Grecia : il post che il Fatto Quotidiano non ha voluto pubblicare.

varufaky

di Gianluca Ferrara

Proprio in questi giorni stavo leggendo il libro dell’ex ministro delle finanze greche Varoufakis. E’ l’economia che cambia il mondo. Un testo che dovrebbe essere consultato da tanti baroni universitari nostrani che sembrano sforzarsi per non far comprendere l’economia, una materia semplice ma che volutamente si è resa complicata per permettere che essa colonizzasse ogni settore delle nostre esistenze. Nell’introduzione Varoufakis scrive: “Ho sempre pensato che se non riesci a spiegare le grandi questioni economiche in un linguaggio comprensibile anche agli adolescenti, vuol dire semplicemente che non le hai capite”.

Se si potesse quantificare la miopia nel leggere gli scenari politico economici dei nostri tempi, tanti docenti o intellettuali dovrebbero indossare occhiali particolarmente spessi. Le tante previsioni e analisi errate dovrebbero imbarazzare se non ci fosse quella prosopopea che li fa aleggiare in una sfera spazio temporale dove ai comuni mortali non è possibile accedere. Arroganza, ignoranza e sottomissione al potere costituito sono all’origine del disastro economico che si sta consumando e le cui conseguenze vengono pagate dalle classi più deboli. Chi era lungimirante invece, veniva tacciato di complottismo. Tale merito, dovrebbe essere riconosciuto a Claudio Messora che con il suo byoblu è stata una delle poche voci laiche e alternative al sermone mainstream. Oggi l’inconsapevolezza e il dominio del pensiero unico nel nostro Paese sarebbe ancor più marcato senza certi approfondimenti e interviste.

Ciò che è accaduto in Grecia negli ultimi anni è il simbolo di come poche élite esercitino il vero potere a danno dei popoli. La Grecia è stata fatta entrare nell’euro attraverso un imbroglio contabile realizzato dalla Goldman Sachs, la banca speculativa per la quale ha lavorato l’attuale presidente della BCE. Ma non solo Draghi anche Monti (il salvatore della Patria…) e quel Prodi che sostenne che “con l’Euro lavoreremo un giorno in meno guadagnando come se lavorassimo un giorno in più”. Con l’ingresso della Grecia nell’euro, e il suo regime di cambi fissi, è stato possibile a banche tedesche in primis di prestare allegramente capitali ai greci in modo che essi potessero acquistare merci delle multinazionali francesi e soprattutto tedesche. Importazioni e indebitamento hanno depauperato la Grecia che, al termine del giro di giostra, ha dovuto privatizzare, quindi svendere i propri gioielli. A chi? Ai tedeschi in particolare.

Non è elegante autocitarsi, però già nel 2012 nel mio libro “99%” scrissi “In Europa non vige la democrazia perché, paradossalmente proprio a partire dalla Grecia, cioè nella sua patria, si è perso il concetto stesso di sovranità del popolo. Una perdita di sovranità di un Paese dove a governare c’è la BCE, l’UE e l’FMI. Questa Europa è antitetica a quella pensata da Altiero Spinelli in cui il popolo doveva essere sovrano e i popoli uniti da legami di fratellanza, oggi in Europa il pesce grande mangia il piccolo. E la Grecia con solo 11 milioni di abitanti e con un prodotto interno lordo pari ad un misero 2% del Pil europeo è il pesce più piccolo dell’acquario”.

Ad economisti ed opinionisti (quelli che perseverano nel confondere Euro con Europa) che, in piena tradizione italica, da oggi all’improvviso si sentono tutti greci, mestamente vorrei rammentare quello che accadde nel 2011. Quell’autunno Papandreou ebbe l’ardire di dichiarare che voleva far celebrare un referendum per far decidere al popolo greco se accettare le misure imposte dalla Troika. Non fu permesso, perché? Perché all’epoca il debito greco era in pieno possesso delle banche tedesche e francesi e non si poteva rischiare. Papandreou fu sostituito da Papademos uomo di fiducia della finanza internazionale, per approfondimenti: I porci sono loro.

Con il referendum di Tsipras è diverso, oggi il cerino del debito greco è in mano agli Stati, dimostrando che da un debito privato si è passato a un debito pubblico. Per questo è stata data la libertà ai greci di votare.

Ma il risultato del voto non è piaciuto ed a Tsipras è stata chiesta la testa di Varoufakis: un ministro che con le sue dichiarazioni si era permesso di offendere le élite finanziarie che dominano in Europa.

Nel suo libro Varoufakis scrive: “L’Europa ha smarrito la sua anima. Abbiamo prestato più attenzione alla finanza che alla democrazia. E’ incredibile la facilità con cui tendiamo a considerare naturale la distribuzione della ricchezza, se ci favorisce”.

Tsipras, invece di tornare dalla Merkel nuovamente con il cappello in una mano e con la testa di Varoufakis nell’altra, dovrebbe comprendere che ad uno squalo non si può chiedere di diventare vegetariano.

Una nuova Europa ci potrà essere solo quando saranno i popoli a decidere se un ministro debba dimettersi oppure no. Varoufakis aveva affermato che si sarebbe dimesso se avessero vinto i Sì!

Una vera Europa della fratellanza ci sarà quando i popoli saranno proprietari della moneta e non dovranno prenderla in prestito da banchieri senza alcun mandato elettorale che nel pieno di una crisi che registra quotidiani suicidi, fanno costruire, per il costo di 1.300 milioni di euro, a Francoforte, la Eurotower: una torre emblema della loro tracotanza e del vigente fascismo finanziario dominante.

Il cambiamento si avrà allorquando sarà la politica a prevalere e verrà posta fine al vigente monoteismo economico. Il dramma dei nostri tempi è proprio il dominio dell’economia sulla politica, i partiti sono a servizio di questi potentati economico finanziari e non dei cittadini.

Il popolo greco ha impartito una grande lezione politica ai tecnocrati europei, speriamo che ora chi li rappresenta traduca pragmaticamente tale istanza di cambiamento.


Precisazione indipendente dell’autore:
Il post non è stato pubblicato sul mio blog de Il Fatto, non per una questione di censura, ma perché semplicemente i miei post rientrano in altro ambito e solo raramente ho trattato determinate tematiche.
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

34 risposte a Grecia : il post che il Fatto Quotidiano non ha voluto pubblicare.

  • 26
    perigo

    La stampa di regime agisce in maniera trasversale. Sinistra, destra, centro non hanno più senso in una sovrastruttura (‘Europa) ed in una struttura (l’Italia) in cui a comandare sono stati messi i poteri forti della finanza e delle banche.

    • 26.1
      enrico enrichi

      Il crollo di ogni difesa da questo modo di far politica è cominciato dal 1989 , con la presentazione al congreso degli USA della mozione della estrema destra che intendeva far dilagare nel mondo il suo modello di società visto che non c’ era più il rischio di trovare una contrapposizione armata con l’ unione sovietica ( ormai inesistente ) . Il progetto va avanti più o meno intensamente da quegli anni , ora sta raggiungendo un livello altissimo di forza e così tutti se ne accorgono ma , avendo la memoria corta , non capiscono l’ origine della situazione in cui ci si trova ora . Un poco di più informazione e memoria non farebbero male ed aiuterebbero a capire quale è l’ obiettivo da contrastare .

    • 26.2
      Angelo longo

      Mi sembra naturale che sia così dal momento che costoro . ( la editoria) vengono foraggiati dallo stato. Togliamo i finanziamenti alla editoria.

  • 25
    Costanza

    “Fatto” o non “Fatto”, non è questo l’importante… ma che ci frega?
    Importante sono i contenuti, cosa Ferrara dice… importante è lo scandalo della finanziarizzazione dell’economia a discapito dell’economia reale; del primato dell’economico sempre e comunque a discapito del politico, che significa prendersi carico dell’altro da sé, del “noi”, della cosa pubblica; dell’inevitabile mercantilizzazione dei rapporti umani che risente di tutta questa bruttura.
    La situazione in Grecia è difficile, facile parlarne da lontano, però certo questo popolo fiero e combattivo ha dato una lezione di dignità a tutti.

  • 24
    Massimo

    Un’analisi lucida e razionale..! Come uscirne? Vedi, non credo nella maniera più assoluta che si possa aprire una spirale virtuosa della redistribuzione dei redditi.. Le classi che ormai detengono gran parte della ricchezza dell’emisfero occidentale, si guarderanno bene dal cedere volontariamente..anche un mm. di potere economico. E nessun governo allo stato attuale avrà un programma di togliere qualcosa ai ricchi e trasferirlo alla societa..! Non per presunzione, da minimo quattro anni ho cercato di comunicare (certo non sono stato il solo..) l’avvertimento su quello che stava succedendo
    Tutti i governi da Berlusconi in poi, hanno accentuato a dismisura la concentrazione di denaro e potere ad una determinato gruppo sociale, che pian piano è diventata una classe.. Questa si è aggiunta ed ha ingrossato la classe dei ricchi preesistente. Potere e ricchezza.. Non è che Berlusconi avesse ben chiaro ciò che certi poteri spingevano a fare.. Per lui era importante aprire la strada e sostenere la creazione di gruppi sociali diffusi per il territorio, garanti dei suoi successi elettorali.. Una piattaforma su cui contare.. e complice l’ingordigia e la stupidità di uomini e donne assetate di potere e soldi,, l’operazione è riuscita, (a metà per Berlusconi..) Un’altro aspetto che conferma che la strategia veniva da lontano.. e che questo tipo di operazione sociale, è stata attuata, forse in maniera anche più incredibile, anche dalle cosiddette forze di sinistra.. E di esempi ce ne sono a centinaia.. Uno vicino a noi.. Comune di Perugia in gravi difficoltà finanziarie… Il nuovo Sindaco, la nuova giunta ha preso qualche decisione coraggiosa sulla diminuizione di stipendi.. emolumenti.. dei numeroso dirigenti, pagati sempre meglio negli anni.. avanzati di grado.. senza nessuna reale responsabilità sul degrado del Comune.. Riassumo: un cero potere internazionale, guidando nascostamente (ma non tanto..) governi e “menti” ha cambiato in quarant’anni la composizione sociale dei popoli.. sopratutto rispetto alla ricchezza distribuita.. Diffusi molto più di prima in tutti i gangli, gli apparati dello stato c’è ormai una cosidetta classe dirigente che per sua natura non ha assolutamente l’intenzione di cedere,o recedere da ricchezza e potere.. Ormai sono ovunque, trasversali, fanno anche finta di litigare.. ogni tanto una certa magistratura diventa operativa e diligente e cambia qualche quadro.. Ma tutto rimane come prima.. la trasversalità e’ enorme, è una mafia nella mafia, tentacolare, infinita. E così tramontano quasi tutte le speranze di Valori, Costituzioni..ecc. Quanti sono in Italia? Una stima per me non è facile e sarebbe azzardata, alcuni fanno ipotesi da cinque milioni a sette milioni (compreso familiari amici..) di persone su 61 milioni di abitant

  • 23
    NeroLucente

    @ 16. Antonella Policastrese

    Se lei crede che chi governa attualmente l’Europa accetterà di far uscire qualcuno, allora non ha capito chi sono gli eurocrati di cui parla e nemmeno cosa sia l’euro.
    E devo dire che non ha nemmeno inteso l’interesse di Obama affinchè ciò non avvenga.
    In pratica le sfugge totalmente che:

    1) Dentro l’euro non c’è alcuna possibilità di fare a meno dell’austerità. Perchè l’austerità è il presupposto per mantenere la disoccupazione almeno al 10,5%. Che è il requisito utile a fermare l’inflazione, cosa che consente di mantenere fermi gli interessi sui debiti. E in aggiunta consente una compressione salariale, perchè quando c’è molta domanda di lavoro (le persone che cercano lavoro) il costo del lavoro si abbassa.

    2) L’interesse di Obama è legato alle sorti USA, i quali hanno bisogno di un paese di sbocco per contenere l’avanzata dei BRICS (Brasile,Russia,India,Cina,Sudafrica). Il TTIP che i nostri politici stanno per firmare, sarà il via libera all’inondamento di capitali USA, replica di quanto successo tra Germania e Grecia.

    Questi eurocrati sono al servizio di una parte ben precisa, la finanza internazionale, la quale governa senza necessità di elezioni, citando Rotschild: “datemi il controllo della moneta di una nazione e non mi importa di chi farà le sue leggi”

    • 23.1

      Risposta ottima, anzi magistrale.

      Il problema è che fino a quando la moltitudine continuerà bovinamente a pensare – come ho letto anche in un precedente post di questo trhead – che l’euro è in sè una buona cosa ma che è stato utilizzato in modo perverso dai “poteri forti” non faremo un centimetro di strada in avanti e continueremo ad essere governati da gente che, nella migliore delle ipotesi, non sa e non ha capito come stanno le cose e di ciò che occorre fare per poter uscire dalla grande fogna.

      Oggi che tutti possono sapere e capire grazie al web, è demoralizzante vedere che si continui a sparare idiozie come quella dell’euro “intrinsecamanete buono”.

      Prima di esternare le vostre idee, procurate di formarvi idee in qualche modo meritevoli di essere esternate.

  • 22

    “SE L’AVREBBERO ACCETTATA ….” AVREBBERO???? MEGLIO “SE L’AVESSERO …”

    • 22.1
      Rino Pitruzzella

      In questo caso è corretto “…Se l’avrebbero accettata…”perché non pone una condizione ma il “se” è dubitativo.

  • 21
    bruno franchi

    L’Euro è stata una idea giusta ma sbagliata in quanto non è stato tenuto conto delle disuguaglianze economiche di tutti gli stati europei. Le conseguenze sono evidenti a tutti gli economisti. se oggi, una nazione come la Grecia sta sprofondando nell’abisso economico e sociale, per le politiche criminali dei paesi più forti che volevano mantenere e mantengono il controllo monetario e politico su paesi meno forti che hanno perso la loro sovranità in tutti i sensi. Per risolvere la crisi economica e sociale bisogna che gli stati europei si diano una moneta interna parallela a quella esterna. Tornare alla Lira sarebbe rischioso, più funzionale potrebbe essere una moneta con uguale valore ma di proprietà degli stati esclusivamente per uso interno, mantenendo quella unica come uso commerciale; EUROITALIA EUROFRANCIA EUROSPAGNA EUROGERMANIA ecc.. Tale moneta dovrà avere la possibilità di essere stampata da una banca sovrana e autonoma da quella europea, per dare liquidità ai bisogni economici dell’Italia.

  • 20

    Vi meravigliate? Ma dai, nel “Fatto” il coraggio ha sempre fatto capolino come una linguina dalla bocca serrata della codardia, per ritrarsi immediatamente come le corna della lumanca. Se questo non lo ha pubblicato non è difficile intuire quanti altri possano essre i discorsi” a cui neanche accenna e che invece altri affrontano con forza e senza peli sulla lingua. Il “Fatto” è un foglio d’opinione e in quanto tale autocostretto a soddisfarla come sua “clientela pubblica”. Perdonatelo e siate comprensivi dei suoi limiti!

  • 19
    marco orso giannini

    Ciao Claudio. Se ricordi nel mio “Il nuovo corso di sopravvivenza completo per ignoranti in economia:uscire dall’euro” AVEVO SCRITTO CHE LA GRECIA ERA UN LABORATORIO USATO PER CAPIRE L’AUSTERITA’ SE L’AVREBBERO ACCETTATA TUTTI GLI ALTRI.
    Oggi l’ha detto pari pari Tsipras.

    Presto esce il mio libro per Andromeda Edizioni “Il neoliberismo che sterminò la mia generazione”.

    Sei testimone di questo.
    Marco Orso Giannini.

  • 18

    È necessario capire i motivi della mancata pubblicazione. Sarà mica il riferimento esplicito al blog di Messora e la sua (lecita) posizione politica non certo neutrale. Mah

  • 17

    Vorrei partire da un piccolo presupposto. Dichiararsi greci, significa rivendicare un’appartenenza ed una identità che nell’eurozona nessuno possiede se non la Grecia. Tsipras sta giocando una politica molto sottile, tesa ad affermare il primato dell’etica politica sulla speculazione finanziaria. Forse se l’autore del pezzo tenesse presente cosa ha fatto Pericle durante la guerra del Peloponneso, avrebbe intuito che la testa di Varoufakis non è stata offerta su di un piatto ai signori delle banche. Ciò che Varoufakis potrà fare alla direzione della banca centrale greca, dimostrerà l’infondatezza della sua tesi, signor Messora. Vede ciò che mi sta affascinando in questi giorni è l’intelligenza viva di uomini come Tsipras che non avrebbe senz’altro vinto un referendum se la sua gente non si fosse fidata di lui. E quel referendum ha cementato l’unione di un popolo che adesso rema unito per arrivare alla soluzione del problema. Qualcuno avrebbe voluto che Tsipras sbattesse la porta andando via. Ed invece succederà che saranno proprio gli eurocrati ad accompagnarlo all’uscio. A quel punto a tradire l’Europa saranno stati questi uomini grigi, oscuri che senza un pallottoliere in mano non sanno più ragionare. Non è un caso che Obama premi perchè la Grecia rimanga in Europa, ma per farlo gli usurai devono capire che non è più tempo di dire no, oppure austerità o muori. Sono dei giocatori scadenti ed alla fine lo scacco matto verrà da parte di chi ha una strategia ed una visione politica. Non dimentichi la Storia.

    • 17.1

      Prima di capire la storia, Antonella, se mi permette bisognerebbe capire gli articoli, e segnatamente gli autori degli stessi che sono indicati in grande prima dell’inizio del testo scritto. In questo caso non ‘Messora’, ma Gianluca Ferrara, al quale dovrebbe rivolgere le sue osservazioni.

  • 16
    toscano redini

    La sola cosa che non condivido in questo articolo è, verso il fondo, quel “fascismo finanziario”. E’ ambiguo, è limitativo, è un mettere la croce sulle spalle di chi ormai non c’è più, non conta più nulla ed è morto e sepolto da 70anni, checché ne dicano tutti gli impostori che han tratto e traggono alimento e benefici dall’antifascismo, e que’ pochi sciagurati che ancora s’attardano a perdersi tra corruschi orizzonti e immarcescibili destini della patria.
    Per contro, quel “fascismo”, non dice nulla delle enormi responsabilità di chi ci ha governato da quando esiste questa maledetta repubblica, sempre in mano al cattocomunismo e agli squali famelici dello statalismo e della criminalità organizzata che sguazzano senza freni dall’alpe al mare. Basti vedere in questi 70anni, la produzione di personaggi inqualificabili come i padri della patria mamelica (De Gasperi, Nenni, Togliatti e Salvatore Lucania, alias Lucky Luciano di Lercara Friddi.PA) e giù giù, citando a braccio, Gronchi, Togni, Giuffré, Leone, Fanfani, Craxi, Napolitano che si autoelegge, fino a D’Alema, Berlusconi, Bossi, Amato, Prodi, Rutelli, etc, etc, e infine tal Renzi avvocaticchio, penosa imitazione di un azzeccagarbugli disoccupato.
    STATALISMO. Basta la parola. Statalismo, come preconizzato da ideologie marxiste e fasciste: tutto nello stato, niente fuori dello stato, ed ecco la spiegazione di questo andazzo che sta portando tutto il mondo alla malora… Non occorrono altre parole: STATALISMO.

    • 16.1
      enrico enrichi

      Quando la partigianeria politica acceca : ma se tutto è ormai privatizzato e gli stessi soldi che maneggiamo in tutta europa e nel mondo sono PROPRIETA’ PRIVATA di cosa và cianciando il sig Redini ?

  • 15
    NeroLucente

    1300 milioni di euro spesi a Francoforte per costruire la eurotower, perchè, si sa, lì hanno bisogno di lavorare e quindi un’ opera di quel tipo richiama tanta manodopera. La scelta di Francoforte mi pare quindi l’ideale per ridare slancio ad un paese in difficoltà economica come è la Germagna.

    Se non fosse chiaro, mi sembra difficile, stavo facendo dell’ironia.

  • 14

    Con il vostro permesso lo rilancio su http://www.goodmorningmagazine.com

  • 13
    Annibale

    A volte vengono scartati gli articoli poco intelligenti. Come si fa a dire che l’ingresso in Europa lo si è avuto grazie a un imbroglio contabile della Goldman Sachs. La Grecia ha chiesto o non ha chiesto di entrare in Europa? La Grecia era all’oscuro dell’imbroglio contabile ed è entrata in Europa contro la sua volontà? Com’è che ora Tsipras sta addirittura chiedendo di restare in Europa senza contropartite? L’economia è una materia semplice.. È il contrario: solo apparentemente è semplice. C’è da vergognarsi a pubblicare un articolo così. Capisco il Fatto Quotidiano

  • 12
    Riccardo

    Non caposco di cosa cinsi stupksce, il fatto quotidiano è sempre stato un giornale da wc che tanto più si affanna a sembrareibero quanto più in realtà è asservito al potere. Logico quindi che ha uno sguardo superficiale possa sembrare incoerente la sua scelta….. ma non lo è! D’altronde, fino all’era grillina, il suo collocamento è sempre stato a sinistra, quella stessa sinistra che in italia fa da servo agli stessi poteri finanziari di cui si parla in questo artico!

  • 11
    Margherita Zocchi

    Mi fa specie che Il Fatto si tiri indietro di fronte scomode Verità… Paura di attaccare in modo incidente le Banhe FRANCESI (soprattutto) ecquelle Tedesche (figurati!!)…Parliamo di Proprietà della Moneta…)…..Forse risparmiero 1,50 Euro… Questa posizione non miè piaciuta spero che Il Fatto ne dia spiegazioni a chi lo legge anche sporadicamente…e soprattutto a coloro che come me lo ritengono l’unico giornale LIBERO… Gradirei un Versione di quanto accaduto.
    (POST da Considerare perchè più esplicativo dei precedenti. Grazie)

  • 10
    Margherita Zocchi

    Mi fa specie che Il Fatto si tiri indietro a scomode Verità… Paura di attacare in modo incidente le Banche FRANCESI (soprattutto) e quelle Tedesche (figurati!!)…..Forse risparmiero 1,50 Euro….

  • 9

    Il fatto non la pubblicato?…Strano anzi direi molto strano.Ora aspettiamo di sentire il nuovo Direttore,magari ci spiega.

  • 8
    Giordano

    Noi stiamo ancora pagando i debiti di guerra alla Libia, gli altri stati (Francia, Inghilterra, Germania) non lo hanno mai fatto…cosa ne direbbero i grandi tedeschi se tutti gli stati che hanno subito dei danni a causa di Hitler chiedessero di essere risarciti? Vedi come si spengono certi sorrisi.
    Ma c**zo!!! Hanno deportato, torturato, ucciso intere popolazioni per una mania di grandezza…hanno invaso e depredato di ogni ricchezza nazioni pacifiche, distrutto case, ponti, fabbriche, ospedali senza nessuna ragione logica, nonostante tutto questo la Germania è stata aiutata a crescere e non ci accorgiamo che con la loro mentalità subdola di razza arianna e conquistatori, sono ancora li che fanno le stesse azioni…Rubano, portano alla fame intere nazioni, uccidono, razziano, ma che aspettiamo a farli cadere dalla poltrona? Per conto mio l’isis è nulla a confronto, mi ci giocherei la testa che il califfato è stato creato ad arte per distoglierci dal vero pericolo che è la Germania….fateci un pensierino….

  • 7

    In sintesi:
    – Non si può pretendere che un Paese in difficoltà debba pagare interessi più alti rispetto agli altri Paesi, mettendolo ancora più in difficoltà;
    – L’economia/finanza non si preoccupa della sofferenza delle persone, e a questo, è la politica (nazionale o europea) che dovrebbe dare risposte;
    – La finanza dovrebbe essere gestita meglio (nuove regole?).

    Però alla fine, forse è l’intera società che sta diventando insostenibile.
    Quando neanche i Paesi economicamente più forti al mondo (USA, Germania, …) riescono a garantire il benessere di tutti i loro cittadini, allora c’è un problema nel sistema; e più tale problema resterà e più saranno i danni che farà.

  • 6
    luca

    Argomento tabù “sovranità monetaria” miete vittime in ogni dove, non illudiamoci purtroppo non cambiera nulla il cambiamento si e’ dimesso probabilmente per sopravvivere, hanno epurato persone molto piu’ importanti.

  • 5

    Anche nel Fatto c’è chi tiene famiglia

  • 4

    è stato possibile a banche tedesche in primis di prestare allegramente capitali ai greci”

    in realtà sono state preponderanti le banche francesi in questa storiaccia:

    http://blogs.cfr.org/geographics/2015/07/02/greecefallout/

  • 3
    Mr. Age

    è normale che non l’abbia pubblicato, si parla di proprietà della moneta!

    Complimenti a chi l’ha scritto e pubblicato finalmente si infrange il tabù e si pronunciano le “paroline magiche”.

  • 2

    Sintesi perfetta. Deleterio che Il Fatto Quotidiano non lo abbia pubblicato.

  • 1
    cosimo

    se questo articolo è dichiarato “non in linea” dal “fatto”, significa che quel giornale non è più libero è che si è iscritto al pensiero unico dominante. Da oggi in poi sarò molto più guardingo, se mi capiterà di leggerlo

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

Grazie Giorgio Napolitano!? Chapeau!? Si sono bevuti il cervello!?

M5S Grazie Giorgio Stiamo parlando di Giorgio Napolitano? Quello che nel 2011 ha spianato la strada alla troika del governo Monti? Quello che ha firmato qualunque cosa? Quello che nel 2013, quando c'erano le consultazioni per formare un nuovo governo, ha chiamato al Quirinale Pdl e Pd ignorando il...--> LEGGI TUTTO

Ce lo chiede Beppe

Ce lo chiede Beppe Quindi, ricapitolando, il "collegio dei probiviri" di un movimento di democrazia diretta come il M5S è composto da tre nomi fatti per intero dal capo politico, senza che la "rete" possa nominarli non dico tutti, ma almeno un paio o anche uno solo. Peggio del direttorio dove...--> LEGGI TUTTO

Vota Byoblu ai Macchianera Internet Awards 2016. Mancano poche ore! Hai votato!?

macchianera internet awards 2016 vota byblu Vuoi contribuire in qualche modo a far conoscere questo blog? Ci sono tre giorni di tempo per votare Byoblu ai Macchianera Internet Awards 2016. Votate per almeno 10 categorie e usate un vostro indirizzo email reale, altrimenti il vostro voto sarà nullo. Byoblu si trova nella categoria "30....--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

La lettera di una mamma lavoratrice che fa venire il magone

Mamme lavoratrici: la triste realtà che si cela dietro alla famiglia del Mulino BiancoPubblico questa lettera (inviata a Beppe Severgnini sul Corriere della Sera), che fa venire il magone non solo a chi l'ha scritta ma anche a me che l'ho letta, e nella quale credo si riconoscano tante, troppe mamme lavoratrici, perché sia motivo di riflessione sul modo in cui si è...--> LEGGI TUTTO

La lobby dello zucchero uccide – i nuovi documenti tenuti nascosti

la lobby dello zucchero uccideNEW YORK: Decine di scienziati, negli Anni 60, furono pagati dall'industria americana dello zucchero per sminuire il collegamento tra consumo di zucchero e problemi cardiaci e spostare così l'attenzione sui grassi saturi. A rivelarlo sono una serie di nuovi documenti scoperti recentemente da un ricercatore della University of California di...--> LEGGI TUTTO

Caro M5S, volete allargare il direttorio? Bene, ma dovreste fare così…

votazione online democrazia direttaBarbara Lezzi, senatrice M5S, ha rilasciato un'intervista al Fatto Quotidiano sulle questioni romane. L'ipotesi, che alcuni organi di stampa dicono condivisa anche dalla Casaleggio Associati, è quella di allargare il direttorio a 30/40 persone. Una vera e propria struttura di intermediazione (di quelle che ancora oggi non sono previste dal "Non...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Come funziona l’Italia: noi siamo quelli con il fiore in mano

Come funziona l'ItaliaCome funziona l'Italia Ecco come funziona la nostra società. Questa è l'Italia. E, ...caso mai cercaste il pallino "voi siete qui", in questo disegno noi siamo quelli con il fiore in mano....--> LEGGI TUTTO

I nanorobot a controllo mentale che vi osserveranno.

I NANOROBOT A CONTROLLO MENTALE CHE VI OSSERVERANNOPer la prima volta, una creatura vivente è stata controllata dall'uomo utilizzando esclusivamente il pensiero, grazie a nanorobot che hanno rilasciato all'interno di alcuni scarafaggi dosi programmate di farmaci, in risposta all'attività cerebrale di chi ha condotto l'esperimento. Una tecnica che - sostengono già alcuni - potrebbe essere molto utile per il trattamento...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Le vostre email

Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Renzi vs Gruber: volata finale sul Referendum

Renzi Gruber Referendum Otto e 1/2 Sintesi dell'intervento di Matteo Renzi, questa sera, a Otto e Mezzo, per la volata finale sul Referendum Costituzionale....GUARDA

La Santanché furiosa sui pallisti Pd diventa una bestia

la santanche furiosa sui pallisti pd diventa una bestia Daniela Santanché si infuria a Coffee Break sul voto di Forza Italia alla Camera sulla Riforma Costituzionale, e chiede il fact checking. Guarda anche: ...GUARDA

Referendum: le COJONATE di Franceschini e Poletti sulle ragioni del Sì

Referendum: le COJONATE di Franceschini e Poletti sulle ragioni del Sì Le cojonate di Franceschini e Poletti, ministri della cultura e del lavoro, a Tribuna Politica di Semprini, nel tentativo imbarazzante di difendere le ragioni del sì al Referendum Costituzionale, fanno sembrare le forziste Laura Ravetto e Anna Maria Bernini due emerite costituzionaliste. Tante fesserie tutte insieme...GUARDA

Scontro Berlusconi Berlinguer sul Referendum: “Qualcos’altro da aggiungere?”. “Sì: sarebbe un regime!”

Berlusconi Berlinguer Referendum Scontro tra Silvio Berlusconi e Bianca Berlinguer, che non gli permette di elencare le ragioni del No al Referendum Costituzionale. - "Ha qualcos'altro da aggiungere?". - "Sì... Sarebbe un regime!"....GUARDA

Fusaro: se vince il No, arriverà un governo tecnico guidato da Mario Draghi

Fusaro: se vince il No, arriverà un governo tecnico guidato da Mario Draghi Diego Fusaro: "Se al Referendum Costituzionale vince il sì, come vogliono le élite, distruggono la Costituzione, desovranizzano lo Stato e impongono l'Unione Europea come Banca Centrale che decide per tutti. Se vince il no l'élite ha pensato anche al piano B, perché il popolo si sta...GUARDA

MELONI A RENZI: SCIOCCATA DA QUANTO SEI BUGIARDO!

giorgia meloni vs matteo renzi sei un bugiardo Giorgia Meloni si scontra violentemente con Matteo Renzi, durante la campagna per il referendum costituzionale, sul Porcellum e sulle liste bloccate, che Renzi sostiene di avere tolto dall'Italicum....GUARDA

Silvio Berlusconi su Beppe Grillo: “Non posso parlarne bene”.

Berlusconi su GrilloSilvio Berlusconi su Beppe Grillo a Matrix: "Mi piace parlare delle persone quando posso parlarne bene. Quando devo parlarne malissimo, ...evito". ...GUARDA

Nino Galloni mena schiaffoni anche alla Presidenza del Consiglio

galloni marattin Nino Galloni si scontra con Luigi Marattin, consigliere economico della Presidenza del Consiglio di Matteo Renzi, su banche, Referendum, privatizzazioni, debito pubblico, mercati e scenari catastrofici....GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>