TTIP, LA FINE DEGLI STATI: DA CITTADINI A DIPENDENTI

Qui sopra: “la storia non detta del TTIP“, di Valerio Lo Monaco, disponibile anche su Youtube. Intervista realizzata grazie alle donazioni di Furio Ruggiero, Alfonso Tortora, Marco Filippi, Paolo Mengoli, Alessandro Scolari, Carmelo Licandro, Raffaella Tacchini, Giovanni Chiovenda, Sandro Pisetta, Francesco Castioni, Marcello Stefanelli, Valerio Mereu, Giuseppe Girardelli, Giorgio Gemmi, Giuseppe Barile, Alessandro Aimassi, Roberto Marchetti, Nicola Filiali. Se vuoi far parte anche tu della squadra della prossima intervista: clicca qui!

L’organizzazione della società ha subito numerosi stravolgimenti dall’età della pietra ad oggi. Siamo passati dai capitribù, ai signorotti feudali, ai re, passando per faraoni, imperatori, monarchie, rivoluzioni e dittatori fino al concetto moderno, in cui la sovranità dello Stato appartiene ai cittadini, che ne dovrebbero essere tutelati e che dovrebbero prendere decisioni collettive attraverso le forme esistenti della democrazia. La storia delle forme di governo si può riassumere nella lotta perpetua tra le masse senza diritti e i pochi privilegiati, tra i capi e i subordinati, tra gli sfruttatori e gli sfruttati, tra i padroni e i servi, tra il capitale e la produzione e così via.

Oggi attraversiamo una fase nuova, in cui le conquiste democratiche sono state di fatto inattivate da chi detiene tutta la ricchezza globale (il famoso 1%), attraverso l’istituzione di governi ombra che piazzano nei ruoli decisivi delle istituzioni e dei media di massa loro uomini chiave. Dopo una fase intermedia in cui i diritti dei lavoratori e dei cittadini sembravano prevalere sulle logiche del mercato, adesso, attraverso l’anestetizzazione dei popoli a suon di “panem et circenses” e “divide et impera“, il pallino è tornato saldamente nelle mani delle oligarchie di potere. Sono loro, le élite opache, i cui riflessi si scorgono attraverso organizzazioni semi-trasparenti e trasversali rispetto alle sponde dell’oceano Atlantico, a lavorare alla soluzione finale per la distruzione delle democrazie. Quel progetto si chiama TTIP e il suo obiettivo più grave è che, attraverso l’istituzione di un nuovo sistema giuridico sovranazionale, composto dai negoziatori dell’accordo (i potenti e le multinazionali), i loro avvocati e magistrati formati e nominati da loro, gli interessi dei grandi gruppi privati verrano equiparati a quelli degli Stati, che non potranno appellarsi a nulla e non saranno più liberi di legiferare con il solo obiettivo di rappresentare il benessere dei loro cittadini.

Cosa significa tutto questo? Gli Stati smetteranno di essere sovrani, perfino sulla carta. Le multinazionali diventeranno, a tutti gli effetti, giuridicamente innalzate allo status di istituzioni di controllo, una specie di Corte Costituzionale del Mercato capace di esprimersi sulla legittimità di una legge approvata dal popolo (ex) sovrano e di piegare i parlamenti alle loro utilità. Avremo così una lenta ma inesorabile trasformazione in cui gli Stati perderanno potere, i cittadini perderanno il loro status, e di contro sorgerà il nuovo sole del dio Mercato. Sarà l’alba della CorporationCrazia in luogo della democrazia, che avrà piena giurisdizione sui suoi dipendenti, una volta chiamati cittadini.

La geografia potrà perfino cambiare: al posto dei confini tra Italia, Francia, Germania, ormai obsoleti e di fatto inutili, assisteremo alla nascita del dominio geolocalizzato di Finmeccanica, Lactalis, Volkswagen, il continente Nike, quello Apple, gli emirati di Gazprom, British Petroleum ed Eni, il principato di Toyota e il califfato di Samsung, l’impero di General Electric, l’Unione Bancaria del Nord (capitale Jp Morgan City), la Federazione Digitale Google Inc ( capitale Microsoft Town, nei territori che una volta si chiamavano Mountain View) e così via…

I cittadini – noi – si chiameranno finalmente e definitivamente “dipendenti” e acquisiranno lo status della multinazionale per la quale lavorano. Il contratto di lavoro diventerà un contratto di vera e propria cittadinanza, si viaggerà con passaporto aziendale e i consigli di amministrazione sostituiranno comuni, regioni e parlamenti.

Le multinazionali, insomma, si faranno Stato, e gli Stati scompariranno. Solo che a differenza di questi ultimi, il cui obiettivo formale era la protezione del cittadino e la tutela del suo benessere, il fine di ogni Costituzione Aziendale sarà il profitto, la competizione, la crescita, e la salute dei dipendenti-cittadini verrà tutelata solo fino a quando sarà funzionale a questi obiettivi. Poi, il contratto cesserà. E in quel momento, il dipendente cesserà di esistere. Sarà, cioè, dichiarato “deceduto”.


TTIP – Elenco dei passaggi chiave

Pubblico l’elenco dei passaggi chiave, dimenticati, spesso non detti, che hanno portato alle soglie della sigla del TTIP, così come ricostruiti nel video di Valerio Lo Monaco, autore di “Scacco Matto al TTIP“.

  1. 23 novembre 1990 – RomaDichiarazione Transatlantica
  2. 03 dicembre 1995 – LondraNuova Agenda Transatlantica
  3. 18 maggio 1998 – MadridTransatlantic Economic Partnership
  4. 20 giugno 2005 – WashingtonDichiarazione di Washington
  5. 30 aprile 2007 – WashingtonTransatlantic Economic Council
  6. 19 febbraio 2008 – StrasburgoStrategia Ue per accesso ai mercati
  7. 26 marzo 2009 – StrasburgoStato delle relazioni transatlantiche
  8. 13 febbraio 2013 – BruxellesDichiarazione Obama, Barroso, Van Rompuy
  9. 17 giugno 2013 – BruxellesMandato degli stati membri a negoziare il TTIP

 

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

8 risposte a TTIP, LA FINE DEGLI STATI: DA CITTADINI A DIPENDENTI

  • 5
    Clesippo Geganio

    se a ottobre passerà il referendum renziano per stravolgere Costituzione e Stato di diritto il progetto criminale della schiavizzazione del 99% della popolazione sarà più facile.

    Da mesi Renzi sta lavorando scientemente per eliminare ostacoli e posizionare suoi “uomini” nel sistema del mainstream mediatico per obnubilare o lavare il cervello degli italioti in previsione del referendum di ottobre.

    Per chi non l’avesse compreso la Costituzione della Repubblica, piaccia o non piaccia, è un muro invalicabile per quelle organizzazioni internazionali dedite al saccheggio delle risorse naturali e umane, non riuscendo ad abbatterlo dall’esterno lo fanno dall’interno (di ogni singolo Paese) utilizzando la corruzione sull’establishment politico già marcescente da decenni.

  • 4

    Il discorso acquisisce maggior senso se si guarda Food Inc, il documentario che fra le altre cose spiega come la Monsanto sia diventata padrona della produzione di soia (i cui derivati servono per i più svariati prodotti agricoli), grazie all’OGM sviluppato, bande di legali in giro per gli USA e lo strozzinaggio a produttori agricoli sempre più stretti nella morsa dei bankster.

  • 3
    Biagio

    Il vero problema è che possiamo allarmarci e informare la gente quanto vogliamo, ma applicheranno tutto lo stesso, pur a dispetto di eventuali volontà popolari contrarie (che comunque verranno preventivamente plagiate ab imis): e se non lo faranno apertamente, lo faranno da dietro le quinte e in sordina, com’è tipico dell’agire dei signori del PD sin dall’epoca di Prodi e anche prima, oltrechè di personaggi poco chiari (a d ri poco) come il signor Obama.
    L’America ha necessità di rivalersi sul disastro creato dall’euro alla sua “economia”, trovando altri sbocchi “commerciali” e invadendo l’Europa con la sua immondizia allo scopo primario di distruggere economie a produzione di qualità come l’Italia (come se non fossero bastati i provvedimenti distruttivi impostati dalla Germania e l’avanzata inarrestabile della Cina, a dispetto delle originarie pretese di certi politicanti ed “economisti” sulla loro busta paga che l’euro avrebbe dovuto servire “per proteggere l’economia europea dall’avanzata della Cina”), già bellamente minata dalle irregolarità di molte multinazionali d’oltreoceano. E ovviamente non ci sarà alcun controllo sui prodotti per la produzione alimentare, senza che la cosiddetta Unione Europea avrà nulla da ridire. Ma la cosa non importerà a chi antepone il profitto alla salute (altrui).

  • 2
    Clesippo Geganio

    questo è il disegno “politico” preordinato dalla UE che facilita le multinazionali a scapito della produzione agroalimentare italiana di qualità, se non erro Lactalis è la più grande holding del latte e derivati d’Europa.
    Prima del TTIP dovremmo preoccuparci della UE che ammazza scientemente migliaia di piccole e media aziende, ossatura portante della nostra economia e made in Italy, quel menzognere di Renzi con il job act e fesserie varie voleva risolvere il problema?
    Se il lavoro è scarso chiudono le aziende e chi assume? Se l’offerta produttiva delle multinazionali supera la domanda (causa crisi) dei consumatori chi compra il prodotto?

    Sinceramente non capisco né il Ministro dell’economia né del lavoro, dato di fatto che la nostra economia è fondata in prevalenza sulle “materie prime” dell’agroalimentare e trasformazione del prodotto, e basata sull’artigianato della piccola e media industria manifatturiera; perchè aiutano le multinazionali straniere a fagocitare la nostra peculiare economia? Sono ignoranti? Complici di una strategia criminale calata dalla UE?

    • 2.1
      sabino

      Il vero governo mondiale è il WTO o OMC organizzazione mondiale del commercio, braccio armato dell’ONU. Basta leggere i primi 6 articoli dello statuto del WTO e capirete con cosa abbiamo a che fare:” CRIMINALI” non delinquenti. Un giudice d’appello (massimo organo giurisdizionale nelle controversie mondiali) BACHUS non più tardi del 2007 ebbe a dichiarare:” Il WTO è una bomba ad orologeria , il cui ticchetìo, non lo sentono neanche al quartir generale (a Ginevra), tale da mettere prima o poi di fronte (fisicamente) gli stati stessi”. Con il WTO co-opera, nell’azione e obbiettivi (quindi delinquenziale), i FMI (fondo mondiale monetario- quindi privati- vedi Unione europea con il MES)e la BMIS(banca mondiale degli investimenti e sviluppo, quindi privati- vedi paesi emergenti indebitati a vita). Infatti sia il TTIP che il CETA (accordo commerciale Canada-UE) d cui nessuno parla, fanno riferimento nelle premesso o prologo alle regole dell’istituzione WTO o OMC!!!!!!!!!

  • 1
    Clesippo Geganio

    ma è vero che la Parmalat (ormai multinazionale francese) non compra più latte dagli allevatori liguri, ma solo dalla FR e altri Stati?

    • 1.1
      claudio

      Ciao ^_^
      Della Parmalat non so, però la “centrale del latte di Genova” della Lactalis, non acquista latte dagli allevatori liguri ma lo fa arrivare da bergamo

    • 1.2
      sabino

      Lactalis France s.a. è la filiale americana in europa della Lactalis holding(multinazioanle). Compra le aziende europee del settore lattiero-caseario per poi chiuderle, vedi caso Parmalat. Addirittura lo stesso isds(regolamento per le dispute) può by-passare il FISA (foreign immunity state agreement) accordo sulla sovranità degli stati, e tener conto delle indicazioni che arrivano dal Segretario del Dipartimento affari esteri americano. Altro che schiavitù. Continua il “Piano Marshall”, anche dopo il ’45, di cui nessuno ha contezza.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

M5S: “THE ALDE AFFAIR” SPIEGATO A CHI ANCORA NON L’HA CAPITO

M5S - THE ALDE AFFAIR SPIEGATO A CHI ANCORA NON L'HA CAPITOIn molti ancora non si spiegano come sia stato possibile per il Movimento 5 Stelle il fallito tentativo di entrare nell'ALDE, il Gruppo Politico Europeo più europeista che c'è. È comprensibile: le istituzioni europee sono lontane, opache e volutamente complicate. In questo video cerchiamo di fare chiarezza sulle questioni tecniche...--> LEGGI TUTTO

CHIESA E MESSORA SU UE E MES: LA POLITICA NON ESISTE PIÙ.

Chiesa Messora su UE e MES - La politica non esiste piu - playGiulietto Chiesa e Glauco Benigni intervistano Claudio Messora sul MES, il Meccanismo Europeo di Stabilità altrimenti detto Fondo Salva Stati, e sul finire lanciano una proposta di giornalismo investigativo per identificare i gruppi di potere che si nascondono dietro i gruppi di lavoro nella Commissione Europea. ...--> LEGGI TUTTO

“Abbiamo fatto tremare il sistema come mai prima”…

Come tremano Dopo la colossale figura di palta, anziché una letterina di scuse per avere esposto tutto il Movimento 5 Stelle al pubblico ludibrio, a un fallimento politico colossale e avere rovinato irrimediabilmente i rapporti nel Gruppo Politico dove M5S Europa risiede, l'Efdd, arriva questo testo sul blog...--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

Gentiloni, il Presidente del Consiglio che vuole cedere sovranità all’Europa – Diego Fusaro

Gentiloni vuole cedere sovranità all'europa di Diego Fusaro Ora è ufficiale: Sergio Mattarella ha scelto Paolo Gentiloni per formare il nuovo governo in seguito alle dimissioni di Matteo Renzi sconfitto al referendum costituzionale dello scorso 4 dicembre. Lo stallo, dunque, è superato. Mattarella ha sostenuto con enfasi, al...--> LEGGI TUTTO

Il terribile errore: “È il momento più pericoloso per l’umanità: le élite imparino ad essere umili”. Stephen Hawking

stephen hawkings attente elite di Stephen Hawking, fisico teorico e scrittore Essendo un fisico teorico che vive a Cambridge, ho vissuto la mia vita in una bolla di eccezionale privilegio. Cambridge è una città insolita, tutta incentrata su una delle grandi università del pianeta. All'interno di questa...--> LEGGI TUTTO

La lettera di una mamma lavoratrice che fa venire il magone

Mamme lavoratrici: la triste realtà che si cela dietro alla famiglia del Mulino BiancoPubblico questa lettera (inviata a Beppe Severgnini sul Corriere della Sera), che fa venire il magone non solo a chi l'ha scritta ma anche a me che l'ho letta, e nella quale credo si riconoscano tante, troppe mamme lavoratrici, perché sia motivo di riflessione sul modo in cui si è...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

A Capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio: la Terra rallenta!

A capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio - la Terra rallentaUn "salto" di un secondo verrà aggiunto al conto alla rovescia di questo Capodanno per compensare il rallentamento nella velocità di rotazione della Terra.  Il secondo "extra" accadrà non appena l'orologio toccherà la mezzanotte e verranno "create" le ore 23:59:60, posticipando momentaneamente l'arrivo del Capodanno. Il secondo...--> LEGGI TUTTO

BIOMETRIA, IL FUTURO DELLA SICUREZZA

biometriaRiconoscimento dell'iride, facciale e del movimento della mano durante la firma: le nuove strategie per prevenire i furti e le loro possibili applicazioni Un uomo si avvicina a una stanza blindata. Per entrare niente password o codici di sicurezza, ma l'accostamento degli occhi a un...--> LEGGI TUTTO

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Le vostre email

Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Sovranità vs Inflazione – Scontro plastico tra Marco Mori e Salvo Cozzolino

Mori Vs Cuzzolino - Sovranità vs InflazioneMarco Mori vs Salvo Cozzolino è uno scontro che mette in scena il classico campionario degli argomenti contro la sovranità monetaria: inflazione, debito, helicopter money e tutto il resto. Solo una precisazione aggiuntiva per Cozzolino: qualcuno gli dica che dal 1946 al 1970 l'economia andava bene, anche in condizioni di...GUARDA

Lupi ai Cinque Stelle: il referendum sull’euro non lo farete mai. Solo demagogia!

Maurizio Lupi, durante le dichiarazioni di voto per la fiducia alla Camera sul Governo Gentiloni, si rivolge ai Cinque Stelle accusandoli di demagogia, e spiega perché il referendum sull'Euro non si può fare....GUARDA

CARLO SIBILIA: LA PSICOSI DEL MOVIMENTO 5 STELLE

"Io questa psicosi non la capisco: volere necessariamente addossare delle responsabilità al Movimento 5 Stelle, che ce le ha, se le stra prendendo, sta lavorando, abbiamo già fatto delle cose nel Comune di Roma e saranno i cittadini, quelli che sono deputati a decidere. È chiaro che noi...GUARDA

E PERFINO IL DIRETTORE DE L’ESPRESSO, TOMMASO CERNO, DIFENDE M5S: SOVRANITÀ AL POPOLO!

Tommaso Cerno, direttore de L'Espresso, si accalora e sostiene con passione la causa della sovranità popolare e del diritto dei cittadini di esercitarla attraverso il voto, e difende anche la posizione del Movimento 5 Stelle rispetto alla lotta che sta conducendo dentro e fuori dal Parlamento...GUARDA

TUTTI GLI UOMINI DEL PRESIDENTE… DEL PRESIDENTE PRECEDENTE – Walter Rizzetto alla Camera

Il discorso di Walter Rizzetto a Paolo Gentiloni per la fiducia del Governo Gentiloni alla Camera: "Il Partito Democratico incarica il Partito Democratico di formare un nuovo Governo del Partito Democratico, dopo le dimissioni del Governo del Partito Democratico per il referendum del Partito Democratico. Tutti...GUARDA

Come salveranno MPS passo passo, fino al decreto Gentiloni, spiegato da Dino Pesole del Sole24Ore

MPS Pesole Mes Come salveranno MPS e (probabilmente) invocheranno il Fondo Salva Stati (MES) con la scusa di mettere una pezza ai bilanci delle banche, spiegato da Dino Pesole del Sole 24 Ore.  (altro…)...GUARDA

Governo Gentiloni: cambiare tutto per cambiare in peggio.

La conferenza stampa di Paolo Gentiloni dopo l'incarico ricevuto da Mattarella ad esplorare la formazione un nuovo Governo. Nuovo Governo che, secondo lo stesso Gentiloni, si muoverà in continuità con il Governo precedente e con la stessa maggioranza. Un renziano al posto di Renzi. Come dice...GUARDA

Sergio Mattarella: La conferenza Stampa in diretta dopo le consultazioni

Sergio Mattarella: La conferenza Stampa in diretta dopo le consultazioni. ...GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>