Tutte le colpe della BCE

m_draghi

di PierGiorgio Gawronski

 Pochi anni fa, era la primavera del 2011, la Banca Centrale Europea alzava i tassi d’interesse per impedire il surriscaldamento dell’economia. In tutta Europa, infatti, la capacità produttiva era satura, né si trovavano capannoni liberi dove aprire nuove aziende. Le imprese si contendevano i lavoratori – stremati dagli straordinari – a colpi di aumenti salariali. Il boom generava un chiaro rischio di iperinflazione tipo Zimbabwe, come avvertivano i liberisti anche sul Fatto Quotidiano. Perciò la Bce fu costretta ad alzare i tassi una seconda volta (luglio 2011). O no?

 Alcuni sedicenti economisti keynesiani, in quel tempo, accusavano la Bce di essere “in mano a degli incompetenti”, e fantasticavano di crolli dei titoli del debito pubblico, collasso dell’euro, disoccupazione di massa, depressione, crisi democratica. Nel resto del mondo prevalevano pericolose politiche monetarie non ortodosse: quantitative easing (QE), forward guidance, estensione diretta del credito alle imprese. Le banche centrali inoltre assicuravano la stabilità degli spread, a livelli bassissimi sempre e comunque, e a costo zero, semplicemente gestendo le aspettative. Ma alla Bce spiegavano che loro mai avrebbe potuto attuare tali politiche, essendo vietate dai Trattati Europei. Draghi al Financial Times nel dicembre 2011:

ALBERTO BAGNAI - CE LO CHIEDE LEUROPA-BLOG-VIDEOICON

– Draghi: Quantitative easing? La gente deve accettare il fatto che noi resteremo nell’alveo del nostro mandato.
Ft: Ma non c’è nulla nello Statuto della Bce che limiti gli acquisti di titoli pubblici… o altri interventi simili a quelli di altre banche centrali… Usa e Uk?
– Draghi: Non credo che distruggere la credibilità della Bce sia una buona idea!

 Ma nell’estate 2012, le previsioni keynesiane si erano tutte avverate. Per salvare l’euro la Bce aveva dovuto acquistare titoli pubblici, fare marcia indietro sui tassi d’interesse, salvare le banche, e apporre la sua garanzia sui titoli pubblici. La finanza era salva, l’economia reale ancora no. Uno dei sedicenti economisti avvertì: “è iniziata la ritirata dei liberisti, orchestrata dalla Bce… ma per salvare la faccia ai funzionari europei e ai politici, il cambio di politiche economiche sarà molto lento; nel frattempo i danni economici saranno gravissimi”.

 Nell’estate 2013 la Bce ha continuato a modificare la sua posizione. Prima ha riconosciuto che sì, c’era una crisi di domanda (cinque anni dopo); ma – ha detto – c’era ancora spazio per abbassare i tassi, perciò il QE era inutile. Poi il QE e le “manovre non convenzionali” divennero “una possibilità”, ma solo contro la deflazione “improbabile”. Infine ieri la Bce ha ipotizzato l’uso del QE contro la “bassa inflazione” (non solo deflazione). Draghi ha persino elencato (tre anni dopo) tutti i danni che secondo i sedicenti economisti provoca la bassa inflazione: aumento del peso dei debiti pubblici e privati, calo dei consumi, squilibri competitivi intra-europei.

 Ma la Bce ancora gioca a confondere le carte. Da mesi ripete: “Siamo pronti ad agire!”, ma non agisce. Definisce le proprie politiche accomodanti quando non lo sono. Denuncia la “prolungata stagnazione”, ma non sa ancora come fare il QE senza smentirsi. In Europa non esiste un mercato di assed backed securities (cartolarizzazione di impieghi bancari) adeguato, mentre l’acquisto di titoli pubblici (come fanno tutte le banche centrali), contraddice l’ideologia ufficiale.

Morale:

  1. emerge che i Trattati Europei non ponevano i divieti che si diceva, altrimenti oggi non si potrebbe fare quello che ieri non si poteva. La politica e la Bce si sono nascoste dietro a regole immaginarie, al fine di coartare la volontà popolare. La libera stampa ha avallato e ha una grave responsabilità in questa vicenda;
  2. se anche oggi si facesse qualcosa di vietato dai Trattati, è perché la realtà, la necessità l’impone; vuol solo dire che i Trattati sono irrealistici e sbagliati. Il tentativo di Bce e Commissione di nascondere gli errori commessi blocca il dibattito sulla riforma dei Trattati, o su una loro interpretazione più moderna e realista;
  3. se un governo vuole davvero cambiare l’Europa, deve cominciare dalla Bce;
  4. i ritardi della Bce sono disastrosi: le politiche monetarie deflattive sono un macigno sulla strada di qualsiasi ripresa economica; il “fare in fretta” che conta è quello della Bce;
  5. il QE è un’arma troppo debole per combattere efficacemente la depressione: ci vuole un nuovo paradigma.

COME SI ESCE DALLEURO-Blog-VideoIcon


nota importante: il presente articolo e tutte le pubblicazioni di questo blog sono da intendersi come contributo personale alla discussione pubblica e in nessun caso sono riferibili o rappresentano le intenzioni di programma o la visione politica o economica del Movimento 5 Stelle che, per quanto sovrapponibile in parte, in toto o per nulla, ha come punto di riferimento ufficiale il blog di Beppe Grillo e quello degli eletti al Parlamento italiano.  

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

55 risposte a Tutte le colpe della BCE

  • 25

    Tra i rischi di rimanere nell’euro vi è quello del default, e di raggiungere i livelli greci di disoccupazione. Non dico che uscire da questa moneta sia la PANACEA di tutti i mali… ma bisogna cominciare a capire qual è il rapporto costo/benefici: non c’è NESSUN indice macroeconomico positivo nel periodo euro. E anche prima dell’euro, il tasso fisso pre-Euro, L’ECU, aveva fatto cominciare a scendere gli indici economici. E lo SME prima ancora dell’ECU. Di fatto l’unico periodo in cui la nostra economia REALE ha avuto una boccata d’ossigeno è con l’uscita dallo SME (Sistema Monetario Europeo) nel ’92. Abbiamo SVALUTATO fino al ’95 (stabilizzandoci nel ’96) per un totale di quasi il 40% e, contrariamente a quanto anche allora molti sostenevano, abbiamo riscontrato esportazioni e profitti su larga scala [nel ’95 l’Italia per guadagni è PRIMA (+3 PIL) sopra Usa (+2 PIL) e Germania (+1 PIL)], e l’inflazione SCESE di 0,1 punti percentuali. Siamo andati calando dal 1997, guarda caso proprio quando ci siamo riagganciati ad un tasso fisso monetario: l’ECU, la valuta pre-Euro. E precipitati nell’abisso con l’Euro vero e proprio, in cui non abbiamo più potuto svalutare per acquistare competitività, se non svalutando direttamente i salari dei nostri lavoratori.
    Magari oggi con l’uscita dall’euro non saremo così fortunati come nel ’92-’96, in quanto il decennio-euro ci ha portato via anche molte industrie, ma di sicuro non è SCIENTIFICO affermare che automaticamente fuori dall’euro ci sarà la corsa agli sportelli. Non ci sarà se consideriamo che finalmente ricomincerà a fiorire il mercato interno italiano: proprio perché la moneta è svalutata, ciò che gli italiani si potranno permettere di comprare sarà principalmente il “Made in Italy”; e non è un male, perché tutte le aziende, a causa dell’aumento della domanda di prodotti italiani da parte degli stessi italiani, saranno ‘COSTRETTE’ ad assumere lavoratori. DOPO ANNI DI CRISI! Se si riprende a vendere rigirano più soldi. Anche perché le esportazioni, sempre grazie alla moneta svalutata, arriveranno a LIVELLARE le importazioni, per poi SUPERARLE. Fantasia? Di sicuro nel periodo ’92-’96 l’Italia non aveva pozzi di petrolio, eppure i timori inflattivi ed apocalittici si rivelarono del tutto infondati. Quello è stato l’unico periodo in cui le nostre aziende hanno riacquistato competitività rispetto a quelle estere. Hanno prodotto di più, assumendo di più, ed hanno venduto di più, in Italia e sui mercati esteri. Perciò la svalutazione si è rivelata l’unico mezzo applicabile per l’effettivo riequilibrio delle basi monetarie nazionali. Le valute a tassi fissi, come l’euro, invece IMPEDISCONO l’equilibrio, in quanto i cittadini nei paesi con economia più debole, se dispongono di una moneta forte che non rispecchia le reali ricchezze sul suolo nazionale, comprano più all’estero che in casa propria -> CRISI DEI CONSUMI (CROLLO DEL MERCATO INTERNO) -> le aziende italiane licenziano -> aumenta la DISOCCUPAZIONE -> si acuisce la CRISI DEI CONSUMI -> le imprese CHIUDONO -> CIRCOLO VIZIOSO DI RECESSIONE.

    • 25.1
      Clesippo Geganio

      non vi è dubbio che la moneta unica così concepita è criminogena, che debba essere modificata radicalmente o cambiata del tutto con una valuta più consona alle esigenze dei popolo e non ad uso e consumo delle banche affamatrici, ma per onestà dobbiamo riconoscere che la nostra politica non è in grado di cambiare né modificare nulla del sistema interno figuriamoci di quello europeo, perchè? Avete visto le nuove nomine politiche per gestire le aziende strategiche nazionali assegnate alla vecchia nomenclatura affaristica e familistica in parte implicata in vicende giudiziarie ed in pieni conflitti d’interessi imprenditoriali tra pubblico e privato, traducibili inevitabilmente in corruzione etico-morale.
      Quindi cari italiani i traditori della Patria li abbiamo a casa nostra, chi vilipende la Costituzione è al Governo di questa nazione che ha dato “mandato” con queste nomine alla svendita dello Stato Italiano per fare cassa.

      p.s. in previsione delle elezioni europee è già iniziata la campagna diffamatoria contro il M5S come dimostrato ieri sera a Piazzapulita.

  • 24
    novecento

    Mamma Mia Claudio…….
    Che foto inquietante!!!
    Meglio l’esorcista!!!!

  • 23
    Clesippo Geganio

    700 dirigenti dell’Agenzia della Entrate assunti per incarichi prestigiosi e di responsabilità pagati profumatamente grazie a nomine politiche senza regolare concorso pubblico, il rischio che il lavoro svolto da costoro sia inficiato per la mancanza dei requisiti minimi richieste per Legge, i soldi da noi però li hanno presi continuando a percepire stipendi d’oro!!!
    Ecco a cosa mi riferisco per corruzione etica morale e politica che incancrenisce l’Italia e gli italiani, sappiate che in tutti gli Enti pubblici di questa nazione di corrotti e corruttori albergano migliaia di incapaci negligenti e delinquenti che come metastasi uccidono il tessuto sociale economico e produttivo sano del Paese.

    Prima di riprenderci la sovranità monetaria e politica necessita derattizzare e disinfestare l’Italia da questi parassiti.

  • 22
    NeroLucente

    Chi propone il referendum commette una serie di sciocchezze.

    Tra i rischi dell’uscita dall’euro vi è quello della corsa agli sportelli, che si risolve fondamentalmente attuando il cambio di moneta all’insaputa di tutti e contemporaneamente ad un periodo di sospensione di qualunque forma di prelievo. Con il referendum è chiaro che questo tipo di timore per i propri depositi sarà immediatamente riscontrabile al momento dell’esito o anche prima.

    Che il referendum sia l’errore più grande del M5S dovrebbero averlo capito per primi gli iscritti.

    • 22.1

      Tra i rischi di rimanere nell’euro vi è quello del default, e di raggiungere i livelli greci di disoccupazione. Non dico che uscire da questa moneta sia la PANACEA di tutti i mali… ma bisogna cominciare a capire qual è il rapporto costo/benefici: non c’è NESSUN indice macroeconomico positivo nel periodo euro. E anche prima dell’euro, il tasso fisso pre-Euro, L’ECU, aveva fatto cominciare a scendere gli indici economici. E lo SME prima ancora dell’ECU. Di fatto l’unico periodo in cui la nostra economia REALE ha avuto una boccata d’ossigeno è con l’uscita dallo SME (Sistema Monetario Europeo) nel ’92. Abbiamo SVALUTATO fino al ’95 (stabilizzandoci nel ’96) per un totale di quasi il 40% e, contrariamente a quanto anche allora molti sostenevano, abbiamo riscontrato esportazioni e profitti su larga scala [nel ’95 l’Italia per guadagni è PRIMA (+3 PIL) sopra Usa (+2 PIL) e Germania (+1 PIL)], e l’inflazione SCESE di 0,1 punti percentuali. Siamo andati calando dal 1997, guarda caso proprio quando ci siamo riagganciati ad un tasso fisso monetario: l’ECU, la valuta pre-Euro. E precipitati nell’abisso con l’Euro vero e proprio, in cui non abbiamo più potuto svalutare per acquistare competitività, se non svalutando direttamente i salari dei nostri lavoratori.
      Magari oggi con l’uscita dall’euro non saremo così fortunati come nel ’92-’96, in quanto il decennio-euro ci ha portato via anche molte industrie, ma di sicuro non è SCIENTIFICO affermare che automaticamente fuori dall’euro ci sarà la corsa agli sportelli. Non ci sarà se consideriamo che finalmente ricomincerà a fiorire il mercato interno italiano: proprio perché la moneta è svalutata, ciò che gli italiani si potranno permettere di comprare sarà principalmente il “Made in Italy”; e non è un male, perché tutte le aziende, a causa dell’aumento della domanda di prodotti italiani da parte degli stessi italiani, saranno ‘COSTRETTE’ ad assumere lavoratori. DOPO ANNI DI CRISI! Se si riprende a vendere rigirano più soldi. Anche perché le esportazioni, sempre grazie alla moneta svalutata, arriveranno a LIVELLARE le importazioni, per poi SUPERARLE. Fantasia? Di sicuro nel periodo ’92-’96 l’Italia non aveva pozzi di petrolio, eppure i timori inflattivi ed apocalittici si rivelarono del tutto infondati. Quello è stato l’unico periodo in cui le nostre aziende hanno riacquistato competitività rispetto a quelle estere. Hanno prodotto di più, assumendo di più, ed hanno venduto di più, in Italia e sui mercati esteri. Perciò la svalutazione si è rivelata l’unico mezzo applicabile per l’effettivo riequilibrio delle basi monetarie nazionali. Le valute a tassi fissi, come l’euro, invece IMPEDISCONO l’equilibrio, in quanto i cittadini nei paesi con economia più debole, se dispongono di una moneta forte che non rispecchia le reali ricchezze sul suolo nazionale, comprano più all’estero che in casa propria -> CRISI DEI CONSUMI (CROLLO DEL MERCATO INTERNO) -> le aziende italiane licenziano -> aumenta la DISOCCUPAZIONE -> si acuisce la CRISI DEI CONSUMI -> le imprese CHIUDONO -> CIRCOLO VIZIOSO DI RECESSIONE.

  • 21

    Ragazzi, qui il buon Claudio Messora posta l’economista Claudio Borghi, che ci dice di uscire dall’euro. Ma Borghi stesso è inferocito con il M5S perché non è radicale sul tema (non prende posizione netta né a favore né contro l’euro) e perché anzi propone ‘solo’ un referendum. Che in effetti sarebbe la cosa più giusta, ma i cittadini italiani non potrebbero comunque andare a votarlo, in quanto esso è un referendum PROPOSITIVO (non abrogativo). OCCORRE PERCIO’ CAMBIARE QUESTA ‘POSTILLA’ SUI REFERENDUM NELLA COSTITUZIONE, PER COSI’ AUTORIZZARE legalmente LA VOTAZIONE SUL TEMA EURO.
    Svolgere questa modificazione nella Costituzione deve essere allora la PRIMA PRIORITA’ per quanto riguarda i propositi M5S in vista delle elezioni europee!! Altrimenti il M5S prende per il c**o tutti i CONTRO-euro che lo hanno votato. E dato che i CONTRO-euro NON SONO UNA FETTA TRASCURABILE, questa priorità per il M5S deve essere la prima! Se infatti finora il M5S non si è schierato per paura di perdere gli elettori PRO-euro, se ora il M5S non mette in cima alla classifica delle sue priorità la modifica alla costituzione sui referendum la fetta degli elettori CONTRO-euro alle elezioni europee rischierà di spezzarsi, perché sarà costretta a votare alle europee C.Borghi (che si è rassegnato alla Lega Nord -che però ha solo il 4% dei consensi-). Quindi a maggio con le europee, se l’elettorato si divide, rischiamo che non le vinca né Borghi né il M5S. Rischiamo seriamente che le vincano chi a prescindere vorrà farci RIMANERE nell’euro, senza che nessuno possa sperare di votare su nulla.

  • 20
    Clesippo Geganio

    se non fosse per la ventata di aria pulita portata dal M5S la politica italiana sarebbe in putrefazione, in decomposizione etica e morale da 20 anni per colpa di quei Sinistrati mentali e Destroidi strakazzari a tal punto da lasciare spazio alla “Triade” di criminali per dettare l’agenda politica economica e finanziaria italiana, avallata da un presidente della repubblica prima con Monti poi Letta ora con Renzi garanti degli interessi tedeschi, inglesi, francesi e usa; se noi popolo italiano non riusciamo a manifestare la sovranità popolare rieleggendo con elezioni democratiche una classe politica di persone nuove=oneste=corrette=nazionaliste è pressochè inutile riottenere la sovranità nazionale economica e politica.
    Se non siamo in grado di farlo allora preferisco che l’Italia scompaia, che sul pennone più alto del Quirinale venga ammainato il tricolore e sventolino altre bandiere, tedesca, UK, USA non ha importanza che questa nazione incancrenita putrida scompaia per sempre.

  • 19
    christian venuto

    pero’ scusa Claudio:io ti stimo e ti seguo:leggo l’articolo,e scorrrono i video di Bagnai e di Borghi,che hanno avuto parecchio da ridire con le posizioni tenute dal M5s sul tema euro exit.movimento di cui fai parte.va bene la coerenza tenuta da Grillo,ma cambiare idea,e scendere dal piedistallo,in nome di una giusta causa come l’uscita da questa eurofollia,non guasterebbe…

  • 18
    Clesippo Geganio

    sempre in merito alla balordaggine di chi ci governa…..

    Il D.L. 149/2013 convertito dalla Legge 13/2014 abolendo il
    finanziamento diretto ai partiti ha introdotto un sistema di contribuzione volontaria; in particolare, l’articolo 12 del citato decreto ha previsto che ciascun contribuente possa destinare il due per mille della propria Irpef a favore di un partito politico.

    Possono utilizzare la scheda per effettuare la scelta della destinazione
    volontaria del due per mille dell’Irpef in favore dei partiti politici già a
    decorrere dal 2014.

    Questi i partiti che percepiranno il 2 per mille: Fratelli d’Italia, Lega, Forza Italia, Partito Autonomista Tirolese, Pd (che spera così di alleggerire il passivo di oltre sette milioni di euro previsto nel bilancio del 2013), Partito Socialista, Sel, Scelta Civica, Svp, Udc e Union Valdôtaine.

    Il M5S per volontà propria ha escluso la partecipazione a tali rimborsi o contributi.

    Il M5S non è un partito e non vuole i soldi del tuo 2 per mille. Il M5S ha
    restituito 42 milioni di euro di rimborsi elettorali, si finanzia con il
    lavoro e le piccole donazioni volontarie degli attivisti e sostenitori di tutta
    Italia dimostrando che non servono soldi pubblici per fare politica.

    Se mai un giorno ci sarà sovranità nazionale politica ed economica ESIGO VOGLIO e PRETENDO che la governi il M5S.

  • 17
    NeroLucente

    12.1 Mr Age

    Nella nostra situazione il debito è un ostacolo al funzionamento dell’economia oltre che, come hai giustamente scritto, un arma ricattatoria.
    Ma io non mi riferivo alle condizioni attuali, è chiaro che parlavo in situazione di sovranità monetaria.

    Cito i soliti esempi noti, Giappone per primo, loro pagano l’un percento d’interessi…

    • 17.1
      Mr. Age

      Ovviamente se ti riferisci ad una situazione di sovranità monetaria il discorso cambia, anche se in caso di vera sovranità è lo stato che direttamente emette la moneta e quindi non ha bisogno di fare nessun tipo di debito (Vedi le 500lire di Moro)

    • 17.2
      Clesippo Geganio

      ma di quale sovranità monetaria parlate se poi chi Governa l’Italia fa gli interessi di cricche & lobby?

      Quei 7,5 MLD di €uro regalati alle banche saranno spacchettai in azioni quotate….. per agevolare tale processo di ricomposizione dell’azionariato, la Banca d’Italia ha facoltà di riacquistare temporaneamente le quote. In questo caso la Banca d’Italia (il Tesoro in ultima istanza) trasferirebbe sostanzialmente, non solo contabilmente, liquidità alle banche oggi proprietarie in cambio di quote azionarie, il Governo/Tesoro prima rivaluta contabilmente le quote delle banche in Banca d’Italia e poi se le ricompra al nuovo elevatissimo prezzo perché altrimenti la Banca d’Italia perderebbe indipendenza, azioni/quote che rivenderà ad un prezzo basso perchè l’Italia non ha una politica credibile.

      Qualcuno capace faccia un calcolo reale di quanti soldi pubblici verranno regalati ai privati con questa operazione di “Stato” perchè sono molto più di 7,5 MLD di €uro, con danni recati sono più del doppio.

    • 17.3
      Mr. Age

      @ Clesippo
      Premesso che concordo sulla truffa perpetrata a danno del popolo italiano riguardo alla vicenda della BdI.
      Volevo solo farti notare che per avere la sovranità monetaria non c’è bisogno di una banca.
      La moneta può essere emessa direttamente dal ministero del tesoro attraverso la zecca, come , del resto, è già avvenuto in varie occasioni nella storia italiana, in particolar modo con le famose 500lire di Moro.
      Infatti su queste banconote da 500 lire non era presente la dicitura banca d’italia e la firma del governatore, ma vi era scritto:
      REPUBBLICA ITALIANA
      LA FIRMA DEL DIRETTORE GENERALE DEL TESORO
      E ALTRI FUNZIONARI
      BIGLIETTO DI STATO A CORSO LEGALE

      Questa è la vera sovranità monetaria!

      P.S. i 7.5 mld sono solo la punta dell’iceberg, c’è la questione della proprietà delle riserve che ammontano a circa 100 MLD di € in oro e altre valute!!!!

    • 17.4
      Clesippo Geganio

      Mr.Age, se ti accontenti di spostare la sovranità monetaria da un gruppo di delinquenti europei ad un èlite di delinquenti nazionali beato Te!
      Ma cambiando l’ordine degli addendi il risultato non cambia.

    • 17.5
      Mr. Age

      @ Clesippo
      Il problema non è tanto se è in mano all’europa o all’italia!
      In questo momento la sovranità monetaria è in mano a privati che indebitano gli stati in cambio di carta, io voglio che sia in mano al popolo come dice la costituzione!

      Non è che l’euro non funziona perchè è gestito male, è il sistema con cui è emessa la moneta che è una truffa, perchè genera un debito maggiore di quanta moneta venga emessa. E di conseguenza fa si che il debito non sia ripagabile!

    • 17.6
      NeroLucente

      @ Clesippo

      A me sembra che continui ad insistere sul tasto corruzione senza distinzione tra Stato e Privato. Eppure la corruzione c’era anche quand’avevamo la disoccupazione al 6%. Perchè ora siamo messi peggio che dopo una guerra mondiale? Perchè dalla crisi gli unici paesi messi peggio sono tutti in eurozona?

      E forse ci si dimentica che la Germania con alcune aziende ha invaso di corruzione la Grecia, il Brasile. Eppure in Italia la notizia passa stranamente in secondo piano, mentre siamo stati bravissimi nel 2011 a parlare per settimane della presunta tangente di ENI su appalti per il petrolio in Kuwait e Iraq.

      Se è pur vero che bisogna partire da un ricambio della classe politica e dirigenziale, la corruzione non si combatte introducendo nuove persone, perchè LE PERSONE sono corrtuttibili, TUTTE, nessuno ci può garantire che nel M5S non vi siano potenziali corrotti o corruttori, cosi come non è stato possibile prevedere che vi fossero dissidenti, NESSUNO PUO’ PREVEDERE I COMPORTAMENTI UMANI.

      E allora come si combatte? Con specifiche leggi (per esempio lo stress test americano) e fornendo mezzi e risorse a chi combatte il fenomeno. E tanto per capirci, se non funzionasse la lotta alla corruzione non sentiremmo nemmeno mezza notizia di corrotti e corruttori… Invece finanza e polizia arrestano perfino marescialli e finanzieri, tanto per restare in tema dell’imprevedibilità dei comportamenti umani.

      E continua a sfuggirti che la BCE non è come la Banca d’Italia, a partire dalla cosa più elementare, immettere nuova moneta, cosa che prima potevamo decidere in autonomia e che ora non possiamo più fare. E se continui a dire che è una questione di corruzione, mi piacerebbe portarti negli USA, Paese dove le lobbies sono imperanti, dove i casi di corruzione sono di grossa portata, ti risulta che stiamo parlando della prima economia del pianeta?

      Ti focalizzi su un problema odioso che fa andare in bestia chiunque, non è però un buon motivo per far finta di non capire cosa sia la questione macroeconomica e quanto sia mooolto più importante.

    • 17.7
      Clesippo Geganio

      @ Nerolucente,
      non mi riferisco alle bustarelle (già reato) ma all’assoluta mancanza di coscienza etico/morale che la classe politica e dirigente italiana manifesta da decenni, per i quali gli interessi personali prevalgono comunque e sempre sugli interessi Istituzionali e di Stato senza mai pagare pegno anche quando colti in flagranza di reato, al contrario all’estero in quelle nazioni da te citate i politici ed affini beccati con le mani nella marmellata vengono defenestrati ancor prima che la magistratura intervenga con sentenze più o meno definitive, permettendo all’establishment dirigente di rimanere credibile ed autorevole quanto e tanto il sistema politico economico e finanziario per i propri connazionali e partner internazionali.

      Forse anche tu come tanti troppi italiani ti sei gradualmente assuefatto a questo sistema da non accorgerti che stiamo incancrenendo culturalmente per aver creato una doppia o tripla morale d’applicare secondo le convenienze.

      Aprite gli occhi italiani! Siamo nel caos totale, ognuno fa come c…o gli pare, ognuno “legifera” per i c…i suoi dal senato e parlamento passando dalle 20 regioni per gli enti provinciali comunali ecc… dove vige la “legge” degli affari propri scientemente organizzati.

    • 17.8
      NeroLucente

      17.7 Clesippo

      Credi che a me non faccia schifo la mancanza d’etica?
      Credi che mi piaccia o mi sia assuefatto all’abuso di potere?
      Che non sia disgustato da comportamenti egoistici e superficiali oltre che truffaldini?
      Io sono convinto che non ci sia nessuno capace di stare calmo dinnanzi ai soprusi, tranne chi li commette.

      Non hai capito prima e continui a non capire.

      Non è con l’integrità e la purezza che si può riportare la nostra economia in positivo. E allora non sbandieramo questa questione come quella risolutiva. NON E’ IL VERO PROBLEMA CHE HA DETERMINATO LA CRISI!!!

      Ma capisco bene che il vessillo di Grillo e del M5S come fu di IDV e come è di Travaglio, sia ancora determinante per coinvolgere l’opinione pubblica, ci sono stato dentro anch’io, ma ammetto che avevo chili di prosciutto sugli occhi.

      E allora, sperando sia l’ultima, l’etica è fondamentale, ma non è con quella che scamperemo alla vittoria dei profitti sui salari.

      • Alessandro

        Ok all’etica, ma questa Bce sta arricchendo dei privati. Vi rendete conto che è una truffa hai danni di tutti i cittadini europei? Tenerci dentro con l’Euro è una manna per loro, più i paesi sono indebitati meglio è! Senza tener conto che si è sfasciata l’ossatura economica dell’Italia e con la tassazione alle stelle come pensate a far uscire il paese dalla crisi?

        Eravamo il paese più imprenditoriale al mondo, nel mio settore eravamo primi esportatori al mondo, come in tanti altri.

        Chi giova da questa situazione? Usa? Germania? Fate due conticini, signori, i nostri bravi politici da più di trent’anni che cercano di farci la pelle (economicamente parlando), e perchè tutti i nuovi presidenti vanno in Germania, Inghilterra, Usa?

        Crisi interna, ok, Borghi è l’unico economista che ha avuto il coraggio di dire in parte le cose come stanno.

        Io la ricetta l’avrei, non sono un economista, ma un imprenditore. M5s è solo l’inizio, uscire dall’Euro è una priorità …

  • 16

    Vorrei che Grillo ascoltasse Borghi e che il M5S fosse per l’uscita unilaterale dall’euro e subito!

  • 15
    alisernio

    Questo blog, ha il merito di aver dato tra i primi, voce a due studiosi quali A.Bagnai e C.Borghi, non va dimenticato, ai miei occhi non ha perso credibilità in quanto qui il dibattito c’è sempre stato e non è organo ufficiale dei 5 stelle. A questa formazione politica però devo muovere la critica di essere stati un po’ tiepidi sull’argomento, forse per timore di perdere voti? Ma i cittadini non dovevano essere informati? Questa sarebbe stata la vera proposta, il cambiamento di una situazione. Non la pallottola d’argento, ma la svolta che ( con una corretta informazione) avrebbe mandato a casa la colpevole classe politico-dirigenziale che ci mantiene in questa apnea e che si propone di risolvere problemi a suon di emergenze. Eliminare tale classe (a suon di bastonate elettorali), ci avrebbe in seguito permesso di fare, da cittadini, il percorso di risanamento anche morale che questo paese chiede.
    Stanti così le cose mi trovo veramente in difficoltà, Le stesse angosce che mi turbavano anni fa quando divenni assiduo lettore di Claudio Messora. Il rischio che le argomentazioni di Alberto Bagnai e di Claudio Borghi non sarebbero ascoltate dal M5S,ha portato partiti della destra bollita (vedi Lega e AN) a farne la loro bandiera.Complimenti! Gli anni passano e per me sono i migliori, Scusate ma ne sono geloso, non so quanto rimarro’ ancora tranquillo, Le valige le avrei pronte, come dice E Bennato “in nome del progresso della nazione, infondo infondo puoi sempre emigrare”
    https://www.youtube.com/watch?v=Et8eiLURIFk

  • 14
    sergio garagnani

    Vi sono momenti come l’attuale, che una persona normale rimane stranita.Perchè? A mio parere perché vi sono troppi programmi televisivi,che sono pieni di soloni , babelloni, banchieri (che parlano solo per i propri interessi) , sindacalisti(che si rendono forse conto che sono stati inadeguati e lo sono al momento storico),politici (da troppo tempo conosciuti),nuovi politici(che si spera non si facciano influenzare da tutti quelli citati ). A toglierti quel poco di fiducia che ti rimane,ci sono i presentatore( roba che se tu fossi straniero di passaggio penseresti che è un deputato di partito da come è fazioso,non solo da come parla né da come si muove impallando ,ma da come interrompe e si autompiace ghignando, senza pensare che il suo stipendio viene pagato con il canone anche da chi non la pensa come lui). Ma non è pensabile che un politico debba compilare nel futuro un test ( con un computer BLINDATO)PER ATTESTARE CHE RIENTRA NEI CANONI DI NORMALITà).Speriamo?

  • 13
    argo29

    Ho paura che sia troppo tardi per qualsiasi scelta di campo abbiamo in mente. M5s si o no ,nulla cambia nei progetti dei potentati finanziari.
    L’euro è lo strumento che le classi dominanti hanno usato per comprimere salari , diritti e costituzioni, bene, ma non dimentichiamo che soprattutto l’euro è lo strumento che spiana la strada all’altra gigantesca mostruosità che è il TTIP dal cui abbraccio mortale non vedo come ci si possa liberare, tenendo conto che i cittadini ancora non hanno capito l’euro figurarsi il resto,è stata fatta un’opera di disinformazione perfetta!Scusate ma la vedo nera.

  • 12
    NeroLucente

    8 Clesippo Geganio

    Il debito non è il demonio.
    Grazie al debito puoi costruire oggi quello che useranno anche i tuoi figli, e nel farlo crei lavoro e quindi reddito.

    Lo stato ordina la costruzione di un ospedale. L’ospedale verrà utilizzato dalle generazioni presenti e quelle future quindi è giusto che un pò venga pagato da noi e un pò da chi verrà dopo. Il debito è lo strumento che permette di creare servizi e quindi ricchezza, rappresenta un problema solo quando diventa insostenibile e per l’Italia non è mai stato un problema cosi grande come qualcuno vuol far credere. Lo è se limiti la crescita, se imponi vincoli, se paghi interessi anomali.

    E non dimentichiamo mai che è cresciuto maggiormente da quanto abbiamo ceduto la nostra sovranità monetaria perchè dal divorzio tra Tesoro e Banca d’Italia non abbiamo più il controllo sugli interessi e nemmeno la facoltà di immettere moneta quando necessario.

    • 12.1
      Mr. Age

      @ Nerolucente
      Normalmente concordo con quello che scrivi, in questo caso devo dissentire, perchè il debito degli stati con le banche centrali private è un mezzo di ricatto verso popoli interi. è un debito non ripagabile visto che la moneta “stampata” (capitale) è sempre meno di quella richiesta indietro (capitale+interessi). Ne è dimostrazione il fatto che il debito degli stati aumenta sempre e non esiste uno stato dove lo si vede diminuire!

  • 11
    sergio garagnani

    Sono perfettamente d’accordo con l’articolo iniziale, ma il fatto dei capannoni gli operai ecc…. è accaduto fino al 2007, almeno in Emilia-Romagna.

  • 10
    Cesare

    Vi faccio i miei più vivi complimenti per aver censurato e non pubblicato il mio intervento di circa un’ora fa. Evidentemente la vostra “pseudo informazione libera” è limitata ai commenti a voi più comodi, consoni e di parte….proprio alla stessa stregua dell’informazione di regime, da voialtri tanto criticata, perseguita e combattuta..!!!
    Bravissimo Messora…!!!!

    • 10.1

      sei un po’ paranoico. Il tuo commento è più sotto (e del resto, non credi che avrei censurato anche questo?).
      Cercate di capire che un blog ha dei meccanismi di difesa, spesso automatici, per eliminare spammer e compagnia bella.
      Per esempio, se non c’è un certo rapporto tra i link pubblicati e il testo scritto, puoi finire nella coda di moderazione (che a causa degli impegni e del fatto che non c’è una redazione non viene sempre controllata).
      Ora, mezzora in ginocchio sui ceci.

    • 10.2
      Cesare

      Le paranoie te le lascio tutte, mio caro Messora…sto ancora aspettando un tuo contatto telefonico che mi avevi richiesto con urgenza più di un anno fa, allorquando eri ospite fisso a “L’ultima Parola” di Paragone, a seguito di una mia mail che affrontava i gravissimi problemi di lavoro degli over 40 – 60 licenziati/disoccupati, privi di ammortizzatori sociali e lontanissimi dalla pensione (legge Fornero docet) a proposito della riqualificazione e ricollocazione dei medesimi (e, se ci pensi bene, il problema rimane drammaticamente attuale, visto che nessuno se ne sta minimamente occupando….ed i continui suicidi di questi giorni/anni ne sono la prova evidente). Dunque evita di fare lo spiritoso e, quanto ai ceci, raccoglili e fatti una bella zuppa calda….magari ti schiarirà le idee e ti farà ritornare la memoria.

      P.S.: per tua norma e regola sono un militante del M5S regolarmente iscritto e candidato alle europee, pur non avendo raggiunto il secondo turno.

      Saluti.

  • 9
    Cesare

    E, dopo avervi sottoposto alla lettura questi articoli di RC, direi che non vi è altro da aggiungere:

    http://www.rischiocalcolato.it/2014/04/fantasma-quntitative-easing-europeo-superiorita-bce.html

    http://www.rischiocalcolato.it/2014/04/uscire-dalleuro-attenti-desiderate-potrebbe-avverarsi.html

    http://www.rischiocalcolato.it/2014/03/amici-liberisti-e-libertari-propio-ora-volete-uscire-dalleuro-io-vi-consiglio-di-aspettare.html

    P.S.: i bimbiminkia come Borghi, Bagnai, Barnard (toh, le tre BBB…quasi come il nostro rating) & C. hanno fatto il loro tempo…!!!!

    Buona domenica a Tutte/i.

    • 9.1
      alisernio

      …in questi articoli ho letto soltanto opinioni, anche discutibili, B.B.B. come li chiami, hanno il merito di aver resuscitato la discussione, in modo pragmatico e ortodosso. Approfondendo e studiando un po’, magari leggendo le loro pubblicazioni, avreste di molto ridotto il livello di baggianate:
      Svalutando voi geni avreste già calcolato anche il livello di inflazione che subiremmo? 5,8,10%. Quale studio lo dimostra? Conoscete i precedenti storici? Non mi pare.

  • 8
    Clesippo Geganio

    @ Mr.Age,
    il debito è estinguibile perchè non è aleatorio, si può in parte compensarlo come ha già indicato il M5S in altra circostanza.
    E’ sufficiente cambiare questa classe politica di falsificatori seriali della realtà.

    • 8.1
      Mr. Age
    • 8.2
      Clesippo Geganio

      chi ha determinato le forme di strozzinaggio bancario legalizzato? La politica balorda!

      chi ha emanato Leggi pro domo banche e sottoscritto quei trattati eurocapestro? La Politica balorda!

      Come vedi il problema non è il denaro in se ma chi lo gestisce e regolamenta.

      Per assurdo l’€uro potrebbero benissimo produrlo in Cina ma se la politica italiana è incapace a stipulare accordi di compravendita, trattare le transizioni eco-monetarie perchè corrotta negligente ed affatto nazionalista non potremmo attribuire le colpe del nostro fallimento ai Cinesi.

      Ciò non toglie il fatto che dobbiamo intervenire pesantemente in comunità europea a suon di ricatti e minacce per ottenere la revoca o correzione radicale di quei trattati-accordi economicofinanziari criminali, sottoscritti anche dalla nostra politica condotta da delinquenti.

    • 8.3
      Mr. Age

      @ Clesippo
      “chi ha determinato le forme di strozzinaggio bancario legalizzato? La politica balorda!”

      Concordo pienamente, proprio per questo ce l’ho anche col M5S perchè tace questi argomenti o li mistifica dicendo che si può ridurre il debito o quando parla di eurobond e di referendum vari.

      Che tu non sappia come funziona il debito o che tu non sappia che sia realmente inestinguibile è nella norma, ma che il M5S non faccia niente per informarti correttamente è preoccupante!

      IL problema non è chi produce il denaro, ma di chi è la proprietà! Ti rinnovo l’invito a leggere Auriti.

    • 8.4
      Clesippo Geganio

      vuoi tornare all’autarchia, sarebbe una scelta non solo anacronistica ma un suicidio, il sistema economico globalizzato è composto da macro regioni economicamente in espansione o sviluppo produttivo che impongono regimi finanziari e cambi di valuta determinati dalle loro convenienze, chiedere la “secessione” dell’Italia dall’Europa per tornare alla £ira è follia come quella dei Veneti-Serenissimi.

      Al tavolo da gioco dell’€uropoker ci siamo seduti noi di spontanea volontà, ora che ci siamo accorti di giocare con dei bari vogliamo lasciare il tavolo senza provare a cambiare quelle regole decise e sottoscritte anche da noi?

      Il referendum “fuori dall’€uro” proposto da Grillo è propedeutico alle battaglie politiche del M5S per far valere le nostre ragioni portando in UE milioni di voti italiani contrari a questa Europa della finanza criminale.
      Mi spiego, un conto è portare uno o due partiti a Bruxelles che contano 1 forse 2 milioni di voti come Lega + Fd’Italia, altra cosa è arrivarci con il M5S 8.600.000 di voti ed un referendum €uro-abrogativo votato da 20.000.000 (spero) di italiani inc**zati contro l’Unione Europea la BCE e delinquenti al seguito.

    • 8.5
      Mr. Age

      @ Clesippo
      Lascia perdere l’autarchia e la secessione e non mettermi in bocca parole che non ho mai neanche pensato, io parlo di sovranità monetaria!

      Quando mi siedo ad un tavolo con dei bari mi alzo e vengo via prima che posso e non sto certo a trattare con loro i termini per andarmene via!

      L’euro è anticostituzionale non c’è bisogno di nessun referendum, c’è già un organo che deve decidere

    • 8.6
      Clesippo Geganio

      ritornando alla £ira dimostreremo d’essere incapaci di partecipare al tavolo delle trattative economiche e finanziarie comunitarie ed internazionali, avremo un peso politico e decisionale inferiore a quanto ne abbiamo ora, sarebbe come escludersi equivarrebbe al secessionismo per imboccare la strada dell’autarchia.

      Ti rammento che quel tavolo da gioco UE lo abbiamo formato noi italiani insieme ai francesi e tedeschi, cosa facciamo ora i bambini capricciosi perchè gli altri comandano e vincono?

      La mia opinione, andiamo a Bruxelles con il M5S portando il referendum no€uro votato da 20 milioni di italiani mostrando alla Merkel BCE e quanti altri le vere intenzioni degli italiani, per convincerli a revocare trattati e direttive, che non sono stati imposti per volontà Divina.

      Abbiamo necessita di una classe politica autorevole e credibile per cambiare le regole, che può essere fornita solo dal M5S.

    • 8.7
      Mr. Age

      La nuova classe politica che descrivi è talmente autorevole che deve chiedere il permesso alla Merkel per revocare i trattatitruffa……Guarda che per fare il leccapiedi della Merkel abbiamo già RenziLettaMonti!
      Ma sei sicuro di essere un elettore del M5S, perchè una risposta così io me l’aspettavo da un piddino!

    • 8.8
      Clesippo Geganio

      Mr.Age non la buttare in demagogia, forse ti sfugge un fatto senza precedenti storici che la crisi economica occidentale scaturisce dalla scelleratezza della finanza creativa pilotata da colluse agenzie di rating made in the USA and UK, che ambiscono al fallimento europeo per non avere concorrenti negli affari planetari.

    • 8.9
      Mr. Age

      A te invece sfugge che è proprio l’€uro il mezzo con cui cercano di ottenere quel fallimento di cui parli.
      Come più volte ti ho scritto l’€uro (inteso come espressione di un sistema monetario privato) non è una moneta ma un sistema di governo!

      Se ci pensi bene non è un caso che l’UK partecipi alle quote della BCE, ma non abbia adottato l’euro.

      Questo è il nuovo colonialismo, e noi purtroppo ne siamo vittima.

    • 8.10
      Clesippo Geganio

      E’ necessario cambiare giocatori e regole della team UE in corso d’opera per fottere chi ci sta fottendo al tavolo da poker, è chiaro? Tu insiste nel voler cambiare le carte da gioco ma le regole rimarrebbero le stesse perchè imposte da altri.

      Tu, Borghi, Bagnai ecc…. vorreste giocare a poker = sistema economico e finanziario planetario con le carte da mercante in fiera!

    • 8.11
      Mr. Age

      Te invece vuoi continuare a sedere ad un tavolo di bari che giocano con carte truccate, e magari pensi anche di vincere!

      te l’ho già detto non mettermi parole in bocca che non ho detto, non ho mai citato ne Borghi ne Bagnai, ma ti ho invitato a leggere gli studi giuridici di Auriti!

      Io ho detto che da un tavolo di bari ci alza e non si gioca più perchè con le carte truccate non si può giocare alla pari.

      Non sono solo io a dirlo ma è la Costituzione Italiana:
      Art. 1
      L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro.
      La SOVRANITà appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione.

      Art. 11
      L’Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali; consente, in CONDIZIONI DI PARITà con gli altri Stati, alle limitazioni di sovranità necessarie ad un ordinamento che assicuri la pace e la giustizia fra le Nazioni; promuove e favorisce le organizzazioni internazionali rivolte a tale scopo.

      Sintetizzando:
      La Sovranità(anche monetaria) deve essere del popolo e non della BCE, può essere limitata ma solo in condizioni di parità con gli altri stati e questo evidentemente non sta avvendo perchè stiamo giocando con carte truccate ad un tavolo di bari!

      Spero di essere stato più chiaro!

  • 7
    Alessandro

    Vedo che molti sono confusi. La Bce sta solo facendo i propri interessi, come qualunque attività privata. Spinta anche da Stati, come Germania ed altri, i nostri politici si sono venduti ad una Lobby che ha preteso che affondassimo. Ci sono riusciti. Questa politica è iniziata negli anni 70′, elevata tassazione e burocrazia, moneta gestita da privati esteri, ha permesso al paese più imprenditoriale al mondo, di collassare.

    E’ solo da parte dei cittadini che avverrà il cambiamento.
    Il cittadino deve decidere le politiche, non delegare bandiere, partiti o chiamateli come volete.

  • 6

    fin’ora la lega che adesso si sveglia noeruo cosa ha fatto in europa per uscire dall’euro ?

    NIENTE

  • 5

    Caro Claudio, ci dovevate preparare ed informare sull’euro, per fare sto cavolo di referendum…quanto tempo perso?? perchè?? e adesso che vedete Lega e FdI che cavalcano onda noeuro, vi risvegliate? peccato che in questo lasso di tempo di mancata informazione, gli altri vi passano davanti indicandovi come PUDE, come dargli torto…direi che non è stata un gran strategia..cmq prima delle europee c’è ancora un po’ di tempo, se vi date da fare sull’informazione bene, altrimenti io e tanti altri che hanno a cuore l’Italia, voteremo il partito che dice chiaramente NO EURO… io so che tu sai

    • 5.1
      luca

      che era lo stesso partito che diceva chiaramente NO ROMA ..poi abbiam visto com’è finita..era lo stesso partito che diceva chiaramente NO CLANDESTINI ..poi abbiam visto com’è finita…era lo stesso che diceva chiaramente NO TASSE …abbiam visto com’è finita..

      Forse anche altri dovrebbero svegliarsi una buona volta e capire che non basta dire NO EURO per risolvere il problema dell euro, servono tante altre cose. Cose che palesemente a “quel partito” mancano altrimenti non avrebbe bisogno di comportarsi come il perfetto partito civetta.

  • 4
    loiacono

    sentite, dite quello che vi pare, ma la BCE ha delle responsabilita’ enormi. prima ci togliamo da questa Europa e ci stacchiamo dalla Germania e meglio e’. Altrimenti votiamo M5S che almeno in Europa cominceranno a rompere.

  • 3
    Virus

    Le avvertenze piccole, piccole…

    E’ tardi oramai, lo shock ci sarà.

    In quest’anno si sarebbe potuto fare molto sull’informazione da parte del M5S: invece che cittadini italiani abbiamo formato?

    Una massa di imbecilli livorosi che si suicidano chiedendo meno stato, tagli, meno spesa pubblica. Come nel ’92, come la lega di Miglio… che tristezza.

    Il M5S non avrà il NOSTRO voto.

    Ormai è inutile parlare anche di QE, visto che qualsiasi keynesiano (che alla fine è sinonimo di “macroeconomista”, il resto è economia “lecca-lecca il ku*o del Paperone”) sa che è poco più che acqua fresca:

    E’NECESSARIO AVERE DELLE POLITICHE ESPANSIVE A LIVELLO FISCALE DA SUBITO E DISSOLVERE ORDINATAMENTE L’EUROZONA: con Germania che si leva dalle palle per prima.

    Chi ha la responsabilità della comunicazione in beppegrillo.it ha la responsabilità di migliaia di famiglie distrutte, tanto quanto il resto della “casta”.

    Spero che per questo tradimento Grillo, Casaleggio e staff abbiano avuto puntato una pistola alla testa….

    • 3.1
      Occhiodifalco

      Eh già amico, ti ricordi quando abbiamo visto per la prima volta la videointervista di Bagnai ( a cui ho contribuito ndr) ? E quella di Borghi?
      Dove sono adesso?
      Con il moVimento?
      Perché ce le ricicciano fuori ora?
      I misteri della comunicazione…

    • 3.2
      Clesippo Geganio

      @ Virus e Occhiodifalco,

      allora dite a Borghi e Bagnai di candidarsi per cambiare la politica economica e finanziaria italiana, credo che non lo faranno mai, preferiscono dire anziché agire, oppure pensano presuntuosamente che una compagine politica votata da milioni di persone sposi interamente le teorie (rispettabilissime) di uno o due economisti?

  • 2

    Hanno perso ma prima di battere in ritirata faranno ancora del male alle classi sociali deboli.
    La Germania ad esempio ha in serbo la legge per disfarsi degli stranieri disoccupati (revoca del permesso di soggiorno e espulsione per chi non trova lavoro) quindi anche molti italiani che in tempi migliori hanno dato impegno costante per anni, quindi il sudore della fronte, in molti casi la salute e in altri ancora persino la vita.
    É pronta l’Italia per riceverli?

  • 1
    Clesippo Geganio

    chi sono i disonesti, farabutti e delinquenti……
    centinaia di miliardi di €uro e/o Dollari di debito contratto dalla banche ed istituti creditizi variegati con operazioni d’allegra e spregiudicata finanza come:

    • le azioni e titoli rappresentativi di capitale di rischio;
    • le obbligazioni, i Titoli di Stato e gli altri titoli di debito negoziabili sul mercato dei capitali;
    • gli strumenti previsti dal codice civile agli artt. 2346 e 2349;
    • le quote di fondi comuni di investimento;
    • i titoli del mercato monetario;
    • qualsiasi altro titolo che permette di acquisire quelli indicati nei punti precedenti;
    • i contratti futures;
    • i contratti swap (pronti contro termine)
    • i contratti a termine;
    • i contratti di opzione;
    • le più diverse combinazione tra contratti e titoli indicati nei punti precedenti;

    aggiungiamo il gioco (taroccato) in borsa, le bancarotte fraudolente delle stesse banche o di aziende quotate, il fallimento di Stati emettitori di titoli obbligazioni e quant’altro bruciando migliaia di miliardi di Dollari il risultato è chiaro limpido, che le suddette BANCHE indebitate fino al midollo abbiano spalmato i loro debiti sulla popolazione con il consenso della politica governativa internazionale.

    Non mi criticate per la sintesi, spero il senso si comprenda, cioè se manca la Politica esercitata da uomini di coscienza preposti a controllare, limitare, correggere, sanzionare il sistema economico e finanziario balordo o criminale è inutile tornare alla £ira.

    • 1.1
      Mr. Age

      Il debito, contratto da tutti gli stati con le banche centrali è inestinguibile, qualunque politico metti a governare , senza la sovranità monetaria e quindi economica, sarà ricattato dal sitema bancario per quello stesso debito che per definizione è strutturalmente INESTINGUIBILE!

      Un politico che si definisce onesto deve spiegare queste cose ai suoi cittadini, altrimenti è moralmente corrotto e in malafede!

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

Pepe (ex M5S) scatena l’inferno su vaccini e autismo al Senato. Che lo censura.

vaxxed vaccini autismo bartolomeo pepe Vaxxed, la prima europea del film sui vaccini messo alla berlina Il 4 ottobre 2016, Bartolomeo Pepe (senatore ex Movimento 5 Stelle), doveva presentare "Vaxxed - from cover up to catastrophe", il film documentario di Andrew Wakefield sulla discussa relazione tra la vaccinazione contro morbillo, parotite e rosolia e l'autismo. Il...--> LEGGI TUTTO

Tutti gli statuti del Movimento 5 Stelle

ma-quanti-statuti-ha-il-movimento-5-stelledi Paolo Becchi Mentre la stampa è occupata dal gossip a 5 stelle su telefonate in punto di morte tra l’Ayatollah e il guru e dalla kermesse che si è aperta a Palermo per la quale oggi è annunciata l’esibizione di Raggi-o di luce che canterà "Io...--> LEGGI TUTTO

Come mai Jp Morgan, proprio adesso, vuole più deficit?

JP MORGAN AUSTERITY VS SPESA PUBBLICAGli economisti di JP Morgan, la grande banca d’affari Usa, segnalano che per la prima volta dal 2009 tutti i bilanci pubblici dei governi nelle zone industrializzate, Europa, Usa, Giappone e Regno Unito, daranno un contributo positivo alla crescita globale. Merito, secondo loro, di un aumento della spesa pubblica in tutte...--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

La lettera di una mamma lavoratrice che fa venire il magone

Mamme lavoratrici: la triste realtà che si cela dietro alla famiglia del Mulino BiancoPubblico questa lettera (inviata a Beppe Severgnini sul Corriere della Sera), che fa venire il magone non solo a chi l'ha scritta ma anche a me che l'ho letta, e nella quale credo si riconoscano tante, troppe mamme lavoratrici, perché sia motivo di riflessione sul modo in cui si è...--> LEGGI TUTTO

La lobby dello zucchero uccide – i nuovi documenti tenuti nascosti

la lobby dello zucchero uccideNEW YORK: Decine di scienziati, negli Anni 60, furono pagati dall'industria americana dello zucchero per sminuire il collegamento tra consumo di zucchero e problemi cardiaci e spostare così l'attenzione sui grassi saturi. A rivelarlo sono una serie di nuovi documenti scoperti recentemente da un ricercatore della University of California di...--> LEGGI TUTTO

Caro M5S, volete allargare il direttorio? Bene, ma dovreste fare così…

votazione online democrazia direttaBarbara Lezzi, senatrice M5S, ha rilasciato un'intervista al Fatto Quotidiano sulle questioni romane. L'ipotesi, che alcuni organi di stampa dicono condivisa anche dalla Casaleggio Associati, è quella di allargare il direttorio a 30/40 persone. Una vera e propria struttura di intermediazione (di quelle che ancora oggi non sono previste dal "Non...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

Come funziona l’Italia: noi siamo quelli con il fiore in mano

Come funziona l'ItaliaCome funziona l'Italia Ecco come funziona la nostra società. Questa è l'Italia. E, ...caso mai cercaste il pallino "voi siete qui", in questo disegno noi siamo quelli con il fiore in mano....--> LEGGI TUTTO

I nanorobot a controllo mentale che vi osserveranno.

I NANOROBOT A CONTROLLO MENTALE CHE VI OSSERVERANNOPer la prima volta, una creatura vivente è stata controllata dall'uomo utilizzando esclusivamente il pensiero, grazie a nanorobot che hanno rilasciato all'interno di alcuni scarafaggi dosi programmate di farmaci, in risposta all'attività cerebrale di chi ha condotto l'esperimento. Una tecnica che - sostengono già alcuni - potrebbe essere molto utile per il trattamento...--> LEGGI TUTTO

Come fare soldi con un blog

Innanzitutto, come "non" fare soldi con un blog Se vuoi fare soldi con un blog, non aprire un blog di informazione. Tantomeno libera. Se poi vuoi fare un blog di informazione indipendente, inizia a cercarti su AirB&B un paio di metri quadri ancora disponibili, a prezzi stracciati, sotto a qualunque ponte...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Le vostre email

Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Alfano: M5S peggio di fascisti e comunisti

ALFANO: M5S PEGGIO DI FASCISTI E COMUNISTI"Alcuni dirigenti M5S hanno la cecità ideologica di alcuni vecchi comunisti e la feroce violenza di alcuni primi fascisti". Così Angelino Alfano ieri al Corriere della Sera. Di seguito, nel video, la replica di Di Battista: ...GUARDA

Donald Trump Vs Hillary Clinton – Il primo confronto TV Integrale

Donald Trump Vs Hillary Clinton - Il primo confronto TV IntegraleDonald Trump e Hillary Clinton si sono sfidati questa notte nel primo confronto tv delle presidenziali Usa 2016. Ecco il video integrale. ...GUARDA

Di Battista e Di Maio vs Lucia Annunziata al Foro Italico di Palermo

Di Battista e Di Maio vs Lucia Annunziata al Foro Italico di Palermo L'intervista di Lucia Annunziata, a In Mezz'ora, dal Foro Italico di Palermo, ad Alessandro Di Battista e Luigi Di Maio....GUARDA

Sgarbi caga sulla Swiss Air

Vittorio Sgarbi caga sulla Swiss Air Sgarbi "caga" sulla Swiss Air, le hostess gli chiedono di uscire a metà: quello è un bagno di prima classe. Immaginate il seguito (la questione nasconde una discussione sui diritti sottostante: di fronte alle emergenze, è possibile che valga la distinzione "prima classe/seconda classe"?):...GUARDA

USA: la polizia fredda un altro afroamericano, Terence Crutcher

terence-crutcher omicidio polizia USA In Oklahoma la polizia ha ucciso un altro afromericano. Una lunga sequela di uccisioni che dal 2015 porta a 400 l'elenco delle vittime. Gente freddata spesso senza alcuna ragione apparente. (altro…)...GUARDA

Becchi: la stampa contro al M5S? Ma se il blog di Grillo ormai è il Corriere della Sera!

BECCHI: STAMPA CONTRO AL M5S!? MA SE IL BLOG DI GRILLO ORMAI È IL CORRIERE DELLA SERA!Paolo Becchi a Checkpoint parla del grande colpo di stato dell'Euro, dei rapporti tra la stampa e il M5S e del grande spettacolo politico della Casaleggio Associati. ...GUARDA

Roma: Nino Galloni assessore al Bilancio nella giunta Raggi?

Nino Galloni - Io assessore al Bilancio del Comune di Roma, nella giunta di Virginia Raggi? Nino Galloni, ospite a Tagadà su LA7, risponde alle domande sulla sua candidatura ad Assessore al Bilancio e al Patrimonio del Comune di Roma, nella giunta di Virginia Raggi. (altro…)...GUARDA

Matteo Renzi sfotte Paola Taverna: “complotto su Roma”.

matteo renzi sfotte paola taverna su roma complotto Matteo Renzi sfotte Paola Taverna: "ci fanno il complotto su Roma"....GUARDA

Film, libri e Dvd

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>