Dopo l’euro, tutti in guerra?

LaTerzaGuerraMondialeDellaMerkel

Nel 2011, quando sotto i colpi della crisi Monti e Papademos venivano incaricati di avviare l’invasione della Troika in Italia e in Grecia, Angela Merkel e Nicolas Sarkozy rilasciavano ai posteri due dichiarazioni inquietanti.

Se cade l’euro cade l’Europa. Nessuno prenda per garantiti altri 50 anni di pace in Europa“ [Angela Merkel]

L’Europa è il continente che ha conosciuto le guerre più barbare al mondo, e non sono accadute nel Medioevo, ma nel XX secolo, per ben due volte. […] Lasciare distruggere l’euro è prendersi il rischio di distruggere l’Europa. Colore che vogliono distruggere l’euro si assumeranno la responsabilità di riaccendere i conflitti nel nostro continente“ [Nicolas Sarkozy]

La permanenza nell’Euro veniva così legata allo spettro di un nuovo secolo di barbarie. Una minaccia più che velata, concordata e poi ventilata di proposito dalle due maggiori potenze nella UE.
Le grandi crisi sono sempre state foriere di pesanti conflitti armati. Del resto, come avevo ricordato nell’agosto 2012, ci eravamo già passati.

E oggi, che l’euro è più traballante che mai, l’Italia è pronta a modificare la sua Costituzione per attribuire alla sola maggioranza di Governo la facoltà di dichiarare lo stato di guerra. Ad oggi, infatti, l’articolo 78 recita ancora così: “Le Camere deliberano lo stato di guerra e conferiscono al Governo i poteri necessari”, mentre l’articolo 87 ribadisce: Il Presidente della Repubblica, che ha “il comando delle forze armate“, “dichiara lo stato di guerra deliberato dalle Camere“.

Ma con la riforma del Senato in Camera non elettiva, i consiglieri regionali e i sindaci avrebbero avuto altresì il potere di dichiarare guerra. Così stanno cambiando l’articolo 78, in modo che tale facoltà sia appannaggio della sola Camera dei Deputati. Ma con le leggi elettorali che corrono, le quali di fatto attraverso il premio di maggioranza attribuiscono a una minoranza del Paese il controllo di Montecitorio, questo significa che un solo partito, anche se lontano dall’essere espressione della volontà nazionale, avrà il potere di decidere l’ingresso degli italiani in un conflitto armato. E con la sola maggioranza semplice! Neppure cioè con quella qualificata con la quale ad esempio si vota per l’elezione del Capo dello Stato. La maggioranza qualificata serve infatti a garantire che alcune decisioni di natura estremamente rilevante per l’interesse del popolo vengano prese con un consenso allargato.

Secondo il professor Carlo Galli “se il motivo per cui si mette mano alla legge elettorale è quello di aumentare la governabilità, la guerra è parte delle decisioni del governo? La Costituzione prevede tre attori istituzionali che decidono su un atto considerato di gravità eccezionale: Governo, Parlamento e Capo dello stato, secondo i poteri attribuitigli dall’art. 87 della Costituzione. Questa previsione dei padri costituenti nasce dal fatto che il sistema elettorale proporzionale è previsto come implicito nella nostra Costituzione e quindi vengono conseguentemente richiesti una faticosa mediazione tra le forze politiche e un dibattito politico, parlamentare e pubblico su atti di estrema rilevanza per il nostro Paese, quali sono appunto, la dichiarazione di stato di guerra e l’elezione del Capo dello Stato”.

La prossima modifica la faremo all’Articolo 11? Diventerà: “L’Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli, ma se sta bene al Presidente del Consiglio… fa niente“?

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

10 risposte a Dopo l’euro, tutti in guerra?

  • 5
    barbara

    lo scriveva in continuazione anche il Manifesto e L’unità che senza l’euro saremmo stati preda di nazionalisti che avrebbero condotto le nazioni in guerra una contro l’altra. Vedasi Berardi Bifo salvo poi ora aver cambiato ordine, compagno

  • 4
    lelamedispadaccinonero.blogspot.it

    la vera potenza dell’ue è l’uk che nell’euro non ci sono e non ci entreranno mai ma obbligano noi a rimanerci anche dicendoci che una disgregazione porterebbe ad un conflitto armato…
    ritenere quindi che alla guida ci siano Francia e Germania è quindi sbagliato

  • 3

    Un Continente, dove non riescono ad ammazzarsi se non c’è una moneta ad impedirlo, non vale la pena di salvarlo…

    • 3.1
      Ronnie

      Questa è la considerazione (aforisma o chiamatelo come volete) che condivido da tanto tempo. La ritengo una delle poche affermazioni sensate che ho letto negli ultimi 20 anni (almeno).
      <>.
      Queste sono affermazioni che mi hanno colpito molto e sapete perchè? Perchè me le ha fatte un signore che non vedevo da 10 anni, pacifista all’estremo, uno di quelli ambientalisti, animalisti che gestisce un rifugio montano ed è appassionato scalatore di cime impossibili. Un frequentatore del Tibet e di monaci tibetani. Capito il tipo? Sentir dire certe cose da uno come lui, mi ha davvero impressionato. Soprattutto quando mi ha salutato dicendomi: “E’ brutto dirlo, ma è così. Avevi ragione tu 20 anni fa. Andavano fermati prima”.
      Il resto sono tutte chiacchere inutili. Perchè per “loro” vale la legge del “Chi tocca muore”. Mentre la poveretta gente comune sta a guardare l’imbonitore Benigni e si crogiuola con le sue parole vacue. Ma Benigni non è mai, dico mai (e io ho quasi 60 anni) sceso in una piazza a battersi, non è mai sceso in campo, non è mai andato contro il sistema che lo rendeva ricco etc ed è lì ancora che parla, parla…ma non fa un emerito c**zo di niente se non prostrarsi ai poteri costituiti. Quale comunista? Si è sempre “pronato” davanti a tutti, Hollywood compresa. Sarà anche uno da Oscar ma non si dimostra che un saltimbanco da 4 soldi.
      (Avrete capito che non mi è mai piaciuto fin dai suoi esordi).

  • 2
    Clesippo Geganio

    dato per scontato che l’€uro così concepito e gestito risulta deleterio, bisogna riconoscere che l’unica forza politica effettivamente contro l’eurocidio delle banche è il M5S proponendo un referendum per uscirne, gli altri partiti non muovono un dito facendo finta di essere contro prendendo per il c**o i loro rispettivi elettori, purtroppo la maggioranza!
    Realisticamente non è difficile prevedere l’esito del referendum “consultivo”, senza dubbio vincerebbero i pro €uro, data la mancanza di vera informazione mediatica gestita dalla casta PD FI e partitucoli prezzolati.

    L’unica critica che muovo da mesi al M5S è la mancata partecipazione ai talk shows della politica dove far valere le proprie ragioni, ieri sera c’è ne stata una prova inconfutabile a La 7 ottoemezzo con la senatrice B. Lezzi ed un becero deputato del PD che alle corrette esplicazione tecniche e politiche dei problemi e soluzioni descritte dalla Lezzi il deputato piddino rispondeva con demagogia in certi casi cercando di buttarla in caciara.
    Mi domando quando il M5S avrà un suo talk d’approfondimento politico sociale e culturale sulla RAI?
    Purtroppo la maggior parte degli italiani si abbeverano d’informazioni alla fonte inquinata della TV privata e di stato.

    • 2.1
      Marco

      Ecco bravo praticamente da sostenitore M5S hai spiegato da solo quanto il referendum (che ricordati ora è solo per abrogare la legge sul divieto di referendum riguardanti i trattati internazionali) sia una cagata pazzesca. Praticamente, dato che come dici tu la mainstream farà propaganda terroristica, chi vuole il referendum sull’euro è perchè vuole restarci. Non di certo chi in buona fede come te, ovviamente ma mi riferisco a Casaleggio. Nell’euro si è entrati per decreto legge e se se ne vuole uscire la strada è la stessa dell’andata. Le elezioni potrebbero essere dietro l’angolo e se i partiti anti-euro si alleassero sarebbero già oggi maggioranza.

    • 2.2
      Clesippo Geganio

      esatto Marco, ma per quale oscuro motivo non si deve chiedere alla cittadinanza un parere facendola partecipare effettivamente alla vita civile e democratica del Paese? Invece delle fankazzismo delle primarie il referendum se pur consultivo è sempre una manifestazione di maturità del popolo sovrano, SI o NO sarà il popolo che si accollerà la responsabilità di scegliere nel bene o nel male dando prova di coraggio e maturità.
      Nel 2000 Prodi come un dittatore prese una decisione sulla pelle di tutti entrando nell’eurozona calpestando democrazia e Costituzione per un solo motivo, se avesse chiesto agli italiani cosa fare previo referendum oggi saremmo ancora con la £ira in tasca! Non saprei se in migliori o peggiori condizioni economiche di oggi, comunque sarebbe stata una decisione ampiamente democratica e non attribuibile alla politica infame, tale differenza è sostanziale eticamente e moralmente.

      Se continuiamo a demandare ai politici di turno cosa fare della nostra vita non saremmo mai un popolo maturo e responsabile.

  • 1
    baradel

    caro Claudio, l’EURO E’ GIA’ LA GUERRA. L’euro orrore è il genocidio economico sociale neoliberale organizzato.
    L’euro è la distruzione sociale. Solo alcuni grillini e il loro capo faticano ancora a capirlo.
    Il terrorismo dell’EUROGENDFOR sarà all’interno della metropoli ciò che quello della NATO pratica all’esterno. Perchè, per il totalitarismo dei tecnocrati della Troika, ogni dissidente è classificato come TERRORISTA, Al Quaeda come i NO TAV, CUBA come PINELLI. Chi non si conforma al regime è “terrorista”
    inutile ricordare poi che, almeno dal 1999, )aggressione NATO del Kosovo), l’IMPERO e i suoi vassalli se ne sbattono altamente del diritto internazionale, delle convenzioni e fanno la guerra SENZA dichiararla….le chiamano nella loro neolingua di regime “!OPERAZIONI DI PEACEKEEPING”…
    Ci stanno ammazzando, caro Claudio. Spero che cominciamo tutti a capirlo..
    Serve una nuova RESISTENZA contro l’euro terrore di stato, una resistenza di massa, per comabtterli e per ricostruire questa società.
    poi ci divideremo di nuovo, a spaccare il capello in 4 intorno alle c**zate.
    Ma prima vanno combattuti.
    Il tempo delle analisi è finito.
    L’EURO E’ IL NEMICO. Il resto sono sinecure per distrarci e ammazzarci. Punto.

    • 1.1
      Ronnie

      Analisi e sintesi perfette. Ma vai a fargliela capire agli italioti, che sono ancora lì a idolatrare il Napoletano, che andrebbe processato da un bel tribunale del popolo (per lui che era comunista-finto, che goduria).

    • 1.2
      Mr. Age

      Baradel come al solito concordo in gran parte con quello che scrivi. Mi permetto di fare un unica precisazione: l’€uro non é il nemico ma il mezzo di distruzione di massa che il nemico utilizza per annientarci e ridurci in schiavitù.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

La violazione della legge sulla propaganda elettorale. Registrate e denunciate.

Registra e denuncia violazione della legge sulla propaganda elettorale Ancora adesso, mentre scrivo, a votazioni in corso, se aprite i social network vi potete imbattere facilmente nella propaganda a favore del Sì al Referendum Costituzionale. La campagna per il Sì in rete è stata invasiva e ai limiti dell'illegalità. Cosa dice la...--> LEGGI TUTTO

Grazie Giorgio Napolitano!? Chapeau!? Si sono bevuti il cervello!?

M5S Grazie Giorgio Stiamo parlando di Giorgio Napolitano? Quello che nel 2011 ha spianato la strada alla troika del governo Monti? Quello che ha firmato qualunque cosa? Quello che nel 2013, quando c'erano le consultazioni per formare un nuovo governo, ha chiamato al Quirinale Pdl e Pd ignorando il...--> LEGGI TUTTO

Ce lo chiede Beppe

Ce lo chiede Beppe Quindi, ricapitolando, il "collegio dei probiviri" di un movimento di democrazia diretta come il M5S è composto da tre nomi fatti per intero dal capo politico, senza che la "rete" possa nominarli non dico tutti, ma almeno un paio o anche uno solo. Peggio del direttorio dove...--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

La lettera di una mamma lavoratrice che fa venire il magone

Mamme lavoratrici: la triste realtà che si cela dietro alla famiglia del Mulino BiancoPubblico questa lettera (inviata a Beppe Severgnini sul Corriere della Sera), che fa venire il magone non solo a chi l'ha scritta ma anche a me che l'ho letta, e nella quale credo si riconoscano tante, troppe mamme lavoratrici, perché sia motivo di riflessione sul modo in cui si è...--> LEGGI TUTTO

La lobby dello zucchero uccide – i nuovi documenti tenuti nascosti

la lobby dello zucchero uccideNEW YORK: Decine di scienziati, negli Anni 60, furono pagati dall'industria americana dello zucchero per sminuire il collegamento tra consumo di zucchero e problemi cardiaci e spostare così l'attenzione sui grassi saturi. A rivelarlo sono una serie di nuovi documenti scoperti recentemente da un ricercatore della University of California di...--> LEGGI TUTTO

Caro M5S, volete allargare il direttorio? Bene, ma dovreste fare così…

votazione online democrazia direttaBarbara Lezzi, senatrice M5S, ha rilasciato un'intervista al Fatto Quotidiano sulle questioni romane. L'ipotesi, che alcuni organi di stampa dicono condivisa anche dalla Casaleggio Associati, è quella di allargare il direttorio a 30/40 persone. Una vera e propria struttura di intermediazione (di quelle che ancora oggi non sono previste dal "Non...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Come funziona l’Italia: noi siamo quelli con il fiore in mano

Come funziona l'ItaliaCome funziona l'Italia Ecco come funziona la nostra società. Questa è l'Italia. E, ...caso mai cercaste il pallino "voi siete qui", in questo disegno noi siamo quelli con il fiore in mano....--> LEGGI TUTTO

I nanorobot a controllo mentale che vi osserveranno.

I NANOROBOT A CONTROLLO MENTALE CHE VI OSSERVERANNOPer la prima volta, una creatura vivente è stata controllata dall'uomo utilizzando esclusivamente il pensiero, grazie a nanorobot che hanno rilasciato all'interno di alcuni scarafaggi dosi programmate di farmaci, in risposta all'attività cerebrale di chi ha condotto l'esperimento. Una tecnica che - sostengono già alcuni - potrebbe essere molto utile per il trattamento...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Le vostre email

Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Massimo D’Alema: è grazie a noi se M5S non ha vinto da solo!

Massimo D'Alema Massimo D'Alema fa la sua analisi del voto del referendum. Parla sarcasticamente delle rottamazioni di Matteo Renzi e afferma che se non ci fossero stati loro, il M5S avrebbe vinto da solo. ...GUARDA

I Cinque Stelle alla stampa: ora elezioni subito!

m5s-conferenza-stampa-iconaLa conferenza stampa del Movimento 5 Stelle alla Camera dei Deputati dopo la vittoria del No al Referendum Costituzionale. Davanti ai giornalisti, a tarda ora, dopo le dimissioni di Matteo Renzi, si sono presentati Vito Crimi, Danilo Toninelli, Alessandro Di Battista e Giulia Grillo, per dire al Presidente della Repubblica...GUARDA

Brunetta canta vittoria: Renzi ora si dimetta!

Renato Brunetta Brunetta canta vittoria: Renzi ora si dimetta!...GUARDA

Galloni e Rinaldi al Quirinale: ora Mattarella stralci il Pareggio di Bilancio

Galloni Rinaldi Quirinale Nino Galloni e Antonio Rinaldi salgono al Quirinale per chiedere simbolicamente a Mattarella che ora rispetti la volontà del popolo e si adoperi per rispettare la Costituzione italiana, stralciando subito il Pareggio di Bilancio ora Mattarella stralci Pareggio di Bilancio...GUARDA

Salvini – Vittoria del popolo contro i poteri forti di tutto il mondo

Salvini referendum La prima dichiarazione dopo gli Exit Poll che danno la vittoria del No a 55%-59% è di Matteo Salvini, che parla testualmente di "una vittoria del popolo contro i poteri forti di gran parte del mondo"....GUARDA

Renzi vs Gruber: volata finale sul Referendum

Renzi Gruber Referendum Otto e 1/2 Sintesi dell'intervento di Matteo Renzi, questa sera, a Otto e Mezzo, per la volata finale sul Referendum Costituzionale....GUARDA

La Santanché furiosa sui pallisti Pd diventa una bestia

la santanche furiosa sui pallisti pd diventa una bestia Daniela Santanché si infuria a Coffee Break sul voto di Forza Italia alla Camera sulla Riforma Costituzionale, e chiede il fact checking. Guarda anche: ...GUARDA

Referendum: le COJONATE di Franceschini e Poletti sulle ragioni del Sì

Referendum: le COJONATE di Franceschini e Poletti sulle ragioni del Sì Le cojonate di Franceschini e Poletti, ministri della cultura e del lavoro, a Tribuna Politica di Semprini, nel tentativo imbarazzante di difendere le ragioni del sì al Referendum Costituzionale, fanno sembrare le forziste Laura Ravetto e Anna Maria Bernini due emerite costituzionaliste. Tante fesserie tutte insieme...GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>