Lo storico svizzero: in Ucraina un false flag. Gli Usa lavorano per dividerci

Intervista a Daniel Gansen, storico svizzero, presidente della “Association for the Study of Peak Oil and Gas” (ASPO), direttore dello  “Swiss Institute for Peace and Energy Research” (SIPER), In collaborazione col “Dipartimento Federale degli Affari Esteri” svizzero (FDFA) ha studiato l’impatto della globalizzazione sui processi di guerre e pace e come le multinazionali sostengano e traggano profitto dalle guerre.


Il punto più importante da capire è che è la Russia che viene accerchiata dall’occidente, cioè da noi. Questa paura nei confronti della Russia, in maniera più o meno diretta, viene fomentata. Si schiaccia il bottoncino e si dice “guardate che i russi mangiano i bambini“, oppure “Se indugiamo ancora una settimana Berlino, Berna e Parigi saranno occupate dai russi“, o cose del genere… Sono sciocchezze!

Per capire cosa è veramente successo, dobbiamo tornare indietro nella storia. Chi studia la storia ha maggiore comprensione di questi processi. Nel 1990, quando si parlava della riunificazione della Germania, la Germania Ovest era membro della Nato, mentre la Germania Est era membro del Patto di Varsavia. C’erano quindi un’alleanza capitalistica e un’alleanza militaristica. Assieme non andavano affatto bene. Dopo la fusione ci sarebbe stato il problema di cosa fare. Le opzioni erano: che la Germania divenisse neutrale (secondo me la preferibile, ma non venne fatto); che la Germania entrasse completamente o nel Patto di Varsavia; che la Germania entrasse completamente nella Nato. Si scelse l’ultima. Tuttavia, c’era bisogno che Gorbaciov acconsentisse a che la DDR si staccasse dal Patto di Varsavia. Una cosa gigantesca! Ma fu fatto. Si trattò, diciamo, di un regalo dei russi ai tedeschi, anche per guarire una vecchia ferita. Io credo che sia stato giusto che la Germania sia stata riunificata.

I russi pretesero però che la Nato non si espandesse ulteriormente. Gli americani lo promisero. Il presidente Bush, che contemporaneamente tramava la bugia delle incubatrici per la guerra del Kuwait, promise ai russi che certamente non si sarebbero estesi. Ma era appunto una bugia, perché la Nato si espanse. La Polonia entrò nella Nato, l’Estonia, la Lettonia, la Lituania… sono tutti stati che sono molto vicini alla Russia. Poi entrarono anche la Romania, la Bulgaria, la Repubblica Ceca, la Slovacchia. Bisogna essere in grado di comprendere anche i punti di vista degli altri. Per la Nato questo processo veniva giustificato perché “la gente lo vuole“. Anche se, certamente, il fatto che la gente lo volesse o meno non aveva nessuna importanza. Piuttosto, avvenne grazie alla complicità dei governi. Per i russi, al contrario, si trattò di una minaccia. La Russia lo ha sempre detto: “se la Nato prova a prendere anche l’Ucraina, se cioè anche lì fa cadere il Governo e fa insediare qualcuno che caldeggia l’ingresso nella Nato, noi non potremo tollerarlo“.

L’Ucraina è uno stato cuscinetto, come la Bielorussia o la Georgia, una zona che non si può tollerare cada sotto l’influenza della Nato. Pensate se ad allargarsi fosse stato il Patto di Varsavia, invece della Nato. Pensate se la Francia fosse entrata nel Patto di Varsavia, e poi la Spagna, la Germania, i Paesi Bassi… se tutti fossero entrati e poi a un certo punto avessero detto “serve anche il Messico“. Gli americani lo avrebbero considerato inammissibile! Significa che la lotta tra USA, Russia e Cina non è finita. Queste superpotenze lottano sempre per l’influenza. Gli americani, nel campo euroasiatico (l’Europa e l’Asia assieme), perseguono la strategia di dividere i diversi attori gli uni dagli altri. Cioè operano affinché i tedeschi e i russi non si piacciano, affinché l’Iran e l’Iraq siano in guerra, affinché in Ucraina i diversi gruppi siano divisi, perché se si unissero avrebbero molto potere economico e molte risorse. Le risorse si trovano nel continente euroasiatico, non in America. E il fracking non cambia la situazione: le risorse rimangono nel Golfo Persico.

Se la leggiamo con questa lente, è sbagliato interpretare la caduta di Janukovic, avvenuta nel 2014 in Ucraina, come una presa di potere (da parte di Poroshenko) avvenuta in seguito a una rivolta popolare contro un capo corrotto. C’erano dei paramilitari che agivano. In piazza Maidan, la piazza centrale di Kiev, nel giorno decisivo del febbraio 2014 c’erano cecchini che sparavano giù dai tetti e colpivano sia poliziotti che manifestanti. E questo, per uno storico, è un avvenimento strano, che porta a chiedersi: “Aspetta, hanno sparato a poliziotti e manifestanti, quindi non sono amici dei poliziotti, altrimenti non gli sparerebbero. Ora, i poliziotti sono espressione del Governo Janukovic, quindi se i cecchini sparano sui poliziotti è improbabile che siano dello stesso gruppo“. Ovviamente non ci sono prove, ma è evidente che il risultato finale è la generazione del caos. E se torniamo indietro al 1953, in Iran, Mossadeq è stato fatto cadere allo stesso modo. Furono i servizi segreti inglesi e quelli americani hanno a far cadere il Governo, un governo democratico. Tutte quelle chiacchiere sulla democrazia, ma alla fine volevano solo le materie prime. L’Iran aveva nazionalizzato il petrolio, ma l’Iranian Oil diceva “Hey, ragazzi, questo è il nostro petrolio. Saremo inglesi, ma il petrolio è nostro“. A quei tempi si chiamava Iranian Oil, oggi si chiama BP. Gli inglesi volevano il petrolio dell’Iran. Poi arrivarono gli americani e dissero: “Vi aiutiamo a far cadere l’Iran, ma vogliamo una parte del petrolio“. Per chi studia le guerre economiche è una cosa più che evidente.

Comunque, a quei tempi nella capitale dell’Iran, Teheran, vennero inscenati attacchi terroristici. Adesso abbiamo la versione ufficiale della CIA sulla caduta del governo nel 1953. E c’è scritto che la stessa CIA travestì agenti segreti da musulmani che compirono attentati terroristici. Questa si chiama “Flase Flag Strategy of Tension“, cioè “Aumento della Tensione sotto Falsa Bandiera“. E’ molto probabile che ciò sia successo anche in Ucraina. Doveva essere insediato qualcuno, Poroshenko, che nel lungo termine avrebbe legato l’Ucraina all’occidente, portandola nella Nato. Dall’altra parte i russi avrebbero cercato, col taglio degli approvvigionamenti di gas, di far cadere il regime di Poroshenko. Questo, secondo me, è un classico esempio di guerra per le risorse, combinata con la geostrategia. La Nato si espande verso la Russia, la quale taglia gli approvvigionamenti di gas, oppure prende la Crimea o l’Ucraina orientale. Diciamo che cercherà di portare i pezzi dalla sua parte della scacchiera.

E i media? Le analisi che vedo fare da giornali come “Der Spiegel“, “The Guardian“, “Faz” o “Sz” mi deludono. Questa immagine demonizzata di “Putin il cattivo” viene usata migliaia di volte e nessuno mostra una cartina dove ci sono da da una parte i territori della Nato nel 1990 e dall’altra i territori della NATO nel 2014, magari con un ingrandimento sull’Ucraina, il pomo della discordia. Non la troverete, se non facendo qualche ricerca su internet. Allora ci si accorgerà che “Oh, guarda! Ma è la Nato ad essersi espansa“. La seconda cosa che sarebbe importante è che si mostrassero i gasdotti e che si spiegasse la dipendenza dell’Europa dal combustibile fossile, mostrando cosa abbiamo fatto finora nel campo delle energie alternative. Ma questo non si fa. Piuttosto si dà un’altra mazzata a Putin. Questa, in un certo senso, è un’offesa all’intelligenza: la gente viene trattata come se fosse molto stupida. Ci trattano come se avessimo poco cervello.

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

7 risposte a Lo storico svizzero: in Ucraina un false flag. Gli Usa lavorano per dividerci

  • 6
    Clesippo Geganio

    siamo tra l’incudine ed il martello!
    Non esiste una politica estera UE, ogni nazione della 28 se la fa per conto suo addirittura fottendo gli interessi delle altre vedi caso Libia/Gheddafi oppure con disposizioni normative commerciali e trattati interni alla comunità che non valgono per tutti, dunque l’UE essendo nata con gravi difetti ma solo abbozzata economicamente non può avere nessun peso geopolitico nello scacchiere internazionale, anzi appare agli occhi della politica USA e Russa come un condominio litigioso dove ogni proprietario si fa i ca…i suoi, lasciando libero ingresso alle potenze straniere che si inseriscono acquisendo “quote condominiali” per poi amministrarla del tutto, vedi trattato TTIP, approvvigionamenti energetici, NATO, e quel coacervo di interessi economici condotti dalle banche speculative e FMI ecc…

    Mentre noi italiani, francesi, tedeschi e inglesi discutiamo di cosa fare con l’immigrazione creata ad hoc dalle scellerate politiche americane in medioriente e Africa, Russia e Usa si contendono l’Europa prima che arrivino Cina e India.

    Figuriamoci quel venditore televisivo di pentole e padelle che risponde al nome di M. Renzi cosa possa fare se non vendere pezzo a pezzo la nostra sovranità nazionale facendo saldi con il mercato produttivo interno appetibile da USA, Russia, Cina, India ed anche dai diretti soci UE francesi, tedeschi e inglesi, perchè il “nostro” Premier di politica interna e internazionale non ci capisce nulla essendo un ignorante anche dei peggiori in quanto presuntuoso arrogante, tendente all’egocentrismo.

  • 5
    Roberto Rizzardi

    E’ tutto vero, e sulle motivazioni effettive della vasta manovra geopolitica statunitense non vi sono dubbi di alcun tipo.
    L’unica cosa che posso dire è che dal ’44 in avanti l’URSS ha conquistato, militarmente prima, e mediante l’imposizione di regimi “amici” poi, tutta l’Europa Orientale, bloccando successivamente ogni dinamica inerente all’autodeterminazione delle nazioni entrate a far parte della sfera d’influenza sovietica. Questa sfera, poi, è stata mantenuta mediante una presa saldissima e, in un paio di occasioni, Ungheria e Cecoslovacchia, anche con interventi militari massicci. Mi si può obiettare che, seppure con modalità meno soffocanti, anche gli USA hanno mantenuto un controllo ferreo sulla “loro” parte di Europa, non disdegnando terrorismo e minacce golpiste per raggiungere lo scopo, ma non è questo il punto.
    Il punto è che non si può stigmatizzare il cinismo americano e poi dipingere la Russia come una vittima sacrificale, perché tra le due potenze, sul piano geopolitico, non vi sono differenze degne di nota.
    Dopo la caduta del muro molte nazioni hanno deciso autonomamente, pur ben sostenute dagli USA, di “saltare la siepe” e allontanarsi dalla soffocante tutela sovietica, in quel momento comatosa. Ora, anzi già da tempo, la Russia ha intrapreso un lungo e paziente cammino di ristabilimento della sua sfera d’influenza e, nel farlo, non è meno laida e pragmatica di chi la contrasta.
    Dunque? Dunque niente. Questa è un’altra delle situazioni dove cercare torti e ragioni è esercizio assai difficoltoso e se si vuole discutere di quanto sia pericoloso per l’Europa avere in seno situazioni di crisi come quella Ucraina, allora va bene, ma in linea di massima credo che abbiamo semplicemente a che fare con i due più grossi figli di p****na del circondario, e siccome nessuno dei due mi è parente o amico, tutta la loro propaganda da un’orecchio mi entra, e da quell’altro mi esce.

    • 5.1
      luca

      eh no ..così non va bene..mandi in crisi assoluta il popolo grillin movimento 5 stellista, obblighi a sviluppare una coscienza critica descrivendo una realtà composta da sfumature , ma stai scherzando ? La parola d’ordine era: se la kasta racconta balle l’unica risposta adeguata è costruire una propaganda diametralmente opposta.
      Ritira quello che hai detto, anzi dimentichiamoci pure che il caso ucraino è completamente diverso da quello iraniano.
      (e che lo storico svizzero è il primo ad insultare l’intelligenza altrui raccontando fandonie). In Ucraina, l’attuale governo di poroshenko ha una legittimità democratica frutto di elezioni assolutamente regolari riconosciute pure ufficialmente da putin e dal governo russo, in Iran dopo la deposizione di mossadeq instaurarono una monarchia (ovvero una dittatura). Dimentichiamo che l’ucraina esce da 30 anni di governi filosovietici ultra corrotti che han lasciato la popolazione stremata e alla fame, dimentichiamo i milioni di ucraini che vogliono affrancarsi dalla russia e che non sopportano più le ingerenze dell’oligarca più ricco e potente del mondo (il compagno putin, che magicamente con uno stipendio da presidente russo può comprarsi proprietà milionarie in giro per il mondo.. mistero chissà come fa).
      In definitiva compagno, la parola d’ordine è: Nato , USA , europa assassini, e chiunque è loro nemico è nostro amico e dobbiamo fargli una propaganda coi fiocchi.
      Se non ti piace taci , stai fuori e vota pd. Traditore della patria.

  • 4
    guido monferrà

    Vediamo le prossime “mosse” da entrambe le parti ed interpretiamole come fosse una partita di scacchi geopolitica: la storia, come Daniel Gansen evidenzia, ha molte variabili e tante verità indiscusse. Sperare è bene, l’agire corretto della gente, nella conoscenza, è invece indispensabile.

  • 3
    Clesippo Geganio

    gli USA da anni cercano in tutti i modi di far entrare la Turchia nella UE per tutelare i loro interessi economici e geopolitici, oltre ad avere le “basi” militari nello scacchiere mediorientale (il m.u.o.s. in Sicilia è propedeutico), in oltre dalla Turchia passerà il gasdotto USA che approvvigionerà l’Europa, si comprende la motivazione della guerra in Ucraina, escludere il gasdotto russo e pagare il gas alle multinazionali americane.

  • 2
    Clesippo Geganio

    perchè secondo voi Renzi lo strakazzaro cosa è andato a fare in USA da Obama? A vendere un altro pezzo della nostra sovranità.

  • 1

    Sono costernata dal comportamento degli USA che più che ha di fatto colonizzato l’Europa, soprattutto l’Italia. Gli yanki vogliono prendere per se tutte le risorse del pianeta altro che esportare la democrazia, non foss’altro che la democrazia l’hanno inventata i Greci e per ora nessuno ci ha aggiunto niente.Bravo DANIEL GANSEN

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

La violazione della legge sulla propaganda elettorale. Registrate e denunciate.

Registra e denuncia violazione della legge sulla propaganda elettorale Ancora adesso, mentre scrivo, a votazioni in corso, se aprite i social network vi potete imbattere facilmente nella propaganda a favore del Sì al Referendum Costituzionale. La campagna per il Sì in rete è stata invasiva e ai limiti dell'illegalità. Cosa dice la...--> LEGGI TUTTO

Grazie Giorgio Napolitano!? Chapeau!? Si sono bevuti il cervello!?

M5S Grazie Giorgio Stiamo parlando di Giorgio Napolitano? Quello che nel 2011 ha spianato la strada alla troika del governo Monti? Quello che ha firmato qualunque cosa? Quello che nel 2013, quando c'erano le consultazioni per formare un nuovo governo, ha chiamato al Quirinale Pdl e Pd ignorando il...--> LEGGI TUTTO

Ce lo chiede Beppe

Ce lo chiede Beppe Quindi, ricapitolando, il "collegio dei probiviri" di un movimento di democrazia diretta come il M5S è composto da tre nomi fatti per intero dal capo politico, senza che la "rete" possa nominarli non dico tutti, ma almeno un paio o anche uno solo. Peggio del direttorio dove...--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

La lettera di una mamma lavoratrice che fa venire il magone

Mamme lavoratrici: la triste realtà che si cela dietro alla famiglia del Mulino BiancoPubblico questa lettera (inviata a Beppe Severgnini sul Corriere della Sera), che fa venire il magone non solo a chi l'ha scritta ma anche a me che l'ho letta, e nella quale credo si riconoscano tante, troppe mamme lavoratrici, perché sia motivo di riflessione sul modo in cui si è...--> LEGGI TUTTO

La lobby dello zucchero uccide – i nuovi documenti tenuti nascosti

la lobby dello zucchero uccideNEW YORK: Decine di scienziati, negli Anni 60, furono pagati dall'industria americana dello zucchero per sminuire il collegamento tra consumo di zucchero e problemi cardiaci e spostare così l'attenzione sui grassi saturi. A rivelarlo sono una serie di nuovi documenti scoperti recentemente da un ricercatore della University of California di...--> LEGGI TUTTO

Caro M5S, volete allargare il direttorio? Bene, ma dovreste fare così…

votazione online democrazia direttaBarbara Lezzi, senatrice M5S, ha rilasciato un'intervista al Fatto Quotidiano sulle questioni romane. L'ipotesi, che alcuni organi di stampa dicono condivisa anche dalla Casaleggio Associati, è quella di allargare il direttorio a 30/40 persone. Una vera e propria struttura di intermediazione (di quelle che ancora oggi non sono previste dal "Non...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Come funziona l’Italia: noi siamo quelli con il fiore in mano

Come funziona l'ItaliaCome funziona l'Italia Ecco come funziona la nostra società. Questa è l'Italia. E, ...caso mai cercaste il pallino "voi siete qui", in questo disegno noi siamo quelli con il fiore in mano....--> LEGGI TUTTO

I nanorobot a controllo mentale che vi osserveranno.

I NANOROBOT A CONTROLLO MENTALE CHE VI OSSERVERANNOPer la prima volta, una creatura vivente è stata controllata dall'uomo utilizzando esclusivamente il pensiero, grazie a nanorobot che hanno rilasciato all'interno di alcuni scarafaggi dosi programmate di farmaci, in risposta all'attività cerebrale di chi ha condotto l'esperimento. Una tecnica che - sostengono già alcuni - potrebbe essere molto utile per il trattamento...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Le vostre email

Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Barbareschi ai giovani: “Siete superficiali! Avete votato no per ribellarvi al paterno!”

Barbareschi ai giovani: "Siete superficiali! Avete votato no per ribellarvi al paterno!" Luca Barbareschi traccia un quadro deprimente dei giovani che hanno votato no al referendum: sarebbero disinformati, superficiali, privi di strumenti, e con un grosso problema con il paterno, che li induce a ribellarsi contro qualsiasi cosa senza mai entrare nel merito....GUARDA

Barbareschi: siamo ascoltati e spiati da tutti i telefonini.

barbareschi-siamo-tutti-spiati-icona-play Luca Barbareschi, il popolare showman ora direttore del Teatro Eliseo a Roma, ha un'idea ben precisa sulla società della comunicazione digitale. A RaiNews24, il giorno dopo del voto al referendum, dice: "Siamo in democrazia... Capisco che ormai siamo ascoltati e spiati...GUARDA

Massimo D’Alema: è grazie a noi se M5S non ha vinto da solo!

Massimo D'Alema Massimo D'Alema fa la sua analisi del voto del referendum. Parla sarcasticamente delle rottamazioni di Matteo Renzi e afferma che se non ci fossero stati loro, il M5S avrebbe vinto da solo. ...GUARDA

I Cinque Stelle alla stampa: ora elezioni subito!

m5s-conferenza-stampa-iconaLa conferenza stampa del Movimento 5 Stelle alla Camera dei Deputati dopo la vittoria del No al Referendum Costituzionale. Davanti ai giornalisti, a tarda ora, dopo le dimissioni di Matteo Renzi, si sono presentati Vito Crimi, Danilo Toninelli, Alessandro Di Battista e Giulia Grillo, per dire al Presidente della Repubblica...GUARDA

Brunetta canta vittoria: Renzi ora si dimetta!

Renato Brunetta Brunetta canta vittoria: Renzi ora si dimetta!...GUARDA

Galloni e Rinaldi al Quirinale: ora Mattarella stralci il Pareggio di Bilancio

Galloni Rinaldi Quirinale Nino Galloni e Antonio Rinaldi salgono al Quirinale per chiedere simbolicamente a Mattarella che ora rispetti la volontà del popolo e si adoperi per rispettare la Costituzione italiana, stralciando subito il Pareggio di Bilancio ora Mattarella stralci Pareggio di Bilancio...GUARDA

Salvini – Vittoria del popolo contro i poteri forti di tutto il mondo

Salvini referendum La prima dichiarazione dopo gli Exit Poll che danno la vittoria del No a 55%-59% è di Matteo Salvini, che parla testualmente di "una vittoria del popolo contro i poteri forti di gran parte del mondo"....GUARDA

Renzi vs Gruber: volata finale sul Referendum

Renzi Gruber Referendum Otto e 1/2 Sintesi dell'intervento di Matteo Renzi, questa sera, a Otto e Mezzo, per la volata finale sul Referendum Costituzionale....GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>