Terremoto: la natura non uccide, la politica sì!

Abbiamo avuto molti terremoti, in Italia, dal dopoguerra ad oggi. Dopo ognuno di essi, lo Stato avrebbe potuto lavorare per mettere in sicurezza le parti più a rischio del nostro Paese e salvare così moltissime vite umane. Invece, quello che ha fatto, terremoto dopo terremoto, è stato solo una lunga lista di condoni. Eccoli. Non sono i terremoti ad uccidere le persone e non è una “natura matrigna”, ma la politica.

InternetForGiuliani-DoppioDvd-VideoIcon

di Roberto P.

I terremoti del dopoguerra

Che i terremoti non si possono prevedere, fino ad ora, è chiaro come l’acqua di sorgente. O perlomeno, non come le previsioni meteorologiche, con qualche giorno di anticipo. Tuttiava, l’Italia è uno dei paesi a maggiore rischio sismico del Mediterraneo (e non solo: rischio idrogeologico, industriale, ecc, ma limitiamoci a questo). Conosciamo tutti, addetti ai lavori e non, le mappe dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv) e del Dipartimento della Protezione Civile: la sua posizione, tra l’Africa e l’Europa, la espone ad una particolare condizione di criticità, soprattutto lungo la dorsale appenninica.

Tralasciando gli eventi accaduti prima dell’ultimo conflitto mondiale (anche se comunque andavano considerati, se non altro per l’esperienza che fornivano) possiamo elencare:

  1. terremoto del Belice: 14 gennaio 1968,  360 vittime e oltre 57mila sfollati;
  2. terremoto del Friuli: 6 maggio1976, 939 vittime e 80mila sfollati;
  3. terremoto dell’Irpinia: 23 novembre 1980, 2914 morti e oltre 400mila sfollati.

Dopo eventi così tragici e catastrofici il pensiero dovrebbe essere immediato: occorre una normativa nazionale che metta in sicurezza cittadini ed edifici, con particolare riguardo ai centri storici, in quanto antichi e quindi edificati senza criteri antisismici.

I condoni che uccidono

Eppure, l’allegra brigata dei nostri politici il 28 febbraio 1985 partorisce la legge n. 47, che pomposamente recita: “Norme in materia di controllo dell’attività urbanistico-edilizia, sanzioni, recupero e sanatoria delle opere edilizie“. Sì, avete capito bene: una sanatoria,  un condono che non mira a mettere in sicurezza il patrimonio edilizio esistente, ma a legalizzare il precario, l’abusivo.

E non finisce qui: non soddisfatti dell’operato (si sa, l’appetito vien mangiando) i “nostri” varano la legge 23 dicembre 1994, n. 724Misure di razionalizzazione della finanza pubblica“. Stavolta, oltre a farci un bel regalo di Natale, sono più discreti e inseriscono il secondo condono all’italiana in un articolo della legge finanziaria per il 1995.

E sì: “condono all’italiana“, perché il termine “condono” (dal latino “cum“, con,  e “dono“, cioè dono, regalo)  lega a sé un concetto che riguarda un comportamento virtuoso, un premio. Ché so… devi scontare cinque anni di galera, ma poiché hai mantenuto una buona condotta nei quattro anni già scontati, ti faccio uno sconto di pena, ti “condono” un anno. In Italia, al contrario, il concetto di condono è stato stravolto. Chi ha costruito abusivamente o chi non ha pagato le tasse, macchiandosi di reato, quindi tenendo un comportamento illecito, è stato “condonato”.

Solo una natura matrigna?

Ma, come si usa dire, “la natura è matrigna”:  il 26 settembre 1997 due scosse di magnitudo 6 della scala Richter colpiscono l’Italia centrale, esattamente le regioni di Umbria e Marche. Le vittime furono 11 (per fortuna avvenne di giorno) e circa 40mila i senzatetto.

Dopo qualche anno, tocca al Molise: il 31 ottobre 2002 una scossa di magnitudo 5,4 della scala Richter provoca 30 morti (anche qui per fortuna avvenne di giorno) ma tra questi 27 bambini, rimasti vittime nella scuola elementare di San Giuliano di Puglia.

E allora ristrutturiamo? Macché: altro condono.

Con perfetto tempismo, i “nostri” emanano allora il decreto legge 30 settembre 2003 n. 269, poi convertito nella Legge 24 novembre 2003, n. 326. Stavolta il “terzo condono”, forse per pudore, lo mascherano dietro alla dicitura “disposizioni urgenti per favorire lo sviluppo e per la correzione dell’andamento dei conti pubblici“.

La logica dei condoni è quanto di più nefasto abbia vissuto questo Paese. C’è ancora chi sostiene che i vari condoni siano stata utili all’economia, ma delle due l’una: o non si rende conto di ciò che dice, o è in malafede. I “condoni all’italiana” sono serviti esclusivamente a rendere tutti corresponsabili della corruzione dilagante, a rendere l’illegalità fisiologica, a farla diventare “qualcosa con cui bisogna convivere“, come disse nel 2001 Pietro Lunardi, Ministro delle Infrastrutture e Trasporti, riferendosi alla mafia.

La natura non è matrigna. I terremoti non uccidono, se le case non sono fatte di sabbia e non sono accatastate le une sulle altre come piccionaie. Sono gli uomini che uccidono: gli uomini che costruiscono le case. E, soprattutto, sono gli uomini che avrebbero potuto decidere di non farglielo fare e di mettere in sicurezza le nostre città. E questa responsabilità non è del manto terrestre, non è della natura della roccia e non deve essere cercata nelle faglie o nella tettonica delle placche, ma nella politica.

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

4 risposte a Terremoto: la natura non uccide, la politica sì!

  • 3
    Clesippo Geganio

    la “politica” sta uccidendo anche la libera informazione, ha soggiogato parte consistente del giornalismo trasformandolo in uno strumento menzognero e mistificatore della realtà per turlupinare le masse asfissiandole intellettivamente privandole del senso critico.

  • 2
    Kenneth Chimenti

    All’Aquila e ad Amatrice non sono crollate solo case costruite male (tant’è che in molti casi si arriverà ad un nulla di fatto dal punto di vista giudiziario). Il sisma dell’Aquila ha raggiunto accelerazioni orizzontali di picco pari a 0.7g, quello di Amatrice pari a 0.5g. Dalle normative antisismiche italiane l’Aquila era inserita in primissima fascia di rischio, e le abitazioni dovevano essere progettate per resistere ad accelerazioni orizzontali di 0.33g; ad Amatrice, che era (erroneamente, col senno di poi) in seconda fascia, dovevano resistere ad accelerazioni di 0.26g. Da questi dati si capiscono due cose: la normativa italiana sarà da rivedere, ma il costruito difficilmente sarà ‘migliorabile’ per resistere fino a quelle accelerazioni; le accelerazioni di picco raggiunte da questi due sismi sono state ben superiori a quelle che mediamente si verificano con sismi di pari magnitudo (l’accelerazione di picco all’Aquila è paragonabile a quella di sismi altamente distruttivi di oltre il 7 grado Richter).

  • 1
    Clesippo Geganio

    non sono bastati i condoni edilizi, le 20 Regioni con la recente ed in vigore legge “Piano Casa” hanno concesso previo pagamento di tasse la possibilità di ampliare o sopraelevare quei fabbricati già condonati nei decenni passati, compromettendo la statica degli stessi oltre a quelli edificati a norma di Legge antisismica.

    L’origine dei nostri mali è la politica criminogena che alberga da decenni nel Governo nazionale che si espande come una filiera collaudata alla perfezione nelle istituzioni regionali, provinciali e comunali, rovinando l’Italia il territorio il paesaggio e le vite di milioni di esseri umani.

    La riforma della Costituzione voluta dal fankazzista Renzi e amici tende a sottrarre non solo la democrazia al popolo ma ad ampliare i poteri del Governo per avere mano libera su ogni volontà o decisione legislativa senza trovare contrapposizioni in enti/istituzioni locali che esautorati da molti poteri amministrativi subiranno le imposizioni del Premier, praticamente un sistema politico presidenziale USA non previsto dagli attuali principi costitutivi, anche perchè inattuabile nella nostra penisola geopoliticamente secolarizzata, la prova sono le 20 regioni che dal 1970 hanno federalizzato l’Italia devastandola, trasformando il Senato in una camera delle regioni non farà altro che dividere e frammentare l’unità d’Italia facendoci ritornare indietro nella storia di oltre 200 anni.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

In India schedature biometriche di massa ed eliminazione del cash oltre le 500 rupie.

india schedatura di massa e via i contanti La demonetarizzazione dell'India Lo scorso 8 novembre il nuovo primo ministro indiano Narendra Modi dichiarava fuori corso le banconote da 500 e 1000 Rupie, responsabili di circa l'85% del cash in circolazione in India. Sarebbe come se in Europa venissero eliminate in poche ore le banconote da...--> LEGGI TUTTO

La violazione della legge sulla propaganda elettorale. Registrate e denunciate.

Registra e denuncia violazione della legge sulla propaganda elettorale Ancora adesso, mentre scrivo, a votazioni in corso, se aprite i social network vi potete imbattere facilmente nella propaganda a favore del Sì al Referendum Costituzionale. La campagna per il Sì in rete è stata invasiva e ai limiti dell'illegalità. Cosa dice la...--> LEGGI TUTTO

Grazie Giorgio Napolitano!? Chapeau!? Si sono bevuti il cervello!?

M5S Grazie Giorgio Stiamo parlando di Giorgio Napolitano? Quello che nel 2011 ha spianato la strada alla troika del governo Monti? Quello che ha firmato qualunque cosa? Quello che nel 2013, quando c'erano le consultazioni per formare un nuovo governo, ha chiamato al Quirinale Pdl e Pd ignorando il...--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

Il terribile errore: “È il momento più pericoloso per l’umanità: le élite imparino ad essere umili”. Stephen Hawking

stephen hawkings attente elite di Stephen Hawking, fisico teorico e scrittore Essendo un fisico teorico che vive a Cambridge, ho vissuto la mia vita in una bolla di eccezionale privilegio. Cambridge è una città insolita, tutta incentrata su una delle grandi università del pianeta. All'interno di questa...--> LEGGI TUTTO

La lettera di una mamma lavoratrice che fa venire il magone

Mamme lavoratrici: la triste realtà che si cela dietro alla famiglia del Mulino BiancoPubblico questa lettera (inviata a Beppe Severgnini sul Corriere della Sera), che fa venire il magone non solo a chi l'ha scritta ma anche a me che l'ho letta, e nella quale credo si riconoscano tante, troppe mamme lavoratrici, perché sia motivo di riflessione sul modo in cui si è...--> LEGGI TUTTO

La lobby dello zucchero uccide – i nuovi documenti tenuti nascosti

la lobby dello zucchero uccideNEW YORK: Decine di scienziati, negli Anni 60, furono pagati dall'industria americana dello zucchero per sminuire il collegamento tra consumo di zucchero e problemi cardiaci e spostare così l'attenzione sui grassi saturi. A rivelarlo sono una serie di nuovi documenti scoperti recentemente da un ricercatore della University of California di...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Come funziona l’Italia: noi siamo quelli con il fiore in mano

Come funziona l'ItaliaCome funziona l'Italia Ecco come funziona la nostra società. Questa è l'Italia. E, ...caso mai cercaste il pallino "voi siete qui", in questo disegno noi siamo quelli con il fiore in mano....--> LEGGI TUTTO

I nanorobot a controllo mentale che vi osserveranno.

I NANOROBOT A CONTROLLO MENTALE CHE VI OSSERVERANNOPer la prima volta, una creatura vivente è stata controllata dall'uomo utilizzando esclusivamente il pensiero, grazie a nanorobot che hanno rilasciato all'interno di alcuni scarafaggi dosi programmate di farmaci, in risposta all'attività cerebrale di chi ha condotto l'esperimento. Una tecnica che - sostengono già alcuni - potrebbe essere molto utile per il trattamento...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Le vostre email

Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Rosi Bindi: sono i Cinque Stelle a volere il vitalizio!

Rosi Bindi Rosi Bindi: sono i Cinque Stelle che vogliono il vitalizio!...GUARDA

Roberto Fico (M5S): basta con gli uomini soli al comando!

Roberto FicoRoberto Fico, deputato M5S a capo della Commissione di Vigilanza Rai, risponde sulla questione della legge elettorale e sulle voci di una sua candidatura alla guida di un possibile Governo a 5 Stelle. ...GUARDA

Renzi si è dimesso: il video dell’annuncio in diretta dal Quirinale

renzi-dimissioni-quirinale Matteo Renzi ha dato le dimissioni. Aperta la crisi di Governo. L'annuncio in diretta dal Quirinale, dopo il colloquio con Sergio Mattarella. Da domani alle 18 partono le consultazioni. Il calendario sarà reso disponibile dall'ufficio stampa del Quirinale....GUARDA

Referendum: vinta una battaglia, ma la guerra continua – Diego Fusaro

fusaro-vinta-la-battaglia-ma-non-la-guerra "L'élite mondialista tornerà presto o tardi ad attaccare la Costituzione e lo Stato sovrano nazionale. Il suo obiettivo è quello della distruzione degli stati sovrani nazionali, che dopo il 1989 sono i soli ancora a resistono come luoghi del primato della politica sull'economia. La battaglia è...GUARDA

Attenzione: ecco come vogliono ribaltare l’esito del referendum

come-ti-ribalto-il-referendumATTENZIONE: ieri sera ho fatto questo video. E stamattina... zac: La Stampa conferma tutto: Padoan vuole chiedere aiuti all'ESM. Sapete cosa significa? Significa RIBALTARE IL NO AL REFERENDUM e prendersi in casa la Troika. QUESTO NON DEVE ACCADERE. Non c'è nessun Governo legittimo attualmente nel Paese, e qualunque decreto legge...GUARDA

La vittoria dell’informazione e i pericoli del dopo Renzi

claudio messora Il No al referendum costituzionale è la vittoria dell'informazione contro chi pensava che per convincere gli italiani a votare basta una comunicazione semplificata, comprensibile a un bambino delle scuole medie. La sconfitta di Renzi passa anche per una ipersemplificazione della Comunicazione che non ha convinto e...GUARDA

Barbareschi ai giovani: “Siete superficiali! Avete votato no per ribellarvi al paterno!”

Barbareschi ai giovani: "Siete superficiali! Avete votato no per ribellarvi al paterno!" Luca Barbareschi traccia un quadro deprimente dei giovani che hanno votato no al referendum: sarebbero disinformati, superficiali, privi di strumenti, e con un grosso problema con il paterno, che li induce a ribellarsi contro qualsiasi cosa senza mai entrare nel merito....GUARDA

Barbareschi: siamo ascoltati e spiati da tutti i telefonini.

barbareschi-siamo-tutti-spiati-icona-play Luca Barbareschi, il popolare showman ora direttore del Teatro Eliseo a Roma, ha un'idea ben precisa sulla società della comunicazione digitale. A RaiNews24, il giorno dopo del voto al referendum, dice: "Siamo in democrazia... Capisco che ormai siamo ascoltati e spiati...GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>