Nigel Farage sbanca in Gran Bretagna

L’antieuropeismo è ormai dilagante in Gran Bretagna. Lo hanno dimostrato inequivocabilmente le elezioni amministrative che si sono svolte il 3 maggio, e che hanno consegnato uno scenario politico completamente diverso da quello abituale: “il più grande sconvolgimento del sistema partitico dal dopoguerra a oggi”, sono state definite da alcuni osservatori. Ma anche un chiaro segnale all’Unione Europea.

A stravolgere gli equilibri ha contribuito principalmente lo Ukip. Il partito indipendentista britannico, guidato da Nigel Farage, ha ottenuto, su scala nazionale, il 23% dei voti, divenendo così il terzo partito e insidiando da vicino i due maggiori: i Laburisti (29%) e i Conservatori (25%). Soltanto quarti i Liberal-Democratici, che racimolano appena il 14%.

Il successo dello Ukip appare ancor più evidente se si confrontano i risultati odierni con quelli delle precedenti elezioni amministrative del 2009: allora il partito di Farage veniva annoverato sotto la voce “ALTRI”, con percentuali vicine al 3%. Un incremento sensazionale, dunque. E a farne le spese sono proprio i Laburisti, che pur ottenendo il primo posto hanno comunque perso il 10% rispetto a 4 anni fa, e i Conservatori, che vedono volatilizzarsi circa l’8% del loro elettorato. Se poi compariamo l’esito delle elezioni con i pronostici della vigilia, si coglie tutto lo sconcerto che si sta diffondendo in queste ore nelle sedi dei Tories e dei Labour. “Non più di 40 seggi nei governi locali per lo Ukip”, veniva annunciato dai sondaggisti; e invece di seggi Farage e compagnia ne hanno conquistati 147 (4 anni fa ne ottennero appena 8). Gli analisti dei Labour, invece, avevano affermato che lo Ukip non avrebbe rappresentato alcuna preoccupazione fintantoché si fosse mantenuto al di sotto del 16%, quota che sembrava inarrivabile, e che invece è stata superata di ben 6 punti.

Ovviamente Nigel Farage gongola, oggi, togliendosi tonnellate di sassolini dalle scarpe. Innanzitutto nei confronti di Ken Clarke, membro di spicco dei Tories, che aveva definito lo Ukip come una “combriccola di pagliacci”. E poi nei confronti del premier David Cameron, che aveva sempre sottovalutato lo Ukip e aveva definito i suoi membri dei “fuori di testa”. “Send in the clowns!” – ha subito dichiarato Farage, riciclando il titolo di una canzone di un vecchio musical che era stata utilizzata anche dall’Economist per descrivere l’esito delle elezioni italiane di febbraio. “Siamo stato ingiuriati da tutti, dall’intero establishment, e ora si ritrovano tutti scioccati e sbalorditi. E bisogna smetterla anche di dire che i nostri elettori hanno votato soltanto in segno di protesta, non sapendo in realtà quali erano le nostre proposte. Essi hanno votato – ha continuato Farage – a favore dell’uscita dall’Unione Europea e dello stop all’immigrazione nel nostro Paese”. Sono proprio questi, infatti, i punti su cui lo Ukip ha incentrato la propria campagna elettorale, e quelli che l’elettorato ha maggiormente apprezzato. Secondo un sondaggio pubblicato ieri, il 76% di chi ha votato per lo Ukip lo ha fatto perché vuole veder ridotta l’immigrazione, il 59% perché auspica un’immediata uscita dall’UE e il 47% perché si dichiara insoddisfatto dei partiti tradizionali.

L’antieuropeismo radicale è sicuramente il perno del partito di Farage, nato nel 1993 proprio con l’intento di abbandonare l’UE, ritenuta un’istituzione svantaggiosa per i Britannici in termini economici e pericolosa per quanto riguarda la riduzione di sovranità nazionale. Dal 2010, poi, nel manifesto dello Ukip ha assunto un ruolo fondamentale proprio la tematica relativa all’immigrazione: “non più di 50 mila immigrati all’anno”, è stato lo slogan scandito negli ultimi anni da Farage. Il che significherebbe una limitazione drastica, visto che nel 2009 l’aumento netto della popolazione britannica dovuto all’immigrazione è stato di quasi 200 mila persone. Ma lo Ukip si spinge ancora oltre: bisognerebbe bloccare del tutto, secondo Farage, le immigrazioni per un periodo di 5 anni, al fine di stabilizzare le frontiere e rafforzare i controlli; e non bisognerebbe concedere alloggi popolari o altri benefici ad alcun immigrato che non abbia già pagato le tasse per almeno un quinquennio. Per approvare queste misure, ovviamente, è necessario uscire dall’Europa: Farage propone infatti di rigettare sia la Convenzione dei Diritti Umani dell’UE, sia la Convenzione sui Rifugiati. In particolare, lo Ukip ha lanciato una durissima campagna per bloccare i flussi dei migranti bulgari e romeni che rischierebbero di invadere la Gran Bretagna al ritmo di 400 mila unità all’anno, secondo le stime dello Ukip.

Posizioni estreme, dunque, che mescolano euroscetticismo con nazionalismo e spesso sfociano nel razzismo. Ma sono posizioni che hanno riscosso successo presso l’elettorato britannico, che non ha rinunciato a votare Ukip nonostante i molti scandali susseguitisi in queste settimane, durante le quali alcuni esponenti del partito – che non sono risultati eletti, comunque – sono stati ritratti in pose inneggianti a Hitler, hanno pubblicato commenti antisemiti sul proprio profilo facebook, oppure sono stati accusati di aver fatto i gigolò mentre lavoravano come agenti di polizia.

Ora il successo dello Ukip spaventa soprattutto i Conservatori: 3/4 degli elettori di Farege proverrebbe proprio dall’elettorato dei Tories, evidentemente giudicati troppo timidi su alcune questioni care alla destra britannica. Ecco perché David Cameron è subito corso ai ripari: “Sarebbe sciocco continuare ad insultare un partito che ha raccolto così tanti consensi – ha affermato il premier britannico – Bisogna invece chiedersi perché alcuni nostri ex elettori non hanno voluto supportarci stavolta. Ebbene, questo è avvenuto perché avremmo dovuto essere più decisi sui temi dell’immigrazione, dell’Europa e delle riforme del welfare”.

Cameron non lo cita direttamente, ma è evidente che il tema principale è quello che riguarda il referendum sulla permanenza nell’Unione Europea. Il primo ministro lo aveva fissato nei mesi successivi alle elezioni nazionali del 2015, promettendolo come garanzia in caso di una sua riconferma a Downing Street. Ma nel suo partito, soprattutto dopo il segnale inequivocabile lanciato da questa tornata elettorale, si fanno sempre più pressanti le voci di chi vorrebbe anticiparlo già al 2014. Ci sarebbe da vincere la resistenza dei Liberal-Democratici, che sembra siano contrari a questa ipotesi; ma, a quanto pare, Cameron potrebbe comunque voler forzare la mano, per non lasciar a Farage il monopolio dell’antieuropeismo.

@valentinivaler

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

60 risposte a Nigel Farage sbanca in Gran Bretagna

  • Pingback: Europa: ci “salva dalle guerre”, dice il marketing delle idee | FiascoJob Blog

  • Pingback: Europa: ci “salva dalle guerre”, dice il marketing delle idee | Informare per Resistere

  • Pingback: Europa: ci "salva dalle guerre", dice il marketing delle idee

  • 31
    Johann G

    FORTUNATI GLI INGLESI AD AVERE UN POLITICO DI RAZZA COME NIGEL FARAGE.
    IN REALTA’ IL SIGNOR FARAGE NON VUOLE UNA GRAN BRETAGNA LEGATA MANI E PIEDI ALLE BUROCRAZIE EUROPEE ED IN CUI LA GERMANIA ESERCITA UN RUOLO EGEMONE; PREFERISCE UN’EUROPA INTESA COME SPAZIO COMUNE COMMERCIALE DOVE OGNI STATO HA LA PROPRIA AUTONOMIA E UN RAPPORTO DI PARTNERSHIP COMMERCIALE CON GLI ALTRI STATI ANZICHE’ RAPPORTI TRA SOCI FRAUDOLENTI E ARROGANTI.
    Celebre è la frase rivolta all’attuale Presidente della Comunità Europea…..Van Rompuy…..non eletto ma nominato……Who are you ?
    Come non condividere l’indignazione del Signor Nigel Farage ?
    Merita tutti i voti che ha preso……speriamo di più la prossima volta.

  • 30
    Zon

    La cosa preoccupante è il concetto espresso dal Cameron di turno nel paese di turno: “Sarebbe sciocco continuare ad insultare un partito che ha raccolto così tanti consensi”. Il che, fuor di metafora, significa che non necessariamente vincono le idee migliori, ma le più gettonate, le più gradite, quelle che hanno raccolto il maggior numero di preferenze come alla sagra della porchetta: insomma, è ancora la logica del “panem et circenses” o del “volete burro o cannoni”. Viceversa qualsivoglia idea, per quanto eccellente ma difficoltosa a comprendersi, può essere insultata e dileggiata a pieno diritto finché non gode della maggioranza o di una quota significativa: poi diventa valida come d’incanto. E la maggioranza si conquista con molti modi, come abbiano notato. Questo è l’attuale sistema democratico? Come minimo abbisogna d’un abbondante maquillage strutturale…

  • 29
    Virus

    @argo29

    In realtà alla fine degli anni ’90 si mormorava che dei banchieri avessero deciso di favorire i flussi migratori verso l’Europa con l’intento di sfaldare le forti identità culturali degli stati nazionali e per “mettere sotto pressione” il welfare.

    Non è un caso che la grande immigrazione africana è stata gestita quasi totalmente dalle mafie.

    Il rallentamento dei flussi a causa della recessione non ivalida l’ipotesi.

    All’epoca poteva sembrare una sparata, ora rientra nel frame.

    L’Europa dei sindacati, l’Europa della cultura, l’Europa dell’orgoglio liberale e democratico, l’Europa del welfare è stata attaccata da più fronti contemporaneamente.

    Il favorire l’immigrazione ne è solo una componente.

    Altrimenti non sarebbe stato probabilmente possibile fare “scacco matto” in così breve tempo a paesi con questo spessore culturale.

    • 29.1
      novecento

      caro virus il commento sopra era riferito a te
      ciao

    • 29.2
      Mr. Age

      Salve Virus
      Concordo in pieno e credo che tu abbia centrato il problema!

    • 29.3
      Virus

      @Novecento

      Hai beccato pure a chi destinerò il mio 5X1000 :-)

      @Mr.Age

      Io ho trovato tutte la discussione tra Montanelli e Placido in quell’intervista assolutamente interessanti.

      E’ l’unico “documento pubblico” che abbia mai trovato in cui “un intellettuale di rilievo” abbia fatto delle lucide e sacrosante constatazioni sulla tematica.

      Chiaramente ad un piddino mancherebbe la terra sotto i piedi dopo le assurde crociate sul nulla su questi temi. Che sia mai che anche la sua ideologia sia basata sul nulla?

  • 28
    Virus

    @Novecento

    Dai uno spunto veramente interessante.

    Il tema dell’immigrazione è tabù. In Italia se ne è occuapata solo la Lega trasformandola in una pagliacciata.

    Se provi a sollevare l’argomento c’è sempre qualche piddinazzo o cattocomunista che ti dà del razzista o dello xenofobo.

    Non è possibile non notare l’incredibile coincidenza tra il progetto dell’unione europea, dell’euro e l’esplosione dell’immigrazione in europa.

    Nessuno sospetta il motivo? C’è anche stato qualcuno che prima di vendersi, quando ancora dava del mafioso al Banana, l’ha pure detto davanti alle telecamere, nel ’98.

    Un altro personaggio, di altro spessore culturale, ha messo pubblicamente in TV la pulce nell’orecchio agli italiani.

    Davvero è così difficile da capire?

    Aiutino: le politiche razziali nella storia hanno sempre e solo avuto un significato POLITICO, facendo sfogare su delle minoranze le tensioni sociali: basti pensare a quelle antisemitiche, ai progrom, al Rwanda, agli “spostamenti delle frontiere” come sugli Urali o nei territori di Iran e Iraq.

    Il fattore antropologico (la xenofobia?) non ha MAI avuto nessun ruolo se non quello di essere oggetto di propaganda e strumentalizzato.

    Le politiche razziali sono sempre e solo degli strumenti di controllo sociale e quindi uno STRUMENTO di LOTTA di CLASSE.

    La vere politiche razziste non sono la regolazione dei fenomeni migratori ma FORZARLI o deregolamentarli.

    DIVIDE ET IMPERA, sfalsa il dibattito e continua a perpetuare il tuo potere.

    • 28.1
      argo29

      Comunque xenofobia o meno quello che vedo è questo: i rumeni stanno tornando in blocco a casa,qui non conviene più starci, lasciando sfitte moltissime case, i ragazzi di colore se ne vanno su a Nord perché la loro merce che vendevano davanti ai supermarcati o sulle spiagge non la compra più nessuno perché i soldi non ci sono più ,anche loro lasciano sfitte numerose case, i cinesi stanno chiudendo i loro negozi. In compenso moltissimi giovani italiani se la tentano su al nord europa, dove nella maggior parte dei casi verranno trattati allo stesso modo che noi trattiamo gli stranieri. Non sono un economista ma credo che la svalutazione del salario sia legata alla rigidità dell’euro,ma è vero che non ci è stato nessuna volontà nel controllo dei flussi migratori da parte di dx e sx.

    • 28.2
      novecento

      caro amico mio, vedo che sei ferrato sull’argomento e quando sai di cosa parli non bisogna temere nessuno. Io la voro in sanita’ e il mio tempo libero e’ dedicato alle persone emarginate che prima erano prevalentemente africani rumeni e albanesi, adesso al 50% sono italiani e gli italiani fanno ancora piu’ compassione perche hanno una cultura diversa e sono precipitati nella poverta’, quindi la vedono per la prima volta. chi puo’ dia un aiuto a gino strada, sta facendo una cosa inaudita in italia e se va bene potrebbe ridimensionare il concetto pubblico-privato.

  • 27
    alvise

    Ma guarda, tutto il mondo è paese., mi riferisco a questa frase: “Bisogna invece chiedersi perché alcuni nostri ex elettori non hanno voluto supportarci stavolta. Ebbene, questo è avvenuto perché avremmo dovuto essere più decisi sui temi dell’immigrazione, dell’Europa e delle riforme del welfare” – Perchè non lo hanno fatto prima? Col nostro grande movimento è successa la stessa cosa, ora tutti parlano di decurtazione dello stipendio, no al rimborso spese dei partiti, ecc, perchè non lo hanno fatto prima?Questa è la politica malsana che la brava gente deve subire, ma il nostro movimento un giorno vincerà le elezioni, è inevitabile, gli eventi gli sono propizi, i maiali si azzannerranno da soli e noi raccoglieremo le loro ossa.Il problema sarà comunque Bruxellex, come faremo a toglierci dai c*****ni gli immondi Trattato di Lisbona e Trattato di Maastricht?Che ci incatenano alla moneta unica, e relegano il nostro paese in fondo ai paesi più importanti?Per Bruxellex, l’italia, è considerata come il nostro meridione, con tutto il rispetto per i bravi meridionali, tartassati ed abbandonati.Ci vorrà la forza dei nostri cittadini deputati a non lasciarsi andare a compromessi, perchè nel tempo la combattività potrebbe scemare, sarebbe la natura delle cose, ma saranno i sostenitori del nostro movimento che gli daranno la forza per far cambiare la politica del nostro povero paese. Un’altra frase giusta e sacrosanta è stata detta, cioè “Sarebbe sciocco continuare ad insultare un partito che ha raccolto così tanti consensi”.Solo in italia questa frse nei nostri confronti, primo partito, non la sentiremo mai

    alvise – genova

  • 26
    barbaranotav
  • 25
    novecento

    non e’ cosi’ e’ solo una questione di cultura. chi conosce l’inghilterra e in particolare nigel farage non ha una idea di xenofobia. La Xenofobia e’ ben rappresentata dai nostri politici xenofobi nei confronti della razza umana. io sono sempre stato m5s da quando i voti facevano parte di “altri”, ed il mio parere e’ che nigel e’ di una umanita’ impressionante ed e’ lontano anniluce dalla xenofofia, anzi e’ in lotta da molto tempo per combatterla

  • 24
    novecento

    xenofobi e razzisti sono quelli che gia’ ci governano da 40 anni. guardati intorno, 7,5 milioni di disoccupati, 63 morti suicidi, gente che si da fuoco, questa e’ la vera xenofobia, ma della razza umana

  • 23
    novecento

    aggiungo anche, o quello che dici tu, oppure continueranno il governo monti, del resto tutti e due arrivano dal bildelberg

  • 22
    novecento

    le stime inglesi sulla immigrazione sono pazzesche, si dice che si arrivera’ a ricevere 500 mila persone all’anno. la qualita’ di vita in inghilterra e’ discreta e gli immigrati questo lo sanno, soprattutto i delinquenti. Nigel Farage continua a piacere e raccoglie consensi soprattutto perche’ e’ antieuropeista ed evidenzia quotidianamente di danni provocati dalla partitocrazia ai popoli. e’ difficile poi giudicare nigel farage con lo spirito italiano, gli inglesi non fanno figuracce come noi a lampedusa. In quanto a liberta’ non mi pare proprio il sogetto piu’ appropriato per una dittatura fascista, ma mi pare che sia molto legato al concetto di sovranita’ popolare. e’ questo che lo rende vincente. io personalmente lo apprezzo moltissimo.

  • 21
    RS2700

    Noto dai commenti che parecchi grillini cosi
    come la sx non vogliono fare nulla, o vogliono adottare solo misure blande,contro l’immigrazione.

    A sto punto no grazie,è l’ultima volta che ho votato M5S ,questi commenti dei simpatizzanti mi hanno maggiormente convinto che questo movimento non è altro che una sx camuffata.

    Grazie di esistere Nigel,sei l’unica speranza contro questa eurodittatura.

  • Pingback: Hurrah per Farage by Guy Fawkes | Il Gazzettino dell'Astensione

  • 20
    Egidio

    L’immigrazione ha portato delinquenza, vedi le statistiche del ministero degli interni, stupri, omicidi, furti, rapine, che per la maggior parte appaiono solo sulla stampa locale, la stampa nazionale in mano ai “padroni” tace. L’immigrazione serve ad azzerare il costo del lavoro, per i padroni, ma i costi dell’integrazione, li paghiamo tutti noi con le tasse, in cambio subiamo la criminalità e la disoccupazione. L’europa UE è una DITTATURA di fatto: noi andiamo a votare ma la UE la troika etc che non sono stati eletti da nessuno decidono sui temi fondamentali, dunque è una DITTATURA senza dubbio alcuno. Immigrazione e unione europea servono soltanto all’alta borghesia, alle banche per arricchirsi a spese del popolo. Purtroppo la sinistra e la destra sono unite nel progetto di spogliazione dei nostri diritti e dei nostri beni e le pecore destrose o mancine seguono felici i loro pastori.

  • 19
    Techedge

    Che siano o no come il movimento, e non lo sono, rispecchiano però la volontà di cambiamento del popolo britannico di non essere più schiavi dell’europa e delle sue regole che stanno distruggendo le singole nazioni. Ci vuole un’europa diversa (Grillo) o niente europa (Farage)? Non lo sappiamo, ma va discusso e rivisto il rapporto attuale, questo è certo.
    L’europa dei governi e della finanza sta andando dal lato opposto rispetto a quello dei cittadini e dei diritti: la corda si sta spezzando e gli europei stanno prendendo coscienza. Bene così!

  • 18
    Euroleso

    Stavo cercando da tempo un posto dove espatriare. L’Inghilterra comincia a piacermi.

    • 18.1
      novecento

      bel commento, ho sorriso di gusto e sono daccordo, peccato che sono vecchio ormai

    • 18.2
      Euroleso

      Restare qui col Monti/bis sfumato a superc**zola lecchino/Letta, con l’appoggio di Berlusconi/bunga-bunga, e col M5S che è entrato in stato confusionale, che tromba Becchi, e senza mai un’idea chiara o una posizione decente sull’Euro, e sul ritorno alla sovranità monetaria, e la nazionalizzazione della Banca d’Italia … non ha più senso. Al livello d’espatrio se non vi fossero altre alternative mi acconterei anche del Marocco. Novecento, se sei pensionato, fai una piccola ricerca e vedrai che in molti si sono andati a godere la terza età altrove.

    • 18.3
      novecento

      pensionato…….c**zo mi mancavano 4 anni a 40, la fornaia me ne ha aggiunti altri 2, pero poi nel 2016 scatta un emendamento che aumenta ancora a 1 anno e 10 mesi……temo che non andro’ mai in pensione, penso si siano gia’ mangiati anche la mia pensione e la liquidazione.

    • 18.4
      novecento

      ma quando vado in pensione?? mi mancavano 4 anni, poi è arrivata la Fornaia me ne ha attaccati due, ma nel 2018 scatta una nuova norma che attacca ancora 1 anno e 10 mesi. Me la sogno la pensione!! Si sono già mangiati tutto, anche la liquidazione!!

    • 18.5
      Giovan Battista Basta

      Ahahahahah!!! Chiedi a Farage cosa ne pensa degli immigrati, così mi sa che cambi idea.

  • 17
    LUCA

    Per Arzan,
    La Svezia non si può più definire socialista perché in questi anni ha tagliato spesa pubblica e tasse (si, ha fatto una politica liberista). E evidentemente ha portato avanti una politica monetaria prudente. Per questo ha poca inflazione.
    L’Inghilterra, d’altro canto, ha una spesa pubblica al 50%. Cameron non è la Thatcher. E ha un’inflazione alta perchè la Bank of England ha portato avanti una politica monetaria molto espansiva.

    Ne consegue che la ricetta per la crescita è ridurre le tasse, ridurre la spesa e (tornando alla lira e ad un tasso di cambio in linea con il nostro livello di sviluppo) fare una politica monetaria prudente.

  • 16

    Se riuscissimo tutti insieme a fare rivedere le politiche che hanno portato al Fiscal compact, all’austerità forzata a danno dei cittadini, sarebbe una bella vittoria. Rimettere le banche al servizio del cittadino e non all’incontrario, é priorità da perseguire con tutte le nostre forze.
    Con l’euromoneta non si vive: a livello locale va integrata una moneta secondaria per tenere in bilancio le varie realtà economiche che cambiano da una località all’altra.
    L’onestà, la trasparenza, la schiettezza nella politica sono prerogative indispensabili per dare a tutti la possibilità di partecipare e prendere decisioni con piú serenità, nel riconoscimento dei meriti e premiarne i medesimi. Riportare lo Stato sociale a livello accettabile (parlo per la GERMANIA dove il governo Schroder dello Stato sociale tedesco fecce tabula rasa. In Italia e in altri paesi si dovrà partire dalle fondamenta)

    Non credo sia Utopia portare l’Europa in condizione di vivibilità ottimale per tutti, basterebbe solo schiodare la corona dal cervello di qualche Re o Regina e lavare la testa ai Baroni e ai Vassalli asserviti poi il passa é breve…

  • 15
    giovanni.

    Sono molto contento del risultato di Farange, e spero che anche in Italia si faccia il referendum per l’uscita da questo schifo di Europa di classisti e Finanzieri, e’ ora di svegliarci, Grillo Sempre.

  • 14
    LUCA

    Per tutti quelli che pensano che Nigel Farage e il suo movimento siano degli xenofobi razzisti vi posto questo video del viaggio di Nigel Farage in Bulgaria. Quest’uomo è di un’umanità immensa. Al bando i pregiudizi-
    Link:
    http://www.channel4.com/news/nigel-farage-ukip-immigration-bulgaria-romania-video

  • 13
    Giovan Battista Basta

    Vedo che Messora continua a lasciarsi affascinare da populisti xenofobi ricchi e omofobi. D’altra parte da uno che ha votato Berlusconi per 10 anni che ci dobbiamo aspettare? Vai Claudione, continua così!

    • 13.1
      lucianoc

      Chi è che ha votato Berlusconi per 10 anni?

    • 13.2
      Giovan Battista Basta

      @luicianoc: Il sig. Messora, ecco chi. Bravi, cliccate pollice verso altre 10000 volte, così il mio commento sarà più in risalto.

  • Pingback: Nigel Farage sbanca in Gran Bretagna » NUTesla | The Informant

  • 12
    Alberto

    Alberto Bagnai continua ad attaccare il Movimento. Onestamente mi ha deluso: se avesse davvero a cuore le sorti dell’Italia, collaborerebbe con una forza che è già al 25% dei consensi e che può operare in Parlamento. La mia impressione è, nonostante lui abbia sempre affermato il contrario (ma si sa com’è…”gli italiani me lo chiedono”, Berlusconi docet), che voglia fondare un partito; che senso ha questa scelta, se non quello di perseguire gli interessi personali? Sa benissimo che non potrebbe mai andare oltre ad un misero 1-2%…perché non contribuisce concretamente ORA, viste le aperture della base del Movimento (e anche di Grillo che gli ha lasciato spazio sul blog)? Considerando l’amicizia con Borghi, mi viene maliziosamente da pensare che ci possa essere lo zampino del Berlusca (Bagnai tra l’altro non l’ha mai attaccato, al contrario di quanto fa con PD e m5s). Comunque il suo blog è diventato illeggibile, con tutte le sue scenatine da checca isterica e gli accoliti che gli leccano i piedi (se li è cucinati molto bene il furbone). L’altro giorno ho letto un post in cui chiedeva, tra le righe, contributi reali (soldi), e lo faceva pure con arroganza. E’ un peccato, pensavo che la sua opera di divulgazione fosse avulsa da personalismi, ma mi sto ricredendo. A questo punto mandatelo al diavolo, come si suol dire “i cimiteri sono pieni di persone indispensabili”.

    • 12.1
      Alberto

      P.S
      Scusate se il commento è OFF TOPIC ma volevo condividere le mie impressioni.

    • 12.2
      Frank

      Scusa ma tu lo leggi Bagnai prima di commentare oppure parli a caso?
      Bagnai se la prende con Grillo, pur riconoscendo che molti attivisti 5stelle sono persone per bene che si informano e si impegnano sul serio. D’altronde, allo stato attuale delle cose, non potrebbe fare altrimenti. Grillo continua a dire st****te: dichiara che vorrebbe ci invadessero i tedeschi perché in Germania sono tutti bravi, belli, onesti, produttivi, blablabla… Continua a scagliarsi contro la spesapubblicaimproduttiva come se il problema dell’economia italiana fosse quello… e mi fermo qui per carità di patria.
      Ora, con un minimo di onestà intellettuale, se tu conoscessi il pensiero di Bagnai, da un lato sapresti che è del tutto incompatibile con queste scemenze che dice Grillo (e che fra l’altro sono le stesse scemenze che ci propinano i media e i politici per supportare il mantra “viva l’euro, viva l’europa”) e, in secondo luogo, capiresti che con queste premesse è del tutto improponibile che Bagnai si associ al m5s.
      D’altronde forse non ti è chiaro è che Bagnai non sta facendo politica, Bagnai sta facendo informazione.
      Quindi al massimo sono i politici che dovrebbero associarsi o meno al suo pensiero, non il contrario!
      Credi che il suo messaggio risulterebbe potenziato associandosi ad un movimento che predica (per bocca del suo leader) l’esatto contrario delle sue tesi? O forse no? Mah, chissà… domanda difficile, eh?
      E poi, scusa, è più personalistico essere coerenti con se stessi e con il proprio lavoro, oppure associarsi ad un movimento che non rispecchia il tuo pensiero solo perché “è già al 25% dei consensi”?
      Prima di scrivere commenti insensati, magari rileggiteli almeno una volta o due…

    • 12.3
      Alberto

      Per Frank: Io leggo il blog di Bagnai da quando esiste e l’arroganza del “o parli a caso” tienila per te o qualche tuo famigliare, altrimenti non è possibile discutere (forse sei stato toccato quando ho parlato di “leccapiedi”). Detto questo, il “laboratorio di economia”, citato da Messora recentemente in un post, non significa stampare il logo del m5s sulla fronte dell’economista che vuole collaborare; è un modo per portare ai cittadini del m5s in Parlamento alcune proposte in ambito economico; proposte che potrebbero diventare un punto di riferimento per il Movimento e per il quasi 30% degli elettori (secondo gli ultimi sondaggi swg). Se l’onestà intellettuale l’avesse Bagnai (perché non sarei onesto io secondo te?), capirebbe che ha tra le mani l’occasione per influenzare un Movimento già formato e con un grande seguito, e che vale la pena provarci. Se non lo fa, prendendo come scusa le varie dichiarazioni di Grillo che trova riportate sui quotidiani, mi sembra evidente che la sua volontà non è cercare di cambiare il Paese, ma fondare un proprio Movimento o partito ed essere la “prima donna”. Se ci provasse e non fosse ascoltato, allora ti darei ragione; il problema è che rifiuta a priori qualsiasi tipo di collaborazione (ma intanto la pubblicità se l’è fatta). Un politico cos’altro dovrebbe fare se non chiedergli di collaborare? Mi dispiace per te, ma Bagnai sta in questo momento facendo politica, o meglio, campagna elettorale, e nella fattispecie sta cercando di portare via voti al m5s. Tu affermi che collaborare col m5s sarebbe “da incoerenti”, per quale motivo? Allora anche andare sul blog di Grillo lo è, eppure lo ha fatto. Comunque, a mio parere, Il suo messaggio sarebbe potenziato se diventasse il referente economico del Movimento; il problema è che lui non vuole il bene dell’Italia, vorrebbe essere al posto di Grillo e Casaleggio in un altro Movimento. Tutto qua. E’ un furbone, come tanti altri.

    • 12.4
      Alberto

      Voglio inoltre sottolineare che io ho fatto pubblicità a Bagnai per un anno sul blog di Grillo e sul FQ. Quando ho visto il video di Bagnai sul blog saltavo di gioia, in quanto condivido in toto le idee sull’uscita dall’euro e la politica economica keynesiana (come tu hai detto, il m5s è sempre stato “ambiguo” in tal senso). Ma ora che ha la possibilità (conosce Messora e non riesce a comunicare delle idee a Grillo e Casaleggio????) di fare qualcosa di concreto, con una base che lo segue e deputati che lo conoscono, continua soltanto a spalare vagonate di letame sul Movimento. Non è più credibile, mi spiace. Io mi dico: butta sul tavolo una serie di proposte; se quelli del m5s ti snobbano, allora hai tutte le ragioni da vendere…se non lo fai, allora sei solo uno che vuole fare il protagonista. Non c’è niente di male, per carità, ma almeno lo ammetta.

    • 12.5
      Patrizio

      Non voglio difendere Bagnai che sa farlo bene da se, ma condivido pienamente il suo atteggiamento e le sue critiche nei confronti dei dignitari del PD. Io votavo (nel passato) per il PD ed é per questo che me la prendo con lui. Perché prendersela con B.? La sua politica non mi ha per nulla sorpreso: ha fatto esattamente quello che mi aspettavo facesse.
      Al contrario sono “inc**zato nero” con il Pd che ha illuso, narcotizzato e intorbidito milioni di menti che riponevano il esso la loro speranza e il loro bisogno di cambiamento. Dobbiamo criticare continuamente e incessantemente i “nostri” e non “gli avversari”.
      Se faremo insieme la stessa cosa con il M5S ne salvaguarderemo i genuini e veri principi fondanti e non lo trasformeremo in un partito ammansito da logiche che non sono le nostre.

  • 11

    Ukip ha preso voti dai conservatori non dai laburisti, come movimento è molto simile alla lega nord, con tanti personaggi come Calderoli

  • 10
    laudens

    Forse da qui che è sul suo sito

    http://nigelfaragemep.co.uk/pages/contact.php

  • 9
    LUCA

    Con l’unica differenza che Nigel Farage è un liberista e voi siete tutti socialisti statalisti inflazionisti

  • 8
    argreblogger

    cmq non vedo parallelismi col movimento5stelle, questi diciamocelo con parole povere sono xenofobi e razzisti e spudoratamente anti-europeisti anche per le questioni dei diritti civili e umani…
    il movimento invece propone una discussione sull’Europa, e sia con l’Euro o senza, quella di cambiarla e di parlarne tutti insieme, informandoci dei pro e i contro di ogni iniziativa…
    Senza contare che il tema dei diritti civili e della persona sono temi cardine del movimento…
    in Italia dovrebbero ringraziare che c’è il movimento5stelle e non movimenti come questo, o alba dorata etc etc…

    • 8.1
      patrizia

      è questa la questione fondamentale, bisognerebbe sottolinearlo e scriverlo ovunque…..bravo argeblogger!!

    • 8.2
      Envisigot

      Non hai capito niente di questo movimento nè di Nigel farage. Non sono nè xenofobi nè razzisti sono solo protezionisti…quello che dovrebbe fare anche l’italia. Il razzismo è ormai una scusa per tutto anche per il cappuccino ed intanto ci fottono l’esistenza. Ti comunico che Nigel Farage ha difeso tante volte anche l’Italia al parlamento europeo con frasi forti e mirate facendo nomi e date…cosa che i deputati italiani europei non hanno mai fatto. E poi di cosa dovremmo ringraziare il M5S…di aver fregato 9 mln di elettori e di non aver fatto niente? Se avessi voluto il niente avrei votato PD.

  • 7
    Sasso Gian Marco

    Buongiorno a tutti, qualcuno di voi potrebbe scrivrei un ‘indirizzo e-mail dove potrei felicitarmi con questo signore per la sua vittoria.
    Grazie, Marco

  • 6
    cristian

    L’Europa finanziaria trema, diciamo pero’ che questi sono ben diversi dal M5S oltre a essere intransigenti con gli immigrati sono anche contro ai diritti alle coppie Gay e altro

  • 5
    giuseppe maria

    …perchè scandalizzarsi dei contorcimenti del capitalismo, dove i regimi a guida borghese fanno di tutto per far tornare il passato autodistruttivo, le parole magiche che il potere capitalista si nutre si chiama CONSENSUS, lo stesso che ebbe Hitler Mussolini nelle crisi passate, fatte di fincheggiatori razzisti sciovinisti stupidi ecc…

  • 4
    sergio albertin

    adesso…solito sistema,fanno loro il programma del “nemico” si riprendono il consenso di chi si era allontanato,lasciano passare del tempo e tornano ai loro affari senza cambiare niente…scommessa!!!?

    • 4.1
      Carmelo Miragliotta (genteproduttiva)

      Sarà proprio come hai scritto. !!!

    • 4.2
      Silvia La Cordara

      questo solito sistema e’ possibile applicarlo nel nostro paese sfigato,ma non in Inghilterra paese fiero e dominatore.

    • 4.3
      Envisigot

      esattamente come ha fatto Grillo in Italia!!!

    • 4.4
      Pierluigi

      Ovvio. Attualmente fanno la classica battuta “se ci fosse stata l’opzione nessuna delle precedenti, avrebbe preso 1/10 di quei voti”. Non possono fare battute del tipo “non capiscono nulla, sono degli inetti” perché non avendo l’euro non possono criticarli di uscire dalla moneta unica!

  • Pingback: Nigel Farage sbanca in Gran Bretagna | FiascoJob Blog

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

In India schedature biometriche di massa ed eliminazione del cash oltre le 500 rupie.

india schedatura di massa e via i contanti La demonetarizzazione dell'India Lo scorso 8 novembre il nuovo primo ministro indiano Narendra Modi dichiarava fuori corso le banconote da 500 e 1000 Rupie, responsabili di circa l'85% del cash in circolazione in India. Sarebbe come se in Europa venissero eliminate in poche ore le banconote da...--> LEGGI TUTTO

La violazione della legge sulla propaganda elettorale. Registrate e denunciate.

Registra e denuncia violazione della legge sulla propaganda elettorale Ancora adesso, mentre scrivo, a votazioni in corso, se aprite i social network vi potete imbattere facilmente nella propaganda a favore del Sì al Referendum Costituzionale. La campagna per il Sì in rete è stata invasiva e ai limiti dell'illegalità. Cosa dice la...--> LEGGI TUTTO

Grazie Giorgio Napolitano!? Chapeau!? Si sono bevuti il cervello!?

M5S Grazie Giorgio Stiamo parlando di Giorgio Napolitano? Quello che nel 2011 ha spianato la strada alla troika del governo Monti? Quello che ha firmato qualunque cosa? Quello che nel 2013, quando c'erano le consultazioni per formare un nuovo governo, ha chiamato al Quirinale Pdl e Pd ignorando il...--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

Il terribile errore: “È il momento più pericoloso per l’umanità: le élite imparino ad essere umili”. Stephen Hawking

stephen hawkings attente elite di Stephen Hawking, fisico teorico e scrittore Essendo un fisico teorico che vive a Cambridge, ho vissuto la mia vita in una bolla di eccezionale privilegio. Cambridge è una città insolita, tutta incentrata su una delle grandi università del pianeta. All'interno di questa...--> LEGGI TUTTO

La lettera di una mamma lavoratrice che fa venire il magone

Mamme lavoratrici: la triste realtà che si cela dietro alla famiglia del Mulino BiancoPubblico questa lettera (inviata a Beppe Severgnini sul Corriere della Sera), che fa venire il magone non solo a chi l'ha scritta ma anche a me che l'ho letta, e nella quale credo si riconoscano tante, troppe mamme lavoratrici, perché sia motivo di riflessione sul modo in cui si è...--> LEGGI TUTTO

La lobby dello zucchero uccide – i nuovi documenti tenuti nascosti

la lobby dello zucchero uccideNEW YORK: Decine di scienziati, negli Anni 60, furono pagati dall'industria americana dello zucchero per sminuire il collegamento tra consumo di zucchero e problemi cardiaci e spostare così l'attenzione sui grassi saturi. A rivelarlo sono una serie di nuovi documenti scoperti recentemente da un ricercatore della University of California di...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Come funziona l’Italia: noi siamo quelli con il fiore in mano

Come funziona l'ItaliaCome funziona l'Italia Ecco come funziona la nostra società. Questa è l'Italia. E, ...caso mai cercaste il pallino "voi siete qui", in questo disegno noi siamo quelli con il fiore in mano....--> LEGGI TUTTO

I nanorobot a controllo mentale che vi osserveranno.

I NANOROBOT A CONTROLLO MENTALE CHE VI OSSERVERANNOPer la prima volta, una creatura vivente è stata controllata dall'uomo utilizzando esclusivamente il pensiero, grazie a nanorobot che hanno rilasciato all'interno di alcuni scarafaggi dosi programmate di farmaci, in risposta all'attività cerebrale di chi ha condotto l'esperimento. Una tecnica che - sostengono già alcuni - potrebbe essere molto utile per il trattamento...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Le vostre email

Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Rosi Bindi: sono i Cinque Stelle a volere il vitalizio!

Rosi Bindi Rosi Bindi: sono i Cinque Stelle che vogliono il vitalizio!...GUARDA

Roberto Fico (M5S): basta con gli uomini soli al comando!

Roberto FicoRoberto Fico, deputato M5S a capo della Commissione di Vigilanza Rai, risponde sulla questione della legge elettorale e sulle voci di una sua candidatura alla guida di un possibile Governo a 5 Stelle. ...GUARDA

Renzi si è dimesso: il video dell’annuncio in diretta dal Quirinale

renzi-dimissioni-quirinale Matteo Renzi ha dato le dimissioni. Aperta la crisi di Governo. L'annuncio in diretta dal Quirinale, dopo il colloquio con Sergio Mattarella. Da domani alle 18 partono le consultazioni. Il calendario sarà reso disponibile dall'ufficio stampa del Quirinale....GUARDA

Referendum: vinta una battaglia, ma la guerra continua – Diego Fusaro

fusaro-vinta-la-battaglia-ma-non-la-guerra "L'élite mondialista tornerà presto o tardi ad attaccare la Costituzione e lo Stato sovrano nazionale. Il suo obiettivo è quello della distruzione degli stati sovrani nazionali, che dopo il 1989 sono i soli ancora a resistono come luoghi del primato della politica sull'economia. La battaglia è...GUARDA

Attenzione: ecco come vogliono ribaltare l’esito del referendum

come-ti-ribalto-il-referendumATTENZIONE: ieri sera ho fatto questo video. E stamattina... zac: La Stampa conferma tutto: Padoan vuole chiedere aiuti all'ESM. Sapete cosa significa? Significa RIBALTARE IL NO AL REFERENDUM e prendersi in casa la Troika. QUESTO NON DEVE ACCADERE. Non c'è nessun Governo legittimo attualmente nel Paese, e qualunque decreto legge...GUARDA

La vittoria dell’informazione e i pericoli del dopo Renzi

claudio messora Il No al referendum costituzionale è la vittoria dell'informazione contro chi pensava che per convincere gli italiani a votare basta una comunicazione semplificata, comprensibile a un bambino delle scuole medie. La sconfitta di Renzi passa anche per una ipersemplificazione della Comunicazione che non ha convinto e...GUARDA

Barbareschi ai giovani: “Siete superficiali! Avete votato no per ribellarvi al paterno!”

Barbareschi ai giovani: "Siete superficiali! Avete votato no per ribellarvi al paterno!" Luca Barbareschi traccia un quadro deprimente dei giovani che hanno votato no al referendum: sarebbero disinformati, superficiali, privi di strumenti, e con un grosso problema con il paterno, che li induce a ribellarsi contro qualsiasi cosa senza mai entrare nel merito....GUARDA

Barbareschi: siamo ascoltati e spiati da tutti i telefonini.

barbareschi-siamo-tutti-spiati-icona-play Luca Barbareschi, il popolare showman ora direttore del Teatro Eliseo a Roma, ha un'idea ben precisa sulla società della comunicazione digitale. A RaiNews24, il giorno dopo del voto al referendum, dice: "Siamo in democrazia... Capisco che ormai siamo ascoltati e spiati...GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>