Tutte le Bindi-Balle sulla Costituzione

MA LA SIGNORA BINDI, LA COSTITUZIONE, DOVE L’HA LETTA?

bindi(1)

di Paolo Becchi

Nella puntata di ieri sera di Servizio Pubblico, Santoro ha lasciato alla Signora Bindi la replica al mio breve intervento, nel corso del quale, rispondendo ad una giornalista, avevo ribadito la mia ipotesi di una prorogatio di fatto del Governo dimissionario, ma ancora attualmente in carica per il disbrigo degli affari correnti.

Non voglio ritornare, qui, a spiegare nuovamente la mia ipotesi, sebbene le critiche che ha suscitato abbiano finito per confondere, anziché chiarire, i meccanismi costituzionali che possono sostenere una situazione di “prorogatio” del Governo dimissionario (mi limito, qui, a rinviare all’articolo apparso su Byoblu, Un Parlamento senza Governo). Vorrei, invece, soffermarmi sulla replica affidata alla Signora Bindi, che mi ha accusato di non conoscere la Costituzione ed il Diritto Costituzionale e che ha sostenuto che il Parlamento non avrebbe alcuna autonomia se non affiancato da un Governo in carica, legato ad esso da un voto di fiducia. Secondo la Bindi, in altri termini, con il Governo attuale in prorogatio il Parlamento non potrebbe in alcun modo legiferare.

 

Ora, io non so quali articoli della Costituzione la Signora Bindi abbia letto, ma direi che, tra i due, non sono io ad aver bisogno di un corso accelerato di Diritto Costituzionale. Cerchiamo di capirci, testi alla mano.

  1.  E’ ovvio che la crisi di Governo, o le sue dimissioni, implicano l’arresto, alla Camera, di tutte le attività legislative che siano legate o dipendano da iniziative riservate all’Esecutivo o, comunque, dalla necessità di un suo intervento. Ciò non significa, tuttavia, che il Parlamento non abbia, per tutte le altre materie, piena potestà legislativa: la maggior parte delle leggi di cui attualmente si discute, in altre parole, possono essere proposte, votate ed approvate direttamente dalle Camere, senza che sia necessario l’intervento del Governo. Dov’è scritto, Signora Bindi, che la riforma della legge elettorale, per esempio, non possa essere fatta dal Parlamento in completa ed assoluta autonomia? Costituzione alla mano: art. 70, “La funzione legislativa è esercitata collettivamente dalle due Camere”; art. 72, “Ogni disegno di legge, presentato ad una Camera è, secondo le norme del suo regolamento, esaminato da una commissione e poi dalla Camera stessa, che l’approva articolo per articolo e con votazione finale”; art. 73: “Le leggi sono promulgate dal Presidente della Repubblica entro un mese dall’approvazione”. Dov’è il Governo? Dov’è la mancanza di autonomia da parte delle Camere?Non sarebbe, del resto, cosa alquanto strana che in una forma di governo parlamentare il Parlamento non potesse legiferare se non attraverso l’intervento di un Governo legato ad esso da un rapporto di fiducia? Forse la Signora Bindi si confonde: nel nostro ordinamento costituzionale, il Governo non può fare a meno del Parlamento, ma non viceversa.
  2.  La Signora Bindi ha anche farfugliato qualcosa in merito al fatto che, senza un Governo forte della fiducia, le leggi del Parlamento non potrebbero essere approvate (o promulgate, non è dato capire), perché non potrebbero far fronte alle spese ed agli oneri eventualmente derivanti dalla loro applicazione.Ammetto di non capire il ragionamento. La Costituzione (art. 81), prevede che in ogni legge che importi nuove o maggiori spese devono essere indicati i mezzi per farvi fronte. Ciò significa che, al di fuori dei casi di cui all’art.77 (decreto-legge), è il Parlamento che, in quanto istituzionalmente preposto all’esercizio dell’attività legislativa, si deve fare carico delle conseguenze finanziarie delle sue leggi (così Corte Cost, n. 226/1976). È chiaro che occorre procedere, in questi casi, ad una preventiva quantificazione degli oneri finanziari ed all’individuazione dei relativi mezzi di copertura, mediante una procedura che richiede che il Governo presenti una relazione tecnica sul punto. Chi ha detto, tuttavia, che al Governo in prorogatio tale attività sarebbe preclusa? Se la proposta di legge è di provenienza parlamentare, il Governo si limiterebbe a svolgere un’attività tecnica di supporto che non ha nulla a che vedere con i suoi poteri di indirizzo politico, ma che avrebbe natura meramente amministrativa. Le valutazioni tecniche non eccedono l’ordinaria amministrazione, soprattutto nei casi in cui ad esse non corrisponda alcuna decisione politica da parte del Governo.
  3.  Ripeto, infine, che la nozione di “ordinaria amministrazione” del Governo in prorogatio è rimasta sempre incerta ed indefinita. Per questa ragione, si è instaurata la prassi governativa di emanare, nei casi di Governi dimissionari, “circolari” contenenti, di volta in volta, elenco e tipi di attività e poteri che devono considerarsi rientrare nel disbrigo degli “affari correnti”. Così avvenne con Amato, con Prodi, etc. Se le forze politiche intendessero realmente assumersi la “responsabilità” tanto invocata dal Pd, potrebbero concordare con la Presidenza del Consiglio una definizione delle attività di “ordinaria amministrazione” di competenza dell’attuale Governo dimissionario che consentano quel minimo coordinamento necessario al fine di assicurare al Parlamento la possibilità di approvare quelle leggi ritenute necessarie nell’arco dei prossimi 3-4 mesi.

Aggiungo, infine, una riflessione. La Signora Bindi non ha, in realtà, argomentato in alcun modo le sue tesi: si è limitata a giudicare la mia ipotesi destituita di fondamento, in quanto asseritamente “incompatibile” con il testo costituzionale. Temo che, dietro questa sua replica, ci sia in realtà una ragione politica.

Il Pd continua a ripetere, ossessivamente, che il prossimo Governo dovrebbe anzitutto provvedere alla riforma della legge elettorale (Porcellum), la quale avrebbe portato all’ingovernabilità. Al contempo, però, sostiene che, con il Governo dimissionario attuale in prorogatio, questa riforma non potrebbe, a norma della Costituzione, essere approvata dal Parlamento. Il che è, come si è detto, palesemente falso. La domanda, allora, è la seguente: non sarà forse che il Pd non ha alcuna intenzione di modificare la legge elettorale in questa situazione politica, perché, se si andasse alle urne nei prossimi mesi con una legge “maggioritaria”, che assicuri la “governabilità”, al Governo rischierebbe di finirci il MoVimento 5 Stelle? Ed allora si fa questo gioco: si dice che priorità del Pd è riformare la legge elettorale, ma che l’unico modo per fare questo è che il Parlamento voti la fiducia ad un Governo Bersani.

 

Tutto ciò, dal punto di vista costituzionale, è falso, lo ripeto ancora. Il Parlamento può riunirsi ed approvare una modifica dell’attuale legge elettorale, senza bisogno di alcun nuovo Governo. Non lasciamoci ingannare. Se davvero si volesse a tutti i costi eliminare il Porcellum, si potrebbe fare in un’ora. Se davvero si dicesse “dobbiamo essere responsabili, la priorità è non tornare a votare con questa legge elettorale”, allora si potrebbe arrivare ad un primo compromesso: far rivivere, con un semplice tratto di penna, la precedente legge, il Mattarellum, che certamente assicurava la governabilità, pur non essendo la legge elettorale “ideale”. Non sono certo il primo a dirlo e sostenerlo, ma è evidente che basterebbero pochi minuti, basterebbe che il Parlamento approvasse una legge di un solo articolo che dica: l’attuale legge elettorale è abrogata. Rivive la precedente.

Tutte le complicazioni, i se…, i ma… del Partito Democratico sono scuse, niente altro, manovre di tattica politica. Un solo articolo di legge, ed avremmo eliminato il problema.

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

94 risposte a Tutte le Bindi-Balle sulla Costituzione

  • 65
    Massimo

    Da quello che ho capito voi vorreste un ordinamento nel quale i parlamentari esercitano la proposta legislativa, il disegno di legge viene approvato dalla commissione in sede redigente e il parlamento lo emenda e lo vota. A quel punto il Pdr può promulgare la legge. Tutto molto chiaro, peccato che manca un passaggio: l’atto del Pdr che promulga la legge deve essere controfirmato da un ministro che si assume la responsabilità derivante dall’atto. I ministri del governo Monti, pero’, non possono controfirmare la promulgazione di una legge elettorale o di una legge che abolisce il finanziamento ai partiti, perché non rientra nella gestione degli affari correnti di un governo dimissionario (non lo afferma solo la dottrina costituzionale, ma anche la giurisprudenza: TAR Puglia, Bari, sentenza n. 996 del 2008).
    Tutto questo ha un significato preciso: con un governo dimissionario o in prorogatio non può essere approvata nessuna legge.

  • 64
    Debris

    Ipotesi FURBA, anzi furbissima che ha un noto precedente internazionale, il Belgio, dove il governo dimissionario in “ordinaria Amministrazione” è durato in carica quasi un anno. Dimostrando, fra l’altro, l’importanza del ruolo dell’Unione Europea per degli stati come il Belgio,  Teoricamente – Andrea Manzella ad esempio, ricorda che le Camere all’inizio del loro mandato possono ben legiferare su tutti quegli elementi che non toccano il rapporto di fiducia con il governo, quindi la riforma elettorale, il conflitto di interessi ed anche la corruzzione, invece non credo sarebbe possibile dar vita a trattati internazionali..Altri costituzionalisti non apprezzano la proposta, comporterebbe serie tensioni della Carta e della struttura normativa, ma tutto, ovviamente dipenderebbe dal tempo, l’Italia non è il Belgio.Ha un ruolo internazionale divero, peggio ancora è evidente che il finale della partita, in questo caso sarebbe ben scritto.

    Dicevo una proposta molto furba, che andrebbe benissimo a M5S, che non vuole votare nulla e niente che i propri programmi, e male a tutti gli altri che sarebbero considerati responsabili di ogni eventuale problema economico, salvo che non si ponesse un piccolo rimedio, l’entrata dei politici nel governo Monti ed un cambiamento sostanziale della sua politica economica. Non un grande affare per l’Italia.

    Meno alchemie costituzionali e più ragionevolezza. Ad esempio un bel referendum interno per stabilire se accettare le proposte di Bersani ?

     

  • 63
    Steve

    Becchi for president

  • 62
    maistros

    Diciamo per esattezza che alcune leggi possono essere fatte solo dal governo , ma in linea di massima il professore ha ragione, perchè l’iniziativa legislativa può essere esercitata da qualunque parlamentare , dal popolo, dal consiglio nazionale del lavoro, al consigglio regionale e anche al comune ovviamente solo su alcuni argomenti per quest’ultimo come l’abolizione delle province.

    Io ho veramente sempre più timore che questi del pd abbiano poca intenzione di fare.

    Qua occorre una riforma della pubblica amministrazione fatta bene con tagli a milioni di stipendi e pensioni , altrimenti la vedo dura più tagli ovviamente alle spese

  • 61
    Ronnie

    isadora d. ha scritto :
    Un tubo, quelle “personali” le approvano in un amen ..quelle che servono al paese se le rimpallano per anni.

    Tanto per fare un esempio.

    Per rimettere le commissioni, dopo la minaccia delle banche, uno “pseudo” parlamento che andava preso a calci nel c**o, PD e Bersani compreso, che dice di essere una persona onesta e continua a meterlo nel c……..o al popolo poveraccio, mentre lui se la sgodazza,  7 minuti ha votato la legge all’unanimità in seduta straordinaria un paio di giorni dopo la minaccia (o giù di lì).

    7 MINUTI! 

    Non parliamone dell’aumento di stipendio. Ci mettono ancora meno.

  • 60
    StefanoBelforte

    MA qualcuno puo’ chiarire cosa vuol dire esattamente “ordinaria amministrazione”, che il governo non puo’ fare Decreti Legge ? Non mi pare un gran problema. I Decreti Legge devono essere limitati a casi di urgenza e invece sono stati abusati per decine di anni.  Confondere il governo col comando, il presidente del consiglio col Re Sole e la repubblica (= cosa pubblica, se posso fare sfoggio di studi di scuola media senza) con la ditta di famiglia e’ la favola che berlusconi ha raccontato cosi’ a lungo che tanti ci credono e pensano di aver votato per il re. Ma non e’ mica vero. Purtroppo… “una bugia detta mille volte diventa una verita’ “.. (Dr. Goebbles… brrrr)

    Ma finche’ siamo un repubblica parlamentare, la sovranita’ e’ del popolo attraverso il parlamento, non del governo.

  • 59

    BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA  BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA 

     

    chiaro?

  • 58

    A mio parere è pensabile una legislatura con un governo in regime di prorogatio.

    Sono dalla parte dei rilievi mossi dal prof. Becchi.

     

    M5S avanti tutta. Non tradire il programma elettorale in base al quale milioni di italiani ti hanno votato.


  • 57
    Ryger

    achillebennato ha scritto :
    questo della prorogatio è una caxxata grande quanto una casa..detto da una analfabeta della costituzione in costituzione c’è scritto che si può fare in tempo di guerra..e non può fare nulla neanche rimodulare l’imu..capisco l’antipolitica ma la bindy…può non essere simpatica ma è onesta e preparata il prof. bechi può al massimo guidare un gregge…..tutti spatano caxxate ma per favore siamo seri..sono balle o grillo esce dall’aula e berlusconi rimane votando no o altrimenti si va al voto e stavolata lo tsunami il popolo ve la fa a voi che impedite alla gente di avere soldi posti di lavoro benzina meno cara e tasse più basse questo accade nel 2013 lo cpaite o no..ma no a voi che ve frega della gente a voi interessano i voti…ma poi per fare cosa…

     

    Achille trollati da un’altra parte asino tu e la Bindi.

  • 56
    capitanharlock

    Prorogatio, governo tecnico, di scopo, del presidente, di Rodotà, inciucio, inciucissimo…Porcellum, Mattarellum, proporzionale puro, impuro, doppio turno alla Francesse, alla Turca…Accetterei QUALUNQUE cosa pur di non rivedere MAI PIU’ quelle facce:I bindibersaniveltronidalemacicchittogasparriberlusconisantanchesgarbimaronocalderolimastella… Alcuni forse (ma forse) saranno pure per bene, ma io non li voglio rivedere PIU’!BASTA!Sarei disposto a rinunciare anche al decimo dello stipendio, a sbattezzarmi, ad abbracciare scientology, a fare l’abbonamento alla juventus, a dire che moggi è una brava persona, persino quasi a partecipare al grande fratello (max uno due giorni, non esageriamo).Ma ditemi cosa devo fare…. io lo faccio.

  • 55
    maurizio

    Questa è la dimostrazione che in televisione non si riesce ad andare fino in fondo ai problemi.Io la televisione non ce l’ho lo ripeto, e le spiegazioni del prof.Becchi  su questo sito, a me sembrano chiarissime ed è un vero peccato che non abbia potuto darle in televisione.E’ evidente la volontà del pd di non voler modificare la legge elettorale : la cosa è fattibilissima anche senza governo.Cara bindi si legga quanto sopra e veda un po’ nel profondo della sua coscienza se non si vergogna un po’.

  • 54
    achillebennato

    Danilo ha scritto :
    Scusa Achille,ma devono, i ragazzi del M5S cambiare l’Italia in 15 gg? D

    La gente ha votato con la pancia..ha fame…non ragiona più… servono lavoro e riforme subito..non proragatio..che il prof..non capisce nulla e lo usi come viagra….se la gente a maggio non ha più da mangiare la colpa è di chi per politica dice no…se c’è stata la protesta vedrete che poi l’italia scende in piazza…basta essere eletti per essere casta..lo capite o no?…la gentre vuole risposte subito..o le date o pure voi a casa tutti ma stavolta altro che urne…avremo..altro..altro..oggi passa la storia domani la storia è già passata…lasciate fottere la tattica, fate la fine di casini…serve pane..pane…e subito…

  • 53
    Gibraltar

    Gli è stato concesso non più di qualche secondo per parlare, prima che Santoro lo congedasse, senza peraltro concedergli nemmeno il tempo di terminare il proprio l’intervento, per lasciar replicare la Bindi.

    La Bindi, oltretutto, ha esordito in maniera poco elegante, interrogando Santoro e se stessa, con l’aria fintamente sorpresa di chi si guarda attorno in cerca di risposte, o di consensi, quale titolo di studio avesse il Prof. Becchi.

    Mi dispiace Prof. Becchi.

  • 52
    fedefede

    lungi da me da difendere la bindi, ma per correttezza non sarebbe opportuno citare l’art 71? 

    Art. 71.

    L’iniziativa delle leggi appartiene al Governo, a ciascun membro delle Camere ed agli organi ed enti ai quali sia conferita da legge costituzionale.

    Il popolo esercita l’iniziativa delle leggi, mediante la proposta, da parte di almeno cinquantamila elettori, di un progetto redatto in articoli.

     

    io penso che troppo spesso si faccia leva sull’ignoranza della gente… ed è triste

    • 52.1
      RossCT

      L’articolo dice che sia il governo che un parlamentare possono fare leggi quindi la linea di becchi è giusta….non so se il tuo messagio è contro il profesore

  • 51
    UomoRagno

    La Bindi è una bieca politica( nella accezione piu bassa e squallida di questo termine ), e il fatto che il PD abbia fatto carte false per riconfermarle la poltrona la dice lunga, se cio servisse ancora, sulla serietà di questo partito.

  • 50
    Caprera

    Nella recente sentenza (13/2012) sulla (non) ammissibilita’ dei referendum elettorali la Corte Costituzionale ha affermato che la reviviscenza delle norme tramite abrogazione di una norma che a sua volta abrogava in tutto o in parte la precedente (come fa il porcellum) e’ cosa molto delicata.

    Quindi quello che l’articolista scrive:

    far rivivere, con un semplice tratto di penna, la precedente legge, il Mattarellum, che certamente assicurava la governabilità, pur non essendo la legge elettorale “ideale”. Non sono certo il primo a dirlo e sostenerlo, ma è evidente che basterebbero pochi minuti, basterebbe che il Parlamento approvasse una legge di un solo articolo che dica: l’attuale legge elettorale è abrogata. Rivive la precedente.

    Semplicemente non puo’ essere.

    Forse si puo’ fare scrivendo nella nuova legge quali parti del mattarellum devono rivivere. Ma non credo bastino poche righe. Sarebbe un lavoro equivalente a riscrivere la legge.

    In ultimo faccio notare che i collegi elettorali del Mattarellum erano 630 + 315. Mentre adesso (per il nuovo vincolo costituzionale sui parlamentari eletti all’estero) si eleggono in Italia 618 + 309 parlamentari.

    Quindi andrebe rifatta completamente anche la divisione del territorio in collegi uninominali che, ricordo a chi non ha memoria o non la vuole avere, era stata fatta con decreto legislativo quindi con delega al Governo. Puo’ un governo dimissionario e in carica solo per gli affari correnti redigere un Dlgs? Io non lo so, lo sa il Professore? E sara’ d’accordo il nuovo Presidente della Repubblica?

    E anche ammettendo che il Governo abbia i poteri per farlo ci vuole del tempo, almeno qualche settimana.

    So solo che anche se si volessero definire direttamente nella legge i collegi il lavoro non sarebbe ne’ semplice ne’ immediato.

    Sarebbe bello, ma NON basterebbe un tratto di penna.

    Le cose sono molto piu’ complesse di quello che si dice in questo articolo.

    Sicuramente la signora bindi puo’ avere detto inesattezze, ma anche il signor becchi ne ha dette qualcuna e di non poco conto.

    Riflettiamoci prima di dare i nostri giudizi

    • 50.1
      Caprera

      Mi correggo: nel mattarellum non c’erano 630 + 315 collegi, ma a quei tempi si eleggevano 945 parlamentari in Italia. (i collegi erano meno in quanto c’era il 25% dei seggi proporzionali)

      Iin ogni caso il senso e’ che i collegi del vecchio decreto legislativo, se si rifa’ il mattarellum, dovono comunque essere ridefiniti perche sarebbero incongruenti con la costituzione

  • 49
    paprika

    Quando su questo blog venne pubblicato l’articolo “Un Parlmento senza Governo”, il 1.3.2013,

    io scrissi un commento (N 52):

    “Se un COSTITUZIONALISTA leggesse questo articolo di Paolo Becchi, direbbe:

    è una possibile soluzione.

    Oppure si scompiscerebbe dalle risate?

    A me piacerebbe saperlo.”

    Oggi 9.3.2013, ancora non sono riuscita a saperlo, perchè nessuno lo ha chiesto ad un COSTITUZIONALISTA.

    Mi piacerebbe sapere, anche, se Claudio Messora legge i commenti agli articoli che pubblica. Se sì, perchè non prova a sottoporre la tesi di Paolo Becchi ad un COSTITUZIONALISTA?

    Farebbe, a mio avviso, un’opera di giornalismo di qualità; qualità alla quale ci aveva abituati (leggo questo blog dal 2009).

    Purtroppo, però, ultimamente, mi sembra che Claudio Messora, abbia perso la bussola del bravo giornalista.

    Grazie e buona giornata.

     

     

     

     

     

     

     

  • 48
    leopardogat

    Sono d’accordo sulla attuale ubiquita’ del pd,e Rosi Bindi Come Bersani ,sempre con un fare spocchioso ” da vecchi intellettuali demagoghi” di sinistra si arroccano come in una partita di scacchi,perche’ non sanno che pesci prendere.Ma non hanno capito che gli italiani ,anche quelli che li votavano,hanno capito questo giochetto del dire e non dire del fare e non fare ,questo imbroglio semantico che e’ solo figlio della loro incapacita’di accettare una sconfitta elettorale e di cambiare registro ,facendo qualche cosa di utile per il paese.La Bindi terrea (dentro) ma con la faccia di bronzo da vecchia democristiana ha resistito a lle critiche del piccolo imprenditore di Genova, nella trsmissione di Santoro,non scendendo sul terreno del confronto con una persona che voleva parlare di cose concrete,ma continuando come fanno da sempre quelli del pd ,prima a autoeloggiarsi sulle cose che hanno fatto, poi a tirarsi fuori dal confronto,rifungiandosi sul elit-motiv ormai di tutta la casta politica italiana -IO NON C’ENTRO- se c’ero non ho visto,se ho visto non ho sentito,sembrano come quel cittadino palermitano, negli anni della guerra di mafia,che viene sorpreso da una macchina dei carabinieri vicino ad un cadavare fresco fresco in un lago di sangue e il carabiniere gli dice,: lei ha visto qualc’osa? ,ha sentito sparare, Io no’ ma perche’? ma non vede il cadavere a terra..ma chistu morto e’? mi pareva che dormisse e poi se c’ero non ho visto se ho visto non ho sentito io non c’entro niente!!!

  • 47
    salsa

    l’analisi è corretta, erano vecchie istruzioni che davano alle elementari in “educazione civica”, corso guardacaso sparito dalle scuole di tutte le regioni italiane. ma chi ha buona memoria, sà come funzionano veramente le cose…

     

  • 46
    cloc3

    di certo, la costituzione recita:

     

    “Art. 94. Il Governo deve avere la fiducia delle due Camere”.

    la fiducia, di conseguenza, costituisce al contempo sia una necessità per l’esistenza del Governo, sia un dovere del Parlamento, che ha l’obbligo di designarne uno.

    La tua idea di esasperare il concetto di indipendenza della funzione legislativa fino al punto di immaginare la sopravvivenza stabile di un Parlamento di nuova elezione in assenza di un Governo sembra a me costituzionlamente impropria. E credo che un Presidente della Repubblica avrebbe l’obbligo di opporvisi in modo determinato.

    Sono anche molti i punti in cui la Costituzione discute del potere legislativo del Governo, che esiste, ma è tassativamente limitato dalla funzione di controllo del Parlamento. È evidente che, se un Governo non possiede la fiducia del Parlamento, deve rinunciare alle proprie prerogative in materia legisltative, e non può essere considerato dunque organo istituzionale nella pienezza dei propri poteri Costituzionali.

     

    Quale che sia la decisione finale del Movimento 5 Stelle sulla questione (nessuno è obbligato a formare un governo con alleati di cui non nutre adegauta fiducia), non è pensabile immaginare una legislatura esercitata in assenza di Governo, nè è possibile che un Parlamento si sottragga a tale ineludibile responsabilità.

  • 45
    fasw

    High Definition ha scritto :
    Al contrario di quello che dici, dai passaggi che citi si evidenzia soltanto che i padri costituenti hanno previsto una costante partecipazione del governo in vari momenti dell’iter parlamentare necessario all’approvazione e promulgazione delle leggi. Sentirci dire che il governo potrebbe essere agevolmente sostituito da un call center, la dice lunga sui danni cerebrali che trent’anni di tv berlusconiana ha arrecato al Paese.

     

    Esatto High Definition.

    Mi vien da chiedere al prof. Becchi se è convinto che QUESTO Guardasigilli (ministro della giustizia), viste le sue limitate possibilità operative per le dimissioni del governo, possa firmare o meno delle leggi promulgate da un parlamento.

    Il diritto parlamentare è un complesso insieme di norme e regolamenti e non è con una ricerca sul web che si ha il quadro della situazione.

    invito gli amici del M5S di diffidare di improvvisati santoni giuridici che non hanno, per proprio curriculum, nessuna competenza su temi così complessi.

    Finiamola di scrivere improvvisazioni su temi che non conosciamo. Qui l’Italia attende risposte.

  • 44
    lucvit

    una nuova legge elettorale:
    – gli eletti che siederanno alle camere, saranno coloro che singolarmente avranno preso più percentuale di voti in base a tutti gli aventi diritto al voto, via via a scendere fino a riempire tutti i posti, (almeno dimezzati). come premio di maggioranza delle 3 coalizioni che dovranno essere preventivamente dichiarate dai singoli,
    destra-sinistra-centro, si applichi la stessa percentuale degli astenuti.
    mi pare matematica pura, cioè democrazia.
    in più riguardo al cambiocasacca: chi vorrà utilizzare questo diritto relativo all’art.67, dovrà dichiararlo prima ai propri eventuali elettori, così si tutelano sia le scelte di libertà dell’eletto, che quelle dell’elettorato. chi non dichiarerà di avvelersi dell’art.67 e cambierà idea-schieramento, dovrà essere licenziato in tronco e sostituito dal primo non eletto del proprio schieramento. anche in questo caso sono e saremo tutti tutelati, e nessuno avrà negati i propri diritti.
    grazie biofuturo a tutti.
    lucio-vitali

  • 43
    Antonino Trunfio

    PRIMO : Durante la tramissione, provate a contare le volte in cui la mummia imbalsamata che risponde al nome di rosy, ha usata le parole : RESPONSABILI E RESPONSABILITA’. Ovviamente per schermarsi della figuraccia memorabile che ha fatto con Travaglio e davanti a Cacciari suo coscritto di partito.
    SECONDO : nessuno le ha chiesto come mai una toscana da sinalunga si fa candidare a Reggio Calabria, la capitale internazionale della ‘ndrangheta ?

  • 42
    Robby
    • 42.1
      puccini

      grazie Robby per la segnalazione, INCREDIBILEEE…

      consulto il blog di bgrillo e non mi ero mai accorto che esponeva in maniera così sfacciata ADDIRITTURA IN CIMA, IN BELLA EVIDEZA, AL SUO BLOG non una, ma ben due annunci pubblicitari “adsense” e un bannerone in cui chede addirittura UNA DONAZIONE per sostenere il suo blog… INCREDIBBBILEEE… CHE SFACCIATO… IMBROGLIONE…

      grazie Robby mi hai aperto gli occhi…

       

      p.s. NON CI ANDATE

  • 41
    pippino

    Articolo ineccepibile, complimenti :-)

  • 40
    Barbaranotav

    ciao ragazzi, 

    scusate l’off topic ma questa è imperdibile

    L’Espresso evade 225 milioni? La clamorosa notizia censurata

    http://www.controcopertina.com/lespresso-evade-225-milioni-la-clamorosa-notizia-censurata/

    Non vi sarà sfuggita questa…

    Maria Tindara Gullo, 47 anni, neo eletta alla Camera per il Pd, risulta tra gli indagati nell’inchiesta «fake», sfociata ieri 7 marzo nell’arresto di sette persone, compreso il padre della deputata. Le persone coinvolte nella maxi-indagine della polizia sono 156, accusate, a vario titolo, di falso ideologico e soppressione di atti d’ufficio, voto di scambio, associazione a delinquere e truffa aggravata. Nell’ambito della medesima inchiesta sono stati sottoposti a obbligo di divieto di dimora due consiglieri comunali, sempre di area Pd, mentre un ispettore di pol izia municipale, un ex consigliere comunale e un geometra, sono stati sottoposti a obbligo di dimora.
    Il padre di Maria Tindara Gullo, l’ex vice-sindaco Francesco (Cisco) Gullo, è considerato dagli inquirenti la mente dell’associazione che – secondo l’accusa – avrebbe condizionato le elezioni amministrative del 2011 a Patti. Stando sempre alla tesi dell’accusa Cisco Gullo avrebbe deciso le sorti della politica nel comune in provincia di Messina sino alle ultime elezioni del 2011. In quella tornata venne candidato a sindaco, senza però riuscire ad essere eletto, il cugino Luigi Gullo, anch’egli indagato nella operazione Fake.  (Corriere.it) e (lasi cilia.it)
    altri impresentabili qui
    MA QUESTI I PENNIVENDOLI NON LI METTONO ALLA BERLINA?
    Quando le accuse sono reali, LORO PROVVEDONO SOLO AD INSABBIARE

  • 39
    Ronnie

    isadora d. ha scritto :
    Un tubo, quelle “personali” le approvano in un amen ..quelle che servono al paese se le rimpallano per anni.

     

     

     

    per BYOBLU

    Ho postato un commento in questa posizione e mi è arrivata la mail di confermare il commento di un certo SERROS. Com’è possibile?

  • 38
    Cocisse

    Ma cosa ci aspettiamo? Ma chi!, ha bisogno di alcuna lezione, di diritto o altro, da politici che hanno direttamente o indirettamente ma recidivamente partecipato allo stupro di questa nazione per DECENNI.

     

    Bisognerebbe far sapere a Santoro che molti Italiani guardano la sua trasmissione perche in differita si possono facilmente saltare i “ragli” senza capo ne coda del 90% dei suoi putridi ospiti politici rappresentanti dell’Italia del male. Quindi se siete pronti a fare il fast-forward potete godervi la parte guardabile della trasmissione.

     

    Ma questo, glielo avete detto a Santoro?  … Dicitencello vuje !

  • 37
    fasw

    Vi invito a leggere l’aggiornamento di stato su facebook di Piero Ricca (che non è certo un pericoloso piddino, ma attivista di spicco del M5S). Piero scrive:

    Noto che sui prossimi snodi istituzionali c’è un po’ di confusione tra i non addetti ai lavori, e a volte anche tra gli addetti, comprese persone che frequento, e allora forse non è superfluo mettere qualche punto fermo.
    1 Non ci può essere alcuna “proroga” del governo Monti. Il governo uscente rimane in carica per l’ordinaria amministrazione fin quando non c’è altro governo o non si arriva a nuove elezioni.
    2 Per insediarsi, il governo ha bisogno del voto di fiducia a maggioranza assoluta in entrambe le camere. Senza voto di fiducia il governo non c’è e senza nuovo governo si rivota, quindi non ci può essere alcun accordo in parlamento su singole leggi.
    3 Negli ultimi sei mesi del mandato il presidente della repubblica non può sciogliere il parlamento e indire nuove elezioni. Quindi, se non si trova una maggioranza di governo, a sciogliere le camere sarà il nuovo presidente della repubblica, che dovrà essere eletto a maggio dal parlamento in seduta comune, a meno che Napolitano non si dimetta prima.
    4 Alla Camera Pd e Sel hanno la maggioranza assoluta dei seggi, per effetto del premio di maggioranza nazionale. Al Senato non hanno la maggioranza, nemmeno con l’ausilio dei seggi della lista Monti, poichè l’assurda legge elettorale vigente prevede per il Senato un premio di maggioranza su base regionale.
    5 Sicché, un eventuale governo proposto da Pd e Sel, per avere la fiducia in Senato, o ottiene i voti del M5S o del Pdl. Altra ipotesi: un governo d’emergenza con i voti di tutti o un ancor meno probabile governo a guida M5S sostenuto da Pd e Sel.
    6 La fiducia non è un vincolo di legislatura. Può essere ritirata in qualsiasi momento, quando il governo pone la fiducia per far approvare un suo decreto o quando le opposizioni, registrato un mutamento degli equilibri politici, chiedano una verifica della maggioranza in parlamento. Analogamente nulla vieta a un gruppo di opposizione di “salvare” il governo durante un determinato voto di fiducia

     

    Non aggiungo altro se non una preghiera. Fate in modo che Becchi non faccia altri danni.


  • 36
    G.P.

    Mi pare che stiamo passando dalle Bindi-Balle alle Becchi-Balle.

    Nessuna persona con un una minima familiarietà con il sistema elettorare può direla precedente legge, il Mattarellum, che certamente assicurava la governabilità,” senza mentire sapendo di mentire.

     

     

«12

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

Pepe (ex M5S) scatena l’inferno su vaccini e autismo al Senato. Che lo censura.

vaxxed vaccini autismo bartolomeo pepe Vaxxed, la prima europea del film sui vaccini messo alla berlina Il 4 ottobre 2016, Bartolomeo Pepe (senatore ex Movimento 5 Stelle), doveva presentare "Vaxxed - from cover up to catastrophe", il film documentario di Andrew Wakefield sulla discussa relazione tra la vaccinazione contro morbillo, parotite e rosolia e l'autismo. Il...--> LEGGI TUTTO

Tutti gli statuti del Movimento 5 Stelle

ma-quanti-statuti-ha-il-movimento-5-stelledi Paolo Becchi Mentre la stampa è occupata dal gossip a 5 stelle su telefonate in punto di morte tra l’Ayatollah e il guru e dalla kermesse che si è aperta a Palermo per la quale oggi è annunciata l’esibizione di Raggi-o di luce che canterà "Io...--> LEGGI TUTTO

Come mai Jp Morgan, proprio adesso, vuole più deficit?

JP MORGAN AUSTERITY VS SPESA PUBBLICAGli economisti di JP Morgan, la grande banca d’affari Usa, segnalano che per la prima volta dal 2009 tutti i bilanci pubblici dei governi nelle zone industrializzate, Europa, Usa, Giappone e Regno Unito, daranno un contributo positivo alla crescita globale. Merito, secondo loro, di un aumento della spesa pubblica in tutte...--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

La lettera di una mamma lavoratrice che fa venire il magone

Mamme lavoratrici: la triste realtà che si cela dietro alla famiglia del Mulino BiancoPubblico questa lettera (inviata a Beppe Severgnini sul Corriere della Sera), che fa venire il magone non solo a chi l'ha scritta ma anche a me che l'ho letta, e nella quale credo si riconoscano tante, troppe mamme lavoratrici, perché sia motivo di riflessione sul modo in cui si è...--> LEGGI TUTTO

La lobby dello zucchero uccide – i nuovi documenti tenuti nascosti

la lobby dello zucchero uccideNEW YORK: Decine di scienziati, negli Anni 60, furono pagati dall'industria americana dello zucchero per sminuire il collegamento tra consumo di zucchero e problemi cardiaci e spostare così l'attenzione sui grassi saturi. A rivelarlo sono una serie di nuovi documenti scoperti recentemente da un ricercatore della University of California di...--> LEGGI TUTTO

Caro M5S, volete allargare il direttorio? Bene, ma dovreste fare così…

votazione online democrazia direttaBarbara Lezzi, senatrice M5S, ha rilasciato un'intervista al Fatto Quotidiano sulle questioni romane. L'ipotesi, che alcuni organi di stampa dicono condivisa anche dalla Casaleggio Associati, è quella di allargare il direttorio a 30/40 persone. Una vera e propria struttura di intermediazione (di quelle che ancora oggi non sono previste dal "Non...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

Come funziona l’Italia: noi siamo quelli con il fiore in mano

Come funziona l'ItaliaCome funziona l'Italia Ecco come funziona la nostra società. Questa è l'Italia. E, ...caso mai cercaste il pallino "voi siete qui", in questo disegno noi siamo quelli con il fiore in mano....--> LEGGI TUTTO

I nanorobot a controllo mentale che vi osserveranno.

I NANOROBOT A CONTROLLO MENTALE CHE VI OSSERVERANNOPer la prima volta, una creatura vivente è stata controllata dall'uomo utilizzando esclusivamente il pensiero, grazie a nanorobot che hanno rilasciato all'interno di alcuni scarafaggi dosi programmate di farmaci, in risposta all'attività cerebrale di chi ha condotto l'esperimento. Una tecnica che - sostengono già alcuni - potrebbe essere molto utile per il trattamento...--> LEGGI TUTTO

Come fare soldi con un blog

Innanzitutto, come "non" fare soldi con un blog Se vuoi fare soldi con un blog, non aprire un blog di informazione. Tantomeno libera. Se poi vuoi fare un blog di informazione indipendente, inizia a cercarti su AirB&B un paio di metri quadri ancora disponibili, a prezzi stracciati, sotto a qualunque ponte...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Le vostre email

Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Alfano: M5S peggio di fascisti e comunisti

ALFANO: M5S PEGGIO DI FASCISTI E COMUNISTI"Alcuni dirigenti M5S hanno la cecità ideologica di alcuni vecchi comunisti e la feroce violenza di alcuni primi fascisti". Così Angelino Alfano ieri al Corriere della Sera. Di seguito, nel video, la replica di Di Battista: ...GUARDA

Donald Trump Vs Hillary Clinton – Il primo confronto TV Integrale

Donald Trump Vs Hillary Clinton - Il primo confronto TV IntegraleDonald Trump e Hillary Clinton si sono sfidati questa notte nel primo confronto tv delle presidenziali Usa 2016. Ecco il video integrale. ...GUARDA

Di Battista e Di Maio vs Lucia Annunziata al Foro Italico di Palermo

Di Battista e Di Maio vs Lucia Annunziata al Foro Italico di Palermo L'intervista di Lucia Annunziata, a In Mezz'ora, dal Foro Italico di Palermo, ad Alessandro Di Battista e Luigi Di Maio....GUARDA

Sgarbi caga sulla Swiss Air

Vittorio Sgarbi caga sulla Swiss Air Sgarbi "caga" sulla Swiss Air, le hostess gli chiedono di uscire a metà: quello è un bagno di prima classe. Immaginate il seguito (la questione nasconde una discussione sui diritti sottostante: di fronte alle emergenze, è possibile che valga la distinzione "prima classe/seconda classe"?):...GUARDA

USA: la polizia fredda un altro afroamericano, Terence Crutcher

terence-crutcher omicidio polizia USA In Oklahoma la polizia ha ucciso un altro afromericano. Una lunga sequela di uccisioni che dal 2015 porta a 400 l'elenco delle vittime. Gente freddata spesso senza alcuna ragione apparente. (altro…)...GUARDA

Becchi: la stampa contro al M5S? Ma se il blog di Grillo ormai è il Corriere della Sera!

BECCHI: STAMPA CONTRO AL M5S!? MA SE IL BLOG DI GRILLO ORMAI È IL CORRIERE DELLA SERA!Paolo Becchi a Checkpoint parla del grande colpo di stato dell'Euro, dei rapporti tra la stampa e il M5S e del grande spettacolo politico della Casaleggio Associati. ...GUARDA

Roma: Nino Galloni assessore al Bilancio nella giunta Raggi?

Nino Galloni - Io assessore al Bilancio del Comune di Roma, nella giunta di Virginia Raggi? Nino Galloni, ospite a Tagadà su LA7, risponde alle domande sulla sua candidatura ad Assessore al Bilancio e al Patrimonio del Comune di Roma, nella giunta di Virginia Raggi. (altro…)...GUARDA

Matteo Renzi sfotte Paola Taverna: “complotto su Roma”.

matteo renzi sfotte paola taverna su roma complotto Matteo Renzi sfotte Paola Taverna: "ci fanno il complotto su Roma"....GUARDA

Film, libri e Dvd

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>