Di quale futuro parliamo?

MessoraSkyTg24-blog

Quando si critica il Movimento Cinque Stelle, accusandolo di irresponsabilità, lo si fa sempre parlando di “futuro”. Siccome non è possibile accusarlo con una qualche credibilità di essere responsabile della crisi economica, politica e istituzionale che ha colpito questo Paese (essendo una chiara responsabilità dei partiti), allora si dice che esiste anche una responsabilità sul futuro, di cui si può essere artefici oppure ostacoli.

 

E’ vero: una volta che si viene eletti, si ha la chiara, ovvia responsabilità di permettere a un futuro migliore di realizzarsi, altrimenti non si capisce a quale scopo si dovrebbe sedere nelle aule del Parlamento. Tuttavia è necessario chiarirsi su una cosa di fondamentale importanza: di quale futuro parliamo? Se il futuro che avete in testa è quello che ha come orizzonte temporale i prossimi mesi, i prossimi giorni, addirittura le prossime ore, allora è vero: il Movimento Cinque Stelle è una spranga di ferro incastrata fra gli ingranaggi del potere, e non permette al meccanismo di girare come ha sempre fatto, silenziosamente, senza problemi. Tuttavia, se il vostro orizzonte degli eventi spazia in una dimensione temporale più ampia, scrutando la curvatura di una visione lucida, sulla quale traccia una rotta certamente più lunga, ma precisa e predeterminata, allora questo momento può essere visto come un passo intermedio, un momento necessario per consentire alla nave, al Paese di raggiungere mete che, senza un progetto di ampio respiro, resterebbero macchioline distanti, tenui ombre che tremolano in lontantanza, presenti su una cartina disegnata da chi ha avuto l’ardire di immaginarle e anche, coraggiosamente, di provare a raggiungere.

Nessuna visione a corto raggio può restituire all’Italia la speranza di cambiamento: il cambiamento o è totale, o è totalmente finto. Ma per cambiare davvero, occorre guardare lontano, così come per uscire da una gabbia dorata occorre prima rompere i cardini arrugginiti su cui una porticina sprangata da troppo tempo non è più in grado di ruotare.

E allora, di quale futuro parlate, quando parlate di futuro?

 

 

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

143 risposte a Di quale futuro parliamo?

  • 75
    truffelligerardo

    è facile parlare di futuro tutti coloro che hanno dato il proprio voto al m5stelle parlavano o pensavano al futuro non certo un futuro come adesso che dopo il voto il sig. grillo ha consegnato il paese all”immobilismo facendosi beffe di chi voleva allearsi per un sostanziale cambiamento fregandosene di tutto e di tutti se ne sta rintanato come un ragno nella sua villa muovendo le fila del suo movimento bella democrazia la sua chi sgarra è fuori ma chi si crede di essere un partito senza senza opposizione è un partito morto prima di nascere ascolta solo il suo gurù sappiamo chi ma io mi chiedo chi glelo ha fatto fare prima faceva quasi ridere ora fa piangere a tutti i suoi elettori gli sono cadute le braccia dalla delusioneììììììì

  • 74
    Maurizio GA

    Ma infatti è quello che faranno, torneranno a votare PD, PDL Lega ecc. se qualcosa non cambia ne avrete la prova alle comunali. Tutto questo lo dico a malincuore perchè anch’io vorrei che il M5S avesse il 50% + 1 voto ma questa è un’utopia.
    nastja ha scritto :
    Dovevano votare pd allora.

     

  • 73
    cloc3

    perfetto. il futuro è una gran bella cosa.

    però, per il presente, evitiamo di lasciarci prendere per il c**o gratis.

  • 72
    Laionart79

    Alessandro77 ha scritto :
    1) La filosofia del movimento e’ che il progetto e’ la cosa piu’ importante e la condivido; 2) Se avesserro indicato un nome “interno” al movimento sarebbe stati tacciati di totalitarismo, come invece ha fatto Bersani; 3) Se avessero indicato un nome “esterno” ma vicino al movimento, come lo stesso Travaglio ha consigliato, sarebbe stato quanto meno indeducato ribadire che “il progetto e’ piu’ importante della persona” qualora la persona avesse preso una strada piu’ vicina al pd piuttosto che seguire alla lettera i punti in comune. 4) Il Presidente napolitano non gli ha proprio chiesto un nome. Questa la dice lunga sulle reali volonta’ del PD. Non mi dimentico che Napolitano ne faceva parte. 5) E’ evidente a chiunque, come gia’ scrivevo da una settimana, che l’unica volonta’ del PD era di fingere di volere un governo con il m5s per mangiarselo e buttarlo via. Conclusione: il PD ed il PDL sono la stessa cosa purtroppo. Usciamo fuori dai nostri frames psicologici.

     

    1) Sono d’accordo, ma dire che è la cosa più importante non equivale a dire “è l’unica cosa che conta”. Purtroppo, anche se in minor misura, contano e sono necessari al successo anche i nomi; e per nomi intendo persone, non mere etichette.

    2) A mio avviso dici bene.

    3) Non concordo, vedi il mio punto 1.

    4) Non è corretto né realistico assimilare la volontà di Napolitano con quella del PD, dato che ha ampiamente dimostrato nel settennato il suo ruolo di garanzia. Forse non è un super-partes, ma di sicuro un omni-partes.

    5) Non puoi mangiare nessuno quando sei tu a dargli fiducia, soprattutto se quel qualcuno dimostra con i fatti di essere onesto e di buona volontà nell’esercizio delle sue funzioni. Ecco perché bisognava portare il PD ad appoggiare noi, anziché mettersi sulla riva ad aspettare cadaveri che non passeranno mai.

    Che PD e PDL siano le due facce della stessa medaglia è un fatto, e non ci piove, ciò su cui stiamo discutendo è la migliore strategia per annientarli.

  • 71
    Carmen

    A me sembra una gabbia di fanatici…compreso Becchi che è un filosofo ed è quello fa nella vita, sembra chissà quale scoperta  ma i suoi arzigogolii non porteranno da nessuna parte, nessuna pragmatica solo brrillante teoria, quanto basta per irretire con suggestivi panegirici che sembrano la pietra filosofale; all’atto pratico quello che vedo è il M5S messo all’angolo, aveva il mano le chiavi del paese, mezzo PD non vedeva l’ora di sbarazzarsi della nomenklatura avrebbero dato il loro appoggio approfittando dell’occasione. Ora il Movimento non conta più niente, voterà, pro o contro, non se lo fila più nessuno. Oltretutto si è visto che alla prova pratica fa la stessa paura di un mozzico di pulce, un flop politico credo epocale. La loro missione è criticare, denunciare, portare a galla le magagne, le contraddizioni, ma quando si è trattato di saltare sul treno, non hanno voluto, non hanno saputo, non hanno capito. Hanno chiesto il Governo 5Stelle, bella forza, sapevano che non l’avrebbero mai ottenuto, per questo andavano sul sicuro. In Sicilia funziona perchè Crocetta ha voluto, perchè si è trovato in sintonia, a sentirli sembra che sia tutto merito loro, che fanno tutti loro.

    Io li ho votati e li ho fatti votare, non sono pentita nè delusa solo molto arrabbiata, perchè l’antifona non fa prevedere niente di costruttivo.

  • 70
    anilinam

    ora si deve scendere nelle Piazze !!!! questo e’ CHIARO ???

    SI DEVE DARE IL BEN TROVATO AL GOVERNO DEL GOLPE ALLA NAZIONE

    UN UOMO DEI POTERI FORTI INTERNAZIONALI COME IL NS PRESIDENTE NAPOLITANO

    fu premiato alla fedeltà’ al libero mercato nel 2011 ad Oxford –

    come sia possibile mi domando essendo stato lui comunista !!!

    il movimento 5 stelle 

    deve salutare questa azione contro l umanita’

  • 69
    Maurizio GA

    Ti dovresti vergognare di quello che hai scritto, prima di tutto la e-mail di libero quando l’ho fatta manco esisteva il PD, secondo prima votavo il partito comunista e rifondazione e poi sono passato a IDV, ma perchè non la smettete di vedere il marcio dappertutto il mio era un appello fatto in buona fede perchè vedo troppa sofferenza in giro e gli unici di cui ho un po’ di fiducia e speranza in questo momento sono quelli del M5S.

    Virus ha scritto :
    Riporto da beppegrillo.it:   PICCOLO PRONTUARIO PER RICONOSCERE IL TROLL Vi ho votato ma sono pentito… Io non capisco… La formula “uno vale uno” è una delle più nominate e incomprese sebbene semplice da capire… Avete perso un’occasione…. (noi?) Porterete l’Italia in rovina …(noi?) (ah!! intendevate dire che vi stiamo rovinando) Siccome non avete dato la fiducia al PD siete degli irresponsabili e alle prossime elezioni prenderete al massimo il 5%…(il mondo siete solo voi) Non sono un troll…(infantile dissimulazione) Sono un vostro elettore ma non vi voterò più perchè dite troppe parolacce…(alta moralità e dignità) Dov’è la democrazia in questo blog….?(meglio i vostri di blog in effetti) Avete aiutato il nano a riprendersi il paese….(noi?) Fate qualcosa c**zo…fate qualcosa non state lì fermi…(fermi noi? ma il vostro partito che fa?) Dite sempre NO….(a voi diremo sempre NO)   Aggiungo per questo forum: gli SQUADRISTI PIDDINI hanno come simbolo di riconoscimento la mail di @libero.it (ovvero telecom)   @james62 Sei sorvegliato speciale  

  • 68

    Anche noi pensiamo che non ci sia un cambiamento senza un cambiamento radicale. Noi vediamo un futuro positivo solo con un netto cambiamento istituzionale che sappia ridare importanza ai Comuni, vero motore storico e sociale del Paese. Visitate il nostro blog e leggete in particolare il primo articolo introduttivo. http://comunitainfermento.wordpress.com

    Grazie!

    Joseph Gary

  • 67
    luciano dc

    Ciao a tutti.
    Condivido PIENAMENTE il pensiero di Claudio. Chi ha votato il M5S (e non solo) e adesso pretende che scenda a compromessi con il “vecchio sistema” lo vuole perchè è affezionato alle proprie “sicurezze”, essendo in balia della paura dell’ignoto. Fatto sta che con tutte le certezze che si cercano, volendo rimanere nel CONCRETO di quanto è successo finora, il risultato è che il “vecchio sistema” ha fatto ciò che era in grado di fare per i tempi passati. A me non interessa giudicare se la vecchia politica ha fatto bene o male, poichè ritengo che altro non sia che lo specchio di quanto alberga nell’italiano medio (ovvero, chi più, chi meno, in tutti noi). Il fatto che la politica, o “vecchio sistema”, sia rimasto in piedi per così tanto tempo, producendo gli effetti che sono sotto gli occhi di tutti, nasce dalla nostra difficoltà di cambiare mentalità o, per meglio dire, dalla nostra abitudine di voler mantenere in vita solo ciò che si riconosce. Il non riconosciuto, si sà, fa paura a tutti (o quasi) ma, volenti o nolenti, prima o poi bussa alla nostra porta. Accettare l’ignoto non vuol dire “buttarsi da un ponte”, ma dar spazio a NUOVE possibilità, linfa vitale per il proseguo della Vita. Se non si accetta continueremo ad essere solo dei morti viventi. Accordi, compromessi, incuci e quant’altro sono lo specchio della difficoltà di non voler vedere le cose e la Vita in una maniera semplicemente diversa, non migliore o peggiore, semplicemente diversa. Ciò che non permette il VERO CAMBIAMENTO è la PAURA di sperimentare quancosa di NUOVO. Chi è in “cabina di regia” conosce molto bene tali “meccanismi” e ne fa buon uso disseminando sentimenti di paura mediante la televisione e i giornali, tenendoci per il c*****ni con parole tipo spread, pil, senso di responsabilità ecc ecc… Mi sorge spontanea una domanda…”Ma chi cavolo ha governato sino ad ora l’Italia? Il M5S forse? Non mi risulta. Come fanno a pretendere i vecchi partiti che il M5S si metta a giocare a carte con loro PRETENDENDO che si giochi ancora con le vecchie regole che hanno prodotto i risultati che vediamo? Mediare sarebbe come continuare a mettere dei cerotti per cercare di tenere assieme delle situazioni che non possono più stare in piedi. Rendiamoci conto che il periodo della “sopravvivenza” E’ FINITO. O scegliamo che è veramente giunta l’ora di VIVERE o continueremo ad essere degli zombie. Visto che a tante persone piace usare la parola “concretezza” mi piacerebbe comprendere a cosa la riferiscono, oppure se ne hanno veramente capito il significato. Comunque sia le cose cambiano, che noi lo vogliamo o no, cambiano sempre. E questo è un grande regalo che la Vita a messo a nostra disposizione. Sta a noi scegliere se utilizzare in proprio il cambiamento oppure se continuare a delegarlo all’esterno. Ognuno scelga in propria coscienza, è un diritto di tutti. Un caro saluto. Luciano

    • 67.1
      Laionart79

      Grazie Luciano, ottimo spunto.

      La mia risposta alla tua domanda dipende dalla risposta a quest’altra:
      ho in mano un voto dato al M5S, vale qualcosa per sperimentare qualcosa di nuovo o no?

    • 67.2
      Laionart79

      Il M5S non è responsabile degli sfaceli politici attuali. Questo è un punto incontestabile e lo prendiamo come assunto di base.

       

      Ora ti faccio questa semplice domanda:

      dato che il vero cambiamento è il desiderio di sperimentare qualcosa di nuovo, chi c’è in Italia oggi desideroso di sperimentare qualcosa di nuovo?
      In attesa della tua, ti fornisco la mia risposta: in teoria tanta gente, tutti gli elettori di M5S e oltre. In pratica nessuno di coloro che sono stati deputati a questo scopo.

      Va bene, in Italia qualcuno ci sarà senz’altro a volere qualcosa di nuovo. Restringiamo il campo d’azione al luogo che noi del M5S riconosciamo essere il luogo centrale del potere, quel luogo che deve essere restituito ai cittadini: il Parlamento-

      Chi c’è in Parlamento oggi desideroso di sperimentare qualcosa di nuovo?
      Nessuno. 

      Su questa terrificante lacuna, ci si dice, stiamo fondando il nostro futuro.

    • 67.3
      luciano dc

      Ciao Laionart79,
      il tuo pensiero non fa di certo una grinza. Anzi, ti posso dire che se lo osservo da una certa angolazione lo ritengo giusto, ma a me non interessa essere nel giusto per poter dire “ho ragione”. Per come la vedo io (che non è la verità assoluta) ritengo che è tempo perso star lì a ragionare su ciò che gli altri fanno, che hanno intenzione di fare o che avrebbero intenzione di fare. Nella mia vita cerco di basarmi su cosa io intendo o posso fare NEL PRESENTE. Il cambiamento inizia SEMPRE E SOLO se parte da noi, semplicemente coltivando un pensiero. Se ti aspetti che qualcuno, o qualcosa, inizi a cambiare le cose o cambi se stesso per fare piacere a te è un tuo sacrosanto diritto. Di certo non lo contesterò mai.
      La mia non è una domanda, ma mi chiedo perchè ti chiedi se oggi in parlamento c’è qualcuno che è desideroso di sperimentare qualcosa di nuovo. “Tu sei desideroso di sperimentare qualcosa di nuovo”? Un caro saluto. Luciano

  • 66
    il giak

    Il tuo obiettivo e vincere per eliminare il caimano (boh), il nostro e’ quello di cambiare realmente le cose. Hai fatto bene a votare PD (che comunque,il caimano, non l’avrebbe fatto fuori comunque, viste le tante volte che l’ha salvato).Bisogna guardare un po’ più in la, come dice questo post. Decenni di marcio non si cancellano con un solo colpo di spugna, ma con olio di gomito e tanta partecipazione.PS mi piace Travaglio, ma in questa fase vedo anche lui accecato dalla prospettiva di eliminare il nano.

  • 65
    max70

    Se il popolo avesse avuto una visione politica delle cose, i tiranni non avrebbero potuto nemmeno giocarci a risiko con la massoneria. L’azione di decorticamento mediatico è stata ed è cosi capillarmente incisiva che anche una momentanea svolta come quella delle ultime elezioni puo rivelarsi un fenomeno assolutamente temporaneo. Dopo di che il popolo che si lagna del mancato accordo con i servi dei tiranni tornerà a scegliere la “governabilità” dei saggi. Bacerà la chiglia  dei tiranni della Bce e capirà che la parola governabilita è sinonimo di inculabilià.

  • 64
    gdk

    Il futuro di cui ci parlano è il futuro del MES, del fiscal compact, di eurogendfor, il futuro dello spread e della moneta debito, e quindi è logico che noi non possiamo collaborare a costruire questo futuro, perchè questo è un futuro che ci può essere solo imposto, perchè è la fine della speranza di una vita dignitosa per la gente. Se il M5s non collabora, proprio questo è il segno del tentativo concreto di costruire un futuro con altre logiche di vita, un futuro in cui tutti questi personaggi che si affannano a suscitare nel M5s il senso di responsabilità di fronte alle difficoltà del paese, possono soltanto essere affidati agli assistenti sociali.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

In India schedature biometriche di massa ed eliminazione del cash oltre le 500 rupie.

india schedatura di massa e via i contanti La demonetarizzazione dell'India Lo scorso 8 novembre il nuovo primo ministro indiano Narendra Modi dichiarava fuori corso le banconote da 500 e 1000 Rupie, responsabili di circa l'85% del cash in circolazione in India. Sarebbe come se in Europa venissero eliminate in poche ore le banconote da...--> LEGGI TUTTO

La violazione della legge sulla propaganda elettorale. Registrate e denunciate.

Registra e denuncia violazione della legge sulla propaganda elettorale Ancora adesso, mentre scrivo, a votazioni in corso, se aprite i social network vi potete imbattere facilmente nella propaganda a favore del Sì al Referendum Costituzionale. La campagna per il Sì in rete è stata invasiva e ai limiti dell'illegalità. Cosa dice la...--> LEGGI TUTTO

Grazie Giorgio Napolitano!? Chapeau!? Si sono bevuti il cervello!?

M5S Grazie Giorgio Stiamo parlando di Giorgio Napolitano? Quello che nel 2011 ha spianato la strada alla troika del governo Monti? Quello che ha firmato qualunque cosa? Quello che nel 2013, quando c'erano le consultazioni per formare un nuovo governo, ha chiamato al Quirinale Pdl e Pd ignorando il...--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

Il terribile errore: “È il momento più pericoloso per l’umanità: le élite imparino ad essere umili”. Stephen Hawking

stephen hawkings attente elite di Stephen Hawking, fisico teorico e scrittore Essendo un fisico teorico che vive a Cambridge, ho vissuto la mia vita in una bolla di eccezionale privilegio. Cambridge è una città insolita, tutta incentrata su una delle grandi università del pianeta. All'interno di questa...--> LEGGI TUTTO

La lettera di una mamma lavoratrice che fa venire il magone

Mamme lavoratrici: la triste realtà che si cela dietro alla famiglia del Mulino BiancoPubblico questa lettera (inviata a Beppe Severgnini sul Corriere della Sera), che fa venire il magone non solo a chi l'ha scritta ma anche a me che l'ho letta, e nella quale credo si riconoscano tante, troppe mamme lavoratrici, perché sia motivo di riflessione sul modo in cui si è...--> LEGGI TUTTO

La lobby dello zucchero uccide – i nuovi documenti tenuti nascosti

la lobby dello zucchero uccideNEW YORK: Decine di scienziati, negli Anni 60, furono pagati dall'industria americana dello zucchero per sminuire il collegamento tra consumo di zucchero e problemi cardiaci e spostare così l'attenzione sui grassi saturi. A rivelarlo sono una serie di nuovi documenti scoperti recentemente da un ricercatore della University of California di...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Come funziona l’Italia: noi siamo quelli con il fiore in mano

Come funziona l'ItaliaCome funziona l'Italia Ecco come funziona la nostra società. Questa è l'Italia. E, ...caso mai cercaste il pallino "voi siete qui", in questo disegno noi siamo quelli con il fiore in mano....--> LEGGI TUTTO

I nanorobot a controllo mentale che vi osserveranno.

I NANOROBOT A CONTROLLO MENTALE CHE VI OSSERVERANNOPer la prima volta, una creatura vivente è stata controllata dall'uomo utilizzando esclusivamente il pensiero, grazie a nanorobot che hanno rilasciato all'interno di alcuni scarafaggi dosi programmate di farmaci, in risposta all'attività cerebrale di chi ha condotto l'esperimento. Una tecnica che - sostengono già alcuni - potrebbe essere molto utile per il trattamento...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Le vostre email

Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Rosi Bindi: sono i Cinque Stelle a volere il vitalizio!

Rosi Bindi Rosi Bindi: sono i Cinque Stelle che vogliono il vitalizio!...GUARDA

Roberto Fico (M5S): basta con gli uomini soli al comando!

Roberto FicoRoberto Fico, deputato M5S a capo della Commissione di Vigilanza Rai, risponde sulla questione della legge elettorale e sulle voci di una sua candidatura alla guida di un possibile Governo a 5 Stelle. ...GUARDA

Renzi si è dimesso: il video dell’annuncio in diretta dal Quirinale

renzi-dimissioni-quirinale Matteo Renzi ha dato le dimissioni. Aperta la crisi di Governo. L'annuncio in diretta dal Quirinale, dopo il colloquio con Sergio Mattarella. Da domani alle 18 partono le consultazioni. Il calendario sarà reso disponibile dall'ufficio stampa del Quirinale....GUARDA

Referendum: vinta una battaglia, ma la guerra continua – Diego Fusaro

fusaro-vinta-la-battaglia-ma-non-la-guerra "L'élite mondialista tornerà presto o tardi ad attaccare la Costituzione e lo Stato sovrano nazionale. Il suo obiettivo è quello della distruzione degli stati sovrani nazionali, che dopo il 1989 sono i soli ancora a resistono come luoghi del primato della politica sull'economia. La battaglia è...GUARDA

Attenzione: ecco come vogliono ribaltare l’esito del referendum

come-ti-ribalto-il-referendumATTENZIONE: ieri sera ho fatto questo video. E stamattina... zac: La Stampa conferma tutto: Padoan vuole chiedere aiuti all'ESM. Sapete cosa significa? Significa RIBALTARE IL NO AL REFERENDUM e prendersi in casa la Troika. QUESTO NON DEVE ACCADERE. Non c'è nessun Governo legittimo attualmente nel Paese, e qualunque decreto legge...GUARDA

La vittoria dell’informazione e i pericoli del dopo Renzi

claudio messora Il No al referendum costituzionale è la vittoria dell'informazione contro chi pensava che per convincere gli italiani a votare basta una comunicazione semplificata, comprensibile a un bambino delle scuole medie. La sconfitta di Renzi passa anche per una ipersemplificazione della Comunicazione che non ha convinto e...GUARDA

Barbareschi ai giovani: “Siete superficiali! Avete votato no per ribellarvi al paterno!”

Barbareschi ai giovani: "Siete superficiali! Avete votato no per ribellarvi al paterno!" Luca Barbareschi traccia un quadro deprimente dei giovani che hanno votato no al referendum: sarebbero disinformati, superficiali, privi di strumenti, e con un grosso problema con il paterno, che li induce a ribellarsi contro qualsiasi cosa senza mai entrare nel merito....GUARDA

Barbareschi: siamo ascoltati e spiati da tutti i telefonini.

barbareschi-siamo-tutti-spiati-icona-play Luca Barbareschi, il popolare showman ora direttore del Teatro Eliseo a Roma, ha un'idea ben precisa sulla società della comunicazione digitale. A RaiNews24, il giorno dopo del voto al referendum, dice: "Siamo in democrazia... Capisco che ormai siamo ascoltati e spiati...GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>