Fiducia? What’s fiducia?

bersani

Quindi improvvisamene gli attivisti del Movimento Cinque Stelle si sarebbero bevuti il cervello. Tutti insieme. Dopo avere combattuto per anni il Pdl e il Pd-L, dopo avere mandato “affa” tutto e tutti, improvvisamente, giunti nelle segrete stanze del potere, colpiti dall’ebrezza di qualche carica alla Camera o al Senato, sarebbero tutti per votare la fiducia a Bersani & Co. Ovviamente parliamo dello stesso Pd che ci ha regalato la tassa da 4 miliardi servita a pagare i conti di Monte dei Paschi di Siena, grazie al controllo capillare delle fondazioni bancarie e in cambio di agevolazioni di vario tipo e della stecca sugli stipendi degli uomini piazzati nelle posizioni chiave (vedi donazioni da quasi un milione di euro da parte di Mussari). E parliamo dello stesso PD che non ha mai fatto la legge sul conflitto di interessi ma che ha inciuciato con Forza Italia prima e con il Pdl poi. Ed è sempre lo stesso PD accanito europeista che va a chiudere la campagna elettorale a Berlino dopo avere votato e difeso ratifiche di trattati di sterminio di massa, come il Fiscal Compact e il Mes, e che è il più accanito sostenitore degli Stati Uniti d’Europa. Lo stesso PD che copia le parlamentarie di Grillo ma riserva i posti chiave per le solite Bindi & Co. Lo stesso Pd di Violante, di D’Alema, del Copasir, quello che mandava i cinesi a votare alle primarie in Campania, quello di “abbiamo una banca“, quello di Prodi che ci ha portato nell’Euro, quello della Goldman Sachs che lo sostiene apertamente, quello del golpe morbido di Giorgio Napolitano, quello che attraverso il leader Maximo lavorava da almeno due anni a un governo Monti e che ci ha preso per il culo (e continua a farlo) con la leggenda del Fate Presto e dello spread assassino, torcendo a proprio vantaggio la Costituzione, quello delle commissioni bancarie ripristinate in men che non si dica, dopo che erano state azzerate insieme alle spese per i conti corrente dei pensionati (e si è capito poi perché). Quel PD lì, insomma…

 

E questi duri e puri del Movimento Cinque Stelle, arrivati in Parlamento al ritmo di “vi apriremo come una scatoletta di tonno”, al primo canto delle sirene di gente corresponsabile di tutto questo sfascio, si metterebbero a invocare l’accordo, addirittura la fiducia, come un qualsiasi partitucolo da prima repubblica? Ma lo sanno questi signori che, se votano la fiducia, si rendono corresponsabili di tutto quello che farà dal giorno dopo il Governo di Bersani & soci? Lo sanno che questi sono vecchi squali della politica, controllano i ministeri e conoscono tutti i trucchi possibili per fare tutto l’ostruzionismo di questo mondo, per cui, conoscendo la tattica della melina meglio di chiunque altro, avendola praticata per intere legislature, prometteranno per l’ennesima volta di tagliarsi gli stipendi, di togliere i rimborsi e tutto il resto, ma poi troveranno tutte le scuse per ritardare fino ad arenare ogni progetto di legge del Movimento Cinque Stelle, mentre cercheranno di far passare nuove ignominie ai danni del popolo italiano, e queste ignominie ricadranno sulla testa del Movimento Cinque Stelle? Ma davvero il popolo del “tutti a casa” è diventato improvvisamente così accondiscendente, così stupido o così ingenuo?

Forse. O forse no. Forse i titoloni dei giornali, quelli che parlano di base spaccata basandosi su qualche commento su un blog e su una petizione in rete – e sono gli stessi giornalisti che non sanno distinguere “Twitter” da “Tweet”, ripetendo grottescamente “ho letto un twitter di tizio e caio” ad ogni ospitata televisiva – sono solo l’ennesima strumentalizzazione giornalistica orchestrata dalla vecchia politica che cerca di tamponare l’ondata di cittadini all’arrembaggio delle istituzioni.

Forse questa Viola Tesi che all’improvviso spunta fuori dal nulla, con una petizione pro fiducia (pro Pd) in rete, guarda caso su un sito che nulla ha a che fare con il Movimento Cinque Stelle, raccogliendo magicamente decine di migliaia di firme, non è esattamente espressione della base del Movimento. Potrebbe mai esserlo una che fino a un paio di mesi fa almeno militava convintamente nella base del Partito Pirata? Lo stesso partito pirata che deve vedersela con quel Marco Marsili che proprio durante le scorse elezioni, sbugiardato da Anonymous o chi per essi, cospirava contro il Movimento Cinque Stelle cercando di distruggerlo?

Viola Tesi

Ed ecco, cliccando qui, una delle tante conversazioni che provano la sua partecipazione attiva nella base del Partito Pirata. Può una attivista convinta di un altro movimento, a uno o due mesi dalle elezioni, diventare come per magia espressione della base del Movimento Cinque Stelle ed essere rilanciata, in primis da Repubblica, il giornale della tessera numero uno del PD (De Benedetti), con la sua petizione pro Pd (adesso capite la ragione delle regole sulle candidature di Grillo)? E le 75mila firme raccolte, come per magia, in meno di 48 ore, sono della base del Movimento Cinque Stelle? Cosa dà cotanta sicumera ai signori giornalisti che fanno i titoli? Fanno le pulci a una che non conosce il numero esatto dei senatori della Repubblica, e poi sparano titoli così palesemente scollegati dai fatti (salvo poi venire a fare i sermoni ai blogger in rete se per caso non mettono le virgolette sul titolo di un post)? Già, perché è evidente che se una di un altro partito viene spacciata per una rappresentante della base del Movimento Cinque Stelle solo perché pubblica una lettera su un sito qualunque, con la stessa nonchalance si possono far votare decine di migliaia di militanti di un qualunque altro partito sotto a una petizione qualsiasi e poi spacciare le firme come la prova evidente che la base del Movimento Cinque Stelle (o quella dell’ultimo partito della Nuova Guinea) è compatta contro il suo leader.

Tant’è vero che alcuni, tra i firmatari, non si fanno neppure scrupolo di mascherare il fatto non solo di non essere appartenenti alla base del Movimento Cinque Stelle, ma neppure di essere espressione di quegli 8 milioni e mezzo di italiani che hanno condiviso e votato le proposte di Grillo:

firma1_500firma2_500

Cari “grillini” (a me questo termine potete passarlo): voi siete arrivati adesso con le valigie di cartone, ma questi conoscono l’arte di mettervelo in quel posto meglio di chiunque altro, avendo una lunga scuola alle spalle. Cercate di non farvi fregare e rimettete, con lucidità, ogni tassello al suo posto.

Voi, per la vostra storia e per la natura radicale delle vostre rivendicazioni, che sono quelle che gli italiani vi hanno chiesto esplicitamente di portare avanti, non potete votare la fiducia a un partito che si è reso corresponsabile dello stato in cui versa questo Paese. Tutt’al più, se proprio Pd e PdmenoL ci tengono alla governabilità, possono sempre votare – loro – la fiducia al primo Governo targato Movimento Cinque Stelle.

 

 

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

341 risposte a Fiducia? What’s fiducia?

  • 238
    daco

    Signor Messora, 

    mi presento, mi chiamo Daniele e non sono un elettore del movimento, ma essendo il movimento aperto a tutti, vorrei esprimere il mio pensiero.

    Capisco benissimo che il movimento sia nato in opposizione alle forze politiche attuali, che non sono state capaci di governare e soprattutto farlo bene, e su questo tutti d’accordo. Ma la politica è fatta di pragmatismo, il paese così non va avanti e cincischiare o meglio, come detto oggi, “lasciarli scornare per poi vincere” questo è da irresponsabili, si.

    Il movimento ha conqustato voti di milioni di persone non perchè abbiano letto il programma, non fate lo sbaglio di crederlo, ma perchè disgustati e perchè vedono in voi una forza nuova e al momento migliore. Ricordate però che la politica è l’arte di governare(bene, aggiungo) e a volte sebbene a malincuore servono i compromessi, non si governa con l’idealismo e il complottismo. Una volta che si è dentro il PALAZZO (che mi auguro diventi trasparente che dicono) urge che ci alzi le maniche e si lavori! 

  • 237
    mettjus

    sarebbe bello sentire un po’ + odore di democrazia. sono stato a qualche riunione del m5s solo nel 2009 (l’ho votato domenica) ma federico pistono sicuramente è + assiduo di me

    la questione urge: http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=lr3bU7K1XmA#!

  • 236
    mettjus

    ho votato m5s e ho firmato la petizione, forse ignaro delle sottili strategie politiche del pd

    ma se si vuole un “cambio culturale” è ora di iniziare a dare l’esempio e criticare le idee nel merito e non attaccando le persone ( che compongono la cosidetta “intelligenza collettiva” che piace tanto a grillo – e a me, per inteso )

    http://www.gonews.it/articolo_183659_Viola-Tesi-Contro-la-mia-petizione-per-avvicinare-M5S-Bersani-partita-la-macchina-del-fango.html

    http://www.facebook.com/notes/stefano-mastrangelo/trova-le-differenze/10151362545363432

    inoltre, come ha detto anche casaleggio sul palco, si inizia a sentire il bisogno di un po’ di trasparenza (se possibile in politica)

     

    mattia

    ps: sono un troll?

  • 235
    Claudia B.

    Non sono d’accordo, Claudio, su questi sospetti-quasi certezze, su chi ha votato perchè il M5S cerchi un’intesa con il PD.

    Io sono tra questi, così come so di amici del M5S, e non siamo troll. 

    (ammetto di non aver votato M5S, pur avendo convinto amici a farlo ed essendo stata in dubbio fino all’ultimo. Decisiva verso il non voto è stata la sensazione, guardando interviste di Grillo, che in realtà i candidati fossero pronti solo ad un’opposizione e non al governo del Paese – discorsi sulla necessità di formazione celere in vista delle prossime elezioni)

     

    Ma a questo punto, come fate ad esserne sicuri che lo siamo o non lo siamo?

    Io ne sono certa, so chi sono,  ma voi mi state giudicando e definendo un troll per quale  motivo? perchè ho espresso una posizione contraria alla linea del Movimento?

    Ma allora non viene a cadere uno dei pilastri del confronto con i cittadini, il principio  della democrazia diretta esercitata  attraverso la rete, caposaldo del movimento?

    Abbiamo implementato degli strumenti tecnologici che garantiscano che questo tipo di democrazia, almeno per chi ha attualmente la possibilità di accesso alla rete (quindi un numero limitato di cittadini rispetto all’elettorato attivo) sia reale e non fittizio, o peggio, manipolabile?

    A queste condizioni, come si possono fare proposte ai nostri rappresentanti in Parlamento che siano controllabili dai cittadini stessi?

    e in vista di un referendum sull’euro – questione non marginale – come si fa ad arrivare ad una scelta consapevole e rappresentativa della totalità degli elettori, con l’attuale digital divide?

     

     

     

     

  • 234
    clack

    Mjollnir ha scritto :
    Claudio, ma quanti “gianniguelfi” hanno sgunzagliato questi qua? C’è un invasione!

    Un centinaio almeno:

    A.A.A. VOLONTARI CERCASI – Per le esigenze del Dipartimento Comunicazione del PD Roma, si ricercano le seguenti figure di volontari:

    * Democratici Comunicatori della Rete – età compresa fra i 16 e i 70 anni, dotati di computer e connessione ad Internet, buona conoscenza della rete, dei blog e dei social network, disponibili a frequentare un corso di formazione presso la Federazione di Roma, da impiegare nella diffusione delle notizie relative al PD e nel contrasto della disinformazione propalata sulla Rete. (100 posti)

    fonte:

    http://www.pdroma.net/dipartimenti/comunicazione-e-propaganda/

    • 234.1
      HOWGIO'
    • 234.2
      capitanharlock

      Si sono accorti un po’ tardi…

      Adesso diventeranno esperti della comunicazione in rete.

      Il patetico pdl già propugna come suoi punti del programma M5S, copiati pari pari.

      Dicono che devono realizzarli al più presto, per il bene dell’Italia.

      Chissà dove sono stati negli ultimi 20 anni.

      Forse erano posseduti… e ora si sono svegliati.

      Adesso il pd ha deciso che deve “contrastare” la disinformazione in rete, ossia cercare di far tacere quel poco di libera informazione rimasta.

      Purtroppo per loro è troppo tardi.

      Non ce la faranno.

  • 233
    Ele

    Riporto anche qui un commento che ho inserito sul sito di Beppe Grillo, per condividere un dubbio riguardante questa famigerata petizione di Viola Tesi:

    “In merito alla petizione di Viola Tesi avrei una domanda da fare.
    Io sono iscritta a Change.org perché ho firmato da quella piattaforma altre
    petizioni… l’altro ieri mi arriva un’email riguardante la petizione in
    questione, che ho preferito non firmare,ed informarmi prima di che cosa si
    trattasse.
    Sono anche rimasta stupita perché a dire il vero era la prima volta che mi
    arrivava un avviso da Change.org e mi sono chiesta come mai l’avessero
    inviata proprio a me.Con quali criteri? Perché?
    Dopo qualche ora, scopro, per caso che esiste un’altra petizione sulla
    stessa piattaforma
    -un-governo-bersani che chiede il contrario, ovvero di non votare la
    fiducia al PD, ma guarda caso di questa non mi arriva alcuna segnalazione
    via email…
    Infatti, la prima petizione (quella di V.Tesi) viene firmata da 100.000
    persone in poche ore, mentre la seconda, di cui pochissimi sono a
    conoscenza prende solo 5000 firme in 3 giorni.
    Non sapendo bene come funziona la piattaforma change.org mi chiedo: perchè
    mi è arrivato solo l’avviso della prima petizione? 
    Ho parlato di questo con altre persone che a loro volta mi hanno confermato
    di aver ricevuto un solo avviso via email:il primo.
    Voi sapete come funziona? E’ successo anche a voi? Mi sono persa qualcosa
    (meccanismo di funzionamento di change.org) oppure è meglio essere
    sospettosi?
    Grazie”

    “In merito alla petizione di Viola Tesi avrei una domanda da fare.Io sono iscritta a Change.org perché ho firmato da quella piattaforma altrepetizioni… l’altro ieri mi arriva un’email riguardante la petizione inquestione, che ho preferito non firmare,ed informarmi prima di che cosa sitrattasse.Sono anche rimasta stupita perché a dire il vero era la prima volta che miarrivava un avviso da Change.org e mi sono chiesta come mai l’avesseroinviata proprio a me.Con quali criteri? Perché?Dopo qualche ora, scopro, per caso che esiste un’altra petizione sullastessa piattaformahttp://www.change.org/it/petizioni/beppe-grillo-non-possiamo-dare-fiducia-a-un-governo-bersani che chiede il contrario, ovvero di non votare lafiducia al PD, ma guarda caso di questa non mi arriva alcuna segnalazionevia email…Infatti, la prima petizione (quella di V.Tesi) viene firmata da 100.000persone in poche ore, mentre la seconda, di cui pochissimi sono aconoscenza prende solo 5000 firme in 3 giorni.Non sapendo bene come funziona la piattaforma change.org mi chiedo: perchèmi è arrivato solo l’avviso della prima petizione? Ho parlato di questo con altre persone che a loro volta mi hanno confermatodi aver ricevuto un solo avviso via email:il primo.Voi sapete come funziona? E’ successo anche a voi? Mi sono persa qualcosa(meccanismo di funzionamento di change.org) oppure è meglio esseresospettosi?Grazie”

    • 233.1
      Giovanni Vertuan

      Su change.org non hai torto, non so su questo caso ma ci son varie cose sospette a mio modo di vedere.

      Si puo` partire da qui (in inglese da Forbes):  http://tinyurl.com/cxpyes5

      Aggiungi il fatto che risultano essere una organizzazione for profit mentre spacciano una certificazione b-corps ( http://www.bcorporation.net/what-are-b-corps ). Questa non è per forza solo per società no profit, ma è una certificazione che per come la vedo se vai a vedere a chi viene data ha già di suo alcune cose poco chiare.

      Infine aggiungi il fatto che ti registrano all’atto della firma (registrando la firma stessa) senza nessuna forma di verifica.

  • 232
    capitanharlock

    tizgaisem ha scritto :Noto solo che la cristallina (si fa per dire) fermezza del m5s nel rifiutare qualsiasi accordo con altri non è né lodevole né nuova: è la vecchia, vecchissima (e riprovevole) logica del tanto peggio tanto meglio. Il ragionamento non è: “Che cosa conviene al paese?” Ma, semmai: “In che modo prendiamo più voti la prossima volta? (e il paese si arrangi, più a rotoli va, più gongolo)”. Che la logica sia questa è stato detto, da alcuni del m5s, in maniera così chiara che più chiara non si può. Qualcuno mi spiega che c’è di figo, di nuovo, di pulito, di responsabile in questo vecchio, vecchissimo (e schifoso) modo di ragionare? E’ la logica politica più deteriore, più bassamente ingorda di potere, più irresponsabile che si possa immaginare. E nemmeno nuova: già vista e rivista nel passato. “Il sonno della ragione genera mostri”, Goya

    E’ l’esatto opposto della realtà.

    Con dalema non ci si può alleare.

    E questo è stato detto fino alla nausea in campagna elettorale.

    Il bene del paese sarebbe concedere a dalema di goverare e di farsi gli affaracci suoi per l’ennesima volta?

    Io ho un concetto differente del bene dell’Italia.

  • 231
    High Definition

    alextrov ha scritto :
      Al primo dissenso interno si grida ai troll e ai finti sostenitori. Mi sembra molto semplicistico. Come dire che chi non è d’accordo con la petizione è solo un filo-berlusconiano o un ex-PDL.  Da chi pensate sia composto questo 25%? Da nuovi italiani usciti dal nulla? Siamo tutti ex-qualcosa e cerchiamo di cambiare le cose. Fra poco mi aspetto che qualcuno inizierà a rimpiangere “meglio al 5% ma tutti allineati e coperti” che al governo. Roba da Democrazia Proletaria, per chi se la ricorda.  

     

    Vi rendo noto l’ultimo aggiornamento della “neolingua”: dopo “La guerra è pace” e “La dittatura è democrazia” ora abbiamo: “Rimettere al governo PDL e PD-L, o, in alternativa, tenersi Monti ancora per un po’, è il modo migliore di realizzare il programma del Movimento 5 Stelle”.

    Segue un ovvio corollario: “E chi non è d’accordo con questo è un infiltrato”.

    I miei complimenti. Continuiamo così.

  • 230
    capitanharlock

    Ecco le rivoluzionarie proposte di dalema, non si sono fatte attendere:

    “Dobbiamo dimezzare il numero dei parlamentari, ridurre quello degli eletti, riformare radicalmente la struttura amministrativa del Paese, mettere mano ai costi della politica, combattere la corruzione, varare una seria legge sul conflitto di interessi”.

    Tutte proposte concrete, precise…
    Mettere mano, ridurre, combattere…
    Governo bersani e presidenze di camera e senato a pdl e m5s.

    E il M5s dovrebbe votare la fiducia a questo qui?
    Lo dico io stavolta:
    dalema, ma vedi di andare aff…

  • 229
    Claudia B.

    Non sono d’accordo, Claudio, su questi sospetti-quasi certezze, su chi ha votato perchè il M5S cerchi un’intesa con il PD.

    Io sono tra questi, così come so di amici del M5S, e non siamo troll. 

    (ammetto di non aver votato M5S, pur avendo convinto amici a farlo ed essendo stata in dubbio fino all’ultimo. Decisiva verso il non voto è stata la sensazione, guardando interviste di Grillo, che in realtà i candidati fossero pronti solo ad un’opposizione e non al governo del Paese – discorsi sulla necessità di formazione celere in vista delle prossime elezioni)

     

    Ma a questo punto, come fate ad esserne sicuri che lo siamo o non lo siamo?

    Io ne sono certa, so chi sono,  ma voi mi state giudicando e definendo un troll per quale  motivo? perchè ho espresso una posizione contraria alla linea del Movimento?

    Ma allora non viene a cadere uno dei pilastri del confronto con i cittadini, il principio  della democrazia diretta esercitata  attraverso la rete, caposaldo del movimento?

    Abbiamo implementato degli strumenti tecnologici che garantiscano che questo tipo di democrazia, almeno per chi ha attualmente la possibilità di accesso alla rete (quindi un numero limitato di cittadini rispetto all’elettorato attivo) sia reale e non fittizio, o peggio, manipolabile?

    A queste condizioni, come si possono fare proposte ai nostri rappresentanti in Parlamento che siano controllabili dai cittadini stessi?

    e in vista di un referendum sull’euro – questione non marginale – come si fa ad arrivare ad una scelta consapevole e rappresentativa della totalità degli elettori, con l’attuale digital divide?

     

     

     

     

  • 228
    Dandelik

    Claudio vorrei chiederti un parere da nuovo sostenitore del M5S:Ho sentito dire spesso che il movimento e’ troppo giovane e inesperto per affrontare il parlamento; addirittura che Movimento 5 Stelle e il successo alle elezioni 2013 ricordi molto il trionfo della Lega Nord nel 1992 che ha fallito in breve. Secondo te in quello che dicono c’è effettivamente un collegamento o sono i soliti politici che tentano di strumentalizzare e screditare quello che potrebbe essere effettivamente un partito che rappresenta la svolta del paese? Vorrei precisare che io credo molto nel M5S e nel suo programma ( perché il programma esiste a differenza di quello che la televisione vuole far credere a i più ) ma sono molto curioso di sapere la tua opinione.GrazieDavide

  • 227
    tizgaisem

    Non ho votato m5s, e quindi non sottoscrivo nessuna petizione perché il m5s faccia una cosa piuttosto che un’altra.

    Noto solo che la cristallina (si fa per dire) fermezza del m5s nel rifiutare qualsiasi accordo con altri non è né lodevole né nuova: è la vecchia, vecchissima (e riprovevole) logica del tanto peggio tanto meglio. Il ragionamento non è: “Che cosa conviene al paese?” Ma, semmai: “In che modo prendiamo più voti la prossima volta? (e il paese si arrangi, più a rotoli va, più gongolo)”. Che la logica sia questa è stato detto, da alcuni del m5s, in maniera così chiara che più chiara non si può.

    Qualcuno mi spiega che c’è di figo, di nuovo, di pulito, di responsabile in questo vecchio, vecchissimo (e schifoso) modo di ragionare? E’ la logica politica più deteriore, più bassamente ingorda di potere, più irresponsabile che si possa immaginare. E nemmeno nuova: già vista e rivista nel passato.

    “Il sonno della ragione genera mostri”, Goya

  • 226
    Fulcherio

    Achtung!

    La Viola Tesi è una trolla!

    Il pericolo maggiore che le Buone Insorgenze debbono affrontare è quello degli Ultracorpi Politici, veri e propri mutanti speculari.

    Occhi aperti, e sguardo profondo! 

    Perforiamo le sagome!

  • 225
    Claudia B.

    Non sono d’accordo, Claudio, su questi sospetti-quasi certezze, su chi ha votato perchè il M5S cerchi un’intesa con il PD.

    Io sono tra questi, così come so di amici del M5S, e non siamo troll. 

    (ammetto di non aver votato M5S, pur avendo convinto amici a farlo ed essendo stata in dubbio fino all’ultimo. Decisiva verso il non voto è stata la sensazione, guardando interviste di Grillo, che in realtà i candidati fossero pronti solo ad un’opposizione e non al governo del Paese – discorsi sulla necessità di formazione celere in vista delle prossime elezioni)

     

    Ma a questo punto, come fate ad esserne sicuri che lo siamo o non lo siamo?

    Io ne sono certa, so chi sono,  ma voi mi state giudicando e definendo un troll per quale  motivo? perchè ho espresso una posizione contraria alla linea del Movimento?

    Ma allora non viene a cadere uno dei pilastri del confronto con i cittadini, il principio  della democrazia diretta esercitata  attraverso la rete, caposaldo del movimento?

    Abbiamo implementato degli strumenti tecnologici che garantiscano che questo tipo di democrazia, almeno per chi ha attualmente la possibilità di accesso alla rete (quindi un numero limitato di cittadini rispetto all’elettorato attivo) sia reale e non fittizio, o peggio, manipolabile?

    A queste condizioni, come si possono fare proposte ai nostri rappresentanti in Parlamento che siano controllabili dai cittadini stessi?

    e in vista di un referendum sull’euro – questione non marginale – come si fa ad arrivare ad una scelta consapevole e rappresentativa della totalità degli elettori, con l’attuale digital divide?

     

     

     

     

  • 224
    tizgaisem

    Vedo un gran parlare di infiltrati. Chi non dice cose in linea con il Pensiero Unico (quello del Capo, ovvio; è così comodo spegnere le valvole e far pensare altri, è così riposante) è un infiltrato.

    La preoccupazione che vi possano essere infiltrati tra chi fa petizioni on line mi pare legittima, chi può dire chi c’è dietro.

    Non capisco però quando tale preoccupazione viene da chi fin qui ha lodato internet come meccanismo garantito per la democrazia diretta. Ma come, fino a ieri dicevate che internet permette al popolo di esprimersi, e ora se uno si esprime come non volete voi è un infiltrato?

    A proposito: mi spiegate come avete evitato l’infiltrarsi di infiltrati (scusate il bisticcio) alle Parlamentarie? C’era un miracoloso filtro anti-infiltrati? Non capisco perché le espressioni di voto alle Parlamentarie dovrebbero essere prive delle interferenze degli infiltrati e queste petizioni invece no. Qualcuno mi spiega il miracoloso meccanismo che avevate attivato allora? E perche’ non attivarlo anche ora, cosi’ siamo sicuri che gli infiltrati stanno fuori dalla porta?

    • 224.1
      capitanharlock

      Di sicuro “infiltrati” è improprio.

      Altrettanto sicuro è che i commenti ai blog sono decuplicati.

      Il che significa che molti che non avevano nessun interesse nel m5s adesso magicamente si sono destati.

       

      Per le parlamentarie, il cui meccanismo è CERTAMENTE da rivedere, votava solo chi era iscritto al ms e verificato (ossia aveva inviato un documento di identità).

      Questo ha evitato una buona percentuale di giocherelloni”.

      Come già detto, il meccanismo è da migliorare, non sonsente sufficiente trasparenza, questo è il vero difetto.

  • 223
    Roberto Locatelli

    Condivido in pieno il pensiero di Messora. Sono convinto che una fiducia non porterebbe lontano nè il futuro governo nè il movimento 5S. La nostra proposta è di rottura con il passato mentre non sono cnovinto che lo sia per il PD (forse a parole ma non nei fatti..).

    Dobbiamo rimanere vigili e decidere proposta per proposta portata in parlamento.

  • 222
    mettjus

    ho votato m5s e ho firmato la petizione, forse ignaro delle sottili strategie politiche del pd

    ma se si vuole un “cambio culturale” è ora di iniziare a dare l’esempio e criticare le idee nel merito e non attaccando le persone ( che compongono la cosidetta “intelligenza collettiva” che piace tanto a grillo – e a me, per inteso )

    http://www.gonews.it/articolo_183659_Viola-Tesi-Contro-la-mia-petizione-per-avvicinare-M5S-Bersani-partita-la-macchina-del-fango.html

    http://www.facebook.com/notes/stefano-mastrangelo/trova-le-differenze/10151362545363432

    inoltre, come ha detto anche casaleggio sul palco, si inizia a sentire il bisogno di un po’ di trasparenza (se possibile in politica)

     

    mattia

  • 221
    Controcorrnte

    State giocando col fuoco o governare o prendere una mazzata alle prossime elezioni non è più tempo di calcoli astrusi e giochini sulla pelle del paese anche un cretino lo capirebbe.

  • 220
    yabul

    IL MOVIMENTO 5 STELLE NON DEVE DARE LA FIDUCIA ALMENO CHE….

    le proposte di riforma di Bersani siano coincidenti con quelle del movimento:

    1) retribuzione massima per i parlamentari 4000 euro mensili (come quella prevista per i parlamentari del movimento) , abolizione della pensione di fine mandato ecc..

    2) massimo due legislature

    3) parlametari incensurati

    ecc..ecc.

    Si potrebbe continuare ma sono già sufficienti questi tre punti.

    Bersani sicuramente non accetta e il movimento non potrà dare la fiducia.

    A quel punto tutti gli italiani lo sapranno, e il movimento non potrà essere accusato di essere irresponsabile.

     

  • 219
    Marco MathuraPrasad

    Grillini attenti a D’Alema…

    Sia chiaro, se ce ne fosse bisogno, che la proposta lanciata da D’Alema, di dare una camera al PDl e l’altra al Movimento Cinque Stelle si ritorcerebbe contro quest’ultimo in caso di adesione.

    Immaginate una legge che esce dalla Camera dei Deputati e arriva al Senato, per poi tornare indietro “depurata”, in una interminabile ed odiosa partita a ping pong. Sarebbe il fallimento della politica dei cittadini e il trionfo del Pd che  risulterebbe “generoso” e “garante della democrazia”…

    Occhio…

    Marco MathuraPrasad

  • 218
    High Definition

    Vi rendo noto l’ultimo aggiornamento della “neolingua”: dopo “La guerra è pace” e “La dittatura è democrazia” ora abbiamo: “Rimettere al governo PDL e PD-L, o, in alternativa, tenersi Monti ancora per un po’, è il modo migliore di realizzare il programma del Movimento 5 Stelle”.

    Segue un ovvio corollario: “E chi non è d’accordo con questo è un infiltrato”.

    I miei complimenti. Continuiamo così.

  • 217

    Secondo me Grillo vista l’ultima intervista di Casaleggio non vuole prendersi responsabilità di Governo, sceglie una facile opposizione senza però counsultare la base. Questo non è giusto, in Democrazia non decide Casaleggio quello che io o altri pensano lo decide il Popolo.

     

    Io non dico di aver ragione ma almeno sarebbe lecito un confronto, dov’è la Democrazia Diretta?

     

    • 217.1
      capitanharlock

      Sorry,

      secondo me Grillo segue quello che “la base” vuole, quello per cui l’abbiamo votato e quello che i parlamentari neo eletti hanno firmato nel loro codice di comportamento.

      Io la consultazione la vedrei nel caso opposto, ossia quello in cui si decidesse di votare la fiducia al pd.

  • 216
    tizgaisem

    Capitanharlock:

    E chi parla di D’Alema? Mi trova, di grazia, dove si menziona D’Alema nella mia email? Se non la trova, si scusi. Non mi metta in bocca cose che non ho detto, altrimenti rinfaccio a lei di volersi alleare con Assad di Siria (lei non l’ha detto, ma visto che le piace inventare, invento anche io).

    Certo ci si allea solo con persone nelle quali si ha un minimo di fiducia. Il che esclude automaticamente D’Alema (ma non necessariamente tutto il PD). Il che esclude, anche, una alleanza PD-PDL.

    Il suo concetto del bene dell’Italia è quello di non darle un governo? Dubito che faccia molto bene.

    Mi par di capire che a lei non dispiaccia questo scenario: Si va a rivotare. Arrivate al 30. Da soli, di nuovo non governate. Alleanze, non se ne parla. E allora si va a rivotare, arrivate al 35. Da soli, di nuovo, nisba. Allearsi, manco a parlarne. E intanto andiamo a rotoli. E non è detto che il trend continui, a tirare la corda il giocattolo si rompe.

    Se non è la logica del tanto peggio tanto meglio, che cos’é?

     

    • 216.1
      capitanharlock

      Purtroppo la situazione è complicata.

      E’ perfettamente legittima la posizione del M5s e di Grillo: facciamo quello che abbiamo sempre detto, e non votiamo fiducia a gente che rappresenta quello contro cui lottiamo.

      Questo assurdo meccanismo della attuale legge elettorale però rende difficilissima la situazione.

      Pure io (e immagino Grillo/Casaleggio e gli eletti) sono pieno di dubbi.

      Voglio il cambiamento per cui ho sperato e votato.

      Voglio che i cialtroni che ci hanno portato fin qui si tolgano per SEMPRE dalle palle.

      Voglio un’Italia NUOVA e migliore.

      Non so davvero quale sia la strada migliore… e temo che non la sappiano neppure i fondatori del M5s.

      Purtroppo.

    • 216.2
      capitanharlock

      Chi parla di dalema?

      Ma come,

      chi parla a nome del pd in questo momento?

      Paperino e Pippo?

      Sono bersani e dalema, legga le interviste appena rilasciate a corriere e repubblica…

      Con chi ci si alleerebbe allenadosi con il pd adesso?

      Son curioso di saperlo.

    • 216.3
      tizgaisem

      Bersani non e’ D’Alema. Renzi non e’ ne’ D’Alema ne’ Bersani. Non mi dica “tutti uguali” perche’ e’ la forma di qualunquismo piu’ bieco, e non mi pare da lei, da quel poco che ho letto sinora.

      Comunque non mi ha risposto: il m5s sta alla finestra, aspetta il cadavere dei nemici, aspetta di arrivate al 50+1. Intanto, passa il cadavere di tutta l’Italia. Ma ben venga, se porta voti. E’ cosi’, c’e’ poco da fare. Non e’ tanto peggio tanto meglio?

  • 215
    gibuizza

    Egregio Claudio, lei è espressione di logica e coerenza ma non si può basare solo su queste doti per battere, con una accozzaglia di inetti, le potenze di PD e PDL. Il web non è una risorsa, è solo un mezzo e quindi chi lo usa meglio ha pià vantaggio, ma usarlo non è assolutamente difficile e quindi adesso arriveranno anche gli altri. Le idee, l’analisi delle situazioni, la logica delle proposte, la coerenza dei comportamenti, l’esaltazione dei fatti e non delle parole sono cose estremamente rare e chi le ha può vincere nel medio-lungo periodo anche se dovrà sottostare nel breve periodo al populismo e alle chiacchere da bar (nonchè agli slogan e alle battute da cabaret). Quindi la invito alla chiarezza nel movimento (prima di fare chiarezza negli altri ambiti dimostrate di farla voi), alla scelta dei collaboratori tra i più bravi professionisti nei singoli settori e alla creazione di una scuola di politici seria perché fare politica è un mestiere, una missione, una professione, non certo un passatempo.

  • 214
    cramen

    io sono attualmente una simpatizzante pd  per alcune ragioni  e m5s per buona parte delle loro ragioni anche se i metodi mi fanno sentire un pesce fuord’acqua.

    nn sono appartenente e nn lo sarò mai ..ritengo di esser libera di dissentire  e simpatizzare quando le cose mi piacciono oppure no…..quindi offendere chi dissente  o chi nn appartiene alla base sol perchè proviene da altre identità ideologiche è un vecchio metodo per nulla innovativo.

    Il m5s ha saputo riunire identità ideologiche e persone con idee , interessi e prioprità diverse dove il comun denominatore è l’esigenza di cambiamento e il malumore..dire che tutti apparteniamo..a cosa apparteniamo il comun denominatore è il via tutti ci siamo solo noi..spiegatemi nn capisco chi siamo……..se qualcuno ha qualcosa da dire di diverso da ciò che penso è una risorsa o una c**zata ma devo prenderlo inconsiderazione per valutarlo.

    Quindi benvengano tutti giornalisti, tv, ex piddini delusi o ingenui e onesti piddiellini se le loro critiche vengono valutate senza preconcetti…i cambiamenti sono prima di tutti culturali la battaglia più dura è questa..creare faide fra  appartenenti a gruppi nn è un buon inizio per il cambiamento.

  • 213
    jakmax

    Non sono molto eperto di informatica ma posso suggerirvi di stamparle le informazioni veritiere creando un giornaletto di poca spesa per coloro che sulla carta vi hanno votato dadongli in questo momento un punto di informazione sicura portando a conoscenza di quel che si dice sul web anche a coloro che di web non vivono. Se questa guerra di pensiero dovesse durare a lungo avrete piu gente che vi sostiene non abbandonate i vostri elettori alla barbaria televisiva e giornalistica,anche chi in questo momento vi combatte vorrebbe essere dalla vostra parte ma purtroppo……..a dimenticavo quei qrattro volantini che avete distribuito con i 20 punti del m5s hanno avuto un gran successo .

  • 212
    Antonella Guidi

    Mjollnir ha scritto :
    Se fai questa domanda evidentemente non hai capito molto le motivazioni del M5S Fai il tuo dovere di cittadina: Infromati! Ricerca e studia i seguenti personaggi e poi ne riparliamo: Albero Bagnai/Claudio Borghi, riguardo ai vantaggi che hanno avuto i paesi del Nord Europa nel creare l’Euro a discapito dei paesi del sud Europa. A tale riguardo vatti a rivedere chi ha firmato i trattati di Maastricht e di Lisbona e dato che ci sei leggiti i trattati stessi (che violano la costituzione Italiana) Lidia Undiemi, riguardo ai trattati internazionali come MES e Fiscal Compact e come essi costituiscano una truffa ai danni del popolo Italiano ed una palese violazione della costituzione Italiana Nino Galloni, riguardo a cosa successo dal trattato di Versailles in poi in Italia con dovizia di dettagli visto che è stato funzionario di stato e quindi un prezioso testimone diretto dei giochetti della politica Marco Della Luna, che spiega chiaramente la truffa del sistema finanziario ai danni del popolo con la totale complicità della classe politica.

    La ringrazio per i nomi che mi ha suggerito, mi informerò sicuramente; purtroppo ho l’impressione che sia lei a non aver capito il mio messaggio, colto invece perfettamente da Giancarlo58 (commento numero 146) che mi ha dato una risposta sentita come sentito era il mio commento.

    La ringrazio comunque per la risposta, auspico in un futuro in cui riusciremo a parlare e capirci.

     

    • 212.1
      Mjollnir

      mi scuso se non ho compreso il senso del suo messaggio. I suggerimenti che le ho dato sono comunque buoni e la esorto ad informarsi. Io l’ho fatto e lo faccio tutt’ora e le assicuro che adesso vedo le cose molto chiaramente e la via di uscta da questa situazione appare evidente. Se ha bisogno di aiuto nella comprensione delle letture/interviste da me proposte non si faccia problemi a chiedere. Si informi, è la chive di tutto. Buona fortuna

  • 211
    Un-eletto

    Ragazzi,mi spiace dovervelo dire ora,io contavo di farvi una sorpresina un po’ più’ in la’ ma le uscite di oggi mi ci tirano per i capelli: io ho fatto un filmatino per le parlamentarie, ci ho messo dentro tutte le paroline d’ordine che piacciono a voi, no tav, no banche, no vecchi partiti, sapevo sarebbe piaciuto. E infatti eccomi qui, grazie a tutti per i vostri voti. Il problema e’ che non sapete nulla di me, mi spiace confessarvelo ma farsi passare da diversi da quello che si è, in tre minuti, e’ facile come bere un bicchier d’acqua. Io sposerò’ si’ e no il 10 per cento del programma. Mi decido a dirvelo ora che il capo-padrone dice che bisognerà fare solo quel che dice lui. Io non ne avevo intenzione dall’inizio e ora ancor meno, io faccio quel che voglio. Le parlamentarie sono un sistema deboluccio, oggi di infiltrati ne ho nasati svariati altri. Magari mi sbaglio. Ma credo scoprirete presto che tra 150 e più persone scelte quasi a caso si infilano a decine persone diverse da quel che pensate voi. Che figata queste parlamentarie, era così chiaro quali paroline d’ordine mi avrebbero disteso il tappeto rosso. È stata la mossa più facile di tutta la mia vita. Alla prossima.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

Pepe (ex M5S) scatena l’inferno su vaccini e autismo al Senato. Che lo censura.

vaxxed vaccini autismo bartolomeo pepe Vaxxed, la prima europea del film sui vaccini messo alla berlina Il 4 ottobre 2016, Bartolomeo Pepe (senatore ex Movimento 5 Stelle), doveva presentare "Vaxxed - from cover up to catastrophe", il film documentario di Andrew Wakefield sulla discussa relazione tra la vaccinazione contro morbillo, parotite e rosolia e l'autismo. Il...--> LEGGI TUTTO

Tutti gli statuti del Movimento 5 Stelle

ma-quanti-statuti-ha-il-movimento-5-stelledi Paolo Becchi Mentre la stampa è occupata dal gossip a 5 stelle su telefonate in punto di morte tra l’Ayatollah e il guru e dalla kermesse che si è aperta a Palermo per la quale oggi è annunciata l’esibizione di Raggi-o di luce che canterà "Io...--> LEGGI TUTTO

Come mai Jp Morgan, proprio adesso, vuole più deficit?

JP MORGAN AUSTERITY VS SPESA PUBBLICAGli economisti di JP Morgan, la grande banca d’affari Usa, segnalano che per la prima volta dal 2009 tutti i bilanci pubblici dei governi nelle zone industrializzate, Europa, Usa, Giappone e Regno Unito, daranno un contributo positivo alla crescita globale. Merito, secondo loro, di un aumento della spesa pubblica in tutte...--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

La lettera di una mamma lavoratrice che fa venire il magone

Mamme lavoratrici: la triste realtà che si cela dietro alla famiglia del Mulino BiancoPubblico questa lettera (inviata a Beppe Severgnini sul Corriere della Sera), che fa venire il magone non solo a chi l'ha scritta ma anche a me che l'ho letta, e nella quale credo si riconoscano tante, troppe mamme lavoratrici, perché sia motivo di riflessione sul modo in cui si è...--> LEGGI TUTTO

La lobby dello zucchero uccide – i nuovi documenti tenuti nascosti

la lobby dello zucchero uccideNEW YORK: Decine di scienziati, negli Anni 60, furono pagati dall'industria americana dello zucchero per sminuire il collegamento tra consumo di zucchero e problemi cardiaci e spostare così l'attenzione sui grassi saturi. A rivelarlo sono una serie di nuovi documenti scoperti recentemente da un ricercatore della University of California di...--> LEGGI TUTTO

Caro M5S, volete allargare il direttorio? Bene, ma dovreste fare così…

votazione online democrazia direttaBarbara Lezzi, senatrice M5S, ha rilasciato un'intervista al Fatto Quotidiano sulle questioni romane. L'ipotesi, che alcuni organi di stampa dicono condivisa anche dalla Casaleggio Associati, è quella di allargare il direttorio a 30/40 persone. Una vera e propria struttura di intermediazione (di quelle che ancora oggi non sono previste dal "Non...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

Come funziona l’Italia: noi siamo quelli con il fiore in mano

Come funziona l'ItaliaCome funziona l'Italia Ecco come funziona la nostra società. Questa è l'Italia. E, ...caso mai cercaste il pallino "voi siete qui", in questo disegno noi siamo quelli con il fiore in mano....--> LEGGI TUTTO

I nanorobot a controllo mentale che vi osserveranno.

I NANOROBOT A CONTROLLO MENTALE CHE VI OSSERVERANNOPer la prima volta, una creatura vivente è stata controllata dall'uomo utilizzando esclusivamente il pensiero, grazie a nanorobot che hanno rilasciato all'interno di alcuni scarafaggi dosi programmate di farmaci, in risposta all'attività cerebrale di chi ha condotto l'esperimento. Una tecnica che - sostengono già alcuni - potrebbe essere molto utile per il trattamento...--> LEGGI TUTTO

Come fare soldi con un blog

Innanzitutto, come "non" fare soldi con un blog Se vuoi fare soldi con un blog, non aprire un blog di informazione. Tantomeno libera. Se poi vuoi fare un blog di informazione indipendente, inizia a cercarti su AirB&B un paio di metri quadri ancora disponibili, a prezzi stracciati, sotto a qualunque ponte...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Le vostre email

Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Alfano: M5S peggio di fascisti e comunisti

ALFANO: M5S PEGGIO DI FASCISTI E COMUNISTI"Alcuni dirigenti M5S hanno la cecità ideologica di alcuni vecchi comunisti e la feroce violenza di alcuni primi fascisti". Così Angelino Alfano ieri al Corriere della Sera. Di seguito, nel video, la replica di Di Battista: ...GUARDA

Donald Trump Vs Hillary Clinton – Il primo confronto TV Integrale

Donald Trump Vs Hillary Clinton - Il primo confronto TV IntegraleDonald Trump e Hillary Clinton si sono sfidati questa notte nel primo confronto tv delle presidenziali Usa 2016. Ecco il video integrale. ...GUARDA

Di Battista e Di Maio vs Lucia Annunziata al Foro Italico di Palermo

Di Battista e Di Maio vs Lucia Annunziata al Foro Italico di Palermo L'intervista di Lucia Annunziata, a In Mezz'ora, dal Foro Italico di Palermo, ad Alessandro Di Battista e Luigi Di Maio....GUARDA

Sgarbi caga sulla Swiss Air

Vittorio Sgarbi caga sulla Swiss Air Sgarbi "caga" sulla Swiss Air, le hostess gli chiedono di uscire a metà: quello è un bagno di prima classe. Immaginate il seguito (la questione nasconde una discussione sui diritti sottostante: di fronte alle emergenze, è possibile che valga la distinzione "prima classe/seconda classe"?):...GUARDA

USA: la polizia fredda un altro afroamericano, Terence Crutcher

terence-crutcher omicidio polizia USA In Oklahoma la polizia ha ucciso un altro afromericano. Una lunga sequela di uccisioni che dal 2015 porta a 400 l'elenco delle vittime. Gente freddata spesso senza alcuna ragione apparente. (altro…)...GUARDA

Becchi: la stampa contro al M5S? Ma se il blog di Grillo ormai è il Corriere della Sera!

BECCHI: STAMPA CONTRO AL M5S!? MA SE IL BLOG DI GRILLO ORMAI È IL CORRIERE DELLA SERA!Paolo Becchi a Checkpoint parla del grande colpo di stato dell'Euro, dei rapporti tra la stampa e il M5S e del grande spettacolo politico della Casaleggio Associati. ...GUARDA

Roma: Nino Galloni assessore al Bilancio nella giunta Raggi?

Nino Galloni - Io assessore al Bilancio del Comune di Roma, nella giunta di Virginia Raggi? Nino Galloni, ospite a Tagadà su LA7, risponde alle domande sulla sua candidatura ad Assessore al Bilancio e al Patrimonio del Comune di Roma, nella giunta di Virginia Raggi. (altro…)...GUARDA

Matteo Renzi sfotte Paola Taverna: “complotto su Roma”.

matteo renzi sfotte paola taverna su roma complotto Matteo Renzi sfotte Paola Taverna: "ci fanno il complotto su Roma"....GUARDA

Film, libri e Dvd

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>