Abbiamo ancora bisogno di te

Pier Paolo Pasolini Abbiamo Ancora Bisogno Di te

di Filippo Moschitta

Caro Pier,

desidero raccontarti un po’ come vanno le cose oggi, a 40 anni dalla tua morte.

Le condizioni del paese che ti ha ucciso sono ancora più penose di quelle che hai lasciato. Non è cambiato nulla, anzi è peggiorato tutto. Ci sono stati scontri violenti, con tanti morti e feriti. Hanno rubato i soldi ai poveri per arricchire le casse di signorotti grassi, unti di vino, con le mani sporche di sangue secco e i vestiti macchiati di sperma. Hanno ucciso molti nuovi eroi, li hanno fatti saltare in aria, li hanno ridotti in cenere oppure ne hanno fatto carne da macello.

Tre anni dopo la tua morte hanno fatto saltare in aria un ragazzo siciliano sui binari della ferrovia. Qual era la sua colpa? Era comunista, combatteva la mafia con versi carichi di amore e predicava la rivoluzione, per cambiare il sistema clientelare e corrotto di quella terra “bella e disgraziata”, che è la mia terra. Venticinque anni fa, poi, hanno ucciso due signori, perché anche loro lottavano contro la mafia. Forse hanno messo le mani dove non dovevano, pestando i piedi alle persone sbagliate, o forse erano scomodi addirittura per lo Stato.

I poliziotti, gli stessi che un tempo avevi dichiarato di comprendere, hanno continuato ad uccidere innocenti, a massacrare ragazzi nelle scuole pubbliche o nelle manifestazioni. Addirittura, qualche anno fa, hanno ucciso un ragazzo perché si era fumato così tante canne da diventare molesto. Sono stati assolti e il sindacato ha appoggiato la loro causa.

Oggi, se protesti, sei solo un poveraccio che crede di poter cambiare le cose. Non vieni nemmeno ascoltato o preso in considerazione. O peggio: metti la tua stessa incolumità a rischio. Si, questa non è l’Italia che sognavi tu, e nemmeno io.

Aiutami a continuare a fare informazione libera

I giovani non sono “il bene più prezioso“, sono solo menti da poter governare e plasmare al meglio, così da farli diventare perfetti burattini del potere. Non sei costretto ad avere qualcosa da dire: in effetti non devi dire niente, devi solo saperti vendere. Altrimenti vieni messo da parte. Il potere, sai, non è più come lo conoscevi tu. Quello forse era ancora relativamente accettabile, rispetto alla putrefazione che si respira oggi. Quando ti fai una passeggiata dopo cena fuori da Montecitorio, non capisci se quello è il Parlamento o il Cesso della Repubblica. C’è chi a settant’anni fa uso di cocaina, va con prostitute minorenni e diventa l’idolo di tanti giovani in carriera. C’è chi indossa un pezzo di stoffa verde e vuole dividere l’Italia. E c’è chi riesce a malapena a parlare, a causa della salivazione eccessiva e del cattivo rapporto con i congiuntivi, ma poi governa e decide per la tua vita.

Oggi se vuoi fare l’attore non serve saper recitare: basta partecipare a un reality show. Si, lo so, ai tuoi tempi non esistevano. Ti starai chiedendo cosa sono! Anche con la musica, non è che vada meglio. Salvo qualche caso eccezionale, anche i sentimenti sono stati ridotti a merce da scaffale. No, non esiste più la poesia. Anche perché le scuole sono quello che sono. Le ragazzine amano stupidotti che cantano parlando e infilano parole una dietro l’altra. I maschietti, invece, idolatrano la Trash Queen di turno. Le mie corde, invece, ancora risuonano lontano, sognando ancora quegli amori cantati con ebbrezza stupefacente, quelle rivoluzioni inneggiate con l’anima. E non credere che io sia il solito nostalgico della sua gioventù: in realtà ho solo 25 anni.

Ormai non siamo più alla frutta: siamo all’amaro. La nebbia è solo un motivo per accendere i fari e non per scrivere versi.La neve è un pretesto per comprare degli stivali. Il sole è la scusa per sfoggiare i nuovi occhiali e soprattutto per nascondere lo sguardo. Il mare è solo la meta delle vacanze dei ricchi, o magari l’unica strada verso la libertà che interi popoli, schiacciati da un sistema globalizzato che decide delle loro sorti, riescono a trovare. Una bandiera non è più il simbolo della libertà, ma quello del potere. La storia viene camuffata, nascosta, reinterpretata. Si produce cultura settoriale, controllata, striminzita. Quello che ne esce è una spremuta di autentica tristezza e sterilità.

Alcuni ti considerano come l’omosessuale comunista pederasta, altri come una della poche menti brillanti e danzanti dell’ultimo secolo. Pensa che c’è perfino chi ti odia ma non può dirlo ad alta voce, anche se è un razzista omofobo conclamato, perché in questa società ipocrita darebbe scandalo. Hanno cercato di sostituirti con qualche beniamino della tv, propinandolo in tutti i talk show, ma a dire il vero con scarso successo. La verità è che non ci riescono. Non è bastato quel tempo, l’arco della tua vita, Pier: l’ Italia aveva ancora bisogno di te. Quella stessa Italia che ti ha barbaramente ucciso.

Oggi si vive dall’interno di una costrizione sensoriale da elettroshock emotivo. Si ha paura di quello che si prova, di quello che si sente. Sventola la bandiera nera dell’anima. Tutto è estremizzato: siamo costretti a infilare le dita nella corrente, tutti i giorni, perché non si sa se esiste più un futuro. E la maggior parte di noi preferisce rintanarsi in casa, a custodire in silenzio quel pezzo di pane che ha la fortuna di poter mangiare. Il prototipo della famiglia “Teorema” esiste ancora, ci sono solo pochi “Ragazzi di vita”. Oggi se parli sei scomodo, e vieni “mobbizzato“, altro neologismo che ai tuoi tempi non esisteva.

Abbiamo ancora bisogno della tua ironia martellante, della tua spaccante incisività, della tua “anima mozartiana”, Pier. Abbiamo ancora bisogno di leggerti, tutti.

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

2 risposte a Abbiamo ancora bisogno di te

  • 2
    ANTONIO TELESCA

    Molto veritiera un quadro a dir poco Picassiano,dove non si vuol far capire .mettendo fatti ed eventi in maniera distorte come le figure di Picasso ‘ per i tuoi 25 anni complimenti ,hai studiato tanto nel passato di questa Tragica Italia di italiani viscidi e arroganti di Potere ‘ io ho sentito una solo intervista di PIER pAOLO pASOLINI ,NE fui colpito tanto per imbarazzo delle persone che ascoltavano ,(politici di 40 anni fà) magari il Pasolini AVEVA RAGIONE .

  • 1
    Clesippo Geganio

    dicono che Pasolini sia stato profetico, credo fu un Uomo colto in grado di analizzare criticamente la nostra realtà, queste due poesie riassumo secondo il mio avviso un lucido e caustico giudizio sulla società definita civile, attirando su di se l’odio per aver descritto la nostra miseria culturale, fonte della nostra crisi nazionale.

    Alla mia nazione

    Non popolo arabo, non popolo balcanico, non popolo antico
    ma nazione vivente, ma nazione europea:
    e cosa sei? Terra di infanti, affamati, corrotti,
    governanti impiegati di agrari, prefetti codini,
    avvocatucci unti di brillantina e i piedi sporchi,
    funzionari liberali carogne come gli zii bigotti,
    una caserma, un seminario, una spiaggia libera, un casino!
    Milioni di piccoli borghesi come milioni di porci
    pascolano sospingendosi sotto gli illesi palazzotti,
    tra case coloniali scrostate ormai come chiese.
    Proprio perché tu sei esistita, ora non esisti,
    proprio perché fosti cosciente, sei incosciente.
    E solo perché sei cattolica, non puoi pensare
    che il tuo male è tutto male: colpa di ogni male.
    Sprofonda in questo tuo bel mare, libera il mondo.

    La ballata delle madri

    Mi domando che madri avete avuto.
    Se ora vi vedessero al lavoro
    in un mondo a loro sconosciuto,
    presi in un giro mai compiuto
    d’esperienze così diverse dalle loro,
    che sguardo avrebbero negli occhi?
    Se fossero lì, mentre voi scrivete
    il vostro pezzo, conformisti e barocchi,
    o lo passate, a redattori rotti
    a ogni compromesso, capirebbero chi siete?

    Madri vili, con nel viso il timore
    antico, quello che come un male
    deforma i lineamenti in un biancore
    che li annebbia, li allontana dal cuore,
    li chiude nel vecchio rifiuto morale.
    Madri vili, poverine, preoccupate
    che i figli conoscano la viltà
    per chiedere un posto, per essere pratici,
    per non offendere anime privilegiate,
    per difendersi da ogni pietà.

    Madri mediocri, che hanno imparato
    con umiltà di bambine, di noi,
    un unico, nudo significato,
    con anime in cui il mondo è dannato
    a non dare né dolore né gioia.
    Madri mediocri, che non hanno avuto
    per voi mai una parola d’amore,
    se non d’un amore sordidamente muto
    di bestia, e in esso v’hanno cresciuto,
    impotenti ai reali richiami del cuore.

    Madri servili, abituate da secoli
    a chinare senza amore la testa,
    a trasmettere al loro feto
    l’antico, vergognoso segreto
    d’accontentarsi dei resti della festa.
    Madri servili, che vi hanno insegnato
    come il servo può essere felice
    odiando chi è, come lui, legato,
    come può essere, tradendo, beato,
    e sicuro, facendo ciò che non dice.

    Madri feroci, intente a difendere
    quel poco che, borghesi, possiedono,
    la normalità e lo stipendio,
    quasi con rabbia di chi si vendichi
    o sia stretto da un assurdo assedio.
    Madri feroci, che vi hanno detto:
    Sopravvivete! Pensate a voi!
    Non provate mai pietà o rispetto
    per nessuno, covate nel petto
    la vostra integrità di avvoltoi!

    Ecco, vili, mediocri, servi,
    feroci, le vostre povere madri!
    Che non hanno vergogna a sapervi
    – nel vostro odio – addirittura superbi,
    se non è questa che una valle di lacrime.
    E’ così che vi appartiene questo mondo:
    fatti fratelli nelle opposte passioni,
    o le patrie nemiche, dal rifiuto profondo
    a essere diversi: a rispondere
    del selvaggio dolore di esser uomini.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

#SUM01 Paolo Magri (Ispi e Commissione Trilaterale): perché ci vuole più Europa.

Paolo Magri - Ispi e Commissione Trilaterale - SUM01 - PlayL'intervento di Paolo Magri, presidente ISPI e direttore italiano della Commissione Trilaterale (per anni presieduta in occidente da Mario Monti), all'evento #SUM01 organizzato dall'Associazione Gianroberto Casaleggio. p.s. non serve che io, da queste pagine, esprima la mia opinione sul suo discorso. Mi limito solo a ricordare a...--> LEGGI TUTTO

#SUM01 Marco Travaglio – L’informazione ha un costo.

Marco Travaglio . l'informazione ha un costo - Play#SUM01 - Intervento di Marco Travaglio sulla professionalità e le risorse necessarie a fare buona informazione, e sulle vecchie balle improvvisamente ribattezzate "Fake News". ...--> LEGGI TUTTO

#SUM01 – Massimi Fini: il Futuro è dietro di noi!

Massimo Fini - il Futuro è dietro di noi - Play L'intervento di Massimo Fini a #Sum01, il primo evento dell'Associazione Gianroberto Casaleggio....--> LEGGI TUTTO

#SUM01 – Paragone contro Monica Maggioni, presidente Rai e presidente Commissione Trilaterale Italia

Gianluigi Paragone vs Monica Maggioni - Presidente Commissione Trilaterale#SUM01 - Associazione Gianroberto Casaleggio - Intervento di Gianluigi Paragone sullo stato dell'informazione in Italia. Paragone parte subito contestando Monica Maggioni per la sua doppia carica di presidente Rai e contemporaneamente di Presidente Commissione Trilaterale Italia. ...--> LEGGI TUTTO

#SUM01 – I veri numeri dei giornali, Pier Luca Santoro (Datamediahub)

Pierluca Santoro Datamediahub - playI veri numeri dei giornali e della rete, nell'intervento di Pier Luca Santoro, Datamediahub, a #SUM01, il primo evento organizzato dall'Associazione Gianroberto Casaleggio. ...--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

L’ideologo di Putin: in Europa sarà presto caos, guerra civile, distruzione.

Dugin ideologo Putindi Giulio Meotti Roma. Europa e Stati Uniti hanno spesso ricambiato il favore ad Aleksandr Dugin. Un anno fa, il famoso politologo russo è stato messo alla porta in Grecia. Accompagnato dal patriarca di Mosca Kirill per una conferenza sul Monte Athos, Dugin...--> LEGGI TUTTO

Il TG1 censura la Raggi. Scatenate uno #ShareStorm

Molti dei lettori di questo blog trasaliranno ascoltando alcune frasi fatte del discorso che oggi Virginia Raggi ha tenuto di fronte ai leader europei. L'Europa come "progetto visionario", come "eredità gioiosa e impegnativa", che "dobbiamo realizzare noi" perché "non poteva realizzarsi in un giorno". ...--> LEGGI TUTTO

Oggi attaccano Byoblu.com. Ma sarà presto un attacco contro tutti i dissidenti.

di Pino Cabras su MegaChip Fa molto bene Claudio Messora a sottolineare che il vero obiettivo della campagna contro le 'fake news' non erano certo quei cialtroni che infestano il web di notizie false, razziste e irresponsabili per acchiappare clic, che pure ci sono e da chissà...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

A Capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio: la Terra rallenta!

A capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio - la Terra rallentaUn "salto" di un secondo verrà aggiunto al conto alla rovescia di questo Capodanno per compensare il rallentamento nella velocità di rotazione della Terra.  Il secondo "extra" accadrà non appena l'orologio toccherà la mezzanotte e verranno "create" le ore 23:59:60, posticipando momentaneamente l'arrivo del Capodanno. Il secondo...--> LEGGI TUTTO

BIOMETRIA, IL FUTURO DELLA SICUREZZA

biometriaRiconoscimento dell'iride, facciale e del movimento della mano durante la firma: le nuove strategie per prevenire i furti e le loro possibili applicazioni Un uomo si avvicina a una stanza blindata. Per entrare niente password o codici di sicurezza, ma l'accostamento degli occhi a un...--> LEGGI TUTTO

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Le vostre email

Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Fusaro Vs Friedman – L’immigrazione è deportazione di massa: nuovi schiavi contro vecchi schiavi.

Fusaro Vs Friedman Diego Fusaro: "La storia delle ONG che vanno a prendere i poveri migranti che rischiano di annegare è la grande narrazione edulcorante con cui si mettono in pace le coscenze. Il compito della filosofia però è pensare altrimenti e criticare l'esistente, rovesciando le mappe dominanti. Continuiamo...GUARDA

Sgarbi vs Telese: Io non me ne vado, te ne vai tu!

Sgarbi Vs TeleseVittorio Sgarbi manda a quel paese la Costamagna e Luca Telese, e all'invito a lasciare lo studio risponde al conduttore di andarsene lui. Il tema è quello della legittima difesa dagli intrusori in ambito domestico. ...GUARDA

Becchi: la prova che la Germania ha creato l’euro per metterla in quel posto a noi

BECCHI PROVE EURO GERMANIA Paolo Becchi esibisce le prove in diretta tv del fatto che la Germania sapeva che grazie all'Euro "lo avrebbe messo in culo agli italiani". Potremmo svalutare la nostra moneta, e dunque tornare ad essere competitivi, ma ecco pronta la replica: svalutando crescerà l' inflazione. Vale...GUARDA

Diego Fusaro: ma quale new economy? Si chiama lavorare per niente!

Fusaro Diego Fusaro sulla cosiddetta "new economy". Dal caso Amazon in poi, è chiaro che si tratta di un nuovo sistema di sfruttamento dei lavoratori. Il lavoro prevede che ci siano dei diritti e che il lavoratore venga considerato alla stregua di un essere umano portatore di dignità e...GUARDA

Beppe Grillo a Sanremo 1989 – Le penali se dico che i socialisti rubano

Beppe Grillo Sanremo 1989 play Beppe Grillo a San Remo 1989, comunica il suo compenso in diretta e legge le penali previste dal contratto se dice che i socialisti che rubano....GUARDA

Fake news e post-verità: a chi conviene?

fake news post-verità icon play Fake news e post-verità: ormai non parlano d'altro. In Germania, dove presto ci saranno le elezioni, Facebook incarica una organizzazione (finanziata tra gli altri da George Soros) di marchiare a fuoco le notizie ritenute inattendibili. Ma "Fake news", "post-verità" e "debunker" sono solo neologismi, è la neolingua per...GUARDA

Sovranità vs Inflazione – Scontro plastico tra Marco Mori e Salvo Cozzolino

Mori Vs Cuzzolino - Sovranità vs InflazioneMarco Mori vs Salvo Cozzolino è uno scontro che mette in scena il classico campionario degli argomenti contro la sovranità monetaria: inflazione, debito, helicopter money e tutto il resto. Solo una precisazione aggiuntiva per Cozzolino: qualcuno gli dica che dal 1946 al 1970 l'economia andava bene, anche in condizioni di...GUARDA

Lupi ai Cinque Stelle: il referendum sull’euro non lo farete mai. Solo demagogia!

Maurizio Lupi, durante le dichiarazioni di voto per la fiducia alla Camera sul Governo Gentiloni, si rivolge ai Cinque Stelle accusandoli di demagogia, e spiega perché il referendum sull'Euro non si può fare....GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>