Una volgare dimostrazione di coerenza: Grillo, Rodotà, Robin Hood e Guglielmo Tell

Stefano Rodotà Beppe Grillo

Il Movimento 5 Stelle “it’s all about Process“. E’ solo una questione di metodo. Stefano Rodotà era stato scelto dagli attivisti certificati, cioè dalla base. Era stato scelto con un referendum online garantito da un ente certificatore terzo. Avrebbe potuto essere chiunque altro. Ma è stato scelto lui. Lo ha scelto la rete, fossero anche due su tre, e il Movimento lo ha portato alle urne per l’elezione del Presidente della Repubblica. Semplice. Lineare. Diretto, come la democrazia che si vorrebbe realizzare.

Perché questa volgare dimostrazione di coerenza? Perché veniamo da decenni di politici che si fanno eleggere con un programma che poi non attuano, preferendo riempire le prime pagine di processi per mafia, di nani e ballerine, di statisti all’amatriciana che scilipotano da un bancone all’altro al solo scopo di attendere la pensione. Di rappresentativo, in questa democrazia, erano rimaste solo le cricche che si facevano eleggere per spartirsi gli appalti. E gli effetti sull’economia e sulla tenuta del Paese si sono visti.

Per questo il Movimento 5 Stelle è un metodo: perché è l’unico modo di restituire la politica ai cittadini. “Fai quello che hai promesso di fare oppure te ne vai.”, dicono i cives, coloro con cui hai stipulato un contratto elettorale. “Anzi, fai quello che diciamo noi, che lo decidiamo di volta in volta, anche in corso di legislatura.”. Non è una diminuzione del ruolo e della responsabilità del politico, è il suo recupero dal baratro dove era stato precipitato dalla decadenza della cività. E’ l’apoteosi della dignità e dell’onore di poter servire la Patria, servendo i cittadini.

Rodotà ha messo in discussione esattamente questi principi fondanti del Movimento: la rete, innanzitutto, che a dispetto di quanti credono solo e soltanto nel dio televisivo è il mezzo tecnologico che ha restituito un pezzo considerevole delle istituzioni agli italiani. E ci è riuscita proprio sconfiggendo la televisione in un duello feroce, spietato. La “rete“: lo strumento di realizzazione di una nuova conoscenza condivisa, il rinascimento culturale, una nuova speranza di eguaglianza sociale. Ha detto che la rete non basta, che fondamentalmente è trascurabile. E’ come dire a Guglielmo Tell che con la sua balestra non ci fa niente, che deve usare le armi degli scudieri del re. Secondariamente, ha messo in discussione un principio ancora più fondante del Movimento 5 Stelle, quello secondo cui non si fanno alleanze o strategie. La democrazia diretta si fonda sul presupposto che i cittadini decidano, di volta in volta, quali leggi costruire, appoggiare, rifiutare, sulla base non di calcoli che prefigurano una nuova stagione dell’inciucio, ma solo ed esclusivamente del vantaggio che può derivarne alla collettività. Derogare a questo assunto equivale a cancellare un tentativo nobile, disperato e perfino ben avviato, per restaurare una politica vecchia, i cui effetti in questo paese di santi e navigatori hanno prodotto risultati catastrofici. E’ come dire a Robin Hood che rubare ai ricchi per dare ai poveri funziona peggio che mettersi d’accordo con i ricchi per ottenere un’elemosina equa. E siccome il Movimento 5 Stelle “is all about Process“, ne consegue che non fa alcuna differenza che Rodotà sia stato il candidato alla presidenza della Repubblica, scelto dalla rete: se delegittimi il metodo, il metodo delegittima te. E’ una dimostrazione di purezza, di coerenza, di affidabilità e di prevedibilità, in un mondo dove i rapporti, gli interessi e le opportunità comuni, suggellati da patti quasi sempre segreti, contano più di quelli della collettività.

Il Movimento 5 Stelle non fa alleanze. Nemmeno con Rodotà. E questo “metodo” rappresenta quel filo cui sono appese tutte le speranze di cambiamento.

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

270 risposte a Una volgare dimostrazione di coerenza: Grillo, Rodotà, Robin Hood e Guglielmo Tell

  • 149
    Marcello Rossi

    Ma cosa state dicendo? Rodotà sta CHIARAMENTE facendo il tifo per il movimento!!! Non ha detto che il programma è sbagliato, ha detto che la comunicazione è carente di un canale informatico….ed è veroooooooooooooooo svegliaaaaaaaaaaaaaaaa

    • 149.1

      Ha mosso palesi critiche al M5S e a Grillo, e non solo sulla comunicazione, ma in generale. Che faccia il tifo per il M5S, ne dubito, visto che sta cercando di creare un nuovo partito di sinistra.

    • 149.2
      Antonio

      Ne sono convinto anch’io, il movimento farebbe ben ad ascoltarlo.
      Poi se grillo non era d’accordo benissimo, ma avrebbe potuto argomentare, invece di metterla sul personale.

  • 148
    Sergio Andreoli

    Grande post.
    Claudio, hai una capacita’di sintesi, linearita’, coerenza e chiarezza esemplari.
    Grazie.

  • 147

    Però scusate, ma sulla questione televisione credo che abbia ragione!! La rete è importantissima però bisogna anche essere pragmatici e ammettere che ancora pochi hanno internet (anche perché costa) e soprattutto gli anziani guardano solo la Tv e la considerano “infallibile”. Quindi andare ANCHE in tv secondo me è l’unico modo per far conoscere il programma propositivo del Movimento, ma soprattutto permetterebbe di contraddire in diretta chi in mala fede spara c**zate a caso solo per mettere il Movimento in cattiva luce. E parlo con cognizione di causa perché mio papà è proprio uno di quelli che basa la sua opinione sociale e conseguentemente anche elettorale solo su quello che dice la Tv, inoltre non bisogna dimenticare che l’Italia non è un paese di giovani, ma a prevalenza di anziani, quindi infischiarsene non mi sembra una mossa molto furba.

  • 146
    gisi

    Ma non vedete che siamo gia’ alle solite, finito il teatrino dell’imu (rinviato di tre mesi x far fare bella figura a Silvietto). Adesso sta cominciando la pantomima sul finanziamento ai partiti (scommettiamo che non troveranno l’accordo). Poi c’e’ la legge elettorale…anzi no, Silvio ha detto che non e’ una priorita’. Mentre noi stiamo qui a giocare all’allegro fascista e all’allegro comunista l’europa ci sta fottendo. SVEGLIA!!!!

  • 145

    Forse si può dare anche una lettura alternativa e non per forza demolitrice:
    1) il candidato viene scelto senza condividere con lui ne i fini, ne la visione e nemmeno il percorso politico
    2) Il candidato accetta, o si sente incaricato, ma lo fa senza verificare con cura gli obiettivi di chi lo ha votato
    3) Dopo ci si accorge che non funziona.

    Ecco, io non entro nel merito di questo o quella. Ognuno ha le sue opinioni. Discuto del metodo e questo non può funzionare. E’ lampante.
    E non capisco perché difenderlo.

    La rosa dei candidati, che sia per il sindaco o per il PdR, deve PRIMA condividere la strada da percorrere e poi si usa il mezzo.

    Internet non è in discussione in quanto è il mezzo.

    Quello che conta è che avere candidati che non condividono le linee politiche di chi devono rappresentare E’ SBAGLIATO.

    Si discuta prima, non dopo.

    • 145.1
      stak

      Ni per quanto riguarda il PdR: il ruolo del PdR dovrebbe essere tale per cui anche a fronte delle idee espresse, se oggi si dovesse proporre un PdR nuovo, potrebbe continuare ad avere un senso proporre e appoggiare Rodotà come figura “solida”, onesta ed intelligente, quasi ideale (nei limiti in cui ciò è umanamente possibile) come PdR.

  • 144
    Giuseppe Nasti

    Sono d’accordo, speriamo però di vedere presto all’opera le commissioni parlamentari e quali risultati concreti i cives otterranno con la reale partecipazione alla progettazione di nuove leggi necessarie a spezzare la burocratica ragnatela delle non ” nostre” istituzioni, che sono solo al servizio delle cricche e delle mafie tranne poche e lodevoli eccezioni.

  • 143
    musicmaster

    @Virus: il rispetto delle idee altrui ti è sconosciuto. Io sono qui col mio nome e la mia faccia, per cominciare, e per cominciare ti ho raccontato chi sono e cosa faccio, mi sono presentato. per sapere chi sono basta che fai una ricerca su Google e scoprirai a quale meetup appartengo. Tu purtroppo sei il vero troll, anonimo, senza faccia, senza nome, nascosto nelle pieghe della rete avvolto nella tua morbida coperta di Linus. Se vuoi discutere delle mie idee sono disposto ad ascoltarti e a leggerti qui. Si penso che la democrazia è il governo della complessita’ fatto dal basso, dal popolo, dalla gente, dalle loro teste e dalle idee di ognuno. Ognuno vale uno significa che ho idee mie, se non sono quelle della maggioranza sono disposto ad accettare la decisione di tutti, ma non sono disposto ad accettare acriticamente quelle di oligarchia o di un singolo che decidono al posto mio cosa devo pensare, cosa è giusto e cosa è sbagliato e qual è la posizione uffficiale del movimento. Dissento e mi adeguo alle decisioni della maggioranza. Che resti agli atti. Tutto il resto mi dispiace, è dittatura.

    • 143.1
      Virus

      Anche Favia e Mastrangeli ci hanno messo la faccia: puoi unirti a loro.

      I serpenti non mi piacciono neanche al circo.

  • 142
    gianni

    carissimo Claudio, cerco di limitare le parole altrimenti…..ognuno è fatto a modo proprio.
    Meno male che persone come te, Becchi, Travaglio e giusto qualcun’altro trovate le parole per spiegare a certi soggetti come è fatto il mondo, più Grillo mantiene la propria coerenza più viene attaccato, dovrebbe essere l’esatto contrario e invece……Sento dei discorsi che vanno oltre il ridicolo,affermazioni e parole pronunciate da anni come:! parola in uso per ribattere
    su qualsiasi divergenza,su qualsiasi idea che si scosta da quella linea che esiste da sempre. Sapevo che si navigasse sulla profonda ignoranza, ma non fino a questo punto! il punto del non ritorno. Mi ritengo tutt’altro che pessimista ma con questa realtà dei fatti non si va lontano, finché Grillo va avanti mantengo la mia “unica” parola anche se dovessimo rimanere in 50.
    L’italia non è giunta a questo disastro solo per colpa dei partiti ma per colpa di una maggioranza di italiani che ne ha avallato idee e fatti, maggioranza che ha fatto sentire il proprio volere alle urne. Coloro che hanno fiducia in Grillo e vogliono veramente “”un cambiamento”” sono in forte minoranza, dovranno aumentare con l’arrivo di una situazione ben più drammatica che non tarderà ad arrivare. Il tempo e la possibilità per fare le cose in pace e in democrazia c’è stato,non è stato acchiappato al volo e adesso è più complicato, pretendere che con una manciata di parlamentari M5* si possano cambiare le vecchie regole è da ingenui, da sognatori e lettori di romanzi.
    L’unico modo per cambiare e salvare il paese è quello di -“”cambiare tutto””- il solo pensare ad alleanze significa provare a fare un buco nell’acqua e tradire i principi di base del M5*.

  • 141
    Clesippo Geganio

    •Le città nelle quali si votava erano circa 500, il M5S era presente con liste in circa 250,
    •I partiti tradizionali sono radicati sul territorio da decenni ove contrattano porta a porta viso a viso il voto o pacchetti di voti,
    •In ambito locale al cittadino è stato insegnato in decenni di “democrazia” la convenienza del voto di scambio con il quale è possibile ottenere dalla “politica” qualunque cosa, dal tappare buche davanti casa alla raccomandazione per un posto di lavoro,

    Visto che il M5S si pone contro questo sistema clientelare e fallimentare, che è la prima volta dopo le elezioni politiche nazionali presente in numero considerevole alle amministrative locali e quindi non essendoci un precedente da paragonare, come è possibile asserire che è stata una debacle?
    Invece facciamo dell’auocritica dicendo che il cittadino italiano in questi casi è double faces!

  • 140
    NeroLucente

    E’ semplice ma per molti rimane incomprensibile.

    1) Beppe Grillo non è tanto alla ricerca del consenso di chiunque, ma di quelli che non vogliono alcun legame con la vecchia politica, ovvero i partiti.
    2) Se questa linea comporta perdere consenso, significa che gli elettori preferiscono il compromesso.
    4) Fatevene una ragione, nessuno vi obbliga ad accettare questo stato di cose.

    PEr come la vedo io, l’analisis delle ultime elezioni non è per niente facile, il dato certo è che sempre più italiani non votano.

    • 140.1
      emar

      Certo bastava che prima delle elezioni non dicesse uno vale uno ma dicesse decido tutto io e ci saremmo regolati di conseguenza infatti quando la gente se ne e’ accorta alle elezioni comunali ha seguito i consigli di Beppe “chi non e’ d’ accordo non ci voti “fate un’ analisi seria e chiedetevi perche’ quasi la meta’ delle persone non vota ne i partiti tradizionali ma nemmeno il M5S che invece in teoria avrebbe dovuto pescare a piene mani nell’elettorato deluso,e’ inutile dire e’ colpa degli elettori che vogliono il compromesso e’ colpa dei pensionati e dei dipendenti pubblici,della Gabanelli ecc.. ma invece e’ colpa di Grillo quello non lo volete dire.Il movimento ha deluso le aspettative di milioni di elettori non tanto perche’ in 3 mesi avrebbe dovuto fare chissacche’ anzi i ragazzi che sono in parlamento stanno facendo delle cose molto buone ma sono delusi dagli atteggiamenti arroganti e di arroccamento di Grillo che da perfetto dittatorello fa e disfa’ a suo picimento fregandosene della democrazia interna comunque se a voi va bene essere votati da 4 gatti e farvi guidare da Grillo avete ragione siamo noi che dobbiamo andarceneda un movimento il cui nome e simbolo sono propieta’ privata.Sembra un paradosso ma Grillo fa’ quello che i banchieri fanno con la moneta ovvero ha privatizzato quello che doveva essere propieta’ pubblica il M5S.

  • 139
    Virus

    @emar

    Non te ne voglio affatto: sei un provocatore ma almeno qualche contributo, qualche buon link lo dai.

    Sei il mio troll preferito!

    Se ci fosse il tuo pupazzetto lo regalerei ai miei nipotini.

    Non ti abbattere. Tanto se non ci pensi te ti abbatte comunque l’UE.

  • 138

    AMEN!!! Tutti opinion leader adesso??? Come diceva Fassino, “FONDATEVI IL VOSTRO MOVIMENTO e PRESENTATEVI “LIBERAMENTE”! Poi vediamo.

    I principi del MoVimento non sono discutibili. O la pensi così o sei libero di andarla a pensare come ti pare da un’altra parte. Non capisco quale sia il problema se non l’evidente volontà di smontare qualcosa che non ha nessuna intenzione di essere cambiata. E perchè dovrebbe???

    • 138.1
      gios

      Guarda che le parole di Fassina furono profetiche, non vorrei che anche in questo caso…
      Lo so che il M5S non vuole diventare un partito, ma questo per caso vuol dire rinunziare ad avere una classe dirigente all’interno del movimento? Perchè uno deve per forza valere uno?
      Persino Cristo decise di servirsi di dodici apostoli per diffondere il suo messaggio, perchè Grillo vuole fare tutto da solo?

      • esatto! quello di non voler fondare un partito è proprio una delle st****te più grosse dell’M5S… … come a dire che anzichè chiamare una bistecchiera con il nome “bistecchiera”, bensì “pezzo di ferro” allora non la lavo… … … per quanto i partiti siano composti al 99,9% da persone disoneste ed ignoranti che tirano acqua solo al proprio mulino… … … stare lì a sindacare sul fatto che “No! io non faccio un partito con le regole giuste (una volta tanto)… ma me ne sto fuori fondando un’associazione dove posso fare ancora di più a maggior ragione quel che mi pare senza dover rendere conto di niente a nessuno (e pubblicando solo i bilanci parziali che mi pare a me come facevano/fanno gli altri partiti) … … … beh… se non è zuppa è pan bagnato… … … oppure no, anzi sì dai, nascondiamoci anche noi dietro un dito … … ma daiiiii…

  • Pingback: Una volgare dimostrazione di coerenza: Grillo, Rodotà, Robin Hood e Guglielmo Tell | FiascoJob Blog

  • Pingback: Una volgare dimostrazione di coerenza: Grillo, Rodotà, Robin Hood e Guglielmo Tell | Informare per Resistere

  • 137
    emar

    Il primo commento non era stato pubblicato allora ne ho scritto un’altro poi dopo un po’ invece e’ stato pubblicato anche il primo con una correzione per questo i concetti sono ripetuti.Ciao Virus non me ne volere;-)

  • 136
    gios

    Ho appena notato che nel Blog di Grillo è stata eliminata la possibilità di visualizzare i commenti in ordine di voto. Questo rende di fatto impossibile trovare i commenti più votati. Cosa è? un tentativo di chiudersi a riccio per non ascoltare le opinioni scomode?… spero si tratti di un malfunzionamento.

  • 135
    emar

    Dai Virus non mollare il blog e’ pieno di troll del Pd ma tu non demordere offendili troll, maledetto trollazzo,pdino,pdmenoellino, imbecille, flamer,multinick e chi piu’ ne ha piu’ ne metta forza Virus che Beppe conta su di te non ti fermare.Ti voglio bene virus davvero non scherzo dopo questo commento non ti rispondero’ mai piu’ potrai dirmi tutto quello che vuoi,ma mi raccomando tu stai sempre vigile che i troll del pd non dormono mai sono sempre in agguato.

  • 134
    emar

    @Virus se non ci fossi dovrebbero inventarti davvero sei troppo forte. Vista la passione che metti a offendere a suon di imbecille c*****nazzo pdino trollazzo pdmenoellino ecc.. tuti quelli che osano muovere qualche critica a Grillo ti meriteresti di stare in parlamento Grillo ha propio bisogno di parlamentari cosi’ duri e puri fedeli e niente critiche al capo.Ti voglio bene davvero dopo questo commento non ti rispondero’ mai piu’ potrai dirmi tutto quello che vuoi potrai offendermi e sfogarti quanto vuoi non reagiro’.Ti auguro tutto il bene possibile e mi raccomando tieni duro non mollare che il blog e’ pieno di troll del pd quindi tu tieni sempre alta guardia.

  • 133
    Clesippo Geganio

    se il M5S mostra delle incrinature l’establishment politico coadiuvato dal giornalismo schierato a dx come a sx si inserisce per spaccarlo; è acclarato ormai da pochi giorni dopo le elezioni una parte consistente dei mass media nazionali cercano i più piccoli nei al MoVimento invece di guardare le metastasi cancerogene insite nella vecchia nomenclatura partitocratica, dimostrando d’avere una fottuta paura che il M5S sia la cura definitiva alla malattia tumorale creata ad hoc dalla farmapolitica, che ad ogni tornata elettorale propina cure placebo.

  • 132
    Maryta

    Signori, è l’UNIONE CHE FA LA FORZA!!!
    Possibile che gli italiani non siano in grado di trovare un punto fermo e perseverare nel comune intento? O siamo un branco di pecore?
    I partiti CANCRENITI lo hanno verificato! e la responsabilità e’ soltanto nostra.

    Basta!!!! Siamo sull’orlo del baratro…l’ultima mossa e’ darci uno spintone,
    Quanto sarà profondo il burrone.?..cominciamo a prendere le misure, perché quelli che si salveranno avranno molte difficoltà a risalire in superficie.
    Buona fortuna a tutti noi, ricordatevi che da soli non si va da nessuna parte!!!!

  • 131
    Maryta

    Io seguo semplicemente la logica: se in tutti i canali non si parla d’altro che di Grillo e il movimento, derideridendo e screditando ogni singola pagliuzza……. Embhè……. mi pare ovvio…..LO TEMONO!!!!!
    PERCHÉ ????????

  • 130
    Pierluigi Scabini

    iO amo la verità, non le verità preconfezionate come appare questa. Questo tipo di post mi allontanano sempre di più, e ormai sono lontano da questo movimento, dal pd e dal pdl. Sono lontano da tutta la politica, compresa quella del m5s che sembra essere strumento per perseguire secondi fini e niente di più. Fini non detti e conditi di un mucchio di parole. La rete non è il mio Dio, cosi come non lo è mai stata la televisioni, o i libri, o altro, sono io stesso il Dio della mia vita e sono stanco di persone che professano principi indissolubili. Il m5s non fa alleanze; sembra una gran cosa, ma per me non la è. L’obiettivo dovrebbe essere rifare il sistema e fare o non fare alleanze, dovrebbe essere fatto per arrivare a questo obiettivo. Rifarlo secondo un idea di nuovo mondo e fare tutto il possibile per realizzarlo; e per questo, oggi ti puoi alleare e domani sciogliere l’alleanza. E dichiarare che sei cosi ad alleati e non. Essere coerente o incoerente e farlo per arrivare all’obiettivo: un nuovo mondo basato su nuovi principi umani di eguaglianza, bellezza, una nuova economia basata sulla nobiltà d’animo e sul bene comune; essere coerente o incoerente dichiaratamente a tutti per ottenere obiettivi elevati di bene comune. In questo senso, sarebbe ora di fare una conferenza nazionale del m5s in cui uno come Casaleggio dichiara davanti a tutti la sua posizione e risponde a domande chiare, dirette e circoncise riguardo alla sua poszione. Io non sono del pd e neanche del pdl, e nemmeno del m5s, e agiro per il futuro per mio conto, con le mie energie, aggregandomi agli uomini e e alle donne di buona volontà che vogliono cambiare se stessi e il mondo nel pensiero, nei sentimenti, nei fatti e nelle esperienze.

  • 129
    gios

    Claudio tu hai fatto interviste in crowd funding che sono delle pietre miliari dell’informazione, sei anche il consulente della comunicazione del M5S, perchè non proponi una televisione a 5 stelle sul digitale terrestre? Mancano i soldi? Chiedete un contributo agli otto milioni di elettori del M5S. Abbiamo pagato il canone RAI da una vita e per una volta molti sarebbero felici di poter finanziare una televisione veramente libera e che risponde solo ai cittadini.

    • 129.1
      Maryta

      Certo Gios, credo che sarebbe una mossa vincente! E assolutamente inutile andare nella tana del lupo, poiché non apparteniamo alla stessa specie, le probabilità di uscirne vivi sono praticamente nulle.
      La nostra arma è l’antiruggine, i denti affilati non ci appartengono
      Maryta

  • 128
    Deluso

    Un appunti a Virus e ad alexthemod:
    Mi sembrate due coioni integrali.

  • 127
    Deluso

    Non voterò mai più m5s.

    • 127.1
      Virus

      @PiddinoDeluso

      Non l’hai mai votato a ‘mbecille!

      • Gianni C.

        Ammazza, caro Virus, per dare del troll agli altri non devi aver ben presente il tuo comportamento. Intervieni su tutte le risposte che non ti piacciono insultando il malcapitato (manco fosse state al banco insieme a scuola), aggredendolo e senza aggiungere nulla di costruttivo alla discussione. Perdona questo mio messaggio “trollistico” ma se qua c’è un troll, quello sei proprio TU!!! http://it.wikipedia.org/wiki/Troll_(Internet)

    • 127.2
      Virus

      @Gianni C.

      Bhe, per un piddinazzo come te è già un successo che conosci wikipedia.

  • 126
    novecento

    Concludo: avete visto mai Messora in TV?
    ecco, in TV bisogna starci e saperci stare cosi!

  • 125
    novecento

    Ecco da cosa bisogna imparare, lo vado dicendo da un anno circa, è qui che deve intervenire grillo:
    Ottima arringa della parlamentare, ma:
    il tempo scaduto, quindi autocensura.
    Chi va in quel covo di lupi affamati deve sapere quanti minuti ha, deve avere una voce meno isterica, deve sapere il discorso a memoria, deve bucare la telecamera, gli occhiali da vicino fanno pensare ad una età senile che con quella voce risulta una zitella isterica.
    Adesso:
    possimo dire che le persone e i provvedimenti sono perfetti, ma quando una persona del PS piu’omenoelle guarda queste immagini, non ascolta nulla, viene alla mente che questa urla come una gallina….eccecc.
    Purtroppo questi sono gli effetti della comunicazione. Qui Grillo deve metterci una pezza e subito anche: chi parla deve bucare lo schermo, altrimenti ogni cosa che dice vale meno di zero, anzi è fortemente controproducente.

  • 124

    Tu pensi che il “caro Claudio” non sappia distinguere se una frase suona come la definisci te “dittatoriale” o no? Ti assicuro che questo è il suo stile. Azzardati a criticare i suoi post, retorici e arzigogolati, e ti accorgerai quanto sia democratico nella risposta. Ecco perchè ha abbracciato prontamente la linea politica che non accetta nessuna critica anche se fatta con il massimo rispetto. Manca solo la distribuzione di camicie nere, fez e manganelli e siamo a posto. Viva l’Italia

  • 123

    Visto che le regole pentastellate contano e guai a chi osa discuterle, vediamo di attuare la regola principe dell’uno vale uno, lasciando decidere gli iscritti su eventuali accordi di programma con il Pd per tentare di cambiare le regole in questo Paese di Pulcinella. Ho dato il voto al M5S e, maremma maiala, pretendo di dire la mia visto che mal sopporto i cagnolini da riporto sempre pronti a scalare gli specchi per giiustificare qualunque min***ata detta dal capo. Mi piacerebbe vivere in un paese dove chiunque possa avere la possibilità di criticare civilmente qualunque cosa senza il rischio di essere linciati e non dover ripercorrere le berlusconate che hanno da tempo rotto le palle.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

Gianluigi Paragone si toglie qualche sassolino dopo la chiusura de La Gabbia

Gianluigi Paragone Andrea Salerno Intendiamoci: La Gabbia era pur sempre una trasmissione televisiva. E come tutte le trasmissioni televisive, ne rispettava il linguaggio, i tempi, le liturgie e i limiti. Quelli che internet era nata per travalicare. Tuttavia, tra tutte le trasmissioni televisive era certamente la più libera. E Paragone,...--> LEGGI TUTTO

Giulietto Chiesa: siamo stati formattati

Giulietto Chiesa - Siamo Stati Formattati - Play Intervento di Giulietto Chiesa al primo congresso fondativo di "Attuare la Costituzione", tenutosi a Napoli. Giulietto parla di come l'informazione sia la prima battaglia da combattere per rientrare in una democrazia compiuta.  (altro…)...--> LEGGI TUTTO

La Glaxo nel 2015 ha dato 11 milioni di euro a medici e ricercatori italiani

Glaxxo La EFPIA (European Federation of Pharmaceutical Industries and Associations) è una associazione delle industrie farmaceutiche che incoraggia i propri affiliati alla trasparenza. Per ottemperare alle sue richieste, la Glaxo-Smith-Kline ha reso pubblici, fra le altre cose, anche gli elenchi dei medici italiani che nel 2015 hanno ricevuto finanziamenti...--> LEGGI TUTTO

Cedere sovranità è reato! A dirlo finalmente è un tribunale.

Marco Mori - Cedere sovranità è reato - Play Marco Mori, avvocato di Genova, spiega un decreto del Tribunale di Cassino che afferma finalmente a chiare lettere che cedere sovranità è reato! Sulla base di questo decreto si aprono praterie giuridiche, e soprattutto si potranno chiamare criminali coloro che, a qualunque titolo, hanno invocato, invocano o...--> LEGGI TUTTO

La crisi della sinistra, spiegata dal grande vecchio socialdemocratico, Klaus von Dohnanyi.

La crisi della sinistra europea klaus Von Dohnanyi è un giurista nonché uno storico membro dell'SPD. Dal 1971 al 1974 è stato ministro della cultura, nonché parlamentare tra il 1969 e il 1981, poi sindaco di Amburgo dal 1981 al 1988. È stato uno dei protagonisti della vita politica tedesca nel periodo...--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

Gli esperti di diritto sulla Catalogna? Sono dei pirla.

Catalogna Governo centrale di Paolo Becchi Eccoli alla carica sui giornaloni gli esperti del diritto, e più sono esperti e più sono dei pirla. Fantozzi docet. Il referendum per l’indipendenza della Catalogna è «illegale». Sì, lo è: è contro la Costituzione spagnola, contro l’«unità indissolubile» dello...--> LEGGI TUTTO

Due piantine di Cannabis per lenire dolori atroci: in prigione a 63 anni!

prigione malato cannabisTRENTO. Il ricorso in Cassazione è stato rigettato. L'uomo di 63 anni che a Trento era stato trovato in possesso di due piante di marijuana che coltivava per uso personale, per lenire i dolori atroci della sua malattia, è stato giudicato colpevole in via definitiva. Andrà in prigione. ...--> LEGGI TUTTO

L’ideologo di Putin: in Europa sarà presto caos, guerra civile, distruzione.

Dugin ideologo Putindi Giulio Meotti Roma. Europa e Stati Uniti hanno spesso ricambiato il favore ad Aleksandr Dugin. Un anno fa, il famoso politologo russo è stato messo alla porta in Grecia. Accompagnato dal patriarca di Mosca Kirill per una conferenza sul Monte Athos, Dugin...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

A Capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio: la Terra rallenta!

A capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio - la Terra rallentaUn "salto" di un secondo verrà aggiunto al conto alla rovescia di questo Capodanno per compensare il rallentamento nella velocità di rotazione della Terra.  Il secondo "extra" accadrà non appena l'orologio toccherà la mezzanotte e verranno "create" le ore 23:59:60, posticipando momentaneamente l'arrivo del Capodanno. Il secondo...--> LEGGI TUTTO

BIOMETRIA, IL FUTURO DELLA SICUREZZA

biometriaRiconoscimento dell'iride, facciale e del movimento della mano durante la firma: le nuove strategie per prevenire i furti e le loro possibili applicazioni Un uomo si avvicina a una stanza blindata. Per entrare niente password o codici di sicurezza, ma l'accostamento degli occhi a un...--> LEGGI TUTTO

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Guest post

Realizzata la prima video chiamata quantistica intercontinentale al mondo

Chiamata quantisticaIl satellite cinese Micius torna a far parlare di sé e stabilisce un nuovo record, quello della prima videochiamata quantistica della storia tra Vienna e Pechino. Circa tre settimane è avvenuto un evento eccezionale che modificherà totalmente il sistema di comunicazioni come lo...--> LEGGI TUTTO

Il Messico a meno di 40 euro al giorno!

Messico Amo il Messico. E' pieno di vibrazioni, è un paese meraviglioso, pieno di gente amichevole, con una energia speciale che vi fa riscoprire l'amore per la vita, con un'architettura spettacolare, con una storia che affonda le radici nelle profondità dei millenni e... con un cibo davvero...--> LEGGI TUTTO

Negli Uffizi dei Medici: itinerario mediceo all’interno della Galleria più famosa di Firenze.

Scoprire Firenze La Galleria degli Uffizi è il sito museale più famoso di Firenze, nonché uno dei più frequentati d’Italia: quelli che riescono a superarlo per visitatori, infatti, si contano sulle dita di una mano. Gran parte dei turisti scelgono un hotel su portali come expedia proprio per...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Rimozione forzata. La libera rete chiude!

Rimozione forzata - la libera rete chiude - Play ORE 19. Live su Salvo 5.0, con Claudio Messora, Antonio Rinaldi, Tommaso Minniti e Salvo Mandarà....GUARDA

Becchi: è l’era delle piccole patrie. Me ne batto il ca@@o di quanti hanno votato al referendum catalano.

Becchi Referendum Catalogna Matrix Becchi a Matrix perde le staffe sul referendum in Catalogna. "Al di sopra di ogni Costituzione ci sono due diritti fondamentali. Il diritto di resistenza e il diritto di secedere. Non sappiamo come andrà a finire, ma la responsabilità di una guerra civile...GUARDA

Il giorno in cui la democrazia in UE gettò la maschera

Il vero volto della democrazia nell'Unione Europea Il giorno in cui la democrazia in UE gettò la maschera, e apparve finalmente a tutti, solare, radioso, il suo vero volto....GUARDA

E dopo le “primarie” M5S, il PD torna in testa: 1,2 punti in meno.

Sondaggio M5S 25 settembre - play Sorpresa: dopo le "primarie" del Movimento 5 Stelle, Di Maio perde subito 1,2 punti percentuali e torna in testa il PD. A darne notizia, Mentana al TG7. Il calo, e il sorpasso del Partito Democratico, vengono attribuiti al modo in cui le cosiddette primarie sono state...GUARDA

Becchi: e adesso in Parlamento arriva CasaPound

Becchi - Movimento 5 Stelle - CasaPound A Omnibus (LA7) questa mattina, Di Pietro spiega che, secondo lui, il Movimento 5 Stelle in realtà non vuole affatto governare, perché non gli conviene, e Becchi prevede che, grazie all'abbandono della critica forte su Euro, Europa e finanza, e al rigetto dell'etichetta di "populismo", avremo...GUARDA

Pigi Battista a Paragone: i bambini non sono proprietà dei genitori.

Paragone Pigi Battista Nell'annoso dibattito sui vaccini, ci sono i Free Vax, i No Vax, e poi i Pigi Battista. Quelli che "i bambini non sono di proprietà dei genitori". Certamente non sono una proprietà, così come si intende un oggetto acquistato e privo di diritti. Ma il sottinteso...GUARDA

Rula Jebreal a Porro: tu, uomo bianco sessista!

PORRO VS RULA Scontro tra Rula Jebreal e Nicola Porro: "tu uomo bianco sessista che punti il dito contro una come me"....GUARDA

Barbara Lezzi maltratta Luigi Marattin a Omnibus

Barbara Lezzi Luigi Marattin Barbara Lezzi (M5S) si confronta duramente con Luigi Marattin, consigliere economico della Presidenza del Consiglio, sui dati della disoccupazione che vede l'Italia, nonostante la "cura Renzi", aumentare il distacco rispetto alla media europea. Ricordati di VOTARE Byoblu ai Macchianera Internet Awards...GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>