Grasso “imbosca” un’interrogazione su Napolitano – #GrassoImbosca

Il confronto tra Alessio Grancagnolo e Maria Elena Boschi, avvenuto nel maggio scorso all’Università di Catania, aveva fatto notizia per il motivo sbagliato. Il Ministro per le riforme costituzionali si era infatti lasciata sfuggire che Giorgio Napolitano, nel conferire il suo mandato a Renzi, l’aveva fatto a condizione che il nuovo Governo avesse portato a termine la riforma del Senato e Dio solo sa chissà cos’altro. Un intervento a gamba tesa non previsto dalla Costituzione. Io lo avevo segnalato, in questo video, suggerendo come questo non fosse tra le prerogative del Capo dello Stato ma rappresentasse al contrario un’ingerenza politica illegittima. Quello che è successo dopo, l’ho raccontato in un live di Youtube andato in onda questo pomeriggio. Ecco la registrazione.


Aiutami a continuare a fare informazione libera

L’interrogazione su Giorgio Napolitano

Riassumo per chi non ha voglia di guardarsi il video. L’ex senatrice M5S Paola De Pin, che collabora con Marco Mori (l’avvocato che da anni denuncia nei tribunali gli artefici del furto di sovranità), con Nino Galloni (guarda: “La verità sulle banche“) e con Antonio Rinaldi (l’economista più volte intervistato da questo blog, presidente di Ali), ha raccolto la sfida e ha depositato in Senato un’interrogazione bomba, in cui chiede che il Governo venga a rispondere delle parole della Boschi.

Interrogazione Paola De Pin Senato - byoblu - Grasso Imbosca GrassoImbosca

L’interrogazione chiede:

  1. Le affermazioni contenute nella dichiarazione del ministro Boschi corrispondono a verità o sono frutto di sue personali fantasie?
  2. Il Presidente Napolitano ha chiesto una modifica imprecisata della Costituzione, oppure si è spinto fino ad indicare specificatamente cosa andava cambiato? Ed in caso di risposta affermativa, quali furono gli emendamenti espressamente richiesti alla Carta?
  3. Se ha indicato riforme specifiche, quali soggetti o autorità interne od esterne alla nostra Repubblica le hanno espressamente richieste? Avete notizie, dirette od indirette, di pressioni di gruppi finanziari sul Presidente della Repubblica?
  4. Il rapporto di JP Morgan del 28 maggio 2013, che criticava la nostra Costituzione ed in generale le Costituzioni dei Paesi del sud Europa, ha oggettivamente molti punti di analogia con la riforma costituzionale proposta dal Governo Renzi. In esso si affermava, in particolare, l’inadeguatezza della nostra Carta perché produce un esecutivo troppo debole, tutela eccessivamente i lavoratori, nonché perché riconosce la licenza di protestare se vengono imposte riforme sgradite. Tale rapporto, che propone una revisione costituzionale contraria ai principi fondamentali del nostro ordinamento, è stato alla base della riforma richiesta da Napolitano come condizione per dare il mandato a Matteo Renzi di formare il nuovo Governo?

La risposta di Pietro Grasso

L’interrogazione di Paola De Pin deve essere giudicata ricevibile da Pietro Grasso e successivamente calendarizzata per la discussione in aula. Ma il presidente del Senato (non sorprende), il 6 di giugno, spedisce alla senatrice la risposta seguente.

Risposta di Pietro Grasso all'interrogazione di Paola De Pin

in base ai principi dell’ordinamento costituzionale oltre che alla prassi consolidata seguita da entrambe le Camere, tale atto risulta inammissibile, ai sensi degli articoli 8 e 146 del Regolamento del Senato, in quanto si configura come un sindacato del Parlamento su eventuali condotte del Presidente della Repubblica“.

Grasso non calendarizza l’interrogazione, il che significa che non può essere presentata in aula e il Governo (o meglio, la Boschi) non può essere chiamata a rispondere nel merito. Ma è legittimo, da parte di Grasso?

I motivi per cui Grasso “imbosca” l’interrogazione

Il presidente del Senato si richiama alla Costituzione, che ovviamente nulla dice nel merito della ricevibilità delle interrogazioni, alla prassi, cioè alla consuetudine di non valutare nel merito il comportamento del Presidente della Repubblica, e al Regolamento del Senato. Per quanto riguarda la prassi, questa è solo un’orientamento che deriva da una serie di decisioni arbitrarie prese nel tempo, ma non significa che non si possa discutere l’operato di un ex Presidente della Repubblica, soprattutto alla luce del fatto che è il Parlamento l’organo preposto alla discussione dell’impeachment (la messa in stato d’accusa del Capo dello Stato), per alto tradimento.

Dice la Costituzione all’articolo 90: “Il Presidente della Repubblica non è responsabile degli atti compiuti nell’esercizio delle sue funzioni, tranne che per alto tradimento o per attentato alla Costituzione. In tali casi è messo in stato di accusa dal Parlamento in seduta comune, a maggioranza assoluta dei suoi membri“.

Ora, non si capisce come potrebbe valutare, il Parlamento, l’ipotesi di alto tradimento, se non fosse implicitamente possibile discutere delle sue responsabilità richiedendo chiarimenti nel merito.

Allora uno si aspetta di trovare motivi ostativi nel Regolamento del Senato, soprattutto ai citati articoli 8 e 146. Ma… sorpresa. L’articolo 8 dispone semplicemente la competenza sulle decisioni delle ricevibilità dei testi, attribuendola al presidente del Senato, ma nulla dice sui criteri con i quali si possono ammettere tali testi. L’articolo 146, invece, dice:

Il Presidente, accertato che l’interrogazione corrisponde per il suo contenuto a quanto previsto dall’articolo precedente e non è formulata in termini sconvenienti, ne dispone l’annuncio all’Assemblea e la pubblicazione nei resoconti della seduta“.

Dunque un’interrogazione, per essere calendarizzata, deve essere giudicata “non sconveniente” (e qui bisogna intendersi: sconveniente per chi? L’interrogazione della De Pin è posta in maniera civile e non volgare, e se è sconveniente, lo è certamente per Napolitano, non per il popolo italiano) e corrispondere nei contenuti a quanto previsto dall’articolo 145, che dice:

L’interrogazione consiste nella semplice domanda rivolta al Ministro competente per avere informazioni o spiegazioni su un oggetto determinato o per sapere se e quali provvedimenti siano stati adottati o si intendano adottare in relazione all’oggetto medesimo“.

Ora, l’interrogazione della De Pin è rivolta al Governo, e quindi al Ministro Boschi che sarebbe tenuta a rispondere, e ha sicuramente ad oggetto “la richiesta di informazioni o spiegazioni su un oggetto determinato”. Dunque perché Grasso non la giudica ricevibile?

La risposta è che Grasso opera un’arbitrarietà che non è legittimata né dal Regolamento del Senato, né dalla Costituzione italiana, e la cui eventuale adesione a una “prassi consolidata” è peraltro irrilevante, come la giudica Marco Mori. Già, perché la storia continua.

Marco Mori contro Pietro Grasso

Marco Mori non ci sta, e due giorni dopo fa pervenire al presidente del Senato la seguente raccomandata:

Richiesta annullamento provvedimento Marco Mori Pietro Grasso

Nella lettera, Mori scrive:

A seguito del deposito di richiesta di interrogazione parlamentare 25 maggio u.s., perveniva suo riscontro […] con il quale, arbitrariamente, veniva rigettata la richiesta della Senatrice De Pin. Le motivazioni del rigetto sono erronee visto che non corrisponde al vero che le condotte del Presidente della Repubblica (peraltro dell’ex Presidente) non siano sindacabili dal Parlamento ed onestamente la prassi difforme del Senato è completamente irrilevante. Come Lei ben sa la contestazione di ipotesi di alto tradimento e di attentato alla Costituzione sono addirittura prerogativa esclusiva delle Camere“.

Mori chiede dunque l’annullamento del provvedimento di Grasso che giudica irricevibile l’interrogazione su Giorgio Napolitano, minacciando, in soldoni, di portare Grasso e il Senato in tribunale se la richiesta non sarà esaudita.

Conclusioni

La vicenda ovviamente avrà tanto riscontro quanto saprete dargliene con le vostre condivisioni, perché è garantito che in un sistema prono ai voleri delle élite globaliste che lavorano per sciogliere ciò che resta delle Costituzioni nazionali, senza peraltro offrire in cambio una reale forma di rappresentanza alternativa, non leggerete mai questa storia su nessun giornale e non la vedrete mai in nessun servizio televisivo.

Quanto siete disposti ad insistere perché il Governo venga a rispondere all’interrogazione che il presidente del Senato non vuole portare in aula? Dipende da voi. #GrassoImbosca

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

11 risposte a Grasso “imbosca” un’interrogazione su Napolitano – #GrassoImbosca

  • 8
    max

    Grasso è del pd… Bisogna votare al più presto e mandare a casa quel partito marcio, che è il grande problema di questo paese.

  • 7
    Clesippo Geganio

    il cittadino è inerme di fronte a contestazioni di carattere costituzionale come espresse dal movimento “alternativa per l’Italia”, noi tutti ci avvaliamo dei rappresentanti politici eletti nei due rami del Parlamento, affinché tutelino gli interessi nazionali, a loro spetta il compito, la responsabilità quindi il dovere e diritto di chiedere spiegazioni plausibili al Governo in carica.
    Ciò che lascia perplessi è il silenzio delle variegate componenti partitiche dell’intero arco Costituzionale, silenzio assordante che lascia presagire la fine di tutto, dal 1861 con l’unificazione al 1947 con la Costituzione, ad oggi trascorsi 155 anni di sacrifici serviti a nulla; il primo son io che critica e giudica aspramente il popolo al quale appartiene, sudditi, ignoranti spesso più di quanto si possa credere deficienti intellettivi, ma nel caso specifico non posso attribuire o attribuirmi responsabilità, in quanto nessun di noi ha colpa dei suoi peccati, perchè indotti da schemi e sistemi criminali pensati e applicati da chi ha il potere decisionale, sulle masse, popoli e intere nazioni.

    • 7.1
      Clesippo Geganio

      comunque un plauso e un grazie a Bioblu che ha l’onestà di pubblicare ciò che la stampa cinica, mercenaria e vigliacca evita, rendendosi complice del declino nazionale.

  • 6
    GIANCARLO ORLANDINI

    E’ INACCETTABILE CHE LA SECONDA CARICA DELLO STATO, EX MAGISTRATO, AGISCA IN QUESTO MODO.MA PERCHE’ LO HA FATTO CE LO SPIGHI ON. GRASSO? PER FAVORE.SONO ESTREFATTO COME IYTALIANO E COME CITTADINO DI 76 ANNI, FIGLIO DELLA GUERRA.

  • 5
    Gianfranco

    spero di vivere abbastanza per vedere un giorno tanti processi per “Alto Tradimento”…anche se dubito che mai si faranno. Una nuova umanità comunque potrà nascere solo dopo aver rinnegato totalmente la “falsa democrazia” di questi ultimi 50 anni.

  • 4
    Francesco Marongiu

    Dico che e’ giusto che il Parlamento discuta su queste dichiarazioni fatte dalla Boschi…..diamine il Parlamento e’ il luogo appropriato per approfondire il caso, perche’ Grasso si rifiuta!!

  • 3

    Siamo troppo impegnati a seguire le vicende della nazionale italiana di calcio per poterci interessare o avere il tempo di indignarci per queste stupidaggini.

  • 2
    Marco

    Comunque ho condiviso…almeno quello…

  • 1
    Marco

    Vedo un sacco di commenti…bene la cosa interessa al popolo italiano…màh…poveri noi…nemmeno di fronte all’evidenza dei fatti…

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

Gianluca Ferrara: Trump? Non cambierà niente. Ecco perché.

Trump Gianluca Ferrara - Play di Gianluca Ferrara 26.172, sono il numero di bombe che gli USA hanno sganciato soltanto nel 2016 su sette paesi. Una media spaventosa di 3 ordigni ogni ora. E Dinnanzi a questa ipocrisia che ruotava intorno al Premio Nobel per la pace Barack...--> LEGGI TUTTO

Quando non paghi nulla per l’informazione, ricorda che la merce sei tu!

Valerio Lo Monaco - Se per il tuo media non paghi nulla, la merce sei tu Quanto accaduto a Claudio Messora e al suo sito Byoblu di informazione indipendente è la prova provata di due cose importanti. Google ha deciso unilateralmente e irrevocabilmente di rimuovere tutte le procedure di monetizzazione attraverso gli annunci ADSense sul sito di Byoblu, sistema utilizzato da Byoblu...--> LEGGI TUTTO

Giulietto Chiesa: cercano di intimidire i blogger italiani

Giulietto Chiesa - Cercano di intimidirvi Uno spezzone dall'articolo di Giulietto Chiesa appena apparso su Sputnik, che parla del caso della disattivazione del profilo pubblicitario di Google ai danni di Byoblu. "La recente decisione di Google-Adsense di cancellare Byoblu, il sito diretto da Claudio Messora, dalla lista di quelli...--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

Oggi attaccano Byoblu.com. Ma sarà presto un attacco contro tutti i dissidenti.

di Pino Cabras su MegaChip Fa molto bene Claudio Messora a sottolineare che il vero obiettivo della campagna contro le 'fake news' non erano certo quei cialtroni che infestano il web di notizie false, razziste e irresponsabili per acchiappare clic, che pure ci sono e da chissà...--> LEGGI TUTTO

Anche il ministro del Tesoro UK, contro la Brexit, adesso passa tra i grandi speculatori

Ministro del Tesoro UK - Non voleva la Brexit - Ora passa in BlackRock Un altro leader politico europeo (cfr: "E Barroso passa a Goldman Sachs! Taaaaac!") imbocca la cosiddetta “porta girevole” dell’alta finanza. George Osborne, per sei anni ministro del Tesoro britannico fino al referendum sull’Unione Europea del giugno scorso, ha accettato un’offerta della BlackRock per diventare consulente del...--> LEGGI TUTTO

Le fake news su Trump di Repubblica e la post-verità di Michele Serra

di Massimo Mazza L’amaca di Michele Serra è finita in cima alla prima pagina di Repubblica, ma questo non ha evidentemente incentivato il giornalista a migliorare la qualità della sua striscia quotidiana, che oggi registra l’ennesimo scivolone figlio d’approssimazione e ignoranza dei temi...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

A Capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio: la Terra rallenta!

A capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio - la Terra rallentaUn "salto" di un secondo verrà aggiunto al conto alla rovescia di questo Capodanno per compensare il rallentamento nella velocità di rotazione della Terra.  Il secondo "extra" accadrà non appena l'orologio toccherà la mezzanotte e verranno "create" le ore 23:59:60, posticipando momentaneamente l'arrivo del Capodanno. Il secondo...--> LEGGI TUTTO

BIOMETRIA, IL FUTURO DELLA SICUREZZA

biometriaRiconoscimento dell'iride, facciale e del movimento della mano durante la firma: le nuove strategie per prevenire i furti e le loro possibili applicazioni Un uomo si avvicina a una stanza blindata. Per entrare niente password o codici di sicurezza, ma l'accostamento degli occhi a un...--> LEGGI TUTTO

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Le vostre email

Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Beppe Grillo a Sanremo 1989 – Le penali se dico che i socialisti rubano

Beppe Grillo Sanremo 1989 play Beppe Grillo a San Remo 1989, comunica il suo compenso in diretta e legge le penali previste dal contratto se dice che i socialisti che rubano....GUARDA

Fake news e post-verità: a chi conviene?

fake news post-verità icon play Fake news e post-verità: ormai non parlano d'altro. In Germania, dove presto ci saranno le elezioni, Facebook incarica una organizzazione (finanziata tra gli altri da George Soros) di marchiare a fuoco le notizie ritenute inattendibili. Ma "Fake news", "post-verità" e "debunker" sono solo neologismi, è la neolingua per...GUARDA

Sovranità vs Inflazione – Scontro plastico tra Marco Mori e Salvo Cozzolino

Mori Vs Cuzzolino - Sovranità vs InflazioneMarco Mori vs Salvo Cozzolino è uno scontro che mette in scena il classico campionario degli argomenti contro la sovranità monetaria: inflazione, debito, helicopter money e tutto il resto. Solo una precisazione aggiuntiva per Cozzolino: qualcuno gli dica che dal 1946 al 1970 l'economia andava bene, anche in condizioni di...GUARDA

Lupi ai Cinque Stelle: il referendum sull’euro non lo farete mai. Solo demagogia!

Maurizio Lupi, durante le dichiarazioni di voto per la fiducia alla Camera sul Governo Gentiloni, si rivolge ai Cinque Stelle accusandoli di demagogia, e spiega perché il referendum sull'Euro non si può fare....GUARDA

CARLO SIBILIA: LA PSICOSI DEL MOVIMENTO 5 STELLE

"Io questa psicosi non la capisco: volere necessariamente addossare delle responsabilità al Movimento 5 Stelle, che ce le ha, se le stra prendendo, sta lavorando, abbiamo già fatto delle cose nel Comune di Roma e saranno i cittadini, quelli che sono deputati a decidere. È chiaro che noi...GUARDA

E PERFINO IL DIRETTORE DE L’ESPRESSO, TOMMASO CERNO, DIFENDE M5S: SOVRANITÀ AL POPOLO!

Tommaso Cerno, direttore de L'Espresso, si accalora e sostiene con passione la causa della sovranità popolare e del diritto dei cittadini di esercitarla attraverso il voto, e difende anche la posizione del Movimento 5 Stelle rispetto alla lotta che sta conducendo dentro e fuori dal Parlamento...GUARDA

TUTTI GLI UOMINI DEL PRESIDENTE… DEL PRESIDENTE PRECEDENTE – Walter Rizzetto alla Camera

Il discorso di Walter Rizzetto a Paolo Gentiloni per la fiducia del Governo Gentiloni alla Camera: "Il Partito Democratico incarica il Partito Democratico di formare un nuovo Governo del Partito Democratico, dopo le dimissioni del Governo del Partito Democratico per il referendum del Partito Democratico. Tutti...GUARDA

Come salveranno MPS passo passo, fino al decreto Gentiloni, spiegato da Dino Pesole del Sole24Ore

MPS Pesole Mes Come salveranno MPS e (probabilmente) invocheranno il Fondo Salva Stati (MES) con la scusa di mettere una pezza ai bilanci delle banche, spiegato da Dino Pesole del Sole 24 Ore.  (altro…)...GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>