Becchi Reloaded

Paolo Becchi Reloaded

Sabato mattina Luigi, un contadino di Castelletto D’Orba, mi arriva in casa a Genova riempiendomi di doni prodotti dalle sue mani, tutti rigorosamente biodinamici (marmellate, conserve di pomodoro, vini, torte fatte in casa e una grappa da far resuscitare i morti). E infatti mi sentivo quasi già resuscitato del tutto, quand’ecco mio padre ottantenne, grillino doc, mandarmi un messaggio di posta elettronica per annunciarmi che il blog mi aveva “riabilitato”. In effetti un mio breve post aveva già suscitato oltre mille commenti favorevoli, che hanno riempito il mio cuore di gioia.

Voglio ringraziarvi tutti. Sì, avete ragione, sono uno di voi. Da oggi non sarò più un semplice simpatizzante, ma un attivista! Sempre che mia moglie, lei già attivista,  riesca a fare per me la procedura di iscrizione online. Volevano dividermi dal Movimento e invece la vostra straordinaria solidarietà mi ha legato ancor più strettamente a voi. E così siamo tutti più forti di prima.

Vi lascio il mio ultimo post, da leggere insieme al passo di Tocqueville pubblicato come citazione de “La settimana” sul blog di Beppe Grillo.

Un forte abbraccio a tutti
Paolo Becchi

 La tirannia della maggioranza.

Nonostante Napolitano abbia dichiarato che «non c’è bisogno di alcuna formula speciale per definire questo governo, la natura di questo governo», resta un dato essenziale: questo governo, che sia politico e non più tecnico, è, come il precedente, un Governo del Presidente. Anzi, ancor più del precedente: è il Governo che incarna la sua idea politica delle «larghe intese» e della partitocrazia.

Aiutami a continuare a fare informazione libera

Partitocrazia che è stata costretta, per salvarsi, a rieleggere Napolitano, con un’operazione legale (il testo della Costituzione non vieta la rielezione del Capo dello Stato), ma in contrasto con il senso – o lo “spirito” – che i padri costituenti vollero imprimere ala questione della rieleggibilità. Ricordo soltanto che, in sede di discussione costituente, fu Tosato a suggerire  l’opportunità di limitarsi a stabilire che il Presidente della Repubblica fosse eletto per sette anni, ritenendo «che non sia opportuno escludere la possibilità della rielezione, soprattutto data la situazione politica attuale di penuria di uomini politici, dopo venti anni di carenza di vita politica». Nell’approvazione del testo definitivo, ad ogni modo, Terracini ritenne che, nella formula, fosse implicito il criterio che non potesse essere rieletto, mentre Lami Starnuti propose espressamente di inserire la non rieleggibilità  per «impedire che si apra la via ad una politica a carattere personale del Presidente». Questa forzatura non segna, come qualcuno ha sostenuto, la resurrezione della Prima Repubblica, ma la cristallizzazione della Terza Repubblica voluta, a partire dalla nomina di Monti a Presidente del Consiglio, da Re Giorgio.

Eppure, qualcosa è nel frattempo accaduto, tra un Governo del Presidente e l’altro. Le elezioni hanno sancito l’emergere di una forza politica nuova che rappresenta – comunque la si voglia giudicare – almeno un terzo del popolo italiano, con i suoi otto milioni di voti. Qualsiasi sistema democratico – se non vuole finire in quella «tirannia della maggioranza» di cui già parlava Toqueville – deve consentire alle minoranze, alle opposizioni, adeguati margini di movimento. La lezione di Toqueville non può essere dimenticata: «Io  considero  empia  e  detestabile  questa massima: che in materia di governo la maggioranza di un popolo ha il diritto di far tutto».

L’opposizione parlamentare è ciò che realizza quel meccanismo di check and balance nei confronti della maggioranza che è essenziale al funzionamento della democrazia. Ed è per questo che la Commissione europea per la Democrazia attraverso il Diritto (CEDD) ha insistito, a proposito del ruolo dell’opposizione in un parlamento democratico, sulla necessità di garantire una serie di diritti, political minority rights.

Nel nostro sistema politico, la prassi è sempre stata quella di attribuire la Presidenza delle commissioni del Copasir e della Vigilanza Rai alle forze d’opposizione. Come è noto, i partiti hanno “bloccato” il funzionamento del Parlamento, impedendo la formazione delle commissioni permanenti, proprio invocando la necessità di una previa definizione dei rapporti tra maggioranza e minoranza all’interno dell’Assemblea. Ora, tuttavia, che il Governo si è formato, e che esso è espressione della maggioranza parlamentare Pd-Pdl-Scelta Civica, si rischia di vedere attribuite quelle commissioni ad una minoranza artificiale: non il M5S, ma Lega e Sel (rimaste formalmente fuori dal Governo, ma forze politiche facenti parte delle coalizioni Pd e Pdl). Questa minoranza costruita artificialmente è funzionale a realizzare un’operazione politica di blocco di una opposizione che rappresenta 1/3 del popolo italiano.

Una conventio ad excludendum, in altri termini, che ripropone non tanto quella che valse per il Partito Comunista, quanto quella che funzionò contro i «fascisti» del M.S.I., fuori da quello che allora si definì come «arco costituzionale». È in atto, cioè, un tentativo di escludere il M5S non tanto dal Governo, ma dall’arco costituzionale, come se esso rappresentasse una forza eversiva, anticostituzionale ed antidemocratica.

Il discorso di Napolitano per l’insediamento, del resto, è stato chiaro: non un discorso super partes, di garanzia, ma un discorso politico – tipico non del Capo dello Stato, quanto piuttosto di un Capo di Governo – che si è rivolto esplicitamente contro il M5S. Una sorta di preludio ad una convenzione politica che escluda il MoVimento da ogni possibilità di reale partecipazione ai lavori del Parlamento.

Il MoVimento deve reagire con decisione, ma evitando di cadere nella trappola della violenza. La violenza è nella natura di una situazione sociale destinata a diventare  sempre più esplosiva a causa di una crisi economica che sta portando l’intero paese al collasso. Ma il M5S dovrà continuare nella linea che ha sinora seguito: la linea democratica, della lotta politica all’interno delle istituzioni.

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

106 risposte a Becchi Reloaded

  • Pingback: La Germania non si fida di Repubblica. E chiama Becchi. | UNTIPI

  • Pingback: La Germania non si fida di Repubblica. E chiama Becchi. | Byoblu.com

  • Pingback: La Germania non si fida di Repubblica. E chiama Becchi. | FiascoJob Blog

  • 61
    Aldo Anzolo

    Caro Paolo Becchi, è mia convinzione ritenere le tue opinioni politiche molto aderenti alle proposizioni del moVimento, aderenti a tal punto dal confonderle. Credo che oramai tutti abbiano capito il vero senso che tu attribuivi alla parole ritenute violente, per la violenza. Parole usate poi in modo oltremodo violento dai favoreggiatori di un regime. Regime che si può paragonare a tanti vasi riempiti di liquido aventi ognuno un colore diverso, (uno per ogni emblema politico) ma per il principio dei vasi comunicanti questi liquidi mescolandosi, originano un colore molto diverso dai singoli originali trovandosi al tempo stesso allo stesso livello come la fisica dei liquidi ci insegna… buon lavoro.
    Aldo Anzolo

  • 60
    antonio

    professore lei non solo mi è simpatico ma è anche una grande persona,risorsa indispensabile per noi

  • 59
    Michela Fabbrini

    Grazie professore lei per quanto vale non ha mai perso la mia stima.

  • 58
    novecento

    E’ strano…….Draghi dice che bisogna mettere una pezza alla situazione politicoeconomica vigente, altrimenti si rischiano violenze.
    Cioè intende promuovere una linea politica ed economica contro il suo operato?
    Poi mi pare di essere al manicomio: Quando Becchi dice dall’opposizione le stesse cose di Draghi a proposito della violenza è un rivoluzionario che fomenta la rivolta, quando lo dice Draghi (coautore della catastrofe dell’euro) è un messaggio dl messia che dall’alto dei cieli ogni tanto guarda giu’.
    Questi atteggiamenti fanno prudere le mani a parecchi, non tanto per l’atteggiamento infame di Draghi (che rimane un traditore della costituzione del suo paese e per questo deve essere processato) ma soprattutto per il messaggio che passa dall’informazione di regime.
    E’ proprio vero che vergogna, tradimento, pudore, infamia, vituperio, caluinnia, diffamazione, falsità, fraudolenza e quant’altro, sono termini incomprensibili per alcune persone. Una volta fuori da questa vergogna (spero presto) bisogna non solo processare i vari infami della politica italiana ma in primis ancora chi ha premeditatamente ed in concorso scelto di collaborare con la tirannia nazista.

  • 57
    giovanni.

    Caro prof. Becdchi, non avevamo nessun dubbio nei suoi rigurdi al movimento, ma non si preoccupi e si goda i prodotti biodinamici ricevuti, concludo con una semplice frase di Seneca , IL TEMPO PORTA SEMPRE ALLA LUCE LA VERITA.
    La saluto e la stimo, Grazie.

  • 56
    salvatore

    caro prof. Becchi
    sono contento della sua scelta di diventare un attivista del m5s,credo
    che i movimento abbia bisogno di persone come lei.
    dopo le spiacevoli vicende in cui lei suo malgrado e’ stato protagonista,per quello che puo’ valere le dico che la mia stima per lei e’ rinnovata.
    saluti

  • 55
    massimiliano

    DOBBIAMO TROVARE UNA STRATEGIA COMUNICATIVA CHE LI METTA CON LE SPALLE AL MURO !

  • 54
    Quintet

    EVVAI!!! Sono felicissima!!! Grazie Prof. Becchi!!
    Un abbraccio polipesco!

  • 53

    Caro Professore,
    la preferivo quando era indipendente, un semplice simpatizzante,
    con queste righe lei ha venduto la sua libertà e la sua autonomia, (questo è vero anche per Claudio che ci ospita in questo spazio). Il movimento di fatto a fatto una grande carognata quando ha preso le distanze da lei, questo l’ho scritto al Sig. Grillo e ai Portavoce di coloro che ho votato. Non è necessario identificarsi in un gruppo, questo non ci rende più liberi, si ricordi lei che è professore in filosofia, il mito della Caverna di Platone, da quella Caverna era uscito e forse abbagliato dalla luce del Sole ci è rientrato. La Verità, forse, ha un prezzo troppo alto per lei. Ciò non toglie che ha il mio massimo e più profondo rispetto, lei è una risorsa, s,ì ma da uomo libero.

    Con affetto.
    Daniele Pagini

    • 53.1

      Immaginavo che il mio commento controtendenza destasse una naturale antipatia, anch’io gli darei d’istinto un commneto negativo,ma, come ho detto, la verità ha un prezzo. Resta fermo il mio più grande rispetto al Professor Becchi e a Claudio Messora che comunque restano miei punti di riferimento fondamentali sulla rete.
      In questi clima surriscaldato, poi, ci tengo a fare una precisazione, il termine “vendere la libertà” significa “rinunciare per una strada più semplice ad essa” e non certo “vendersi” in senso letterale.

  • 52
    gianni

    questa notizia che ho appreso esattamente adesso mi fa immensamente piacere, attaccare il professor Becchi a quel modo mi ha fato veramente
    irritare. Comunque sia e senza polemizzare sono contento del “chiarimento”
    che si è avuto anche, come ho auspicato, grazie al buon senso di C. Messora.
    Anziché farsi le guerre all’interno sarebbe il caso di guardare molto bene avanti,
    ogni giorno c’è un pericolo in più, la situazione si fa sempre più grave e non promette niente di buono; lo dimostra ciò che riportano i media sulle nuove misure prese dal comitato di sicurezza riguardo “”l’ordine pubblico””.
    Pare si voglia istituire una commissione parlamentare sulla sicurezza e….mi pare di aver letto dei “”nomignoli”” come……..la russa!?…ma sicuramente ho capito male.
    Comunque sia se ne vedranno sempre delle belle..

    http://www.repubblica.it/politica/2013/05/07/news/ordine_pubblico-58231292/

  • 51

    Ciao Becchi, sei veramente unico. Ci fossero più Becchi in giro (in senso buono) questa povera Nazione sarebbe migliore. Battute a parte ti stimo anche se assomigli a Marx in modo terrificante ;-)
    un abbraccio

  • 50
    Lorenzo Grilli

    Credo sia giusto sottolineare che i quasi 9 milioni di voti del MS5 non rappresentano “un terzo del popolo italiano” ma un terzo di coloro che si sono recati alle urne in occasione dell’ultima tornata elettorale.
    Questo non sminuisce affatto il risultato ottenuto, ma la precisione è d’obbligo.

  • 49
    Roberto B.

    Alexis de Tocqueville – “La democrazia in America”.
    Può tuttavia accadere che un gusto eccessivo per i beni materiali porti gli uomini a mettersi nelle mani del primo padrone che si presenti loro.
    In effetti, nella vita di ogni popolo democratico, vi è un passaggio assai pericoloso. Quando il gusto per il benessere materiale si sviluppa più rapidamente della civiltà e dell’abitudine alla libertà, arriva un momento in cui gli uomini si lasciano trascinare e quasi perdono la testa alla vista dei beni che stanno per conquistare.
    Preoccupati solo di fare fortuna, non riescono a cogliere lo stretto legame che unisce il benessere di ciascuno alla prosperità di tutti.
    In casi del genere, non sarà neanche necessario strappare loro i diritti di cui godono: saranno loro stessi a privarsene volentieri…
    Se un individuo abile e ambizioso riesce a impadronirsi del potere in un simile momento critico, troverà la strada aperta a qualsivoglia sopruso. Basterà che si preoccupi per un po’ di curare gli interessi materiali e nessuno lo chiamerà a rispondere del resto.
    Che garantisca l’ordine anzitutto!
    Una nazione che chieda al suo governo il solo mantenimento dell’ordine è già schiava in fondo al cuore, schiava del suo benessere e da un momento all’altro può presentarsi l’uomo destinato ad asservirla.
    Quando la gran massa dei cittadini vuole occuparsi solo dei propri affari privati, i più piccoli partiti possono impadronirsi del potere.
    Non è raro allora vedere sulla vasta scena del mondo, delle moltitudini rappresentate da pochi uomini che parlano in nome di una folla assente o disattenta, che agiscono in mezzo all’universale immobilità disponendo a capriccio di ogni cosa: cambiando leggi e tiranneggiando a loro piacimento sui costumi, tanto che non si può fare a meno di rimanere stupefatti nel vedere in che mani indegne e deboli possa cadere un grande popolo.

  • 48
    accielle

    felice di avere un nuovo “attivista” :) . Se le capitasse di leggere il post: Santoro ha reso davvero un “pessimo servizio” agli italiani, ma non nella sua veste di giornalista. E’ molto più interessante andare a rivedere l’esito del suo impegno parlamentare: eletto con i voti della sinistra totalizzò un record di assenteismo, rinunciando poi al seggio recando, di fatto, un danno alla forza politica che ne aveva appoggiato e promosso la candidatura. Sò che questo prescindeva il merito delle questioni che stavate affrontando nell’intervista, ma conoscere gli interlocutori risulta poi utile e “chiarificante” in alcuni momenti. Orgoglioso di condividere con lei il sostegno a un soggetto politico orientato verso l’evoluzione dei modi e delle forme di rappresentazione della democrazia, ansioso di conoscere ancora e più diffusamente il suo pensiero in merito a queste questioni, a presto. G.

  • 47
    Roberto B.

    @ formesostanzialiinali

    Bene così. Adesso so come la pensi esattamente. Appartieni a quella categoria di persone che “vorrei, ma non posso”. Vorrei sostenere il M5S, e forse un giorno lo farò. Per il momento però, ci sono tante cose che non mi convincono, tanti perchè senza risposta, tanti rischi che non voglio correre.
    Mi spiace dirtelo, caro formexxx, le persone “vorrei, ma non posso” trovano sempre qualche motivo per non aderire; apprezzano, dialogano, spiegano, prendono atto. Punto. Ma, sciolto un nodo, spazzato via un dubbio, ne hanno sempre altri per motivare le loro riserve.
    Nel frattempo, altri prendono le decisioni al posto loro, giuste o sbagliate che siano.
    Ti faccio un regalo: visto che ami ed apprezzi Toqueville, posto, nel prossimo commento, un suo brano che pulisce l’immagine che hai cercato di darne.
    Saluti

  • 46
    Davide

    dal WSI http://www.wallstreetitalia.com/article.aspx?idpage=1561669 L’allarme del Viminale: “necessario tenere alta l’attenzione per i riflessi che la crisi economica potrebbe avere sull’ordine pubblico”. Situazioni di criticità sociale.
    In altre parole, aveva ragione il Prof.
    Saluti

  • 45
    Roberto B.

    @ formesostanzialiinali,
    P.S.: alla fine secondo me non hai affatto spiegato il motivo per cui “vedi male” la presidenza del Copasir in mano al M5S. Spiegalo con parole chiare, pane al pane. C’entra forse qualcosa il fatto che si tratta di argomenti delicati come Servizi Segreti, che non si può rischiare di mettere in mano ad un pivello? Se così è, dillo chiaramente, senza tanti giri di parole. ;-)

    • 45.1

      Mi sono spiegato invece, caro Roberto B., tant’è che tu hai capito bene: la presidenza del Copasir riguarda (ti cito) “argomenti delicati come Servizi Segreti, che non si può rischiare di mettere in mano … ” fine della citazione perchè io non penso che gli eletti del M5s siano, per usare le tue parole, “pivelli”, ma persone che non so cosa faranno sì, è vero, non lo so, purtroppo. Alcuni personaggi che sono dentro al movimento, come Becchi, per es. proprio non mi piacciono, e non mi piace il leader, non mi è mai piaciuto nemmeno come comico, anzi, adesso che fa il politico mi piace di più, ma non abbastanza. Mi piacciono invece quei tre o quattro grillini che conosco, qui nella mia città. :-)

    • 45.2
      Mattia

      Caro formesostanzialiinali (ciumbia che nick ti sei scelto…), il copasir non lo daranno MAI al MS, e non perchè sia formato da pivelli, ma perchè sarebbe come darsi una martellata sui cosiddetti, chissà quante porcate ci sono in quelle carte.
      Relazioni dei servizi segreti (immagino molte pure sul M5S), atti istruttori di processi che devono rimanere nascosti, rapporti stato mafia…

      Figuriamoci…
      Entrare in possesso di quelle informazioni sarebbe come avere in mano una pistola carica con dall’altra parte della canna tutto il marcio che ci ha governato e tutt’ora ci governa.

  • 44
    Roberto B.

    @ formesostanzialiinali,
    personalmente apprezzo molto lo sforzo che stai facendo per cercare un dialogo. Apprezzo anche le tue argomentazioni, che condivido, anche se non tutte con la stessa percentuale di approvazione.
    Tuttavia…. tuttavia pur considerando che il prof. Becchi è un filosofo, e come tale va letto ed accettato, sorge spontanea la domanda (a te, non a Becchi): dove vuoi arrivare?
    Vuoi restare su un piano squisitamente filosofico? In tal caso, si finisce inevitabilmente a colpi di interpretazioni, opinioni, ecc. Alla fine, ognuno rimane con le sue convinzioni,chi facendo affidamento sulla forza delle LEGGI e delle PROCEDURE, chi pensando di essere l’autentico interprete del vero spirito dell’argomento in discussione.
    Ti dico quello che io penso sia necessario in questo momento: filosofia se ne può sempre fare, ma oggi, data la situazione, è indispensabile sostenere il M5S. Non senza molte riserve e paure, alcune reali e razionalmente giuste, altre indotte da 60 e più anni di condizionamento che ci hanno fatto credere in una democrazia di facciata più che di sostanza. Ma qual’è l’alternativa? Su cos’altro possiamo sperare che cambi effettivamente le cose (e importanti cambiamenti sono già avvenuti! E non già grazie ad altri se non al Movimento.).
    Se lo riterrò necessrio, posterò anche quì un mio commento sul Blog di Grillo a proposito della vicenda Becchi. Non è così interessante quanto le due cose che dico per concludere:
    1) Benvenuto a Becchi, che è una risorsa come chiunque sostenga il Movimento;
    2) Discutiamo, filosofeggiamo (nel senso positivo del termine!), ma sosteniamo a viso aperto chi cerca di smontare un sistema marcio che non può emendare se stesso.
    Ciao e ….. vieni allo scoperto!

  • 43

    Professore, se ne strafotta di tutti. Lei dice le cose che la stragrande maggioranza della gente pensa. Noi siamo con lei perchè lei è uno di noi.

  • 42
    pippospano

    Il fatto che SEL e Lega fossero alleati in campagna elettorale ed abbiano usufruito del premio di maggioranza, li delegittima del ruolo di vera opposizione, non solo nei nummeri ma anche nella dubbia capacita’di potersi staccare idealmente dalle coalizioni di cui facevano parte.
    Se poi, il far parte delle coalizioni era solo un modo per non rischiare di essere cancellati dalla scena politica italiana…be ancora piu’grave!!
    Comunque la siguardi i suddetti partiti non hanno sufficiente credibilitá per ricoprire un ruolo di opposizione.

    • 42.1

      Capisco, questa è la tua opinione, cioè che SEL e Lega siano delegittimati come opposizione, ma non è la loro e nemmeno quella di tutto il 70% del parlamento, l’organo che dovrà decidere …, ma come si fa ad esprimere un giudizio sulla loro opposizione, oltretutto un giudizio formale ed “a priori” rispetto a quello che cominciano adesso a fare? Dire che non saranno capaci ecc. ecc. è evidentemente un giudizio politico, quindi massimamente opinabile! :-)

      Che tutti i precedenti partiti non abbiano credibilità, non importa se in maggioranza o in opposizione, è legittimo sostenerlo, ma non può avere nessuna efficacia pratica finchè il M5s non arrivi al 50,01%, allora sì che questa credibilità sarà finita, perchè allora il M5s deciderà in parlamento cosa è credibile e cosa no, prima non può succedere.
      In buona sostanza il M5s ora sta chiedendo, proprio ai suoi antagonisti, di ricevere la patente di unica opposizione credibile e legittima, ma è possibile ottenere ciò?

      Piuttosto mi piacerebbe vedere il M5s impegnato proprio ad impedire quello che tu hai sottolineato, cioè che si formino coalizioni che, al di là delle buone o cattive intenzioni, poi non reggono mai, in nessun caso, ma il premio di maggioranza (cosa orribile per me) l’hanno ottenuto ormai e rimane, nessuno può togliere gli eletti in più che l’attuale legge elettirale ha ‘rubato'[tra virgolette]. Per cambiare questo il M5s dovrebbe ‘scendere in campo’, cioè prepararsi a fare, sulla riforma della legge elettorale e anche su altre riforme correlate, quei compromessi senza i quali non si va avanti …

    • 42.2
      pippospano

      Opinabile…ma via un po di rispetto all’inteligenza.
      Li faresti accompagnare i tuoi figli a scuola da una persona che fino ad un mese prima era un pedofilo?!?!?…io no e per la stessa ragione non dovrebbe essere dato il Copasir e la commissione di vigilanza RAI ai partiti da te nominati.
      Un opposizione funziona solo se e’ vera, altrimenti che senso ha!!
      E’ chiaro che poi la possibilita’ che le suddette commissioni vengono affidate al M5S e’ quasi impossibile.
      Mica crederai che i partiti della grande intesa ( grande intesa come chiamare le mignotte operatrici sessuali, con tutto il rispetto che ho per le mignotte) si trasformino in partiti democratici tutto di un botto.
      Il fatto che il M5S e’l’unica opposizione credibile in Italia e’ per me cosi spudoratamente evidente che il non volerlo riconoscere e’ per me indice di disonesta’ morale!!

      Saluti

  • 41
    pippospano

    Rimaniamo sulla vigilanza RAI e sul COPASIR.

    Premetto che considerare SEL e Lega all’opposizione e una comica , visto che erano alleati rispettivamente con PD-L e PDL in campagna elettorale usufruendo anche del premio di maggioranza.
    Fratelli d’italia …oppossizione..un partito costituito da ex ministri del governo B. assolutamente ridicolo.

    L’unica vera opposizione anche giustificata dai nummeri sia in senato che in parlamento, piaccia o no e il M5S.
    Il COPASIR e la vigilanza RAI e’il minimo riconoscimento per il loro ruolo di opposizione.

    • 41.1

      Va bene, rimaniamo pure sulla vigilanza RAI e sul COPASIR.

      Per dire che SEL e Lega non siano opposizione non basta ripetere che erano alleati rispettivamente con PD e PDL in campagna elettorale usufruendo anche del premio di maggioranza, ma bisogna guardare se e quanto adesso si oppongono a questo governo e a questa alleanza in atto, opposizione cui anche il M5s dà importanza perfino eccessiva, secondo me, perchè l’alleanze e il mutuo sostegno che PD e PDL si stanno dando è, a giudizio del M5s, il parametro unico della sua valutazione di questo momento politico. Per Fratelli d’Italia vale lo stesso discorso.
      Che l’unica vera opposizione sia il M5s è cosa che sostiene solo il M5s, .

      Concordo con te invece sull’argomento dei numeri: sia in senato che alla camera dei deputati è il M5s a superare di gran lunga gli altri, ma i numeri possono non essere l’unico criterio a cui ci si può appellare, almeno per me, non so per te.
      Capisco anche che il Copasir sia la commissione più prestigiosa e che il M5s dovrebbe essere in pole position per ottenerne la presidenza; dovrebbe, dico, perchè per me l’argomento contrario che ho esposto nel precedente post è importante !

«12

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

La verità orribile che non viene detta – Gianluca Ferrara

GIANLUCA FERRARA - La verità orribile che non viene mai detta Gianluca Ferrara, direttore editoriale di "Dissensi edizioni" e blogger del Fatto Quotidiano, ha già ottenuto quasi 150 mila condivisioni con questa analisi, fatta nell'ultimo post sul suo blog. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

Crociata contro la rete. Il ministro: via i “profili sgraditi”.

Orlando - rimozione di profili sgraditi e ong governative a fare controinformazione in rete Registrazione del Facebook Live del 16 agosto 2017 Un'intervista di Andrea Orlando, sul Corriere della Sera, rivela che esiste un accordo con i social network per la segnalazione dei post e la rimozione dei profili sgraditi, e anche che il ministero ha messo delle organizzazioni a monitorare...--> LEGGI TUTTO

La vera storia di KJ2, l’orsa mamma di Francesco e Soki, del progetto Life Ursus

Un'orsa e il suo cucciolo  Registrazione del live Facebook andato in onda ieri sera KJ2 sembra il nome di una stella cadente, perfetto per la notte di San Lorenzo. Invece è caduta un'orsa, appartenente al progetto Life Ursus. Nel video qualche considerazione da fare insieme sulla vicenda, andata in onda ieri sera...--> LEGGI TUTTO

OneBarter: l’era del baratto high tech

OneBarter - Nico Allegretti Nico Allegretti, presidente di OneBarter, racconta come il baratto, nella sua nuova forma tecnologicamente assistita, possa contribuire ad abbattere la necessità delle imprese di finanziarsi con linee di credito bancarie, e possa rilanciare gli scambi e l'economia. Un settore, quello del barter (cioè "comprare pagando vendendo",...--> LEGGI TUTTO

Vota Byoblu ai Macchianera Internet Awards 2017

Vota Byoblu ai Macchianera Internet Awards 2017Anche quest'anno avete inserito Byoblu in nomination nella categoria "27. Miglior sito Politico-d'Opinione" dei Macchianera Internet Awards. Si tratta degli Oscar della Rete, dove ognuno segnala i migliori siti in ogni categoria, e i primi dieci in tutta Italia entrano nella fase finale.Come tutti i premi, il suo valore è simbolico....--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

Due piantine di Cannabis per lenire dolori atroci: in prigione a 63 anni!

prigione malato cannabisTRENTO. Il ricorso in Cassazione è stato rigettato. L'uomo di 63 anni che a Trento era stato trovato in possesso di due piante di marijuana che coltivava per uso personale, per lenire i dolori atroci della sua malattia, è stato giudicato colpevole in via definitiva. Andrà in prigione. ...--> LEGGI TUTTO

L’ideologo di Putin: in Europa sarà presto caos, guerra civile, distruzione.

Dugin ideologo Putindi Giulio Meotti Roma. Europa e Stati Uniti hanno spesso ricambiato il favore ad Aleksandr Dugin. Un anno fa, il famoso politologo russo è stato messo alla porta in Grecia. Accompagnato dal patriarca di Mosca Kirill per una conferenza sul Monte Athos, Dugin...--> LEGGI TUTTO

Il TG1 censura la Raggi. Scatenate uno #ShareStorm

Molti dei lettori di questo blog trasaliranno ascoltando alcune frasi fatte del discorso che oggi Virginia Raggi ha tenuto di fronte ai leader europei. L'Europa come "progetto visionario", come "eredità gioiosa e impegnativa", che "dobbiamo realizzare noi" perché "non poteva realizzarsi in un giorno". ...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

A Capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio: la Terra rallenta!

A capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio - la Terra rallentaUn "salto" di un secondo verrà aggiunto al conto alla rovescia di questo Capodanno per compensare il rallentamento nella velocità di rotazione della Terra.  Il secondo "extra" accadrà non appena l'orologio toccherà la mezzanotte e verranno "create" le ore 23:59:60, posticipando momentaneamente l'arrivo del Capodanno. Il secondo...--> LEGGI TUTTO

BIOMETRIA, IL FUTURO DELLA SICUREZZA

biometriaRiconoscimento dell'iride, facciale e del movimento della mano durante la firma: le nuove strategie per prevenire i furti e le loro possibili applicazioni Un uomo si avvicina a una stanza blindata. Per entrare niente password o codici di sicurezza, ma l'accostamento degli occhi a un...--> LEGGI TUTTO

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Le vostre email

Lettere al blog: bimbi dimenticati in auto? L’idea semplice di una nonna.

bimbi auto Lettera al blog di Stefania Gentile Sig. Claudio, seguo il suo blog su "youtube" e la ringrazio per le tante cose che si imparano. Questa mattina ho ascoltato il pezzo sulla tragedia, fortunatamente solo sfiorata, per l'ennesimo bambino lasciato in macchina dalla mamma....--> LEGGI TUTTO

Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Ilaria Bifarini – L’Ocse dice che tra 60 anni siamo fritti

Ilaria Bifarini, nota al pubblico di Byoblu per la sua intervista di esordio "Neoliberismo e Manipolazione di massa - storia di una bocconiana redenta", approda a Coffee Break, su LA7. "Il modello a tendere degli economisti dell'OCSE da qui a 60 anni, in un report che ho visto personalmente, sarà sempre peggiore: salari sempre più passi e sempre più disuguaglianza". Ilaria Bifarini, nota al pubblico di Byoblu per la sua intervista di esordio "Neoliberismo e Manipolazione di massa - storia di una bocconiana redenta", approda a Coffee Break, su LA7. "Il modello a tendere degli economisti dell'OCSE da qui a 60 anni, in un report che ho...GUARDA

Diego Fusaro: il Sacro Romano Impero della finanza e delle banche

Innanzitutto siamo entrati in un Sacro Romano impero della finanza in cui il sistema bancario detta legge, e noi sventurate plebi europee dobbiamo fare i sacrifici: "sacrum facere". Appunto qualcosa di religioso in nome del sistema bancario, una divinità demiurgica: le sofferenze sono sempre quelle del sistema bancario...GUARDA

Primarie Pd: il confronto Sky tra Renzi, Emiliano e Orlando – Integrale

Confronto Sky Renzi Emiliano Renzi Primarie Pd Integrale - PlayIl confronto Sky tra Matteo Renzi, Michele Emiliano e Andrea Orlando per le primarie Pd - Versione Integrale. ...GUARDA

Fusaro Vs Friedman – L’immigrazione è deportazione di massa: nuovi schiavi contro vecchi schiavi.

Fusaro Vs Friedman Diego Fusaro: "La storia delle ONG che vanno a prendere i poveri migranti che rischiano di annegare è la grande narrazione edulcorante con cui si mettono in pace le coscenze. Il compito della filosofia però è pensare altrimenti e criticare l'esistente, rovesciando le mappe dominanti. Continuiamo...GUARDA

Sgarbi vs Telese: Io non me ne vado, te ne vai tu!

Sgarbi Vs TeleseVittorio Sgarbi manda a quel paese la Costamagna e Luca Telese, e all'invito a lasciare lo studio risponde al conduttore di andarsene lui. Il tema è quello della legittima difesa dagli intrusori in ambito domestico. ...GUARDA

Becchi: la prova che la Germania ha creato l’euro per metterla in quel posto a noi

BECCHI PROVE EURO GERMANIA Paolo Becchi esibisce le prove in diretta tv del fatto che la Germania sapeva che grazie all'Euro "lo avrebbe messo in culo agli italiani". Potremmo svalutare la nostra moneta, e dunque tornare ad essere competitivi, ma ecco pronta la replica: svalutando crescerà l' inflazione. Vale...GUARDA

Diego Fusaro: ma quale new economy? Si chiama lavorare per niente!

Fusaro Diego Fusaro sulla cosiddetta "new economy". Dal caso Amazon in poi, è chiaro che si tratta di un nuovo sistema di sfruttamento dei lavoratori. Il lavoro prevede che ci siano dei diritti e che il lavoratore venga considerato alla stregua di un essere umano portatore di dignità e...GUARDA

Beppe Grillo a Sanremo 1989 – Le penali se dico che i socialisti rubano

Beppe Grillo Sanremo 1989 play Beppe Grillo a San Remo 1989, comunica il suo compenso in diretta e legge le penali previste dal contratto se dice che i socialisti che rubano....GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>