Abbiamo ancora bisogno di te

Pier Paolo Pasolini Abbiamo Ancora Bisogno Di te

di Filippo Moschitta

Caro Pier,

desidero raccontarti un po’ come vanno le cose oggi, a 40 anni dalla tua morte.

Le condizioni del paese che ti ha ucciso sono ancora più penose di quelle che hai lasciato. Non è cambiato nulla, anzi è peggiorato tutto. Ci sono stati scontri violenti, con tanti morti e feriti. Hanno rubato i soldi ai poveri per arricchire le casse di signorotti grassi, unti di vino, con le mani sporche di sangue secco e i vestiti macchiati di sperma. Hanno ucciso molti nuovi eroi, li hanno fatti saltare in aria, li hanno ridotti in cenere oppure ne hanno fatto carne da macello.

Tre anni dopo la tua morte hanno fatto saltare in aria un ragazzo siciliano sui binari della ferrovia. Qual era la sua colpa? Era comunista, combatteva la mafia con versi carichi di amore e predicava la rivoluzione, per cambiare il sistema clientelare e corrotto di quella terra “bella e disgraziata”, che è la mia terra. Venticinque anni fa, poi, hanno ucciso due signori, perché anche loro lottavano contro la mafia. Forse hanno messo le mani dove non dovevano, pestando i piedi alle persone sbagliate, o forse erano scomodi addirittura per lo Stato.

I poliziotti, gli stessi che un tempo avevi dichiarato di comprendere, hanno continuato ad uccidere innocenti, a massacrare ragazzi nelle scuole pubbliche o nelle manifestazioni. Addirittura, qualche anno fa, hanno ucciso un ragazzo perché si era fumato così tante canne da diventare molesto. Sono stati assolti e il sindacato ha appoggiato la loro causa.

Oggi, se protesti, sei solo un poveraccio che crede di poter cambiare le cose. Non vieni nemmeno ascoltato o preso in considerazione. O peggio: metti la tua stessa incolumità a rischio. Si, questa non è l’Italia che sognavi tu, e nemmeno io.

I giovani non sono “il bene più prezioso“, sono solo menti da poter governare e plasmare al meglio, così da farli diventare perfetti burattini del potere. Non sei costretto ad avere qualcosa da dire: in effetti non devi dire niente, devi solo saperti vendere. Altrimenti vieni messo da parte. Il potere, sai, non è più come lo conoscevi tu. Quello forse era ancora relativamente accettabile, rispetto alla putrefazione che si respira oggi. Quando ti fai una passeggiata dopo cena fuori da Montecitorio, non capisci se quello è il Parlamento o il Cesso della Repubblica. C’è chi a settant’anni fa uso di cocaina, va con prostitute minorenni e diventa l’idolo di tanti giovani in carriera. C’è chi indossa un pezzo di stoffa verde e vuole dividere l’Italia. E c’è chi riesce a malapena a parlare, a causa della salivazione eccessiva e del cattivo rapporto con i congiuntivi, ma poi governa e decide per la tua vita.

Oggi se vuoi fare l’attore non serve saper recitare: basta partecipare a un reality show. Si, lo so, ai tuoi tempi non esistevano. Ti starai chiedendo cosa sono! Anche con la musica, non è che vada meglio. Salvo qualche caso eccezionale, anche i sentimenti sono stati ridotti a merce da scaffale. No, non esiste più la poesia. Anche perché le scuole sono quello che sono. Le ragazzine amano stupidotti che cantano parlando e infilano parole una dietro l’altra. I maschietti, invece, idolatrano la Trash Queen di turno. Le mie corde, invece, ancora risuonano lontano, sognando ancora quegli amori cantati con ebbrezza stupefacente, quelle rivoluzioni inneggiate con l’anima. E non credere che io sia il solito nostalgico della sua gioventù: in realtà ho solo 25 anni.

Ormai non siamo più alla frutta: siamo all’amaro. La nebbia è solo un motivo per accendere i fari e non per scrivere versi.La neve è un pretesto per comprare degli stivali. Il sole è la scusa per sfoggiare i nuovi occhiali e soprattutto per nascondere lo sguardo. Il mare è solo la meta delle vacanze dei ricchi, o magari l’unica strada verso la libertà che interi popoli, schiacciati da un sistema globalizzato che decide delle loro sorti, riescono a trovare. Una bandiera non è più il simbolo della libertà, ma quello del potere. La storia viene camuffata, nascosta, reinterpretata. Si produce cultura settoriale, controllata, striminzita. Quello che ne esce è una spremuta di autentica tristezza e sterilità.

Alcuni ti considerano come l’omosessuale comunista pederasta, altri come una della poche menti brillanti e danzanti dell’ultimo secolo. Pensa che c’è perfino chi ti odia ma non può dirlo ad alta voce, anche se è un razzista omofobo conclamato, perché in questa società ipocrita darebbe scandalo. Hanno cercato di sostituirti con qualche beniamino della tv, propinandolo in tutti i talk show, ma a dire il vero con scarso successo. La verità è che non ci riescono. Non è bastato quel tempo, l’arco della tua vita, Pier: l’ Italia aveva ancora bisogno di te. Quella stessa Italia che ti ha barbaramente ucciso.

Oggi si vive dall’interno di una costrizione sensoriale da elettroshock emotivo. Si ha paura di quello che si prova, di quello che si sente. Sventola la bandiera nera dell’anima. Tutto è estremizzato: siamo costretti a infilare le dita nella corrente, tutti i giorni, perché non si sa se esiste più un futuro. E la maggior parte di noi preferisce rintanarsi in casa, a custodire in silenzio quel pezzo di pane che ha la fortuna di poter mangiare. Il prototipo della famiglia “Teorema” esiste ancora, ci sono solo pochi “Ragazzi di vita”. Oggi se parli sei scomodo, e vieni “mobbizzato“, altro neologismo che ai tuoi tempi non esisteva.

Abbiamo ancora bisogno della tua ironia martellante, della tua spaccante incisività, della tua “anima mozartiana”, Pier. Abbiamo ancora bisogno di leggerti, tutti.

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

2 risposte a Abbiamo ancora bisogno di te

  • 2
    ANTONIO TELESCA

    Molto veritiera un quadro a dir poco Picassiano,dove non si vuol far capire .mettendo fatti ed eventi in maniera distorte come le figure di Picasso ‘ per i tuoi 25 anni complimenti ,hai studiato tanto nel passato di questa Tragica Italia di italiani viscidi e arroganti di Potere ‘ io ho sentito una solo intervista di PIER pAOLO pASOLINI ,NE fui colpito tanto per imbarazzo delle persone che ascoltavano ,(politici di 40 anni fà) magari il Pasolini AVEVA RAGIONE .

  • 1
    Clesippo Geganio

    dicono che Pasolini sia stato profetico, credo fu un Uomo colto in grado di analizzare criticamente la nostra realtà, queste due poesie riassumo secondo il mio avviso un lucido e caustico giudizio sulla società definita civile, attirando su di se l’odio per aver descritto la nostra miseria culturale, fonte della nostra crisi nazionale.

    Alla mia nazione

    Non popolo arabo, non popolo balcanico, non popolo antico
    ma nazione vivente, ma nazione europea:
    e cosa sei? Terra di infanti, affamati, corrotti,
    governanti impiegati di agrari, prefetti codini,
    avvocatucci unti di brillantina e i piedi sporchi,
    funzionari liberali carogne come gli zii bigotti,
    una caserma, un seminario, una spiaggia libera, un casino!
    Milioni di piccoli borghesi come milioni di porci
    pascolano sospingendosi sotto gli illesi palazzotti,
    tra case coloniali scrostate ormai come chiese.
    Proprio perché tu sei esistita, ora non esisti,
    proprio perché fosti cosciente, sei incosciente.
    E solo perché sei cattolica, non puoi pensare
    che il tuo male è tutto male: colpa di ogni male.
    Sprofonda in questo tuo bel mare, libera il mondo.

    La ballata delle madri

    Mi domando che madri avete avuto.
    Se ora vi vedessero al lavoro
    in un mondo a loro sconosciuto,
    presi in un giro mai compiuto
    d’esperienze così diverse dalle loro,
    che sguardo avrebbero negli occhi?
    Se fossero lì, mentre voi scrivete
    il vostro pezzo, conformisti e barocchi,
    o lo passate, a redattori rotti
    a ogni compromesso, capirebbero chi siete?

    Madri vili, con nel viso il timore
    antico, quello che come un male
    deforma i lineamenti in un biancore
    che li annebbia, li allontana dal cuore,
    li chiude nel vecchio rifiuto morale.
    Madri vili, poverine, preoccupate
    che i figli conoscano la viltà
    per chiedere un posto, per essere pratici,
    per non offendere anime privilegiate,
    per difendersi da ogni pietà.

    Madri mediocri, che hanno imparato
    con umiltà di bambine, di noi,
    un unico, nudo significato,
    con anime in cui il mondo è dannato
    a non dare né dolore né gioia.
    Madri mediocri, che non hanno avuto
    per voi mai una parola d’amore,
    se non d’un amore sordidamente muto
    di bestia, e in esso v’hanno cresciuto,
    impotenti ai reali richiami del cuore.

    Madri servili, abituate da secoli
    a chinare senza amore la testa,
    a trasmettere al loro feto
    l’antico, vergognoso segreto
    d’accontentarsi dei resti della festa.
    Madri servili, che vi hanno insegnato
    come il servo può essere felice
    odiando chi è, come lui, legato,
    come può essere, tradendo, beato,
    e sicuro, facendo ciò che non dice.

    Madri feroci, intente a difendere
    quel poco che, borghesi, possiedono,
    la normalità e lo stipendio,
    quasi con rabbia di chi si vendichi
    o sia stretto da un assurdo assedio.
    Madri feroci, che vi hanno detto:
    Sopravvivete! Pensate a voi!
    Non provate mai pietà o rispetto
    per nessuno, covate nel petto
    la vostra integrità di avvoltoi!

    Ecco, vili, mediocri, servi,
    feroci, le vostre povere madri!
    Che non hanno vergogna a sapervi
    – nel vostro odio – addirittura superbi,
    se non è questa che una valle di lacrime.
    E’ così che vi appartiene questo mondo:
    fatti fratelli nelle opposte passioni,
    o le patrie nemiche, dal rifiuto profondo
    a essere diversi: a rispondere
    del selvaggio dolore di esser uomini.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

Grazie Giorgio Napolitano!? Chapeau!? Si sono bevuti il cervello!?

M5S Grazie Giorgio Stiamo parlando di Giorgio Napolitano? Quello che nel 2011 ha spianato la strada alla troika del governo Monti? Quello che ha firmato qualunque cosa? Quello che nel 2013, quando c'erano le consultazioni per formare un nuovo governo, ha chiamato al Quirinale Pdl e Pd ignorando il...--> LEGGI TUTTO

Ce lo chiede Beppe

Ce lo chiede Beppe Quindi, ricapitolando, il "collegio dei probiviri" di un movimento di democrazia diretta come il M5S è composto da tre nomi fatti per intero dal capo politico, senza che la "rete" possa nominarli non dico tutti, ma almeno un paio o anche uno solo. Peggio del direttorio dove...--> LEGGI TUTTO

Vota Byoblu ai Macchianera Internet Awards 2016. Mancano poche ore! Hai votato!?

macchianera internet awards 2016 vota byblu Vuoi contribuire in qualche modo a far conoscere questo blog? Ci sono tre giorni di tempo per votare Byoblu ai Macchianera Internet Awards 2016. Votate per almeno 10 categorie e usate un vostro indirizzo email reale, altrimenti il vostro voto sarà nullo. Byoblu si trova nella categoria "30....--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

La lettera di una mamma lavoratrice che fa venire il magone

Mamme lavoratrici: la triste realtà che si cela dietro alla famiglia del Mulino BiancoPubblico questa lettera (inviata a Beppe Severgnini sul Corriere della Sera), che fa venire il magone non solo a chi l'ha scritta ma anche a me che l'ho letta, e nella quale credo si riconoscano tante, troppe mamme lavoratrici, perché sia motivo di riflessione sul modo in cui si è...--> LEGGI TUTTO

La lobby dello zucchero uccide – i nuovi documenti tenuti nascosti

la lobby dello zucchero uccideNEW YORK: Decine di scienziati, negli Anni 60, furono pagati dall'industria americana dello zucchero per sminuire il collegamento tra consumo di zucchero e problemi cardiaci e spostare così l'attenzione sui grassi saturi. A rivelarlo sono una serie di nuovi documenti scoperti recentemente da un ricercatore della University of California di...--> LEGGI TUTTO

Caro M5S, volete allargare il direttorio? Bene, ma dovreste fare così…

votazione online democrazia direttaBarbara Lezzi, senatrice M5S, ha rilasciato un'intervista al Fatto Quotidiano sulle questioni romane. L'ipotesi, che alcuni organi di stampa dicono condivisa anche dalla Casaleggio Associati, è quella di allargare il direttorio a 30/40 persone. Una vera e propria struttura di intermediazione (di quelle che ancora oggi non sono previste dal "Non...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Come funziona l’Italia: noi siamo quelli con il fiore in mano

Come funziona l'ItaliaCome funziona l'Italia Ecco come funziona la nostra società. Questa è l'Italia. E, ...caso mai cercaste il pallino "voi siete qui", in questo disegno noi siamo quelli con il fiore in mano....--> LEGGI TUTTO

I nanorobot a controllo mentale che vi osserveranno.

I NANOROBOT A CONTROLLO MENTALE CHE VI OSSERVERANNOPer la prima volta, una creatura vivente è stata controllata dall'uomo utilizzando esclusivamente il pensiero, grazie a nanorobot che hanno rilasciato all'interno di alcuni scarafaggi dosi programmate di farmaci, in risposta all'attività cerebrale di chi ha condotto l'esperimento. Una tecnica che - sostengono già alcuni - potrebbe essere molto utile per il trattamento...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Le vostre email

Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Renzi vs Gruber: volata finale sul Referendum

Renzi Gruber Referendum Otto e 1/2 Sintesi dell'intervento di Matteo Renzi, questa sera, a Otto e Mezzo, per la volata finale sul Referendum Costituzionale....GUARDA

La Santanché furiosa sui pallisti Pd diventa una bestia

la santanche furiosa sui pallisti pd diventa una bestia Daniela Santanché si infuria a Coffee Break sul voto di Forza Italia alla Camera sulla Riforma Costituzionale, e chiede il fact checking. Guarda anche: ...GUARDA

Referendum: le COJONATE di Franceschini e Poletti sulle ragioni del Sì

Referendum: le COJONATE di Franceschini e Poletti sulle ragioni del Sì Le cojonate di Franceschini e Poletti, ministri della cultura e del lavoro, a Tribuna Politica di Semprini, nel tentativo imbarazzante di difendere le ragioni del sì al Referendum Costituzionale, fanno sembrare le forziste Laura Ravetto e Anna Maria Bernini due emerite costituzionaliste. Tante fesserie tutte insieme...GUARDA

Scontro Berlusconi Berlinguer sul Referendum: “Qualcos’altro da aggiungere?”. “Sì: sarebbe un regime!”

Berlusconi Berlinguer Referendum Scontro tra Silvio Berlusconi e Bianca Berlinguer, che non gli permette di elencare le ragioni del No al Referendum Costituzionale. - "Ha qualcos'altro da aggiungere?". - "Sì... Sarebbe un regime!"....GUARDA

Fusaro: se vince il No, arriverà un governo tecnico guidato da Mario Draghi

Fusaro: se vince il No, arriverà un governo tecnico guidato da Mario Draghi Diego Fusaro: "Se al Referendum Costituzionale vince il sì, come vogliono le élite, distruggono la Costituzione, desovranizzano lo Stato e impongono l'Unione Europea come Banca Centrale che decide per tutti. Se vince il no l'élite ha pensato anche al piano B, perché il popolo si sta...GUARDA

MELONI A RENZI: SCIOCCATA DA QUANTO SEI BUGIARDO!

giorgia meloni vs matteo renzi sei un bugiardo Giorgia Meloni si scontra violentemente con Matteo Renzi, durante la campagna per il referendum costituzionale, sul Porcellum e sulle liste bloccate, che Renzi sostiene di avere tolto dall'Italicum....GUARDA

Silvio Berlusconi su Beppe Grillo: “Non posso parlarne bene”.

Berlusconi su GrilloSilvio Berlusconi su Beppe Grillo a Matrix: "Mi piace parlare delle persone quando posso parlarne bene. Quando devo parlarne malissimo, ...evito". ...GUARDA

Nino Galloni mena schiaffoni anche alla Presidenza del Consiglio

galloni marattin Nino Galloni si scontra con Luigi Marattin, consigliere economico della Presidenza del Consiglio di Matteo Renzi, su banche, Referendum, privatizzazioni, debito pubblico, mercati e scenari catastrofici....GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>