Monti? Ha usurpato la sua fama. Scomparirà nel pattume della storia.

Mario Monti

Intervista esclusiva all’economista francese Jacques Sapir
di Alessandro Bianchi [da L’Antidiplomatico.]

– Professore, Lei è stato tra i primi economisti europei ed evidenziare i danni provocati dall’euro e a chiedere la sua fine. In una delle ultime analisi ha scritto che si tratta di una sorte inevitabile. Secondo Lei, quanto tempo ancora ci vorrà e da quale paese potrà partire l’iniziativa?

A questo punto bisogna distinguere due problematiche. La prima riguarda l’analisi della situazione economica che l’euro ha creato e delle sue conseguenze. Da ormai quasi tredici anni osserviamo che l’euro non solo non ha prodotto le convergenze macroeconomiche sperate, ma ha invece accentuato le divergenze. L’ho detto a più riprese, e ormai questa mia posizione riscuote consenso tra gli economisti. Constatiamo anche che l’euro rappresenta un enorme freno per la crescita nella maggior parte dei paesi che l’hanno adottato, ad eccezione, ovviamente, della Germania. Per finire, si osserva che l’euro fa aumentare i deficit, tanto interni quanto esteri, e che porta verso un debito sempre più grande dei paesi che sono entrati nell’Unione economica e monetaria. Tutto questo è abbondantemente documentato da numerosi autori. Siccome l’euro può funzionare solo in una spirale di impoverimento per la maggior parte dei paesi, ne deduco che è destinato a fallire.

Aiutami a continuare a fare informazione libera

Ma, qui, abbiamo una seconda problematica: le condizioni che determineranno la fine dell’euro. Tali condizioni possono creare una crisi catastrofica generata sul mercato obbligazionario. Al momento, la situazione resta stabile grazie alla Banca Centrale Europea. Ma la credibilità di quest’ultima sta nel fatto che non è stata messa alla prova. Prima o poi i mercati testeranno la risoluzione della Bce e allora Mario Draghi si ritroverà fortemente in difficoltà. Queste condizioni potranno anche provenire dalle tensioni politiche crescenti che l’Euro genera sia tra i paesi membri dell’UME sia all’interno degli stessi, dove le forze anti-europeiste prendono sempre più peso. Queste tensioni potranno ad un certo punto mettere gli attori politici di fronte alla necessità di dissolvere la zona euro o di uscire dalla moneta unica. Per quanto mi riguarda, ho sovrastimato la rapidità delle evoluzioni finanziarie, sulla base di quello che avevamo conosciuto nel 2008-2009. Ma questo non cambia niente all’analisi di fondo.

– Sul suo blog RussEurope ha ipotizzato ad un possibile ritorno allo Sme dopo l’eventuale dissoluzione della zona euro. Qual è secondo lei la migliore strategia per uscire dall’euro per i paesi dell’Europa meridionale?

Un ritorno allo Sme implica che ogni paese ritrovi la propria valuta nazionale. La questione della strategia è qui centrale. I paesi dell’Europa del Sud possono scegliere tra prendere la decisione di uscita in modo indipendente o chiedere la dissoluzione della zona euro. Se alcuni paesi, come l’Italia, la Francia, la Spagna dicessero durante un Consiglio Ecofin che sono pronti a lasciare l’euro ma che è preferibile lo scioglimento dell’Unione monetaria, questo, visto l’attaccamento dei tedeschi al Marco, verrebbe rapidamente accettato. Sarebbe di gran lunga la soluzione migliore perché presa in comune e apparirebbe come una decisione «europea».

 La fine dell”UEM non implicherebbe la fine dell’Unione Europea, tanto meno quella di una cooperazione sulle questioni monetarie tra i paesi in questione. Questa soluzione rimane comunque ad oggi la meno probabile rispetto a quella di un’uscita indipendente di un paese membro, che provocherà, entro sei mesi da quel momento, il collasso della zona euro, ma in un contesto politico assai più conflittuale.

– Secondo lei quanta responsabilità hanno i partiti socialisti europei rispetto all’attuale crisi e da quali forze politiche ritiene possibile un cambiamento?

La responsabilità dei partiti socialisti europei è schiacciante. E’ prima di tutto diretta: questi partiti si sono arresi senza condizione davanti alle esigenze della finanza e del capitale; hanno imposto delle politiche di austerità inaudite alle popolazioni e sono di conseguenza fortemente responsabili della stagnazione economica che viviamo. Ma resiste anche una responsabilità indiretta. Nel pretendere che non esistono altre soluzioni oltre l’austerità, nel proclamare il dogma dell’euro ed ipotizzando scenari catastrofici nel caso di un’uscita, tali partiti socialisti hanno costruito un discorso politico che blocca la situazione ed è parte integrante della crisi. Ragion per cui non si potrà uscire dalla crisi se non attraverso la distruzione di questi partiti, la loro implosione, e delle ricomposizioni politiche importanti. E’ quello che stiamo assistendo in Francia ed in Grecia. Oggi, bisogna riunire le forze di sinistra e di destra che hanno capito il pericolo che rappresenta l’euro, unirle non in un solo partito ma all’interno di un’alleanza in grado di sostenere una politica di rottura.

– Secondo Lei la Francia è da considerare un paese dell’Europa del sud o del nord? E quali sono i rischi che il suo paese avrà di fronte nel 2014?

Per essere chiari, per me la Francia è un paese dell’Europa meridionale. Lo è se si guardano tanto le caratteristiche strutturali quanto congiunturali dell’economia e se si paragonano ad esempio a quelle dell’economia italiana. La Francia è anche culturalmente assai più vicina all’Europa del sud che a quella del nord. Per questa ragione è anche più esposta alle conseguenze congiunte delle politiche di austerità portate avanti in Italia e in Spagna. Finché questi tre paesi rimarranno nella zona euro saranno condannati a una concorrenza feroce tra di loro. Al contrario, dal momento in cui ritroveranno la propria valuta nazionale potranno ritrovare margini di manovra importante.

– Per concludere, come giudica le vicende della politica italiana dal novembre 2011, quando Mario Monti ha iniziato ad imporre le misure di austerità dell’Europa?

La politica di Mario Monti consisteva nel cercare di ottenere dei risultati a breve senza preoccuparsi del dopo. Ha bloccato i pagamenti che lo Stato doveva alle imprese, ha lasciato che il credito crollasse e che gli investimenti si contraessero. Il tutto condanna nel medio periodo l’economia italiana ed è il contrario di una politica da «esperto». La fama da «tecnico» che si costruito è del tutto usurpata. Si è comportato come uno di quei politicanti di basso livello il cui nome è scomparso nelle pattumiere della storia.

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

175 risposte a Monti? Ha usurpato la sua fama. Scomparirà nel pattume della storia.

  • 44
    Maverick

    Italiani vicini e lontani :) che l’episodio monti sia di buon esempio per le future mosse, grazie ai risultati deludenti per opera pìa voluta da rè giorgio,questo episodio (buio) è la dimostrazione tecnopratica che la bocconi è follia pura,se questi sono gli insegnanti che la bocconi usa per far partorire tecnici della finanza ….. ma in fondo-fondo perchè prendersela con il montis….essso è discepolo di rè giorgio, anche letta è suo discepolo…e come stiamo messi??
    Il pesce puzza dalla testa.

  • 43
    Mr. Age

    @ maximus
    Provo a chiarire meglio la questione della riserva frazionaria, visto che non ho alle spalle studi di economia e quindi uso un linguaggio che, ahime, è poco appropriato.
    Ritengo che la moneta e la sua emissione siano uno dei poteri dello stato insieme all’esecutivo, giudiziario e legislativo, te lo immagini uno stato in cui la giustizia sia gestita da privati?
    E’ evidente che uno stato che deve finanziare la spesa ricorrendo ai titoli di stato si indebita e come tutti i debitori è ricattabile, limitando di conseguenza anche il potere legislativo.
    Mi dirai che basterebbe avere banca centrale pubblica, ma la storia ci insegna che è molto facile privatizzarla senza che nessuno se ne accorga, mentre è molto più difficile privatizzare il ministero del tesoro.

    La riserva frazionaria al 100%, insieme alla abolizione della Banca centrale avrebbe sostanzialmente 2 effetti:
    1)Emissione monetari totalmente pubblica
    2)limitazione del potere del sistema bancario privato che tornerebbe ad assolvere alla funzione di intermediazione finanziaria tra risparmiatori ed investitori.

    • 43.1
      MAXIMUS

      Esatto… perfetto.

      questo è il PRIMO obiettivo:
      “…uno stato che deve finanziare la spesa ricorrendo ai titoli di stato si indebita e come tutti i debitori è ricattabile, limitando di conseguenza anche il potere legislativo”;

      e questo è il SECONDO:
      mantenere i privilegi di chi ha il coltello dalla parte del manico… (noi siamo dalla parte della lama!), evitando che la gente si sviluppi troppo.

      In sintesi:

      OLIGARCHIA VS DEMOCRAZIA

  • 42
    occhiodifalco

    amici, la butto lì:
    non e’ che gli states hanno il tetto per tenere comunque in qualche modo sotto controllo l’inflazione?
    accetto anche i fischi…

    • 42.1
      MAXIMUS

      Si, l’inflazione bassa ed un po di disoccupazione per evitare che la gente pretenda troppo e si infiacchisca.
      Questo era uno dei mitici giudizi darwiniani del defunto Padoa Schioppa: selezione naturale amici… selezione naturale.

  • 41
    MAXIMUS

    @ Shardan e Mjollnir

    TETTO AL DEBITO AMERICANO

    Secondo me, come per un certo Stiglitz pare, gli USA non possono fallire: Le norme con tetto al debito sono state poste per evitare che il debito possa andare all’infinito.

    Quando studiai scienza delle finanze, lo feci anche da un libro, dal titolo ECONOMIA DEL SETTORE PUBBLICO, di un certo Joseph E. Stiglitz (Nobel 2001) che ha insegnato nelle università di Yale, Princeton’ Oxford Stanford, e attualmente presso la Columbia University. È stato capo del Council of Economic Advisers durante la presidenza Clinton e successivamente Chief Economist della Banca Mondiale.

    Insomma… un bel pedigree

    Il professore ci spiegò a tutti che, in teoria, un debito pubblico può crescere all’infinito.
    Problemi non ce ne sono soprattutto se i proprietari del debito pubblico, sono i cittadini del paese emittente. In caso contrario i dividendi sottraggono risorse allo Stato.

    Ecco, forse è per questo che esistono dei tetti al debito pubblico.

    Tuttavia il Giappone vive tranquillo con un debito al 230% di intera proprietà nazionale, mentre gli USA si danno un tetto quantitativo attorno al 100%.

    La verità è che sia la FED che la Banca d’Inghilterra riacquistano periodicamente debito pubblico, riducendone l’entità.
    Si chiama QUANTITATIVE EASING (alleggerimento quantitativo o facilitazione quantitativa: una delle modalità con cui avviene la creazione di moneta da parte della banca centrale con operazioni di mercato aperto).

    Lo si può fare nei paesi con moneta sovrana (USA, UK, Giappone, Danimarca, Svizzera ecc.) e lo si potrebbe fare, a maggior ragione, nei paesi con SOVRANITA’ MONETARIA.

    Non lo si può fare in Europa che ha come esclusivo mandato, quello teutonico del controllo dell’inflazione.

    Tuttavia sembra che non si voglia dire che c’è questa opzione…
    Addiritura il QUANTITATIVE EASING viene formalmente utilizzato verso il settore bancario privato: la banca centrale acquista, per una predeterminata e annunciata quantità di denaro, attività finanziarie dalle banche del sistema (azioni o titoli, anche tossici), con effetti positivi sulla struttura di bilancio di queste ultime.

    Ma questa operazione di controllo della base monetaria avviene solitamente con la vendita o acquisto di titoli pubblici, in apposite aste.

    Perchè adesso non lo si fa se si potrebbe fare?

    Semplicemente perchè sia il tetto del debito che il Q.I. devono essere autorizzati dal Senato americano. I repubblicani vogliono ricattare Obama costringendolo a ritirare la riforma sanitaria e stanno spingendo il braccio di ferro allo stremo.

    Vedrete che le pressioni cinesi, proprietari di un’abbondante fetta di debito americano, che tra l’altro vorrebbero una nuova moneta al posto del dollaro come valuta rifugio internazionale, otterranno il risultato di evitare il default.

    Se così non avverrà, vuol dire che gli USA vogliono una guerra!!!

    • 41.1
      Shardan

      Il professore ci spiegò a tutti che, in teoria, un debito pubblico può crescere all’infinito.
      Problemi non ce ne sono

      Se così non avverrà, vuol dire che gli USA vogliono una guerra!!!

      Cit.

      ah ecco un po di chiarezza. Che poi è quello che dice Stiglitz nel breve video che ho postato….

      Io penso che troveranno una accordo….mi pare che vogliano firmare un “mini tetto al debito” sino a febbraio..come soluzione temporanea …per aver il tempo di trattare ….tra le due parti politiche.

      Poi sul fatto…di un eventuale ipotesi di conflitto….beh se ne parla da molto …anche nei giornali ufficiali (mi pare se non erro…anche il New York Times ..recentemente ) a proposito di una recente “simulazione” di conflitto con la Cina da parte delle forze armate USA. Sperando che resti sempre un “ipotesi” come nella guerra fredda….e che non si verifichi mai….anche perché sarebbe un ecatombe. Però se ne parla spesso…..

      Ciao

      http://www.libreidee.org/2013/08/guerra-nucleare-contro-la-cina-ecco-il-piano-degli-usa/

      ps- Visto che sei della mie stesse parti….facoltà di economia di Cagliari?

    • 41.2
      Shardan

      In USA i Repubblicani ..si sa ..son quel che sono….ma anche i Democratici non scherzano: a me sembrano un accozzaglia di delinquenti.

      http://www.libreidee.org/2013/07/datagate-i-falchi-della-cyber-guerra-con-obama-dal-2008/

    • 41.3
      MAXIMUS
    • 41.4
      Shardan

      a proposito di Casaleggio,,,,e della “pericolosissima ” Democrazia Diretta via Web,,,,(come avevo postato qualche tempo fa. sul forum..su un articolo del Prof. Becchi…)

      interessante sto articolo.(l’altra faccia della medaglia….di cui si parla poco )

      Democrazia diretta via Web?? controllati e schedati tutti….il “Vero Potere” non aspetta altro……;-))..

      http://www.libreidee.org/2013/09/snowden-chi-era-costui-qualcuno-lo-spieghi-a-casaleggio/

      da meditare bene………..;-))

    • 41.5
      Mjollnir

      @Maximus,

      Il professore ci spiegò a tutti che, in teoria, un debito pubblico può crescere all’infinito.
      Problemi non ce ne sono soprattutto se i proprietari del debito pubblico, sono i cittadini del paese emittente. In caso contrario i dividendi sottraggono risorse allo Stato.

      Ecco, forse è per questo che esistono dei tetti al debito pubblico.
      Cit.

      I paesi come USA, UK e Giappone si finanziano dalla BC a debito dando in garanzia titoli con un interesse. Questo rende necessario l’emissione di nuovi titoli per coprire il debito che altrimenti non sarebbe ripagabile. Secondo il meccanismo qui sopra descritto il debito è matematicamente sempre crescente poiché lo stato non può creare moneta per ridurlo.
      Se il debito è matematicamente sempre crescente quale è il senso di porvi un limite?
      Voglio dire: se non è mia intenzione di fare male ad alcuno (nella metafora è fare un default) perché mi dovrei dotare di un arma (un tetto al debito)?
      Oltre a questo in che modo porre un tetto al debito può previenire l’acquisto di titoli di stato da parte di soggetti stranieri?

      In uno stato con sovranità’ monetaria il quantitative easing cosi come lo conosciamo, è praticamente inutile specialmente in un sistema con separazione delle banche di commerciali (con riserva al 100%) da quelle di investimento.

    • 41.6
      MAXIMUS

      @ Mjollnir

      L’intento del “tetto” all’indebitamento è secondo me quello di tenere una parte della popolazione disoccupata per evitare che la gente si senta troppo sicura e chieda sempre maggiori diritti, studi e viva con maggiore libertà.

«12

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

Ecco il primo governo del Movimento Cinque Stelle.

Ecco il primo governo del Movimento Cinque Stelle Nell'aprile del 2012 (5 anni fa) io partecipavo come ospite fisso a L'Ultima Parola di Gianluigi Paragone, su Rai Due. Una sera si fece uno strano esperimento... (altro…)...--> LEGGI TUTTO

Hey, Lorenzin, fai un decreto su questo! 1250 morti all’anno per il DieselGate

DieselGate - Concentrazione e MortalitàIl surplus di emissioni dei veicoli diesel, rispetto a quanto dichiarato dalle case automobilistiche, ha causato in Italia 1.250 morti all'anno. A quantificare le conseguenze del Dieselgate sono l'Istituto meteorologico norvegese e l'istituto internazionale Iiasa, in uno studio pubblicato sulla rivista Environmental Research Letters da cui emerge che il nostro...--> LEGGI TUTTO

La verità orribile che non viene detta – Gianluca Ferrara

GIANLUCA FERRARA - La verità orribile che non viene mai detta Gianluca Ferrara, direttore editoriale di "Dissensi edizioni" e blogger del Fatto Quotidiano, ha già ottenuto quasi 150 mila condivisioni con questa analisi, fatta nell'ultimo post sul suo blog. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

Crociata contro la rete. Il ministro: via i “profili sgraditi”.

Orlando - rimozione di profili sgraditi e ong governative a fare controinformazione in rete Registrazione del Facebook Live del 16 agosto 2017 Un'intervista di Andrea Orlando, sul Corriere della Sera, rivela che esiste un accordo con i social network per la segnalazione dei post e la rimozione dei profili sgraditi, e anche che il ministero ha messo delle organizzazioni a monitorare...--> LEGGI TUTTO

La vera storia di KJ2, l’orsa mamma di Francesco e Soki, del progetto Life Ursus

Un'orsa e il suo cucciolo  Registrazione del live Facebook andato in onda ieri sera KJ2 sembra il nome di una stella cadente, perfetto per la notte di San Lorenzo. Invece è caduta un'orsa, appartenente al progetto Life Ursus. Nel video qualche considerazione da fare insieme sulla vicenda, andata in onda ieri sera...--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

Due piantine di Cannabis per lenire dolori atroci: in prigione a 63 anni!

prigione malato cannabisTRENTO. Il ricorso in Cassazione è stato rigettato. L'uomo di 63 anni che a Trento era stato trovato in possesso di due piante di marijuana che coltivava per uso personale, per lenire i dolori atroci della sua malattia, è stato giudicato colpevole in via definitiva. Andrà in prigione. ...--> LEGGI TUTTO

L’ideologo di Putin: in Europa sarà presto caos, guerra civile, distruzione.

Dugin ideologo Putindi Giulio Meotti Roma. Europa e Stati Uniti hanno spesso ricambiato il favore ad Aleksandr Dugin. Un anno fa, il famoso politologo russo è stato messo alla porta in Grecia. Accompagnato dal patriarca di Mosca Kirill per una conferenza sul Monte Athos, Dugin...--> LEGGI TUTTO

Il TG1 censura la Raggi. Scatenate uno #ShareStorm

Molti dei lettori di questo blog trasaliranno ascoltando alcune frasi fatte del discorso che oggi Virginia Raggi ha tenuto di fronte ai leader europei. L'Europa come "progetto visionario", come "eredità gioiosa e impegnativa", che "dobbiamo realizzare noi" perché "non poteva realizzarsi in un giorno". ...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

A Capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio: la Terra rallenta!

A capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio - la Terra rallentaUn "salto" di un secondo verrà aggiunto al conto alla rovescia di questo Capodanno per compensare il rallentamento nella velocità di rotazione della Terra.  Il secondo "extra" accadrà non appena l'orologio toccherà la mezzanotte e verranno "create" le ore 23:59:60, posticipando momentaneamente l'arrivo del Capodanno. Il secondo...--> LEGGI TUTTO

BIOMETRIA, IL FUTURO DELLA SICUREZZA

biometriaRiconoscimento dell'iride, facciale e del movimento della mano durante la firma: le nuove strategie per prevenire i furti e le loro possibili applicazioni Un uomo si avvicina a una stanza blindata. Per entrare niente password o codici di sicurezza, ma l'accostamento degli occhi a un...--> LEGGI TUTTO

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Guest post

Il gioco responsabile al tempo del mobile

casino mobile La crescente diffusione delle nuove tecnologie ha radicalmente modificato gli stili di vita e le abitudini degli individui, contribuendo alla formazione di una cultura sempre più digitale. Dal 13° rapporto Censis-Ucsi sulla Comunicazione (2016) emerge che il 74% della popolazione italiana ha libero accesso ad una...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Pigi Battista a Paragone: i bambini non sono proprietà dei genitori.

Paragone Pigi Battista Nell'annoso dibattito sui vaccini, ci sono i Free Vax, i No Vax, e poi i Pigi Battista. Quelli che "i bambini non sono di proprietà dei genitori". Certamente non sono una proprietà, così come si intende un oggetto acquistato e privo di diritti. Ma il sottinteso...GUARDA

Rula Jebreal a Porro: tu, uomo bianco sessista!

PORRO VS RULA Scontro tra Rula Jebreal e Nicola Porro: "tu uomo bianco sessista che punti il dito contro una come me"....GUARDA

Barbara Lezzi maltratta Luigi Marattin a Omnibus

Barbara Lezzi Luigi Marattin Barbara Lezzi (M5S) si confronta duramente con Luigi Marattin, consigliere economico della Presidenza del Consiglio, sui dati della disoccupazione che vede l'Italia, nonostante la "cura Renzi", aumentare il distacco rispetto alla media europea. Ricordati di VOTARE Byoblu ai Macchianera Internet Awards...GUARDA

Ilaria Bifarini – L’Ocse dice che tra 60 anni siamo fritti

Ilaria Bifarini, nota al pubblico di Byoblu per la sua intervista di esordio "Neoliberismo e Manipolazione di massa - storia di una bocconiana redenta", approda a Coffee Break, su LA7. "Il modello a tendere degli economisti dell'OCSE da qui a 60 anni, in un report che ho visto personalmente, sarà sempre peggiore: salari sempre più passi e sempre più disuguaglianza". Ilaria Bifarini, nota al pubblico di Byoblu per la sua intervista di esordio "Neoliberismo e Manipolazione di massa - storia di una bocconiana redenta", approda a Coffee Break, su LA7. "Il modello a tendere degli economisti dell'OCSE da qui a 60 anni, in un report che ho...GUARDA

Diego Fusaro: il Sacro Romano Impero della finanza e delle banche

Innanzitutto siamo entrati in un Sacro Romano impero della finanza in cui il sistema bancario detta legge, e noi sventurate plebi europee dobbiamo fare i sacrifici: "sacrum facere". Appunto qualcosa di religioso in nome del sistema bancario, una divinità demiurgica: le sofferenze sono sempre quelle del sistema bancario...GUARDA

Primarie Pd: il confronto Sky tra Renzi, Emiliano e Orlando – Integrale

Confronto Sky Renzi Emiliano Renzi Primarie Pd Integrale - PlayIl confronto Sky tra Matteo Renzi, Michele Emiliano e Andrea Orlando per le primarie Pd - Versione Integrale. ...GUARDA

Fusaro Vs Friedman – L’immigrazione è deportazione di massa: nuovi schiavi contro vecchi schiavi.

Fusaro Vs Friedman Diego Fusaro: "La storia delle ONG che vanno a prendere i poveri migranti che rischiano di annegare è la grande narrazione edulcorante con cui si mettono in pace le coscenze. Il compito della filosofia però è pensare altrimenti e criticare l'esistente, rovesciando le mappe dominanti. Continuiamo...GUARDA

Sgarbi vs Telese: Io non me ne vado, te ne vai tu!

Sgarbi Vs TeleseVittorio Sgarbi manda a quel paese la Costamagna e Luca Telese, e all'invito a lasciare lo studio risponde al conduttore di andarsene lui. Il tema è quello della legittima difesa dagli intrusori in ambito domestico. ...GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>