LAVORO

SOS BYOBLU: “Dacci oggi il nostro pane quotidiano”…

Era un anno fa, novembre 2015, l’ultima volta che ho lanciato una campagna di sostegno a Byoblu, cioè questo blog e tutta la comunità social che nel tempo ha saputo costruirsi, in quasi dieci anni di duro lavoro. Avete risposto in 666. Che in questo caso non rappresenta il numero del diavolo, casomai degli angeli che hanno fatto il tiro alla fune contro la lobby del monopolio delle opinioni, giocando per la squadra dell’informazione libera e indipendente. Tanto indipendente che l’unica fonte di cui dispone siete voi (cioè il solo modo per essere davvero indipendenti). Per questo vi ho ringraziati uno ad uno, in questo video: https://www.youtube.com/watch?v=eVrvSEw5cZ8.

Questo blog compete spesso con i colossi del mainstream (come quando scovai per primo il video dell’attentatore di Monaco che poi venne utilizzato dalle televisioni). Eppure dietro c’è una sola persona. Le vostre donazioni libere sono io mio stipendio. Ho scelto di vivere con quelle, perché se avessi messo un prezzo all’informazione, avrei creato l’ennesimo gruppo di discussione privilegiato ed opaco. Ne siamo già pieni. Abbiamo già la Trilaterale dove la presidente della Rai, Monica Maggioni, modera conferenze a porte chiuse nelle quali discutono – nel chiaro interesse di tutti gli italiani – di grandi strategie per il Paese. Tanto grandi che non si possono raccontare. Io invece credo che i pensieri debbano essere raccontati. A tutti, non a pochi. Per questo, quando mi sono appassionato a voi e ai vostri pensieri, quasi dieci anni fa, ho lasciato il mio lavoro e mi sono dedicato anima e corpo a questo. Il terremoto in Abruzzo, la battaglia su Euro ed Europa, la guerra per l’ascesa del Movimento 5 Stelle. Chi mi ha seguito e ha combattuto insieme a me, lo sa e non glielo devo raccontare.

Con le donazioni dell’anno scorso (più le raccolte per qualche intervista speciale), ho raggiunto numeri che se guardo sotto mi viene paura di cadere.  Tra il 16 novembre 2015 e il 12 novembre 2016, le impressioni totali sulla pagina pubblica di Facebook sono state quasi cinquanta milioni (total impression: 48.033.140), mentre oltre trenta milioni (total reach: 30.161.124) hanno visto, commentato, condiviso e messo il fatidico “like”. Il canale Youtube di Byoblu ha superato i 100.000 iscritti (qui vi faccio vedere il “Silver Play Button”). mentre ha generato oltre 6 milioni di visualizzazioni video (6.324.944) e, cosa più importante, quasi 35 milioni di minuti guardati (34.844.790). Solo questo blog è stato visitato da 2 milioni di utenti unici che hanno letto 8 milioni e mezzo di pagine (8.480.654). Tralascio di parlare di tutto il resto (Twitter, Dailymotion, Google Plus, che fanno numeri altissimi, e così via) perché il senso ormai è chiaro. Tutto questo è il frutto – certo – del lavoro di una persona che non conosce soste né orari, ma è anche e soprattutto merito vostro, in una relazione reciproca nella quale è evidente che se non ci foste voi a sostenermi economicamente, a leggere, a commentare e a diffondere, io non avrei potuto fare nulla, e sarei rimasto a fare il mio vecchio lavoro.

Ma non sono solo rose e fiori. Le provano tutte per fermarmi. E per la maggior parte delle volte, voi non ne sapete nulla. Querele. Cause. Attacchi hacker provenienti da sponde in Cina o nell’est europeo, inclusione all’indice in pseudo elenchi di siti web bufalari, messi su da ex dipendenti di partiti politici con l’evidente scopo di tentare di screditare – e così contenere – il fiume in piena di lavoro onesto, pulito, trasparente e contagioso di questo blog. Giocano sporco. Arrivano perfino a rimuovere la pur esigua pubblicità dai video scomodi, come quelli dove si analizza il fenomeno del terrorismo, allo scopo di disincentivare la loro produzione. Il senso è: “Messora, parla di calcio o di figa, come tutti gli altri, altrimenti fai la fame“.

Ma non mi hanno mai fermato. E lo sapete perché? Perché basta essere disposti a vivere con poco, basta accontentarsi, senza mettere da parte niente, con Equitalia costantemente alle calcagna, senza concedersi mai una vacanza, senza potersi cambiare la macchina ma continuando ad aggiustarla con lo scotch (e con tre figli e tutti i loro impegni, farne del tutto a meno è un’impresa), basta insomma accontentarsi di vivere alla giornata. Si può fare, perché in fondo la vita è altro rispetto a quello che i media vogliono farvi credere, e io e voi lo sappiamo bene. Si può fare quando si crede molto in qualcosa. E io amo molto quello che faccio. Mi considero un privilegiato per avere avuto il vostro sostegno tutti questi anni, e sono consapevole che non è scontato che sia per sempre.

Tuttavia, c’è un limite fisico a tutto questo, ed è la soglia di sopravvivenza minima. Posso rinunciare a tutto …ma non al mio Breil! Scherzo: intendevo il pane. Del resto, il blogger più famoso al mondo non diceva forse “…e dacci oggi il nostro pane quotidiano“? È scritto nella preghiera in testa alle classifiche mondiali da duemila anni. E devo ammettere che, se la leggete bene – atei o credenti che siate – è un piccolo capolavoro.

Per questo torno a voi dopo un anno, per farvi questa domanda: “Ritenete che tutto questo immenso lavoro sia utile? Pensate che valga la pena tenerlo in vita? O credete che se ne possa fare a meno, e che io debba trovarmi un lavoro, come dicono gli stalker di Byoblu?“.

Se ritenete che io debba continuare, allora vi chiedo di consentirmi di farlo. Date quello che potete, usando i mezzi che potete. Poi, fra quattordici giorni tiriamo le somme e prendiamo una decisione. Tutti insieme.

Comunque vada – lo dico convintamente – sarà stato un grande, immenso successo. L’esperienza più esaltante della mia vita (dopo quella di essere padre).

Grazie,
Claudio

p.s. ho pensato a lungo a cosa promettervi in cambio, ma tutto quello di cui avete bisogno è già qui: un blog di informazione libera, un posto dove potervi ancora fidare di qualcuno, delle sue idee controcorrente, delle sue cose giuste e dei suoi sbagli in buona fede.

Come si fa a donare?

  1. Qui per donare con carta di credito:
    http://www.byoblu.com/dona-carta-credito
  2. Qui per donare con PayPal:
    https://www.paypal.me/byoblu
  3. Qui, per donare con un bonifico bancario:
    http://www.byoblu.com/sostienimi#bonifico
  4. Qui, per donare con ricarica su carta PostePay:
    http://www.byoblu.com/sostienimi#postepay
  5. Qui, infine, per donare in Bitcoin:
    http://www.byoblu.com/sostienimi#comesidonainbitcoin

 

Ecco gli stipendi Rai che pagate in bolletta!

Ecco gli stipendi Rai che pagate in bolletta

Da questo luglio, sulla bolletta elettrica, gli italiani pagheranno anche il canone della Rai. Sulla prima bolletta utile verranno addebitati almeno 70 euro, per poi raggiungere i 100 euro a fine anno, non importa che abbiate la televisione ma non guardiate la Rai. Ma per cosa pagheremo tutti questi soldi. Da domani, sul sito della Rai, saranno pubblicati gli stipendi dei dipendenti oltre i 200 mila euro. Qui sotto ne trovate alcuni, pubblicati in anteprima.

Campo Dall’Orto, Amministratore Delegato Rai: 652 mila euro all’anno e ha un contratto di tre anni;
Monica Maggioni, presidente Rai (quella della Trilaterale):  330 mila (270 mila come quota fissa da ex direttore di Rainews, 60 mila da consigliere);
Mario Orfeo (direttore TG1): 320 mila euro all’anno.
Marcello Masi (direttore TG2): 280 mila euro all’anno.
Bianca Berlinguer (direttore TG3): 280 mila euro all’anno.
Antonio Marano (presidente Rai Pubblicità): 390 mila euro all’anno.
Daria Bignardi (direttore Rai 3): 300 mila euro all’anno.
Eleonora Andreatta (direttore Rai Fiction): 270 mila euro all’anno.

Ma c’è di più: ci sono anche molti stipendi, con contratto a tempo indeterminato, che continuano ad essere pagati anche se le persone che li percepiscono non hanno ruoli attivi nell’azienda.
Eccone alcuni.

TTIP, LA FINE DEGLI STATI: DA CITTADINI A DIPENDENTI

Qui sopra: “la storia non detta del TTIP“, di Valerio Lo Monaco, disponibile anche su Youtube. Intervista realizzata grazie alle donazioni di Furio Ruggiero, Alfonso Tortora, Marco Filippi, Paolo Mengoli, Alessandro Scolari, Carmelo Licandro, Raffaella Tacchini, Giovanni Chiovenda, Sandro Pisetta, Francesco Castioni, Marcello Stefanelli, Valerio Mereu, Giuseppe Girardelli, Giorgio Gemmi, Giuseppe Barile, Alessandro Aimassi, Roberto Marchetti, Nicola Filiali. Se vuoi far parte anche tu della squadra della prossima intervista: clicca qui!

L’organizzazione della società ha subito numerosi stravolgimenti dall’età della pietra ad oggi. Siamo passati dai capitribù, ai signorotti feudali, ai re, passando per faraoni, imperatori, monarchie, rivoluzioni e dittatori fino al concetto moderno, in cui la sovranità dello Stato appartiene ai cittadini, che ne dovrebbero essere tutelati e che dovrebbero prendere decisioni collettive attraverso le forme esistenti della democrazia. La storia delle forme di governo si può riassumere nella lotta perpetua tra le masse senza diritti e i pochi privilegiati, tra i capi e i subordinati, tra gli sfruttatori e gli sfruttati, tra i padroni e i servi, tra il capitale e la produzione e così via.

Oggi attraversiamo una fase nuova, in cui le conquiste democratiche sono state di fatto inattivate da chi detiene tutta la ricchezza globale (il famoso 1%), attraverso l’istituzione di governi ombra che piazzano nei ruoli decisivi delle istituzioni e dei media di massa loro uomini chiave. Dopo una fase intermedia in cui i diritti dei lavoratori e dei cittadini sembravano prevalere sulle logiche del mercato, adesso, attraverso l’anestetizzazione dei popoli a suon di “panem et circenses” e “divide et impera“, il pallino è tornato saldamente nelle mani delle oligarchie di potere. Sono loro, le élite opache, i cui riflessi si scorgono attraverso organizzazioni semi-trasparenti e trasversali rispetto alle sponde dell’oceano Atlantico, a lavorare alla soluzione finale per la distruzione delle democrazie. Quel progetto si chiama TTIP e il suo obiettivo più grave è che, attraverso l’istituzione di un nuovo sistema giuridico sovranazionale, composto dai negoziatori dell’accordo (i potenti e le multinazionali), i loro avvocati e magistrati formati e nominati da loro, gli interessi dei grandi gruppi privati verrano equiparati a quelli degli Stati, che non potranno appellarsi a nulla e non saranno più liberi di legiferare con il solo obiettivo di rappresentare il benessere dei loro cittadini.

I Mini Blu

M5S: “THE ALDE AFFAIR” SPIEGATO A CHI ANCORA NON L’HA CAPITO

M5S - THE ALDE AFFAIR SPIEGATO A CHI ANCORA NON L'HA CAPITOIn molti ancora non si spiegano come sia stato possibile per il Movimento 5 Stelle il fallito tentativo di entrare nell'ALDE, il Gruppo Politico Europeo più europeista che c'è. È comprensibile: le istituzioni europee sono lontane, opache e volutamente complicate. In questo video cerchiamo di fare chiarezza sulle questioni tecniche...--> LEGGI TUTTO

CHIESA E MESSORA SU UE E MES: LA POLITICA NON ESISTE PIÙ.

Chiesa Messora su UE e MES - La politica non esiste piu - playGiulietto Chiesa e Glauco Benigni intervistano Claudio Messora sul MES, il Meccanismo Europeo di Stabilità altrimenti detto Fondo Salva Stati, e sul finire lanciano una proposta di giornalismo investigativo per identificare i gruppi di potere che si nascondono dietro i gruppi di lavoro nella Commissione Europea. ...--> LEGGI TUTTO

“Abbiamo fatto tremare il sistema come mai prima”…

Come tremano Dopo la colossale figura di palta, anziché una letterina di scuse per avere esposto tutto il Movimento 5 Stelle al pubblico ludibrio, a un fallimento politico colossale e avere rovinato irrimediabilmente i rapporti nel Gruppo Politico dove M5S Europa risiede, l'Efdd, arriva questo testo sul blog...--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

Gentiloni, il Presidente del Consiglio che vuole cedere sovranità all’Europa – Diego Fusaro

Gentiloni vuole cedere sovranità all'europa di Diego Fusaro Ora è ufficiale: Sergio Mattarella ha scelto Paolo Gentiloni per formare il nuovo governo in seguito alle dimissioni di Matteo Renzi sconfitto al referendum costituzionale dello scorso 4 dicembre. Lo stallo, dunque, è superato. Mattarella ha sostenuto con enfasi, al...--> LEGGI TUTTO

Il terribile errore: “È il momento più pericoloso per l’umanità: le élite imparino ad essere umili”. Stephen Hawking

stephen hawkings attente elite di Stephen Hawking, fisico teorico e scrittore Essendo un fisico teorico che vive a Cambridge, ho vissuto la mia vita in una bolla di eccezionale privilegio. Cambridge è una città insolita, tutta incentrata su una delle grandi università del pianeta. All'interno di questa...--> LEGGI TUTTO

La lettera di una mamma lavoratrice che fa venire il magone

Mamme lavoratrici: la triste realtà che si cela dietro alla famiglia del Mulino BiancoPubblico questa lettera (inviata a Beppe Severgnini sul Corriere della Sera), che fa venire il magone non solo a chi l'ha scritta ma anche a me che l'ho letta, e nella quale credo si riconoscano tante, troppe mamme lavoratrici, perché sia motivo di riflessione sul modo in cui si è...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

A Capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio: la Terra rallenta!

A capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio - la Terra rallentaUn "salto" di un secondo verrà aggiunto al conto alla rovescia di questo Capodanno per compensare il rallentamento nella velocità di rotazione della Terra.  Il secondo "extra" accadrà non appena l'orologio toccherà la mezzanotte e verranno "create" le ore 23:59:60, posticipando momentaneamente l'arrivo del Capodanno. Il secondo...--> LEGGI TUTTO

BIOMETRIA, IL FUTURO DELLA SICUREZZA

biometriaRiconoscimento dell'iride, facciale e del movimento della mano durante la firma: le nuove strategie per prevenire i furti e le loro possibili applicazioni Un uomo si avvicina a una stanza blindata. Per entrare niente password o codici di sicurezza, ma l'accostamento degli occhi a un...--> LEGGI TUTTO

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Categorie

Le vostre email

Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter

Video dal web

Sovranità vs Inflazione – Scontro plastico tra Marco Mori e Salvo Cozzolino

Mori Vs Cuzzolino - Sovranità vs InflazioneMarco Mori vs Salvo Cozzolino è uno scontro che mette in scena il classico campionario degli argomenti contro la sovranità monetaria: inflazione, debito, helicopter money e tutto il resto. Solo una precisazione aggiuntiva per Cozzolino: qualcuno gli dica che dal 1946 al 1970 l'economia andava bene, anche in condizioni di...GUARDA

Lupi ai Cinque Stelle: il referendum sull’euro non lo farete mai. Solo demagogia!

Maurizio Lupi, durante le dichiarazioni di voto per la fiducia alla Camera sul Governo Gentiloni, si rivolge ai Cinque Stelle accusandoli di demagogia, e spiega perché il referendum sull'Euro non si può fare....GUARDA

CARLO SIBILIA: LA PSICOSI DEL MOVIMENTO 5 STELLE

"Io questa psicosi non la capisco: volere necessariamente addossare delle responsabilità al Movimento 5 Stelle, che ce le ha, se le stra prendendo, sta lavorando, abbiamo già fatto delle cose nel Comune di Roma e saranno i cittadini, quelli che sono deputati a decidere. È chiaro che noi...GUARDA

E PERFINO IL DIRETTORE DE L’ESPRESSO, TOMMASO CERNO, DIFENDE M5S: SOVRANITÀ AL POPOLO!

Tommaso Cerno, direttore de L'Espresso, si accalora e sostiene con passione la causa della sovranità popolare e del diritto dei cittadini di esercitarla attraverso il voto, e difende anche la posizione del Movimento 5 Stelle rispetto alla lotta che sta conducendo dentro e fuori dal Parlamento...GUARDA

TUTTI GLI UOMINI DEL PRESIDENTE… DEL PRESIDENTE PRECEDENTE – Walter Rizzetto alla Camera

Il discorso di Walter Rizzetto a Paolo Gentiloni per la fiducia del Governo Gentiloni alla Camera: "Il Partito Democratico incarica il Partito Democratico di formare un nuovo Governo del Partito Democratico, dopo le dimissioni del Governo del Partito Democratico per il referendum del Partito Democratico. Tutti...GUARDA

Come salveranno MPS passo passo, fino al decreto Gentiloni, spiegato da Dino Pesole del Sole24Ore

MPS Pesole Mes Come salveranno MPS e (probabilmente) invocheranno il Fondo Salva Stati (MES) con la scusa di mettere una pezza ai bilanci delle banche, spiegato da Dino Pesole del Sole 24 Ore.  (altro…)...GUARDA

Governo Gentiloni: cambiare tutto per cambiare in peggio.

La conferenza stampa di Paolo Gentiloni dopo l'incarico ricevuto da Mattarella ad esplorare la formazione un nuovo Governo. Nuovo Governo che, secondo lo stesso Gentiloni, si muoverà in continuità con il Governo precedente e con la stessa maggioranza. Un renziano al posto di Renzi. Come dice...GUARDA

Sergio Mattarella: La conferenza Stampa in diretta dopo le consultazioni

Sergio Mattarella: La conferenza Stampa in diretta dopo le consultazioni. ...GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>