Oltre il colpo di Stato – Una settimana di Byoblu

Cari eurotomani e sfintere-oppressi, mi rivolgo a quel che resta del vostro fegato. Lo so che non avete tempo di leggere. E allora vi racconto quello che è successo nell’ultima settimana di Byoblu.
Comincio col farvi vedere un simpatico vecchino. Uno talmente democratico che quando ci sono le elezioni si barrica in casa con una collana di aglio intorno al collo e si nasconde in una bara con dentro la terra raccolta a Cernobbio all’ultimo Forum Ambrosetti (che se per caso una scheda elettorale o un santino lo colpiscono, gli vengono le stigmate). Lui non è un non morto, no: lui è un eterno non–eletto: lo puoi votare solo piantandogli nel cuore una matita copiativa! Lo avrete capito, sto parlando di Mario Monti.

Aiutami a continuare a fare informazione libera

Hanno recuperato alcune sue esternazioni che al confronto Pol Pot era un sincero democratico: “le istituzioni europee hanno accettato l’onere dell’impopolarità, essendo al riparo dal processo elettorale“. E ancora, parlando del divorzio tra la politica e la Banca d’Italia, “ci sono valori che saranno meglio tutelati, se affidati a qualcuno che può permetterselo trovandosi al riparo dal processo elettorale“.

In buona sostanza, la visione della Costituzione che ha Monti mi ricorda quella che gli imprenditori della filiera del cotone, nella Louisiana dell’800, avevano dei diritti dei lavoratori. Ma almeno quelli avevano bisogno che gli schiavi non si suicidassero. Qua invece, se ci togliamo un po’ dai coglioni è meglio, che siamo troppi eh?

George Friedman, invece, è un americano di origini ungheresi, fondatore e presidente del think-tank Stratfor (oggi se non hai un think tank tutto tuo non sei nessuno), ed è secondo il New York Times un’ ”autorità in materia di intelligence tattica e strategica globale”. Secondo lui l’obiettivo della politica estera degli Stati Uniti non è quello di conquistare, colonizzare, né tantomeno esportare democrazia. No: ”La sua politica è finanziare entrambe le parti in modo che si battano l’una con l’altra. E’ cinico, non è molto morale, ma funziona. La destabilizzazione è il vero scopo delle nostre azioni estere. Non instaurare una democrazia. Una volta destabilizzato un paese, dobbiamo dire ‘missione compiuta’ e tornarcene a casa”.

Ma allora… scusate un attimo.. se il vero scopo degli Stati Uniti è destabilizzare, allora con l’Ucraina destabilizzano i rapporti tra l’Unione Europea e la Russia, con l’Iraq e l’Iran alimentano l’ISIS (ricorderete il senatore Mac Cain) e destabilizzano l’occidente, con le primavere arabe destabilizzano il nord africa e i paesi del mediterraneo… Certo, quando sono arrivati all’Italia hanno lasciato perdere perché siamo talmente instabili che rischiavano di destabilizzarsi loro. Ci hanno detto: “ragazzi, però così è un po’ troppo, se prima non vi date una calmata noi non possiamo farci niente“.

Ma in fondo l’opera di destabilizzazione più faraonica l’hanno fatta con l’euro: ci hanno invasi di titoli tossici, li hanno fatti crollare, hanno piegato l’economia dei paesi del sud Europa, poi loro che avevano la FED hanno iniettato liquidità, si sono fatti un paio di siringhe di adrenalina e si sono rimessi in piedi, noi che abbiamo la BCE e Salvini siamo ancora qui a farci la guerra euro sì-euro no. Una strategia geniale!

Il risultato lo dice lo stesso Friedman: “E’ una catastrofe sociale: l’Europa del sud non si riprenderà per almeno una generazione. Quando un povero diventa più povero, nessuno se ne accorge, ma quando dottori, ingegneri, professionisti improvvisamente perdono il lavoro, e dopo 6/7 anni si accorgono che le loro speranze di riaverlo sono destinate a spegnersi, che non riavranno più la loro vita indietro, allora di solito arrivano i signori con i baffetti e prendono i voti”.

A confermare che si tratta di una catastrofe sociale, nientemeno che il nostro governatore della Banca d’Italia, uno di quelli che secondo Monti difende meglio i nostri valori perché “al riparo dal processo elettorale”. Visco ha detto che “nel giro di 10-20 anni un lavoro su due scomparirà: rischiamo la disoccupazione di massa“.

Perché lo dice? Non rischia di causare un panico incontrollato? No, tranquilli, perché tanto – aggiunge Visco – “l’alfabetizzazione degli adulti italiani è molto bassa: il 70% degli italiani non comprende ciò che legge o non sa come usare le informazioni scientifiche e tecnologiche che possiede”. Infatti dopo che Visco ha pronunciato le parole “Rischiamo la disoccupazione di Massa”, pare che subito a Carrara andassero in giro toccandosi i coglioni spaventatissimi: “Maremma maiala: o vuoi vedere che i prossimi siamo noi?”.
E allora, se il 70% degli italiani non capisce un cazzo, la cosa più importante non è mettergli le istruzioni nella scatola, ma fargli una bella confezione regalo. Sapete, una con tutti quei fiocchettini. Sentite cosa ha detto Massimo Franco, a otte e mezzo, davanti al Ministro Boschi, parlando dell’Italicum: “Credo che in realtà questa sia una votazione storica, che è uno spartiacque nel quale in realtà Renzi non aveva come referente il Parlamento ma l’opinione pubblica. Cioè questa è un’opinione pubblica che dopo dieci anni ha una legge. Credo che fosse più importante cambiare in qualunque modo che non guardare al contenuto del cambiamento. E credo che su questo Renzi abbia scommesso e per adesso abbia vinto”.

Cioè, secondo Massimo Franco, notista del Corriere della Sera, è più importante fare una nuova legge, una qualunque nuova legge, anche cattiva, anche pessima, che non preoccuparsi di fare una legge buona.
Che è un po’ come dire che è più importante dire qualunque cosa, anche una cagata che al confronto quella della corazzata Potemkin tutto sommato era abbastanza moderata, piuttosto che preoccuparsi di dire qualcosa di sensato.

E anche dalle istituzioni europee, sul nostro QI non la pensano tanto diversamente. Qualche giorno fa hanno organizzato la Festa dell’Europa. Che è un po’ come se alle fosse ardeatine le SS avessero organizzato la festa della Croce Uncinata, tanto per far svagare un po’ i familiari delle vittime. Hanno aperto le porte della UE e invitato i cittadini a farsi un giretto dentro. Sentite però quali slogan si sono inventati.

Incontra i revisori dei conti dell’UE. Scopri come proteggono gli interessi finanziari dei cittadini europei. Metti alla prova le tue conoscenze di audit in un quiz e guarda se hai la stoffa per diventare un ispettore dell’UE.

Aiuta Federica Mogherini, alta rappresentante dell’Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza e vicepresidente della Commissione europea, a mettere in atto la politica estera e di sicurezza comune“.

Stiamo parlando di “clUEdo“, il nuovo gioco da tavola ispirato alla saga dell’austerity? O del novo Risiko, dove i carrarmatini della troika devono invadere la Grecia e tutti i paesi del sud Europa? Qui siamo oltre il reality: stanno trattando i cittadini europei come una grande, immensa massa di coglioni.

No, perché sulle questioni serie, loro devono stare “al riparo dal processo elettorale”. Per esempio, vi hanno mai chiesto se e come volevate salvare la Grecia? No, certo… Ma sulle cagate, per Dio, dovete dire la vostra! Per esempio, oggi la Commissione Europea vi chiede di votare per il nuovo design della vostra moneta preferita: l’euro! Vai sul sito, voti l’effigie, vinci una vacanza o un ipad!!

Non so voi, ma io per l’Euro proporrei la scritta “1984” da un lato e la faccia di Orwell dall’altro. O, a voler essere meno garbati, una pecora da una parte, e “90°” dall’altra.

No, perché intanto che vi fanno giocare a clUEdo e vi fanno votare sulla monetina, prima mandano Monti e la Fornero a tagliarvi l’indicizzazione delle pensioni. Una cosa assolutamente illegittima e incostituzionale. Poi, quando la Consulta stabilisce che le indicizzazioni non potevano essere bloccate e che i soldi ai nonnini vanno restituiti, il Governo si fa due conti in tasca e scopre che per ridare i soldi a tutti ci vogliono 14,5€ miliardi di euro. Ma i soldi mica li possono ridare a tutti-tutti… No. E perché no? Ma perché “se no sforiamo il limite del 3% imposto dall’Europa sul rapporto deficit-pil“.

Ma scusate, quale limite del 3%? Non sarà mica quello inventato di sana pianta, senza nessun fondamento scientifico, dall’economista del gabinetto di Miterrand, una sera di giugno del 1981, perché serviva un numeretto qualunque da dare in pasto all’opinione pubblica? Quel limite lì? E’ per quello che non ridate le pensioni a tutti?

Intanto, assistiamo al grande ritorno del mortadella sulla scena internazionale. E scopriamo che il lupo cattivo Vladimir Putin, dipinto dai media occidentali come il male assoluto, in realtà prima che la UE lo bersagliasse di sanzioni economiche, era anche ben disposto nei nostri confronti.
Così racconta Prodi a Che Tempo Che Fa: “Quando Putin cominciava a salire venne a trovarmi Gorbaciov, e mi disse: ‘Sta salendo una persona al vertice russo con un curriculum vita brutto, ma è l’unico‘ e mi ricordo bene la frase ‘che può salvare la Russia e legarla alle democrazie occidentali‘. Mi colpì moltissimo. E all’inizio (io ero presidente della Commissione Europea) il rapporto Russia-Europa andò piuttosto bene. Cominciammo a collaborare bene. La grande rottura – e lo ricordo perché ho passato ore ed ore alla vigilia della guerra in Iraq, a discutere di questo fatto drammatico – fu proprio la guerra in Iraq, con Putin che dice: ‘Da domani io sono sotto assedio. Proseguiranno con l’Ucraina e la Georgia‘. E cominciò la rottura che tuttora dura”.

Non sarà mica che George Friedman aveva ragione e che l’opera di destabilizzazione portata avanti dagli Stati Uniti prevede proprio l’introduzione di tensioni artificiali? Magari per evitare che il capitale finanziario e la tecnologia tedeschi si saldino con le risorse naturali e la manodopera russe?

Anche Berlusconi non vede nulla di buono nell’emarginazione della Russia dal blocco dell’Unione Europea. Un po’ perché dal lettone di Putin transitavano fior fiore di gnocche, e questa è la prima ragione. Ma poi anche, come sostiene in una lettera al Corriere, per il motivo seguente: “ Davvero pensiamo, dopo decenni di guerra fredda, che sia una prospettiva strategica lucida quella di costringere la Russia ad isolarsi? Costringerla a scegliere l’Asia e non l’Europa? Crediamo che questo renderà il mondo un luogo più sicuro, più libero, più prospero? Nell’attuale scenario geo-politico l’Occidente ha di fronte due sfide, quella economica delle potenze emergenti dell’Asia e quella politica e militare dell’integralismo islamico. Per sostenere queste sfide è fondamentale avere la Russia dalla nostra parte”.

E per l’informazione libera, ve lo ricordo, è fondamentale sentire tutte le campane. Per questo vi invito a firmare la petizione per chiedere a Putin di concedere un’intervista alla rete. Le domande l’avete scritte voi, l’avete votate. Tutta farina del vostro sacco. Adesso mancano solo le risposte. Firmate la petizione adesso, che poi la consegniamo al Cremlino.

Almeno finché ce lo lasceranno fare. Se eravate preoccupati per le cessioni di sovranità a un livello comunitario, infatti, ora dovreste proprio rabbrividire per la cessione del vostro diritto di autodeterminazione non a un livello politico superiore, sia pure di fatto da non eletti, ma direttamente alle multinazionali.

Qui siamo oltre al colpo di stato! Un colpo di stato sostituisce una classe dirigente con un’altra. Qui stiamo regalando la proprietà degli stati ai Consigli di Amministrazione delle multinazionali. Come? Semplice: con la clausola ISDS (Investor to State Dispute Settlement) contenuta nel TTIP, il grande trattato di commercio e di investimento transatlantico. Come interviene, allora, l’ISDS? Semplice: se lo Stato italiano dovesse per esempio fare una legge che tutela gli agricoltori, o i produttori di latte, o i lavoratori, e queste tutele dovessero confliggere con il trattato di libero scambio, le multinazionali che hanno investito in Italia potrebbero immediatamente fare causa allo Stato, ottenendo risarcimenti milionari o miliardari.

Avete capito bene? Significa che non saremo più liberi di votare un programma di governo che vada contro agli interessi delle multinazionali stabiliti nel TTIP. E se lo faremo, dovremo pagare sanzioni elevatissime, che si tradurranno in più tasse e in maggiore debito pubblico, ovvero in uno strangolamento ulteriore dell’economia, in nuove misure di austerità e così via.

Insomma, il prossimo Governo potrebbe essere tutto a trazione commerciale. Al ministero della Cultura ci mettiamo Amazon. Alla Sanità la Bayer, all’Economia direttamente Goldman Sachs che tanto non cambia niente, alle politiche agroalimentari e alla Politica Estera la Nestlè, alle pari opportunità la Adidas e la Nike, al ministero del Lavoro ci mettiamo direttamente Monster o ManPower e come presidente del Consiglio… beh lì è difficile. Ci vorrebbe una marionetta sovvenzionata dalla finanza che garantisca gli interessi di tutti e vada avanti a colpi di fiducia e tratti gli italiani come se fossero spettatori di un reality potrebbe andare bene. Capite, insomma, che è difficile… Dove lo troviamo uno così?

Bene… Salutatemi quel che resta del vostro fegato. E, se volete provare a cambiare le cose, date un’occhiata al progetto Europaleaks e vedete se riuscite a sostenerlo.

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

5 risposte a Oltre il colpo di Stato – Una settimana di Byoblu

  • 4

    Purtroppo la massa è composta proprio da c*****ni e zombie. Lo sanno e ne approfittano spudoratamente.

  • 3
    fabio

    ma perche non segnalate queste cose a imposimato o dimatteo o quaklche giudice sensibile,. magari indaga e arresta qualche ttraditore della patria

  • 2
    AlbertoPd

    “So this is how liberty dies…with thunderous applause.” – Padmé Amidala

  • 1
    Clesippo Geganio

    è nato prima l’uovo o la gallina? Cioè è nato prima il politico corrotto oppure l’imprenditore corruttore?

    Risolto l’arcano dubbio risolveremo il problema per sempre.

    Se all’imprenditore è permesso razziare il pianeta depauperando tutte le risorse da quelle naturali alle umane è perchè qualcuno glielo concede in cambio di cosa?

    Glielo concediamo noi popolo in cambio di un presunto benessere?
    Glielo concede la politica corrotta eletta dal popolo?

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

Deficit Strutturale? Avevo ragione: nient’altro che numeri arbitrari.

Gutgeld - Deficit Strutturale parametro arbitrario Il 17 gennaio, durante un'intervista rilasciata a Giulietto Chiesa, vi raccontavo di come funziona quella particolare branca della disciplina economica che attraverso la Commissione Europea ci impone regole severe e inappellabili. Si tratta di assiomi (principi veri a priori, dogmi ritenuti religiosamente inoppugnabili) che la corte dei...--> LEGGI TUTTO

Che cos’è il sovranismo? – di Paolo Becchi

bandiera italiana di Paolo Becchi Il “ritorno” degli Stati-nazione. Si dice che dopo Donald Trump il mondo sia destinato a cambiare. Ma il mondo, in realtà, è già cambiato. Se lui, infatti, è diventato il Presidente degli Stati Uniti d’America non è...--> LEGGI TUTTO

Borrelli (M5S): incentivare lavori meno stabili.

Borrelli Incentivare popolazione a svolgere lavori meno stabili Qual era il mantra dei neoliberisti in salsa JP Morgan all'attacco della Costituzione e delle libertà fondamentali dei cittadini? Semplice: abbattere l'articolo 1 che dice che l'Italia è una Repubblica fondata sul lavoro, magari aggiungendo l'aggettivo "precario" o "saltuario" in coda. Ci hanno provato, riuscendoci, negli...--> LEGGI TUTTO

Equacoin? Parliamone – Mirko Da Corte, DigiCanDo

MIRKO DA CORTE - EQUACOIN PARLIAMONE - Play Marco Saba ha presentato sabato 28 ottobre, su questo blog, il suo progetto di moneta democratica e decentralizzata: Equacoin. Oggi Mirko Da Corte, esperto di criptovalute e cofondatore di DigiCanDo, raccoglie in questo video una serie di domande e di critiche costruttive con...--> LEGGI TUTTO

Sovranità Perduta for Dummies – Live domande e risposte Con Marco Mori

Sovranità perduta for dummies - Marco Mori - Play La registrazione del lungo e interessante live andato in onda oggi, alle 14:30, sulla sovranità svenduta, sul decreto del Tribunale di Cassino e su quello che si può fare da qui in avanti. Ospite di Claudio Messora, l'avvocato di Rapallo Marco Mori, che insieme a Niki...--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

Gli esperti di diritto sulla Catalogna? Sono dei pirla.

Catalogna Governo centrale di Paolo Becchi Eccoli alla carica sui giornaloni gli esperti del diritto, e più sono esperti e più sono dei pirla. Fantozzi docet. Il referendum per l’indipendenza della Catalogna è «illegale». Sì, lo è: è contro la Costituzione spagnola, contro l’«unità indissolubile» dello...--> LEGGI TUTTO

Due piantine di Cannabis per lenire dolori atroci: in prigione a 63 anni!

prigione malato cannabisTRENTO. Il ricorso in Cassazione è stato rigettato. L'uomo di 63 anni che a Trento era stato trovato in possesso di due piante di marijuana che coltivava per uso personale, per lenire i dolori atroci della sua malattia, è stato giudicato colpevole in via definitiva. Andrà in prigione. ...--> LEGGI TUTTO

L’ideologo di Putin: in Europa sarà presto caos, guerra civile, distruzione.

Dugin ideologo Putindi Giulio Meotti Roma. Europa e Stati Uniti hanno spesso ricambiato il favore ad Aleksandr Dugin. Un anno fa, il famoso politologo russo è stato messo alla porta in Grecia. Accompagnato dal patriarca di Mosca Kirill per una conferenza sul Monte Athos, Dugin...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

A Capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio: la Terra rallenta!

A capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio - la Terra rallentaUn "salto" di un secondo verrà aggiunto al conto alla rovescia di questo Capodanno per compensare il rallentamento nella velocità di rotazione della Terra.  Il secondo "extra" accadrà non appena l'orologio toccherà la mezzanotte e verranno "create" le ore 23:59:60, posticipando momentaneamente l'arrivo del Capodanno. Il secondo...--> LEGGI TUTTO

BIOMETRIA, IL FUTURO DELLA SICUREZZA

biometriaRiconoscimento dell'iride, facciale e del movimento della mano durante la firma: le nuove strategie per prevenire i furti e le loro possibili applicazioni Un uomo si avvicina a una stanza blindata. Per entrare niente password o codici di sicurezza, ma l'accostamento degli occhi a un...--> LEGGI TUTTO

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Guest post

Realizzata la prima video chiamata quantistica intercontinentale al mondo

Chiamata quantisticaIl satellite cinese Micius torna a far parlare di sé e stabilisce un nuovo record, quello della prima videochiamata quantistica della storia tra Vienna e Pechino. Circa tre settimane è avvenuto un evento eccezionale che modificherà totalmente il sistema di comunicazioni come lo...--> LEGGI TUTTO

Il Messico a meno di 40 euro al giorno!

Messico Amo il Messico. E' pieno di vibrazioni, è un paese meraviglioso, pieno di gente amichevole, con una energia speciale che vi fa riscoprire l'amore per la vita, con un'architettura spettacolare, con una storia che affonda le radici nelle profondità dei millenni e... con un cibo davvero...--> LEGGI TUTTO

Negli Uffizi dei Medici: itinerario mediceo all’interno della Galleria più famosa di Firenze.

Scoprire Firenze La Galleria degli Uffizi è il sito museale più famoso di Firenze, nonché uno dei più frequentati d’Italia: quelli che riescono a superarlo per visitatori, infatti, si contano sulle dita di una mano. Gran parte dei turisti scelgono un hotel su portali come expedia proprio per...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Antonio Ingroia: “Fuori dai trattati, costi quel che costi”.

INGROIA - FUORI DAI TRATTATI - 1280 Per Byoblu, da Roma, Eugenio Miccoli Oggi alla Camera dei Deputati, Antonio Ingroia e Giulietto Chiesa hanno presentato “Lista Del Popolo”, un’alleanza della società civile per il ripristino della sovranità nazionale, l’attuazione della Costituzione, la rinegoziazione o lo stralcio dei trattati europei, l’abolizione del Fiscal...GUARDA

Giulietto Chiesa: “La Mossa del Cavallo”

GIULIETTO CHIESA - LA MOSSA DEL CAVALLO Per Byoblu, da Roma, Eugenio Miccoli Oggi alla Camera dei Deputati, Giulietto Chiesa ha presentato "Lista Del Popolo", un'alleanza della società civile per il ripristino della sovranità nazionale, l'attuazione della Costituzione, la rinegoziazione o lo stralcio dei trattati europei, l'abolizione del Fiscal Compact,...GUARDA

Capocciate e Generali

Pappalardo Giornalisti OstiaGiornalisti che si prendono le capocciate dai capetti di Ostia... E Generali dell'Arma che se la prendono con i giornalisti che si prendono le capocciate... ...GUARDA

“Stretta di Putin sulla rete!”, ma i media non vi dicono che…

Stretta di Putin sulla rete Tutti i media denunciano la stretta di Putin sulla rete, ma di quello che varerà lunedì la Camera non vi dicono niente... (altro…)...GUARDA

Ecco chi sono gli europeisti “de coccio”, che vogliono gli Stati Uniti d’Europa subito.

STATI UNITI D EUROPA Ecco chi sono gli europeisti de coccio, che ancora adesso, ancora e sempre, nonostante tutto, e anche a queste condizioni attuali, continuano a volere a tutti costi gli Stati Uniti d'Europa. Le prossime elezioni politiche si giocheranno su questa battaglia esiziale. Mi piacerebbe...GUARDA

Il Generale Pappalardo contro tutti, anche in Tv.

pappalardo Dalla Vostra Parte Rete4 Il Generale Pappalardo contro tutti a "Dalla Vostra Parte", di Maurizio Belpietro, andato in onda stasera su Rete4....GUARDA

Rimozione forzata. La libera rete chiude!

Rimozione forzata - la libera rete chiude - Play ORE 19. Live su Salvo 5.0, con Claudio Messora, Antonio Rinaldi, Tommaso Minniti e Salvo Mandarà....GUARDA

Becchi: è l’era delle piccole patrie. Me ne batto il ca@@o di quanti hanno votato al referendum catalano.

Becchi Referendum Catalogna Matrix Becchi a Matrix perde le staffe sul referendum in Catalogna. "Al di sopra di ogni Costituzione ci sono due diritti fondamentali. Il diritto di resistenza e il diritto di secedere. Non sappiamo come andrà a finire, ma la responsabilità di una guerra civile...GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>