Il walzer muto delle consultazioni

Violino Rotto Walzer Muto Consultazioni

Credo fortemente nel rispetto delle istituzioni e anche nella necessaria, conseguente separazione tra ruoli e individui preposti a ricoprire quei ruoli stessi. Quando il signor Rossi viene investito di una carica istituzionale, se nel privato continua ad essere il signor Rossi, nel pubblico egli non è più tale, ma diviene il rappresentante di una funzione istituzionale. Partendo dal presupposto che nessuno Stato può esistere senza il riconoscimento delle istituzioni, ne consegue immediatamente che riconoscere il signor Rossi come bandiera, segnaposto di un valore più alto della sua a volte trascurabile persona è l’unico presupposto per continuare una convivenza civile basata sul rispetto di forma e metodi, ovvero sull’accettazione del principio di non prevaricazione e di condivisione delle decisioni, anche se sgradite. L’alternativa tanto per intenderci sono le clave, le rivolte (e non le “rivoluzioni“, che tendono a sostituire gli individui ma spesso a conservare i ruoli). Per questo è necessario “stringere la mano” anche a persone il cui operato non viene giudicato conforme alle proprie posizioni: si riconosce il ruolo, la legittimità della sua funzione istituzionale, non tanto la persona in sè e per sè. Se cade questo principio di civiltà, davvero si fa un passo indietro di qualche secolo.

Aiutami a continuare a fare informazione libera
Uno di questi ruoli, anzi il più importante, è quello del Capo dello Stato. E’ il garante della Costituzione ed è il motore di avviamento che permette, con la sua scintilla propulsiva e con la sua intermediazione, la formazione di un nuovo Governo o la determinazione di una nuova consultazione elettorale per formare una nuova rappresentanza parlamentare. Le consultazioni sono uno dei momenti istituzionali più importanti, attraverso i quali il Paese, mediante la rappresentazione delle forze politiche che ha eletto, concorre alla determinazione dell’indirizzo politico che verrà poi confermato dal voto di fiducia in aula. Alle consultazioni si discute di ciò che è desiderabile per il Governo a venire, facendo proposte e mediando su nomi e cariche. Per questo motivo, partecipare alle consultazioni significa innanzitutto ritenere che le proprie proposte abbiano la possibilità non solo teorica di essere accettate, altrimenti è evidente a tutti che la questione si trasforma in un mero esercizio di stile, una bella forma vuota di contenuti.

Cosa è successo la settimana scorsa? Il Parlamento si è riunito in seduta comune per votare il nuovo Presidente della Repubblica, un’operazione che storicamente ha richiesto, in media, una decina di tornate di voto, prima di coagulare un consenso sufficiente per mandare al Colle un nuovo inquilino. Eppure, in questo caso, dopo soli due giorni di voto, è riemerso l’incubo del “Fate Presto!”. Una volta chiaro che tutti i candidati “sicuri”, ormai, erano stati bruciati, da Franco Marino a Romano Prodi, e che il nome di Stefano Rodotà viceversa continuava ad essere proposto con sempre maggiore forza dal Movimento Cinque Stelle, e anche dalle piazze, il Quirinale ha convocato le forze politiche per cercare una soluzione allo stallo. E si era solo alla quarta votazione! Tanto per capirsi, Oscar Luigi Scalfaro venne eletto il 25 maggio 1992 al sedicesimo scrutinio. Sandro Pertini – il mitico Sandro Pertini – divenne Presidente della Repubblica l’8 luglio 1978 sempre al sedicesimo scrutinio. E Giovanni Leone, il 24 dicembre 1971, venne eletto al ventitreesimo scrutinio! Ci vollero undici giorni, ma si attese. Quale insuperabile empasse avrebbe dunque spinto Giorgio Napolitano a convocare d’urgenza il Partito Democratico e il Popolo della Libertà al Colle per forzare la mano e chiudere la partita? E soprattutto – e questa è la cosa più grave – perché mai un Presidente della Repubblica, il ruolo super partes per eccellenza, non ha chiamato anche Vito Crimi e Roberta Lombardi, per ascoltare anche chi rappresenta un quarto dei voti del popolo italiano? Cosa ha autorizzato Napolitano a consultare solo due partiti, che fuori dalle coalizioni rappresentano più o meno gli stessi voti di quelli di Grillo, decidendo a tavolino insieme a loro di riproporre la propria candidatura e addirittura concentrando in un unico colloquio anche le consultazioni, dato che da quell’incontro è uscito anche il probabile nome del prossimo Presidente del Consiglio? Cosa, se non la paura che dalla spaccatura del Pd arrivasse prima o poi il viatico per un settennato diretto da un nome al di fuori delle loro logiche di spartizione del potere? Cosa, se non l’impellente necessità di far fuori quell’unico movimento politico a cui le urne hanno attribuito la responsabilità di riportare gli interessi dei cittadini, e non dei poltronati, al centro dell’attività politica? Come al solito, questo è stato da subito più che evidente alle piazze, che sabato sera hanno accerchiato il Palazzo e costretto più di un politico ad uscire alla chetichella, tra lanci di monetine e di bottigliette di plastica, tributando applausi e riconoscimenti solo ai Cinque Stelle, ed è stato completamente disconosciuto, ignorato, volutamente distorto dalla narrazione dei media, che hanno rappresentato le ragioni di un’urgenza che semplicemente non c’era, senza denunciare l’ennesimo attentato al regolare percorso costituzionale delle istituzioni.

Per questo motivo, pur riconoscendo ai ruoli la dignità istituzionale che la Costituzione attribuisce loro, e pur consapevole dell’importantanza del rito delle consultazioni, mi chiedo cosa dovrebbero andare a fare i Cinque Stelle oggi al Quirinale, dopo essere stati due volte vittime della sua forzatura: una volta per lo scippo (ai danni di tutto il Paese) di un candidato forte ed onesto per la Presidenza della Repubblica, ed una volta per essere stati esclusi da qualsiasi consultazione circa la formazione di un nuovo Governo. Un Governo che nascerà sotto la stella dell’inciucio, sostenuto da forze che in campagna elettorale hanno portato avanti il consueto teatrino per mietere voti e che, noncuranti di sfoggiare un’incoerenza ai limiti dei vilipendio della sovranità popolare, dopo avere paralizzato il Parlamento congelando le commissioni per mesi, ora fanno fronte comune per portare avanti l’agenda Monti e non perdere il controllo della stanza dei bottoni.

Per questo, ritengo che il Movimento Cinque Stelle non dovrebbe partecipare al balletto ipocrita del giro di consultazioni, un giro di walzer muto, dove nessuna orchestra sta realmente suonando, che si terrà ad uso esclusivo dei media e della creduloneria popolana, ma dovrebbe prepararsi viceversa all’opposizione più dura che questo Paese abbia conosciuto negli ultimi decenni. Un’opposizione cui, badate bene, siamo talmente disabituati da considerarla quasi criminale, ma che è vitale per una democrazia quanto un contrappeso lo è per un’ascensore, ed è infatti non solo comune, ma anzi considerata auspicabile e necessaria nel resto del mondo, dove la democrazia non è solo un vocabolo di cui riempirsi la bocca nei talk-show ma una concreta, empirica prassi quotidiana, rispettata e tenuta nella giusta considerazione.

E tu? Ritieni che il M5S dovrebbe salire al Colle, per le consultazioni, oggi?

Loading ... Loading ...
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

112 risposte a Il walzer muto delle consultazioni

  • 87
    ispri

    Secondo me la posizione di Grillo e’ quella giusta, ci troviamo nella situazione attuale, usando una metafora, di un palazzo ormai in stato di decomposizione e prossimo al crollo e all’implosione su se stesso, e tutti (cittadini disinformati, pennivendoli, politicanti da strapazzo) chiedono al M5S di entrare nell’edificio e di aspettare che crolli con loro dentro, fa bene il M5S a rimanerne fuori e assestare dei colpi “Costituzionali” e di “vera” informazione ai cittadini, per mettere in evidenza tutte le forzature che Napolitano & co stanno mettendo in campo per cercare di mantenere in piedi questo edificio omai prossimo al crollo, il giochetto politico e’ stato scoperto, ormai sono prevedibili, e non sanno piu’ da che parte uscire per non essere travolti dal crollo, spero di essere stato chiaro, avanti cosi’ M5S, la strada imboccata e’ quella giusta, un saluto affettuoso.

  • 86
    ondatablu

    Ma se alcune commissioni spettano all’opposizione….e “sel” che ha vinto in coalizione ora passa all’opposizione…..mi chiedo :” Loro prenderanno tutto? “………BISOGNERA’ RISORGERE ????

  • 85
    Daniele

    É fastidioso ciò che è accaduto ma toglimi una curiosità:
    C’è qualcosa di sbagliato, illegale, incostituzionale nei seguenti punti?:
    1) Tre forze politiche più o meno importanti numericamente (PD,PDL, Monti) prendono accordi.
    2) L’accordo che prendono è quello di parlare con una persona per (ri)candidarla a Presidente della Repubblica.
    3) Questa persona (Napolitano) acconsente a (probabilmente) delle condizioni.
    4) La sesta votazione trova la maggioranza nel nome di Napolitano

    Tutto quanto accaduto, con questa chiave di lettura, non presenta anomalie democratiche.

    Quanto accaduto mi infastidisce per il fatto che mi sono sentito ad un passo dal vedere imboccare una strada di onestà, intransigenza, difesa costituzionale. A pochi passi dal bivio ci siamo ritrovati nel solito percorso ad ostacoli degli ultimi vent’anni.
    Ma non possiamo farci molto.
    Teniamo duro

    • 85.1
      Mattia

      Teniamo duro,
      ma non sono molto ottimista.
      Gli ultimi 20 anni hanno prodotto danni assai gravi, non solo nell’economia (quelli si rimediano col tempo) ma nei cittadini.

      Molti hanno perso il senso critico, il livello di istruzione medio è diminuito assai, la voglia di informarsi è sotto zero.

      L’etica, la morale e i valori si sono modificati di molto, ed è per questo che molti non trovano strano o riprovevole il comportamento della classe dirigente.

      Queste non sono cose che si ricreano in pochi mesi o in pochi anni.

      Ci vogliono generazioni.

    • 85.2
      Mr. Age

      No effettivamente non ci sarebbe niente di anormale per come la metti, però……..
      http://www.corriere.it/politica/13_aprile_22/stato-mafia-intercettazioni-napolitano_6a6a2550-ab3f-11e2-8dd6-b5ff5800dec2.shtml

      Caso strano o coincidenza Lunedi 22/04/2013 sono state definitivamente distrutte le intercettazioni tra Napolitano e mancino.

      P.S. Daniele fammi sapere che ne pensi!

  • 84
    filippo

    http://goofynomics.blogspot.it/2013/04/sarei-contento-di-uninvasione-tedesca.html
    Caro Claudio,il prof.Alberto Bagnai l’ho conosciuto grazie a te.Desideravo conoscere un tuo parere su questo ultimo suo post.Ho votato M5S e francamente sono un po confuso.Sei in contatto con Bagnai? Un incontro fra Bagnai e Grillo non sarebbe produttivo per il movimento?

  • 83
    Cesare

    Bisogna andarci,turandosi il naso,l’Enrico oggi ha parlato da statista..se si sbagliano le mosse si alluga l’attesa di ripulire il porcile….moderare i toni con qualche vaffa. in meno non sarebbe male……..Il M5S è stato votato da molti ,moltissimi MODERATI…..Quelli per intenderci della classe Media………..

  • Pingback: Il walzer muto delle consultazioni | Informare per Resistere

  • 82
    Mr. Age

    Ho appena appreso che BANKENSTEIN ha colpito ancora!
    Il PdR ha incaricato Enrico Letta.
    Il nostro Letta viene dalla scuola di Andreatta, famoso per il noto divorzio tra banca d’italia e ministero del tesoro.
    Giusto per far capire il personaggio, é membro della trilaterale ed è stato invitato a partecipare all’ultima riunione del circolo bilderberg tenutasi a Roma a novembre 2012. Da notare che Bersani non è stato invitato!!!!!

    P.S. è nipote di Gianni Letta sospettato per l’affare MPS-Antonveneta

    SI SALVI CHI PUO!

    • 82.1
      Ronnie

      La casta più casta che c’è.
      E questo che loro intendono per cambiamento.
      E poi si lamentano se indicono i V-day.
      Va bene, ma ormai si è tutto chiarito che non cambierà nulla (pacificamente) e tutto si evolverà come previsto. Mammmma miaaaa!!! Italianiiiiiiii…Non ve lo immaginate neppure lontanamente cosa accadrà. Chiedetelo agli argentini. Ne conosco bene, persona onesta, 35enne allora, con una bella attività avviata, una quindicina di dipendenti, una bella situazione bancaria, ma che scappò dalla crisi di 10 anni fa. Per chi non crede che possano accadere certe cose. In tre mesi non aveva più niente. Lui, persona onesta, che aveva sempre pagato le tasse, fatto le cose in regola, conti bancari regolari. Italo argentino, lui nato laggiù è venuto in Italia a rifarsi una vita. Fino ad oggi. E adesso non sa più se rimanere o andare. ma dove’ Perchè in Argentina la gente, il popolo, non si è ancora ripresa dalla batosta. Non bastano 10 anni. E, mi diceva, che non ci sono soldi, la gente fa fatica. E’ ancora crisi. Non più al livello di 10 anni fa, che fu una cosa inimmaginabile, ma è ancora dura (ha tutti i parenti laggiù).

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

Crociata contro la rete. Il ministro: via i “profili sgraditi”.

Orlando - rimozione di profili sgraditi e ong governative a fare controinformazione in rete Registrazione del Facebook Live del 16 agosto 2017 Un'intervista di Andrea Orlando, sul Corriere della Sera, rivela che esiste un accordo con i social network per la segnalazione dei post e la rimozione dei profili sgraditi, e anche che il ministero ha messo delle organizzazioni a monitorare...--> LEGGI TUTTO

La vera storia di KJ2, l’orsa mamma di Francesco e Soki, del progetto Life Ursus

Un'orsa e il suo cucciolo  Registrazione del live Facebook andato in onda ieri sera KJ2 sembra il nome di una stella cadente, perfetto per la notte di San Lorenzo. Invece è caduta un'orsa, appartenente al progetto Life Ursus. Nel video qualche considerazione da fare insieme sulla vicenda, andata in onda ieri sera...--> LEGGI TUTTO

OneBarter: l’era del baratto high tech

OneBarter - Nico Allegretti Nico Allegretti, presidente di OneBarter, racconta come il baratto, nella sua nuova forma tecnologicamente assistita, possa contribuire ad abbattere la necessità delle imprese di finanziarsi con linee di credito bancarie, e possa rilanciare gli scambi e l'economia. Un settore, quello del barter (cioè "comprare pagando vendendo",...--> LEGGI TUTTO

Vota Byoblu ai Macchianera Internet Awards 2017

Vota Byoblu ai Macchianera Internet Awards 2017Anche quest'anno avete inserito Byoblu in nomination nella categoria "27. Miglior sito Politico-d'Opinione" dei Macchianera Internet Awards. Si tratta degli Oscar della Rete, dove ognuno segnala i migliori siti in ogni categoria, e i primi dieci in tutta Italia entrano nella fase finale.Come tutti i premi, il suo valore è simbolico....--> LEGGI TUTTO

Sei pronto a partire?

la veglia migliore del sogno Scusate se sono stato un po' assente. Ho gestito gli attacchi di cui vi ho parlato qui e qui. E ho riflettuto molto. La tempesta perfetta di transazioni fraudolente non è terminata, ma per fortuna adesso viene gestita. Quasi cinquecento editori liberi hanno partecipato con entusiasmo alla campagna...--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

Due piantine di Cannabis per lenire dolori atroci: in prigione a 63 anni!

prigione malato cannabisTRENTO. Il ricorso in Cassazione è stato rigettato. L'uomo di 63 anni che a Trento era stato trovato in possesso di due piante di marijuana che coltivava per uso personale, per lenire i dolori atroci della sua malattia, è stato giudicato colpevole in via definitiva. Andrà in prigione. ...--> LEGGI TUTTO

L’ideologo di Putin: in Europa sarà presto caos, guerra civile, distruzione.

Dugin ideologo Putindi Giulio Meotti Roma. Europa e Stati Uniti hanno spesso ricambiato il favore ad Aleksandr Dugin. Un anno fa, il famoso politologo russo è stato messo alla porta in Grecia. Accompagnato dal patriarca di Mosca Kirill per una conferenza sul Monte Athos, Dugin...--> LEGGI TUTTO

Il TG1 censura la Raggi. Scatenate uno #ShareStorm

Molti dei lettori di questo blog trasaliranno ascoltando alcune frasi fatte del discorso che oggi Virginia Raggi ha tenuto di fronte ai leader europei. L'Europa come "progetto visionario", come "eredità gioiosa e impegnativa", che "dobbiamo realizzare noi" perché "non poteva realizzarsi in un giorno". ...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

A Capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio: la Terra rallenta!

A capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio - la Terra rallentaUn "salto" di un secondo verrà aggiunto al conto alla rovescia di questo Capodanno per compensare il rallentamento nella velocità di rotazione della Terra.  Il secondo "extra" accadrà non appena l'orologio toccherà la mezzanotte e verranno "create" le ore 23:59:60, posticipando momentaneamente l'arrivo del Capodanno. Il secondo...--> LEGGI TUTTO

BIOMETRIA, IL FUTURO DELLA SICUREZZA

biometriaRiconoscimento dell'iride, facciale e del movimento della mano durante la firma: le nuove strategie per prevenire i furti e le loro possibili applicazioni Un uomo si avvicina a una stanza blindata. Per entrare niente password o codici di sicurezza, ma l'accostamento degli occhi a un...--> LEGGI TUTTO

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Le vostre email

Lettere al blog: bimbi dimenticati in auto? L’idea semplice di una nonna.

bimbi auto Lettera al blog di Stefania Gentile Sig. Claudio, seguo il suo blog su "youtube" e la ringrazio per le tante cose che si imparano. Questa mattina ho ascoltato il pezzo sulla tragedia, fortunatamente solo sfiorata, per l'ennesimo bambino lasciato in macchina dalla mamma....--> LEGGI TUTTO

Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Ilaria Bifarini – L’Ocse dice che tra 60 anni siamo fritti

Ilaria Bifarini, nota al pubblico di Byoblu per la sua intervista di esordio "Neoliberismo e Manipolazione di massa - storia di una bocconiana redenta", approda a Coffee Break, su LA7. "Il modello a tendere degli economisti dell'OCSE da qui a 60 anni, in un report che ho visto personalmente, sarà sempre peggiore: salari sempre più passi e sempre più disuguaglianza". Ilaria Bifarini, nota al pubblico di Byoblu per la sua intervista di esordio "Neoliberismo e Manipolazione di massa - storia di una bocconiana redenta", approda a Coffee Break, su LA7. "Il modello a tendere degli economisti dell'OCSE da qui a 60 anni, in un report che ho...GUARDA

Diego Fusaro: il Sacro Romano Impero della finanza e delle banche

Innanzitutto siamo entrati in un Sacro Romano impero della finanza in cui il sistema bancario detta legge, e noi sventurate plebi europee dobbiamo fare i sacrifici: "sacrum facere". Appunto qualcosa di religioso in nome del sistema bancario, una divinità demiurgica: le sofferenze sono sempre quelle del sistema bancario...GUARDA

Primarie Pd: il confronto Sky tra Renzi, Emiliano e Orlando – Integrale

Confronto Sky Renzi Emiliano Renzi Primarie Pd Integrale - PlayIl confronto Sky tra Matteo Renzi, Michele Emiliano e Andrea Orlando per le primarie Pd - Versione Integrale. ...GUARDA

Fusaro Vs Friedman – L’immigrazione è deportazione di massa: nuovi schiavi contro vecchi schiavi.

Fusaro Vs Friedman Diego Fusaro: "La storia delle ONG che vanno a prendere i poveri migranti che rischiano di annegare è la grande narrazione edulcorante con cui si mettono in pace le coscenze. Il compito della filosofia però è pensare altrimenti e criticare l'esistente, rovesciando le mappe dominanti. Continuiamo...GUARDA

Sgarbi vs Telese: Io non me ne vado, te ne vai tu!

Sgarbi Vs TeleseVittorio Sgarbi manda a quel paese la Costamagna e Luca Telese, e all'invito a lasciare lo studio risponde al conduttore di andarsene lui. Il tema è quello della legittima difesa dagli intrusori in ambito domestico. ...GUARDA

Becchi: la prova che la Germania ha creato l’euro per metterla in quel posto a noi

BECCHI PROVE EURO GERMANIA Paolo Becchi esibisce le prove in diretta tv del fatto che la Germania sapeva che grazie all'Euro "lo avrebbe messo in culo agli italiani". Potremmo svalutare la nostra moneta, e dunque tornare ad essere competitivi, ma ecco pronta la replica: svalutando crescerà l' inflazione. Vale...GUARDA

Diego Fusaro: ma quale new economy? Si chiama lavorare per niente!

Fusaro Diego Fusaro sulla cosiddetta "new economy". Dal caso Amazon in poi, è chiaro che si tratta di un nuovo sistema di sfruttamento dei lavoratori. Il lavoro prevede che ci siano dei diritti e che il lavoratore venga considerato alla stregua di un essere umano portatore di dignità e...GUARDA

Beppe Grillo a Sanremo 1989 – Le penali se dico che i socialisti rubano

Beppe Grillo Sanremo 1989 play Beppe Grillo a San Remo 1989, comunica il suo compenso in diretta e legge le penali previste dal contratto se dice che i socialisti che rubano....GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>