Qualcosa nel M5S sta cambiando.

M5S trattative Accordi Inciuci Consulta CSM
ll Movimento 5 Stelle nasce con due ambizioni fondamentali: spazzare via la classe dirigente attuale (forza moralizzatrice) e modellare un nuovo processo di formazione delle leggi basato sulla conoscenza condivisa (democrazia diretta in rete). Questi due obiettivi spesso collidono. Perché? Semplice: per mettere in atto buone idee cresciute a colpi di MeetUp e referendum online, bisogna avere un peso istituzionale e stare in una maggioranza, altrimenti – detta in soldoni – nessuno ti vota niente. Ma stare in una maggioranza composta da queste forze politiche contrasta con il principio moralizzatore che sfortunatamente agisce nella componente più ampia dell’elettorato. Basta confrontare i 9 milioni di voti delle politiche con le poche decine di migliaia di voti dei referendum online: il metodo, nelle sue declinazioni più cristalline, è un argomento scarsamente metabolizzato, mentre la forza moralizzatrice è di gran lunga prevalente. Dalla necessità di mediare tra queste due anime nasce l’apparente o sostanziale contraddizione che emerge ogni qual volta il M5S entra di peso nel ring delle trattative politiche. Ovvero: come concretizzare il grande lavoro della rete (che nella Costituzione a Cinque Stelle esercita l’iniziativa legislativa), senza essere accusati di inciucio e rischiare di legittimare una classe politica considerata responsabile del fallimento del Paese?

Aiutami a continuare a fare informazione libera
Il caso dell’elezione dei giudici della Consulta e del CSM è esemplare: il M5S degli albori avrebbe messo sul piatto i suoi nomi e non avrebbe preso in considerazione null’altro se non quelli. Prendere o lasciare. Perché così vuole la rete. Perché così vogliono i cittadini, e i loro portavoce non sono autorizzati a mediare. Successe in questo modo, ad esempio, per l’elezione del Presidente della Repubblica. La rete scelse una rosa di nomi, tra cui Stefano Rodotà e Romano Prodi, e i cinque stelle presero in considerazione unicamente quelli. Il risultato politico fu servire su un piatto d’argento la rielezione di Giorgio Napolitano. Questo perché la politica, volenti o nolenti, è ancora di natura “rappresentativa”: i parlamentari vengono cioè investiti dell’incarico di mediare, agendo all’interno di un Parlamento che è per definizione un luogo di trattative e di accordi, nelle commissioni prima ancora che nei corridoi e negli uffici (l’aula è un teatrino dove i copioni arrivano già scritti).

Non avere “trattato”, in questo anno e mezzo, ha consegnato ai partiti due risultati fondamentali: il primo, la realizzazione indisturbata di un’alleanza altrimenti impossibile tra centro-destra e centro-sinistra, che ha relegato all’angolo i 160 parlamentari di Grillo e presidiato il corridoio sul quale transitava indisturbato il trasferimento della democrazia ai burocrati europei privi di legittimità popolare; il secondo, ha armato il sistema con una formidabile accusa, suffragata da innegabili evidenze, che addebitava al M5S una sostanziale irrilevanza politica, mantra che per lungo tempo è stato agitato in televisione, sui giornali, in rete, fino a radicarlo nelle convinzioni degli elettori, nascondendo il grande lavoro svolto nelle istituzioni e generando frustrazione tra i portavoce.

E poi, ecco arrivare l’elezione del candidato PD alla Consulta, Silvana Sciarra. La quale, anche se è stata convalidata con un referendum online, non è frutto di una proposta della base M5S ma il risultato di una partita di giro: l’accettazione del candidato Cinque Stelle al CSM Alessio Zaccaria (lui sì, scelto dalla rete). Un passaggio che segna l’inizio di una fase nuova all’interno del Movimento, ovvero: io prendo la volontà della rete e, sia pure chiedendo il permesso, ho facoltà di scambiarla con qualcos’altro. Da questo momento in poi, le votazioni online non sono da intendersi solo come espressione di una volontà autoreferenziale, ma si indicono anche a ratifica di accordi e trattative condotti nei Palazzi del potere, dando loro una nuova legittimazione. Trattative che andrebbero fatte almeno in streaming, certo, ma che si differenziano dagli inciuci (spauracchio dei 5 stelle) per il fatto che vengono successivamente spiegate e sottoposte alla vidimazione della base, palesando i criteri di scelta dei nomi, gli interessi in gioco, le concessioni fatte e i risultati ottenuti.

Renzi ha eroso l’esclusività dei Cinque Stelle facendone propri i temi, a partire da un cambio nel linguaggio del PD, passando per il tema dell’abbattimento degli sprechi, fino ad arrivare alla pubblicazione della lettera riservata della Commissione Europea, un leak ostentato e vantato, a differenza delle lettera ricevuta dal Governo Berlusconi che fu pubblicata dal Corriere della Sera senza che tuttavia venisse allo scoperto la gola profonda. Che Renzi lo abbia fatto perché la sua manovra economica è in difficoltà e ha bisogno di un capro espiatorio, o perché insegue i Cinque Stelle sul terreno della trasparenza (il che ne fa di per sé una delle vittorie politiche del Movimento), o per tutte e due le ragioni, resta il fatto che il tema dell’apertura della scatoletta di tonno è centrale nel M5S. Ora bisogna ripagare Renzi con la sua stessa moneta, con l’ingresso dei Cinque Stelle ai tavoli contrattuali. Le trattative non sono incompatibili con la trasparenza. Purché ci si ricordi di fare proposte chiare, esplicite e pubbliche, di realizzare incontri in diretta streaming e di consentire alla base di ratificare ogni concessione mediante referendum online. Diversamente, il rischio più consistente per i Cinque Stelle è quello di trasformarsi in un partito. E conseguentemente, esaurita la sua carica di innovazione, di consolidarsi fino alle sue dimensioni fisiologiche, per poi contrarsi fino a sparire del tutto.

Invece, il precedente della Consulta e del CSM rappresenta un successo che neppure i giornali hanno osato negare. Adesso, la nuova legge elettorale sarà un banco di prova fondamentale per consolidare il nuovo ruolo nella politica italiana del M5S, che dovrà dimostrare di saper ottenere i risultati che competono a una forza politica così consistente, costringendo nel contempo tutti gli altri interlocutori a giocare secondo le sue regole: indirizzo legislativo proveniente dalla base (e una legge elettorale votata online è già disponibile), trattative condotte all’interno di palazzi di vetro, con obiettivi chiari e figurine scambiate in maniera esplicita. E, infine, ratifica a posteriori dei risultati della mediazione, ad opera della base.

Qualcosa sta cambiando, cerchiamo solo di fare in modo che cambi in meglio.

 

 

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

60 risposte a Qualcosa nel M5S sta cambiando.

  • 43
    Enzo

    “Basta confrontare i 9 milioni di voti delle politiche con le poche decine di migliaia di voti dei referendum online”.
    Oppure é perché le votazioni online vengono fatte fare con dei tempi molto stretti, sia per le votazioni, che per il tempo lasciato per votare! Oppure pensate che la gente stia sempre di fronte ad un computer o con un cellulare in mano?

  • 42

    Chi segue da sempre il M5S sa che esso è nato con l’ambizione, forse utopica, di entrare nel palazzo aprendolo come una scatoletta di tonno e con i tempi necessari cacciarli via tutti. Questo è il motivo per cui più di otto milioni di cittadini hanno votato il Movimento. Sappiamo tutti, essendo italiani che, come le organizzazioni criminali così anche i partiti politici di questo paese, quando si sentono attaccati da una forza esterna che può danneggiarli, si coalizzano. Sono usciti al naturale accordandosi con chi il giorno prima si fingeva di combattere ed insieme hanno messo in campo ogni arma a loro disposizione per delegittimare i nuovi arrivati, raccontando ogni sorta di falsità contro i pentastellati. Si sono inventati persino di un inesistente rifiuto a collaborare ad un Governo guidato da Bersani il quale poco tempo dopo dichiarava di non essere mica scemo ad accettare un alleanza governativa con il Movimento. Con i giornali e le tv asservite ne hanno dette di tutti i colori convincendo molti di noi che forse il voto lo abbiamo buttato nel cesso. E’ importante che i nostri rappresentanti tengano la barra dritta e non cedano al richiamo delle sirene che li induca ad accettare accordi di sorta: in fondo è questo che cercano: trascinarci nella cacca dove da sempre sguazzano – Lega docet – . Non farsi intimidire o accettare la favola del politicamente corretto: Dare battaglia sempre perchè, come diceva la nonna: “la guerra è guerra”. Se per loro è indecoroso sporcarsi la faccia e le mani di nero per noi è molto peggio allearsi e fare comunella con le mafie.

    • 42.1
      mex silvio

      La capacita’ –politica– di qualsiasi voglia fare politica .. e’ analizzare … ed adeguarsi … !!
      non di stare alla finestra a guardare o sbraitare … !!
      non serve ne ai nominati ne agli elettori … politica vuole dire compromesso .. con quelli che ci sono …!!
      altrimenti E’ DITTATURA …!!!
      pensare di arrivare oltre il 50% -senza aver deciso nulla e’ –utopia — e NON SERVE A nulla …!!
      a fine elezioni aveva possibilita’ politiche .. di –FARE– non di dire …!!!

  • 41

    sì d’accordo, sono analisi corrette su punti di forza e di debolezza. Ma se come credo il maggior punto di forza di M5S era ed è la NUOVA comunicazione, me lo spieghi tu, Claudio, che ca… ha detto oggi Grillo a Bruxelles? Non s’è capito niente! Non ci posso credere… Help me! Rgr

«12

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

Gianluigi Paragone si toglie qualche sassolino dopo la chiusura de La Gabbia

Gianluigi Paragone Andrea Salerno Intendiamoci: La Gabbia era pur sempre una trasmissione televisiva. E come tutte le trasmissioni televisive, ne rispettava il linguaggio, i tempi, le liturgie e i limiti. Quelli che internet era nata per travalicare. Tuttavia, tra tutte le trasmissioni televisive era certamente la più libera. E Paragone,...--> LEGGI TUTTO

Giulietto Chiesa: siamo stati formattati

Giulietto Chiesa - Siamo Stati Formattati - Play Intervento di Giulietto Chiesa al primo congresso fondativo di "Attuare la Costituzione", tenutosi a Napoli. Giulietto parla di come l'informazione sia la prima battaglia da combattere per rientrare in una democrazia compiuta.  (altro…)...--> LEGGI TUTTO

La Glaxo nel 2015 ha dato 11 milioni di euro a medici e ricercatori italiani

Glaxxo La EFPIA (European Federation of Pharmaceutical Industries and Associations) è una associazione delle industrie farmaceutiche che incoraggia i propri affiliati alla trasparenza. Per ottemperare alle sue richieste, la Glaxo-Smith-Kline ha reso pubblici, fra le altre cose, anche gli elenchi dei medici italiani che nel 2015 hanno ricevuto finanziamenti...--> LEGGI TUTTO

Cedere sovranità è reato! A dirlo finalmente è un tribunale.

Marco Mori - Cedere sovranità è reato - Play Marco Mori, avvocato di Genova, spiega un decreto del Tribunale di Cassino che afferma finalmente a chiare lettere che cedere sovranità è reato! Sulla base di questo decreto si aprono praterie giuridiche, e soprattutto si potranno chiamare criminali coloro che, a qualunque titolo, hanno invocato, invocano o...--> LEGGI TUTTO

La crisi della sinistra, spiegata dal grande vecchio socialdemocratico, Klaus von Dohnanyi.

La crisi della sinistra europea klaus Von Dohnanyi è un giurista nonché uno storico membro dell'SPD. Dal 1971 al 1974 è stato ministro della cultura, nonché parlamentare tra il 1969 e il 1981, poi sindaco di Amburgo dal 1981 al 1988. È stato uno dei protagonisti della vita politica tedesca nel periodo...--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

Gli esperti di diritto sulla Catalogna? Sono dei pirla.

Catalogna Governo centrale di Paolo Becchi Eccoli alla carica sui giornaloni gli esperti del diritto, e più sono esperti e più sono dei pirla. Fantozzi docet. Il referendum per l’indipendenza della Catalogna è «illegale». Sì, lo è: è contro la Costituzione spagnola, contro l’«unità indissolubile» dello...--> LEGGI TUTTO

Due piantine di Cannabis per lenire dolori atroci: in prigione a 63 anni!

prigione malato cannabisTRENTO. Il ricorso in Cassazione è stato rigettato. L'uomo di 63 anni che a Trento era stato trovato in possesso di due piante di marijuana che coltivava per uso personale, per lenire i dolori atroci della sua malattia, è stato giudicato colpevole in via definitiva. Andrà in prigione. ...--> LEGGI TUTTO

L’ideologo di Putin: in Europa sarà presto caos, guerra civile, distruzione.

Dugin ideologo Putindi Giulio Meotti Roma. Europa e Stati Uniti hanno spesso ricambiato il favore ad Aleksandr Dugin. Un anno fa, il famoso politologo russo è stato messo alla porta in Grecia. Accompagnato dal patriarca di Mosca Kirill per una conferenza sul Monte Athos, Dugin...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

A Capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio: la Terra rallenta!

A capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio - la Terra rallentaUn "salto" di un secondo verrà aggiunto al conto alla rovescia di questo Capodanno per compensare il rallentamento nella velocità di rotazione della Terra.  Il secondo "extra" accadrà non appena l'orologio toccherà la mezzanotte e verranno "create" le ore 23:59:60, posticipando momentaneamente l'arrivo del Capodanno. Il secondo...--> LEGGI TUTTO

BIOMETRIA, IL FUTURO DELLA SICUREZZA

biometriaRiconoscimento dell'iride, facciale e del movimento della mano durante la firma: le nuove strategie per prevenire i furti e le loro possibili applicazioni Un uomo si avvicina a una stanza blindata. Per entrare niente password o codici di sicurezza, ma l'accostamento degli occhi a un...--> LEGGI TUTTO

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Guest post

Il Messico a meno di 40 euro al giorno!

Messico Amo il Messico. E' pieno di vibrazioni, è un paese meraviglioso, pieno di gente amichevole, con una energia speciale che vi fa riscoprire l'amore per la vita, con un'architettura spettacolare, con una storia che affonda le radici nelle profondità dei millenni e... con un cibo davvero...--> LEGGI TUTTO

Negli Uffizi dei Medici: itinerario mediceo all’interno della Galleria più famosa di Firenze.

Scoprire Firenze La Galleria degli Uffizi è il sito museale più famoso di Firenze, nonché uno dei più frequentati d’Italia: quelli che riescono a superarlo per visitatori, infatti, si contano sulle dita di una mano. Gran parte dei turisti scelgono un hotel su portali come expedia proprio per...--> LEGGI TUTTO

Il gioco responsabile al tempo del mobile

casino mobile La crescente diffusione delle nuove tecnologie ha radicalmente modificato gli stili di vita e le abitudini degli individui, contribuendo alla formazione di una cultura sempre più digitale. Dal 13° rapporto Censis-Ucsi sulla Comunicazione (2016) emerge che il 74% della popolazione italiana ha libero accesso ad una...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Rimozione forzata. La libera rete chiude!

Rimozione forzata - la libera rete chiude - Play ORE 19. Live su Salvo 5.0, con Claudio Messora, Antonio Rinaldi, Tommaso Minniti e Salvo Mandarà....GUARDA

Becchi: è l’era delle piccole patrie. Me ne batto il ca@@o di quanti hanno votato al referendum catalano.

Becchi Referendum Catalogna Matrix Becchi a Matrix perde le staffe sul referendum in Catalogna. "Al di sopra di ogni Costituzione ci sono due diritti fondamentali. Il diritto di resistenza e il diritto di secedere. Non sappiamo come andrà a finire, ma la responsabilità di una guerra civile...GUARDA

Il giorno in cui la democrazia in UE gettò la maschera

Il vero volto della democrazia nell'Unione Europea Il giorno in cui la democrazia in UE gettò la maschera, e apparve finalmente a tutti, solare, radioso, il suo vero volto....GUARDA

E dopo le “primarie” M5S, il PD torna in testa: 1,2 punti in meno.

Sondaggio M5S 25 settembre - play Sorpresa: dopo le "primarie" del Movimento 5 Stelle, Di Maio perde subito 1,2 punti percentuali e torna in testa il PD. A darne notizia, Mentana al TG7. Il calo, e il sorpasso del Partito Democratico, vengono attribuiti al modo in cui le cosiddette primarie sono state...GUARDA

Becchi: e adesso in Parlamento arriva CasaPound

Becchi - Movimento 5 Stelle - CasaPound A Omnibus (LA7) questa mattina, Di Pietro spiega che, secondo lui, il Movimento 5 Stelle in realtà non vuole affatto governare, perché non gli conviene, e Becchi prevede che, grazie all'abbandono della critica forte su Euro, Europa e finanza, e al rigetto dell'etichetta di "populismo", avremo...GUARDA

Pigi Battista a Paragone: i bambini non sono proprietà dei genitori.

Paragone Pigi Battista Nell'annoso dibattito sui vaccini, ci sono i Free Vax, i No Vax, e poi i Pigi Battista. Quelli che "i bambini non sono di proprietà dei genitori". Certamente non sono una proprietà, così come si intende un oggetto acquistato e privo di diritti. Ma il sottinteso...GUARDA

Rula Jebreal a Porro: tu, uomo bianco sessista!

PORRO VS RULA Scontro tra Rula Jebreal e Nicola Porro: "tu uomo bianco sessista che punti il dito contro una come me"....GUARDA

Barbara Lezzi maltratta Luigi Marattin a Omnibus

Barbara Lezzi Luigi Marattin Barbara Lezzi (M5S) si confronta duramente con Luigi Marattin, consigliere economico della Presidenza del Consiglio, sui dati della disoccupazione che vede l'Italia, nonostante la "cura Renzi", aumentare il distacco rispetto alla media europea. Ricordati di VOTARE Byoblu ai Macchianera Internet Awards...GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>