Ucraina: la storia che sui media non leggete

Merkel Hollande Poroshenko

L’Ucraina non ha mai ricoperto un ruolo importante nei giochi di potere che governano la politica mondiale. Eppure, negli ultimi 12 mesi, lo Stato di Kiev è stato catapultato improvvisamente al centro degli interessi delle superpotenze mondiali, trovandosi a dover rivestire il ruolo di ago della bilancia di profondi interessi socioculturali che a fatica hanno mantenuto un pacifico equilibro.

L’Ucraina, nata nel 1991 dopo la definitiva caduta dell’Unione Sovietica, ha da sempre cercato di manifestare la propria indipendenza, cercando di soffocare la grande etnia (circa il 35%) di russi, o russofoni, che abitano sul territorio rimarcando una naturale differenza culturale che pare essere sempre più incolmabile, arrivando addirittura a negare qualsiasi legame passato con la Russia. Questo divorzio fra le due nazioni è al limite del paradosso: basti pensare infatti che l’Ucraina, al momento del distacco e della proclamazione di indipendenza, non solo ha lasciato il fardello dei debiti accumulati negli anni sulle spalle della neonata Federazione Russa, ma ha fatto cadere sotto il medesimo governo anche la Repubblica Autonoma di Crimea.

Sarebbe stato naturale quindi, anche per puro senso di riconoscenza, cercare di rendere omogenee le differenze etniche in seno al paese, ma ciò non è avvenuto. Anzi, le intromissioni nei problemi interni ucraini da parte degli stati europei e degli Stati Uniti hanno fomentato la discriminazione e le differenze fra le varie etnie che rivendicano ora i propri diritti. In tutto ciò, Mosca non poteva certo giocare il ruolo di spettatore passivo. Quello che è accaduto a Kiev ha quindi spinto il popolo a battersi per una reale divisione territoriale, che vede una etnia di lingua russa che vorrebbe ritornare a quella che fu un tempo la madre patria, mentre la restante maggioranza, che sostiene il Governo di Kiev, cerca di soffocare questa lotta intestina con ogni mezzo, primo fra tutti l’eliminazione dalla Costituzione della lingua russa come seconda lingua ufficiale del Paese, mettendo così alle corde quelli che la propaganda ama chiamare “filorussi” e portando a compimento quel fenomeno di espansione linguistica denominato “Ucrainizzazione”.

Ma che interessi avrebbe avuto la Federazione Russa a rompere gli equilibri ed accettare, il 16 Marzo 2014, l’ingresso nel proprio territorio della ex Repubblica Autonoma di Crimea, tramite un regolare referendum popolare indetto in conformità alle norme internazionali? Il legame fra Mosca e la Crimea ha una storia che affonda le proprie radici nel 988, anno in cui il Principe Vladimir, introduttore e diffusore del Credo Ortodosso nel territorio dell’antica Rus’, l’odierna Russia, viene battezzato proprio in Crimea.

Nel XVIII secolo, al termine della Guerra fra l’Impero Russo e quello Turco (1787—1792), la costa del Mare d’Azov ed una parte della costa del Mar Nero passarono sotto il Governo dell’Impero Russo, mentre la Penisola della Crimea ottenne uno statuto speciale diventando dapprima uno Stato indipendente sotto il protettorato Russo ed in seguito parte integrante della Russia.

Nel 1954, a causa della grave situazione economica del dopoguerra e, a detta di molti, per motivi personali di Nikita Krushov, l’Unione Sovietica decise di trasferire la penisola sotto il controllo del governo ucraino. Nel 1991 però ci fu il primo dissenso politico che portò il Consiglio Supremo della Repubblica Autonoma a chiedere l’indipendenza, dovendo poi desistere a causa delle pressioni esercitate dal Governo centrale. Nel 1994, con la vittoria alle elezioni del leader filorusso Leonid Kuchma, il popolo sperò nuovamente in una possibile separazione, ma ciò che avvenne fu una reazione opposta delle regioni del sud-est del Paese. Nel 2013, con il colpo si Stato di Kiev, l’intromissione occidentale e la successiva cancellazione della tutela della lingua Russa, si è verificata una totale rottura fra est ed ovest facendo compiere all’Ucraina un salto nel buio, dando vita ad una guerra civile con ripercussioni politiche mondiali.

La reazione era prevedibile: il 16 marzo del 2014 la Repubblica Autonoma della Crimea ha portato a termine il referendum per l’adesione alla Federazione Russa che a sua volta, con la propria presenza militare ed affiancata da molti osservatori stranieri, ha garantito la sicurezza durante il voto al referendum. Tutte le procedure si sono svolte in conformità con le norme internazionali. Così il referendum ha sancito, con una schiacciante vittoria, l’adesione alla Federazione Russa. La presenza militare russa in Crimea non è storia di oggi come ci è stato proposto dai media: a Sevastopoli, infatti, esiste da sempre una base navale russa che può ospitare un contingente massimo di 25.000 militari grazie ad un accordo stipulato fra gli Stati ai tempi dell’ex Unione Sovietica.

Oggi la Crimea è un polo nevralgico dove si incontrano diverse culture ed avvengono importanti scambi commerciali alimentando interessi politici ed economici. Alla luce dei fatti, ci si sarebbe aspettato da parte dell’Europa un riconoscimento della Crimea come parte integrante della Federazione Russa. Invece, contro ogni saggia previsione, con voce unanime l’Unione Europea vi si contrappone, contravvenendo a quelle più elementari regole del buon senso che farebbero prendere le distanze dal governo ucraino, ormai dipendente delle minoranze nazionaliste sostenute dal Governo statunitense e che commettono ogni giorno crimini riconosciuti e denunciati anche dall’OSCE contro le popolazioni dell’est.

Con la complicità della sua classe politica, l’Europa ha mostrato di non conoscere la storia ucraina ed ha perfino violato i diritti fondamentali dell’uomo e dei principi che è nata per preservare, come il diritto all’autodeterminazione dei popoli (a parte quello del Kosovo e non si sa perché) e la tutela dei diritti di tutte le minoranze. Piazza Maidan, a Kiev, non ha segnato solo il punto di rottura fra est e ovest del paese, ma è uscita dai confini e ha segnato indelebilmente il punto di rottura fra i cittadini europei e l’inadeguata classe politica che li governa.

Anya Stepanova e Angelo Mandaglio


Scopri cos’è il progetto Europaleaks e partecipa subito: clicca sull’immagine.
EUROPALEAKS - DONA ORA

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

19 risposte a Ucraina: la storia che sui media non leggete

  • 8
    Clesippo Geganio

    •Tutte le misure politiche economiche e finanziarie attuate da questo Governo sono indirizzate a favorire le holding industriali, banche finanziarie e assicurative, l’unica intrapresa per la collettività sono stati gli 80€ praticamente una presa per il c..o!

    •Con l’applicazione del job act Renzi è diventato il più grande TAGLIATORE di TESTE europeo se non planetario eseguendo doviziosamente gli ordini del suo datore di lavoro la troika!

    •L’ENEL ha messo in vendita 5,7% delle quote statali per un importo di oltre 500 milioni, indovinate chi sono i possibili acquirenti?
    Merril-Lynch, Goldman-Sachs, Mediobanca, Unicredit.
    Praticamente lo stesso sistema economico/finanziario che ha generato la crisi economica occidentale.

    questi 3 punti hanno un nesso non casuale ma causale….

    • 8.1
      Mjollnir

      Poi ci diranno che il debito si e’ ridotto grazie alla politica di Renzi….certo in cambio abbiamo svenduto la nostra ricchezza! Ma senza quelle aziende non c’e lavoro e non si produce ricchezza e rimaniamo senza speranza.
      Ricapitolando: le banche prestano i soldi agli stati e ai cittadini. I cittadini con quei soldi producono beni e aziende. I cittadini o le aziende non riescono a restituire quei soldi + gli interessi alle banche (il che e’ matematico). Le banche acquisiscono a prezzi stracciati e senza aver fatto alcun lavoro le aziende e i beni creati dai cittadini quando essi vanno in sofferenza economica ….che bello poter stampare e prestare il denaro!!!!

    • 8.2
      Clesippo Geganio

      Renzi sta regalando il patrimonio pubblico per far fronte alle spese pazze dei bagordi politici, vendere Raiway per 1.2 MLD quando vale 10 volte trattasi di nuova tecnologia delle telecominicazioni del prossimo futuro, venderla significa privare ai cittadini la libertà di comunicare ed esprimersi culturalmente, stessa cosa con Bredarail ai giapponesi per 36 MLN azienda leader mondiale nel settore non avendo concorrenti alla pari per capacità realizzativa e tecnologica all’avanguardia.
      Svendere gli asset nazionali come telecomunicazioni, energia , trasporti aria, mare e terra significa non capire un cippa di lippa di politica economica e procurare danni erariali IRREVERSIBILI per centinaia di MLD di €.

      Mi associo all’accorato appello di Saviano (mai stato simpatico) che consiglia per il bene nazionale di non andare a votare alle primarie PD nelle Marche e Campania perchè i giochi sono già stati fatti alla spalle dei cittadini.

    • 8.3
      Clesippo Geganio

      come non detto in Campania ha vinto un condannato
      ad un anno di reclusione e all’interdizione dai pubblici uffici per abuso d’ufficio.
      La legge severino è demenziale, non può fare il sindaco ma il presidente di regione si!

    • 8.4
      Mjollnir

      Clesippo vedo che ancora non ti sei preso il tempo di leggerti un bilancio dello stato
      Tu dici:
      “Renzi sta regalando il patrimonio pubblico per far fronte alle spese pazze dei bagordi politici”

      Renzi vende il patrimonio pubblico per far fronte agli interessi che lo stato deve pagare.

      Cioè le banche prestano i soldi allo Stato (non si capisce perché uno stato non se li possa stampare da solo invece che farli stampare a una banca e farseli prestate) poi visto il meccanismo con cui li riceve non li può matematicamente restituire indipendente se li abbia spesi bene o male.

      con questa truffa lo stato , (non potendosi ne finanziare da solo ne ulteriormente indebitare – vincoli di bilancio, fiscal compact) deve svendere le proprie aziende e proprietà acquisite e/o costruite con lavoro per far fronte agli interessi.

    • 8.5
      Clesippo Geganio

      @ Mjollnir
      sono anch’io contrario all’eurocapestro!

      Desidero evidenziare la balordaggine di chi Sgoverna il nostro Paese in crisi, rimanendo nella logica PD cioè se l’€uro è cosa buona e giusta la conseguenziale e corretta politica economica per evitare di morire sotto il peso degli interessi sul debito dovrebbe essere incentrata sulla diminuzione della spesa pubblica, che non consiste nello svendere le aziende di Stato (più o meno in attivo) che producono ricchezza=soldi per pagare i debiti e non solo, tanto meno nello smantellare lo stato sociale, consiste invece in un principio logico e coscienzioso di alleggerimento di tutto ciò che rappresenta apparati politici, enti inutili o doppioni come le 20 Regioni, sopprimendole si risparmierebbero 170 MLD all’anno di soli costi di esercizio, più 100/150 MLD di spese pazze in appalti pubblici e gestioni fasulle di enti subordinati, semplicemente trasferendo più o meno le stesse funzioni rivisitate e corrette alle 111 Province che in parte già compiono, invece si è fatto il contrario, hanno mantenuto e rafforzato i centri di spesa folli ed incontrollabili (le regioni) scaricando sui Comuni tasse dirette e indirette, sopprimendo le Province controllabili dal cittadino perchè operano in ambito locale.

      Vendere o cedere quote delle attività materiali e patrimoniali PRODUTTIVE pubbliche significa non capire un c…o di economia e finanza oppure capire ma essere balordi.

      Ammettiamo per ipotesi non ci siano alternative quindi la necessità di vendere i gioielli di famiglia perchè indebitati ma non cambiare mentalità dello sperpero si finisce in mano agli strozzini poi per strada a mendicare, vedi Grecia.

  • 7
    Clesippo Geganio

    perchè scoppiano o fanno scoppiare le guerre….

    http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-7b9717f0-eaca-4c39-9e76-970ee02ffedd.html#p=0

    dal minuto 02:10:50 al minuto 02:16:35

  • 6
    Angelo

    Luca, la Crimea ha fatto parte dell’Ucraina dal ’54 fino all’anno scorso,prima di quella data è stata Russia, la popolazione che ci vive è russa. Io rispetto la tua opinione, però ti invito ad andare in Crimea (che tra l’altro è un bellissimo posto) chiedi loro se si sentono russi o ucraini. Non è detto che tu cambi idea, io non te lo chiedo, ma se parliamo di fatti non è sufficiente ascoltare una voce piuttosto che un’altra, prima appuriamo i fatti, poi gli diamo il valore che vogliamo, vale anche per me.

  • 5
    luca

    articolo propagandistico.

    Le ingerenze americane ed europee in un paese dotato di sovranità nazionale sono ” l’intromissione occidentale”, mentre le decennali ingerenze russe derubricate a un “Mosca non poteva certo giocare il ruolo di spettatore passivo”.
    Il tocco più esilarante: un referendum (in crimea) il cui valore legale è stato riconosciuto solo dalla russia è rappresentazione “dell’autoderminazione dei popoli”, mentre un governo nazionale legittimo eletto democraticamente in base ad elezioni regolari è “colpo di stato di Kiev”. E’ una tecnica vecchia come il mondo, ripetere le balle finchè non diventano realtà

    • 5.1
      ANTIFASCISTA

      QUESTO NAZISTA DI NOME LUCA È UNO DEI TROLL CHE PROMUOVE RENZIE: IL FASCISTA CHE STA SPARGENDO IL SALE SULLA DEMOCRAZIA E SVENDENDO IL RIMANENTE APPARATO INDUSTRIALE AGLI STRANIERI.

      I FASCISTI SONO TORNATI! VANNO FERMATI!

    • 5.2
      ilary

      veramente il governo è abusivo e frutto di un colpo di stato. non ti informare solo su donna moderna

    • 5.3
      Clesippo Geganio

      @ ilary,
      ti riferisci al Governo Renzi vero?

    • 5.4
      Mjollnir

      Antifascista,

      mi unisco al tuo commento su Luca. Comunque secondo me si fa spesso confusione sul concetto di Fascismo. Fascismo vuol dire nazional-socialismo cioè una politica sociale per la nazione.

      Allora farei una distinzione fra metodo di potere fascista e politica nazional-socialista. I metodi di controllo fascista li conosciamo benissimo e sono da condannare (vd totalitarismo, dittatura, leggi razziali, guerra) ma non si può ne si deve buttare tutto. Porto ad esempio l’IRI (altro che svendita delle aziende di stato!) e la nazionalizzazione della banca d’Italia: passi essenziali per lo sviluppo di uno stato sovrano indipendente e per il benessere dei suoi cittadini.

      Usando la parola fascista o nazista sempre e comunque in senso negativo fate il gioco di Renzi e di quelli i cui interessi lui difende: le banche e il sistema finanziario, a danno del popolo e dei lavoratori. Questo commento e’ anche rivolto a Claudio che usa tali parole usa senza fare, a mio avviso, le debite distinzioni. Visto il contesto in cui siamo credo che dovreste utilizzare più propriamente le parole LIBERISTA o ANTILIBERISTA al posto di fascista e antifascista.

    • 5.5
      Gabriele

      Luca scrive perchè crede alla propaganda americana e ai TG nostrani, non è una persona che s’informa o che è in grado di cercare le notizie, confrontarle e trarne una conclusione con la propria testa, per questo, qualsiasi cosa scriverà, potrà essere smontata con facilità, perchè non si è nemmeno informato su quello che ha scritto qui, se non superficialmente. =)

  • 4
    rosso

    la nostra rivendicazione è più antica! la Crimea appartiene alla repubblica di genova!

  • 3

    sicuramente Putin non è un santo ma Europa e stati uniti hanno la causa maggiore per la situazione che si è venuta a creare

  • 2
    Clesippo Geganio

    e noi ITALIA ci presentiamo in questo scenario di geopolitica dove vige la legge del più forte con Renzi che regala 80€, il patto del “nazareno”, disfa il Senato, elimina per finta le Province, cambia la legge elettorale copiandola pari pari alla legge Acerbo del 1923!!! Con il jobact per rilanciare il lavoro!!??!!, con il padre la madre e sorelle impelagate per fallimento aziendale, con la ministra Boschi il padre e fratello in pieno conflitto d’interessi con una banca che per intervento divino aumenta del 62% il valore delle quote azionarie, con il ministro Poletti che per sbaglio cena con una cricca di mafiosi romani, con la ministra Madia e la cancellazione dell’art.18 non vale per i dipendenti statali, e la lista delle genialate italiche sarebbe infinita… ma incredibile tutto ciò deciso da un premier non eletto democraticamente, per di più in una legislatura dichiarata illegittima dai giudici della Corte Costituzionale tra cui Mattarella che successivamente viene eletto Capo di Stato da Renzi premier illegittimo!!!!

    EVVIVA l’ITALIA PAESE SERIO RESPONSABILE e CREDIBILE come le pulci che tossiscono!!!

  • 1

    A cosa serve ancora l’informazione,quando il mondo è Globalizzato e si avvia a velocità verso una vera Catastrofica guerra?Non potevo immaginare che anche Tsipras fosse una Marionetta manovrata dai Grandi Maestri Burattinai della Globalizzazione.Preso atto atto che tutto è compiuto,Italia fulcro centrale della Globalizzazione governata da governi imposti con politici cinici senza scrupoli che si fanno vedere che vanno a Messa,le Piramidi di potere “ONU-NATO & ALLENZA ATLANTICA-FMI-TPI-BCE-UE” consolidate.I Padroni del mondo “America-Inghilterra-Israele-Vaticano”,dovrebbero smetterla di innalzare Marionette di turno nelle varie Colonie che fanno parte della UE per farle recitare i soliti teatrini calma popolini.Ormai quasi tutti hanno preso atto che Dio è solo un simbolo immaginario e Cristo un Idolo usato per imbonire e illudere le credulone pecore,perciò nominino direttamente un loro governatore a governare le loro Colonie e ci evitino questi spettacoli da circo e ci preparino direttamente alla guerra contro la Russia,tanto alla fine sarà sempre guerra.Inutile perdere tempo con lo spettacolo Ucraina che non fa altro che prolungare l’agonia mondiale.State tranquilli,potranno dominare Putin,ma non domineranno mai i Russi,specialmente gli Orsi Generali che prima o poi reagiranno e allora sarà sempre guerra perché non potranno mai dimenticare tutte le offese,ingiustizie,tribolazioni che i padroni del mondo hanno inflitto e imposto al popolo Russo.Per adesso,le Marionette politiche gioiscano pure pavoneggiandosi nei vari teatrini,facendo leva sul pietismo vittimismo del terrorismo-bruciati vivi in gabbie-taglia teste,ma le maledizioni dei morti per causa delle Missioni di pace,Malapolitica/Malasanità e dei governi imposti usati come cavalli di t**ia per denigrare,intimorire la Russia per dominare il mondo avranno effetto e colpiranno anche i politici Santificati e spacciati come salvatori della Patria perduta.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

La violazione della legge sulla propaganda elettorale. Registrate e denunciate.

Registra e denuncia violazione della legge sulla propaganda elettorale Ancora adesso, mentre scrivo, a votazioni in corso, se aprite i social network vi potete imbattere facilmente nella propaganda a favore del Sì al Referendum Costituzionale. La campagna per il Sì in rete è stata invasiva e ai limiti dell'illegalità. Cosa dice la...--> LEGGI TUTTO

Grazie Giorgio Napolitano!? Chapeau!? Si sono bevuti il cervello!?

M5S Grazie Giorgio Stiamo parlando di Giorgio Napolitano? Quello che nel 2011 ha spianato la strada alla troika del governo Monti? Quello che ha firmato qualunque cosa? Quello che nel 2013, quando c'erano le consultazioni per formare un nuovo governo, ha chiamato al Quirinale Pdl e Pd ignorando il...--> LEGGI TUTTO

Ce lo chiede Beppe

Ce lo chiede Beppe Quindi, ricapitolando, il "collegio dei probiviri" di un movimento di democrazia diretta come il M5S è composto da tre nomi fatti per intero dal capo politico, senza che la "rete" possa nominarli non dico tutti, ma almeno un paio o anche uno solo. Peggio del direttorio dove...--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

La lettera di una mamma lavoratrice che fa venire il magone

Mamme lavoratrici: la triste realtà che si cela dietro alla famiglia del Mulino BiancoPubblico questa lettera (inviata a Beppe Severgnini sul Corriere della Sera), che fa venire il magone non solo a chi l'ha scritta ma anche a me che l'ho letta, e nella quale credo si riconoscano tante, troppe mamme lavoratrici, perché sia motivo di riflessione sul modo in cui si è...--> LEGGI TUTTO

La lobby dello zucchero uccide – i nuovi documenti tenuti nascosti

la lobby dello zucchero uccideNEW YORK: Decine di scienziati, negli Anni 60, furono pagati dall'industria americana dello zucchero per sminuire il collegamento tra consumo di zucchero e problemi cardiaci e spostare così l'attenzione sui grassi saturi. A rivelarlo sono una serie di nuovi documenti scoperti recentemente da un ricercatore della University of California di...--> LEGGI TUTTO

Caro M5S, volete allargare il direttorio? Bene, ma dovreste fare così…

votazione online democrazia direttaBarbara Lezzi, senatrice M5S, ha rilasciato un'intervista al Fatto Quotidiano sulle questioni romane. L'ipotesi, che alcuni organi di stampa dicono condivisa anche dalla Casaleggio Associati, è quella di allargare il direttorio a 30/40 persone. Una vera e propria struttura di intermediazione (di quelle che ancora oggi non sono previste dal "Non...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Come funziona l’Italia: noi siamo quelli con il fiore in mano

Come funziona l'ItaliaCome funziona l'Italia Ecco come funziona la nostra società. Questa è l'Italia. E, ...caso mai cercaste il pallino "voi siete qui", in questo disegno noi siamo quelli con il fiore in mano....--> LEGGI TUTTO

I nanorobot a controllo mentale che vi osserveranno.

I NANOROBOT A CONTROLLO MENTALE CHE VI OSSERVERANNOPer la prima volta, una creatura vivente è stata controllata dall'uomo utilizzando esclusivamente il pensiero, grazie a nanorobot che hanno rilasciato all'interno di alcuni scarafaggi dosi programmate di farmaci, in risposta all'attività cerebrale di chi ha condotto l'esperimento. Una tecnica che - sostengono già alcuni - potrebbe essere molto utile per il trattamento...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Le vostre email

Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Massimo D’Alema: è grazie a noi se M5S non ha vinto da solo!

Massimo D'Alema Massimo D'Alema fa la sua analisi del voto del referendum. Parla sarcasticamente delle rottamazioni di Matteo Renzi e afferma che se non ci fossero stati loro, il M5S avrebbe vinto da solo. ...GUARDA

I Cinque Stelle alla stampa: ora elezioni subito!

m5s-conferenza-stampa-iconaLa conferenza stampa del Movimento 5 Stelle alla Camera dei Deputati dopo la vittoria del No al Referendum Costituzionale. Davanti ai giornalisti, a tarda ora, dopo le dimissioni di Matteo Renzi, si sono presentati Vito Crimi, Danilo Toninelli, Alessandro Di Battista e Giulia Grillo, per dire al Presidente della Repubblica...GUARDA

Brunetta canta vittoria: Renzi ora si dimetta!

Renato Brunetta Brunetta canta vittoria: Renzi ora si dimetta!...GUARDA

Galloni e Rinaldi al Quirinale: ora Mattarella stralci il Pareggio di Bilancio

Galloni Rinaldi Quirinale Nino Galloni e Antonio Rinaldi salgono al Quirinale per chiedere simbolicamente a Mattarella che ora rispetti la volontà del popolo e si adoperi per rispettare la Costituzione italiana, stralciando subito il Pareggio di Bilancio ora Mattarella stralci Pareggio di Bilancio...GUARDA

Salvini – Vittoria del popolo contro i poteri forti di tutto il mondo

Salvini referendum La prima dichiarazione dopo gli Exit Poll che danno la vittoria del No a 55%-59% è di Matteo Salvini, che parla testualmente di "una vittoria del popolo contro i poteri forti di gran parte del mondo"....GUARDA

Renzi vs Gruber: volata finale sul Referendum

Renzi Gruber Referendum Otto e 1/2 Sintesi dell'intervento di Matteo Renzi, questa sera, a Otto e Mezzo, per la volata finale sul Referendum Costituzionale....GUARDA

La Santanché furiosa sui pallisti Pd diventa una bestia

la santanche furiosa sui pallisti pd diventa una bestia Daniela Santanché si infuria a Coffee Break sul voto di Forza Italia alla Camera sulla Riforma Costituzionale, e chiede il fact checking. Guarda anche: ...GUARDA

Referendum: le COJONATE di Franceschini e Poletti sulle ragioni del Sì

Referendum: le COJONATE di Franceschini e Poletti sulle ragioni del Sì Le cojonate di Franceschini e Poletti, ministri della cultura e del lavoro, a Tribuna Politica di Semprini, nel tentativo imbarazzante di difendere le ragioni del sì al Referendum Costituzionale, fanno sembrare le forziste Laura Ravetto e Anna Maria Bernini due emerite costituzionaliste. Tante fesserie tutte insieme...GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>