Dalla forma alle forme

Paola Bacchiddu

Forma e sostanza sono due facce della stessa medaglia. Inscindibili. Si sente spesso dire che bisogna badare solo alla sostanza, in quanto unica depositaria del valore, ma se non ci fossero le forme, i protocolli, i codici etico-morali, sarebbe molto più difficile, se non impossibile, capirsi. La forma è sostanza, come sanno bene i progettisti che operano nel campo del design. I riti, l’esteriorità, l’apparenza, le cerimonie, le celebrazioni, i riconoscimenti, i tributi, una certa retorica istituzionale, hanno un valore, come per esempio la visita di un presidente della Repubblica alla famiglia di un caduto. Parole che spesso vengono percepite come vuote, di circostanza, ma che se non fossero pronunciate diluirebbero la coesione sociale, scioglierebbero i legami di appartenenza, minerebbero le identità comuni.  La forma è un linguaggio: serve a capirsi, a inquadrare accadimenti e comportamenti nel loro giusto contesto. La forma è il frame, la stele di rosetta che traduce le intenzioni, collocandole all’interno di un contesto di riferimento. Un po’ come gli emoticons in un messaggio di testo ne cambiano la chiave di lettura. La forma è il veicolo della sostanza, come il corpo lo è dell’anima. Per questo, in genere, esprime un messaggio coerente. Le celebrazioni per una vittoria sportiva saranno caratterizzate da colori allegri e vivaci, da musica ben ritmata e un bel sorriso sarà considerato adeguato alle circostanze. Di contro, abiti scuri, toni dimessi, musica sacra, parole solenni e il capo reclinato esprimeranno il cordoglio che si deve a un lutto. La sostanza è l’allegria, la vittoria, la soddisfazione in un caso; il dolore, la solidarietà e l’empatia nell’altro. La forma segue. Nelle consuetudini sociali, questa sorta di congruenza è di solito garantita, perché l’obiettivo è la condivisione, la rassicurazione, la riaffermazione dell’identità di gruppo. Ma vi sono ambiti di comunicazione che si prefiggono di raggiungere altri obiettivi. Per esempio nella comunicazione politica, dove le parti sociali si fanno portatrici di interessi diversi e spesso contrapposti, e dove l’esercizio del potere limita la possibilità di accedere agli organi di informazione in maniera equilibrata, il rispetto della continuità tra forma e sostanza può rivelarsi una formula assolutamente inadeguata. Nel mondo dominato dai grandi media mainstream, l’obiettivo della comunicazione politica è innanzitutto quello di muovere l’elefante, di innescare una minuscola serie di reazioni a catena che ottengano l’effetto di infastidirlo al punto da fargli sventolare le orecchie ed emettere un debole barrito. Per risvegliare l’attenzione dell’elefante non bisogna rassicurarlo, ma al contrario stupirlo, spaventarlo, ingannarlo, indurlo ad avere una reazione, fargli credere che dietro a un brusco movimento nel fogliame si agiti qualcosa di grosso. Una volta ottenuta l’attenzione del branco, la forma può svelare la sostanza, che in alcuni casi può rivelarsi opposta alle aspettative. L’inganno ai fini della sopravvivenza, del successo biologico. E’ il principio naturale del camaleonte, delle ali variopinte delle farfalle, degli insetti stecco, dei colori sgargianti di molte creature volanti che segnalano così la propria pericolosità, spesso simulata. Il debole che ottiene dal forte di non essere divorato. Davide contro Golia. Il pensiero laterale contro l’inerzia dei gravi. La leva che solleva il mondo.

Paola Bacchiddu ha invertito la coerenza della continuità tra forma e sostanza, ha fintato e dribblato un terzino possente ma troppo lento, ha dato l’impressione di voler profanare quel tempio sacro della retorica dove le gran sacerdotesse del femminismo custodiscono conquiste mai abbastanza consolidate. Lo ha fatto dichiarando in anticipo la sua mossa perché non potesse essere male interpretata, ma sapeva bene che,  poiché la potenza del visuale è infinitamente superiore a quella del verbale, il messaggio che sarebbe passato per primo sarebbe stato quello più archetipico. Il topolino che sconvolge l’elefante. La forza muscolare del bruto assalitore sfruttata a vantaggio dell’esile contendente. La sostanza dietro alla forma è rassicurante e conservativa (nessuno può accusare Paola di essere sessista o di non comprendere le mortificanti dinamiche della mercificazione del corpo della donna), ma la forma – che è essa stessa sostanza – ha seminato il panico nel branco, ha infranto i luoghi comuni, le regole rigide di un substrato culturale egemone, suscettibile e talmente sensibile da non tollerare nessun atto dissacratorio, al punto da apparire eccessivamente e inutilmente rigido e forse ormai un po’ anacronistico.

Certo, se forma (o in questo caso forme) e sostanza fossero nella circostanza coerenti, allora l’ira degli dei sarebbe apparsa più che giustificata, ma le provocazioni sono un atto irriverente, una burla intellettuale, una manifestazione di libertà del pensiero critico, e nessuna difesa corporativa che miri a tutelare la dignità dei suoi membri, per quanto giusta e sacrosanta, può spingersi fino a limitarne paradossalmente la libertà di espressione. Altrimenti si finisce per distruggere ciò che si intende difendere, e tutto si fa inutile, velleitario e vagamente medievale.

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

6 risposte a Dalla forma alle forme

  • 5
    Clesippo Geganio

    O.T. ma non troppo…. a proposito di forma e sostanza ieri sera Santoro con la nuova trasmissione ANNOUNO ha reso un vero servizio pubblico alla nazione, mostrando agli italiani quanto sia politicamente misero M. Renzi, in confronto Scilipoti sembra uno statista!

  • 4

    Se Davide è la metafora della sostanza e Golia della forma basta una fionda e il sasso della cultura per far decadere la forma. La forma è figlia della contemporaneità che celebra la vanità del nulla; detto questo mi trovo in completo disaccordo su quanto hai scritto.

  • 3

    La politica e’ complessità e la comunicazione e’ importante …. ma che differenza c’è tra usare il corpo per soldi (le olgettine per esempio) e usare il corpo per una ironica e sofisticata provocazione fatta da fini cervelli, venduti per soldi … L’altra europa per “Falsi&ipocriti”

  • 2
    Anas

    Show Your Mind ! Not Your Behind !

  • 1
    luca

    diciamo pure che quando mancano argomentazioni , idee vale sempre la regola del tira più un pelo di f*** che un carro di buoi. Vale al cinema, in TV e quindi pure in politica.. l’italietta che all’estero sfottono (a ragione)

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

Euroinomani: Diego Fusaro e la verità che Porro finge di non capire.

Euroinomani Diego Fusaro: "Appurato il fatto evidente, conclamato, che l'Europa è il nostro problema oggi, per il fatto che sta imponendo politiche depressive, di austerità, di lotta contro i diritti del lavoro e contro i diritti sociali, vi è una sorta di dogmatismo generalizzato che ripete come soluzione, come...--> LEGGI TUTTO

Miracolo della Boldrini: riesce a farmi dare ragione a Pierluigi Battista

Pierluigi Battista - Fake News - Fake What di Pierluigi Battista Peccato, che delusione. Questo dibattito sulla «post-verità», sulle fake news , sul mare di bufale che si amplificano sulla Rete ha preso una brutta piega, persino un po’ paranoica. Peccato, perché da interessante discussione sul valore e la qualità dell’informazione, il nuovo...--> LEGGI TUTTO

Gianluca Ferrara: Trump? Non cambierà niente. Ecco perché.

Trump Gianluca Ferrara - Play di Gianluca Ferrara 26.172, sono il numero di bombe che gli USA hanno sganciato soltanto nel 2016 su sette paesi. Una media spaventosa di 3 ordigni ogni ora. E Dinnanzi a questa ipocrisia che ruotava intorno al Premio Nobel per la pace Barack...--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

Oggi attaccano Byoblu.com. Ma sarà presto un attacco contro tutti i dissidenti.

di Pino Cabras su MegaChip Fa molto bene Claudio Messora a sottolineare che il vero obiettivo della campagna contro le 'fake news' non erano certo quei cialtroni che infestano il web di notizie false, razziste e irresponsabili per acchiappare clic, che pure ci sono e da chissà...--> LEGGI TUTTO

Anche il ministro del Tesoro UK, contro la Brexit, adesso passa tra i grandi speculatori

Ministro del Tesoro UK - Non voleva la Brexit - Ora passa in BlackRock Un altro leader politico europeo (cfr: "E Barroso passa a Goldman Sachs! Taaaaac!") imbocca la cosiddetta “porta girevole” dell’alta finanza. George Osborne, per sei anni ministro del Tesoro britannico fino al referendum sull’Unione Europea del giugno scorso, ha accettato un’offerta della BlackRock per diventare consulente del...--> LEGGI TUTTO

Le fake news su Trump di Repubblica e la post-verità di Michele Serra

di Massimo Mazza L’amaca di Michele Serra è finita in cima alla prima pagina di Repubblica, ma questo non ha evidentemente incentivato il giornalista a migliorare la qualità della sua striscia quotidiana, che oggi registra l’ennesimo scivolone figlio d’approssimazione e ignoranza dei temi...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

A Capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio: la Terra rallenta!

A capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio - la Terra rallentaUn "salto" di un secondo verrà aggiunto al conto alla rovescia di questo Capodanno per compensare il rallentamento nella velocità di rotazione della Terra.  Il secondo "extra" accadrà non appena l'orologio toccherà la mezzanotte e verranno "create" le ore 23:59:60, posticipando momentaneamente l'arrivo del Capodanno. Il secondo...--> LEGGI TUTTO

BIOMETRIA, IL FUTURO DELLA SICUREZZA

biometriaRiconoscimento dell'iride, facciale e del movimento della mano durante la firma: le nuove strategie per prevenire i furti e le loro possibili applicazioni Un uomo si avvicina a una stanza blindata. Per entrare niente password o codici di sicurezza, ma l'accostamento degli occhi a un...--> LEGGI TUTTO

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Le vostre email

Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Fusaro Vs Friedman – L’immigrazione è deportazione di massa: nuovi schiavi contro vecchi schiavi.

Fusaro Vs Friedman Diego Fusaro: "La storia delle ONG che vanno a prendere i poveri migranti che rischiano di annegare è la grande narrazione edulcorante con cui si mettono in pace le coscenze. Il compito della filosofia però è pensare altrimenti e criticare l'esistente, rovesciando le mappe dominanti. Continuiamo...GUARDA

Sgarbi vs Telese: Io non me ne vado, te ne vai tu!

Sgarbi Vs TeleseVittorio Sgarbi manda a quel paese la Costamagna e Luca Telese, e all'invito a lasciare lo studio risponde al conduttore di andarsene lui. Il tema è quello della legittima difesa dagli intrusori in ambito domestico. ...GUARDA

Becchi: la prova che la Germania ha creato l’euro per metterla in quel posto a noi

BECCHI PROVE EURO GERMANIA Paolo Becchi esibisce le prove in diretta tv del fatto che la Germania sapeva che grazie all'Euro "lo avrebbe messo in culo agli italiani". Potremmo svalutare la nostra moneta, e dunque tornare ad essere competitivi, ma ecco pronta la replica: svalutando crescerà l' inflazione. Vale...GUARDA

Diego Fusaro: ma quale new economy? Si chiama lavorare per niente!

Fusaro Diego Fusaro sulla cosiddetta "new economy". Dal caso Amazon in poi, è chiaro che si tratta di un nuovo sistema di sfruttamento dei lavoratori. Il lavoro prevede che ci siano dei diritti e che il lavoratore venga considerato alla stregua di un essere umano portatore di dignità e...GUARDA

Beppe Grillo a Sanremo 1989 – Le penali se dico che i socialisti rubano

Beppe Grillo Sanremo 1989 play Beppe Grillo a San Remo 1989, comunica il suo compenso in diretta e legge le penali previste dal contratto se dice che i socialisti che rubano....GUARDA

Fake news e post-verità: a chi conviene?

fake news post-verità icon play Fake news e post-verità: ormai non parlano d'altro. In Germania, dove presto ci saranno le elezioni, Facebook incarica una organizzazione (finanziata tra gli altri da George Soros) di marchiare a fuoco le notizie ritenute inattendibili. Ma "Fake news", "post-verità" e "debunker" sono solo neologismi, è la neolingua per...GUARDA

Sovranità vs Inflazione – Scontro plastico tra Marco Mori e Salvo Cozzolino

Mori Vs Cuzzolino - Sovranità vs InflazioneMarco Mori vs Salvo Cozzolino è uno scontro che mette in scena il classico campionario degli argomenti contro la sovranità monetaria: inflazione, debito, helicopter money e tutto il resto. Solo una precisazione aggiuntiva per Cozzolino: qualcuno gli dica che dal 1946 al 1970 l'economia andava bene, anche in condizioni di...GUARDA

Lupi ai Cinque Stelle: il referendum sull’euro non lo farete mai. Solo demagogia!

Maurizio Lupi, durante le dichiarazioni di voto per la fiducia alla Camera sul Governo Gentiloni, si rivolge ai Cinque Stelle accusandoli di demagogia, e spiega perché il referendum sull'Euro non si può fare....GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>