Quella gran paracula della Merkel: la conferma del Financial Times

Quella gran paracula della Merkel

Il 7 settembre byoblu.com pubblicava un post di Antonio Maria Rinaldi intitolato “Quella gran paracula della Merkel: ecco perché si prende i rifugiati siriani“. La cancelliera tedesca aveva appena aperto le frontiere e i media compiacenti (o in alcuni casi solo un po’ stupidotti) giù ad esaltarne le qualità umane. I pastori tedeschi cattivi si erano improvvisamente trasformati in tanti San Bernardo bonaccioni.

Da queste parti il giochetto si era capito subito: a Berlino serviva nuova manodopera. Cosa che non era sfuggita di certo neppure a Alberto Bagnai, in un video pubblicato sempre da questo blog il giorno prima: “La deportazione selettiva dei popoli“.

La Derportazione Selettiva Dei Popoli - Alberto Bagnai

L’11 settembre vi raccontavo di come le vere ragioni, a una lettura attenta, stessero trapelando. Nel post “Il bello scherzetto che ci stanno combinando” mostravo come la Repubblica Ceca, carente di almeno 100mila lavoratori qualificati, si fosse subito messa all’opera per assumere almeno 5mila rifugiati siriani, in prima battuta. Però, che velocità!

Non era passato molto tempo che anche i tedeschi avevano gettato la maschera: il 17 settembre Angela Merkel  sceglieva l’inaugurazione del Salone dell’Auto di Francoforte per raccomandare ai costruttori di auto, un’industria fiorente, di assumere i rifugiati siriani. Subito dopo questo annuncio arrivava lo scandalo Wolksvagen. Per l’occasione avevo suggerito come la disponibilità di così tanta forza lavoro, più preoccupata di tenersi il posto che di far valere i propri diritti, preludesse sinistramente a un abbassamento dei salari e dei diritti per tutti gli altri.

Ora la conferma arriva da Wolfgang Munchau, direttamente sul Financial Times, in un articolo a pagina 11 dell’edizione di oggi segnalatomi dal profilo Twitter @Eurocrazya e che mi sono preso la briga di tradurre per voi. Buon divertimento.

Aiutami a continuare a fare informazione libera

Wolfgang Muchau Financial Times Merkel Rifugiaticlicca sull’immagine per l’articolo in inglese

 Wolfgang MuchauComprendo che una delle ragioni, anche se non la più importante, per cui la cancelliera tedesca ha scelto di invitare i rifugiati è per sistemare un crollo demografico ormai imminente. Il problema immediato non è il valore della popolazione totale, che per adesso è relativamente stabile, appena sopra gli 80 milioni. Il problema più pressante è il declino nella popolazione tedesca in età da lavoro. Questo porta a un incrememento del rapporto di dipendenza (il numero di quelli che non lavorano diviso quelli che lavorano e che li mantengono).
L’ufficio di statistica federale stima che il numero delle persone tra i 20 e i 65 anni scenderà da 49,2 milioni nel 2013 fino a 48,8 milioni nel 2020. Questo basandosi sull’assunto di una immigrazione debole, definita come una diminuzione dell’immigrazione netta media da 500mila nel 2014 a poco più di 100mila unità entro la fine del decennio. In un altro scenario, per il quale l’immigrazione netta scenderebbe “solo” a 200mila persone, la popolazione in età da lavoro si stabilizzerebbe a 49,2 milioni. Siccome il numero reale dei rifugiati ci pone decisamente al di sotto di questo secondo scenario, uno potrebbe concluderne che più immigrazione potrebbe risolvere il problema, fintanto che resiste e fintanto che è sufficiente in termini di quantità.
 Questo è vero, ma produce nuovi problemi. L’impatto incontenibile dei rifugiati sta colpendo duramente la ferma risoluzione di avere un salario minimo alto, fissato a 8,50 € all’ora. Il problema non è tanto il principio di un salario minimo fissato per legge, che è comune nel mondo industrializzato, ma che il valore cui è stato fissato era troppo alto, anche senza rifugiati. Ed è certamente troppo alto adesso.
 Se non ci fosse un salario minimo di qualunque tipo, uno si aspetterebbe che un aumento nel numero di immigrati producesse una dimunuzione di valore nei livelli di salario più bassi. Questo sarebbe uno degli scenari in base ai quali la crisi dei rifugiati potrebbe trasformarsi in un campo minato politico per la signora Merkel. Non lo accetterà, e neppure la sua coalizione dei social democratici.
 Con il salario minimo fermo ai livelli attuali, il livello salariale complessivo nell’economia cadrà comunque, ma in una maniera più indiretta. Molti dei rifugiati che non sono abbastanza qualificati all’inizio saranno disoccupati. Solo in pochi potranno entrare in programmi di riqualificazione. Così, il numero complessivo dei lavoratori disposti a lavorare al salario minimo crescerà, e di molto. Questo provocherà una pressione sostenuta sulla fascia salariale appena sopra al livello minimo. E lo stesso meccanismo si applicherà verso l’alto dello spettro dei livelli salariali. In particolare, questo porrà termine all’unica buona notizia che abbiamo avuto in tutta l’eurozona quest’anno: dopo un lungo periodo di stagnazione, i salari tedeschi sono finalmente tornati a crescere. Nel secondo quadrimestre di quest’anno, i salari reali – al netto dell’inflazione – sono saliti del 2,7% rispetto al 2014.
 Cos’altro può fare il governo? Potrebbe essere tentato dall’accordare aiuti per i datori di lavoro che impiegano rifugiati al livello minimo. Tuttavia, questo ridurrebbe i lavoratori a salario minimo senza sussidio. Se l’obiettivo è quello di evitare un contraccolpo politico, questa non è una strada percorribile. Un’altra possibilità sarebbe quella di assorbire i rifugiati in programmi pubblici di investimento in larga scala, per esempio nel settore delle infrastrutture. Questo avrebbe molto più senso, da un punto di vista economico, in considerazione del tasso cronicamente basso di investimenti della Germania nei settori pubblici e privati. Ma questo non accadrà mai, principalmente per ragioni ideologiche. La signora Merkel ha aperto ai rifugiati, ma non alle ragioni dell’economia Keynesiana.
 Tutto questo ci lascia con una carenza di forza lavoro vecchio stile. Non importa in quale scenario si finisca: i salari nel lungo periodo scenderanno.
 Ora considerate l’impatto sul resto dell’eurozona. Dopo un breve interludio di crescita degli stipendi reali, la Germania sta per entrare in un’altra fase di riduzione degli stipendi. Il divario persistente tra gli stati membri dell’eurozona sul costo del lavoro unitario nel decennio passato è stato una delle ragioni per successive crisi dell’eurozona. Fluendo verso la Germania, ma non in altri paesi dell’eurozona, i rifugiati hanno involontariamente aumentato gli squilibri economici interni nell’area della moneta unica. Un altro periodo di svalutazione reale porta con sé un miglioramento della posizione competitiva relativa della Germania. Questa è esattamente l’ultima cosa di cui l’eurozona ha bisogno nella sua battaglia per recuperare.
 C’è una soluzione ovvia al problema: la Germania assorbe solo un po’ di rifugiati e li colloca in programmi di infrastrutture nel settore pubblico, mentre l’eurozona si divide il resto secondo un sistema di quote condiviso. In questo caso, l’impatto dei rifugiati sarebbe positivo nel breve termine così come sul lungo periodo.
Sfortunatamente, l’eurozona ha una lunga storia quando si tratta di non scegliere le soluzioni ovvie.
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

2 risposte a Quella gran paracula della Merkel: la conferma del Financial Times

  • 2
    Clesippo Geganio

    infatti nessuno politico (neppure l’antitrust) ha sollevato dubbi sull’acquisizione di Mondadori della Rizzoli, realizzando praticamente un monopolio editoriale che determinerà prezzi e costi nel mercato culturale e dell’informazione.

  • 1
    Fabio Selvatico

    Per leggere un giornalista che parla chiaro e porta a ragionare coi fatti, devo leggere la traduzione di un articolo scritto da un tedesco che scrive sulla Germania da una testata inglese e poi internazionale. I pennivendoli italiani, quasi tutti ormai sotto un unico editore, continuano a ragliare. [ndr: hai dimenticato “tradotto da un blogger indipendente”]

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

L’EURO È UNA SCIAGURA – Valerio Malvezzi

L'Euro è una sciagura - Valerio Malvezzi Valerio Malvezzi, economista e professore di Comunicazione Finanziaria all'Università di Pavia, reduce dal successo straordinario ottenuto al convegno "ECONOMIA, BANCHE E LAVORO" di Siena, accanto ad Alberto Bagnai e Claudio Borghi (qui il suo intervento), è venuto nello studio di Byoblu per raccontare, intervistato da Claudio...--> LEGGI TUTTO

Traditi Sottomessi Invasi – Antonio Socci

Antonio Socci - traditi sottomessi invasi Antonio Socci, saggista e giornalista, autore su "La Verità" di un articolo dal titolo: "La religione civile della moneta unica cappio al collo della nostra sovranità", convertito sulla via di Damasco, dall'idea che lo stato fosse il problema e il mercato fosse la soluzione, alla piena...--> LEGGI TUTTO

CASSANDRA CROSSING: SALTATE GIÙ DAL TRENO – Rocco Bruno

CASSANDRO CROSSING: SALTATE GIÙ DAL TRENO - Rocco Bruno C'era una volta una società pacifica e in connessione profonda con il senso delle cose e della sua esistenza, che era ancora capace di attribuire grande importanza alla sperimentazione dell'Otium, in contrapposizione al Negotium. Poi, l'Uomo di Neanderthal fu conquistato e distrutto dall'Homo Sapiens, che poi...--> LEGGI TUTTO

Con le bombe o con i cambi fissi – Sergio Cesaratto

Sergio Cesaratto - Con le bombe o con i cambi fissi Come costringere l’Italia a ridurre il suo debito pubblico, costi quel costi? L’ossessione di Merkel e Macron emerge chiara, ancora una volta, dal documento firmato da quattordici economisti franco-tedeschi finanziati dal centro studi CEPR. Sergio Cesaratto, docente di "Politica Economica ed Economia dello Sviluppo" all'Università di...--> LEGGI TUTTO

Il totalitarismo che verrà – Maurizio Blondet

Maurizio Blondet - Il Totalitarismo che verrà Esclusiva intervista al grande vecchio eretico del giornalismo italiano, Maurizio Blondet, seguitissimo in rete, autoesclusosi dal circo mediatico italiano a causa della sua natura ostinatamente in direzione contraria e delle sue idee politicamente scorrette per antonomasia. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

False Fake News: iniziano a fioccare le querele

difesa contro le false fake newsL'avvocato Giuseppe Palma ha appena inviato una diffida legale all'Huffington Post, che lo aveva citato contestualmente a un articolo dove si parlava di presunte "bufale" dei movimento contrari all'Euro. Il mercato delle cosiddette "fake news", inaugurato da Hillary Clinton e gonfiato ad arte dall'area progressista (in Italia con il...--> LEGGI TUTTO

Gli esperti di diritto sulla Catalogna? Sono dei pirla.

Catalogna Governo centrale di Paolo Becchi Eccoli alla carica sui giornaloni gli esperti del diritto, e più sono esperti e più sono dei pirla. Fantozzi docet. Il referendum per l’indipendenza della Catalogna è «illegale». Sì, lo è: è contro la Costituzione spagnola, contro l’«unità indissolubile» dello...--> LEGGI TUTTO

Due piantine di Cannabis per lenire dolori atroci: in prigione a 63 anni!

prigione malato cannabisTRENTO. Il ricorso in Cassazione è stato rigettato. L'uomo di 63 anni che a Trento era stato trovato in possesso di due piante di marijuana che coltivava per uso personale, per lenire i dolori atroci della sua malattia, è stato giudicato colpevole in via definitiva. Andrà in prigione. ...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

Il gioco responsabile al tempo del mobile

casino mobile La crescente diffusione delle nuove tecnologie ha radicalmente modificato gli stili di vita e le abitudini degli individui, contribuendo alla formazione di una cultura sempre più digitale. Dal 13° rapporto Censis-Ucsi sulla Comunicazione (2016) emerge che il 74% della popolazione italiana ha libero accesso ad una...--> LEGGI TUTTO

A Capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio: la Terra rallenta!

A capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio - la Terra rallentaUn "salto" di un secondo verrà aggiunto al conto alla rovescia di questo Capodanno per compensare il rallentamento nella velocità di rotazione della Terra.  Il secondo "extra" accadrà non appena l'orologio toccherà la mezzanotte e verranno "create" le ore 23:59:60, posticipando momentaneamente l'arrivo del Capodanno. Il secondo...--> LEGGI TUTTO

BIOMETRIA, IL FUTURO DELLA SICUREZZA

biometriaRiconoscimento dell'iride, facciale e del movimento della mano durante la firma: le nuove strategie per prevenire i furti e le loro possibili applicazioni Un uomo si avvicina a una stanza blindata. Per entrare niente password o codici di sicurezza, ma l'accostamento degli occhi a un...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Guest post

La storia degli appendiabiti

quadro appendiabiti cappotto cappello Si possono appendere le scarpe al chiodo quando si smette di giocare a pallone. Si possono appendere i panni al sole, le speranze a un filo, i quadri al muro, i condannati a un legno e i festoni sulle porte. Poi si possono appendere i vestiti...--> LEGGI TUTTO

Realizzata la prima video chiamata quantistica intercontinentale al mondo

Chiamata quantisticaIl satellite cinese Micius torna a far parlare di sé e stabilisce un nuovo record, quello della prima videochiamata quantistica della storia tra Vienna e Pechino. Circa tre settimane è avvenuto un evento eccezionale che modificherà totalmente il sistema di comunicazioni come lo...--> LEGGI TUTTO

Il Messico a meno di 40 euro al giorno!

Messico Amo il Messico. E' pieno di vibrazioni, è un paese meraviglioso, pieno di gente amichevole, con una energia speciale che vi fa riscoprire l'amore per la vita, con un'architettura spettacolare, con una storia che affonda le radici nelle profondità dei millenni e... con un cibo davvero...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Vi spiego Casapound – Marco Mori

Vi spiego Casapound - Marco Mori Marco Mori, avvocato ligure noto per le sue battaglie in difesa della Costituzione, spiega a Byoblu il programma di Casapound Italia e perché ha accettato di candidarsi.  (altro…)...GUARDA

Sei contro l’Europa? Non lo sai, ma in realtà ne vuoi di più! Rocco Buttiglione

Sei contro l'Europa? In realtà non sai che vuoi di più! - Rocco Buttiglione Alla presentazione del libro "Ordoliberismo e Globalizzazione", Rocco Buttiglione sostiene che la gente è contro l'Europa perché non c'è abbastanza Europa, ma che se ci fosse più Europa la gente invece sarebbe contenta. (altro…)...GUARDA

Il plusgodimento erotico del neolibertino sessuale – Diego Fusaro

Diego Fusaro - Il plusgodimento erotico del neolibertino sessuale C'è un nesso tra la disarticolazione dei rapporti tra i cittadini e lo Stato e la disgregazione delle strutture sociali in cui la sessualità si esprime? Esiste una forma di relazione possibile tra i contratti occasionali prediletti dal neoliberismo economico e il sesso occasionale, di una...GUARDA

Debunker di Stato: la conferenza stampa di Minniti e Gabrielli sui nuovi poteri della polizia postale

DEBUNKER DI STATO Sintesi della conferenza stampa di ieri, a Roma, del Ministro dell'Interno Marco Minniti e del capo della polizia Franco Gabrielli, che presentano il nuovo nucleo operativo di debunking della Polizia Postale, la quale avrà il potere di verificare e certificare le notizie, e anche di chiedere...GUARDA

Diego Fusaro su Papa Francesco: ispirato da George Soros

Diego Fusaro su Papa Francesco - Ispirato da Goerge SorosDiego Fusaro, filosofo noto ai dibattiti televisivi, critico sulla globalizzazione e sulle élite che la sostengono, analizza e critica il discorso di Papa Francesco sull'accoglienza dei migranti. ...GUARDA

Diego Fusaro contro il Black Friday: l’apice della mondializzazione, come Halloween.

Diego Fusaro - Black Friday no grazie Analisi lucidissima e impietosa di Diego Fusaro sul Black Friday...GUARDA

L’ex capo di Stato Maggiore in Iraq: “Bush Jr e Berlusconi erano nella stessa loggia massonica, ma salvarono Nassiriya”.

NICOLO GEBBIA - L'invasione degli Ultra Massoni - Video Il Generale in pensione dell'Arma dei Carabinieri, Nicolò Gebbia, parla della pervasività delle infiltrazioni massoniche, a tutti i livelli, e rivela che persino durante la guerra del Golfo, la città di Nassiriya venne risparmiata grazie al fatto che Silvio Berlusconi e Bush jr. appartenevano alla stessa...GUARDA

Antonio Ingroia: “Fuori dai trattati, costi quel che costi”.

INGROIA - FUORI DAI TRATTATI - 1280 Per Byoblu, da Roma, Eugenio Miccoli Oggi alla Camera dei Deputati, Antonio Ingroia e Giulietto Chiesa hanno presentato “Lista Del Popolo”, un’alleanza della società civile per il ripristino della sovranità nazionale, l’attuazione della Costituzione, la rinegoziazione o lo stralcio dei trattati europei, l’abolizione del Fiscal...GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>