Sovranità: l’Italia non è più uno Stato – Marco Mori

Intervista a Marco Mori, avvocato molto noto in rete per le sue battaglie in difesa degli scenari costituzionali e per la sua strenua difesa contro le cessioni di sovranità.

Hai visto cosa sta succedendo in Polonia, dove assistiamo a una deriva ultraconservatrice, come la definiscono, ma dove il punto è ancora una volta un’Europa che interviene nelle scelte di un Parlamento sovrano? Siamo sempre allo stesso leitmotiv!

Sì, assolutamente! diciamo che qui, quello che rileva non è tanto il tipo di provvedimento che sta attuando la Polonia, sia in merito alla questione della situazione televisiva delle TV, sia in merito alla Corte Costituzionale. Qui il punto è che c’è una costante ingerenza all’interno delle politiche di Stati che sono sovrani. La Polonia giustamente risponde alle azioni della Commissione europea dicendo: “ma guardate che noi siamo la democrazia. Non permettetevi, come Stato sovrano, di intervenire e di romperci le scatole”. È sempre il solito punto. La grossa differenza è che la Polonia non è ricattabile perché, al contrario di altri Paesi, è sì all’interno dell’UE, ma non avendo aderito all’Euro c’è poco che possono fare per colpirla duramente. Peraltro, se vogliamo dirla tutta, per quanto riguarda la questione della Corte Costituzionale polacca, il Governo precedente aveva eletto cinque giudici, di cui due prima della scadenza, a fine legislatura, in modo da avere il controllo della Corte Costituzionale qualora avessero perso le elezioni e quindi avere, plausibilmente, una Corte amica dell’Unione Europea. Quindi poi la battaglia si è innescata su questo: il nuovo Governo ha nominato altri cinque giudici e poi hanno iniziato a scannarsi sull’equilibrio in Corte, perché poi l’equilibrio in Corte Costituzionale, quando c’è di mezzo il tema delle cessioni di sovranità, il vincolo esterno europeo, diventa decisivo. Proprio come accadrebbe in Italia: è proprio in Corte Costituzionale che si decidono le cose.

In fatto di cessioni di sovranità, che conflitti ci sono con la nostra Costituzione? Ad esempio l’articolo 11?

Aiutami a continuare a fare informazione libera

Totale conflitto! Intanto partiamo da una cosa molto banale, cioè gli elementi fondanti di uno Stato, ancora prima del dettato costituzionale. Uno Stato cioè esiste se ha un popolo, il territorio e il potere d’imperio su quel territorio. In altre parole: in casa mia devo poter fare quello che voglio, altrimenti non sono proprio uno Stato. In una Repubblica democratica come l’Italia, la sovranità ai sensi dell’art. 1 appartiene al popolo. Quindi, di fatto, questi svendono i diritti democratici all’interno del nostro territorio, cioè il potere di decidere a casa nostra. L’art. 11, la cui manipolazione interpretativa ha aperto la porta a questo maledetto vincolo esterno, non consente le cessioni di sovranità; la norma parla soltanto di limitazioni e a determinate condizioni, cioè in condizioni di reciprocità tra nazioni e finalizzate all’adesione, all’ordinamento che assicuri la pace e la giustizia tra i popoli. Cioè, nessuno aveva mai detto che potevi prendere una sovranità e cederla, darla a un terzo che da domani mattina comanda a casa tua. Cioè, io non potevo cedere le sovranità monetarie ed economiche! Potevo limitarle, ma solo al fine di evitare di nuovo le tragedie della guerra. Se noi leggiamo anche soltanto i verbali dell’Assemblea costituente, i Padri costituenti hanno specificato cosa intendevano e addirittura si leggevano delle riaffermazioni piene di sovranità e il fatto che le limitazioni erano concepite per le Nazioni Unite, non certo per il progetto federale europeo, per gli Stati Uniti d’Europa che anzi erano progetti che erano stati respinti all’interno della costituente.

Te lo ricordi il Meccanismo di Stabilità Europeo, altrimenti detto MES o fondo salva-stati? Prevedeva alcune clausole “simpatiche”, tra le quali il fatto che non si poteva recedere da questo fondo in cui abbiamo investito diverse decine di miliardi, e che qualora il gestore di questo fondo, che poi erano i Ministri dell’Economia dei vari Stati, con sede in Lussemburgo, avessero deciso nuove ricapitalizzazioni, nessuno avrebbe potuto opporsi, neppure cambiando Governo. Cioè valeva da qui a tutti i governi a venire, all’infinito! Poi c’è anche la segretezza dei documenti. Il trattato è stato firmato da vari paesi e Stati membri dell’Europa Unita, tra cui la Gremania. Questa impostazione è stata però modificata dalla Corte Costituzionale tedesca che ha detto: “No! La trasparenza dei documenti è essenziale, per cui niente segretezza e poi niente ricapitalizzazioni a “babbo morto”, cioè niente ricapitalizzazioni senza passare dal voto del Parlamento. A quel punto abbiamo lo stesso trattato, la stessa limitazione di sovranità, ma lo stesso trattato è diverso tra due Stati membri, perché i tedeschi hanno più privilegi rispetto a noi. Ecco, la mia intuizione fu questa: non sono un giurista, ma dissi: “scusa, se dobbiamo cedere sovranità o limitarla sulla base del fatto che deve esserci parità, e in questo caso la parità non c’è, allora il MES non è costituzionale. Cosa ne pensi?”

Assolutamente! Tra l’altro vedi, qui il problema è che intanto si tratta di una cessione e non una limitazione, ma poi è a titolo definitivo. Cioè: io non posso tornare indietro, secondo loro! E questa è un’ulteriore follia, perché se io anche accettassi l’entrata di una norma internazionale nel mio ordinamento, mettendo anche il caso che sia questa norma legittima, va bene, ma il vincolo a non poterla mai cambiare… cioè per esigenze mie potrei decidere domani mattina di fare qualcosa di diverso e invece mi impegno per sempre a non farlo! Rientro all’interno delle cessioni, perché io perdo il mio ruolo di Stato, cioè l’elemento fondante dello Stato non c’è più! Ma questo non lo dice soltanto Messora o Marco Mori o pochi altri: lo dicono anche un Zagrebelsky, per esempio, che ha ricordato a tutti come le sovranità, ad esempio monetaria ed economica, sono elementi fondanti di uno Stato.

La nostra Costituzione rappresenterebbe per loro un problema insormontabile, perché i principi fondamentali – tra cui anche l’art. 11 – cioè i primi dodici articoli, non sono emendabil! Non possono essere modificati perché rientrano all’interno del dettato dell’immutabilità della forma repubblicana. Quindi in realtà l’Italia non può mai smantellarsi e fare questa azione contraria alla Costituzione: sarebbe di per sé un atto eversivo. Tant’è vero che Piero Calamandrei, grande giurista all’interno dell’Assemblea Costituente, quando commentava per gli altri colleghi l’art. 139, e quindi l’immutabilità della forma repubblicana, ricordava proprio questo: cioè “tenete a mente che non cambiamo più“. Anche una maggioranza schiacciante che avesse voluto modificare un principio fondamentale non l’avrebbe potuto fare e addirittura la minoranza avrebbe potuto reagire. Erano concetti assolutamente banali e ovvi, che oggi sono stati dimenticati. Per non parlare poi del tipo di cessioni che sono state fatte, cioè in materie che con la pace non c’entrano un piffero, oppure sono apertamente contrarie alla pace. Ad esempio: la competitività, perché i trattati europei fondano l’economia dell’Unione sulla forte competitività tra Nazioni. Maci dicono che l’Italia deve essere più competitiva. Però se io devo diventare più competitivo, metterò sotto qualcun’altro, cioè io esco dalla crisi e mando in crisi qualcun altro. Cioè: la competizione è sempre contro qualcuno! E allora, dov’è il fine di pace, se io imposto un sistema economico europeo sulla competitività, anziché su quello che prevederebbe l’art. 2 sulla nostra carta, che sono inderogabili doveri di solidarietà politica, economica e sociale, che pacificamente sono l’opposto della competitività? Abbiamo un problema di ingresso di fondo delle norme europee, in quanto cessioni non consentite di sovranità che apparterrebbe al popolo, e poi anche nel merito abbiamo comunque un modello europeo che è contrario a tutti i nostri principi fondamentali. Ho detto la competitività, poi potremmo parlare del lavoro, potremmo parlare del risparmio che è impedito dal pareggio in bilancio. Potremmo fare una valutazione a 360°, ma siamo di fronte a un ordinamento opposto a quello nazionale e peraltro anche fortemente antidemocratico perché in Europa non c’è un organo di rappresentanza del popolo, in grado di fare le leggi, perché la Commissione europea è l’unico organo che ha iniziativa legislativa, quindi noi possiamo mandare al Parlamento europeo chi vogliamo, che non conterà un ciuffo.

Ricordiamo che la Commissione europea è composta da membri che sono scelti dai governi.

Esattamente, esattamente!

Come si solleva un’eccezione di incostituzionalità su questi temi?

Abbiamo un grosso problema, che fortunatamente potrebbe essere più facile da risolvere dopo quello che è successo con il Porcellum. Nel nostro ordinamento non è possibile andare in Corte per far valere l’illegittimità di una legge rispetto alla Costituzione. Cioè io non posso rivolgermi alla Corte Costituzionale così! Nell’ambito di una mia causa ordinaria, dove faccio valere un mio diritto soggettivo, un mio interesse, in una mia azione, quindi in una causa che riguarda me e un’altra persona, se una legge è ritenuta incostituzionale, posso allora sollevare l’eccezione di illegittimità. Quindi c’era sempre il problema seguente: “in quale causa di merito ordinaria riesco ad eccepire la cessione di sovranità e quindi l’incostituzionalità, in sostanza, delle leggi di ratifica dei trattati?”. Il Porcellum ha aperto un po’ la strada, perché nel Porcellum hanno consentito di fare causa contro il Presidente del Consiglio e il Ministero dell’Interno, perché aveva legiferato in contrasto con un diritto costituzionale puro. Quindi si tratta di una sorta di modo per aggirare la norma. Allora ho detto: “Beh! Se ha funzionato con il Porcellum, se hanno riconosciuto la possibilità di farlo, perché non farlo con ciò che sta a monte del diritto di voto, cioè la sovranità?“. Perché chiaramente se io voto, ma ho ceduto previamente la sovranità, il mio voto non conta niente. E allora, perché non posso far valere il diritto plurisoggettivo di sovranità e quindi dire che: “a me, come cittadino, è stato sottratto questo fondamentale diritto“, e a quel punto sollevare in quel giudizio l’eccezione di illegittimità costituzionale di quelle leggi di ratifica che hanno appunto approvato e portato al nostro ordinamento i trattati europe? Vediamo nella prossima udienza cosa succederà:  siamo in odore di sentenza per cui vedremo cosa deciderà il tribunale di Genova. Ho sollevato l’eccezione di sovranità monetaria ed economica, sostenendo che siano avvenute in contrasto con gli articoli 1 e 11 della Costituzione e poi con le norme relative al modello economico della Carta. Quindi, il quesito è che questo diritto di sovranità, che apparteneva a me come agli altri italiani, sia stato illegittimamente perso, ceduto e quindi faccio accertare se queste cessioni sono illegittime e conseguentemente che le leggi di ratifica debbano essere cassate perché, chiaramente, hanno disposto di diritti su cui non potevano disporre.

E questo accertamento chi lo deve fare?

Il Giudice di merito. Quindi il Giudice ordinario può soltanto sospendere la causa, se ritiene fondata l’eccezione di incostituzionalità, e trasmettere gli atti alla Corte Costituzionale, che a quel punto dovrà decidere se le leggi di ratifica dei trattati europei, da Maastricht in poi, siano o meno compatibili con gli articoli della Costituzione che ho citato.

Gli equilibri della Corte Costituzionale, però, adesso come sono?

Quello che è stato fatto con la nomina dei nuovi tre giudici ha messo a repentaglio questo tipo di azioni, ha spostato gli equilibri in Corte. Sono stati eletti, purtroppo, tre giudici chiaramente europeisti, di cui due addirittura completamente favorevoli al pareggio in bilancio. Ggiudici che hanno detto, ad esempio, che la pensione garantita dallo Stato non può essere avulsa dalle congiunture economiche – per dire – o che la sentenza, appunto, relativa alle pensioni, come ha detto Barbera, è una sentenza che non ha tenuto in conto la modifica dell’art. 81 della Costituzione e quindi il pareggio in bilancio. Il pareggio in bilancio è una norma di totale “cretinismo economico“, perché mette al bando ogni forma di politica espansiva. Mette al bando la possibilità di una nazione di fare risparmio. Mette al bando le politiche anticicliche, che sono ovvie in economia. Quindi, diciamo che con queste nomine la vedo dura, perché hanno messo delle persone che sono schierate ideologicamente a favore del modello neo-liberista UE.

Che cosa si può fare adesso?

Giuridicamente, io mi auguro di arrivare in Corte e vediamo che cosa succede. Anche perché poi la Corte Costituzionale ha l’obbligo di motivazione e quindi dovranno venire a dire il perché delle osservazioni, che poi sono quelle anche fatte da altri giuristi di livello, mi viene in mente Barra Caracciolo, per dirne uno. Queste osservazioni, se le vogliono smentire, devono spiegarmi perché, quindi dovranno dirmi dove e per quale ragione questi comportamenti sono stati legittimi e quindi vediamo. Tolto l’aspetto giuridico, poi, ovviamente non può che rimanere la via politica, perché poi non c’è molto di altro. Via politica che però è molto dura perché quando hai delle visioni che costantemente martellano in direzione della propaganda UE, non c’è molto da fare. Cioè, se uno parla di sovranità diventa automaticamente xenofobo, nazionalista, razzista, pazzo, matto. Diventa difficile far capire alla gente l’importanza di questo concetto, perché poi la sovranità, ripeto, è semplicemente la democrazia, cioè il fatto che il popolo di una nazione possa decidere liberamente.

In questo momento noi siamo completamente esautorati da qualunque processo decisionale, perché ricordiamolo: l’80-90% delle leggi, forse ormai anche più, sono di derivazione europea. Le leggi di derivazione europea, le normative le fa la Commissione europea. La Commissione europea non è eletta da nessuno, quindi il problema della sovranità non è un problema di lana caprina: ma riguarda la perdita della nostra possibilità di decidere, e quindi anche il senso stesso dell’andare a votare, il senso stesso delle elezioni.

L’Italia in questo momento non può essere definita uno Stato, perché manca di uno degli elementi fondamentali che è, appunto, la personalità giuridica, cioè il potere di imperio e quindi la sovranità, detto in altri termini. Per cui l’Italia non è più Stato. E questo nuovo ordinamento sovranazionale europeo è la codificazione di una dittatura finanziaria pura, né più, né meno. Cioè: non è stato codificato a livello europeo un ordinamento democratico, ma è quanto di più lontano! La sovranità è assolutamente in mano a gruppi di potere economico. Cioè, si è verificato quello che un altro Padre Costituente, Ghidini, nel ’47 ricordava come grande pericolo, laddove il potere economico, non più coordinato, controllato e disciplinato dallo Stato, potesse diventare così forte da superare la democrazia, e quindi la politica. Si è verificato questo, e anzi abbiamo addirittura sentito Mattarella a Cernobbio, dire testualmente che: “i mercati non hanno più bisogno degli Stati nazionali“, quindi certificando questa superiorità del capitale sulla democrazia. Ed è un’inversione totale di tutte quelle lotte di libertà che, purtroppo, anche con il sangue si sono portate avanti nei secoli scorsi per arrivare alle moderne democrazie, perché se pensiamo che il capitale valga più della volontà della maggioranza del popolo, siamo veramente tanto lontani dalla democrazia.

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

23 risposte a Sovranità: l’Italia non è più uno Stato – Marco Mori

  • 10

    IL MARKETING CHE GUIDA LE SCELTE DEL GABELLIERE, INSIEME A ROSEE PROMESSE SCANDITE DA VOCE SAUDENTE E RITMI COMPULSIVI, MIRA CONCRETAMENTE ALL’ ACQUISIZIONE DEL CONSENSO CON LA DISTRIBUZIONE DI DENARO PUBBLICO.

    ***Dopo gli 80 euro ELARGITI in busta paga prima delle elezioni, i 500 agli insegnanti e ai diciottenni, si tratta adesso di rendere elettoralmente produttivi i 300 milioni di euro raccolti in più grazie alla nuova riscossione del canone RAI.

    ***Probabilmente sarà creata una task force di redattori e giornalisti, di conduttori televisivi molto determinati nell’ appoggiare coralmente l’ evoluzione della crisalide dal corpo morto della sinistra da cui uscirà il lepidottero targato “Partito della Nazione”.

    ***L’ operazione isolerà e metterà a tacere la dissidenza, impedirà ai non allineati, fra cui i Magistrati, di scoprire azioni criminali della consistenza di Mafia Capitale e Banca Etruria, ostacolerà i non asserviti nel pubblicizzarle.

    ***Il disegno mostruoso che, dopo la riforma costituzionale e la legge elettorale, si configura come fortemente autoritario, dovrà stendere tappeti vellutati per il trionfale insediamento dell’ ESECUTORE UOMO FORTE della finanza criminale.

    ***Costui, potendo ACCENTRARE in sé il potere condizionante su Quirinale, CSM, partito al governo, Commissioni di controllo in tutti i settori, troverà un popolo smarrito, disarmato dalla disinformazione sistemica, culturalmente debilitato ed economicamente impoverito, talmente incredulo per la mancata comprensione di ciò che è accaduto e accade da non riuscire ad organizzare in tempo una seria opposizione, mentre il Paese si presenterà intatto ed accuratamente custodito nel suo patrimonio pubblico e privato in immobili e opere d’arte di inestimabile valore, pronto per essere sequestrato dopo la prevedibile dichiarazione di insolvenza.

  • 9
    max
  • 8
    max

    «Rubati» 236 miliardi al Pil:
    il costo di evasione e corruzione
    E la colpa non è certo dell’Europa…

    • 8.1
      Mjollnir

      Se non hai capito ciò che dice Mori in questa intervista sei proprio senza speranza. Spero che ci siano pochi elettori del M5S come te.

    • 8.2
      max

      No, senza speranza è questo paese, se la gente vota ancora la casta marcia italiota. I 5stelle vogliono mandarla a casa e vogliono una vera democrazia, giustamente. Tutto dipende dagli elettori…

  • 7
    max
  • 6
    max

    Ovviamente l’unica speranza democratica per questo paese sono i 5stelle, non certo i pidioti o gente simile…

    • 6.1

      Io penso che i 5 Stelle appaiono erroneamente un’alternativa. E’ vero che alcuni di loro si stanno ultimamente dimostrando persone apparentemente capaci e meritevoli di fiducia oltre che onesti, ma non dimentichiamo che sono sempre ostaggi di Grillo e Casaleggio, personaggi di cui a me pare non ci si possa fidare assolutamente. La campagna elettorale sarà sempre Grillo a farla, una campagna che più beceramente demagogica non si può immaginare. Casaleggio è uno che trama nell’ombra e nessuno, almeno tra la gente comune, sa quali siano davvero i suoi obiettivi. E comunque una formazione politica che accetti di essere sottomessa totalmente a due persone che si sono arrogate il potere di decidere tutto, anche l’espulsione di chi non si piega al loro volere, non può dare nessuna garanzia di democrazia. I 5 Stelle dovrebbero avere il coraggio di “licenziare” i loro PADRONI, ma non è pensabile che lo faranno. Basta vedere come si sono comportati nella recentissima vicenda di Rosa Capuozzo che sarà lasciata sola dal movimento nella lotta contro la camorra. E chi resta solo in questi casi sappiamo quanto rischia. Io stimo molto il suo coraggio e la sua determinazione, ma purtroppo i Di Maio, i Di Battista, i Fico questo coraggio non l’hanno avuto.

    • 6.2
      Clesippo Geganio

      quando leggo commenti come il suo mi prende lo sconforto, sono esercizi di pensiero libero senza fondamenti razionali o distanti da ogni logica di buon senso, mi fa pensare che per l’Italia non c’è speranza!

      Non sono un iscritto al M5S, ma ho compreso perfettamente i principi regolatori che muovono le coscienze di tutti gli iscritti e di chi ha fondato un nuovo soggetto politico agli antipodi di quel marciume partitocratico asserragliato nelle due Camere, per dimostrare d’esserlo applicano il principio di onestà verso loro stessi il proprio elettorato e per quelli che hanno perso fiducia verso la politica.

      E’ stato spiegato più volte che, chi ha sottoscritto di spontanea volontà le regole impartire e condivise dal M5S non può disattenderle, semmai in disaccordo con le direttive del vertice si rassegnano le dimissioni spontaneamente, una sorta di vincolo di mandato.
      Questo principio all’apparenza caustico contraddistingue il M5S da quell’orgia di partiti intenti a stuprare la Costituzione e la dignità degli italiani da oltre 20 anni.

      La vicenda di R. Capuozzo rientra in questa semplice elementare condizione, se si diventa oggetto di ricatto evidentemente c’è qualcosa da nascondere; un pubblico ufficiale nelle vesti di Sindaco, massima autorità giuridica del territorio, ha il dovere di avvisare la Magistratura cautelando se stesse e la Giunta Comunale, eventualmente esporre denuncia circostanziata, oltretutto la Sindaca è una valente avvocatessa che conosce il Codice Civile e Penale.
      Occorre anche precisare che il presunto abuso edilizio è considerato dall’ordinamento giuridico reato penale, un Sindaco chiamato a risponderne in prima persona è un fatto grave!

      Il resto son chiacchere aizzate scientemente dalla stampa cinica e mercenaria al soldo di quell’orgia partitocratica per screditare la Sindaca e M5S.

    • 6.3
      max

      Questa tizia non conosce il movimento e parla proprio come una pidina… Il movimento è cento volte meglio del pd, poco ma sicuro. Basta informarsi…

  • 5
    • 5.1
      Clesippo Geganio

      a volte una frase sintetica nella sua semplicità può rendere l’idea e Max ha riassunto bene: Nei paesi normali i delinquenti non stanno in politica.

      Allora mi domando e domando a voi tutti, perchè un Capo dello Stato non fa nulla pur sapendo che la Costituzione (della quale è garante) sta per essere stracciata da individui loschi, indagati, condannati e dopo le ultime vicende del salvabanche si apprende della ragnatela paramafiosa tra organismi dello Stato e settori privati non che organizzazioni di faccendieri?

    • 5.2
      max

      Tutta colpa di chi appoggia questo pessimo governo ovviamente.

    • 5.3
      max

      Il capo dello stato è del pd…

  • 4
    fulvio

    L’italia è strana dove ha la sovranità la cede e dove non ha la sovranità la simula tipo a Trieste vedi link

    http://www.un.org/ga/search/view_doc.asp?symbol=S%2F2015%2F809&Submit=Search&Lang=E

    • 4.1
      Clesippo Geganio

      ahooo in tutte le lingue tranne che in italiano?
      Questa la dice lunga su quanto contiamo nelle relazioni geopolitiche internazionali pur essendo una delle tre nazioni fondatrici dell’Unione Europea.

  • 3
    max

    Se abbiamo una casta politica marcia che fa porcate continue e ha portato il paese allo sfascio, la colpa non è certo dell’Europa. Nei paesi normali i delinquenti non stanno in politica…

    • 3.1
      Michele

      se abbiamo questi politici ci stanno rovinando, la colpa è dell’Europa. I nostri politici ne approffittano per farsi i comodi loro, arricchirsi a nostro discapito.

    • 3.2
      max

      No, se abbiamo questa casta politica marcia la colpa è del popolo italiota che l’ha votata, ovviamente.

    • 3.3
      IO

      Paesi “normali” vuol dire tutto e niente. La corruzione esiste in tutti i paesi, non certo solo nel nostro. Negli USA è addirittura legale.

    • 3.4
      max

      Voglio dire paesi dove i delinquenti vanno in galera, ovviamente.

  • 2
    Clesippo Geganio

    giusto per buttarla in caciara :-) :-)

    il pareggio di bilancio è una di quelle castronerie cosmiche che nessuno applica analiticamente ma con escamotage aritmetici e fantasiosa algebra si elude, evade fino al big ben del dissesto totale, magari ci fosse il pareggio di bilancio vero concreto non avremmo aggiunto 44 MLD di euro al già assurdo debito pubblico di 2200 MLD, idem per i bilanci delle banche in rosso per centinaia MLD per non citare poi i bilanci economici e finanziari degli enti pubblici dove i MLD appaiono e scompaiono per magie contabili secondo leggi dello Stato e Circolari Ministeriali che se ne strafregano del pareggio di bilancio.

  • 1
    Clesippo Geganio

    il crimine più atroce e infame che una classe politica può commettere a danno del suo popolo è tradirlo per venderlo in massa al miglior offerente. Un genocidio dove nessuno muore fisicamente ma viene ucciso lentamente nella forma peggiore obnubilandone la coscienza.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

Deficit Strutturale? Avevo ragione: nient’altro che numeri arbitrari.

Gutgeld - Deficit Strutturale parametro arbitrario Il 17 gennaio, durante un'intervista rilasciata a Giulietto Chiesa, vi raccontavo di come funziona quella particolare branca della disciplina economica che attraverso la Commissione Europea ci impone regole severe e inappellabili. Si tratta di assiomi (principi veri a priori, dogmi ritenuti religiosamente inoppugnabili) che la corte dei...--> LEGGI TUTTO

Che cos’è il sovranismo? – di Paolo Becchi

bandiera italiana di Paolo Becchi Il “ritorno” degli Stati-nazione. Si dice che dopo Donald Trump il mondo sia destinato a cambiare. Ma il mondo, in realtà, è già cambiato. Se lui, infatti, è diventato il Presidente degli Stati Uniti d’America non è...--> LEGGI TUTTO

Borrelli (M5S): incentivare lavori meno stabili.

Borrelli Incentivare popolazione a svolgere lavori meno stabili Qual era il mantra dei neoliberisti in salsa JP Morgan all'attacco della Costituzione e delle libertà fondamentali dei cittadini? Semplice: abbattere l'articolo 1 che dice che l'Italia è una Repubblica fondata sul lavoro, magari aggiungendo l'aggettivo "precario" o "saltuario" in coda. Ci hanno provato, riuscendoci, negli...--> LEGGI TUTTO

Equacoin? Parliamone – Mirko Da Corte, DigiCanDo

MIRKO DA CORTE - EQUACOIN PARLIAMONE - Play Marco Saba ha presentato sabato 28 ottobre, su questo blog, il suo progetto di moneta democratica e decentralizzata: Equacoin. Oggi Mirko Da Corte, esperto di criptovalute e cofondatore di DigiCanDo, raccoglie in questo video una serie di domande e di critiche costruttive con...--> LEGGI TUTTO

Sovranità Perduta for Dummies – Live domande e risposte Con Marco Mori

Sovranità perduta for dummies - Marco Mori - Play La registrazione del lungo e interessante live andato in onda oggi, alle 14:30, sulla sovranità svenduta, sul decreto del Tribunale di Cassino e su quello che si può fare da qui in avanti. Ospite di Claudio Messora, l'avvocato di Rapallo Marco Mori, che insieme a Niki...--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

Gli esperti di diritto sulla Catalogna? Sono dei pirla.

Catalogna Governo centrale di Paolo Becchi Eccoli alla carica sui giornaloni gli esperti del diritto, e più sono esperti e più sono dei pirla. Fantozzi docet. Il referendum per l’indipendenza della Catalogna è «illegale». Sì, lo è: è contro la Costituzione spagnola, contro l’«unità indissolubile» dello...--> LEGGI TUTTO

Due piantine di Cannabis per lenire dolori atroci: in prigione a 63 anni!

prigione malato cannabisTRENTO. Il ricorso in Cassazione è stato rigettato. L'uomo di 63 anni che a Trento era stato trovato in possesso di due piante di marijuana che coltivava per uso personale, per lenire i dolori atroci della sua malattia, è stato giudicato colpevole in via definitiva. Andrà in prigione. ...--> LEGGI TUTTO

L’ideologo di Putin: in Europa sarà presto caos, guerra civile, distruzione.

Dugin ideologo Putindi Giulio Meotti Roma. Europa e Stati Uniti hanno spesso ricambiato il favore ad Aleksandr Dugin. Un anno fa, il famoso politologo russo è stato messo alla porta in Grecia. Accompagnato dal patriarca di Mosca Kirill per una conferenza sul Monte Athos, Dugin...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

A Capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio: la Terra rallenta!

A capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio - la Terra rallentaUn "salto" di un secondo verrà aggiunto al conto alla rovescia di questo Capodanno per compensare il rallentamento nella velocità di rotazione della Terra.  Il secondo "extra" accadrà non appena l'orologio toccherà la mezzanotte e verranno "create" le ore 23:59:60, posticipando momentaneamente l'arrivo del Capodanno. Il secondo...--> LEGGI TUTTO

BIOMETRIA, IL FUTURO DELLA SICUREZZA

biometriaRiconoscimento dell'iride, facciale e del movimento della mano durante la firma: le nuove strategie per prevenire i furti e le loro possibili applicazioni Un uomo si avvicina a una stanza blindata. Per entrare niente password o codici di sicurezza, ma l'accostamento degli occhi a un...--> LEGGI TUTTO

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Guest post

Realizzata la prima video chiamata quantistica intercontinentale al mondo

Chiamata quantisticaIl satellite cinese Micius torna a far parlare di sé e stabilisce un nuovo record, quello della prima videochiamata quantistica della storia tra Vienna e Pechino. Circa tre settimane è avvenuto un evento eccezionale che modificherà totalmente il sistema di comunicazioni come lo...--> LEGGI TUTTO

Il Messico a meno di 40 euro al giorno!

Messico Amo il Messico. E' pieno di vibrazioni, è un paese meraviglioso, pieno di gente amichevole, con una energia speciale che vi fa riscoprire l'amore per la vita, con un'architettura spettacolare, con una storia che affonda le radici nelle profondità dei millenni e... con un cibo davvero...--> LEGGI TUTTO

Negli Uffizi dei Medici: itinerario mediceo all’interno della Galleria più famosa di Firenze.

Scoprire Firenze La Galleria degli Uffizi è il sito museale più famoso di Firenze, nonché uno dei più frequentati d’Italia: quelli che riescono a superarlo per visitatori, infatti, si contano sulle dita di una mano. Gran parte dei turisti scelgono un hotel su portali come expedia proprio per...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Antonio Ingroia: “Fuori dai trattati, costi quel che costi”.

INGROIA - FUORI DAI TRATTATI - 1280 Per Byoblu, da Roma, Eugenio Miccoli Oggi alla Camera dei Deputati, Antonio Ingroia e Giulietto Chiesa hanno presentato “Lista Del Popolo”, un’alleanza della società civile per il ripristino della sovranità nazionale, l’attuazione della Costituzione, la rinegoziazione o lo stralcio dei trattati europei, l’abolizione del Fiscal...GUARDA

Giulietto Chiesa: “La Mossa del Cavallo”

GIULIETTO CHIESA - LA MOSSA DEL CAVALLO Per Byoblu, da Roma, Eugenio Miccoli Oggi alla Camera dei Deputati, Giulietto Chiesa ha presentato "Lista Del Popolo", un'alleanza della società civile per il ripristino della sovranità nazionale, l'attuazione della Costituzione, la rinegoziazione o lo stralcio dei trattati europei, l'abolizione del Fiscal Compact,...GUARDA

Capocciate e Generali

Pappalardo Giornalisti OstiaGiornalisti che si prendono le capocciate dai capetti di Ostia... E Generali dell'Arma che se la prendono con i giornalisti che si prendono le capocciate... ...GUARDA

“Stretta di Putin sulla rete!”, ma i media non vi dicono che…

Stretta di Putin sulla rete Tutti i media denunciano la stretta di Putin sulla rete, ma di quello che varerà lunedì la Camera non vi dicono niente... (altro…)...GUARDA

Ecco chi sono gli europeisti “de coccio”, che vogliono gli Stati Uniti d’Europa subito.

STATI UNITI D EUROPA Ecco chi sono gli europeisti de coccio, che ancora adesso, ancora e sempre, nonostante tutto, e anche a queste condizioni attuali, continuano a volere a tutti costi gli Stati Uniti d'Europa. Le prossime elezioni politiche si giocheranno su questa battaglia esiziale. Mi piacerebbe...GUARDA

Il Generale Pappalardo contro tutti, anche in Tv.

pappalardo Dalla Vostra Parte Rete4 Il Generale Pappalardo contro tutti a "Dalla Vostra Parte", di Maurizio Belpietro, andato in onda stasera su Rete4....GUARDA

Rimozione forzata. La libera rete chiude!

Rimozione forzata - la libera rete chiude - Play ORE 19. Live su Salvo 5.0, con Claudio Messora, Antonio Rinaldi, Tommaso Minniti e Salvo Mandarà....GUARDA

Becchi: è l’era delle piccole patrie. Me ne batto il ca@@o di quanti hanno votato al referendum catalano.

Becchi Referendum Catalogna Matrix Becchi a Matrix perde le staffe sul referendum in Catalogna. "Al di sopra di ogni Costituzione ci sono due diritti fondamentali. Il diritto di resistenza e il diritto di secedere. Non sappiamo come andrà a finire, ma la responsabilità di una guerra civile...GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>