinto che lo sia per il PD (forse a parole ma non nei fatti..).

    Dobbiamo rimanere vigili e decidere proposta per proposta portata in parlamento.

  • 219
    mettjus

    ho votato m5s e ho firmato la petizione, forse ignaro delle sottili strategie politiche del pd

    ma se si vuole un “cambio culturale” è ora di iniziare a dare l’esempio e criticare le idee nel merito e non attaccando le persone ( che compongono la cosidetta “intelligenza collettiva” che piace tanto a grillo – e a me, per inteso )

    http://www.gonews.it/articolo_183659_Viola-Tesi-Contro-la-mia-petizione-per-avvicinare-M5S-Bersani-partita-la-macchina-del-fango.html

    http://www.facebook.com/notes/stefano-mastrangelo/trova-le-differenze/10151362545363432

    inoltre, come ha detto anche casaleggio sul palco, si inizia a sentire il bisogno di un po’ di trasparenza (se possibile in politica)

     

    mattia

  • 218
    calimero

    L’ipotesi di voto di fiducia da parte del M5S ad un Governo Bersani è improponibile !!!

    Alcuni giorni fa mi ha fatto riflettere la noizia di un fantomatico incontro tra Casaleggio e Romano Prodi (quell’allegro signore, cameriere di Goldman Sachs e del Builderberg) !!!!

     

    Su questa notizia vorrei avere maggiori informazioni !!!!!!

  • 217
    Controcorrnte

    State giocando col fuoco o governare o prendere una mazzata alle prossime elezioni non è più tempo di calcoli astrusi e giochini sulla pelle del paese anche un cretino lo capirebbe.

  • 216
    Stevens

    Quando ho letto un tweet di Grillo (come vede conosco la differenza tra Twitter e Tweet ….) che segnalava il Suo intervento su La Cosa, mi sono chiesto: chi è questo Messora d’Egitto  (guarda caso …)?

    Sono allora entrato in questo Blog e nello specifico in “Fiducia? What’s fiducia?”.

    Complimenti!
    Il suo qualunquismo è inferiore solo a quello del  Lider Maximo Grillo!
    (NB: scrivo “Lider” come a Cuba; lo preciso per evitare che poi Lei mi spieghi la differenza tra Leader e Lider …).

    Leggo le solite bordate di grana grossa, che come ben sa l’uomo di spettacolo Grillo, sono quelle che vanno dritte alla pancia della gente e soprattutto un attacco indiscriminato contro il PD, pardon, il pdmenoelle: sembra quasi che negli ultimi 20 anni non abbia governato nessun altro.

    Capisco che il PD vi abbia offeso, facendovi offerte ragionevoli, proponendovi un programma comune: una cosa gravissima!
    Voi avete il vostro programma che non si discute, Grillo ne ha ricevuto le tavole sul Sinai della Rete; anatema contro chi non approva!

    Quelli che poi vi richiamano ad un senso di realtà (perché adesso è il momento del fare, realisticamente fare), vengono liquidati come quinte colonne del nemico.

    Così non si va da nessuna parte.
    State dando l’idea di puntare allo sfascio.

    Tenete presente che vi hanno votato  non solo i fedeli adoranti a cui è apparso in visione Grillo, ma anche molta gente di buon senso, che sperava in un cambiamento.
    Bene, il pallino è in mano vostra e lo state sprecando.

    La vostra intransigenza talebana, che peraltro, vedendo molti commenti di questo blog, riscuote grande consenso nei fedeli di stretta osservanza (qualcuno ha detto che M5S è come Scientology e ci ha azzeccato in pieno!), non vi porterà da nessuna parte.

    La proposta di Grillo di un governo guidato da M5S o è provocatoria o semplicemente folle; in fondo voi rappresentate solo il 25% degli Italiani, mica avete il 51%!

    Mi pare che Grillo punti a nuove elezioni, sperando forse nel 51% ….
    Lo sfascio per lo sfascio, dunque.

    Di nuovo complimenti!

    • 216.1
      calimero

      Vorrei solo sommessamente far rilevare che la base del M5S ha provenienze eterogenee, non solo da ambienti di sinistra o NO TAV !!!!

       

      Già a Parma si è visto: Pizzarotti riceve i voti dal popolo di Centrodestra, deluso dall’amministrazione di centrodestra !!!!!!

       

      Pensare ad un’alleanza tout court con il PD mi sembra quantomeno una mossa azzardata !!!!!!!

      Devo però anche dire che tutto ciò lascia aperto il portone ad un’alleanza tra PD, PDL e Monti che rappresenta lo scenario prefigurato da molti economisti in caso di pareggio e che dovrebbe portarci al fallimento totale intorno al 2016.

      La presenza del M5S in Parlamento, però, dovrebbe garantirci sul fatto che tutto quello che accade all’interno verrà manifestato all’esterno e darà la possibilità al popolo di ribellarsi contro provvedimenti votati allo “sterminio economico di massa”.

      Conclusioni: nessuna alleanza con Pd o PDL e tutti a casa !!!!!!!

  • 215
    yabul

    IL MOVIMENTO 5 STELLE NON DEVE DARE LA FIDUCIA ALMENO CHE….

    le proposte di riforma di Bersani siano coincidenti con quelle del movimento:

    1) retribuzione massima per i parlamentari 4000 euro mensili (come quella prevista per i parlamentari del movimento) , abolizione della pensione di fine mandato ecc..

    2) massimo due legislature

    3) parlametari incensurati

    ecc..ecc.

    Si potrebbe continuare ma sono già sufficienti questi tre punti.

    Bersani sicuramente non accetta e il movimento non potrà dare la fiducia.

    A quel punto tutti gli italiani lo sapranno, e il movimento non potrà essere accusato di essere irresponsabile.

     

  • 214
    Mr. Age

    Messaggio per tutti gli elettori del M5S:

    Se avete tutta questa FIDUCIA in Bersani perchè non lo avete votato?

    o forse non siete elettori del M5S ?????

    • 214.1
      Andrea90

      Continua pure con le tue insinuazioni, ma cerca se non ti dispiace di adeguarti al tono usato dal tuo interlocutore.

      Comincio a notare che molti di quelli che difendono Grillo lo fanno urlando slogan,senza cercare di ragionare o di smontare la tesi dell’ interlocutore,o al limite lo accusano di essere infiltrato/troll/pagato,ecc…Inoltre gli stessi scrivono i loro commenti in maiuscolo,come se stessero urlando o volessero richiamare l’attenzione (non dovrebbe essere la sostanza del commento a farlo? Perchè credere che il proprio commento valga a priori più degli altri?),oppure lo postano più e più volte in maniera compulsiva,insozzando il thread…

      In altre parole tutti i motivi per cui ho abbandonato 2 anni fa il blog di Grillo (sorbendomi pure il suo video,mentre avrebbe potuto porre un questionario in cui si chiedeva perchè abbandonassi, un’occasione per migliorare sprecata).

      Byoblu è infatti il secondo blog che tratta di politica in cui sono entrato e ho notato subito la differenza,spero non cambi mai !

  • 213
    orsoghu

    ..i contadini, gli operai, i commercianti, la classe media,tutti sono testimoni… invece loro preferiscono non parlare di questi 13 anni passati, ma solo degli ultimi sei mesi… chi è il responsabile? Loro!I partiti! Per 13 anni hanno dimostrato cosa sono stati capaci di fare. Abbiamo una nazione economicamente distrutta, gli agricoltori rovinati, la classe media in ginocchio, le finanze agli sgoccioli, milioni di disoccupati.. sono loro i responsabili! Io vengo confuso.. oggi sono socialista, domani comunista, poi sindacalista, loro ci confondono, pensano che siamo come loro. Noi non siamo come loro! Loro sono morti, e vogliamo vederli tutti nella tomba! Io vedo questa sufficienza borghese nel giudicare il nostro movimento..mi hanno proposto un’alleanza. Così ragionano! Ancora non hanno capito di avere a che fare con un movimento completamente differente da un partito politico…noi resisteremo a qualsiasi pressione che ci venga fatta. E’ un movimento che non può essere fermato… non capiscono che questo movimento è tenuto insieme da una forza inarrestabile che non può essere distrutta..noi non siamo un partito, rappresentiamo l’intero popolo, un popolo nuovo… ADOLF HITLER – DISCORSO PER LE ELEZIONI, 1932 / Beppe Grillo, Oggi.

     


  • 212
    Marco MathuraPrasad

    Grillini attenti a D’Alema…

    Sia chiaro, se ce ne fosse bisogno, che la proposta lanciata da D’Alema, di dare una camera al PDl e l’altra al Movimento Cinque Stelle si ritorcerebbe contro quest’ultimo in caso di adesione.

    Immaginate una legge che esce dalla Camera dei Deputati e arriva al Senato, per poi tornare indietro “depurata”, in una interminabile ed odiosa partita a ping pong. Sarebbe il fallimento della politica dei cittadini e il trionfo del Pd che  risulterebbe “generoso” e “garante della democrazia”…

    Occhio…

    Marco MathuraPrasad

  • 211
    High Definition

    Vi rendo noto l’ultimo aggiornamento della “neolingua”: dopo “La guerra è pace” e “La dittatura è democrazia” ora abbiamo: “Rimettere al governo PDL e PD-L, o, in alternativa, tenersi Monti ancora per un po’, è il modo migliore di realizzare il programma del Movimento 5 Stelle”.

    Segue un ovvio corollario: “E chi non è d’accordo con questo è un infiltrato”.

    I miei complimenti. Continuiamo così.

  • 210

    Secondo me Grillo vista l’ultima intervista di Casaleggio non vuole prendersi responsabilità di Governo, sceglie una facile opposizione senza però counsultare la base. Questo non è giusto, in Democrazia non decide Casaleggio quello che io o altri pensano lo decide il Popolo.

     

    Io non dico di aver ragione ma almeno sarebbe lecito un confronto, dov’è la Democrazia Diretta?

     

    • 210.1
      capitanharlock

      Sorry,

      secondo me Grillo segue quello che “la base” vuole, quello per cui l’abbiamo votato e quello che i parlamentari neo eletti hanno firmato nel loro codice di comportamento.

      Io la consultazione la vedrei nel caso opposto, ossia quello in cui si decidesse di votare la fiducia al pd.

  • 209
    tizgaisem

    Capitanharlock:

    E chi parla di D’Alema? Mi trova, di grazia, dove si menziona D’Alema nella mia email? Se non la trova, si scusi. Non mi metta in bocca cose che non ho detto, altrimenti rinfaccio a lei di volersi alleare con Assad di Siria (lei non l’ha detto, ma visto che le piace inventare, invento anche io).

    Certo ci si allea solo con persone nelle quali si ha un minimo di fiducia. Il che esclude automaticamente D’Alema (ma non necessariamente tutto il PD). Il che esclude, anche, una alleanza PD-PDL.

    Il suo concetto del bene dell’Italia è quello di non darle un governo? Dubito che faccia molto bene.

    Mi par di capire che a lei non dispiaccia questo scenario: Si va a rivotare. Arrivate al 30. Da soli, di nuovo non governate. Alleanze, non se ne parla. E allora si va a rivotare, arrivate al 35. Da soli, di nuovo, nisba. Allearsi, manco a parlarne. E intanto andiamo a rotoli. E non è detto che il trend continui, a tirare la corda il giocattolo si rompe.

    Se non è la logica del tanto peggio tanto meglio, che cos’é?

     

    • 209.1
      capitanharlock

      Purtroppo la situazione è complicata.

      E’ perfettamente legittima la posizione del M5s e di Grillo: facciamo quello che abbiamo sempre detto, e non votiamo fiducia a gente che rappresenta quello contro cui lottiamo.

      Questo assurdo meccanismo della attuale legge elettorale però rende difficilissima la situazione.

      Pure io (e immagino Grillo/Casaleggio e gli eletti) sono pieno di dubbi.

      Voglio il cambiamento per cui ho sperato e votato.

      Voglio che i cialtroni che ci hanno portato fin qui si tolgano per SEMPRE dalle palle.

      Voglio un’Italia NUOVA e migliore.

      Non so davvero quale sia la strada migliore… e temo che non la sappiano neppure i fondatori del M5s.

      Purtroppo.

    • 209.2
      capitanharlock

      Chi parla di dalema?

      Ma come,

      chi parla a nome del pd in questo momento?

      Paperino e Pippo?

      Sono bersani e dalema, legga le interviste appena rilasciate a corriere e repubblica…

      Con chi ci si alleerebbe allenadosi con il pd adesso?

      Son curioso di saperlo.

    • 209.3
      tizgaisem

      Bersani non e’ D’Alema. Renzi non e’ ne’ D’Alema ne’ Bersani. Non mi dica “tutti uguali” perche’ e’ la forma di qualunquismo piu’ bieco, e non mi pare da lei, da quel poco che ho letto sinora.

      Comunque non mi ha risposto: il m5s sta alla finestra, aspetta il cadavere dei nemici, aspetta di arrivate al 50+1. Intanto, passa il cadavere di tutta l’Italia. Ma ben venga, se porta voti. E’ cosi’, c’e’ poco da fare. Non e’ tanto peggio tanto meglio?

  • 208
    gibuizza

    Egregio Claudio, lei è espressione di logica e coerenza ma non si può basare solo su queste doti per battere, con una accozzaglia di inetti, le potenze di PD e PDL. Il web non è una risorsa, è solo un mezzo e quindi chi lo usa meglio ha pià vantaggio, ma usarlo non è assolutamente difficile e quindi adesso arriveranno anche gli altri. Le idee, l’analisi delle situazioni, la logica delle proposte, la coerenza dei comportamenti, l’esaltazione dei fatti e non delle parole sono cose estremamente rare e chi le ha può vincere nel medio-lungo periodo anche se dovrà sottostare nel breve periodo al populismo e alle chiacchere da bar (nonchè agli slogan e alle battute da cabaret). Quindi la invito alla chiarezza nel movimento (prima di fare chiarezza negli altri ambiti dimostrate di farla voi), alla scelta dei collaboratori tra i più bravi professionisti nei singoli settori e alla creazione di una scuola di politici seria perché fare politica è un mestiere, una missione, una professione, non certo un passatempo.

  • 207
    novecento

    Sul blog di Grillo c’e’ un articolo “GLI ITALIANI NON VOTANO MAI A CASO” con intervista a Massimo Fini. Commento qui e mi scuso anticipatamente con tutti i visitatori di Byoblu.

    Bene, lavoro in Ospedale e quest’anno ho lavorato gli ultimi tre mesi timbrando l’uscita prima del dovuto per dare il mio tempo gratis al M5S. Il mio lavoro prevede che io programmi la fase di prericovero degli operandi:  dalle 150 alle 200 persone al giorno. Negli ultimi tre mesi, ho perso sonno, ho mangiato un panino sporadicamente, ho preso acqua e freddo, sono calato 5 Kg, all’insaputa di tutti, l’ho fatto perchè ognuno valeva 1. Penso ragionevolmente di aver portato almeno 3000 voti al movimento e fino ad oggi ne ero orgoglioso. Sono circa 4 gg che molti pz ripassano da me a salutarmi con il sorriso e a ricordarmi che anche loro c’erano e hanno contribuito alla rivoluzione contro la trilaterale, il bildelber, la goldman sachs, monti, draghi ecc ecc

    Leggo l’articolo e rimango patralizzato da un insulto gratuito e VOLGARE.

    Dopo 37 anni di ospedale PUBBLICO nonostante le mie mansioni prevedano di decidere se un paziente deve vivre o morire, il mio stipendio rimane a 1.350 euro. Non accetto insulti da nessuno, il mio lavoro di enorme responsabilità mi risulta sia effettuato quasi a titolo gratuito e ne sono orgoglioso per il bene che riesco a profondere GRATIS alle persone anche fuori dall’orario di lavoro,  che comunque offro a tutti gli esseri umani e soprattutto a quelli sofferenti.

    Dopo aver letto l’articolo sopra citato, mi rifiuto di entrare ancora sul blog di Beppe Grillo e mi attendo scuse personali.

    Lo scivo qui sul sito di Claudio in quanto su quello di Grillo sembra impossibile vedere le proprie missive lanciate.

  • 206
    cramen

    io sono attualmente una simpatizzante pd  per alcune ragioni  e m5s per buona parte delle loro ragioni anche se i metodi mi fanno sentire un pesce fuord’acqua.

    nn sono appartenente e nn lo sarò mai ..ritengo di esser libera di dissentire  e simpatizzare quando le cose mi piacciono oppure no…..quindi offendere chi dissente  o chi nn appartiene alla base sol perchè proviene da altre identità ideologiche è un vecchio metodo per nulla innovativo.

    Il m5s ha saputo riunire identità ideologiche e persone con idee , interessi e prioprità diverse dove il comun denominatore è l’esigenza di cambiamento e il malumore..dire che tutti apparteniamo..a cosa apparteniamo il comun denominatore è il via tutti ci siamo solo noi..spiegatemi nn capisco chi siamo……..se qualcuno ha qualcosa da dire di diverso da ciò che penso è una risorsa o una c**zata ma devo prenderlo inconsiderazione per valutarlo.

    Quindi benvengano tutti giornalisti, tv, ex piddini delusi o ingenui e onesti piddiellini se le loro critiche vengono valutate senza preconcetti…i cambiamenti sono prima di tutti culturali la battaglia più dura è questa..creare faide fra  appartenenti a gruppi nn è un buon inizio per il cambiamento.

  • 205
    jakmax

    Non sono molto eperto di informatica ma posso suggerirvi di stamparle le informazioni veritiere creando un giornaletto di poca spesa per coloro che sulla carta vi hanno votato dadongli in questo momento un punto di informazione sicura portando a conoscenza di quel che si dice sul web anche a coloro che di web non vivono. Se questa guerra di pensiero dovesse durare a lungo avrete piu gente che vi sostiene non abbandonate i vostri elettori alla barbaria televisiva e giornalistica,anche chi in questo momento vi combatte vorrebbe essere dalla vostra parte ma purtroppo……..a dimenticavo quei qrattro volantini che avete distribuito con i 20 punti del m5s hanno avuto un gran successo .

  • 204

    Sono un attivista che “si è bevuto il cervello”, che ha fatta l’azione sbagliata nel momento sbagliato, insomma che ha aderito alla famosa petizione di Viola Tesi. Premetto che sono una persona presente da tempo nel Movimento: ho partecipato alle attività del primo e del secondo VDay, seguo Grillo dal tempo degli spettacoli in cui spiegava lo spazzolino con la testina intercambiabile e il motore a idrogeno.

    Sono qui per due motivazioni: uno, per assumere l’onere delle mie azioni – ho sempre onorata la coerenza sia nel bene sia nel male, lo farò ancora (per dire quanto ci abbia messa la faccia, in queste ultime elezioni ho fatto il Rappresentante di Lista per il Movimento); due, per spiegare che cosa mi abbia indotto a firmare. Dal momento della pubblicazione dei dati, ho subito notata la tipica situazione italiana: nessuno schieramento ha chiaramente vinto, le coalizioni si distanziano per pochi, troppo pochi voti. Per un attimo, ho avuta la sincera paura di veder materializzato un “mostro” governativo, ovvero un governo PD-PDL sotto l’egida dell’ancor più mostruoso Mario Monti. Peggio: stiamo nel semestre bianco, il rischio di paralizzare l’attività del Parlamento per un anno intero era ben reale.

    Ho cominciato a parlarne con altri amici e conoscenti che sapevo avevano aderito al progetto del Movimento, e per quanto nessuno di noi sia un collaborazionista del sistema (se fosse per questo, io sono un sindacalista anarchico: figuratevi quanto mi faccia piacere sostenere la casta) abbiamo capito che da destra e da sinistra avremmo ricevuto il fuoco di fila: ecco, siamo costretti ad allearci con i nostri avversarî perché il Movimento rifiuta il dialogo. Vai a spiegare al fedele elettore di partito che i due contendenti sono in realtà fidi sodali. Qualcuno potrebbe ribattere che, stando così le cose, si tratta di gente che si rifiuti di capire, o che faccia finta di capire male: sì, può darsi anche questo.

    Quando ho scorsa la petizione, anch’io ho notato come la base PD fosse più favorevole a un accordo con il Movimento che con il satiro nano: a questo punto, mi sono detto, meglio scendere a miti consigli con questi che con quelli. Fissiamo quei punti che condividiamo con la base PD e obblighiamo Capitan Posapiano a portarli a compimento. Tuttavia, giustappunto ieri sera ho letta la dichiarazione di Kaa (il personaggio del Libro della Giungla, leggi Massimo D’Alema), al quale devo riconoscere l’abilità di dire sempre la cosa giusta al momento giusto; secondo lui, “se Grillo pensa di spingerci verso un governissimo con Berlusconi, si illude”. Stando così le cose, tutta la questione cade: se il PD rifiuta l’accordo, perché mai lo dovremmo accettare noi; a questo punto ha ragione Beppe quando rilancia chiedendo di dare il governo al Movimento.

    Mi preme di sottolineare un paio di punti, almeno per quanto mi riguarda: non ho immaginato di accondiscendere a ogni e qualsiasi istanza del PD, non ho tentato di spaccare il Movimento né di rappresentarlo in toto, men che mai di rinunciare alla missione prima di cancellare il parassitismo di partito. Che Viola non fosse parte della base “ufficiale” del Movimento m’importava poco, men che mai il fatto che avesse usato uno strumento altrettanto eterodosso: conosco tanti votanti, finanche di destra, che fino a ieri hanno parteggiato per altre compagini, ho ritenuta buona cosa raccogliere anch’essi nella proposta a Beppe. Se ho sbagliato, è stato per apprensione, per desiderio di evitare, finché fosse stato possibile, di fare un danno ai cittadini. Adesso accalcatevi a gridare «crucifige».

  • 203
    marco m

    La richiesta della fiducia da parte del PD è la chiara espressione della volonta di voler sfuggire da qualunque dialogo democratico all’interno del parlamento.

    In pratica quello che il PD sta dicendo e chiedendo è: ” non è il caso di intraprendere un dialogo parlamentare per confrontarci e discutere in modo democratico… fidatevi, lasciate fare a noi… sappiamo già bene noi cosa fare…”.

     

     

     

     

     

  • 202
    Antonella Guidi

    Mjollnir ha scritto :
    Se fai questa domanda evidentemente non hai capito molto le motivazioni del M5S Fai il tuo dovere di cittadina: Infromati! Ricerca e studia i seguenti personaggi e poi ne riparliamo: Albero Bagnai/Claudio Borghi, riguardo ai vantaggi che hanno avuto i paesi del Nord Europa nel creare l’Euro a discapito dei paesi del sud Europa. A tale riguardo vatti a rivedere chi ha firmato i trattati di Maastricht e di Lisbona e dato che ci sei leggiti i trattati stessi (che violano la costituzione Italiana) Lidia Undiemi, riguardo ai trattati internazionali come MES e Fiscal Compact e come essi costituiscano una truffa ai danni del popolo Italiano ed una palese violazione della costituzione Italiana Nino Galloni, riguardo a cosa successo dal trattato di Versailles in poi in Italia con dovizia di dettagli visto che è stato funzionario di stato e quindi un prezioso testimone diretto dei giochetti della politica Marco Della Luna, che spiega chiaramente la truffa del sistema finanziario ai danni del popolo con la totale complicità della classe politica.

    La ringrazio per i nomi che mi ha suggerito, mi informerò sicuramente; purtroppo ho l’impressione che sia lei a non aver capito il mio messaggio, colto invece perfettamente da Giancarlo58 (commento numero 146) che mi ha dato una risposta sentita come sentito era il mio commento.

    La ringrazio comunque per la risposta, auspico in un futuro in cui riusciremo a parlare e capirci.

     

    • 202.1
      Mjollnir

      mi scuso se non ho compreso il senso del suo messaggio. I suggerimenti che le ho dato sono comunque buoni e la esorto ad informarsi. Io l’ho fatto e lo faccio tutt’ora e le assicuro che adesso vedo le cose molto chiaramente e la via di uscta da questa situazione appare evidente. Se ha bisogno di aiuto nella comprensione delle letture/interviste da me proposte non si faccia problemi a chiedere. Si informi, è la chive di tutto. Buona fortuna

  • 201
    Un-eletto

    Ragazzi,mi spiace dovervelo dire ora,io contavo di farvi una sorpresina un po’ più’ in la’ ma le uscite di oggi mi ci tirano per i capelli: io ho fatto un filmatino per le parlamentarie, ci ho messo dentro tutte le paroline d’ordine che piacciono a voi, no tav, no banche, no vecchi partiti, sapevo sarebbe piaciuto. E infatti eccomi qui, grazie a tutti per i vostri voti. Il problema e’ che non sapete nulla di me, mi spiace confessarvelo ma farsi passare da diversi da quello che si è, in tre minuti, e’ facile come bere un bicchier d’acqua. Io sposerò’ si’ e no il 10 per cento del programma. Mi decido a dirvelo ora che il capo-padrone dice che bisognerà fare solo quel che dice lui. Io non ne avevo intenzione dall’inizio e ora ancor meno, io faccio quel che voglio. Le parlamentarie sono un sistema deboluccio, oggi di infiltrati ne ho nasati svariati altri. Magari mi sbaglio. Ma credo scoprirete presto che tra 150 e più persone scelte quasi a caso si infilano a decine persone diverse da quel che pensate voi. Che figata queste parlamentarie, era così chiaro quali paroline d’ordine mi avrebbero disteso il tappeto rosso. È stata la mossa più facile di tutta la mia vita. Alla prossima.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

Ciao Salvo

Ciao Salvo Ciao Salvo, da lassù, o in qualunque altro posto tu ti trovi, adesso finalmente riuscirai a vedere ogni cosa per come davvero è....--> LEGGI TUTTO

Vaccini: perché la “scienza” va presa con le pinze – Guido Viale

Guido Viale - Vaccini - perché la scienza va presa con le pinze - Play Intervento di Guido Viale, sociologo industriale e saggista italiano, nato a Tokio. Costituzione, Comunità e Diritti - Torino, 19 novembre 2017 La mia relazione riguarda il rapporto tra vaccini, integrità e diritti della persona, visto dal punto di vista di un sociologo. Non...--> LEGGI TUTTO

Vaccini: la Corte Costituzionale boccia il ricorso della Regione Veneto

Corte Costituzionale La Corte Costituzionale boccia il ricorso della Regione Veneto sull'applicazione del Decreto Lorenzin riguardo all'obbligatorietà dei vaccini. Questo il testo diramato dall'ufficio stampa. Ufficio Stampa della Corte costituzionale Obbligo...--> LEGGI TUTTO

Vaccini: la Corte Costituzionale rinvia la sentenza sul ricorso della Regione Veneto a domattina

Vaccini Corte Costituzionale Roma Byoblu Roma - 21 settembre 2017 - Manifestazione dei Gruppi Uniti contro il Decreto Vaccini davanti alla Corte Costituzionale, in attesa della sentenza sul ricorso presentato dalla Regione Veneto. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

Salvini mostra il video di Byoblu su Bukovsky ai giovani della Lega.

Salvini mostra video di Byoblu - Play Oggi Matteo Salvini ha chiuso il suo intervento alla scuola di formazione politica della Lega con il video del dissidente politico Vladimir Bukovsky, tradotto e sottotitolato da Byoblu due anni fa su questo blog. Mi fa piacere che quel video, illuminante e anticipatorio dei gulag intellettuali...--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

Gli esperti di diritto sulla Catalogna? Sono dei pirla.

Catalogna Governo centrale di Paolo Becchi Eccoli alla carica sui giornaloni gli esperti del diritto, e più sono esperti e più sono dei pirla. Fantozzi docet. Il referendum per l’indipendenza della Catalogna è «illegale». Sì, lo è: è contro la Costituzione spagnola, contro l’«unità indissolubile» dello...--> LEGGI TUTTO

Due piantine di Cannabis per lenire dolori atroci: in prigione a 63 anni!

prigione malato cannabisTRENTO. Il ricorso in Cassazione è stato rigettato. L'uomo di 63 anni che a Trento era stato trovato in possesso di due piante di marijuana che coltivava per uso personale, per lenire i dolori atroci della sua malattia, è stato giudicato colpevole in via definitiva. Andrà in prigione. ...--> LEGGI TUTTO

L’ideologo di Putin: in Europa sarà presto caos, guerra civile, distruzione.

Dugin ideologo Putindi Giulio Meotti Roma. Europa e Stati Uniti hanno spesso ricambiato il favore ad Aleksandr Dugin. Un anno fa, il famoso politologo russo è stato messo alla porta in Grecia. Accompagnato dal patriarca di Mosca Kirill per una conferenza sul Monte Athos, Dugin...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

A Capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio: la Terra rallenta!

A capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio - la Terra rallentaUn "salto" di un secondo verrà aggiunto al conto alla rovescia di questo Capodanno per compensare il rallentamento nella velocità di rotazione della Terra.  Il secondo "extra" accadrà non appena l'orologio toccherà la mezzanotte e verranno "create" le ore 23:59:60, posticipando momentaneamente l'arrivo del Capodanno. Il secondo...--> LEGGI TUTTO

BIOMETRIA, IL FUTURO DELLA SICUREZZA

biometriaRiconoscimento dell'iride, facciale e del movimento della mano durante la firma: le nuove strategie per prevenire i furti e le loro possibili applicazioni Un uomo si avvicina a una stanza blindata. Per entrare niente password o codici di sicurezza, ma l'accostamento degli occhi a un...--> LEGGI TUTTO

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Guest post

Realizzata la prima video chiamata quantistica intercontinentale al mondo

Chiamata quantisticaIl satellite cinese Micius torna a far parlare di sé e stabilisce un nuovo record, quello della prima videochiamata quantistica della storia tra Vienna e Pechino. Circa tre settimane è avvenuto un evento eccezionale che modificherà totalmente il sistema di comunicazioni come lo...--> LEGGI TUTTO

Il Messico a meno di 40 euro al giorno!

Messico Amo il Messico. E' pieno di vibrazioni, è un paese meraviglioso, pieno di gente amichevole, con una energia speciale che vi fa riscoprire l'amore per la vita, con un'architettura spettacolare, con una storia che affonda le radici nelle profondità dei millenni e... con un cibo davvero...--> LEGGI TUTTO

Negli Uffizi dei Medici: itinerario mediceo all’interno della Galleria più famosa di Firenze.

Scoprire Firenze La Galleria degli Uffizi è il sito museale più famoso di Firenze, nonché uno dei più frequentati d’Italia: quelli che riescono a superarlo per visitatori, infatti, si contano sulle dita di una mano. Gran parte dei turisti scelgono un hotel su portali come expedia proprio per...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Diego Fusaro contro il Black Friday: l’apice della mondializzazione, come Halloween.

Diego Fusaro - Black Friday no grazie Analisi lucidissima e impietosa di Diego Fusaro sul Black Friday...GUARDA

L’ex capo di Stato Maggiore in Iraq: “Bush Jr e Berlusconi erano nella stessa loggia massonica, ma salvarono Nassiriya”.

NICOLO GEBBIA - L'invasione degli Ultra Massoni - Video Il Generale in pensione dell'Arma dei Carabinieri, Nicolò Gebbia, parla della pervasività delle infiltrazioni massoniche, a tutti i livelli, e rivela che persino durante la guerra del Golfo, la città di Nassiriya venne risparmiata grazie al fatto che Silvio Berlusconi e Bush jr. appartenevano alla stessa...GUARDA

Antonio Ingroia: “Fuori dai trattati, costi quel che costi”.

INGROIA - FUORI DAI TRATTATI - 1280 Per Byoblu, da Roma, Eugenio Miccoli Oggi alla Camera dei Deputati, Antonio Ingroia e Giulietto Chiesa hanno presentato “Lista Del Popolo”, un’alleanza della società civile per il ripristino della sovranità nazionale, l’attuazione della Costituzione, la rinegoziazione o lo stralcio dei trattati europei, l’abolizione del Fiscal...GUARDA

Giulietto Chiesa: “La Mossa del Cavallo”

GIULIETTO CHIESA - LA MOSSA DEL CAVALLO Per Byoblu, da Roma, Eugenio Miccoli Oggi alla Camera dei Deputati, Giulietto Chiesa ha presentato "Lista Del Popolo", un'alleanza della società civile per il ripristino della sovranità nazionale, l'attuazione della Costituzione, la rinegoziazione o lo stralcio dei trattati europei, l'abolizione del Fiscal Compact,...GUARDA

Capocciate e Generali

Pappalardo Giornalisti OstiaGiornalisti che si prendono le capocciate dai capetti di Ostia... E Generali dell'Arma che se la prendono con i giornalisti che si prendono le capocciate... ...GUARDA

“Stretta di Putin sulla rete!”, ma i media non vi dicono che…

Stretta di Putin sulla rete Tutti i media denunciano la stretta di Putin sulla rete, ma di quello che varerà lunedì la Camera non vi dicono niente... (altro…)...GUARDA

Ecco chi sono gli europeisti “de coccio”, che vogliono gli Stati Uniti d’Europa subito.

STATI UNITI D EUROPA Ecco chi sono gli europeisti de coccio, che ancora adesso, ancora e sempre, nonostante tutto, e anche a queste condizioni attuali, continuano a volere a tutti costi gli Stati Uniti d'Europa. Le prossime elezioni politiche si giocheranno su questa battaglia esiziale. Mi piacerebbe...GUARDA

Il Generale Pappalardo contro tutti, anche in Tv.

pappalardo Dalla Vostra Parte Rete4 Il Generale Pappalardo contro tutti a "Dalla Vostra Parte", di Maurizio Belpietro, andato in onda stasera su Rete4....GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>