Maastricht, il Trattato che nessuno lesse

Giulio Andreotti, che il 7 febbraio 1992 firmò il Trattato di MaastrichtGiulio Andreotti, che il 7 febbraio 1992 firmò il Trattato di Maastricht

di Ida Magli

E’ dal 1992 che ho preso a mio motto e mia guida una riflessione di Giuseppe Verdi: “Dio ci salvi d’aver confidenza nei nostri Re e nelle nazioni straniere.” 

Perché dal 1992? Perché è nel 1992 che Bettino Craxi, nell’ultimo giorno di vita del suo governo, senza dirne neanche una parola agli Italiani, ha firmato il Trattato di Maastricht. Ha consegnato il territorio, la civiltà, la storia, l’identità, l’indipendenza, la sovranità, la lingua, l’economia, la moneta, la bandiera della Nazione Italia agli stranieri.

 La mancanza di una sia pur piccola discussione di fronte ad un Trattato che nessun Popolo, nessuno Stato si sarebbe mai piegato a ratificare se non costretto dai vincitori dopo essere stato sconfitto nella più tragica delle guerre, mi aveva talmente stupito e angosciato che ho impegnato diversi anni a incontrare, parlare, ascoltare le opinioni dei politici di ogni partito, dei sacerdoti e delle  gerarchie della Chiesa, i giornalisti, gli amministratori, i cittadini delle città, dei Comuni, attraversando l’Italia, tappa dopo tappa, dalla Sicilia fino a Trieste e a Bolzano, constatando con certezza soltanto una cosa: che nessuno aveva letto il Trattato, nessuno ne aveva una vera conoscenza, nessuno si era reso conto della gravità del suo contenuto, e che un’aureola dorata circondava l’idea dell’unificazione europea con una cortina così spessa da impedire ogni dubbio. Invano ripetevo, semplificando al massimo il problema, che non si possono sommare le mele con le pere; che la ricchezza dell’Europa è data dalle straordinarie differenze  della lingua, della letteratura, dell’arte, della storia che caratterizzano i suoi singoli popoli, testimoniata con assoluta chiarezza dalla mancanza di una lingua “europea”. Come si possono unificare dei popoli che non parlano la stessa lingua? Il Jobs Act di cui si vanta in questi giorni Matteo Renzi ne è una tragica prova: nessuno si è meravigliato che il suo Capo non adoperi la lingua della nazione che governa nel proclamare le leggi di cui vuole farsi bello davanti alle istituzioni europee (che infatti lo hanno subito elogiato). Eppure la lingua italiana, come ha affermato Leopardi, è la più ricca di termini che esista al mondo e fino a ieri la parola “lavoro” è stata sacra per i poveri cittadini italiani.

 Dopo aver constatato che gli Italiani non potevano contare su nessuno dei propri politici, dei propri Leader, i quali tendevano esclusivamente a creare per se stessi un ricchissimo Impero artificiale, ho cominciato a parlare, a scrivere ininterrottamente articoli e  libri sulla questione dell’Europa, cercando d’ informare gli Italiani sulla tragica realtà che li attendeva: tentativo ovviamente ridicolo dato che ero sola contro tutti e accompagnata perciò dal senso della disperazione. Contro l’Europa, Omaggio agli Italiani, La Dittatura europea, Dopo l’Occidente, oltre a circa 150 articoli sull’argomento europeo, si può dire che dal 1992 non mi sono occupata di altro che di questo: parlare, scrivere, studiare, per la salvezza dell’Italia. Io non possiedo altre armi tranne queste e malgrado sapessi quanto fossero deboli, ho continuato ad adoperarle ogni giorno con l’angoscia di chi è fornito del sapere tecnico, l’antropologia, per analizzare e prevedere lo svolgimento dei fatti ma non può arrestarli. Per questo la riflessione di Giuseppe Verdi mi ha sempre accompagnato: sapevo con certezza che i governanti degli Stati europei ne hanno perseguito volutamente la distruzione. Su questa volontà, su questa consapevolezza, non si possono e non si debbono avere dubbi. Perfino oggi, di fronte alla terribile crisi che sono stati essi stessi a provocare e della quale fanno pagare il conto ai cittadini, i governanti non ammettono la minima discussione sui loro eventuali errori, sull’autorità delle istituzioni europee e sulla necessità di tener fede agli impegni di  Maastricht costi quel che costi. 

 A questo punto, però, i miei sentimenti sono cambiati: basta angoscia, basta disperazione: noi, gli Italiani, ci salveremo. Ci salveremo mettendo a frutto la nostra storia, la nostra intelligenza, il nostro spirito di libertà. Vedendo come siamo spinti al suicidio dai nostri leader, sommersi dall’immigrazione, esortati ogni giorno all’”accoglienza”, a rispettare Maometto e a costruire moschee per i suoi fedeli, costretti dalla più coercitiva delle censure mentali che il Potere abbia mai inventato, il “politicamente corretto” a dimenticarci che la natura ha dotato la specie umana della capacità logica come unico strumento per sopravvivere, adesso diciamo:  basta! 

Ho scritto “Difendere l’Italia”: un’analisi dell’itinerario politico dell’anno 2013, dei tradimenti dei governanti,  e un progetto di ricostruzione dell’indipendenza e della vita sociale in Italia. Ve lo affido.

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

34 risposte a Maastricht, il Trattato che nessuno lesse

  • 21
    Clesippo Geganio

    noi italiani dimentichiamo spesso e volentieri che abbiamo una classe politica e dirigente di corrotti e corruttori a tutti i livelli istituzionali ed imprenditoriali, quindi è pressoché inutile asserire che la moneta unica è un fallimento ecc… (daccordissimo con voi) ma lo sarebbe anche la Lira italica in mano a questa masnada di prenditori in affari soci di questa politica di delinquenti che si fanno eleggere dal popolo italico allocco e credulone.

    Sono almeno 5 anni che i vari governi succeduti annunciano tagli alla politica ma per ora si sono visti e sentiti sulla carne del popolo tagli al lavoro, sanità, giustizia, forze dell’ordine, sociale, cultura, alla conservazione e tutela del patrimonio storico e paesaggistico, tagli ai trasporti pubblici, privatizzazioni di ricchezze pubbliche, acqua, autostrade e servizi essenziali ecc… gli unici a risparmiare sulla politica sono stati i neoeletti del M5S !!!
    E cosa fanno gli italioti votano Renzi e Berlusconi!!!

    Il problema siamo noi non l’euro i tedeschi le agenzie di rating e tutte le fregnacce che vengono raccontate da esimi economisti, politici e strakazzari fankazzisti dei talk shows.

  • 20
    Nicola

    EURO, LE PROVE DEL GRANDE INGANNO: ESSI SAPEVANO, HANNO SEMPRE SAPUTO!

    “Una perplessità aggiuntiva deriva dall’assenza di un bilancio europeo di dimensioni adeguate che consenta l’affermarsi di un meccanismo redistributivo del reddito tra le regioni, tale da evitare che spinte asimmetriche nell’area integrata si traducano o in pressioni sull’autorità monetaria europea, e quindi in possibili insorgenze inflazionistiche, o in un aggiustamento realizzato attraverso l’aumento dei livelli di disoccupazione nei paesi più deboli”

    Leggi tutto

    http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=Forums&file=viewtopic&t=76396

  • 19
    Marcello Romagnoli

    Io non credo che il Trattato di Maastricht non sia stato letto da chi ha deciso per la sua firma. In Italia c’è chi lo ha letto, chi lo ha criticato e chi lo ha fatto approvare.

    I nomi e i cognomi trovateli voi tra i grossi gruppi economici italiani. Il trattato di fatto disegna una europa dove i paesi sono in concorrenti tra di loro e non possono usare lo strumento della svalutazione competitiva ad eccezione, una tantum, dei tedeschi. L’introduzione di una moneta unica e della necessità per gli stati di approvvigionarsi di moneta su mercati, unitamente al gravissimo divorzio tra Banca d’Italia e Tesoro del 1981 che ha consentito agli interessi sui titoli di stato di decollare assieme al debito, ha costruito le condizioni per ridurre gli stipendi, le tasse alle aziende, il perimetro di azione dello stato, i diritti dei lavoratori e per svendere i beni dello stato al grido di “C’è il debito da ridurre, ce lo chiede l’Europa”. Quest’ultima frase in chiaro odore di incostituzionalità cozzando con ben tre articoli della Costituzione Italiana 1-11-47.

    I grandi gruppi questo vogliono. Esempio è la FIAT e le dichiarazioni della Confindustria.

  • 18

    Ecco cosa scrissi a Nunzia Catalfo perchè lo passasse a Grillo pre Vespa e a Di Battista per Mentana….. provai anche tramite un suo caro a Grillo…..
    Dobbiamo essere incisivi sul lavoro quindi se non hai tempo (Nunzia e Ale) passate al punto 8.

    1) LA “NON EUROPA” DELLE “NON COMUNITA’ “.

    Il marco nel 1995 era a circa 1260. Di colpo,dopo anni di supermarco, scese a 990, guarda caso, proprio in previsione della decisione (24/11/96) di porre 1 marco = 990 lire in vista della moneta unica. Questo ha provocato una perdita di competitività delle nostre aziende. La Germania entrava nell’euro come avesse svalutato e l’Italia come avesse rivalutato.Da lì tutti noi abbiamo iniziato a comprare i prodotti stranieri così poco costosi indebitandoci (proprio da li’) verso l’estero. Da lì la deindustrilizzazione.
    Quindi l’Italia ha una economia più debole della forza della propria nuova moneta (euro) e i suoi prodotti costan troppo:
    O si abbassa la moneta o si alza l’economia (per poter tornare competitivi):
    Per svalutare la valuta rispetto ai competitors tedeschi o rinegozi il valore di 990 (ma in tal modo sarebbe come a dire che dobbiamo rifare l’Europa da capo e salterebbe Maastricht!) o esci dall’euro.. oppure l’Eurozona (la Germania) inizia a ragionare da COMUNITA’ e dà soldi alle periferie europee affinchè crescano, soldi gratis non in prestito!

    2) PD PARTITO DEFLAZIONE (DEI LAVORATORI).

    Purtroppo per ritrovare competitività c’è un’altra strada…..(Suspence alla the walking dead, cioè i lavoratori…).E’ la strada del liberismo estremista delle multinazionali. La “DEFLAZIONE SALARIALE”.

    Linee guida? a) Colpire i lavoratori rendendoli licenziabili a vita b) Favorire i minijob alla Schroeder (la pacchia delle multinazionali tipo IKEA), c) concedere il minimo sul piano della coesione sociale di modo che accetti di farti sfruttare pena la fame.

    In Germania 7 milioni di sottopagati che lavorano a 400 euro al mese per 5 ore al giorno, magari retribuendone solo 4.In tal modo abbassano il costo dei prodotti abbassando il costo del lavoratore!
    Una vita di precariato con il rischio di restar senza palanche non porta le persone a spendere però..quindi sopravvivono solo i megamarket e crollano le pmi.
    Fingere di regalare 80 euro per alimentar il dividi et impera è un modo per poi fregarci tutti.
    Se poi si va a vedere Tasi, il coniuge a carico, l’aumento della benzina, il taglio dei servizi e le svendite di asset strategici, comprendiamo che quei soldi sono un impoverimento, un prendere dalla bacinella dei poveri dei soldi spostandoli tra poveri e un affare per altri.

    3) ALCUNE IMPORTANTI PRECISAZIONI.

    Il dato attuale dell’import è in calo perchè la gente non consuma (essendo allo stremo) e non per un reale calo del fabbisogno. L’export è tornato a crescere grazie a chi delocalizza e poi mette il marchio “made in Italy” e grazie all’andamento generale degli scambi mondiali. (Basta consultare i dati istat e si vede come import/export seguono andamenti mondiali http://seriestoriche.istat.it/index.php?id=7&user_100ind_pi1%5Bid_pagina%5D=51&cHash=f7b74fe88adefd657387b8801c459ecf ).
    Questo lo dico non perchè io voglia spingere al consumo ma perchè altrimenti direbbero che la crisi delle aziende è finita.
    La crisi fu una crisi finanziaria (soldi giocati “ai cavalli”) che è stata scaricata sulla economia. Non è mai stata originata dai debiti pubblici.
    Le banche comandano i nostri politici.

    4) LA VERA CAUSA DEL DEBITO PUBBLICO E LE BANCHE PARASSITE DEL CONTRIBUENTE.

    Nel pre euro l’Italia aveva un alto debito ma tutto interno (tranne un 9% fisiologico di debito estero presente in tutti i paesi).
    Chi poteva permettersi più bot erano le banche ed i ricchi.. cosa che poi finiva per ripercuotersi sui poveri e sui contribuenti.

    Certo negli anni 60 e 70 c’erano stati sprechi eravamo messi malino ma niente di che…il vero motivo del debito al 120% (cioè spendi 120 e rientra 100) fu un altro!
    Il debito interno iniziò a salire vertiginosamente dal 1981 col divorzio bankitalia/tesoro cioè a causa di un tecnicismo finanziario pro banche poi messo come regola inderogabile a Maastricht per chi è passato all’euro:

    Fu impedito cioè alla banca centrale (Bankitalia) di essere prestatrice mdi ultima istanza verso gli stati di poter dire “un momento banche private, qua vi allargate troppo, io ho bisogno di un prestito ma non a questa percentuale di interesse…. preferisco stamparmeli sennò mi strozzinate”. In questo modo le banche alzarono (e alzano) gli interessi reali di molto (interessi reali = interesse del bot – il tasso di inflazione).
    (Peraltro finchè avevi una banca centrale prestatrice di ultima istanza se il tasso si alzava tu potevi stampare e aumentare un pochino l’inflazione per svalutarglielo).

    Come ammesso da Andreatta, con Ciampi autore di questa operazione, (fatta una notte del 1981 senza avvertire nessuno), il target non fu il controllo dell’inflazione ma il colpire il potere dei lavoratori e le loro buste paga.

    Basta vedere il grafico storico debito/pil per capire quando avvenne l’esplosione dal 58%% al 120% in soli 11 anni (1981 1992).Il motivo fu anche lo SME credibile.
    A Maastricht han deciso per lo stesso meccanismo! Ecco perchè non girano soldi..tu li presteresti a una famiglia e a una ditta o ci parassiteresti lo stato che paga bene e puntuale?
    Le banche (chiamate “mercati” per prenderci per il c**o) peraltro, prendono soldi (pubblici) dalla BCE allo 0.25%. (Ci avvitano di debiti ma lo spread cala!). Ecco perchè non girano soldi..tu li presteresti a una famiglia e a una ditta o ci parassiteresti lo stato che paga bene e puntuale?
    I tagli e le tasse successive provocano superpicchi di disoccupazione.

    5) IL JOB ACT DIVENTA JOBS.. GLI HAN DETTO FA PIU’ FIGO.

    Il job act significa precario a vita. Serve per le multinazionali ( hanno tutte sopra i 15 dipendenti ). In queste realtà i lavoratori sono protetti dall’art.18 dopo 12 mesi “di prova”.Prima della scadenza del 12° mese sei licenziabile. Ora tale “prova” verrà spostata a ben 36 mesi! La gente in perenne stato di necessità non consumerà un bel niente E L’ECONOMIA NON PARTE.

    6) COESIONE SOCIALE “IL SEGRETO” OCCULTATO.

    Tutti gli studi confermano non esiste rapporto tra facilità di licenziamento ed assunzioni. Quando dicono “bisogna fare presto sul lavoro” significa agire, come storicamente avviene, sulla fretta serve per far accettare ricette dolorose al popolo. Quasi sempre fregature. E’ ovviamente importante agire dal lato dell’ OFFERTA (detassazione su chi assume e non inquina, cuneo fiscale e una certa flessibilità) ma ancor più è l’agire in modo forte sullaDOMANDA AGGREGATA. (Keynes / Roosevelt / Scandinavia /Coesione sociale termine da usare!!!!).
    INDISPENSABILE è il reddito minimo di cittadinanza che è ciò che la letteratura indica come ciò che separa precariato da flessibilità.
    Durante tutta la tua vita sei tutelato dal ricatto della fame, della rovina e quindi consumi e non temi di perdere il lavoro. Si dice “agire sulla DOMANDA AGGREGATA”. Ciò che ha un limite temporale invece è un mero sussidio che è solo assistenza e precariato. L’unico vincolo deve esser accettare lavoro congruo.

    7) IL SIGNIFICATO DI SPECULAZIONE INTERNAZIONALE.

    Vespa farà domande anche sul referendum sull’euro dicendo che è vietato per Costituzione e che col referendum,in caso di vittoria dell’uscita dall’euro, partirebbe la speculazione sui titoli di stato. Serve una risposta chiara non vaga.Per speculazione si intende che la gente (le banche in primis) riconsegnano i bot prima della scadenza sperando che tu, per tenerti i soldi prestati da loro, gli alzi il tasso di interesse pur di evitare il default del paese.C’è anche la speculazione dovuta al timore che se esci dall’euro tu svaluti la nuova moneta e con essa il valore del bot.
    Un metodo, decidessimo di uscire all’improvviso, potrebbe esser “ripaghiamo tutto ma alla naturale scadenza del bot non restituiamo in anticipo”. Ovviamente se ti fai una banca centrale tu puoi stampare e fermare la speculazione e in tal modo favorisci l’export però molti soldi poi devi investirli in tecnologia (magari in rinnovabili) altrimenti le nostre aziende punteranno sul costo basso delle merci susseguente alla stampa (la stampa è una svalutazione) e se ne fregheranno della qualità dei loro prodotti. (Sì ai dazi … tanto dalla Cina importiamo o cibo pericoloso o materie che posson esser prese altrove).

    8) DOVE DOVRAI STUPIRE GLI ITALIANI..NON LIMITANDOCI AL REDDITO DI CITTADINANZA!

    Sul lavoro quindi abbiamo detto:
    A) “Reddito minimo di cittadinanza” (risorse trovate… basta chiedere alla cittadina in Parlamento Nunzia Catalfo). E’ cio’ che in letterature e altri paesi separa precariato da flessibilità.In Italia non lo dicono.
    B) Defiscalizzazione alle pmi in particolare che assumono e non inquinano. (G-local)! Difesa prodotti tipici.
    C) Riforma fiscale (vedasi in fondo al punto finale, al punto 12!)
    D) Investimenti anche nel pubblico sbloccando i concorsi sottolineando che è falso che la spesa pubblica primaria (per i beni e i servizi) è alta ma che è alta quella totale per il discorso suddetto degli interessi sul debito pubblico!!!
    Gli interessi non sono alti perchè è alto il debito ma perchè quando vengono emessi nuovi BOT il tasso lo decide la banca privata!
    (Le banche lucrano minimo 50 mld l’anno visto che non abbiamo una banca centrale).
    Nota bene:
    Non deve esser assunto nella PA il “generico raccomandato” bensì lo specialista:
    Settori:
    -Nuovi parchi naturali, storici, artistici, archeologici da collegare a musei (cultura) e centri storici = turismo!
    -MESSA IN SICUREZZA DEL TERRITORIO E DEI BENI CULTURALI
    -Istruzione perchè le nuove leve possano riconoscere i futuri ladri.
    -Ricerca a 360 gradi.

    9) IL MODELLO SCANDINAVO/DANESE DEL LAVORO.
    Io consiglierei il modello danese: Reddito di cittadinanza, camere del lavoro che ti trovano un lavoro congruo e buonuscita del datore (In Danimarca è 12 mesi). In questo modo tu puoi anche aumentare la licenziabilità… altrimenti diventi la fogna d’Europa del diritto al lavoro.

    10) GLI SPRECHI E MAI PIU’ ASSUNZIONI DI INCAPACI.

    No TAV, No F35, No spa pubbliche (partecipate), ricentralizzazione delle forniture ospedaliere (troppi mazzettari), abolizione province e microcomuni, stop a megamanager ( deve esser 12 volte il dipendente come all’estero) poi sui costi e trasparenza in politica lo sapete meglio di me. Abolire il Senato è sbagliato perchè sono solo 300 parlamentari in meno. Dimezzare i parlamentari mantennedo il Senato sarebbero ben 500 in meno e almeno non perdiamo in DEMOCRAZIA. Senza il Senato una legge pro banche passa in 5 minuti senza che ti dicano nulla in tv.

    11) E SE VESPA PARLA DI STAMPA E INFLAZIONE?

    L’aumento dei prezzi al consumo (inflazione) ha 3 origini. O l’aumento del costo delle materie prime (PETROLIO IN PRIMIS) o l’esplosione della domanda di beni (utopia attualmente) o l’eccesso di stampa (altrettanto utopica).

    La Germania ebbe alta inflazione nel post prima guerra mondiale perchè le fu impedito di farsi prestare soldi (bot). Quindi per ripagare i debiti di guerra l’unica scelta fu per lei eccedere nella stampa. L’inflazione è difficilissimo avvenga per eccesso stampa (per quanto ci si debba andare cauti ma perchè aumenta i costi di import).
    L’Inghilterra anzichè chiedere tagli e tasse per ripianare le banche (erano tutte anglosassoni e americane) nella crisi del 2008 cosa ha fatto? Ha stampato. La sterlina si è un pò indebolita ma il benessere è rimasto. Noi con Rigor Montis….invece….
    L’inflazione italiana anni 70/80 fu dovuta ad altri fattori: scala mobile e crisi petrolifere e non per eccesso di stampa.

    Nel 1980 si sarebbe potuta abbassare in modi meno catastrofici e invece scelsero il divorzio (tornare al punto 4 della mail) facendo crescere il debito a livelli colossali. Per abbassare l’inflazione si poteva fare una equa politica dei redditi:
    Vedere quanto deve intascarsi un salariato rispetto ai profitti della azienda in cui lavora (quota salari), sviluppare la tecnologia per migliorare la naturale collocazione delle risorse (anche umane), controllare i prezzi sui beni di prima necessità ecc ecc.
    Solo in area euro non c’è una banca centrale e dove c’è (Giappone, Svizzera, Inghilterra, USA, Danimarca non c’è traccia di inflazione).

    12) IL MIO JOLLY FINALE.

    Consiglio (ma è meglio alle politiche) la riforma fiscale in cui si possa scaricare tutto come in USA. L’evasione di pmi è pari all’8% (almeno un paio di anni fa ora consiglio di cercare nuove fonti aggiornate) mentre il 50% è della criminalità e il 42% di banche e mega aziende. Le uniche pmi che davvero evadono sono le gioiellerie. Con questo sistema finalmente anche i grossi pagherebbero e a beneficiarne sarebbero le pmi e il lavoro.

  • 17
    Nicola

    “antonio alferi
    14 ottobre 2014 alle 23:49
    mettere sotto accusa,per alto tradimento,i sig.Andreatta e Ciampi per aver favorito la perdita del controllo del Tesoro su Bankitalia,scelta che dallo stesso Andreatta tempo dopo fu’ definita sbagliata.”

    Vuoi vedere che quando morirà, gli faranno il funerale di stato, pagato (ovviamente) con gli euri nostri ?

  • 16

    Ida Magli, lei è ben poco in sintonia con quello che scrive “Ci salveremo mettendo a frutto la nostra storia, la nostra intelligenza, il nostro spirito di libertà. ” se travisa nell’immigrazione il problema dell’Italia.
    L’immigrazione è a ben vedere una nostra opportunità di salvezza, certo che per lei questo è blasfemia pura, così piccolo è il suo orizzonte e così vasta la sua indole razzista.

  • 15
    Mr. Age

    Costituzione Italiana Art. 11
    “L’Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali; consente, in condizioni di parità con gli altri Stati, alle limitazioni di sovranità necessarie ad un ordinamento che assicuri la pace e la giustizia fra le Nazioni; promuove e favorisce le organizzazioni internazionali rivolte a tale scopo.”

    A voi sembra che abbiamo limitato o ceduto la nostra Sovranità monetaria?
    Vi sembra che ci siano condizioni di parità con gli altri stati?
    Vi sembra che questo ordinamento assicuri pace e GIUSTIZIA fra le nazioni?

    Sovranità! No€!

  • 14

    L’unica soluzione e’ una rivolta ARMATA!

    • 14.1

      Al punto in cui siamo non vi sarebbe alternativa ma questa sarebbe possibile solo se un sufficiente gruppo -deciso, organizzato e armato- si muovesse in tal senso. So per esperienza che la forte volonta`e il grande coraggio sorretti dalla Provvidenza fanno miracoli. MEMENTO AUDERE SEMPER.

  • 13
    antonio alferi

    Ho letto i lavori della Magli e mi sono trovato subito in accordo.Ma la domanda che vorrei fare e’ molto semplice,sperando in una risposta,di chi e’ la proprieta’ dell’euro all’atto della sua circolazione?E poi, secondo me,mettere sotto accusa,per alto tradimento,i sig.Andreatta e Ciampi per aver favorito la perdita del controllo del Tesoro su Bankitalia,scelta che dallo stesso Andreatta tempo dopo fu’ definita sbagliata.

  • 12

    C’è una inesattezza: la lingua italiana non è la più ricca di termini al mondo in quanto il suo vocabolario contiene al massimo 500.000 termini. La lingua inglese, di contro, ne contiene oltre un milione e mezzo.

    • 12.1
      Luciano

      Infatti, spesso non si capiscono tra di loro.

    • 12.2
      Ermanno

      Che il prossimo 10 giugno,2013 alle 10 e 20 del mattino, nasca la milionesima «English word», naturalmente, è un calcolo approssimato e opinabile. Il dizionario Meriam-Webster contiene 450 mila parole. L’Oxford Dictionary la metà. E il vocabolario usato da un cittadino medio, in Inghilterra, si aggira intorno alle 14 mila parole. Ma gli analisti del Global Language Monitor seguono regole inflessibili: affinché una nuova parola entri nella lingua inglese, spiegano, deve essere compresa da almeno 100 milioni di persone ed essere apparsa almeno 25 mila volte nel chiacchiericcio globale di media, siti internet e altri mezzi di comunicazione….DA ALTRI MONDI DI GIORGIO DELL’ARTI..parole,parole ,parole….e ancora..:”Poi ci sono gli slang, i modi di dire, le espressioni scientifiche che in un’altra lingua richiederebbero un giro di parole: vedi «syzyrgy» (l’allineamento di tre corpi celesti). Ma soprattutto c’è l’ubiquità di una lingua che si lascia plasmare, trasformare, moltiplicare. Quando William Shakespeare scrisse l’Amleto, l’inglese aveva poco più di 100 mila parole (e due milioni di persone che lo parlavano). Oggi lo parlano un miliardo e mezzo di terrestri.”..Ma comunque sia condivido in pieno il dire della Magli ..e leggerò i suoi libri su questa famigerata Europa da mandare al macero..In barba alle funeste profezie di Warburg.

  • 11
    Marcello

    in alto la partia, abbasso maometto. Bisognerebbe mettere un sottotitolo all’articolo: “come scriverebbe un giornalista nel 2014 se il duce fosse ancora al potere”, così, giusto per capire che è un articolo surreale e anacronistico, un esperimento di fantasia e fantapolitica, fantagiornalismo, fantastico!!! Mi è venuta voglia di una fanta, ma adesso va di moda la redbull. Scusate, a leggere deliri mi sono sentito autorizzato a delirare un po’ anche io. E pensare che un tempo donai pure dei soldi a Messora, mannaggia a me, potevo comprarci del cibo per i poveri.

    • 11.1

      Ida Magli può essere criticata, e io non condivido affatto tutto, e mi riferisco all’ultima parte, ma è una intellettuale estremamente colta, brillante e appassionata. Byoblu è un blog di informazione libera e io non mi permetto di tagliare quello che dice, ma lo lascio per intero, perché siano i lettori a giudicare.

  • 10
    Clesippo Geganio

    il Referendum è un atto necessario concreto anche se non ha peso giuridico in Europa lo ha in Italia, è una lecita espressione della volontà democratica e popolare per manifestare il proprio civile dissenso verso chi governa l’Italia e l’Europa.
    E’ acclarato che i principi enunciati nel 1956 per dare vita ad una nuova Europa Unita senza conflitti bellici ma di pace e benessere sono patrimonio culturale inalienabile per tutti, ma se l’applicazione pratica di quei principi non corrisponde al volere dei popoli allora è meglio minacciare politicamente l’uscita dall’eurozona.

  • 9
    toscano redini

    Gli italiani, i parassiti politicanti in primis, dal 1861 si spacciano per italiani ma non si sentono italiani; né possono sentirsi tali perché l’italia è un mascherone calato brutalmente sulle teste di tanti sciagurati viventi in queste terre. No! proprio non vedo la necessità di difendere l’i-Taglia, ma semmai l’impellente necessità di balcanizzarla prima che provochi altre sciagure e altri lutti

  • 8
    Nicola

    “andreino bonitti
    14 ottobre 2014 alle 17:00

    il famoso trattato lo anno firmato anche le altre nazioni europee voler scaricare le conseguenze della crisi mondiale su questo mi sembra perlomeno puerile(solo perché grillo a deciso che bisogna indire il referendum)”

    Il trattato è stato imposto!
    La Francia, l’Olanda, l’Irlanda avevano votato contro.
    Alla seconda voyazione dopo essere stati terrorizzati dai ridpettivi politicanti hanno cambiato registro.
    Nella Repubblica delle Banane nemmeno ci hanno fattto votare!

  • 7
    Nicola

    NO EURO
    NO NATO
    SOVRANITA’ MONETARIA

    Il referendum non serve!
    Subito fiori da quest’Europa

    • 7.1
      Marcello

      Fiori, alberi, frutta, verdura, tutto quello che ci si può ricavare è meglio portarlo a casa

  • 6
    filippo marziali

    Nel 1943, mentre l’Europa era dilaniata da una terribile guerra, e l’Italia massacrata dai bombardamenti e dagli eccidi delle forze germaniche, tre individui, inviati in vacanza dal meraviglioso regime fascista, scrissero un manifesto nel quale sognavano l’Europa Unita e federale. Sognavano o erano dei pazzi che deliravano. Nel 1956 i presidenti di otto nazioni si riunirono e decisero la nascita del primo embrione dell’Europa Unita. Erano dei pazzi criminali. Nel 1992 in governanti di diverse nazioni europee sottoscrissero il trattato di Mastricht. L’Italia era rappresentata da Giulio Andreotti ( persona per la quale non ho mai nutrito particolare simpatia) un vile traditore che vendette l’Italia, e tutto il resto, allo strapotere di massoni e banchieri europei. Nel 2014 un signore, di professione ex comico, si inerpica su una gru giurando che andrà al potere, in maniera democratica, si capisce, chiuderà il Parlamento italiano e porterà l’Italia fuori dell’Europa e dell’odiato euro, causa di tutti mali italiani.Nel 2014 una gentildonna si professa patriota e dedita alla causa dell’italianità ( nel 1992, se non erro, era stipendiata RAI tutta dedita al culto craxiano…..). Ho 61 anni, i capelli bianchi, quelli pochi rimasti, e un grande sogno europeista, quello di quei tre pazzi in “vacanza” su un isola del Mediterraneo, quelli dei vili traditori italiani del 1956 e del 1992. Voi fatevi abbindolare da quel signore annoiato sulla gru e dal suo amico e socio, che tanto somiglia al professore di Ritorno al futuro. Di profeti simile, nella mia misera vita ne ho visti tanti e spero solo che anche questo passi, come ne sono passati tanti in questa povera Italia.
    Ps.: Quando quel signore sulla gru fu cacciato dalla RAI per le sue idee, io, dipendente RAI, feci sciopero per difendere le sue idee.

    • 6.1
      aldous

      OK per gli eccidi germanici (che non sarebbero avvenuti se lasciavamo scappare i ns. alleati tedeschi in fuga) ma i bombardamenti sono stati solo da parte degli alleati sulle ns. città.

    • 6.2
      Francia Paolo

      Lei continui legittimamente a perseguire il suo sogno
      che è oggettivamente un bel sogno di unione e solidarietà
      (in cui credo fossimo in tanti a crederci)
      ma penso sarebbe un pò più “solidale” da parte sua,
      che mi pare abbia fatto della solidarietà un suo modus vivendi
      (che le fa onore)
      pensare anche a chi sta vivendo questo sogno
      come un oggettivo e vivido incubo !!
      Ps.
      pure io ho i capelli un poco bianchi
      ed ho potuto constatare che il signore sulla gru
      pur se annoiato ma coerentemente
      sono 20 anni che ci ha avvisato del pericolo di “questa” europa qua !!

    • 6.3
      Ermanno

      A proposito di capelli bianchi…. non sono poi cosi necessari per capire o agire in maniera dirompente…JFK quando venne gentilmente liquidato aveva solo 46 anni…ma con il suo decreto nei confronti della Federal era stato piuttosto categorico…come altrettanto rapido e solerte fu invece il successore a virare di 180 gradi…Era giovane anche il successore..!!…E difficile giudicare le intenzioni…mi accontento dei fatti….è ora di referendum…si è ora..informiamo sui fattti

    • 6.4
      Filippo

      sui presupposti ideologici antidemocratici e paternalistici di Ventotene approfondisca la questione

      ad esempio

      http://www.appelloalpopolo.it/?p=11297

      http://orizzonte48.blogspot.it/2014/09/ma-luro-serve-veramente-alla-pace-in.html

  • 5

    Di nuovo indipendente? Ben tornato.

  • 4
    occhiodifalco

    non e’ un caso che hanno usato le parole JOBS ACT dato che sono molto assonanti ad uno dei miti del nostro tempo:
    come puo’ l’inventore di Apple, che ha cambiato radicalmente (in meglio ) le nostre abitudini, fare un atto negativo per la comunita’ e quindi per i lavoratori?!

    la propaganda usa anche questi trucchetti.

  • 3
    mauro

    Il M5s è molto strano. Certo è che se fossi andato a votare dopo l’ingresso del Movimento nelle istituzioni certamente non avrei votato come ho votato. Mi sembra che Beppe abbia perso la visione auritiana della politica monetaria che lo caratterizzava all’inizio della sua ascesa politica e tenda sempre più a conformarsi al sistema. Questa è una mia impressione! Leggendo questo articolo mi ritorna in mente il mio professore delle superiori magnificare tutti i santi giorni l’ingresso dell’Italia nell’ Euro tant’è che avevo un’idea completamente falsata della realtà delle cose fino a quando, appunto non conobbi Beppe Grillo nei suoi spettacoli di fine anni 90. Fu lì che mi si accese la luce e cominciai a pensare con la mia testa.
    Purtroppo oggi non vedo più nel M5S questa forza caratterizzante principalmente indirizzata verso la sovranità monetaria e ne sono profondamente deluso.

    • 3.1
      Marcello

      Hai iniziato a pensare con la tua testa dopo che hai sentito l’opinione di un altro (Beppe Grillo) conformando la tua visone alla sua? Forse hai confuso la s con la t sulla tastiera, tranquillo, ti scrivo la frase come l’avevi pensata: “fu allora che iniziai a pensare con la SUA testa”

    • 3.2
      mauro

      Solamente i grandi filosofi hanno un pensiero originale dal quale nascono correnti o varianti più o meno allineate. Siccome io non mio ritengo un genio, ma uno a cui piace informarsi e riflettere ho semplicemente dedotto che la mia vecchia visione era del tutto sbagliata. Solo riconoscendo i vari errori a cui inevitabilmente si va incontro durante il percorso della vita, si acquisisce esperienza e consapevolezza. Colui che ha la verità sicuramente non è portatore di conoscenza ma è mistificatore e superbo oltre che arrogante.

  • 2
    andreino bonitti

    il famoso trattato lo anno firmato anche le altre nazioni europee voler scaricare le conseguenze della crisi mondiale su questo mi sembra perlomeno puerile(solo perché grillo a deciso che bisogna indire il referendum)

    • 2.1
      giuseppe caporicci

      meglio tardi che mai,il referendum bisogna farlo anche per far capire che non vogliamo essere sudditi europei ma bensi cittadini europei !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  • 1
    Morris Vincent

    Bellissimo!
    Il m5s cosa sta facendo oggi per dare un’alternativa a questo Paese?
    Ci organizziamo per creare questa alternativa di governo italiano da proporre agli italiani?
    Cosa stiamo aspettando?
    Ad aspettare ancora si perde il treno…

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

In India schedature biometriche di massa ed eliminazione del cash oltre le 500 rupie.

india schedatura di massa e via i contanti La demonetizzazione dell'India Lo scorso 8 novembre il nuovo primo ministro indiano Narendra Modi dichiarava fuori corso le banconote da 500 e 1000 Rupie, responsabili di circa l'85% del cash in circolazione in India. Sarebbe come se in Europa venissero eliminate in poche ore le banconote da...--> LEGGI TUTTO

La violazione della legge sulla propaganda elettorale. Registrate e denunciate.

Registra e denuncia violazione della legge sulla propaganda elettorale Ancora adesso, mentre scrivo, a votazioni in corso, se aprite i social network vi potete imbattere facilmente nella propaganda a favore del Sì al Referendum Costituzionale. La campagna per il Sì in rete è stata invasiva e ai limiti dell'illegalità. Cosa dice la...--> LEGGI TUTTO

Grazie Giorgio Napolitano!? Chapeau!? Si sono bevuti il cervello!?

M5S Grazie Giorgio Stiamo parlando di Giorgio Napolitano? Quello che nel 2011 ha spianato la strada alla troika del governo Monti? Quello che ha firmato qualunque cosa? Quello che nel 2013, quando c'erano le consultazioni per formare un nuovo governo, ha chiamato al Quirinale Pdl e Pd ignorando il...--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

Il terribile errore: “È il momento più pericoloso per l’umanità: le élite imparino ad essere umili”. Stephen Hawking

stephen hawkings attente elite di Stephen Hawking, fisico teorico e scrittore Essendo un fisico teorico che vive a Cambridge, ho vissuto la mia vita in una bolla di eccezionale privilegio. Cambridge è una città insolita, tutta incentrata su una delle grandi università del pianeta. All'interno di questa...--> LEGGI TUTTO

La lettera di una mamma lavoratrice che fa venire il magone

Mamme lavoratrici: la triste realtà che si cela dietro alla famiglia del Mulino BiancoPubblico questa lettera (inviata a Beppe Severgnini sul Corriere della Sera), che fa venire il magone non solo a chi l'ha scritta ma anche a me che l'ho letta, e nella quale credo si riconoscano tante, troppe mamme lavoratrici, perché sia motivo di riflessione sul modo in cui si è...--> LEGGI TUTTO

La lobby dello zucchero uccide – i nuovi documenti tenuti nascosti

la lobby dello zucchero uccideNEW YORK: Decine di scienziati, negli Anni 60, furono pagati dall'industria americana dello zucchero per sminuire il collegamento tra consumo di zucchero e problemi cardiaci e spostare così l'attenzione sui grassi saturi. A rivelarlo sono una serie di nuovi documenti scoperti recentemente da un ricercatore della University of California di...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Come funziona l’Italia: noi siamo quelli con il fiore in mano

Come funziona l'ItaliaCome funziona l'Italia Ecco come funziona la nostra società. Questa è l'Italia. E, ...caso mai cercaste il pallino "voi siete qui", in questo disegno noi siamo quelli con il fiore in mano....--> LEGGI TUTTO

I nanorobot a controllo mentale che vi osserveranno.

I NANOROBOT A CONTROLLO MENTALE CHE VI OSSERVERANNOPer la prima volta, una creatura vivente è stata controllata dall'uomo utilizzando esclusivamente il pensiero, grazie a nanorobot che hanno rilasciato all'interno di alcuni scarafaggi dosi programmate di farmaci, in risposta all'attività cerebrale di chi ha condotto l'esperimento. Una tecnica che - sostengono già alcuni - potrebbe essere molto utile per il trattamento...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Le vostre email

Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

CARLO SIBILIA (M5S): BASTA GOVERNI IMPOSTI, ORA POTERE AL POPOLO!

Carlo Sibilia Potere al Popolo Carlo Sibilia, deputato del Movimento 5 Stelle: nazionalizzazione di Monte dei Paschi di Siena, basta governi non decisi dai cittadini e restituzione del potere al popolo. ...GUARDA

VERGOGNOSO: GIULIO SAPELLI INIZIA A PARLARE DI MES E TROIKA E… TAAC: CAMBIANO DISCORSO!

Giulio Sapelli CondizionalitàL'economista Giulio Sapelli, dopo la mossa della BCE che non ha concesso tempo a MPS per la ricapitalizzazione, aprendo così la strada agli aiuti di Stato (e quindi al MES, con il commissariamento che ne deriva), inizia a parlare di MES e di pesanti condizionalità da sopportare. Ma il conduttore...GUARDA

Massimo Fini invoca i Cinque Stelle e un “dictator” per governare su tutti.

scontro-ronzullo-de-sanctis-si-vergogni Massimo Fini invoca un "dictator" per governare su tutti. Poi dà del delinquente a Berlusconi (e chiama "Saluzzi" la De Sanctis), con il plauso di Vittorio Sgarbi. Licia Ronzulli se la prende e offende Federica De Sanctis, Sky Tg24: "Si vergogni, come conduttrice e come donna!...GUARDA

Giulietto Chiesa: ultima chiamata contro il commissariamento

Giulietto Chiesa: ultima chiamata contro il commissariamento Giulietto Chiesa parla del dopo Renzi, richiama l'attenzione sulle insidie del ricorso al fondo salva stati (volgarmente detto Esm o Esm) e lancia la sua proposta per impedire ai ladri di sovranità di portare a termine i loro piani sulla pelle dei cittadini. (altro…)...GUARDA

Claudio Messora su RadioRadio: “Okkio alla Troika”

claudio-messora-radioradio-radio-radio-okkio-alla-troika Questa mattina alle 10 ho informato gli ascoltatori di "Un giorno speciale", in onda su RadioRadio, della necessità di restare in guardia sulla possibilità che un Governo (doppiamente illegittimo, oggi come oggi) chieda di fare ricorso all'Esm, commissariando di fatto l'Italia e imbrigliando qualunque Governo a...GUARDA

Rosi Bindi: sono i Cinque Stelle a volere il vitalizio!

Rosi Bindi Rosi Bindi: sono i Cinque Stelle che vogliono il vitalizio!...GUARDA

Roberto Fico (M5S): basta con gli uomini soli al comando!

Roberto FicoRoberto Fico, deputato M5S a capo della Commissione di Vigilanza Rai, risponde sulla questione della legge elettorale e sulle voci di una sua candidatura alla guida di un possibile Governo a 5 Stelle. ...GUARDA

Renzi si è dimesso: il video dell’annuncio in diretta dal Quirinale

renzi-dimissioni-quirinale Matteo Renzi ha dato le dimissioni. Aperta la crisi di Governo. L'annuncio in diretta dal Quirinale, dopo il colloquio con Sergio Mattarella. Da domani alle 18 partono le consultazioni. Il calendario sarà reso disponibile dall'ufficio stampa del Quirinale....GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>