I soliti noti

di Loretta Napoleoni (@lanapoleoni)

Che ne è stato dei protagonisti degli ultimi trent’anni? Alcuni sono impegnati, con scarsissimo successo, a risolvere la crisi del debito sovrano, altri sono usciti di scena dopo aver fatto sfavillanti carriere.

Carlo Azeglio Ciampi, governatore della Banca d’Italia, l’uomo che sancì la separazione fra tesoro e Banca d’Italia e che portò al raddoppio del debito pubblico nel giro di soli undici anni, divenne presidente del Consiglio nel 1993 e tale rimase fino al 1994. È stato il primo presidente del Consiglio non parlamentare, con interessanti analogie rispetto al governo Monti. Dal 1994 al 1996 fu chiamato come vicepresidente alla Banca dei regolamenti internazionali, la banca di coordinamento di 56 banche centrali compresa la Bce, a Basilea. Dal 1996 al 1999 fu prima ministro del tesoro con il governo Prodi, poi, nel 1998, super ministro dell’economia, avendo accorpato i ministeri del tesoro e del Bilancio in collaborazione con massimo D’Alema. Nel maggio 1999 fu nominato presidente della repubblica, il secondo governatore della Banca d’Italia dopo Luigi Einaudi a ottenere questa carica.

La cosa curiosa è che Ciampi venne chiamato da Prodi prima e da D’Alema poi a ridurre quel debito pubblico che lui stesso aveva fortemente contribuito a creare, con il divorzio tra Banca d’Italia e tesoro.

Altro protagonista di quegli anni è Romano Prodi, che gestì le grandi privatizzazioni dell’Iri, fu allievo di Beniamino Andreatta e uomo del potente De mita, ministro dell’industria nel governo andreotti dal 1978 al 1979. Dal 1982 al 1989 Prodi fu presidente dell’Iri, poi consulente di Goldman Sachs, e nel 1993 venne richiamato all’Iri proprio dal presidente del consiglio Ciampi per gestirne il processo di privatizzazione insieme a Mario Draghi. Nel 1996, eletto presidente del Consiglio, continuò le svendite e proseguì l’azione di «risanamento» dei conti pubblici: fu lui a guidare il rientro nello Sme centrando i parametri di Maastricht e fu anche l’artefice della famosa eurotassa che ci consentì di entrare in Europa. Nel 1999 venne nominato presidente della Commissione europea.

In questa carrellata non possiamo dimenticare Mario Draghi che nel 1992, come abbiamo visto, era direttore generale del tesoro, presente a questo titolo alla riunione sul Britannia dove si spartì il bottino Italia, e dal 1993 al 2001 presidente del Comitato per le privatizzazioni. Dal 2002 al 2005 fu vicepresidente del management Committee Worldwide della Goldman Sachs. Dal 2006 tornò in Italia per diventare governatore della Banca d’Italia e presidente del Financial Stability Forum. Dal 2011 è governatore della Banca Centrale europea. Da ricordare che nel 1998 è stato l’artefice del testo Unico della Finanza con cui venne rimosso il divieto per le banche, previsto nella legge bancaria del 1936, di sedere nei consigli di amministrazione delle società finanziate.

Ed eccoci a Mario Monti che, chiamato dal presidente della repubblica Giorgio Napolitano alla fine del 2011 a risolvere i problemi dell’Italia, propone un’ulteriore perdita di sovranità a favore dell’Europa. È la seconda volta nella storia della repubblica che un non parlamentare diventa presidente del Consiglio. Ma, in questo caso, Monti è stato nominato senatore pochi giorni prima dell’incarico. Nel suo curriculum compaiono think tank di tutto il mondo, banche d’affari come Goldman Sachs, compagnie come la Coca Cola, e il celeberrimo e potentissimo Gruppo Bilderberg.

È interessante vedere come nelle biografie di tutti questi personaggi ritorni sempre una collaborazione con Goldman Sachs. Sotto molti aspetti, gli anni che sta vivendo oggi l’Italia sono abbastanza simili al 1992. Una nuova tangentopoli sta minando alla base il rapporto fra cittadini e politica, sullo sfondo di una crisi economica epocale, molto più seria di quella degli anni Novanta perché la manovra della svalutazione ci è proibita. Nel 2012 il Pil si è contratto del 2,7 per cento per il 2012 e si prevede una lenta stagnazione con un Paese distrutto sia a livello economico che industriale, fortemente minato nella sua autostima.

Ma questa volta la famosa frase del principe di Salina nel romanzo Il Gattopardo di Giuseppe Tomasi di Lampedusa, «Se vogliamo che tutto rimanga come è, bisogna che tutto cambi», probabilmente non funzionerà. Alla base della piramide politica stanno avanzando nuove forze che usano strategie e armi atipiche, aliene alla casta italiana. Di fronte a questi fenomeni inediti gli uomini e le donne delle istituzioni tremano, la loro retorica da colonizzatori è ridotta al silenzio dalla dissacrazione e dalla denuncia.

Un esempio ce lo regala lo stesso Monti in uno dei tanti talk show italiani: «Oggi secondo me si assiste, e non è un paradosso, al grande successo dell’euro… e qual è la manifestazione più concreta del grande successo dell’euro? La Grecia, perché l’euro è stato creato sì per avere una moneta unica, ma soprattutto per convincere la Germania, che ha fatto il grande sacrificio di rinunciare al marco per avere una moneta europea, che attraverso l’euro, attraverso i vincoli che nascono dall’euro, la cultura della stabilità – il presidente Ciampi richiamava sempre la cultura della stabilità tedesca – si sarebbe diffusa un po’ per volta a tutti. Quale caso di scuola si sarebbe potuto immaginare il caso limite di una Grecia che è costretta a dare abbastanza peso alla cultura della stabilità e sta trasformando se stessa».

La Grecia, prossima alla bancarotta, come prova del grande successo dell’euro. Sarebbe ridicolo, se non fosse crudele. Con politici capaci di simili enormità non è sorprendente che non solo in Italia ma in tutta Europa la fronda dei nuovi movimenti politici si allarghi, e che l’eco delle loro rivendicazioni sia arrivata anche nel Parlamento europeo. Quell’istituzione da noi eletta che guarda caso, nella gestione di tutta questa crisi, non ha avuto alcuna voce in capitolo.

Dov’è finita la politica?

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

40 risposte a I soliti noti

  • 13

    Uscire dall’Europa non risolverebbe alcun problema. La verità è che l’intero progetto europeo è stato costruito su dei presupposti sbagliati. E’ impensabile realizzare un unione di popoli basandosi sull’unico generatore di valori del nostro tempo : il danaro. Per una concreta costruzione di una Repubblica Europea liberaldemocratica che permetta ai cittadini di uscire dalla schiavitù tecnocratica, c’è bisogno di riportare alla luce valori che la tecnica e il danaro hanno totalmente dissolto.

    Oronzo

  • 12

    Daccordo con la diagnosi al 100% ma in disaccordo con la terapia. L’euro di serie B per i paesi della periferia ricreerebbe lì nuovi squilibri perchè i mercati dei paesi periferici sono anch’essi diversi fra loro. In tal caso l’Italia ne trarrebbe vantaggio allo stesso modo di come si avvantaggia la Germania nell’eurozona attuale. Solo il ritorno alla moneta sovrana di ogni stato dell’eurozona evita lo squilibrio commerciale che è alla base del eccesso di debito dei paesi deboli periferici e dell’eccesso di credito dei paesi forti del centro dell’eurozona. Per semplificare ed evitare confusione le nuove monete sovrane dovranno avere inizialmente il cambio 1 a 1 con l’euro. Naturalmente si dovrà procedere per forza in questo modo se i paesi creditori non saranno disposti a cancellare quella parte del debito cosiddetto inesigibile e non saranno d’accordo a istituire un sistema compensativo ‘automatico’ tramite la creazione di una fiscalità federale ed ‘eurobonds’ con la BCE ricondotta sotto il controllo delle istituzioni Parlamento e Governo Europei effettivamente democratici. Cose queste del tutto IMPOSSIBILI da ottenere se non in tempi biblici e pertanto l’uscita dall’eurozona è inevitabile, senza per questo uscire dalla Unione Europea, vedi UK, Svezia. Se non si uscisse di nostra volontà in modo ordinato e negoziando i termini e i modi con i partners europei sarà il mercato a farlo in modo brusco e caotico per noi.

  • 11
    novecento

    Per chi volesse approfondire sulla struttura attuale della banca d’Italia e le sue compartecipate segnalo questo link

    http://www.mednat./org/finanza/banca_italia.htm

  • 10
    puccini

    Claudio,

    ti sei “fissato” con la napoleoni, per carità… brava, ma il miglior divulgatore sulla TRUFFA del pensiero unico è nando ioppolo

    ce la vogliamo giocare ‘sta bomba?

  • 9
    novecento

    MESSAGGIO PER CLAUDIO


    Si fa una fatica enorme su Amazon a comprare libri d’interesse economico e politico mi riferisco a quelli di Bagnai, Napoleoni, Benini, Barnard, e molti altri autorevoli personaggi.

    Il problema sono le incompatibilità di consegna e l’assenza quasi totale di disponibilità immediata dei libri.

    Sul tuo sito potresti mettere una vetrina dove proporre  questi libri ed eventualmente prevedere un sostentamento economico per il tuo sito. Penso che la totalità dei partecipanti sarebbe disponibile molto volentieri a questo.

    • 9.1
      gas64

      Caro novecento, ti assicuro che qualcosa comincia a muoversi: sono un seguace dell’arguto Bagnai e devo dire che ritenevo quasi impossibile trovare il suo libro eppure con grande stupore, l’ho trovato in quasi tutte le librerie che ho visitato da qualche mese a questa parte: una volta sono pure riuscito a convincere una signora a comprarlo. Mi sembra che l’euro non sia così intoccabile, se ne comincia a parlare ‘male’.

  • 8
    gios

    Se ci fosse una classe politica degna di questo nome sarebbe facile farsi rispettare in europa poichè potremmo appellarci all’unica legge che sempre è stata e sempre sarà rispettata: la legge del più forte.
    Infatti nulla è più forte di un popolo unito e consapevole dei sui diritti. 

  • 7
    Clausius

    Daccordo con molte cose ma un euro di serie B non è una via politicamente praticabile.Meglio un euro a 17 velocità.

    Anzi,visti i precedenti,non è che il 4°Raich e C. farebbero carte false per trascinarsi con la forza monetaria,politica e finanziaria qualcuno dei PIIGS dalla loro parte pur di scassare qualsiasi progetto minieurista?

    Io non mi fido più degli Olli e degli occhi azzurri alla Frau Marlen.

    • 7.1
      novecento

      Esatto Clausius, infatti sulla mia missiva precedente scrivevo che ogni stato dovrebbe decidere il valore della propria moneta, è naturale. Questi non sanno neanche quanto costa un litro di latte come fanno a gestire peraltro trasversalmente paesi completamente diversi fra loro? Ognuno di noi ha priorità e prerogative diverse e a volte opposte all’altro. Non puo’ funzionare questo sistema.

      Questo sistema è un nazisistema e cioè un gruppo di oligarchi che ha deciso di riprendere i poteri che esistevano prima della rivoluzione indistriale francese, riportando il popolo ad una cultura ed una democrazia, che ritengono pericolosa per il controllo del mondo. Vogliono il mondo questi!

    • 7.2
      Clausius

      Con quel che ho letto sopra non posso essere che daccordo.La gente non sa nulla ed è disinformata oltreche furibonda.Ed ha una paura folle legata ai propri risparmi.

      Grillo non esce troppo dalla realtà quando parla di bastoni.Questa realtà è come un purgatorio dove sconti colpe che non conosci.Se l’informazione è unilaterale il tuo voto è interscambiabile.E anche se c’è una fetta di fanatici,la maggior parte dei cittadini normali non si rende nemmeno conto che il suo voto è stato dato a un partito unico (il PUDE appunto).Ma il regime non mollerà l’osso della propaganda.Bisogna aprire la strada con un Caterpillar.Se no non è difficile immaginare che arriveremo a pagarla molto ma molto cara.Su questo il M5S dovrebbe impegnarsi di più.E,come me,non hanno perso il contatto con la gente per cui sanno che i nostri “avversari” sono allo sbando.

      Ho sempre dato priorità alla giusta informazione,anche televisiva,e Grillo sa che quella è la strada da riasfaltare.Perchè è tramite quel media che si formano principalmente le opinioni politiche(siamo nell’orsine del 70/80% del totale di italiani).Per tutta una serie di questioni che chi naviga questi blog sa bene.

      Sarebbe una catastrofe finire come Occupy Wall Street.

      Giusto per fare un esempio: mi sfottono se ho votato M5S e nemmeno hanno il coraggio di dirmi cosa hanno votato loro.Poi però mi chiedono cosa possono fare coi loro 60mila €,se gli conviene vendere la casa al mare ecc…Ed è quì che si legge la disperazione negli occhi che è la stessa di chi è senza lavoro ma con più batticuore perchè il terrore di perdere i risparmi di una vita li ossessiona e li deprime.

      Vogliamo dargli torto?

  • 6
    Cesarito

    D’accordo su tutto, cara Loretta ..ma ho un piccolo problema: come ha potuto scrivere un tale apologetico “coccodrillo” in memoria della crudele Margaret Thatcher, amica di Reagan e Pinochet, la più determinata e cinica neo-liberista che si presentava alle contrattazioni con i sindacati dei minatori con un libro di Von Hayek proclamando: in questo io credo?Mai contraddizione fu più evidente, isn’t it?

    • 6.1
      Ronnie

      A parte che Friederich von Hayek in fatto di economia diceva un po’ tutto eil contrario di tutto, comunque sia ha detto bene della “bestia” Thatcher, citandola come “crudele”. Era di una crudeltà inaudita. Forse ho già scritto che ho 56 anni e sono mezzo “irish” (Eire) e aggiungo che ero “amico”-ho conosciuto Bobby Sands e non potrò mai perdonare la bestia. Perchè è così che si comportò con quei ragazzi. Non aveva un briciolo di pietà per nessuno. Nessun senso di umanità mai. Secondo me (e altri) era un po’ pazza, invasata. Infatti l’hanno cacciata e gli hanno messo il più docile Major al suo posto. Vai in Irlanda (tutta l’Irlanda) a parlare della “Thatcher-the butcher” (e di Churcill) che ti appendono al primo palo che trovano. “Quanto bene fece ai ricchi e alle lobby” ti dicono con fare serafico i più tenui.

    • 6.2
      Cesarito

      Caro Ronnie, Friederich August von Hayek non ha detto tutto e il suo contrario. 

      Era semplicemente un mostro, dal mio punto di vista.

      Ideologo dei governi più sfrenatamente liberisti del mondo occidentale, come il Cile di Pinochet e il triste inverno thatcheriano per il Regno Unito, ha pesantemente contribuito, con il suo ODIO PER LA GIUSTIZIA SOCIALE, all’impoverimento di intere classi sociali.

      Monti è stato insignito del Premio von Hayek nel 2005, e non mi pare che abbia cambiato idea.. ci prende semplicemente in giro, quando afferma di voler perseguire, con le sue riforme, anche l’EQUITA’.

      Per questo non sopporto il PD quando appoggia Monti.

      Per questo invito la Napoleoni, lei sì che con questo dice tutto e il contrario di tutto, a correggere la sua a dir poco deludente apologia (difesa) della Thatcher, che per un decennio ha distrutto i meno abbienti, impoverendoli drammaticamente.

      Il famoso welfare inglese è stato quasi azzerato in quel periodo, con il solo scopo di arricchire i già ricchi.

      Questo è il modello delle RIFORME che tanto vengono evocate in campagna elettorale.. non ne vedo altri.

      Questo è ciò che ci chiede l’Unione Europea dei banchieri.

      Questo è quello che vogliamo?  

  • 5
    ksaladi

    Ma hai dimenticato il CFR, Council On Foreign Relations, di cui David RockFeller è diventato direttore nel 1949. Vi appartiene Napolitano, che ha sempre servito il club Bilderberg. Guarda il DPR 12/12/2006 n.291 pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 15/12 che fece insieme a Padoa Schioppa (Bilderberg) e Romano Prodi (Bilderberg) e che  modificava l’art. 3 dello statuto Banca d’Italia (controllo da parte dello Stato della Banca d’Italia), ed il caso Monti!

  • 4
    Francesco L.

    Mi spiace ricordarlo e con molto rancore vi faccio sapere che è stato stravolto l’art. a riguardo L’ Attentato alla costituzione :
    Nel diritto penale italiano, l’Attentato contro la Costituzione dello Stato è il reato previsto dall’art. 283 del codice penale commesso da chiunque «commette un fatto diretto a mutare la costituzione dello Stato, o la forma del Governo, con mezzi non consentiti dall’ordinamento costituzionale dello Stato».Prevedeva la pena della reclusione non inferiore a dodici anni.

    A seguito dell’approvazione, durante il governo Governo Berlusconi III, della legge n° 85/2006 recante «Modifiche al codice penale in materia di reati di opinione» , la pena edittale per questa fattispecie criminosa è stata drasticamente alleggerita.

    L’articolo 283 del codice penale è sostituito dal presente:

    «Art. 283 – (Attentato contro la Costituzione dello Stato) – Chiunque, con atti violenti (quindi adesso solo in caso di uso della forza e come prima anche in materia di principio), commette un fatto diretto e idoneo a mutare la Costituzione dello Stato o la forma di governo, è punito con la reclusione non inferiore a cinque anni».

    Penserei che si sono parati il c… , perchè per quello che assistiamo è un vero attentato fatto dai politici che con la crisi forzata ed indotta sui cosidetti PIGS svenderono o anche demoliscono gli asset nazionali (aziende italiane e immobili) che vengono acquistati da Francesi e Tedeschi.

    Vorrei tanto che il M5S proponesse il ripristino di come era in origine .Questa è una cosa concreta che darebbe lustro al M5S e non solo, perchè spingerebbe anche gli altri a guardarsi nel proporre soluzioni atte a demolire le nazioni .

    Saluti

    novecento ha scritto :
    Giusto caro RG3 e non solo: preparare commissione giudiziaria PIIGS per appurare se fra questi personaggi nazieuropei vi siano gli estremi per una condanna penale per i seguenti reati: Alto tradimento della costituzione Abuso di posizione predominante Riduzione in schiavitu’ del popolo europeo

  • 3

    Grande Loretta, quando ti ascolto mi commuovi quasi, nel sentirti elaborare i meccanismi deleteri che ci hanno portato all’attuale disastrosa economia, in cui la politica non fa nulla per fermare la regressione. Poche volte, forse mai, ho sentito dire le cose che dici tu, effetto di una grande esperienza. Avrai sempre il mio consenso

  • 2
    Adriano Rossi

    Fu Tancredi, il nipote del conte di Salina , a pronunciare la frase citata e giustamente famosa!

  • 1
    Riccardo Moresi

    I soliti “complottisti” si dirà. Ecco, siamo stanchi di essere tacciati così. Allora, il bivio è giunto. O si imbocca la strada dell’Europa politica, la VERA Europa o invece si fa un passo indietro e si torna alla sovranità nazionale, compresa quella economica. Nella prima via, il percorso lo vedo lungo, manca una classe politica forte, manca una strategia comune con altri paesi Europei, secondo me manca anche una volontà popolare perchè il popolo è stanco, stremato. Allora, come già sentito, il pericolo che si ricorra “ai forconi” è sempre più reale. Quando cittadini e imprenditori avranno capito che il suicidio non è l’alternativa, allora il forcone arriverà. Nel frattempo, la strada aperta dal Movimento 5 stelle, quella della democrazia partecipata ma soprattutto quella dell’informazione corretta (basta giornalismo ottuso e becero-connivente), potrebbe sostituirsi ai forconi. Vanno riscritte delle pagine della costituzione, ormai non più confacenti al mondo in cui viviamo. Per far questo, bisogna informare i cittadini. Grillo dice NO ai talk show. Difficile condividere, le sue motivazioni sono corrette ma la “massa” va informata e la rete non basta. Se anche nei programmi televisivi “alternativi” alla “disinformazione di massa” come quello di Paragone ed il suo “L’ultima parola”, Claudio Messora e la stessa Loretta Napoleoni vengono “emarginati” perchè inseriti “a tempo” tra la miriade di argomenti e quantità di interlocutori ospiti… la confusione è garantita. Si ritorna al complottismo. Paragone abbia il coraggio di affrontare un’argomento alla volta, sviscerarlo, completarlo. Altrimenti il solo fatto di far partecipare anche gli “emarginati”, non servirà a nulla. Loretta Napoleoni dovrebbe interfacciarsi con un’economista pari livello con parere contrario, non con Beatrice Lorenzin. Uno a uno, pro e contro. Ma con competenza. Claudio Messora dovrebbe potersi confrontare con Luca Telese, non con Matteo Orfini. Eccetera. Sono solo esempi ovviamente. Vedere Claudio Borghi discutere con Oscar Giannino mentre Laura Ravetto litiga con Ivan Scalfarotto… Ha ragione Grillo. E allora? Allora, ci sono tanti canali TV grazie al digitale terrestre. Ci sono canali nazionali che pagherebbero per inserire un po di pubblicità dentro un programma del genere…. Cavolo, canale italia ad esempio. Ma chi la guarderebbe? Certo così, tanto per fare praticamente nessuno. Ma con una adeguata operazione di marketing, vi assicuro che “se po’ fa’”. Cominciamo così no? Altrimenti, la terra e’ bassa e la decrescita fatta così è poco felice, col forcone.

    • 1.1
      novecento

      Dimenticavo di segnalarti pero’ che a mio parere l’unica soluzione è la seconda, cio’ uscire dall’euro insieme agli altri stati sofferenti (PIIGS), del resto:

      Chi è la persona che privatamente stampa moneta a suo piacimento la da ai suoi amici sapendo che questi lo aiuteranno a dominare il mondo?

      E’ una follia! Fuori subito da questo sistema, per me non ci sono alternative.

    • 1.2
      novecento

      Se le persone fossero tutte come te il mondo non sarebbe cosi’ com’è.

      Quando accendi la TV ti rendi conto che sono sempre presenti personaggi noti che interpretano la solita parte dei complici del sistema. Poi ultimamente, spesso, fanno vedere interviste fuori campo di persone comuni che penso sia faticoso persino trovarle, tanto stupide e ignoranti sono, che esprimono pensieri derivanti dal sentito in TV o letto sui giornali.

      Effettivamente questo come tu evidenzi è un grosso problema, l’informazione solo web è un po’ poco. A questo si aggiunge il modo tipico d’essere italiani: l’informazione giusta non la cerca nessuno la bibbia per la maggior partte dei cittadini è quello che si vede in TV e i protagonisti che essa promuove. Fa niente se poi tutto è ingabbiato da un sistema marcio, dittatoriale e trasversale.

      Guarda, io lavoro in Ospedale e fra noi vige un detto: ogni medico ha il paziente che si merita e ogni paziente ha il medico che si merita. Forse questo riguarda anche un po’ anche gli italiani in generale.

      La vedo dura, molto dura, mi sembra un problema insormontabile: Golia armato di un sasso contro il gigante.

      La storia di coinvolgere TV minori come tu dicevi è una idea ottima, come è buona la mia idea: io ho un filmato scaricato  dai vari servizi su Youtube, montato abbastanza bene che oghi tanto aggiorno con Pinnacle, che distribuisco gratuitamente ad ogni persona che abbia almeno la capacità di attivare un DVD. E’ dura ma vado avanti.

    • 1.3
      novecento

      Non è su youtube: scarico filmati su youtube poi li monto su un CD, masterizzo e regalo ai cittadini

    • 1.4
      Riccardo Moresi

      Scusa, mi daresti il link al video? Grazie

    • 1.5
      novecento

      Caro Riccardo, apprezzo moltissimo la tua informativa e sono orgoglioso di sentire che nel M5S c’e’ gente che con 4 parole senza offendere nessuno riesce a dare una visione condivisa e non attaccabile come è la tua breve missiva.

      Molto molto bene, grazie.

    • 1.6
      Riccardo Moresi

      Grazie per l’apprezzamento, novecento. Calcolando i tempi biblici che comporterebbe l’imbocco della prima soluzione, anche se sarebbe sicuramente più opportuna, mancano i fondamentali, come scrivevo sopra. Siamo un paese democratico, ancora, quindi i processi vanno democraticamente sostenuti con la “forza” degli elettori. Il problema è quindi tentare di raggiungere una “massa” tale di consensi per poter cambiare in parlamento le dannose leggi che ci hanno portato a questa catastrofe. La soluzione è quindi, secondo me, portare nelle case (oltre che nelle piazze) il dibattito che nel post di Loretta Napoleoni e nei nostri commenti è principe. L’Euro. Euro no, tra noi potremmo ripetercelo all’infinito, ma solo noi, Loretta, Bagnai, Barnard, novecento e altri oltre a me, non riusciremmo a disfarcene. Io vorrei un dibattito sereno, che coinvolga più persone possibili, vorrei dare e ricevere informazione. Poi potrei decidere attraverso un referendum popolare se disconoscere questo EURO o mantenerlo. Ma se io cittadino, prima non sono correttamente informato, su cosa potrei basare la mia scelta? Mica sto decidendo se andare al mare col cielo nuvoloso no? Ecco, tutto qua. Due gruppi di “informatori”, uno pro e l’altro contro. Motivazioni sulle proposte, pro e contro. Devo formare opinioni. Dovremo essere bravi a convincere con teorie dimostrabili che si può e si deve tornare indietro, oppure no. Quella del doppio Euro, dei PIIGS eccetera è una teoria che va dimostrata. Quella del ritorno alla Lira con una Banca d’Italia Pubblica e non dei privati, è una teoria che va dimostrata. Quella di rimanere nell’Euro così com’è è una perseveranza che me la devono dimostrare. Ma bisogna fare informazione, e la rete non basta.

    • 1.7
      Riccardo Moresi

      Bene, parlando proprio adesso in una pizzeria, con delle persone perfette sconosciute, tre su quattro ancora oggi non sanno (spero sapevano) che la Banca d’Italia non è degli Italiani ma delle banche private, alcune delle quali addirittura estere. Nel 2013. Se, ad esempio, noi lettori di Claudio Messora, riuscissimo a partire proprio da qui, lui dovrebbe essere il promotore, iniziassimo a parlare di informazione “finalizzata a” su mezzi complementari al web, credo che poi sarebbe più facile. Non dilapidiamo questi post di oggi, discutiamone insieme. Coinvolgiamo più persone possibile che la pensano come noi (o io come voi), Loretta e altri. Loretta, che ne dici? E tu, Claudio? Ce lo vogliamo togliere questo “sfizio”?

  • 0
    Elric

    UAU…ma che bel elenco. E sono tutti nel partito di… Bersani. Che strano, dopo 20 anni di attacchi al “psiconano” scoprite che c’era qualcun’altro che faceva gli affari di tutti, tranne che degli italiani. Berlusca di qui, di qua e di là. Santo? Ci mancherebbe… ne ha fatte tante pure lui, eppure… non vedi MAI il suo nome in questi elenchi. Non è vi è mai venuto un piccolissimo dubbio? Non vi era bastato il golpe con cui il governo DEMOCRATICAMENTE ELETTO era stato scalzato, per capire che c’era qualcosa di strano in tutto questo bailamme su una SOLA persona?

    Con questo non dico di votarlo, ma almeno pensarci 2 volte prima di indicarlo come il solo untore…

  • -1
    gaetano

    Napoleoni, qualcuno la dovrebbe denunciare per le falsità che scrive.

     

    Che cosa significa dire “Ciampi:  l’uomo che sancì la separazione fra tesoro e Banca d’Italia e che portò al raddoppio del debito pubblico nel giro di soli undici anni”? NULLA! Chiunque abbia un minimo di basi di economia sa che veramente quando c’è separazione tra i due la Banca Centrale non si vede più “costretta” a comprare debito pubblico. Ma con che coraggio incolpa Ciampi delle scellerate politiche fiscali degli anni ’80? 

     

    Lei è un’ignorante. Sarà pure pagata profumatamente, ma un’ignorante resta

  • -2
    rg3

    Forza e coraggio!

    Questi sacrosanti concetti devono essere spiegati e rispiegati in modo che raggiungano almeno il 70% dei cittadini italiani (escludo il rimanente 30% di connazionali sub-culturali poichè quelli in testa hanno solo il calcio).

    Mi rivolgo ai vari Vespa, Santoro etc.: quando avrete uno scatto di professional-orgoglio tale da costringervi ad invitare la Napoleoni (e non solo) offrendole così una platea più vasta.

    MAI???

    • -2.1
      rg3

      Allora, mi spiego meglio.

      Quando riusciremo a vedere una trasmissione intera che contrapponga economisti pro e contro l’Euro e l’Europa, per come è organizzata oggi?

      Mai???

    • -2.2
      accielle

      se cerca su youtube trova le trasmissioni nelle quali la Napoleoni è intervenuta e potrà vedere lo spazio che le è stato dato e a proposito di quale argomento. Allo stesso modo può vedere la Laudemi, invitata a Ballarò, in che modo è stata “usata”. Quelle trasmissioni sono “scatole” gestite con una funzione, da esperti di comunicazione. Entrerebbe in una gabbia di tigri a mani nude? E’ una metafora che può sembrare fuorviante, ma rende l’idea. Chi è che è riuscito a esporre le sue tesi dentro contenitori simili? Messora, Barnard, ma costoro sono “comunicatori”, conoscono il mezzo, lo usano, è il loro “territorio”, e nonostante questo credo che a volerlo sarebbe anche facile strumentalizzare comunque persino loro.

  • -3
    Grigio

    Dov’è finita la politica…

    e dove sono finiti i media mainstream?

    e dov’è finita la coscienza collettiva?

    Dov’è finita la ragione?

    Non vorrei che le risposte a queste domande arrivino quando oramai sarà avvenuto l’irreparabile…

    • -3.1
      Clausius

      Le tue domande sono molto pertinenti e,seppur malscritte (insomma,l’italiano non è una lingua tanto bruttta!),sono sinceramente stupefatto che tu non abbia nessun commento di risposta.

      E allora sintetizzo: alle tue domande ci sono solo risposte drammaticamente negative.

      Sembrano domande qualsiasi solo perchè non siamo in una società che a queste domade,le cui risposte possono sembrare ovvie,non vuole rispondere o perchè abbiamo “digerito” anche i baccelli alieni dell’invasione degli ultracorpi.

      E invece poni delle domande giuste.

      Rispondetegli.Se lo faccio io mi arrestano.

  • -4
    gilles63

    Sono perfettamente d’accordo sul ladrocinio prepetrato da gruppi industriali-finanziari italiani e stranieri, tant’è che ne discuto con i miei amici da decenni, ma non sono d’accordo sul resto dell’articolo. Innanzitutto la separazione banca centrale-tesoro sancì l’assunzione di responsabilità da parte della politica delle sue scelte. Tali scelte scellerate (prepensionamenti, soldi regalati a tutti…) sono state determinate dall’ingordigia di tutti gli italiani es. evasori contro lo stato ladro, operai che vogliono andare in pensioni presto e con molti soldi, i giornali che vivono con i nostri soldi, gli imprenditori che frodano l’Inps, la casta, gli alti dirigenti della PA, i preti tutti nessuno escluso (compreso il sottoscritto). Tutti sapevano e sanno che una spesa folle come la nostra non poteva andare avanti così. Questa è ancora la fotografia dell’Italia di oggi divisa in bande ed in guerra di tutti contro tutti.

    Poi dare colpa alla moneta (in quanto tale) denota ignoranza nella materia economica. Una moneta può essere buona o cattiva grazie e solamente al comportamento dei cittadini e di tutti coloro che detengono il potere decisionale. I discorsi che si potrebbero fare sono tantissimi, ma mi sono già stancato di scrivere. Comunque allo stato attuale uscire dall’euro in questo stato sarebbe così disastroso che ci vorrà un secolo per risollevarsi. Vi ricordo a tutti che metà debito è detenuto da stranieri e a loro del destino del ns paese non gli interessa.

  • -5
    novecento

    Cioè…..: scusate ci siamo sbagliati nel preparare l’impero dell’euro, scusate se siete alla fame e in Italia 60 persone ad oggi si sono uccise. Scusate se in Grecia le famiglie portano i bambini all’orfanotrofio per non farli morire e scusate ancora se in grecia i rapinatori entrano per riempire un sacchetto di banconote e vengono applauditi dalla folla fuori che aspetta che lancino qualche moneta. Scusate se i contadini hanno deciso di non svendere la propria merce alla Germania e preferiscono regalarla al popolo affamato nelle piazze. Scusate se a Ci pro fanno prelievi forzosi sui conti correnti. Scusate se in Italia non c’e’ piu’ una banca e lo stato deve bussare alla porta delle banche private per comprare anche una semplice penna. MILLE ALTRE SCUSE CI SONO DA FORMULARE.

    Ci siamo sbagliati ma adesso torniamo in europa a rinegoziare il tutto, il trattato di Mastrict, quello di Lisbona….

    DOVETE ANDARE VIA TUTTI O SARA’ GUERRA CIVILE

    Fuori dall’europa subito:

    Allenza fra i PIGS :

    Preparare con una nuova moneta sovrana dove ogni stato deciderà quale deve essere il valore nominale rispetto all’euro.

    Scambio delle merci fra i PIIGS con accordi vantaggiosi.

    Eliminazione delle accise sul pettrolio e IVA al 12%.

    Tassa del 25% sui prodotti importati dall’europa centrale.

    Detassazione del prodotto made in Italy destinato all’export (5%).

    Tassazione del 30% dei prodotti che arrivano in Italia per mettere l’etichetta made in Italy e poi rispediti.

    Detassazione totale per 5 anni per chi assume personale e per chi apre nuove industrie, fabbriche piccole medie imprese.

    Finanziamento dello stato (65%) per chi produrrà auto elettriche a basso costo e pannelli solari.

    Imposizione per legge (esiste progetto a costo 0 per le famiglie) di impianto fotovoltaico su ogni casa/palazzo italiano, suffiente a garantire l’alimentazione delle parti comuni (ascensore, luci scale, ecc).

    QUESTA E’ LA RICETTA IL RESTO SONO SOLO CHIACCHERE.



    • -5.1
      rg3

      Io aggiungerei un bel 20 anni di galera per i dipendenti pubblici che si fanno corrompere, anche solo con una cozza pelosa o no.

    • -5.2
      novecento

      Giusto caro RG3

      e non solo:

      preparare commissione giudiziaria PIIGS per appurare se fra questi personaggi nazieuropei vi siano gli estremi per una condanna penale per i seguenti reati:

      Alto tradimento della costituzione

      Abuso di posizione predominante

      Riduzione in schiavitu’ del popolo europeo

  • -6
    giuliana

    Vorrei sapere che cosa pensate del programma elettorale di “ioamol’italia”, unico partito, a quanto mi risulta, che preveda l’uscita dall’euro e da questa europa di superburocrati non eletti. Non è meglio uscire da questo superstato dittatoriale invece di provare a rinegoziare i trattati?

     

    • -6.1
      novecento

      Cara Giuliana non conosco bene quel programma ma se vuoi potrei leggerlo ed approfondirlo, so solo che il n° 1 del movimento si è lamentato perchè non è riuscito a fare alcuna apparizione nei media italiani nonostante avesse piu’ volte sollecitato la RAI (e questo è grave).

      Sono certo pero’ che la situazione politica attuale suggerisce di fare gruppo. L’uscita dall’euro che io ritengo priorita assoluta e unica soluzione del caso, dovrebbe incoraggiare i referenti di qualsiasi movimento civile a votare M5S in quanto posseggono già al 26% ma come ben si vede sarebbero necessari almeno altri 10 punti perchè le cose si potessero fare subito d’amblè e in breve tempo. Quindi ritengo che il voto dato a una piccola minoranza (considerato il momento storico)  sia sprecato.

      cordialità

  • -7
    StefanoBelforte

    Ebbene si’, grazie Euro che ci hai dato la crisi. Almeno un po’ di gente ha acceso il cervello e ha smesso di votare per il partito dei ladri. Che e’ da sempre che gli onesti predicano l’onesta’, ma viviamo nel regno del furto. Magari fossero bastate belle parole e moti di indignazione. :-(

     

  • -8
    Qui Gon

    Tutto giusto quello che dice la Napoleoni,ma dove le troviamo le personalità politiche ed istituzionali che vanno a Bruxelles a ridiscutere il debito?

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

Tutti gli statuti del Movimento 5 Stelle

ma-quanti-statuti-ha-il-movimento-5-stelledi Paolo Becchi Mentre la stampa è occupata dal gossip a 5 stelle su telefonate in punto di morte tra l’Ayatollah e il guru e dalla kermesse che si è aperta a Palermo per la quale oggi è annunciata l’esibizione di Raggi-o di luce che canterà "Io...--> LEGGI TUTTO

Come mai Jp Morgan, proprio adesso, vuole più deficit?

JP MORGAN AUSTERITY VS SPESA PUBBLICAGli economisti di JP Morgan, la grande banca d’affari Usa, segnalano che per la prima volta dal 2009 tutti i bilanci pubblici dei governi nelle zone industrializzate, Europa, Usa, Giappone e Regno Unito, daranno un contributo positivo alla crescita globale. Merito, secondo loro, di un aumento della spesa pubblica in tutte...--> LEGGI TUTTO

Sgarbi condannato a 5 mesi di reclusione per i fatti dell’Expo

Vittorio Sgarbi - 5 mesi di prigione per i fatti di Expo Ve lo ricordate Sgarbi che, il 22 maggio 2015 all'Expo, litiga violentemente con i carabinieri che vogliono verificare il suo permesso di accedere con l'auto?  Doveva presenziare a una mostra da lui curata, ma si presentò senza accredito su una Citroen C5, per di più contromano....--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

La lettera di una mamma lavoratrice che fa venire il magone

Mamme lavoratrici: la triste realtà che si cela dietro alla famiglia del Mulino BiancoPubblico questa lettera (inviata a Beppe Severgnini sul Corriere della Sera), che fa venire il magone non solo a chi l'ha scritta ma anche a me che l'ho letta, e nella quale credo si riconoscano tante, troppe mamme lavoratrici, perché sia motivo di riflessione sul modo in cui si è...--> LEGGI TUTTO

La lobby dello zucchero uccide – i nuovi documenti tenuti nascosti

la lobby dello zucchero uccideNEW YORK: Decine di scienziati, negli Anni 60, furono pagati dall'industria americana dello zucchero per sminuire il collegamento tra consumo di zucchero e problemi cardiaci e spostare così l'attenzione sui grassi saturi. A rivelarlo sono una serie di nuovi documenti scoperti recentemente da un ricercatore della University of California di...--> LEGGI TUTTO

Caro M5S, volete allargare il direttorio? Bene, ma dovreste fare così…

votazione online democrazia direttaBarbara Lezzi, senatrice M5S, ha rilasciato un'intervista al Fatto Quotidiano sulle questioni romane. L'ipotesi, che alcuni organi di stampa dicono condivisa anche dalla Casaleggio Associati, è quella di allargare il direttorio a 30/40 persone. Una vera e propria struttura di intermediazione (di quelle che ancora oggi non sono previste dal "Non...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

Come funziona l’Italia: noi siamo quelli con il fiore in mano

Come funziona l'ItaliaCome funziona l'Italia Ecco come funziona la nostra società. Questa è l'Italia. E, ...caso mai cercaste il pallino "voi siete qui", in questo disegno noi siamo quelli con il fiore in mano....--> LEGGI TUTTO

I nanorobot a controllo mentale che vi osserveranno.

I NANOROBOT A CONTROLLO MENTALE CHE VI OSSERVERANNOPer la prima volta, una creatura vivente è stata controllata dall'uomo utilizzando esclusivamente il pensiero, grazie a nanorobot che hanno rilasciato all'interno di alcuni scarafaggi dosi programmate di farmaci, in risposta all'attività cerebrale di chi ha condotto l'esperimento. Una tecnica che - sostengono già alcuni - potrebbe essere molto utile per il trattamento...--> LEGGI TUTTO

Come fare soldi con un blog

Innanzitutto, come "non" fare soldi con un blog Se vuoi fare soldi con un blog, non aprire un blog di informazione. Tantomeno libera. Se poi vuoi fare un blog di informazione indipendente, inizia a cercarti su AirB&B un paio di metri quadri ancora disponibili, a prezzi stracciati, sotto a qualunque ponte...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Le vostre email

Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Di Battista e Di Maio vs Lucia Annunziata al Foro Italico di Palermo

Di Battista e Di Maio vs Lucia Annunziata al Foro Italico di Palermo L'intervista di Lucia Annunziata, a In Mezz'ora, dal Foro Italico di Palermo, ad Alessandro Di Battista e Luigi Di Maio....GUARDA

Sgarbi caga sulla Swiss Air

Vittorio Sgarbi caga sulla Swiss Air Sgarbi "caga" sulla Swiss Air, le hostess gli chiedono di uscire a metà: quello è un bagno di prima classe. Immaginate il seguito (la questione nasconde una discussione sui diritti sottostante: di fronte alle emergenze, è possibile che valga la distinzione "prima classe/seconda classe"?):...GUARDA

USA: la polizia fredda un altro afroamericano, Terence Crutcher

terence-crutcher omicidio polizia USA In Oklahoma la polizia ha ucciso un altro afromericano. Una lunga sequela di uccisioni che dal 2015 porta a 400 l'elenco delle vittime. Gente freddata spesso senza alcuna ragione apparente. (altro…)...GUARDA

Becchi: la stampa contro al M5S? Ma se il blog di Grillo ormai è il Corriere della Sera!

BECCHI: STAMPA CONTRO AL M5S!? MA SE IL BLOG DI GRILLO ORMAI È IL CORRIERE DELLA SERA!Paolo Becchi a Checkpoint parla del grande colpo di stato dell'Euro, dei rapporti tra la stampa e il M5S e del grande spettacolo politico della Casaleggio Associati. ...GUARDA

Roma: Nino Galloni assessore al Bilancio nella giunta Raggi?

Nino Galloni - Io assessore al Bilancio del Comune di Roma, nella giunta di Virginia Raggi? Nino Galloni, ospite a Tagadà su LA7, risponde alle domande sulla sua candidatura ad Assessore al Bilancio e al Patrimonio del Comune di Roma, nella giunta di Virginia Raggi. (altro…)...GUARDA

Matteo Renzi sfotte Paola Taverna: “complotto su Roma”.

matteo renzi sfotte paola taverna su roma complotto Matteo Renzi sfotte Paola Taverna: "ci fanno il complotto su Roma"....GUARDA

Euro: la prima banconota senza anima!

Diego Fusaro Il filosofo Diego Fusaro spiega perché l'Euro è una moneta priva di ogni relazione con la storia e la cultura d'Europa. Vi siete mai chiesti perché sulle banconote in Euro non ci sono quei volti noti, quegli artisti, quei pensatori che hanno dato lustro alle grandi...GUARDA

Terremoto Amatrice – Matteo Renzi: non lasceremo nessuno da solo. La conferenza stampa.

Renzi Terremoto Conferenza StampaTerremoto: la conferenza stampa di Matteo Renzi da Palazzo Chigi "Nei momenti di difficoltà l'Itala sa come fare. Tutta insieme, tutta intera mostra il suo volto più bello. Non lasceremo sola nessuna famiglia, nessun comune, nessuna frazione." (altro…)...GUARDA

Film, libri e Dvd

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>