Lettere al blog: bimbi dimenticati in auto? L’idea semplice di una nonna.

Lettera al blog di Stefania

Gentile Sig. Claudio, seguo il suo blog su “youtube” e la ringrazio per le tante cose che si imparano. Questa mattina ho ascoltato il pezzo sulla tragedia, fortunatamente solo sfiorata, per l’ennesimo bambino lasciato in macchina dalla mamma. Ho condiviso l’opinione che non si tratti di distrazione ma di disperazione che maschera lo stress di molte famiglie che debbono correre, correre, comportarsi agli occhi del datore di lavoro come se i figli non esistessero e mostrare solo la propria efficienza, come se poi questa pratica mostruosa, questa vita nel tritacarne uno non la facesse proprio per quei figli che vengono messi in pericolo senza alcuna intenzione…!!

Aiutami a continuare a fare informazione libera

Non capisco niente di elettronica e quindi non so “quanto ci voglia” per ideare un congegno in auto che avverta dell’abitacolo ancora occupato, e soprattutto non so se conviene alle case automobilistiche. Però forse ci sarebbe, in attesa del “progresso”, una piccola idea a costo praticamente zero.

Tutti questi bambini sono morti mentre venivano portati a scuola. Sarebbe sufficiente obbligare per legge TUTTI gli asili nido e le scuole dell’infanzia, sia pubbliche che private, a segnalare tramite SMS sul cellulare dei genitori (che peraltro la scuola chiede comunque) l’assenza del bambino entro le 9.30 del mattino, che è un orario che tiene contro anche dell’elasticità sull’entrata per frequentatori così piccoli.
In questo caso l’incidente si ridurrebbe al massimo in un paio d’ore all’interno della macchina e nessun bambino farebbe più quella morte orribile!

Non potremmo mobilitarci con una raccolta di firme on-line per smuovere quelli del palazzo a fare un DDL, visto che sono così solerti con i provvedimenti che non sono nei nostri interessi?

Se qualcuno avesse mandato un semplice messaggio sul telefonino a quei poveri genitori che hanno affrontato la giornata di lavoro convinti di aver lasciato al sicuro i figli, oggi non staremmo a piangere tante famiglie distrutte.

Con tanta stima, una nonna.


Cara nonna Stefania,

dobbiamo cambiare profondamente questo modello di società dove, a parole, la famiglia conta tanto, ma nella pratica non conta più niente. Le famiglie sono state sgretolate ed esistono soltanto in quanto produttrici di reddito. I genitori non si godono più i figli, ma li fanno e li lasciano alle baby sitter o ai nonni. E siccome li fanno sempre più in tarda età, non se li godono manco più da nonni. È un modello insensato e crudele, frutto di una visione del mondo ultraliberista, nella quale i testi sacri sono stati sostituiti dai bilanci aziendali.

Ci sono paesi del mondo più civili del nostro nei quali i genitori che lavorano possono portarsi i figli in ufficio e le aziende hanno appositi spazi dove le mamme e i papà possono lasciare i loro piccolini, vicino all’ufficio. Anche gli asili nido, in altri stati europei, sono posti in corrispondenza delle stazioni dei treni e dei grandi snodi di mobilità, in maniera che uno possa lasciare il bambino all’asilo e prendere il treno in 5 minuti. Ma da noi, che ci crediamo tanto evoluti, è ancora pura fantascienza e sembra strano quasi immaginarlo.

Siamo un Paese arretrato e decadente. Hanno cercato di distruggere tutti i valori che sostengono e tengono unito il tessuto sociale. Ci hanno trasformati in unità produttive senza che ce ne rendessimo conto, erodendo in profondità la cultura e la tradizione umanistica di un popolo che fondava proprio nell’ampio respiro intellettuale, letterario, artistico la sua identità e il suo contributo al Pensiero (con la P maiuscola). L’hanno fatto attraverso la manipolazione dei media di massa e plagiando intere generazioni perché credessero che la globalizzazione linguistica, lavorativa, perfino dell‘entartainment fosse un progresso, mentre rappresentava un’involuzione: stavamo prendendo il peggio dal resto del mondo e lo stavamo interiorizzando.

Tornare indietro non sarà facile e sarà soprattutto lungo: tornare a un mondo nel quale la famiglia sia di nuovo un impegno, un valore e una certezza che tiene unite le persone in un mondo che cambia; tornare a un mondo dove bambini e genitori abbiano di nuovo il tempo di vivere e crescere insieme, come dovrebbe essere.

Nel frattempo, per evitare queste tragedie che sono solo uno dei sottoprodotti di questa grande allucinazione collettiva, che consuma la vita di tutti noi mentre attendiamo di viverla, il tuo stratagemma potrebbe essere uno strumento utile ed efficace per evitare tante morti innocenti.

Si sono premurati di fare decreti d’urgenza per malattie che o non esistono più o al momento fanno meno vittime delle dimenticanze dei bimbi in auto, quindi potremmo a buon titolo pretendere un DDL che imponga per legge, a qualunque veicolo che trasporti bambini piccoli, l’adozione di semplici dispositivi, anche economici, e – perché no – alle scuole dell’infanzia di segnalare per sms ai genitori l’assenza del piccolo, come tu suggerisci che dovrebbero già fare.

Tra l’altro, un simile DDL è già stato depositato alla Camera, e c’è anche una tecnologia pronta, con seggiolini “intelligenti” che abbassano i finestrini delle auto e attivano avvisatori acustici e luminosi in caso di bimbo dimenticato a bordo. Una tecnologia tutta italiana, sviluppata dai giovani inventori dell’istituto Fermi.  Il Ministero ne è al corrente, e nei soli Stati Uniti d’America muore in questo modo atroce un bambino ogni 1o giorni. Altro che morbillo!

E allora, perché la politica non si attiva? Forse le lobby non si sono ancora organizzate, e non sono disposte a pagare qualche tangente per brevetti che non gli appartengono?

Il Parlamento faccia un fischio, visto che proprio in questi giorni si sta occupando della salute dei bambini.

Claudio Messora

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

9 risposte a Lettere al blog: bimbi dimenticati in auto? L’idea semplice di una nonna.

  • 8

    Insieme ai miei amici ho presentato quattro progetti. Il primo, già brevettato, è quello del “Cuscinetto salva vita bambino” vale a dire, appunto, un supporto di piccole dimensioni da appoggiare sul seggiolino del bimbo in auto che – grazie ai sensori di pressione inseriti all’interno – avverte, con un cicalino, quando lo sportello del guidatore è aperto ma il bambino non è ancora stato prelevato e si attiva anche quando il piccolo assume posizioni scorrette durante il viaggio. Il secondo progetto, per il quale è stata presentata la domanda di brevetto, è una miglioria del primo e – con il nome di “Cuscino salva vita bambino per auto” – si attiva (con un allarme che non può essere disattivato fino quando il piccolo non viene rimosso dalla seduta) quando il guidatore scende dall’auto senza aver prelevato il bambino.La terza proposta, anche questa in attesa di brevetto, è invece il “Seggiolino salva vita bambino per auto” vale a dire una seduta mobile per bambini che, connessa ad un sistema radio , emette un allarme sonoro quando il motore viene spento ma il bambino resta legato al seggiolino. Infine la quarta invenzione che riguarda non solo i piccoli ma anche gli animali domestici e, con il nome di “Rilevatore di passeggeri a bordo in auto”, avverte della presenza di qualcuno a bordo quando il guidatore scende dalla vettura.Maggiori informazioni al sito http://teamraw20160.webnode.it/

  • 7
    charliemike

    Salve, buona l’idea di notificare via SMS ai genitori la presenza dei figli a scuola, ma io la correderei anche di una risposta di verifica da parte del genitore per confermare se il figlio è assente giustificato.
    Ad ogni modo io ritengo che se i genitori dedicassero più attenzione ai figli e meno a feisbuc e uazzapp forse ci sarebbero meno bambini dimenticati nelle auto.

  • 6
    Francesco

    Un decreto-legge per imporre 12 vaccini si può fare, un decreto-legge per imporre alle scuole un sms no?
    Forse non ci sono interessi delle multinazionali da soddisfare.

  • 5

    Oppure semplicemente mettere il seggiolino sul sedile anteriore…?

  • 4
    Marisa

    Ho letto da qualche parte un utile suggerimento a costo 0.
    Lasciare la borsa sul sedile posteriore vicino al bambino!

  • 3
    Quasiscrive

    Apprezzo il saggio realismo della signora. Ciò detto, va anche detto che sotto il profilo puramente giuridico – quello che conta nel caso di un DDL – non è facile imporre un obbligo del genere agli istituti scolastici. Per esempio: a chi spetta materialmente l’invio dell’SMS? Nel pubblico impiego le mansioni sono distribuite con logica assai rigida e a un’altra mansione dovrebbe senz’altro corrispondere un adeguamento salariale. Se l’SMS viene inviato e non viene ricevuto per problemi di rete a chi spetta la responsabilità di ciò che potrebbe accadere? Quali profili di responsabilità potenziali sono in capo alla scuola nel momento in cui la legge le impone un obbligo?

    Non sono questioni leguleie. Sono questioni legali.

    Per concludere, a me pare che sia perlomeno illusorio pensare di cambiare la realtà con una legge. Ce ne sono anche troppe, di leggi. C’è solo bisogno di gente disposta a sacrificare qualcosa in nome del cambiamento. Ma è più comodo stare nella posa della vittima della società fingendo di non esserne parte.

    • 3.1

      Nessuno critica la società, che siamo tutti noi, ma chi ha posto le condizioni tali per cui la società funzionasse peoprio così: e l’abbandono dell’impostazione socialista a favore di quella neoliberista non può che essere imputata al grandi latifondisti del capitale, con la complicità degli schiavi a libro paga della politica.
      Detto ciò, nell’istanza di critica è anche compresa la domanda di cambiamento, che passa sempre per una presa di coscienza.

  • 2
    semplice

    Costa 12 dollari in USA , anti-perdita per bambini, mascotte o oggetti.

    https://www.amazon.com/Tekit-Bracelet-Wristband-Safety-Security/dp/B00J2RSY1Y

  • 1
    Giacomo

    Costo pochi euro: Un semplice guinzaglietto di quelli che si legano alla vita del bambino per non perderli nella folla e legarselo al polso destro mentre si guida, oppure collegarlo con una robusta clip alla cintura di sicurezza del guidatore dopo averla chiusa.
    Quando si scende sei legato al bambino, oppure non riesci a sfilarti la cintura di sicurezza, non puoi dimenticarlo.

    Oppure una app di Android che si collega al sistema di chiusura dell’auto.
    Per chiudere l’auto devi aprire l’applicazione sul cellulare e digitare il nome del bambino sul telefono. Immagino che sia sufficiente per riflettere sulla sua presenza.

Lascia un commento

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

Deficit Strutturale? Avevo ragione: nient’altro che numeri arbitrari.

Gutgeld - Deficit Strutturale parametro arbitrario Il 17 gennaio, durante un'intervista rilasciata a Giulietto Chiesa, vi raccontavo di come funziona quella particolare branca della disciplina economica che attraverso la Commissione Europea ci impone regole severe e inappellabili. Si tratta di assiomi (principi veri a priori, dogmi ritenuti religiosamente inoppugnabili) che la corte dei...--> LEGGI TUTTO

Che cos’è il sovranismo? – di Paolo Becchi

bandiera italiana di Paolo Becchi Il “ritorno” degli Stati-nazione. Si dice che dopo Donald Trump il mondo sia destinato a cambiare. Ma il mondo, in realtà, è già cambiato. Se lui, infatti, è diventato il Presidente degli Stati Uniti d’America non è...--> LEGGI TUTTO

Borrelli (M5S): incentivare lavori meno stabili.

Borrelli Incentivare popolazione a svolgere lavori meno stabili Qual era il mantra dei neoliberisti in salsa JP Morgan all'attacco della Costituzione e delle libertà fondamentali dei cittadini? Semplice: abbattere l'articolo 1 che dice che l'Italia è una Repubblica fondata sul lavoro, magari aggiungendo l'aggettivo "precario" o "saltuario" in coda. Ci hanno provato, riuscendoci, negli...--> LEGGI TUTTO

Equacoin? Parliamone – Mirko Da Corte, DigiCanDo

MIRKO DA CORTE - EQUACOIN PARLIAMONE - Play Marco Saba ha presentato sabato 28 ottobre, su questo blog, il suo progetto di moneta democratica e decentralizzata: Equacoin. Oggi Mirko Da Corte, esperto di criptovalute e cofondatore di DigiCanDo, raccoglie in questo video una serie di domande e di critiche costruttive con...--> LEGGI TUTTO

Sovranità Perduta for Dummies – Live domande e risposte Con Marco Mori

Sovranità perduta for dummies - Marco Mori - Play La registrazione del lungo e interessante live andato in onda oggi, alle 14:30, sulla sovranità svenduta, sul decreto del Tribunale di Cassino e su quello che si può fare da qui in avanti. Ospite di Claudio Messora, l'avvocato di Rapallo Marco Mori, che insieme a Niki...--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

Gli esperti di diritto sulla Catalogna? Sono dei pirla.

Catalogna Governo centrale di Paolo Becchi Eccoli alla carica sui giornaloni gli esperti del diritto, e più sono esperti e più sono dei pirla. Fantozzi docet. Il referendum per l’indipendenza della Catalogna è «illegale». Sì, lo è: è contro la Costituzione spagnola, contro l’«unità indissolubile» dello...--> LEGGI TUTTO

Due piantine di Cannabis per lenire dolori atroci: in prigione a 63 anni!

prigione malato cannabisTRENTO. Il ricorso in Cassazione è stato rigettato. L'uomo di 63 anni che a Trento era stato trovato in possesso di due piante di marijuana che coltivava per uso personale, per lenire i dolori atroci della sua malattia, è stato giudicato colpevole in via definitiva. Andrà in prigione. ...--> LEGGI TUTTO

L’ideologo di Putin: in Europa sarà presto caos, guerra civile, distruzione.

Dugin ideologo Putindi Giulio Meotti Roma. Europa e Stati Uniti hanno spesso ricambiato il favore ad Aleksandr Dugin. Un anno fa, il famoso politologo russo è stato messo alla porta in Grecia. Accompagnato dal patriarca di Mosca Kirill per una conferenza sul Monte Athos, Dugin...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

A Capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio: la Terra rallenta!

A capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio - la Terra rallentaUn "salto" di un secondo verrà aggiunto al conto alla rovescia di questo Capodanno per compensare il rallentamento nella velocità di rotazione della Terra.  Il secondo "extra" accadrà non appena l'orologio toccherà la mezzanotte e verranno "create" le ore 23:59:60, posticipando momentaneamente l'arrivo del Capodanno. Il secondo...--> LEGGI TUTTO

BIOMETRIA, IL FUTURO DELLA SICUREZZA

biometriaRiconoscimento dell'iride, facciale e del movimento della mano durante la firma: le nuove strategie per prevenire i furti e le loro possibili applicazioni Un uomo si avvicina a una stanza blindata. Per entrare niente password o codici di sicurezza, ma l'accostamento degli occhi a un...--> LEGGI TUTTO

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Guest post

Realizzata la prima video chiamata quantistica intercontinentale al mondo

Chiamata quantisticaIl satellite cinese Micius torna a far parlare di sé e stabilisce un nuovo record, quello della prima videochiamata quantistica della storia tra Vienna e Pechino. Circa tre settimane è avvenuto un evento eccezionale che modificherà totalmente il sistema di comunicazioni come lo...--> LEGGI TUTTO

Il Messico a meno di 40 euro al giorno!

Messico Amo il Messico. E' pieno di vibrazioni, è un paese meraviglioso, pieno di gente amichevole, con una energia speciale che vi fa riscoprire l'amore per la vita, con un'architettura spettacolare, con una storia che affonda le radici nelle profondità dei millenni e... con un cibo davvero...--> LEGGI TUTTO

Negli Uffizi dei Medici: itinerario mediceo all’interno della Galleria più famosa di Firenze.

Scoprire Firenze La Galleria degli Uffizi è il sito museale più famoso di Firenze, nonché uno dei più frequentati d’Italia: quelli che riescono a superarlo per visitatori, infatti, si contano sulle dita di una mano. Gran parte dei turisti scelgono un hotel su portali come expedia proprio per...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Antonio Ingroia: “Fuori dai trattati, costi quel che costi”.

INGROIA - FUORI DAI TRATTATI - 1280 Per Byoblu, da Roma, Eugenio Miccoli Oggi alla Camera dei Deputati, Antonio Ingroia e Giulietto Chiesa hanno presentato “Lista Del Popolo”, un’alleanza della società civile per il ripristino della sovranità nazionale, l’attuazione della Costituzione, la rinegoziazione o lo stralcio dei trattati europei, l’abolizione del Fiscal...GUARDA

Giulietto Chiesa: “La Mossa del Cavallo”

GIULIETTO CHIESA - LA MOSSA DEL CAVALLO Per Byoblu, da Roma, Eugenio Miccoli Oggi alla Camera dei Deputati, Giulietto Chiesa ha presentato "Lista Del Popolo", un'alleanza della società civile per il ripristino della sovranità nazionale, l'attuazione della Costituzione, la rinegoziazione o lo stralcio dei trattati europei, l'abolizione del Fiscal Compact,...GUARDA

Capocciate e Generali

Pappalardo Giornalisti OstiaGiornalisti che si prendono le capocciate dai capetti di Ostia... E Generali dell'Arma che se la prendono con i giornalisti che si prendono le capocciate... ...GUARDA

“Stretta di Putin sulla rete!”, ma i media non vi dicono che…

Stretta di Putin sulla rete Tutti i media denunciano la stretta di Putin sulla rete, ma di quello che varerà lunedì la Camera non vi dicono niente... (altro…)...GUARDA

Ecco chi sono gli europeisti “de coccio”, che vogliono gli Stati Uniti d’Europa subito.

STATI UNITI D EUROPA Ecco chi sono gli europeisti de coccio, che ancora adesso, ancora e sempre, nonostante tutto, e anche a queste condizioni attuali, continuano a volere a tutti costi gli Stati Uniti d'Europa. Le prossime elezioni politiche si giocheranno su questa battaglia esiziale. Mi piacerebbe...GUARDA

Il Generale Pappalardo contro tutti, anche in Tv.

pappalardo Dalla Vostra Parte Rete4 Il Generale Pappalardo contro tutti a "Dalla Vostra Parte", di Maurizio Belpietro, andato in onda stasera su Rete4....GUARDA

Rimozione forzata. La libera rete chiude!

Rimozione forzata - la libera rete chiude - Play ORE 19. Live su Salvo 5.0, con Claudio Messora, Antonio Rinaldi, Tommaso Minniti e Salvo Mandarà....GUARDA

Becchi: è l’era delle piccole patrie. Me ne batto il ca@@o di quanti hanno votato al referendum catalano.

Becchi Referendum Catalogna Matrix Becchi a Matrix perde le staffe sul referendum in Catalogna. "Al di sopra di ogni Costituzione ci sono due diritti fondamentali. Il diritto di resistenza e il diritto di secedere. Non sappiamo come andrà a finire, ma la responsabilità di una guerra civile...GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>